Login

MET

Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze


IN PRIMO PIANO....

Città Metropolitana di Firenze Elezioni, guida al voto su Met
Due voci: sulle amministrative ed europee e sulle indicazioni dei Comuni del territorio della Città Metropolitana di Firenze Sul portale Met della Città Metropolitana di Firenze (http://met.cittametropolitana.fi.it) è stata aperta una finestra sulle modalità di voto alle elezioni amministrative ed europee di domenica 26 maggio.
Dalla finestra si può accedere a uno speciale sulle elezioni amministrative ed europee ('Elezioni 2019') e alle 'Info dai Comuni', con tutte le specifiche indicazioni date dai Comuni del territorio metropolitano fiorentino (http://met.cittametropolitana.fi.it/categoria.aspx?c=42).


24/05/2019 12.49 Città Metropolitana di Firenze
Anci Amministrative 2019, da Anci Toscana tutto il voto minuto per minuto
Lunedì una pagina web e una sala operativa per aggiornare i dati in tempo reale Anci Toscana fornirà in diretta tutti gli aggiornamenti sui risultati delle elezioni amministrative in Toscana. Lunedì 27 maggio, dalle 14 nella sede fiorentina dell’Associazione funzionerà una sorta di ‘situation room’, una sala operativa dove arriveranno e saranno elaborati in tempo reale i dati sui 189 Comuni chiamati a rinnovare sindaco ed amministrazione.

Ci sarà una pagina dedicata, scaricabile qui, a cui chiunque potrà collegarsi per avere un quadro completo della situazione in Toscana minuto per minuto.

Anche l’emittente Ladyradio sarà presente nella sede di Anci per fornire ai suoi ascoltatori le informazioni elaborate dall’Associazione.



24/05/2019 13.46 Anci
Comune di Firenze Elezioni, sabato 25 maggio e domenica 26 aperture straordinarie degli sportelli
L'apertura è limitata al solo rilascio di carte di identità e tessere elettorali La Direzione Servizi Territoriali Integrati comunica che anche domani, sabato 25, e domenica 26 maggio sono previste aperture straordinarie dei Pad per il solo rilascio di carte di identità e tessere elettorali. Domani saranno aperti il Pad Parterre e il Pad Vogel in orario 8.30-18.30. Domenica 26 maggio saranno aperti sempre il Pad Parterre e il Pad Vogel, ma con orario continuato 7-23. Prevista l’apertura sia domani che domenica anche dell’Ufficio Elettorale in viale Guidoni 174 per i vari servizi elettorali, compreso il rilascio di tessere elettorali

24/05/2019 14.03 Comune di Firenze
Comune di Firenze Il voto del 26 maggio
Per gli elettori fiorentini un doppio appuntamento: le europee e le amministrative. Tutto su tessere elettorali, voto assistito e aperture straordinarie dei punti anagrafici In vista delle elezioni del prossimo 26 maggio si invita a verificare che la tessera elettorale non sia esaurita e in tal caso a dotarsene tempestivamente. A questo scopo gli sportelli dell'Ufficio elettorale (viale Guidoni 174) sono aperti dal lunedì al venerdì in orario 8.30-13 (il martedì e giovedì anche dalle ore 14.30 alle ore 17).

Il servizio sarà inoltre assicurato presso i Punti Anagrafici Decentrati che presentano i seguenti orari di apertura:

Parterre (Cubo 1 Piazza Libertà 12) da lunedì a venerdì 8.30-13; martedì e giovedì aperto anche dalle 14.30 alle 17 (sabato mattino si accede solo su prenotazione)
Villa Vogel (via delle Torri 23) lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, 8.30-13; martedì aperto anche dalle 14.30 alle 17
Alberti (piazza Alberti 2/a) martedì, mercoledì e giovedì, 8.30-13; martedì e giovedì aperto anche dalle 14.30 alle 17
Bini (via Bini 7) lunedì, mercoledì e venerdì, 8.30-13
Villa Pallini (via Baracca 150/p) martedì e giovedì, 8.30-13 e 14.30-17 (solo su prenotazione)
Santa Croce (piazza Santa Croce 1) 1° lunedì di ogni mese 8.30-13 (solo su prenotazione)
Tagliamento (via Tagliamento 4) 2° e 4° venerdì di ogni mese 8.30-13 (solo su prenotazione).

Per prenotare tel. 055055 dalle 8 alle 20 escluso festivi.

Nel corso della settimana elettorale, oltre a quelle ordinarie, sono in programma aperture straordinarie esclusivamente per il rilascio dei duplicati delle tessere elettorali e per il rinnovo della carta d’identità elettronica agli elettori:

lunedì 20 dalle 14.30 alle 17 al Parterre, PAD di Villa Vogel e PAD di via Bini
mercoledì 22 dalle 14.30 alle 17 al Parterre, PAD di piazza Alberti, PAD di Villa Vogel e PAD di via Bini
venerdì dalle 13 alle 18.30 al Parterre e al PAD di Villa Vogel, dalle 14.30 alle 17 al PAD di via Bini
sabato 25 dalle 8.30 alle 18.30 al Parterre e al PAD di Villa Vogel
domenica 26 dalle 7 alle 23 al Parterre e al PAD di Villa Vogel

L’Ufficio Elettorale di viale Guidoni, sarà aperto:

da lunedì 20 a giovedì 23 dalle 8.30 alle 17
venerdì 24 e sabato 25 dalle 8.30 alle 18.30
domenica 26 dalle 7 alle 23

Per le persone fisicamente impedite è attivo un servizio, su prenotazione, di consegna a domicilio delle tessere elettorali. Basta chiamare 055 2768373 martedì ore 8.30-13 e 14.30-17; giovedì ore 8.30-13.

- Tutte le info sull’esercizio del diritto di voto (voto assistito, a domicilio: https://www.comune.fi.it/pagina/elezioni-e-referendum

- Elezioni trasparenti (curricula e casellari giudiziari dei candidati: https://elezionitrasparenti.comune.fi.it/

- Sedi e orari delle aperture straordinarie: https://www.comune.fi.it/system/files/2019-05/ELETTORALE%20STRAORDINARIO_2019_A3_2_0.pdf
21/05/2019 9.24 Comune di Firenze
Regione Toscana Infermieri, al via in Toscana il più importante concorso a livello nazionale
Con la delibera 204 del 21 maggio scorso, ha approvato il nuovo concorso infermieri; il bando è già stato inviato alla Gazzetta Ufficiale per la pubblicazione, prevista per i primi di giugno (probabilmente nell'edizione del 4 giugno): a partire da quella data tutti gli infermieri interessati avranno trenta giorni per presentare la domanda di partecipazione Al via in Toscana il più grande concorso per infermieri a livello nazionale. Estar (Ente di supporto tecnico-amministrativo regionale), con la delibera 204 del 21 maggio scorso, ha approvato il nuovo concorso infermieri; il bando è già stato inviato alla Gazzetta Ufficiale per la pubblicazione, prevista per i primi di giugno (probabilmente nell'edizione del 4 giugno): a partire da quella data tutti gli infermieri interessati avranno trenta giorni per presentare la domanda di partecipazione.

Il concorso, indetto per i due posti richiesti dall'Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, darà origine ad una graduatoria a cui attingeranno tutte le Aziende del Sistema Sanitario della Toscana per le assunzioni nei successivi tre anni; tenuto conto delle esigenze, anche a fronte del maggior turn over generato da "quota 100" e dalle mobilità verso altre regioni, si può ipotizzare uno scorrimento di circa 1.000/1.500 nominativi ogni anno. Questo concorso rappresenta pertanto in questo momento la più importante occasione di assunzione per questo profilo professionale.

L'obiettivo di Estar è riuscire a rendere disponibile alle Aziende questa graduatoria entro gennaio 2020: a tale scopo, le eventuali preselezioni (che verteranno su temi propri della professione infermieristica) partiranno subito nella seconda metà di luglio, per poter organizzare le prove concorsuali a settembre-ottobre.

Sempre al fine di velocizzare il percorso e renderlo il più semplice e chiaro possibile per i partecipanti, questo è il primo concorso su cui verrà utilizzato il nuovo portale di Estar, che guiderà passo passo i partecipanti nella presentazione delle domande, riducendo il rischio di dimenticanze ed errori da parte loro.

Non resta quindi che attendere la pubblicazione ufficiale in Gazzetta per iniziare a compilare la domanda, magari nel frattempo preparando tutte le informazioni necessarie: questo bando cercherà, come richiesto spesso dai professionisti, di valorizzare tutte le esperienze maturate, sia nel pubblico che nel privato, sia come dipendenti che con altre forme di contratto (libero professionale, interinale, ecc.), con particolare attenzione anche alle esperienze, sia di lavoro che di studio, maturate all'estero, che sarà quindi interesse dei partecipanti poter riportare nella domanda.

Il sito istituzionale di Estar, con la sua sezione Concorsi, rimane il punto di riferimento costante, ed univoco, per tutte le informazioni: verrà anche aperta una sezione "Bandi di prossima pubblicazione" in cui verranno pubblicate le informazioni sui bandi deliberati e inviati a Gazzetta Ufficiale e/o Bollettino Ufficiale della Regione Toscana ma non ancora pubblicati da questi, in modo da dare un'informazione preventiva a tutti gli interessati e favorire al massimo la partecipazione.
24/05/2019 10.44 Regione Toscana
Città Metropolitana di Firenze Bowie e #Sukitadays nella Limonaia di Palazzo Medici Riccardi
I giorni 25, 26, 27 maggio 2019. Il Maestro fotografo giapponenese a Firenze per una serie di eventi. Il programma I #Sukitadays si avvicinano. Il 25, 26 e 27 maggio Masayoshi Sukita, artista fotografo giapponese, autore delle splendide foto di David Bowie esposte a Palazzo Medici Riccardi fino al 28 giugno nella mostra "Heroes – Bowie by Sukita" sarà a Firenze per una serie di eventi.

