Login

MET


Comune di Prato
OMAGGIO A PIERO DE BERNARDI AL CINEMA EDEN DI PRATO PER I “100 MINUTI CORTI”
Dal 16 al 18 aprile, cinema Eden. Il regista Romeo Conte porta i migliori corti del Salento Finibus Terrae e omaggia il grande sceneggiatore pratese. Dopo i corti le proiezioni dei cult Belle al Bar, Compagni di scuola e Parenti Serpenti. Tra gli eventi speciali la proiezione del cortometraggio The day before, the day after

Dal 16 al 18 aprile, al Cinema Eden, si terrà la prima edizione pratese della rassegna 100 minuti Corti, una tre giorni di cinema dedicata al grande sceneggiatore Piero De Bernardi, scomparso nel 2010. La manifestazione, ad ingresso libero, fa parte del tour nazionale dei migliori cortometraggi del Salento Finibus Terrae, festival di cinema internazionale diretto dal regista Romeo Conte, che si svolge in Puglia e che a luglio approda alla decima edizione. Il tour di 100 minuti Corti proseguirà poi a Vicenza, Milano e Treviso.
A ricordare lo sceneggiatore, durante incontri e proiezioni, molti ospiti d’eccezione, vicini a De Bernardi nel suo percorso cinematografico, quali l’attore Alessandro Benvenuti, il produttore Giorgio Leopardi, il regista Giovanni Veronesi, l’illustratrice Chiara Rapaccini (compagna per molti anni di Mario Monicelli), l’attrice Monica Scattini, l’attore Alessandro Haber e Isabella Bernardi (attrice e figlia dello sceneggiatore pratese).
La rassegna si inaugura lunedì 16 aprile, alle 20, con il rinfresco a base di prodotti enogastronomici pugliesi, a cui segue, alle 20.45, la proiezione di tre cortometraggi: Biondina di Laura Bispuri (regista già vincitrice del David di Donatello) sul difficile e costante confronto tra mamma e figlia, L’altra metà di Pippo Mezzapesa, con Piera degli Esposti, storia di una donna in fuga e La pagella di Alessandro Celli, regista italo-canadese che ha vinto oltre 20 premi internazionali. In programma alle 21.30 l’incontro con il regista-attore Alessandro Benvenuti, il produttore Giorgio Leopardi, l’assessore alla cultura del Comune di Prato Anna Beltrame. A seguire (ore 22.30) la proiezione di Belle al Bar, lungometraggio del 1994 di Benvenuti, che affronta con sensibilità temi scabrosi inerenti al sesso, come la prostituzione e la transessualità.
La seconda giornata della rassegna, martedì 17 aprile, si apre alle 20.45 con la proiezione di tre cortometraggi: Omero bello di nonna di Marco Chiarini con Nicola Nocella (attore nei film di Pupi Avati) sul rapporto tra nonna e nipote, Cuore di Clown di Paolo Zucca, la storia di Braciola, un clown che non riesce a far ridere e Caffè capo? di Andrea Zaccariello, con Gianni Cavina, la storia di un professore universitario razzista che sarà costretto a prendere un caffè con un extracomunitario. Segue, alle 21.30, l’incontro con il regista-sceneggiatore Giovanni Veronesi, il giornalista Giovanni Bogani, durante il quale sarà proiettato il documentario inedito con l’intervista a Piero De Bernardi. La seconda giornata si chiude alle 22.30 con la proiezione con il film Compagni di Scuola (1988) di Carlo Verdone, sceneggiato, oltre che da Verdone, da Benvenuti e da De Bernardi. Il film, il preferito da Verdone tra quelli da lui diretti, narra di una festa tra ex compagni di liceo, indagando le debolezze dell'animo umano.
