Login

MET

Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze


IN PRIMO PIANO....

Comune di Firenze Firenze. A tu per tu da Palazzo Vecchio con i Fochi di San Giovanni
Il 24 giugno sarà possibile vederli dal Camminamento di ronda o dalla Terrazza di Saturno Torna l’appuntamento dei Fochi di San Giovanni a Palazzo Vecchio: il 24 giugno sarà possibile ammirare lo spettacolo pirotecnico dal Camminamento di ronda (massimo 25 visitatori) o dalla Terrazza di Saturno (massimo cinquanta visitatori), due dei luoghi più suggestivi del Palazzo con vista privilegiata verso i Fochi. Il costo è di 50 euro a partecipante. L’accesso sarà dalle 21.30 alle 23.30. Per info e prenotazioni: 055-2768224-8558, info@muse.comune.fi.it

20/06/2018 12.13 Comune di Firenze
Regione Toscana Ricerca nel campo della salute, dalla Regione un bando di oltre 22 milioni
Il bando, previsto dal Piano Regionale di Sviluppo 2016-2020, è mirato al sostegno ai processi di innovazione clinica e organizzativa del Servizio sanitario regionale Un bando finanziato per 22.500.000 euro per la ricerca nel settore della salute. Gli elementi essenziali del bando, che verrà emanato a settembre 2018, sono stati delineati dalla giunta regionale, con una delibera presentata dall'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi e approvata nel corso dell'ultima seduta. Il presidente Enrico Rossi ne ha parlato stamani, nel consueto briefing con i giornalisti. Il bando, previsto dal Piano Regionale di Sviluppo 2016-2020, è mirato al sostegno ai processi di innovazione clinica e organizzativa del Servizio sanitario regionale.

"Come Servizio sanitario regionale - chiarisce Rossi - non saremmo tenuti a mettere a disposizione questi finanziamenti. Lo facciamo volentieri perché pensiamo che la componente della ricerca sia fondamentale per migliorare la qualità dell'assistenza e la salute dei cittadini".

"Finanziare questi progetti - sottolinea l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - si traduce alla fine in benefici per la salute dei cittadini. Ed è anche un volano per gli investimenti. Si tratta di progetti nell'ambito della medicina di precisione e personalizzata, nuovi modelli organizzativi e per il miglioramento dell'assistenza, diagnosi e cura, riabilitazione nel SSR, e ricerca in ambito oncologico".

Con questo bando, la Regione intende rafforzare la ricerca e l'innovazione nel Servizio sanitario regionale, sostenere la crescita qualitativa dei livelli di assistenza, favorire processi di appropriatezza, sicurezza e ottimizzazione delle risorse nell'erogazione dell'assistenza sanitaria e farmaceutica; orientare sempre più le nuove conoscenze generate dal sistema della ricerca verso i bisogni di salute del cittadino, incoraggiare la collaborazione scientifica fra enti di ricerca toscani e il Servizio sanitario regionale, promuovere la collaborazione scientifica con gruppi di ricerca nazionali e internazionali, rafforzare e promuovere la ricerca nella rete oncologica nazionale.

I progetti dovranno essere presentati su tre ambiti di ricerca: medicina di precisione e personalizzata; nuovi modelli organizzativi e/o gestionali per il miglioramento dell'assistenza, diagnosi e cura, riabilitazione nel SSR; ricerca in ambito oncologico. Potranno beneficiare dei fondi le aziende sanitarie del SSR toscano (Aziende Usl e aziende ospedaliero-universitarie) e gli enti del SSR che svolgono istituzionalmente attività di ricerca (Ispro - Istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica; e Fondazione Toscana Gabriele Monasterio); e organismi di ricerca che hanno sede legale o unità operativa sul territorio regionale. Le proposte progettuali presentate nelle tre linee di ricerca dovranno preferibilmente essere sviluppate coinvolgendo il maggior numero di aziende ed enti del servizio sanitario, in un'ottica di ottimizzazione delle risorse e di progressiva adesione al modello nazionale di consolidamento delle strutture hardware e software.

Possono essere previste collaborazioni scientifiche con organismi di ricerca nazionali e internazionali, finalizzate a istituire e rafforzare collaborazioni per condividere la conoscenza e gettare le basi per futuri impegni collaborativi. La durata del progetto non potrà essere superiore a 36 mesi dalla data di avvio del progetto stesso. Il costo totale di investimento, per ogni progetto, non potrà essere superiore a 1 milione di euro. Le risorse regionali verranno così suddivise: 15.750.000 per il 2019, 6.750.000 per il 2020.

I Progetti di ricerca finanziati dal 2010 al 2017 in Toscana nel campo della salute

Dal 2010 al 2017 in Toscana sono stati finanziati complessivamente 277 progetti di ricerca nel campo della salute, con il duplice obiettivo di ottenere benefici per la salute dei cittadini e di fare da volano per gli investimenti.

L'ammontare complessivo dei finanziamenti è di 118,4 milioni, di cui: 10 milioni Unione Europea; 58,9 milioni Stato (di cui 29,4 vinti); 47,4 milioni Regione Toscana.