Organizzati e promossi da Oeo Firenze Art e Le Nozze di Figaro in collaborazione con Ono Arte Contemporanea, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Mus.e, i #Sukitadays rappresentano un’occasione speciale per conoscere ed ascoltare il grande maestro della fotografia che ha seguito Bowie per oltre quarant’anni, riportandone l’anima e l’essenza di uomo ed artista nelle 90 fotografie esposte in mostra.

Tante le opportunità che si svolgeranno all’interno della Limonaia del Palazzo: due sessioni di "Firmacopie" sabato 25 e domenica 26 maggio dalle 15.30 alle 17.30 (ingresso libero con obbligo di acquisto del catalogo della mostra edito da OeoO Firenze), e il giorno lunedì 27 maggio alle ore 17.00 un talk aperto al pubblico in possesso del biglietto della mostra. Il talk, realizzato in collaborazione con Polimoda, sarà introdotto da Francesco Brunacci (giornalista, scrittore e docente di Fashion Journalism) e vedrà la partecipazione oltre che dell’artista, di Maurizio Guidoni (Ono Arte). Sono previste inoltre dirette live su facebook ed instagram.

Masayoshi Sukita, classe 1938 dopo gli studi di fotografia e varie esperienze mondo della pubblicità, si unisce alla Delta Mondo occupandosi principalmente di realizzare servizi fotografici per la moda maschile, per i quali vince svariati premi. Dalla fine degli anni '60 inizia a sviluppare un grande interesse per le sottoculture e partecipa al Festival di Woodstock nel 1969. Da quel momento inizia a frequentare le diverse scene musicali ed artistiche di citta` come New York e Londra. Nel 1972 è a Londra per realizzare un servizio a Marc Bolan dei T-Rex ed in quell’occasione riesce ad incontrare per la prima volta David Bowie. Durante il lavoro con Bowie, Sukita immortala però molti altri artisti tra cui, Iggy Pop, Joe Strummer, Yellow Magic Orchestra di Ryuichi Sakamoto, B52, Devo, Pil, con collaborazioni anche nel modo del cinema (Jim Jarmusch, Shuji Terayama). I suoi lavori sono stati esposti nei principali musei di tutto il mondo.

Aggiornamenti dei #SUKITADAYS sui canali social: @oeoart @LNDF @palazzomediciriccardi #oeoart #LNDF

Info www.oeoart.com
www.palazzomediciriccardi.it, biglietteria@palazzomediciriccardi.it

Telefono Palazzo Medici +39 055 2760552;
Telefono OeoFirenze +39 055 0946163
Uffici Stampa: media@oeofirenze.it 370.3737002
24/05/2019 13.23 Città Metropolitana di Firenze
Teatro del Maggio Musicale Fiorentino Zubin Mehta dirige Zakir Hussein e l'Orchestra del Maggio
Domenica 26 maggio Per il primo concerto dei suoi tre concerti nell’ambito dell'LXXXII Festival del Maggio Fiorentino, il maestro Zubin Mehta ha voluto accanto a sé Zakir Hussain, compositore indiano pluripremiato e virtuoso del tabla, tamburo tradizionale indiano di origini antichissime. Il concerto, in programma per domenica 26 maggio alle 20, vedrà il Maestro dirigere Hussein e l'Orchestra del Maggio in Peshkar, concerto per tabla e orchestra, composizione dello stesso Hussain e a seguire la Sinfonia n. 9 in do maggiore La Grande di Franz Schubert.

Zakir Hussain - Peshkar, concerto per tabla e orchestra
Utilizzato sia nella musica popolare e religiosa che nella world music, il tabla è caratterizzato da un cerchio di pasta nera al centro della membrana che conferisce allo strumento una particolare risonanza timbrica. Zakir Hussain, virtuoso di tabla nonché compositore apprezzatissimo per le sue musiche, utilizzate spesso anche in ambito cinematografico, ha voluto creare con questo concerto un connubio tra codici stilistici orientali e occidentali. La scrittura orchestrale ruota infatti attorno alle melodie indiane dei raga (strutture musicali che seguono regole ben precise collegate a determinate scale musicali), trattate tuttavia con grande libertà proprio perché unite a elementi armonici della tradizione classica occidentale.

Franz Schubert - Sinfonia n. 9 in do maggiore La Grande
Che Schubert desiderasse cimentarsi con un lavoro sinfonico di grandi dimensioni, alla Beethoven per intendersi, era cosa risaputa durante i suoi ultimi anni di vita. Dopo le sinfonie composte in gioventù, una sorta di apprendistato nel genere strumentale più alto, Schubert si sente pronto per una sinfonia in grande stile e nel 1828 firma la Sinfonia in do maggiore detta, appunto, La grande. Offerta alla Società degli amici della musica di Vienna, la nuova composizione sarebbe stata eseguita ufficialmente in quello stesso anno se la complessità e la lunghezza di alcuni passaggi non avessero spaventato l’orchestra, che, giudicandola troppo difficile, si rifiutò di eseguirla. La sinfonia venne così rimandata al mittente, che la ripose, come già accaduto per altri suoi preziosi gioielli musicali, in un cassetto. Solo anni dopo la morte di Schubert, Robert Schumann la scoprì per caso durante una visita al fratello del musicista scomparso e si prodigò per inviarla a
Mendelssohn a Lipsia, dove quel capolavoro fino ad allora sconosciuto riacquistò nuova vita nella prima esecuzione del 1839. La Sinfonia n. 9 in do maggiore deve il suo appellativo non solo all’ampliamento dell’organico, con tre tromboni aggiunti, ma anche al linguaggio, già teso verso soluzioni tardo romantiche. Pur attenendosi alle regole costruttive classiche, Schubert ne modifica gli equilibri interni smorzando la contrapposizione tematica classica in favore di una continua espansione dei materiali melodici impiegati, secondo una logica narrativa interna alla composizione dilatata e digressiva, la ‘divina lunghezza’ coniata da Schumann.

Le informazioni contenute nella presente comunicazione ed i relativi allegati sono riservati e comunque destinati esclusivamente alle persone fisiche, agli enti e/o alle società in indirizzo. La diffusione, comunicazione, distribuzione e/o riproduzione del contenuto della presente email e dei suoi allegati da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario, o non autorizzato, è proibita ai sensi di legge e delle disposizioni in materia di protezione dei dati personali (D.lgs n. 196/2003 modificato dal D.Lgs. n. 101/2018 - GDPR UE n. 679/2016). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio all’indirizzo e-mail mittente. Si fa, inoltre, presente che l’indirizzo di posta elettronica da cui è stata inviata la presente comunicazione è Aziendale e non personale, qualsiasi comunicazione ivi inviata può essere quindi letta anche da incaricati aziendali diversi dal suo utilizzatore principale
23/05/2019 9.50 Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
Regione Toscana Open data, on line i dati sul traffico lungo le strade regionali toscane
Accedendo al portale è possibile scaricare i dati rilevati dalle singole postazioni in ciascun giorno dell'anno Sono disponibili sul sito Open Toscana, ad uso di ricercatori, tecnici o anche semplici curiosi, i dati sul traffico rilevati da 132 centraline poste lungo 22 strade regionali in virtù del ‘Sistema di monitoraggio automatizzato dei flussi di traffico sulle strade regionali', attivato dalla Regione Toscana nel 2015 e finanziato con risorse europee (POR CReO FESR) e del Piano nazionale per la sicurezza stradale.

I dati sono consultabili all'indirizzo http://dati.toscana.it/dataset/sistmontraf-centraline

Accedendo al portale è possibile scaricare i dati rilevati dalle singole postazioni in ciascun giorno dell'anno. Tra i dati scaricabili ci sono il traffico totale e distinto per tipologia di veicolo (dai motocicli agli autoarticolati), il traffico medio orario tra le 6:00 e le 20:00 e quello nell'ora di punta, il traffico giornaliero medio annuo.

Il sistema più semplice ed innovativo per consultare i dati è una mappa navigabile delle postazioni, dalla quale si accede direttamente ai dati (http://mappe.regione.toscana.it/tolopostazioni.html).

Disponibili inoltre la mappa navigabile delle webcam del portale Muoversi in Toscana, la cartografia delle postazioni in vari formati (tif, kmz, shp), il collegamento ai dati del precedente monitoraggio del traffico sulle SR (attivo dal 2009 al 2013).

