Login

MET


Comune di Empoli
Sant’Andrea d’Oro, il sindaco di Empoli Brenda Barnini: «Plastic Free esempio di cittadinanza attiva, ognuno può far qualcosa per la propria città»
La cerimonia di conferimento della massima onorificenza è avvenuta alla Vela di Avane. Attestati anche per tutti i volontari empolesi
EMPOLI – Cerimonia di conferimento della 28a edizione del ‘Sant’Andrea d’Oro’. In questo 2021 il sindaco di Empoli ha assegnato il riconoscimento ai volontari, donne e uomini, che attraverso l’opera dell’associazione Plastic Free si impegnano fattivamente nella raccolta di rifiuti plastici e non solo con l’obiettivo concreto di pulire aree del territorio e si occupano di informare e sensibilizzare più persone possibili sulla pericolosità della plastica.

Il Sant’Andrea d’Oro è la massima onorificenza cittadina che ogni anno il sindaco consegna ogni 30 novembre, giorno di Sant’Andrea, patrono di Empoli, a quei cittadini che hanno dato il loro prezioso contributo nel campo della cultura, delle arti, del lavoro, della politica, dello sport e della solidarietà.

Alla sala polivalente della Vela ‘Margherita Hack’ di Empoli amministrazione comunale, giunta, consiglieri comunali, il proposto Don Guido Engels, forze dell’ordine, associazioni, semplici cittadini e volontari di Plastic Free hanno partecipato alla cerimonia.

Quest’anno il sindaco Barnini ha conferito il riconoscimento: “A tutti i volontari, donne e uomini, che hanno deciso di aderire alla battaglia contro l’abbandono dei rifiuti promuovendo e partecipando alle raccolte di rifiuti abbandonati sul territorio empolese”.

Brenda Barnini ha aggiunto: «Plastic Free è un’associazione che rappresenta la cittadinanza attiva. Abbiamo fatto questa scelta in un momento in cui abbiamo ancora addosso tutti i segni e la fatica della pandemia ma vogliamo anche mettere in evidenza le tante cose buone e nuove che sono nate proprio in questo periodo. Plastic free ad Empoli è una di queste: ha coinvolto centinaia di cittadini in modo volontario, portandoli a ripulire dai rifiuti abbandonati tante zone della nostra città. Conferire loro il Sant'Andrea d'Oro ha tanti significati: sicuramente quello di incoraggiare e premiare la cittadinanza attiva e quindi fare in modo che ciascuno si senta sempre più motivato a fare qualcosa di buono per la nostra città e per il pezzo di mondo dove viviamo. Inoltre dare un premio ad un'associazione così giovane significa che per fare cose importanti non necessariamente bisogna avere alle spalle tantissimi anni di esperienza. Inoltre vogliamo anche dare un messaggio molto importante per l’attenzione all'ambiente, di sicuro la pandemia ci ha portato anche a mettere maggiormente a fuoco la necessità di rispettare l'ambiente in cui viviamo».

Il referente dell’associazione Plastic Free per la provincia di Firenze e colui che ha avviato l’associazione a Empoli è Alberto Vezzani, ha ricevuto lui la medaglia d’oro simbolo del riconoscimento. Mentre attestati sono stati consegnati dal sindaco a tutti i volontari empolesi.
“La nostra è un’esperienza culminata con risultati eccezionali. Un fa, quando siamo nati, non credevo che fosse possibile un risultato simile – ha detto Alberto Vezzani –. Siamo partiti in pieno periodo di pandemia tra mille difficoltà, però la città ha risposto alla grande e la famiglia, anzi l'esercito che ogni domenica si trova per pulire, fa numeri veramente da capogiro. Tutto è nato dal cambiamento, necessità di cambiamento che io ho avvertito alla prima raccolta fatta da volontario a Quarrata. Un cambiamento in me stesso che mi ha portato in pochi mesi a organizzare qualcosa del genere anche a Empoli. Da una spinta interiore è nato tutto, è partita questa avventura e voglio ringraziare il Comune che ci ha supporto ed Alia. Le 5 uscite fatte a Empoli sono state a Ponzano, Santa Maria, Avane, Serravalle e l'ultima su Carraia. Stiamo pensando a varie uscite nella zona industriale del Terrafino. Poi col patrocinio dell'Unione dei Comuni Empolese Valdelsa ci stiamo avviando anche fuori dal Comune di Empoli, c'è già stata una raccolta su Montelupo con circa 100 iscritti e in procinto a breve sta nascendo questa collaborazione con il Comune di Vinci e con Capraia e Limite. Insomma siamo in espansione».

L’assessore all’ambiente Massimo Marconcini: «Si stanno creando interessanti circoli virtuosi. Per esempio sulla sensibilizzazione al tema degli alberi. Dopo il lavoro svolto dall’amministrazione comunale per la loro manutenzione e messa in sicurezza vari cittadini e associazioni ci hanno chiesto e lo hanno fatto di piantare alberi a loro spese. Così sulla raccolta e l’abbandono di rifiuti. La nostra attenzione è massima e la sensibilità dimostrata da Plastic Free dimostra che il messaggio sta arrivando e spero che altri cittadini si uniscano».

LA MOTIVAZIONE - «Per la sensibilità dimostrata e il generoso impegno profuso nella sensibilizzazione alle tematiche ambientali attraverso attività di educazione e partecipazione fattiva in progetti concreti e diffusi capillarmente sul territorio. Esempio di cittadinanza attiva per il rispetto e la tutela dell’ambiente cittadino concretizzatosi nella raccolta di rifiuti abbandonati e nel coinvolgimento di persone verso una maggiore salvaguardia dell’ambiente attraverso progetti che hanno al centro l’attenzione all’abuso di plastica in un’ottica di sviluppo sostenibile. L'amministrazione comunale ha voluto riconoscere il S. Andrea d'Oro nel giorno del Santo Patrono 30 novembre 2021 come simbolo di gratitudine da parte di tutta la comunità».

I PRECEDENTI - Negli anni precedenti il sindaco Barnini ha premiato nel 2014 Don Renzo Fanfani, compianto prete ‘operaio’, nel 2015 l’imprenditore fondatore del Gruppo Sesa Paolo Castellacci, nel 2016 il Sistema di Protezione Civile dell’Empolese Valdelsa, nel 2017 sono state premiate le associazioni che si occupano di riuso, riciclo e dell’economia circolare, nel 2018 le associazioni cittadine che dedicano la loro attività alla tutela degli animali occupandosi ogni giorno di cani, gatti e volatili in strutture come il canile, il gattile e il centro di recupero dei rapaci (Arca Canile, Aristogatti e Ce.T.R.A.S - Centro Toscano Recupero Avifauna Selvatica), nel 2019 passata edizione la medaglia d’oro col Sant’Andrea andò all’ex assessore Sauro Cappelli, per l'impegno profuso nel mantenimento della memoria storica della deportazione nazifascista. Nel 2020 il Sant’Andrea d’Oro andò agli operatori tutti dell’ospedale ‘San Giuseppe’ di Empoli e del’Asl locale per la lotta contro la pandemia che nello scorso anno era apparsa per la prima volta in tutto il pianeta.

30/11/2021 14.52
Comune di Empoli


 
 


Met -Vai al contenuto