I finanziamenti suddivisi per bandi e progetti:

- Por CReO FESR: 25 progetti di nricerca indistriale e sviluppo sperimentale: 32,6 milioni

- Programma di ricerca regionale in materia di salute 2009: 65 progetti settore Scienze della vita: 17 milioni

- Bando Nutraceutica: 14 progetti di ricerca finanziati presetnazione Expo 2015: 1,6 milioni

- Bandi miniistero della salute: 108 progetti di ricerca sanitaria finalizzata. 37,4 milioni

- Bando Istituto Toscano Tumori: 52 progetti di ricerca oncologica: 7,6 milioni

- Bando FAS Salute: 21 progetti di ricerca: 17,8 milioni

- Altri progetti vari: 8 progetti di ricerca: 3,5 milioni.

Guarda in Documenti i progetti di ricerca in ambito salute finanziati dal 2010 al 2017, e tutti i progetto nel dettaglio.

Documenti

Slide progetti di ricerca 2010-2017.2018.odp:
www.toscana-notizie.it/documents/735693/1398893/slide+progetti+di+ricerca+2010-2017.2018.odp/b33a1fad-1c12-4ff8-b8fd-743dc7a61b6c

Nota sui progetti di ricerca.pdf: http://www.toscana-notizie.it/documents/735693/1398893/Nota+sui+progetti+di+ricerca.pdf/ae18d030-3817-4c84-a031-a7f84691f950




20/06/2018 13.39 Regione Toscana
Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze Concerto d’organo all'Auditorium Fondazione CR Firenze
Mercoledì 20 giugno alle ore 21:00 Auditorium Fondazione CR Firenze, Via Folco Portinari 5/r. Nell’ambito dei Mercoledì Musicali della Fondazione CR Firenze, Rassegna Internazionale di Musica per Organo

Concerto d’organo

Organista: Holger Gehering (Germania)
Musiche di C. Petzold, G.A. Homilius, J.L. Krebs, J.S. Bach, J.A. Hasse
Ingresso euro 5,00 fino ad esaurimento posti
Prenotazione consigliata: emanuele.barletti@fondazionecrfirenze.it
20/06/2018 11.03 Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
Regione Toscana Rifiuti: Giannarelli presidente della commissione d’inchiesta
Discariche sotto sequestro e ciclo dei rifiuti l’ambito d’interesse ricordato anche dal presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani. Vicepresidente Francesco Gazzetti (Pd), vicepresidente segretario Elisa Montemagni (Lega). Durerà nove mesi, sarà di supporto alle iniziative legislative della Regione, affronterà il tema delle infiltrazioni della criminalità organizzata. Obiettivo: capire se si è pronti a dire addio alle discariche come chiede l’Europa Dire addio alle discariche e sposare il pacchetto economia circolare che chiede l’Europa (entro il 2035 i rifiuti urbani conferiti non dovranno superare il 10 per cento del totale). È questo l’obiettivo, “ambizioso”, che la nuova commissione d’inchiesta (istituita formalmente oggi, martedì 19 giugno, in Consiglio regionale) vuole indagare. Un obiettivo che terrà il punto anche sul sistema impiantistico della Toscana a partire dall’analisi delle tante discariche poste sotto sequestro, Piombino e Case Passerini quelle ricordate, ma che vuole essere anche “strumento di supporto alle iniziative legislative della Regione”, in primis il nuovo Piano sui rifiuti che la Giunta sta modificando con l’indicazione di nuovi obiettivi.

L’elezione del presidente e dell’ufficio di presidenza è stata formalizzata dal presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani che ha voluto ricordare l’esatto ambito di interesse, peraltro riassunto nel titolo: “commissione d’inchiesta in merito alle discariche sotto sequestro e al ciclo dei rifiuti”. I lavori si muoveranno all’interno di questo perimetro e avranno come guida Giacomo Giannarelli (Movimento 5 stelle). La vicepresidenza è affidata a Francesco Gazzetti (Pd). Vicepresidente segretario è Elisa Montemagni (Lega).

L’ambito d’interesse della neo nata commissione, che avrà una durata di 9 mesi, è stato al centro del breve intervento del vicepresidente Gazzetti: “Intendo interpretare e soprattutto applicare il tema del ciclo dei rifiuti connesso a quello delle discariche sotto sequestro”.

Una linea che Giannarelli, a margine della seduta, ha confermato di voler seguire: “Crediamo di fare un ottimo lavoro per i cittadini toscani se ci muoveremo a 360 gradi”. Da qui l’appunto sull’intenzione di analizzare anche i rifiuti dei distretti produttivi “dal pulper di cartiera del distretto lucchese fino al tessile di Prato”, non tralasciando il problema delle infiltrazioni della criminalità organizzata. “Faremo molte audizioni e chiameremo i sindaci per un doveroso confronto” e sulla gestione del dopo no al termovalorizzatore di Firenze, Giannarelli ha opposto un chiaro “sì ai buoni impianti innovativi che a freddo gestiscono i rifiuti”. “Andremo sul territorio per vedere le realtà più innovative” ha detto ancora aggiungendo che le visite saranno anche verso regioni limitrofe che già adottano buone pratiche. “Vogliamo – ha concluso – trattare tutto il tema del ciclo dei rifiuti. I 9 milioni di tonnellate di rifiuti speciali e i 2 milioni 300mila tonnellate di rifiuti solidi urbani”.