L'assessore regionale alle infrastrutture ha ricordato come i dati rilevati dal sistema di monitoraggio del traffico rappresentino un patrimonio informativo utile per molte finalità, prime tra tutte la valutazione del rapporto tra intensità del traffico e incidentalità, la predisposizione di modelli previsionali e il supporto alle decisioni ed alla programmazione degli interventi sulle strade regionali.
24/05/2019 11.51 Regione Toscana
Comune di Firenze Buon compleanno Biblioteca! "Oblate" compie 12 anni
Da venerdì 24 a domenica 26 maggio una tre giorni per festeggiare i 12 anni di apertura della Biblioteca delle Oblate La Biblioteca delle Oblate compie 12 anni. Inaugurata il 25 maggio del 2007 la biblioteca di pubblica lettura nel centro di Firenze a pochi passi da Piazza Duomo, offre uno spazio culturale pensato per studiare, prendere libri in prestito, trascorrere il tempo libero, leggere, informarsi e partecipare alla vita culturale della città, il tutto nello splendido scenario dell'ex Convento delle Oblate con uno sguardo unico sulla Cupola del Duomo
E per festeggiare questi 12 anni la biblioteca offre un ricco calendario di eventi e iniziative.
Venerdì 24 maggio
ore 17 // Presentazione del libro ed esposizione fotografica “Siena in contrada” di Andrea Moneti. Il libro racconta come si svolge la vita contradaiola per tutti i giorni dell’anno, e non solo nei giorni del palio, toccandone la realtà che contraddistinguono in maniera così singolare la vita sociale della città, divisa da mille invisibili confini. Saluti istituzionali e interventi di Simone Sabatini, Presidente de Il Cupolone. Sarà presente l'autore. A cura del Gruppo Fotografico “Il Cupolone” di Firenze in collaborazione con la V Commissione cultura e sport del Comune di Firenze. Ingresso libero.
ore 20 e ore 21 // Non avrà mai fine la carità. La Compagnia delle seggiole presenta un viaggio teatrale itinerante nella Biblioteca delle Oblate. Testo di Riccardo Ventrella, regia di Sabrina Tinalli. La partecipazione è gratuita su prenotazione al numero 333 22 84 784.

Sabato 25 maggio
ore 16 // Biblioteche junior - I libri cantastorie. In occasione del compleanno della biblioteca in Sezione Bambini e Ragazziandrà in scena una curiosa e accattivante sfilata di libri, nel corso della quale ogni libro si presenterà e cercherà di attirare l’attenzione, scegliendo il suo “repertorio” migliore. Su di un piccolo palcoscenico si alterneranno titoli diversi. E come nella tradizione dei cantastorie, ogni libro si racconterà accompagnato da una musica - suonata dal vivo con l’uso di strumenti auto prodotti e chitarra - in linea con le sue caratteristiche tematiche e con i ritmi narrativi. Per bambini e ragazzi dai 5 anni, in collaborazione con l'Associazione culturale Allibratori. La partecipazione è gratuita su prenotazione al numero 055 261 65 12 fino ad esaurimento dei posti disponibili, oppure scrivere all'indirizzo bibliotecadelleoblate@comune.fi.it
ore 16.30 // Passeggiata in Biblioteca. Visita guidata per scoprire la storia del complesso delle Oblate, le tracce del suo passato, i suoi segreti e la biblioteca che è ospitata al suo interno. La visita è organizzata dall'Associazione culturale Akropolis. La partecipazione è gratuita su prenotazione al numero 055 261 65 12 fino ad esaurimento dei posti disponibili, oppure scrivere all'indirizzo bibliotecadelleoblate@comune.fi.it
ore 17 // Presentazione dell’ultimo libro di Renato Ranaldi “Forse piove”. Lo scrittore dialoga con il filosofo Sergio Givone, il critico d’arte Bruno Corà e l’editore Francesco Gurrieri. Letture a cura di Giancarlo Cauteruccio e sonorizzazione dal vivo di Letizia Fuochi e Orietta Giunti (voce e percussioni). A cura dell'Associazione La Nottola di Minerva. Ingresso libero.
ore 18 // Inaugurazione dell’istallazione dell’opera "Plein air" di Renato Ranaldi nel chiostro della biblioteca. Accompagnamento con letture e sonorizzazioni dal vivo. L'installazione rimarrà esposta dal 25 maggio al 29 luglio. A cura dell'Associazione culturale La Nottola di Minerva. Ingresso libero.
La presentazione del libro e l'inaugurazione dell'opera di Renato Ranaldi sono l'evento speciale e di inaugurazione della rassegna Reading in the sound predisposto dall'Associazione culturale La Nottola di Minerva per l'Estate Fiorentina.
Renato Ranaldi è nato a Firenze nel 1941 dove vive. Esordisce con la pittura dimostrando molto presto una predilezione per accostamenti di forme linguistiche diversificate. La sua ricerca prosegue, nell’esperienza multiforme di attraversamenti di tecniche e materiali, all’insegna del disegno dal quale proviene altresì tutta la sua opera plastica. Questa dinamica genera opere concatenate, senza soluzione di continuità con lavori precedenti. Nella sua produzione appaiono costantemente forme archetipiche e simboliche quali principi fondanti e ragione del proprio fare. Dal 2006 l’idea della marginalità e del fuori è il tema costante dei suoi lavori. Il primo libro di disegni affiancati da didascalie dal titolo Agherie è stato pubblicato nel 1984. La sua scrittura dal carattere divagatorio e delirante tende alla descrizione dell’Impossibilità in Arte: i soggetti trattati, estratti dal mondo, sono caratterizzati da profili incerti che non abitano un luogo mentale prestabilito. È stato pubblicato nel 2002 "La misura, la rotazione, il ritorno" (libri di AEIUO); nel 2010 "Tebaide" (Gli Ori editore); nel 2014 "Calamaio mistico" (Le lettere editore); nel 2016" Scioperìi" (Gli Ori editore); Tiritere (2017); "Forse piove".
ore 18.30 // Buon compleanno Biblioteca! Saluti istituzionali, taglio della torta e rinfresco offerto dalla Caffetteria delle Oblate.
ore 20 e ore 21 // Non avrà mai fine la carità. La Compagnia delle seggiole presenta un viaggio teatrale itinerante nella Biblioteca delle Oblate. Testo di Riccardo Ventrella, regia di Sabrina Tinalli. La partecipazione è gratuita su prenotazione al numero 333 22 84 784.

Domenica 26 maggio
ore 16 // Biblioteche junior - Passaporto per un pappagallo. Lettura animata con il Kamishibai del volume “Passaporto per un pappagallo” di Gaia Stella Desanguine (Edizioni dell’Arco). Pensate sia sempre facile passare da un paese all’altro? E che succede se a tentare l’impresa è un viaggiatore insolito, come il pappagallo di Magdalena?
A seguire laboratorio creativo di realizzazione di un pappagallo molto speciale con materiale di recupero. Per bambini da 5 a 10 anni, in collaborazione con Raffaella Di Salvatore, Associazione culturale Sottosopra. La partecipazione è gratuita su prenotazione al numero 055 261 65 12 fino ad esaurimento dei posti disponibili, oppure scrivere all'indirizzo bibliotecadelleoblate@comune.fi.it
ore 16 // Passione in musica. “Nessun m’avrà. La Principessa degli enigmi” dalla Turandot di Giacomo Puccini. Racconto in prosa, musica e canto da Gozzi a Puccini: due attori, una cantante e un pianista guideranno il pubblico dentro una fiaba che racconta il fascino dell’oriente. Con gli attori Chiara Casalbuoni, Gabriele Zini, il soprano Sara Cervasio e il pianista Alessandro Manetti. A cura dell'Associazione culturale Venti Lucenti. Ingresso libero.
23/05/2019 8.58 Comune di Firenze
Regione Toscana Gli ex dipendenti Baekert presentano il loro progetto di cooperativa
La mattina del 24 maggio il comitato promotore di ex dipendenti Bekaert ha presentato al Presidente della Regione Toscana ed al suo consigliere per il lavoro il progetto per la costituzione di una cooperativa di lavoro con l'obiettivo di rilevare lo stabilimento ex Bekaert di Figline Valdarno e proporre una nuova realtà, tutta toscana, sul mercato dei cavi in acciaio Da dipendenti a imprenditori attraverso la costituzione di una cooperativa di lavoro con l'obiettivo di rilevare lo stabilimento ex Bekaert di Figline Valdarno e proporre una nuova realtà, tutta toscana, sul mercato dei cavi in acciaio. Questa la sfida che il comitato promotore per la nascita di una cooperativa di ex dipendenti Bekaert ha presentato questa mattina 24 maggio al presidente della Regione Toscana ed al suo consigliere per il lavoro nel corso di un incontro al quale hanno preso parte anche il sindaco di Figline e Incisa Valdarno, il presidente di Lega Coop e tecnici incaricati di verificare la fattibilità del progetto e le sue prospettive sul mercato.

La Regione - come ha sottolineato il presidente - ha preso atto di questa coraggiosa proposta, che dimostra la volontà degli ex dipendenti Bekaert di essere protagonisti e mettersi attivamente in gioco per costruire il proprio futuro.
La Regione Toscana è favorevole ad esperienze di questo tipo e pronta a supportarle, nei limiti degli strumenti legittimi a sua disposizione, e chiede che questa proposta nata dai lavoratori venga valutata con la stessa serietà con cui sono trattate le altre proposte provenienti da altre imprese, senza ostracismi o preconcetti.

L'idea di costituire una cooperativa di lavoro per rilevare l'ex stabilimento Bekaert e farlo ripartire, garantendo il proseguo dell'attività del polo produttivo di Figline, è nata - secondo le informazioni fornite - da un nucleo di 52 iscritti alla FIOM, successivamente hanno aderito altri lavoratori. Al momento sono 64 gli ex dipendenti pronti a trasformarsi in imprenditori, ma nelle volontà il progetto industriale in fase di elaborazione garantirebbe impiego per tutti i 236 lavoratori.
24/05/2019 12.49 Regione Toscana
Comune di San Casciano San Casciano. Il Crocifisso di Simone Martini torna a nuova vita
Sabato 25 maggio alle ore 17 l’inaugurazione nella Chiesa di Santa Maria al Prato Conclusa l’opera di restauro del capolavoro dell’artista senese. Il ‘ritorno a casa’ sarà celebrato con un evento aperto alla comunità

E’ il modello medievale del Christus patiens, simbolo della sofferenza provocata dalla Passione, quello che Simone Martini, il grande maestro senese protagonista della storia dell’arte medievale italiana, scelse per la raffigurazione del Crocifisso ligneo di San Casciano Val di Pesa. Torna a casa, nella sede originaria della trecentesca Chiesa di Santa Maria al Prato, dopo vari anni trascorsi sotto le abili mani dei restauratori dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, uno dei capolavori di Simone Martini. L’opera dipinta che pone al centro il Cristo, consapevole della propria missione redentrice, sarà inaugurata e presentata alla cittadinanza sabato 25 maggio alle ore 17 nella Chiesa di Santa Maria al Prato.