La tappa pratese di 100 minuti Corti si chiude mercoledì 18 aprile, alle ore 20.45, con la proiezione di Suiker dell’olandese Jeroen Annokkee, divertente racconto di situazioni imprevedibili, Socarrat di David Moreno, sui segreti di tutti e la ricerca della felicità. Tra gli eventi speciali la proiezione del cortometraggio The day before, the day after del collettivo John Snellinberg, interpretato da Jennifer Norton, Alessandro Guariento, Aaron Craig, Riccardo Pangallo, Riccardo Goretti e Luke Tahiti. E’ un mockumentary ambientato a Cantagallo, piccolo paese nella provincia di Prato, in cui una troupe americana si reca perché per un errore pare che la fine del mondo, ipotizzata dai Maya, arriverà in anticipo.
Alle 21.30 si terrà poi l’incontro con il regista-attore Alessandro Haber, Chiara Rapaccini (la compagna di vita di Monicelli), l’attrice Monica Scattini e Isabella Bernardi, figlia del grande sceneggiatore. A seguire la proiezione di Parenti Serpenti, film di culto del 1992 di Mario Monicelli, sceneggiato da De Bernardi (alle ore 22.00).
“E’ un omaggio ad un grande del cinema – ha detto il regista Romeo Conte (ideatore e direttore del Salento Finibus Terrae e della rassegna 100 minuti corti) – che ha solcato il cinema italiano in tutti i suoi aspetti. Questo festival è un progetto pilota che spero si possa riproporre il prossimo anno. La manifestazione rientra nella logica generale della valorizzazione dei cinema d’essai in centro”. “Il centro di Prato – ha continuato Conte - ha bisogno della settima arte per non piegarsi alle logiche del format televisivo e del multisala. Il cinema deve essere protagonista in una città che ha dato la natività a tanti grandi del cinema italiano e internazionale”. “Questa manifestazione è stata possibile anche grazie alla collaborazione del patron del Cinema Eden, Eros Ossani”.
“Il Festival – ha aggiunto Romeo Conte – è un esempio di marketing culturale che avvicina il privato alla cultura. Senza di loro certe manifestazione non potrebbero aver luogo in questo momento di ristrettezze economiche”.
“Lo sbarco della rassegna a Prato - ha affermato l’assessore alla Cultura Anna Beltrame – è avvenuto grazie alla passione di Romeo Conte e alla sua tenacia. Come assessorato, siamo stati lieti di appoggiare iniziative come queste che coinvolgono le sale cinematografiche e richiamano i pratesi a vivere il centro storico della città. Speriamo che la rassegna possa crescere e diventare un punto di riferimento per questa città, che ha la commedia nelle proprie corde. Dobbiamo essere orgogliosi inoltre di ricordare il grande Piero De Bernardi, un genio del cinema italiano, un grande pratese, a cui si devono alcune delle commedie più belle del cinema italiano”.
A condurre le serate del Festival il giornalista Federico Berti. Tra gli ospiti Enzo Nigro, assessore alla Cultura di San Vito dei Normanni (BR), città che ha dato i natali al Film Festival Internazionale Salento Finibus Terrae e il conduttore storico del festival Raffaele Romano che direttamente dalla Puglia porteranno i vari prodotti che saranno degustati dal pubblico.
La rassegna ha il patrocinio del Comune di Prato - Assessorato alla cultura, la Confcommercio di Prato, il consorzio Centro Storico Prato c'è. Con il sostegno di Gruppo Veneto Banca, Gruppo 4MAutomobil, Bartolozzi arte orientale, In Rete.Com, L'ottica La Veneziana, Elettronica Cilulli by Wind. Il catering della serata inaugurale è curato da Guido Guidi di Firenze offrirà una degustazione di vino delle Tenute Rubino.
Ingresso libero. Ulteriori info su www.salentofinibusterrae.it. Infoline: Salento Finibus Terrae 0574-1940224, Cinema Eden 0574-21857.

13/04/2012 16.33
Comune di Prato


 
 

Google


Vai al contenuto