Fanno parte della commissione anche i consiglieri Tommaso Fattori (Sì – Toscana a sinistra), Paolo Marcheschi (Fdi), Maurizio Marchetti (Fi), Monica Pecori (Gruppo misto/Tpt), Serena Spinelli (Art1./Mdp)
19/06/2018 16.03 Regione Toscana
Guardia di Finanza - Comando regionale Tutti i numeri dell'ultimo anno e mezzo di attività della GdF, che oggi festeggia 244 anni
Confiscato un miliardo e 300 milioni di euro a 1.000 grandi evasori fiscali: schivavano il fisco con fatture false e soldi all’estero. Caccia anche a corrotti e corruttori: 644 in manette. Appalti “truccati” per 3 miliardi di euro. Traffici: arrestati in 751 tra narcotrafficanti e scafisti che sfruttavano il business della migrazione. 2 miliardi di confische alle “mafie”. 3 miliardi di euro intercettati dalle Fiamme Gialle come riciclaggio di denaro sporco di evasori, corrotti e mafiosi Lotta all'evasione, all'elusione e alle frodi fiscali. La disfatta dei 1000 grandi evasori fiscali

Non si tratta di piccoli commercianti, artigiani e imprenditori, che rappresentano l’ossatura economica del Paese - sempre da tutelare - e che magari hanno omesso di rilasciare uno scontrino. Parliamo invece dei grandi evasori, ossia di quei soggetti fiscalmente pericolosi i cui patrimoni sono espressione diretta dei gravi reati tributari o economico-finanziari commessi; importi tutt’altro che insignificanti se si pensa che questi evasori, tutti insieme, in un anno e mezzo hanno sottratto allo Stato 2 miliardi e 300 milioni di euro (in media, più di 2 milioni ciascuno). E non ci si riferisce a numeri ancora da accertare o a importi da recuperare a tassazione o incassare da parte del fisco, ma (per oltre la metà, pari a 1,3 miliardi di euro) a valori e beni dapprima “congelati” e poi acquisiti in via definitiva (con la confisca) al patrimonio dello Stato.

Ci si è arrivati seguendo uno dei nuovi percorsi intrapresi dalla Guardia di Finanza, che mira a “stanare” gli evasori qualificando e quantificando la sproporzione esistente tra i redditi dichiarati e il patrimonio della persona interessata da procedimenti di prevenzione patrimoniale. Un percorso vincente perché non ancorato alla ricerca degli indizi di evasione - non sempre agevoli da riscontrare - ma fondato sul rilevamento della contraddizione emergente tra le manifestate disponibilità finanziarie e lo spesso esiguo reddito dichiarato.

Grandi evasori fiscali, quindi, che quasi mai evadono da soli, ma si avvalgono di una rete di connivenze per realizzare circuiti viziosi fatti di fatture false, emesse o utilizzate in contabilità (vgs. punto 1 allegata scheda). Veri e propri sodalizi criminali che, affidandosi in qualche caso all’esperta consulenza di studi tributari, sono in grado di minare la concorrenza tra le imprese sane del Paese. Quello connesso alle fatture false è un fenomeno arduo da contrastare proprio per le difficoltà connesse alla necessità di dimostrare l’inesistenza delle transazioni
- a volte immateriali e complesse oltre che di respiro internazionale - o per i tempi occorrenti, talvolta lunghi, per raccogliere tutte le prove.

Nella “categoria” dei grandi evasori non rientra soltanto chi si avvale delle fatture false. Ci sono anche quelli delle frodi cosiddette “carosello”, quelli che costituiscono crediti IVA fittizi o che ottengono indebite compensazioni di imposte e contributi: sono 3.188 i casi di società “cartiere” o “fantasma”, create ad hoc per la realizzazione di frodi all’IVA, la costituzione di crediti fittizi e l’ottenimento di indebite compensazioni (vgs. punto 2 allegata scheda). Vi sono poi coloro che, più intraprendenti, si spingono oltreconfine trasferendo all’estero i propri profitti e, per finire, quelle imprese straniere che operano in Italia, ma non dichiarano nel nostro Paese i redditi su cui hanno l’obbligo di pagare imposte nazionali.

Nel settore della fiscalità internazionale i casi di evasione scoperti nel 2017 e nei primi 5 mesi del 2018 sono stati 2.120 (vgs. punto 3 allegata scheda).

COMBATTERE LE INSIDIOSE FRODI FISCALI ANCHE INTERNAZIONALI
Interventi sempre più mirati per contrastare le frodi fiscali: 128.000 in tutto, tra verifiche e controlli, avviati nei confronti delle persone e delle imprese considerate maggiormente a rischio di evasione fiscale.
Sfiorano i 23.000 i reati fiscali denunciati in un anno e mezzo di attività. Il 67% di questi sono rappresentati dagli illeciti più insidiosi e pericolosi per la stabilità economico-finanziaria del Paese e per la libera concorrenza tra imprese: l’emissione di fatture false, la dichiarazione fraudolenta, l’occultamento di
documentazione contabile. 17.000 i responsabili individuati, 378 dei quali finiti in manette.
I sequestri di disponibilità patrimoniali e finanziarie ai responsabili di frodi fiscali ammontano a 1,1 miliardi di euro, cui si aggiungono le ulteriori proposte di sequestro già avanzate, per 5,7 miliardi di euro.