Ad illustrare il percorso e il lavoro di restauro conservativo saranno il professor Marco Poli, Governatore della Misericordia, il sindaco di San Casciano, il dottor Andrea Pessina e la dottoressa Maria Pia Zaccheddu della Soprintendenza (Sabap Firenze Prato Pistoia) e il dottor Marco Ciatti, la dottoressa Cecilia Frosinini e la restauratrice Alessandra Ramat dell’Opificio delle Pietre Dure. Il Cristo ligneo sarà collocato in corrispondenza del secondo altare sul lato destro della Chiesa. L’opera, attribuita a Simone Martini, è stata realizzata intorno al 1330, prima della partenza dell’artista per Avignone. La resa scrupolosa dei dettagli anatomici rimanda ad una conoscenza di Giotto, da lui conosciuto durante il suo lavoro ad Assisi nella Cappella di San Martino. Alcuni studiosi ipotizzano che il lavoro originale sia stato commissionato dai domenicani di Santa Maria Novella, probabilmente trasferito in questa chiesa nei secoli successivi in seguito al cambiamento del gusto artistico. Il restauro è stato finanziato integralmente dall’Opificio delle Pietre Dure.
24/05/2019 12.19 Comune di San Casciano
Prefettura di Pistoia Prefettura di Pistoia. Festa della Repubblica
2 giugno - eventi in programma Il Prefetto di Pistoia, Emilia Zarrilli, è felice di invitare i cittadini a presenziare alla cerimonia celebrativa per il 73° Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana.

Gli eventi in programma inizieranno sabato 1° giugno, alle ore 18 e 30, con il concerto ad ingresso libero degli allievi del Liceo musicale “Niccolò-Forteguerri” presso il Teatro Manzoni (i biglietti potranno essere ritirati presso la biglietteria del Teatro dal 28 maggio al 1 giugno).

Il giorno successivo, domenica 2 giugno, alle ore 9, in piazza San Francesco, avverrà la Benedizione della Corona d’Alloro da parte del Vescovo della Diocesi di Pistoia e la deposizione al Monumento ai Caduti, a seguire la cerimonia si sposterà in piazza del Duomo, dalle ore 10, dove, il Prefetto leggerà il messaggio del Presidente della Repubblica e consegnerà i diplomi dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana nonché di riconoscimenti a rappresentanti del territorio pistoiese.
In piazza Duomo, saranno allestiti stand di tutte le Forze di Polizia, dell’Esercito, delle Associazioni di volontari di Protezione Civile con l’esposizione anche di divise e mezzi storici di istituto; inoltre, grazie alle associazioni di categoria, saranno allestiti banchetti per valorizzare i prodotti tipici del territorio pistoiese.
Infine, dal Campanile del Duomo, il Vigili del Fuoco del Comando Provinciale faranno discendere un grande tricolore sulle note dell’Inno nazionale.
24/05/2019 12.13 Prefettura di Pistoia
Comune di Firenze 27 maggio 1993, la strage di via dei Georgofili
Firenze ricorda il terribile attentato mafioso che costò la vita a cinque persone. Le cerimonie in programma Oltre un quarto di secolo è trascorso da quella terribile notte, tra il 26 e il 27 maggio 1993, quando l’esplosione di una bomba provocò la morte di Angela Fiume e Fabrizio Nencioni, delle loro figlie, Nadia e Caterina, e dello studente di architettura Dario Capolicchio, ferendo inoltre 41 persone.
Danni gravi subirono gli Uffizi, Palazzo Vecchio, la Chiesa di Santo Stefano al Ponte e tutti gli edifici intorno al luogo dove esplose l’ordigno.

In quell’anno altre bombe esplosero a Roma e Milano, secondo un progetto criminale che aveva come obiettivo quello di destabilizzare il funzionamento delle istituzioni democratiche e la vita civile del paese. Grazie all’impegno di magistrati coraggiosi, tra cui Gabriele Chelazzi e Pier Luigi Vigna, l’inchiesta giudiziaria acquisì la certezza che si era trattato di una strage mafiosa, attuata con la precisa volontà di condizionare la vita politica strappando situazioni di favore per i boss detenuti nelle carceri di massima sicurezza. Ancora si attende una completa e esaustiva ricostruzione storica e politica di quei tragici eventi, anche se un ulteriore importante passo avanti è stato fatto grazie alla sentenza di Palermo sulla trattativa Stato-mafia.

Firenze rispose immediatamente all’attentato con una mobilitazione compatta e unitaria. Ogni anno la strage viene ricordata con una cerimonia che si svolge nella notte tra il 26 e il 27 maggio e con altre iniziative promosse e sostenute dall’Associazione che raccoglie i familiari delle vittime.

Programma delle manifestazioni

27 maggio

ore 1, Piazza della Signoria, Partenza del corteo verso via dei Georgofili
ore 1,04, Deposizione di una corona di alloro sul luogo dell’attentato
ore 8.30, Cimitero di La Romola (San Casciano in Val di Pesa), deposizione di un cuscino di rose sulla tomba della famiglia Nencioni
ore 9, Cimitero Sarzanello (Sarzana), deposizione di un cuscino di rose sulla tomba di Dario Capolicchio
24/05/2019 12.15 Comune di Firenze
Comune di Firenze Da Firenze a Faenza di corsa, torna la “Cento chilometri del Passatore”
Sabato 25 maggio, predisposti provvedimenti di circolazione lungo il percorso Domani sabato 25 maggio torna la “Cento chilometri del Passatore”, l’ultramaratona di maggior tradizione e prestigio internazionale arrivata quest’anno alla 47esima edizione.
Per consentire lo svolgimento della competizione, che si snoda sul percorso Firenze-Faenza, all’interno del territorio comunale gli uffici della mobilità hanno predisposto una serie di provvedimenti. I primi divieti in vigore domani interessano piazza Vittorio Veneto (divieti di transito e sosta nell’area compresa tra viale Fratelli Rosselli e il Parco delle Cascine eccetto carreggiata adiacente a via Berio, via Rhoda De Bellegarde de Saint Lary, viale degli Olmi e viale Lincoln). Inoltre sul lato dell’aiuola centrale tratto adiacente a via Berio compreso fra viale degli Olmi e viale Fratelli Rosselli sarà istituito un divieto di transito per i mezzi superiori ai 35 quintali con revoca delle fermate bus. Le fermate saranno spostate per l’intera giornata in viale degli Olmi lato Ippodromo Visarno (dall’attraversamento pedonale in prossimità di piazzale Jefferson verso piazzale delle Cascine) con conseguente divieto di sosta.
Dalle 14.30 poi sarà la volta dei divieti di transito temporanei per consentire il passaggio degli atleti in piazza Duomo (lato Misericordia)-piazza San Giovanni-piazza Duomo (direttrice via Martelli-via dei Servi)-via dei Servi-piazza Santissima Annunziata-via Gino Capponi-piazza Del Lungo- attraversamento viale Matteotti-via Beniveni-piazza Savonarola-via Fra’ Buonvicini-via Masaccio-via degli Artisti-piazza Vasari-via Pacinotti-viale Volta-piazza Edison-via di San Domenico fino al confine comunale in direzione Fiesole. Prevista inoltre l’istituzione di un divietodi transito in viale dei Mille (tratto via Passavanti-via Pacinotti), via Dogali e viale Righi (tratto via Fibonacci-piazza Edison).
(mf)
24/05/2019 11.27 Comune di Firenze
Regione Toscana Nel 1993 la strage dei Georgofili, la Toscana non dimentica
Le iniziative del 26 maggio La Toscana ricorda quella bomba, sotto la storica Torre de' Pulci, messa dalla mafia a Firenze ventisei anni fa. Lo fa convinta e decisa nel tenere viva, pubblicamente, la memoria di quell'attentato e delle sue vittime innocenti. L'appuntamento è domenica 26 maggio, fin dalla mattina.

Persero la vita in cinque in quella notte tra il 26 e il 27 maggio del 1993: Angela Fiume e Fabrizio Nencioni, le loro figlie Nadia e Caterina di nove anni e due mesi, lo studente di architettura Dario Capolicchio di Sarzana. Ma la bomba provocò anche quarantuno feriti, sventrò la torre dove ha sede l'Accademia dei Georgofili, causò ingenti danni al museo degli Uffizi, a Palazzo Vecchio, alla chiesa di S. Stefano, al Ponte Vecchio e alle abitazioni tutt'attorno, lasciando moltissime famiglie senza un tetto. A ordinare la strage, come altre bombe che esplosero nello stesso anno a Roma e Milano, fu Cosa Nostra, che voleva così condizionare il funzionamento degli istituti democratici e lo svolgimento della vita civile del paese. A Firenze, come nel resto d'Italia, la risposta fu compatta e la condanna ferma e senza possibilità di appello.

