Login

MET



Controlli voce Chiudi controlli
: Volume:  1 Velocità  1 Tono:  1
Comune di Calenzano
Calenzano. Campo della biodiversità, selezionate due aziende “custodi” degli olivi autoctoni
Ospiteranno le piante catalogate dal CNR Ibe per valutare la resistenza ai cambiamenti climatici
Due aziende diventeranno “custodi” degli olivi autoctoni di Calenzano. Le imprese agricole, Podere Montisi e Semia, si sono candidate e sono state selezionate in base ai requisiti stabiliti dal bando del Comune per ospitare gli esemplari dei 28 fenotipi particolari di olivi.
Le piante, finora in vivaio, sono state individuate e raccolte dall’Istituto per la Bioeconomia del Consiglio Nazionale delle Ricerche sul territorio, presso aziende agricole, olivicoltori e nelle aree pubbliche. Saranno in totale 90 gli esemplari che verranno messi a dimora nei terreni delle due aziende per realizzare un campo da collezione diffuso.
“Il campo da collezione è come un catalogo a cielo aperto della nostra biodiversità olivicola – spiega l’assessore all’Ambiente Irene Padovani – e l’obiettivo sarà far conoscere questo patrimonio alla cittadinanza. Sarà anche utile a tutti gli olivicoltori di Calenzano, che potranno studiare i comportamenti e la resa dei vari fenotipi. In un momento in cui l’agricoltura è sempre più soggetta a difficoltà legate ai cambiamenti climatici, pensiamo sia davvero utile fornire alle aziende indicazioni su possibili fenotipi da diffondere sul territorio, in base alla resistenza e all’adattabilità”.

28/12/2022 14.51
Comune di Calenzano


 
 


Met -Vai al contenuto