L’ECONOMIA “INVISIBILE”, LE ACCISE, I GIOCHI E LE SCOMMESSE CLANDESTINE
Sono 12.824 le persone del tutto sconosciute al fisco (evasori totali) responsabili di aver evaso, in un anno e mezzo, 5,8 miliardi di IVA. Nello stesso periodo sono stati verbalizzati 6.361 datori di lavoro per aver impiegato 30.819 lavoratori in “nero” o irregolari.
Nel settore delle accise, i 5.300 interventi conclusi dalle Fiamme Gialle hanno portato al sequestro di oltre 18.400 tonnellate di prodotti energetici oggetto di frode. A questi si aggiunge un consumato in frode pari a circa 225.000 tonnellate (vgs. punto 4 allegata scheda).
Nel comparto del gioco e delle scommesse, eseguiti oltre 6.000 controlli e concluse 352 indagini di polizia giudiziaria (vgs. punto 5 allegata scheda).

CONTRASTO AGLI ILLECITI NEL SETTORE DELLA TUTELA DELLA SPESA PUBBLICA
AL BANDO CORRUZIONE E SPRECHI
Altra fenomenologia illecita contro cui, dopo l’evasione, il Corpo riversa le proprie migliori risorse, è la corruzione, campo nel quale, sempre nell’ultimo anno e mezzo, sono state denunciate, per reati in materia di appalti e altri delitti contro la Pubblica Amministrazione, oltre 6.000 persone, il 10% delle quali è finito in manette (644). Anche i sequestri eseguiti per 800 milioni di euro in tutto il comparto della tutela della spesa pubblica danno il senso dell’efficacia delle misure intraprese se si pensa che 600 milioni sono i sequestri nel solo settore degli appalti e del contrasto alla corruzione. Sequestri che consentono, almeno in parte, di ristorare
10 Stato dai fenomeni di malaffare e di cattiva amministrazione scoperti dalla Guardia di Finanza.
11 valore degli appalti in cui sono state riscontrate irregolarità è di 2,9 miliardi di euro su un totale di gare sottoposte a controllo pari a 7,3 miliardi di euro: il che si traduce nel 40% di irregolarità neU’aggiudicazione delle gare oggetto di indagine (vgs. punto 6 allegata scheda).
Ma la corruzione è solo la punta deWiceberg di un insieme di inefficienze e sprechi di risorse di cui si rendono colpevoli persone che, operando nel pubblico, procurano danni all’erario: nell’ultimo anno e mezzo le Fiamme Gialle ne hanno individuate 8.400, responsabili di un danno erariale da 5 miliardi di euro (vgs. punto 7 allegata scheda).

LE FRODI AL BILANCIO NAZIONALE E COMUNITARIO, DEL “TICKET SANITARIO”
E DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE
Le frodi scoperte in danno del bilancio nazionale e comunitario sono state pari a oltre 1,5 miliardi di euro, mentre si attestano a 175 milioni quelle nel settore della spesa previdenziale e sanitaria. I soggetti nel complesso denunciati sono stati 12.741 (vgs. 8 punto allegata scheda), con l’esecuzione di oltre 40.000 interventi a tutela dei principali flussi di spesa pubblica.
Proseguendo in ambito sanitario, ci sono poi i “furbetti” del ticket, settore nel quale i controlli mirati hanno consentito di individuare “sacche” di irregolarità nel 90% dei casi: in pratica, ogni 10 persone controllate, almeno 9 si sarebbero fatte curare gratis, in ospedali pubblici o in altre strutture private convenzionate senza averne diritto.
Altro settore particolarmente a rischio è quello delle assistenze domiciliari, dei pasti a domicilio, degli assegni per il nucleo familiare e di quelli di maternità, degli assegni per le mense scolastiche, delle borse di studio, ecc.; insomma di tutti quegli aiuti economici e servizi sociali di assistenza spettanti ai cittadini che versano in particolari e delicate condizioni economiche e sociali.
I controlli svolti in tale ambito dalla Guardia di Finanza - polizia economico-finanziaria a forte vocazione sociale - mirano proprio a evitare che delle “prestazioni sociali agevolate” - questa la definizione tecnica degli aiuti in argomento - possa beneficiare chi non ne abbia diritto, a danno dei più bisognosi. I risultati ottenuti sono significativi: il 39% dei controlli svolti ha evidenziato irregolarità.

LOTTA ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA ED ECONOMICO- FINANZIARIA
CONTRASTO PATRIMONIALE ALLE MAFIE, LOTTA AL RICICLAGGIO E AL FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO
Le indagini patrimoniali contro le mafie, volte a sottrarre le risorse finanziarie e patrimoniali dalle quali le consorterie criminali traggono sostento, hanno portato alla confisca (e ristabilito il possesso da parte dello Stato) di beni e valori per 2 miliardi di euro. Ulteriori 3 miliardi sono stati, inoltre, sequestrati, mentre le richieste di sequestro in corso ammontano a 4,6 miliardi di euro (vgs. punto 9 allegata scheda).
Il denaro illecitamente accumulato dalle “mafie”, dagli evasori seriali, dai corrotti e corruttori e dagli altri criminali, per poter essere “lavato” della sua provenienza “sporca”, deve essere riciclato in attività o in investimenti apparentemente “puliti”.
Ecco che seguire i flussi finanziari diventa fondamentale in ogni tipologia di contrasto agli illeciti. Il valore del riciclaggio accertato dalla Guardia di Finanza nell’ultimo anno e mezzo si è attestato attorno ai 3 miliardi di euro. Un fiume di soldi intercettato grazie alle circa 1.300 indagini di polizia giudiziaria avviate, da cui sono
“scattate” denunce per riciclaggio e autoriciclaggio nei confronti di 2.508 persone (di queste 284 agli arresti) (vgs. punto 10 allegata scheda).
I sequestri effettuati su ordine della Magistratura ammontano a 769 milioni di euro. La lotta al fenomeno del riciclaggio non si fa però solo con la repressione. Per contrastarlo al meglio è necessaria anche una seria azione preventiva attraverso le analisi del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria delle segnalazioni di operazioni sospette. Delle oltre 131.600 S.O.S. esaminate, 38.600 sono state sottoposte a indagini più approfondite. Di queste, 756 sono risultate attinenti al finanziamento del terrorismo internazionale (vgs. punto 11 allegata scheda).
II controllo dei movimenti di soldi presso i confini terrestri e navali, compresi porti e aeroporti e sedi doganali, ha portato alla scoperta di 14 milioni di euro illecitamente trasportati al seguito dalle persone che entravano in Italia o ne uscivano. Accertate 8.500 violazioni (vgs. punto 12 allegata scheda).
Scoperti infine reati fallimentari con il sequestro di beni per 725 milioni di euro su un totale di patrimoni risultati distratti di oltre 6 miliardi di euro (vgs. punto 13 allegata scheda).