La Regione Toscana è stata anche parte civile nei processi. Conserva nel suo Centro Cultura Legalità Democratica gli atti di quei dibattimenti, donati l'anno scorso dall'associazione "Tra i famliari della strage di via dei Georgofili": 35 faldoni, lì assieme a tanti altri documenti sulla storia del terrorismo e delle stragi nell'Italia del Dopoguerra, con fondi donati da magistrati, giornalisti e avvocati. Ha promosso infine nel 2006 una legge con interventi a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata.

La due giorni in ricordo dei Georgofili, promossa dalla Regione e dall'associazione "Tra i familiari delle vittime" con il patrocinio del Comune di Firenze e in collaborazione con il Ministero dell'istruzione e la Città metropolitana, inizierà la domenica mattina, 26 maggio, alle 11. Nella sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati, sede della presidenza della giunta regionale, il liceo scientifico "Leonardo da Vinci" di Firenze presenterà un documentario sulla strage realizzato dai ragazzi. La cerimonia, come ogni anno, è preceduta e si accompagna infatti ad iniziative nelle scuole e il liceo cittadino è uno degli istituti che hanno partecipato. Alle 16.30 sarà la volta del convegno "Antimafia, antiterrorismo". A far gli onori di casa sarà l'assessore alla legalità e alla presidenza della Re gione. Interverranno, tra gli altri, Giovanna Maggiani Chelli dell'associazione "Tra i familiari delle vittime", il provveditore per Toscana e Umbria dell'amministrazione penitenziaria Antonio Fullone, il procuratore aggiunto di Firenze Luca Tescaroli, la prefetta di Firenze Laura Lega, l'avvocato di parte civile al processo "Stragi 1993" Danilo Ammannato.

Alle 21 sarà il momento della commemorazione vera e propria: in piazza della Signoria (o in Palazzo Vecchio in caso di pioggia). I ragazzi ancora del Liceo Leonardo da Vinci si esibiranno in una performance musicale, quindi il saluto delle istituzioni,l'intervento dell'associazione "Tra i familiari" e la messa in scena dei "Pagliacci" di Leoncavallo. Alle una di notte un corteo formato dai gonfaloni del Comune di Firenze, della Città metropolitana e della Regione Toscana, con i labari delle associazioni di Volontariato, si muoverà per andare a deporre una corona di alloro sul luogo dell'attentato, nell'ora esatta in cui la bomba esplose.

La mattina dopo, il lunedì alle 8.30, il gonfalone della Città di Firenze renderà omaggio alla famiglia Nencioni nel cimitero della Romola, frazione del comune di San Casciano in Val di Pesa. Erano originari di quel paese e lì sono sepolti. Mezzora dopo, alle 9, un cuscino di rose sarà deposto sulle tomba di Dario Capolicchio nel cimitero di Sarzanello a Sarzana, in Liguria.
24/05/2019 11.43 Regione Toscana
Comune di Figline e Incisa Valdarno Figline Incisa. Alla scoperta delle colline figlinesi con la Pro loco
L’ecopasseggiata si terrà il 1 giugno, con ritrovo alle 15,30 e merenda alle 17,30. Per iscriversi c’è tempo fino al 28 maggio Resteranno aperte fino al 28 maggio le iscrizioni alla “Ecopasseggiata” in amicizia sulle colline figlinesi, organizzata dalla Pro loco Marsilio Ficino sabato 1 giugno con partenza da piazza San Francesco, a Figline, alle 15,30. Per partecipare è necessario indossare scarpe comode e portar con sé una bottiglietta d’acqua e indumenti antipioggia, in modo da affrontare al meglio di circa 9 km di percorso (durata prevista: 2 ore). Nel corso del pomeriggio è prevista anche una merenda (ore 17,30); per questo motivo, si consiglia di portare anche una coperta per pic-nic. Le iscrizioni si effettuano presso l’ufficio turistico di Figlne, in piazza San Francesco. Per info su apertura uffici ed evento: 3385244641 (Massimo), 3285355987 (Martina) 0559153509 (ufficio).
24/05/2019 12.04 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Comune di Castelfiorentino Castelfiorentino. Castelnuovo d’Elsa Teatro, dall’8 al 15 giugno
Aperta la campagna abbonamenti della rassegna di teatro amatoriale, promossa e organizzata dal GAT, ogni sera uno spettacolo diverso, spaziando tra il comico e la commedia all’italiana, il thriller e la memoria Da oltre trent’anni, sempre sul palcoscenico. Dall’8 al 15 giugno torna “Castelnuovo d’Elsa Teatro”, rassegna di teatro amatoriale promossa e organizzata dal GAT (con il patrocinio del Comune di Castelfiorentino e della Regione Toscana), che come ogni anno si tiene all’aperto nella suggestiva cornice di Piazza Santa Barbara, nel borgo collinare di Castelnuovo d’Elsa. Già partita la campagna abbonamenti per assicurarsi un posto in questa rassegna, che per una settimana propone ogni sera uno spettacolo diverso, spaziando tra vari generi: dal comico alla commedia all’italiana, dal thriller alla memoria.
Grazie all’impegno profuso in oltre trent’anni di attività teatrale, il Gruppo GAT (www.gatteatro.com) è cresciuto per numero di iscritti e per qualità delle produzioni, e si presenta a questo appuntamento con ben quattro rappresentazioni, sulle otto in programma. Il debutto di sabato 8 giugno è affidato proprio agli attori del Gat che porteranno in scena ”I Promessi Sposi”, attraverso una parodia da loro stessi elaborata con l'aiuto di Barbara Lotti che ne firma anche la regia insieme a Nicola Pannocchi. Domenica 9 giugno, il Gruppo Four Red Roses di Castelfranco di Sotto presenta “La stanza di Veronica”, un thriller psicologico con finale a sorpresa di Ira Levin, diretto da Pietro Cataldo. Lunedì 10 giugno torna il Gat con “Ma oggi è dopo la guerra, vero?”. Nel testo dell'autrice romana Laura Allegrini si racconta l'incontro umanamente toccante fra una bambina ebrea e una giovane repubblichina che si nasconde ai partigiani. Stefania Capodarca e Giulia Sapio ne sono le interpreti, donando allo spettatore forti emozioni, sottolineate dalle musiche di Ludovico Einaudi. Piccola variazione sul programma originario è prevista per la serata di martedì 11 giugno (a causa di un’imprevista indisponibilità dell'attore protagonista sarà definita quanto prima la nuova proposta) mentre risate sono assicurate mercoledì 12 giugno, con “Tipi da spiaggia”, idea e regia di Olga Melnik, portato in scena dal Centro Teatro Internazionale.
“Alla conquista della Luna” di Bianchini e Mattonai, è il titolo dello spettacolo proposto dalla Compagnia Tealtro in calendario giovedì 13 giugno, un pretesto per parlare d'amore richiamando alla memoria l'allunaggio di 50 anni fa. Venerdì 14 giugno segnerà il debutto di una nuova formazione all'interno del GAT, alle prese con “La verità di Freud” testo prettamente psicologico ma anche molto divertente scritto da Stefania De Ruvo. Ne sono interpreti Laura Salvadori, Tosca Pannocchi, Francesca Giannì, Lisa Vasconi e Giulia Cecconi per la regia di Enrica Fioravanti e Nicola Pannocchi. Gran finale sabato 15 giugno con la commedia all'italiana “Niente è come appare”. Anche in questo caso si tratta di una produzione GAT che innesta nuovi elementi (come Fabrizio Zanobini, Alessio Burchi, Felice La Veglia e Ilaria Carriero) al gruppo già affiatato composto da Barbara Lotti, Enrica Fioravanti, Romina Cerrone, Gianna Pianigiani e Nicola Pannocchi. Quest'ultimo cura anche la regia.
Gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.30, eccetto il primo fissato alle ore 20.00. Prezzi: abbonamenti per 8 spettacoli 35 euro (intero) e 25 euro (pensionati). Biglietto singolo: 8,00 euro; ridotto 6,00 euro. Prenotazioni on line: www.gatteatro.com


24/05/2019 13.02 Ufficio stampa Comune di Castelfiorentino
Comune di Barberino Tavarnelle Casa Burroni, si apre un varco verso l’altra Tavarnelle
Iniziati i lavori per la messa in sicurezza dell’edificio comunale, situato in piazza Matteotti Un investimento pari a circa 70mila euro consentirà il consolidamento dell’immobile e la creazione di un passaggio funzionale al collegamento tra il centro abitato e il Podere degli Orti

Si è aperto da alcuni giorni il cantiere per la messa in sicurezza di Casa Burroni, l’edificio di proprietà comunale situato in piazza Matteotti, che entro pochi mesi sarà consolidato grazie ad un investimento complessivo pari a 70mila euro circa. L’immobile, acquistato 40 anni fa dall’allora amministrazione comunale di Tavarnelle Val di Pesa, ha accolto negli anni varie attività di interesse collettivo. Gli ampi spazi dell’edificio, disposti su tre piani, sono stati utilizzati nel corso del tempo dalle associazioni locali. Tra le realtà più rilevanti vi ha collocato la propria sede un distaccamento del Corpo Forestale dello Stato, attivo fino a pochi anni fa.