IL MERCATO DEL “FALSO”
Anche la contraffazione fa male al Paese perchéè danneggia il made in Italy, svilendo il prestigio del marchio italiano nel mondo. Rientrano negli oltre 264 milioni di articoli sequestrati dalle Fiamme Gialle nell’ultimo anno e mezzo quelli propriamente contraffatti o con falsa indicazione del made in Italy, quellinon sicuri
e i prodotti alimentari recanti marchi industriali falsificati o indicazioni non veritiere circa l’origine e la qualità. Praticamente è come se ogni italiano avesse fatto esperienza - dal 1° gennaio 2017 a oggi - di prodotti con marchio falso per ben 4 volte. In questo settore, i Reparti operativi del Corpo hanno eseguito oltre 15.600 interventi, svolgendo più di 4.500 deleghe dell’Autorità giudiziaria.
Di pari passo, le Fiamme Gialle hanno oscurato o sequestrato 521 siti internet, utilizzati per
commercializzare on linemerce contraffatta.

OCCHIO ALLE BANCONOTE

La contraffazione non risparmia alcun settore: ne sono testimonianza le banconote, le monete, i titoli, i certificati e i valori bollati falsi sequestrati dal Corpo dal 1° gennaio 2017, per un valore complessivo di 12 milioni di euro. Denunciate 366 persone, 65 delle quali agli arresti (vgs. punto 14 allegata scheda).
CACCIA AI TRAFFICI ILLECITI VIA TERRA, MARE E CIELO
Non tende sicuramente a rallentare l’azione a contrasto dei traffici di droga. Con il tempo diventano semmai più efficaci i modi e i mezzi usati per combatterli. Significativo il fatto che il 50% delle oltre 100 tonnellate di stupefacenti, sequestrate dal 2017 a oggi, sia stato intercettato grazie a grandi operazioni aeronavali condotte dalla GdF quale Polizia Economico-Finanziaria e del Mare (vgs. punto 15 allegata scheda).
E sempre in termini di tonnellate deve ragionarsi quando si fa riferimento ai risultati ottenuti dal Corpo nel settore del contrasto al contrabbando di sigarette: 370 sono state, infatti, le tonnellate di tabacco sequestrato nel corso di oltre 7.600 interventi (vgs. punto 16 allegata scheda).
In mare caccia aperta ai narcotrafficanti quindi, ma anche agli scafisti e a tutti coloro che sfruttano il fenomeno della migrazione. 751 gli arresti e 382 i mezzi sequestrati dalla Guardia di Finanza nelle nostre acque.

SOSTEGNO ALLE PERSONE IN DIFFICOLTÀ
In termini di diretto intervento a favore dei cittadini, soprattutto di quelli che si trovano in difficoltà, ha operato nell’ultimo anno e mezzo il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, meglio noto come S.A.G.F., che ha eseguito 2.624 interventi in montagna, prestando aiuto a 2.873 persone.

CAMPAGNA ESTIVA
Per l’intero periodo estivo i Reparti Aeronavali del Corpo continueranno a garantire una costante presenza sul mare e nello spazio aereo sovrastante a favore dei villeggianti e delle imprese che operano lungo le coste italiane. Un piano straordinario di rafforzamento del dispositivo di sicurezza economico-finanziario nazionale è già in campo da parte della Guardia di Finanza per prevenire e contrastare fenomeni di illegalità diffusa, a tutela degli operatori nei settori economici che, proprio nel periodo estivo, vedono incrementare il proprio fatturato nonché per garantire una costante presenza del Corpo sul mare e nello spazio aereo sovrastante.
Quest’estate saranno anche potenziate le attività della Guardia di Finanza connesse all’esercizio delle funzioni di controllo doganale in materia di commercio della fauna e della flora tutelate dalla Convenzione di Washington (c.d. C.I.T.ES.) per contrastare i traffici illeciti di specie animali e vegetali in pericolo di estinzione. Il controllo economico del territorio, infine, contribuirà al presidio di strade, aree urbane, porti, aeroporti, frontiere marittime e terrestri per la ricerca di fenomeni di sommerso d’azienda e di lavoro nonché per la prevenzione ed il contrasto di tutte le tipologie di traffici illeciti

20/06/2018 10.00 Guardia di Finanza - Comando regionale
Comune di Firenze Festa della musica, tanti concerti ed eventi gratuiti nelle Biblioteche fiorentine
Domani, giovedì 21 giugno in occasione del solstizio d'estate Il 21 giugno di ogni anno per celebrare il solstizio d’estate in molti paesi dell'Europa e del mondo si celebra la Festa della Musica, con tantissimi concerti dal vivo che vedono la partecipazione di musicisti di ogni livello e di ogni genere.

Anche le Biblioteche Comunali Fiorentine salutano l'inizio dell'estate con alcune iniziative "musicali" per adulti e bambini che animeranno sia il centro che la periferia.

BIBLIOTECA MARIO LUZI – Q2 // ORE 11.00

Matteo Ferrari: set di cover acustiche chitarra e voce
Enter Shikari - Live Outside
Green Day - Good Riddance (Time Of Your Life)
Foo Fighters - Everlong
Direttore artistico: Matteo Ferrari

BIBLIOTECANOVA ISOLOTTO – Q4 // ORE 11.00
Campus in città. Prendi il nostro bus e seguici!
Esibizioni live degli artisti del Campus per portare la scrittura musicale nei posti in cui la scrittura si legge, suggerendo l’ascolto della scrittura che diventa musica.
In concerto: Juwels, Sara Bergamini, Filippo Ciampi, Ginevra Pistolesi, Emilio Mazzantini.
Durata 45 minuti.
In collaborazione con l’Associazione Campus della Musica

BIBLIOTECA ORTICOLTURA – Q5 // ORE 13.00
Campus in città. Prendi il nostro bus e seguici!
Esibizioni live degli artisti del Campus per portare la scrittura musicale nei posti in cui la scrittura si legge, suggerendo l’ascolto della scrittura che diventa musica.
In concerto: Sara Bergamini, Filippo Ciampi, Lorenzo Tornaboni, Ginevra Pistolesi.
Durata 45 minuti.
In collaborazione con l’Associazione Campus della Musica

BIBLIOTECA VILLA BANDINI – Q3 // ORE 15.00
Campus in città. Prendi il nostro bus e seguici!
Esibizioni live degli artisti del Campus per portare la scrittura musicale nei posti in cui la scrittura si legge, suggerendo l’ascolto della scrittura che diventa musica.
In concerto: Juwels, Sara Bergamini, Filippo Ciampi, Lorenzo Tornaboni, Emilio Mazzantini.
Durata 45 minuti.
In collaborazione con l’Associazione Campus della Musica

BIBLIOTECA FILIPPO BUONARROTI – Q5 // ORE 15.00
Viaggio nel tempo nei suoni del mondo
La scuola secondaria di primo grado “Paolo Uccello”, col suo gruppo musicale formato dagli studenti si esibirà con musica e letture inerenti l’integrazione culturale.
A cura Cecilia Brogi, in collaborazione con gli allievi della Scuola Secondaria di I grado Paolo Uccello.

BIBLIOTECA PALAGIO DI PARTE GUELFA // ORE 17.00
Campus in città. Prendi il nostro bus e seguici!
Esibizioni live degli artisti del Campus per portare la scrittura musicale nei posti in cui la scrittura si legge, suggerendo l’ascolto della scrittura che diventa musica.
In concerto: Alessandro Nerli, Emilio Mazzantini, Lorenzo Tornaboni, Ginevra Pistolesi.
Durata 45 minuti.
In collaborazione con l’Associazione Campus della Musica

BIBLIOTECA FABRIZIO DE ANDRÉ – Q1 // ORE 17.00
Feyza Nur Sagliksever: concerto di flauto traverso
Johann Sebastian Bach - Partita In LA minore (BWV 1013): 1. Allamande 2. Courante 3. Sarabande 4. Bourèe Anglaise Jaques Ibert - Pièce
Direttrice artistica: Feyza Nur Sagliksever

BIBLIOTECA MARIO LUZI – Q2 // ORE 17.00
Prima parte
Ernesto Santoro: concerto di chitarra classica
Francisco Tarrega - Capricho Arabe

Domenico Scarlatti - Sonata K322
Stanley Myers - Cavatina
Seconda parte
Ernesto Santoro (chitarra) e Anna Maccari (voce): brani jazz
Dexter Gordon - Blue Bossa
Bart Howard - Fly Me Too The Moon
Hindi Zahra - Beutiful Tango
Direttore artistico: Ernesto Santoro, nome del gruppo: Mac & Che Duo

BIBLIOTECA DELLE OBLATE // ORE 19.00
Campus in città. Prendi il nostro bus e seguici!
Esibizioni live degli artisti del Campus per portare la scrittura musicale nei posti in cui la scrittura si legge, suggerendo l’ascolto della scrittura che diventa musica.
In concerto: Juwels, Alessandro Nerli, Emilio Mazzantini, Ginevra Pistolesi, Opra Mediterranea, Lorenzo Tornaboni.
Durata 60 minuti.
In collaborazione con l’Associazione Campus della Musica

BIBLIOTECANOVA ISOLOTTO – Q4 // ORE 21.00
Festa nazionale della musica
Due grandi progetti musicali e sociali, Band, a cura del Centro Giovani e Musica Sonoria, e Street Band, della Scuola di Musica di Fiesole, dedicati a giovani e giovanissimi, per avvicinarsi alla musica e ad uno strumento e imparare a suonare insieme come delle vere e proprie band musicali! Canta e festeggia la giornata più musicale dell’anno insieme noi! Una serata dedicata a bambini e famiglie, da 0 a 99 anni, con l’esibizione dei gruppi nati da questa meravigliosa esperienza iniziata a ottobre 2017.