L’obiettivo del Comune di Barberino Tavarnelle è duplice: da un lato riconsolidare l’immobile sul piano strutturale per migliorarne le condizioni di sicurezza, dall’altro creare un varco che, oltre al passaggio del materiale utilizzato per il cantiere, servirà a ridisegnare e valorizzare una delle aree più pregiate del territorio. E’ la zona che avvolge e delimita l’asse centrale del tessuto urbano di Tavarnelle, chiamata storicamente dagli abitanti Podere degli Orti. Con i lavori di adeguamento e messa in sicurezza di Casa Burroni, prende avvio un progetto di riqualificazione previsto negli strumenti urbanistici, volto a dare nuovo respiro alla vallata tavarnellina, retrostante al paese. Una nuova visione della città che coniuga natura, qualità della vita, vitalità urbana. Il Comune di Barberino Tavarnelle guarda al futuro del Podere degli Orti con la creazione di un accesso che consentirà di fruire di una zona destinata a trasformarsi in un’area pubblica, dotata di servizi per il centro storico e pronta a dare risposte alle esigenze della comunità come parcheggi e nuove viabilità. I lavori si concluderanno nel giro di qualche mese.
24/05/2019 11.47 Comune di Barberino Tavarnelle
Redazione di Met Libri. "L'apocrifo nel baule" lunedì 27 maggio a Firenze
Presentazione alle ore 18, presso l'Ibs-Libraccio, nel nuovo libro di Michele Brancale Lunedì 27 maggio, alle ore 18, presso la Libreria Ibs - Libraccio (Firenze, via dei Cerretani, 16 r) verrà presentato 'L'apocrifo nel baule', il nuovo libro di Michele Brancale, edito da Passigli, con la prefazione di Roberto R. Corsi che presenterà il libro insieme a Luigi Fontanella e Annalisa Macchia.

Nato nel 1966, Michele Brancale vive e lavora a Firenze. Le sue precedenti raccolte sono La fontana d’acciaio (2007), Salmi metropolitani (2009, con prefazione di Antonio Tabucchi), La perla di Lolek (2011) e Rosa dei Tempi (Passigli, 2014, con prefazione di Gianni D'Elia). . Tra le altre sue pubblicazioni, il recente romanzo Esodo in ombra (Giuliano Ladolfi, 2016).

«E' molto difficile reprimere l’istinto di indagare o anche solo farci rivelare da chi sia stato scritto e che sostanza abbia 'L’apocrifo nel baule' - scrive Corsi nella prefazione - ossia quel libro ritrovato (dalla copertina «bianca, ma con leggere macchie di color avorio dovute all’umidità»), che, secondo il preambolo, Michele Brancale si astiene per lunghi anni dal leggere e finalmente «riscrive insieme» al suo autore originario... Tutto ciò con versi di grande efficacia, in un gioco di specchi... in linea con i migliori esiti delle raccolte precedenti del poeta»

«Michele Brancale - ha osservato Francesco Prisco - Non ha alcun timore a confrontarsi con forme canoniche della produzione poetica italiana, e quando usa il verso sciolto non rinuncia ad un senso della musicalità probabilmente mediato da una ideale tradizione che parte dall'Ermetismo e arriva a Giorgio Caproni. I versi di Brancale scivolano leggeri sotto gli occhi del lettore che, preso da quello che a tutti gli effetti gli è posto come un racconto, a un primo sguardo neanche fa troppo caso alla pure precisissima struttura metrica che sorregge l'opera...»


Informazioni sul libro nella pagina web http://www.passiglieditori.it/lapocrifo-nel-baule

23/05/2019 15.40 Redazione di Met
Comune di Fucecchio In corso di realizzazione due interventi per migliorare il deflusso delle acque piovane in alcune zone di Fucecchio
Due interventi sulla pubblica fognatura, gestita da Acque spa, in via Fucecchiello/via Ronzinello ed in via Provinciale Fiorentina/via Padre V. Checchi Al fine di migliorare il deflusso delle acque, in caso di forti piogge, sono in corso di realizzazione due interventi sulla pubblica fognatura, gestita da Acque spa, in via Fucecchiello/via Ronzinello ed in via Provinciale Fiorentina/via Padre V. Checchi. Con tali lavori si andrà a creare un collegamento tra due tronconi di fognature, al fine di consentire il deflusso delle acque piovane in eccesso in un grande fosso già esistente. Le fognature in questione raccolgono le acque da quartieri piuttosto distanti, in particolare la zona di via della concia e la zona delle buche. Queste fognature, in caso di eventi atmosferici particolarmente intensi, si riempiono totalmente (vanno “in pressione”), e possono provocare allagamenti localizzati in quanto le caditoie stradali non riescono più a ricevere l’acqua piovana. Dal punto di vista tecnico si tratta di creare uno scaricatore di piena, ovvero un’apertura che consenta alle acque di trovare uno sfogo solo quando la portata raggiunge un determinato livello. In tale situazione la diluizione delle acque è tale da consentirne il deflusso in un fosso a cielo aperto.

L’intervento non è particolarmente complicato, tuttavia lungo e tortuoso è stato l’iter autorizzatorio che ha preceduto i lavori. Sono passati oltre tre anni da quando la questione è stata sottoposta ad Acque spa da parte dell’Assessore alla Protezione Civile del Comune di Fucecchio, poiché per definire l’intervento sono stati necessari vari sopralluoghi congiunti e, soprattutto, è stato necessario coinvolgere diversi uffici della Regione Toscana al fine di avere le necessarie autorizzazioni.
24/05/2019 10.18 Comune di Fucecchio
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze Abbandona a Bivigliano nel comune di Vaglia una gattina di appena tre settimane
Identificato e denunciato dai Carabinieri Forestali Militari della Stazione CC forestale di Ceppeto (Fi), a seguito di una precisa segnalazione si sono recati in Via Poggio degli Uccellini a Bivigliano nel Comune di Vaglia dove era stato abbandonata una piccola gattina di appena 3 settimane. Con l’aiuto di alcuni testimoni, i militari sono riusciti a ricostruire i fatti legati all’abbandono.
Poco prima dell’intervento della pattuglia era stato visto un uomo scendere da un’autovettura di colore grigio che abbandonava nella cunetta, a bordo della S.P. 103, un piccolo esemplare di gatto. L’uomo risaliva in auto e ripartiva. I militari arrivati sul posto constatavano la presenza dell’animale, o meglio di una bella gattina bianco nera che nel frattempo era stata recuperata da una persona. Successivamente veniva rintracciato l’esecutore materiale dell’abbandono al quale veniva contestato il reato di abbandono di animale d’affezione di cui all’art. 727 del Codice Penale.
I militari procedevano a porre sotto sequestro probatorio il cucciolo di gatto per darlo in custodia al segnalante, persona ritenuta idonea e resasi disponibile per l’assistenza e per un eventuale futuro affidamento definitivo.
24/05/2019 8.34 Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Comune di Certaldo Certaldo. “Nedo si sposa!”… famiglia in agitazione per un quarantenne “da sistemare”
Mercoledì 29 maggio quarto appuntamento del “Maggio Amatoriale” Mercoledì 29 maggio 2019 sul palco del Multisala Teatro Boccaccio alle ore 21,00 la compagnia teatrale "I’ Tutolo” mette in scena "Nedo si sposa!”, quarto appuntamento della terza edizione del “Maggio Amatoriale”, rassegna delle compagnie locali, in programma ogni mercoledì fino al 12 giugno.

Questa la trama. In una normale famigliuola toscana, composta da Oliviero il marito, Adua la moglie e i loro tre figli, Gigi, Fiorenza e Nedo, la vita famiglia trascorre nella solita routine, fra i battibecchi di marito e moglie, i pettegolezzi della vicina Concordia e i problemi che immancabilmente danno i figli. Ma il vero cruccio della famiglia di Adua e Oliviero è proprio il figlio, Nedo: giunto alla soglia dei 40 anni, ancora non si decide a prender moglie. Finchè un giorno, arriva all’improvviso la notizia tanto attesa: Nedo si sposa!... Già, ma con chi? Perché intorno a questo possibile matrimonio si rincorrono varie voci, spesso contrastanti, di chi sia la futura sposa di Nedo. E intorno a questo mistero ruota tutta la commedia, con spunti di grande comicità e… immancabili colpi di scena!...

Questi i prezzi e le informazioni per i biglietti: ingresso posto unico 8 euro (riduzione soci Coop o Chianti Mutua 7 euro). Prevendita presso il teatro (diritti di prevendita 0,5 euro, fino al giorno antecedente lo spettacolo). Info su www.multisalaboccaccio.it tel. 0571 664778
24/05/2019 11.18 Comune di Certaldo
Comune di Pistoia Un bando per realizzare il Palio della Giostra dell'Orso a Pistoia
Gli interessati devono presentare il bozzetto cartaceo entro il 10 giugno all'ufficio cultura in via S. Andrea 16. Una commissione deciderà entro il 15 giugno il vincitore. Il “cencio” dovrà essere realizzato entro il 15 luglio Il Comitato Cittadino Giostra dell’Orso, in collaborazione con il Comune di Pistoia, ha indetto un bando di concorso per l’elaborazione del Palio 2019, che verrà esposto nei giorni precedenti la Giostra in un luogo pubblico nel comune di Pistoia o nella cattedrale di San Zeno.

Termini e modalità di partecipazione. Il “cencio” dovrà misurare da un minimo di 160 cm in altezza e 90 cm in larghezza a un massimo di 180 cm in altezza e 110 cm in larghezza. Il materiale è a libera scelta, purché sia tessuto. La realizzazione dovrà essere corredata da una struttura di sostegno e l’orientamento dell’opera dovrà essere in verticale. Il Palio deve comprendere questi elementi: un riferimento al cavallo, protagonista della corsa in piazza del Duomo, ispirandosi al cavallo di Leonardo da Vinci in occasione dell'anno leonardiano; un riferimento alla città di Pistoia; uno al patrono San Jacopo e riportare la scritta “Giostra 2019” e “Comitato Cittadino Giostra dell’Orso”; rappresentare i colori di tutti i Rioni Cittadini e avere la firma dell’artista.