BIBLIOTECA FILIPPO BUONARROTI – Q5 // ORE 21.00
Viaggio nel tempo nei suoni del mondo

La band “Complesso di inferiorità” si esibirà in Di quel che ci piace canteremo a voi, musica e letteratura “assortite” alternate dal gruppo stesso.
A cura Cecilia Brogi, in collaborazione con CDI.

BIBLIOTECA FILIPPO BUONARROTI – Q5

venerdì 22 giugno // ore 21.00
In-formazioni musicali
Musica, poesia e danza si alterneranno per il diritto alla libertà dei popoli. Con Luigi Guarnieri e Patrizio Pampaloni. A cura di Cecilia Brogi, in collaborazione con l’Associazione Officine CROMA.

L’iniziativa è promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dalla SIAE e dall’AIPFM (Associazione italiana per la promozione della Festa della Musica), in collaborazione con UNPLI, Feniarco, l’Anci, la Conferenza delle Regioni, il Miur, il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero della Salute, il Ministero della Difesa e quello di Grazia e Giustizia. Sponsor dell’evento Carrefour. Main Media Partner: RAI Media Partner: Rai radio Tre, Grandi Stazioni Retail, Telesia e Trenitalia.

Per info: www.biblioteche.comune.fi.it
20/06/2018 11.10 Comune di Firenze
Camera di Commercio di Firenze Molestie e violenze nei luoghi di lavoro
Il punto sugli accordi territoriali Le molestie e le violenze sui luoghi di investono entrambi i sessi, specialmente quando sono legate al contratto di lavoro. Il Comitato per l'Imprenditoria Femminile di Firenze fa il punto sullo stato dell'arte degli accordi territoriali in un incontro organizzato per giovedì 21 giugno 2018 alle 15.00 nell'Auditorium della Camera di Commercio (Piazza Mentana 1 – Firenze): si parlerà dei casi risolti attraverso la Consigliera di Parità della Regione Toscana, dello stato degli accordi di categoria e delle buone pratiche avviate sul territorio con le associazioni datoriali e i sindacati.

Il rapporto Istat 2015-2016 evidenzia che, con riferimento ai soli ricatti sessuali sul luogo di lavoro, nel corso della vita, 1 milione 173 mila donne (7,5%) ne sono state vittima per essere assunte, per mantenere il posto di lavoro o per ottenere progressioni nella carriera. Il 69,6% delle vittime ritiene molto o abbastanza grave il ricatto subito. Tuttavia nell'80,9% dei casi, le vittime non ne hanno parlato sul posto di lavoro. Quasi nessuna, inoltre, ha sporto denuncia. Un fatto riconducibile a diversi fattori di carattere psicologico, ma probabilmente anche alla sfera di ricattabilità della lavoratrice, specialmente se precaria.

Per rendere il posto di lavoro un ambiente più sicuro per le donne, nel 2007 l'Unione Europea ha emanato una direttiva che è stata recepita in Italia dalle parti sociali nel 2016; tuttavia la sua concreta applicazione non si è ancora completamente avviata nel sistema della contrattazione nazionale e locale.

Maggiori informazioni e iscrizioni gratuite sul sito di Camera di Commercio di Firenze,
20/06/2018 10.36 Camera di Commercio di Firenze
Teatro di Rifredi Teatro di Rifredi. Kulunka Teatro ha vinto il Premio Max per il Teatro con "Solitudes"
“Solitudes” è una commedia agro-dolce sul dramma delle solitudini e delle incomunicabilità familiari Il Teatro di Rifredi, che nella stagione 2016/17 e 2017/18 ha presentato in esclusiva per l'Italia Kuluka Teatro, è particolarmente lieto di annunciare che la Compagnia basca ha vinto la XXI edizione del prestigioso Premio Max per il Teatro, premio spagnolo per le arti sceniche. Il loro spettacolo "Solitudes" ha vinto nella categoria miglior spettacolo e migliore composizione musicale.

Il XXI Premio Max per il Teatro, prestigioso premio spagnolo per le arti sceniche sul modello del "Molière" francese, del "Laurence Olivier" inglese e del "Tony Award" di Broadway, è stato vinto quest'anno dalla Compagnia Basca Kulunka Teatro. Il loro spettacolo "Solitudes" ha vinto nella categoria miglior spettacolo e migliore composizione musicale.
Il Teatro di Rifredi che ha ospitato in esclusiva per l'Italia Kulunka Teatro nella stagione 2016/17 con lo spettacolo "André e Dorine" e la scorsa stagione proprio con "Solitudes" è particolarmente orgoglioso del riconoscimento per questa giovane, ma già internazionalmente apprezzata Compagnia, che ha fatto propria la lezione dei moderni spettacoli in maschera immettendovi qualcosa di molto personale: una sorta di neo-romanticismo astratto, un sincero lasciarsi andare ai sentimenti più intensi che trasforma le maschere in personaggi di una normale opera teatrale.
Un teatro senza confini, vibrante e contemporaneo dove i gesti e le maschere fungono da ponte verso un mondo di accattivante poetica visiva. Maschere espressive, piene di vita che aprono le porte della fantasia per condurci in un universo in cui tutto è possibile.
“Solitudes” è una commedia agro-dolce sul dramma delle solitudini e delle incomunicabilità familiari. Il protagonista si sente incompreso perché, come quasi tutti gli anziani per i quali la vita è ormai un'attesa, si attacca alle piccole felicità quotidiane, cose così semplici che chi gli è intorno non arriva a valutarne la vera importanza. Ma l'anziano - contrariamente da quello che ci si potrebbe aspettare da una persona che non ha più molte aspettative dalla vita – non si rassegna, non rinuncia ai suoi piccoli desideri e lotta per ottenerli con determinazione e dignità. Un viaggio nella quotidianità che, combinando il serio con il comico, passando dalla schietta risata al nodo alla gola, commuove, diverte, sorprende e invita alla riflessione.