Gli interessati devono presentare, entro il 10 giugno, un bozzetto cartaceo in formato A3, rigorosamente eseguito a mano e a colori.

Il bozzetto potrà essere consegnato a mano o inviato tramite posta alla segreteria dell’assessore alle tradizioni all’ufficio cultura in via Sant'Andrea 16 a Pistoia. Sia in caso di consegna a mano che di spedizione, il plico dovrà riportare sulla busta in carattere stampatello la dicitura “Bozzetto Palio 2019”.

I plichi con i bozzetti del “cencio” saranno esaminati da una commissione formata dal presidente del Comitato e dal presidente dei quattro Rioni e due consulenti esterni, entro il 15 giugno, con contestuale deliberazione del bozzetto vincente e conferimento dell'incarico al concorrente vincitore.

Il “cencio” dovrà essere consegnato entro e non oltre il 15 luglio. All’artista vincitore del bando verrà rimborsata la somma massima di 1.000 euro per l’acquisto della materia prima necessaria alla realizzazione del Palio.

Per la partecipazione al bando (il testo si trova sul sito www.comune.pistoia.it) non è richiesto nessun tipo di pagamento. Saranno escluse dal concorso tutte le elaborazioni che si presenteranno in difetto con almeno uno dei punti del regolamento. Ciascun artista, con la partecipazione al concorso, si fa garante dell’originalità della propria opera.

L’opera vincitrice diventerà di esclusiva proprietà del Rione che si aggiudicherà il Palio 2019.

Per ulteriori informazioni scrivere all'indirizzo email presidenza@giostradellorsopistoia.it.
24/05/2019 12.34 Comune di Pistoia
Comune di Figline e Incisa Valdarno Figline e Incisa Valdarno. Sport, arte e beneficenza tra gli eventi di domenica
Domenica 26 maggio gara (e passeggiata) podistica, motoraduno, laboratori artistici e asta pro Calcit Oltre agli eventi delle varie rassegne in corso (“Agenda letteraria” e “Alchimie”), sono tante le iniziative in programma sul territorio, tutte concentrate nella giornata di domenica. Si parte dallo sport, con una doppia gara podistica e un motoraduno.
Nel primo caso, cioè la 2° gara podistica delle fragole trofeo “Il sorriso di Enrico”, il raduno è fissato alle 8,30 in via Giovanni XXIII 2 al Matassino, mentre la partenza è prevista per le 9,30. Due le opzioni: camminata non competitiva da 5 km (iscrizione 5 euro) e la gara competitiva da 10 km (iscrizione 7 euro entro il 24 maggio oppure 10 euro gli altri giorni, vincolata alla consegna del certificato medico per attività agonistica). A organizzarla sono l’associazione Atletica Futura e la Parrocchia Santa Maria Regina, contattabili via mail (segreteria@atleticafutura.it oppure parr.matassino@diocesifiesole.it ) o tramite facebook (https://www.facebook.com/parrocchiamatassino/ oppure https://www.facebook.com/atleticafutura/).
Il secondo evento sportivo che animerà la mattinata di domenica è il 1° Motoraduno della Croce Rossa di Incisa. Si inizia alle 8 con le iscrizioni e la consegna dei gadget, per poi partire alle 9 con il tour per le colline del Chianti. Alle 11,30 sono programmati il rientro e il rinfresco, con estrazione della lotteria. Costo di partecipazione: 15 euro. Prenotazione: tramite whatsapp al 3312791317 . Il pomeriggio, invece, spazio all’arte, con due incontri che si terranno a Figline. Dalle 14,30 alle 18,30 l’associazione Aseba e la Rete Giubbe Rosse Arte Fuori-Firenze invita tutti gli interessati in via della vetreria a Figline, per l’iniziativa “Arte fuori…arte insieme”, che prevede spazi creativi e angolo pittura su tasseli di tela.
Infine, alle 17, al ristorante “Il Convivio” di Villa Casagrande è in programma un evento di beneficenza, organizzato dal Calcit Valdarno Fiorentino insieme a Stamperia d’arte e di grafica e a Casaristobar. Si tratta di un laboratorio artistico per bambini a cura dell’artista Fuad Aziz, che sarà seguito (alle ore 20) da una cena su prenotazione, al numero 347 8137272. Per l’occasione sarà messa all’asta anche un’opera di Fuad.
24/05/2019 11.58 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Comune di Certaldo "Ossessione. Direzione Gioconda" il DNA visivo di Fossi che rende omaggio a Leonardo e alla sua opera più enigmatica
Prosegue in Palazzo Pretorio a Certaldo e resterà visitabile fino al prossimo 25 agosto la mostra di arte contemporanea Prosegue in Palazzo Pretorio a Certaldo e resterà visitabile fino al prossimo 25 agosto la mostra di arte contemporanea "Ossessione. Direzione Gioconda” di Franco Fossi. Organizzata in occasione del 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci, all'interno delle Celebrazioni Leonardiane, questa inedita mostra diffusa si svolgerà non solo a Certaldo ma in tutti gli undici comuni dell’Empolese Valdelsa, i territori dove il Genio vinciano ha visto i propri natali, in undici diverse declinazioni.

La mostra allestita nelle sale del primo piano di Palazzo Pretorio è dedicata a una retrospettiva della produzione artistica di Franco Fossi. A partire dal 1971, anno a cui risalgono le prime decostruzioni monnalisiane, l'artista ha operato sul capolavoro leonardiano con un taglio scientifico e chirurgico volto a estrapolare gli elementi primi dell'Arte, in un processo evolutivo teso a ristabilire gli equilibri puri e fondanti del gesto estetico. Allo spettatore non resta altro che entrare in questo primo percorso, a cui ne seguiranno altri più tematici e concettuali, per avere un primo approccio cronologico della ricerca che Franco Fossi ha portato avanti negli anni, lasciandosi ispirare e ossessionare dal grande capolavoro di Leonardo da Vinci.

Secondo Franco Fossi "Leonardo da Vinci con la Gioconda ha trasmesso riflessioni e interpretazioni di universalità che segnano la via di noi contemporanei portandoci a pensare a Leonardo come al mito futuribile. Per questo era determinante fare un DNA visivo, simbolo di riconoscibilità”

"Per Franco Fossi - scrive la curatrice Laura Monaldi nel catalogo - la Gioconda rappresenta un medium segnico da decodificare, un'effige e un'impronta stilistica dalla quale scaturisce una progettualità ancora in progress: un codice espressivo dal quale far generare Arte, mediante particolari processi di estrazione. Come un minatore Fossi si è insinuato oltre gli sfumati leonardiani per astrarne gli elementi primordiali e da qui liberare la propria sensibilità, superando i limiti dello spazio e del tempo, per operare il Nuovo rimanendo pur sempre legato a un mito creativo e cercando di carpire la scintilla iniziale, il primo segno, l'idea-madre con cui la grande immaginazione estetica ha dato vita all'opera: il DNA Visivo”

Per il Sindaco di Certaldo questa mostra, che partendo da Certaldo si diffonde nel territorio dell'Empolese Valdelsa, dimostra come l'arte contemporanea può essere uno strumento importante per le Celebrazioni Leonardiane ma anche per favorire la conoscenza e promozione dell'intero patrimonio culturale dell'Empolese Valdelsa.

Per l'assessore alla cultura del Comune di Certaldo si tratta di un'occasione importante per visitare una mostra inedita e di grande qualità artistica, che nasce da un progetto approfondito ed articolato che favorisce la conoscenza di Leonardo ed offre al tempo stesso nuove chiavi di lettura per riscoprire il nostro territorio.

La mostra diffusa "Ossessione, Direzione Gioconda" è organizzata e coordinata dagli undici Comuni dell'Unione del Circondario Empolese Valdelsa e fa parte di un progetto complessivo dedicato a Leonardo e articolato in attività espositive sul tema del paesaggio e dell'arte contemporanea.

Si ringrazia il Comitato scientifico che ha accolto la proposta di una mostra artistica nell'anno delle celebrazioni e, per la fattiva collaborazione e supporto, Formitalia - Mirabili Arte d'Abitare che ha messo a disposizione del progetto espositivo la collezione delle opere e delle sculture di Franco Fossi. Durante l'inaugurazione delle mostre, arricchite da installazioni video a cura della Project Italia Firenze, sarà disponibile il catalogo che raccoglie tutte le opere in esposizione.
24/05/2019 11.22 Comune di Certaldo
Università di Firenze Torna ScienzEstate. Dal genio di Leonardo allo sbarco sulla luna: le scoperte scientifiche e tecnologiche nel progresso dell’umanità
Dal 5 al 10 giugno la settimana di divulgazione scientifica con incontri, laboratori e visite alle strutture dell’Università a Firenze e Sesto E’ dedicata alle grandi tappe significative del progresso della conoscenza la manifestazione ScienzEstate, in programma da mercoledì 5 a lunedì 10 giugno.

L’edizione 2019 di ScienzEstate - promossa da OpenLab, servizio di educazione e divulgazione scientifica dell’Università di Firenze – si intitola infatti: “Dal genio di Leonardo allo sbarco sulla luna: le scoperte scientifiche e tecnologiche nel progresso dell’umanità”.

Il programma prende spunto non solo dall’anniversario leonardiano, ma anche dalla ricorrenza dei 150 anni della Tavola Periodica e dei 50 anni dalla sbarco sulla Luna.

ScienzEstate si apre mercoledì 5 giugno (ore 15 – Aula Magna piazza San Marco, 4 – Firenze) con un workshop con gli interventi di Luigi Dei, Renato Fani, Guido Risaliti, Mario Rapaccini, Margherita Azzari. Nel corso dell’incontro saranno assegnati i premi del concorso “Buona Idea!” 2019 bandito da OpenLab per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della Toscana e dell’Università di Firenze.

Giovedì 6 e venerdì 7 giugno, dalle 18 alle 23, apertura delle strutture del Campus universitario di Sesto Fiorentino (via della Lastruccia). Qui si svolgeranno numerose iniziative per un pubblico di tutte le età che, presso i laboratori di Centri di Eccellenza come Dipartimento di Chimica, Dipartimento di Fisica e Astronomia, CERM, LENS, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Consiglio Nazionale delle Ricerche, potrà avvicinarsi attraverso giochi, visite guidate, lezioni o spettacoli alle più recenti scoperte scientifiche e tecnologiche.

Lunedì 10 giugno (ore 17.30 - Auditorium di Sant'Apollonia, via San Gallo 25 – Firenze) appuntamento con “Guarda che Luna! Ma ci siamo davvero andati?”. Paolo Attivissimo, giornalista scientifico, affronterà il tema delle presunte prove che mettono in dubbio le Missioni Apollo fra il 1969 e il 1972: sarà un racconto con immagini rare e filmati restaurati. L’incontro sarà seguito da LunaticaMente, recitazione e lettura di testi poetici dedicati alla luna, a cura della Compagnia teatrale universitaria Binario di scambio diretta da Teresa Megale.

Ma nel programma di ScienzEstate c’è anche altro, come ad esempio, le “passeggiate matematiche” nel centro storico di Firenze, la visita guidata alla mostra “Pier Antonio Micheli: dalle escursioni ai manoscritti" presso la sede di Botanica della Biblioteca di Scienze, le visite gratuite al percorso “leonardiano” presso l’Orto Botanico del Sistema Museale di Ateneo.

Tutte le attività sono ad ingresso gratuito. Saranno presenti percorsi speciali per bambini o persone con disabilità. Per alcuni percorsi saranno attivate traduzioni nella Lingua dei Segni.

Il programma completo e le modalità di prenotazione sono su www.openlab.unifi.it
24/05/2019 11.14 Università di Firenze
Publiacqua spa Publiacqua. Informazione sui principali cantieri sulla rete idrica attivi a Firenze nella giornata del 23 maggio
Trattasi di lavori per rifacimento allacci, sostituzione rete idrica, e manutenzione su tombini ecc. che potrebbero avere conseguenze sul traffico locale Informiamo i cittadini del Comune di Firenze sui principali cantieri sulla rete idrica attivi in città nella giornata di oggi. Lavori per rifacimento allacci, sostituzione rete idrica, e manutenzione su tombini ecc. Di seguito i cantieri che vanno ad aggiungersi a quello comunicati nei giorni scorsi e che potrebbero avere effetti sul traffico locale:

- via Malcantone (altezza civico 16), rifacimento allaccio con restringimento carreggiata fino al 29 maggio;

- via Mercati (altezza civico 6), rifacimento allaccio con chiusura marciapiede e restringimento carreggiata fino al 29 maggio;

- viale Spartaco Lavagnini (altezza civico 28/r), rifacimento allaccio con chiusura marciapiede e restringimento carreggiata fino al 27 maggio;

- via delle Caldaie (altezza civico 1/A), lavori autospurgo con restringimento carreggiata fino al 24 maggio;

- via Montebello (altezza civico 25), lavori autospurgo con restringimento carreggiata fino al 24 maggio;

- via Cimabue (altezza civico 35), lavori autospurgo con restringimento carreggiata fino al 24 maggio.
24/05/2019 8.42 Publiacqua spa
Comune di Castelfiorentino Castelfiorentino: Summer for Future, attività estive nel segno di Greta Thunberg
Da lunedì 27 maggio sono aperte le iscrizioni per le attività educative estive rivolte a bambini e ragazzi delle scuole (4-17 anni). Tema di quest’anno sarà l’ambiente. Idee da seminare e pensieri che sbocciano. Emozioni che fioriscono e azioni che fruttano. E’ l’ambiente il tema centrale delle attività educative estive promosse dal Comune di Castelfiorentino e rivolte agli alunni e studenti delle scuole (infanzia, primaria e secondaria 1° e 2° grado), le cui iscrizioni si raccolgono da lunedì 27 maggio presso il Ciri Bè - Ciaf (Centro Infanzia Adolescenza e Famiglia).
“Summer for future” è il titolo scelto infatti per il programma di quest’anno, ispirato alla campagna ambientalista condotta da Greta Thunberg che ha riscosso un consenso planetario (in modo particolare tra le nuove generazioni) e che prevede attività di educazione ambientale e di conoscenza del territorio, laboratori, gite fuoriporta, ecc….
Le proposte, suddivise per fasce di età, si concentreranno tra l’8 luglio e il 2 agosto: 1) “Idee da seminare” (bambini 4-6 anni scuola dell’infanzia), un programma settimanale che si terrà alla scuola dell’infanzia “Don Minzoni” dal lunedì al venerdì ore 8.00-18.00 e comprende un giorno in piscina e due gite di mezza giornata (quota settimanale: da 50 a 80 euro, pranzo e servizio pulmini inclusi) 2) “Pensieri che sbocciano” (bambini 7-9 anni, classi I-II-III scuola primaria) un programma settimanale che si svolgerà nella scuola primaria “Di Vittorio” dal lunedì a venerdì ore 8.00-18.00 e comprende un giorno in piscina, una gita di mezza giornata, una gita di una giornata intera (quota settimanale: da 50 a 80 euro, pranzo e servizio pulmini inclusi); 3) “Emozioni che fioriscono” (bambini 10-11 anni, classi IV-V scuola primaria) un programma settimanale che si svolgerà alla scuola primaria “Roosevelt” dal lunedì al venerdì ore 8.30-12.30, con un giorno in piscina/mare e una gita di mezza giornata (quota settimanale: da 20 a 50 euro, pranzo non incluso, servizio pulmini incluso); 4) “Azioni che fruttano” (studenti 12-17 anni, dalla scuola secondaria in poi) un programma settimanale che si svolgerà al Ciri Bè – Ciaf e comprende un giorno in piscina/mare, una gita di mezza giornata (gratuito, pranzo e servizio pulmini non previsti).
Per i ragazzi più grandi (12-17 anni) è inoltre prevista una quinta opportunità di tipo residenziale (“Estate al mare”) dal 3 al 7 settembre (quota da 100 a 160 euro)
Le iscrizioni si raccolgono presso il Ciri Bè – Ciaf di Castelfiorentino (via Masini 117/119) nei seguenti orari: dal 27 al 29 maggio, ore 8.30-12.30 e 17.00-19.00, dal 30 maggio al 7 giugno il lunedì e venerdì ore 17.00-19.00, mercoledì e sabato ore 10.00-12.00. Al momento dell’iscrizione sarà comunicata la data della riunione con i genitori.
Le quote – per le prime tre proposte (la quarta è gratuita) – sono stabilite in base all’indicatore ISEE.
Si ricorda che per tutte le fasce di età è possibile richiedere l’ingresso anticipato e l’uscita posticipata.
Il modulo di iscrizione può essere reperito sul sito del Comune di Castelfiorentino www.comune.castelfiorentino.fi.it, sul sito del Ciaf www.ciafcastelfiorentino.fi.it, o direttamente presso il Ciaf, via Masini 117-119 (0571.629674) nei seguenti orari: lunedì e venerdì ore 17.00-19.00, mercoledì e sabato ore 10.00-12.00.
24/05/2019 10.52 Ufficio stampa Comune di Castelfiorentino

Comune di Empoli Empoli. Al Mercatale i colori di pomodori, cetrioli, cipolle di Certaldo e zafferano
Sabato 25 maggio dalle 9 alle 13, in piazza della Vittoria, una ricca di esposizione di prodotti di stagione provenienti dal territorio Sabato 25 maggio torna l’immancabile appuntamento con il ‘Mercatale in Empoli’, in piazza della Vittoria, dalle 9 alle 13, come ogni secondo e quarto sabato del mese.

Pomodori, cetrioli, cipolle di Certaldo e zafferano coloreranno letteralmente i banchi del mercato dell’agricoltura empolese e toscana.

Ma saranno davvero tanti i prodotti a disposizioni portati dai produttori.

Pane di tutti i tipi, miele biologico, svariati tipi di formaggi, salumi, vino, olio, carne bovina di varie pezzature, succhi e confetture.

In particolare carciofo empolese, baccelli, erbe di campo, cipolle fresche di Certaldo arrivano dalla Belcolle di Certaldo; zucchine, baccelli e i primi pomodori e cetrioli della stagione dalla Bio.Eat di Empoli. Presente anche l’azienda agricola Lorenzo Firenzani di Castelfiorentino con lo zafferano.

Nello spazio esterno, piante e fiori e l’Antica torrefazione della Nocciolina con le arachidi tostate sul posto, piantine di arachide oltre ad un vasto assortimento di semi.

Il prossimo appuntamento è fissato per sabato 8 giugno, sempre in piazza della Vittoria.
23/05/2019 9.53 Comune di Empoli
 
 




Vai al contenuto