SOLITUDES
uno spettacolo di
José Dault, Garbiñe Insausti, Iñaki Rikarte, Edu Cárcamo, Rolando San Martín
regia Iñaki Rikarte
con José Dault, Garbiñe Insausti, Edu Cárcamo
maschere di Garbiñe Insausti
musiche di Yayo Cáceres
20/06/2018 12.09 Teatro di Rifredi
Regione Toscana Eventi: appuntamenti il 21 e il 22 giugno in Consiglio regionale
Domani, a palazzo Bastogi si parlerà della violenza sulle donne (alle 9) e all’Auditorium dei cambiamenti dei consumi nella crisi (9.30). Venerdì a palazzo Bastogi presentazione del progetto di restauro dei Bagni di Petriolo e all’Auditorium convegno sul rapporto tra carcere e volontariato (alle 15) Donne e violenza, carcere e volontariato, consumi in tempo di crisi e il restauro dei Bagni di Petriolo. Questi gli argomenti dei quattro convegni che si terranno tra domani e venerdì in Consiglio regionale. Ad aprire le due giornate di eventi sarà l’appuntamento “La violenza non è uno sport ”, il 21 giugno alle 9 nella sala delle Feste a palazzo Bastogi (via Cavour 18). Dopo i saluti del presidente dell’assemblea toscana Eugenio Giani, interverrà la presidente della commissione regionale Pari opportunità Rosanna Pugnalini.

Sempre giovedì alle 9.30, in auditorium Spadolini (via Cavour 4) avrà luogo il convegno “Cambiamenti dei consumi e stili di vita nella crisi”. Ad iniziare i lavori sarà il presidente Giani, seguito dal presidente di Federconsumatori Toscana, Fulvio Farnesi.

Venerdì 22 giugno alle 11, nella sala Collezioni, a palazzo Bastogi sarà la volta del convegno “La rinascita dei Bagni di Petriolo”, l’occasione per presentare il progetto di restauro e valorizzazione, in partnership pubblico e privato, del complesso medioevale in provincia di Siena. Intervengono il presidente Giani, la vicepresidente della Regione Monica Barni e Stefano Bertocci dell’Università di Firenze.

Sempre venerdì alle 15 in auditorium l’appuntamento è con la giornata seminariale “Carcere e terzo settore: dalla rete virtuale alla rete territoriale”, finalizzata a riflettere sul ruolo e l’impegno di tutti quei soggetti che in Toscana operano negli istituti penitenziari e promuovono percorsi di reinserimento delle persone detenute, sottoposte a misure alternative o ex detenute. Nell’ambito dell‘incontro sarà presentata la ricerca con la quale sono stati censiti i soggetti attivi in Toscana e analizzati progetti e interventi sviluppati. Le conclusioni sono affidate al Garante regionale dei diritti dei detenuti, Franco Corleone.

20/06/2018 12.04 Regione Toscana
Ordine degli Architetti di Firenze Un progetto partecipato di ricostruzione per il parco di San Salvi: la proposta degli Ordini degli Architetti e di Agronomi e Forestali
La proposta dei due Ordini professionali per mettere in campo le migliori competenze cittadine, in maniera volontaria, per redarre la progettazione partecipata degli spazi aperti dell'importante area, da tempo in stato di degrado, come già fatto per i parchi di Anconella e Bellariva Biancalani e Roti: “Solo un progetto può sottrarre San Salvi dallo stato in cui versa, valorizzare il parco e restituirlo a tutti i cittadini”
È la proposta dell'Ordine degli Architetti di Firenze e dell'Ordine dei dottori Agronomi e dottori Forestali di Firenze, con l'obiettivo di “mettere in campo le migliori competenze professionali cittadine, in maniera volontaria, per produrre l’analisi e la progettazione partecipata degli spazi aperti dell'area, come già fatto per i progetti di riqualificazione dei due parchi dell’Anconella e di Bellariva”, viene spiegato. Un'area, quella di San Salvi, caratterizzata da “usi troppo invasivi in certe fasi della giornata e di abbandono in altre, ad eccezione delle attività culturali che periodicamente vi si svolgono”.
Già qualche anno fa i due Ordini avevano manifestato alla direzione della Asl 10 la propria disponibilità a coordinare un progetto partecipato di miglioramento estetico-funzionale, valorizzando e conservando quanto meritevole e progettando nuove funzioni per il sistema degli spazi aperti dell’intera area dell’ex manicomio di San Salvi. “La stessa Asl aveva valutato favorevolmente l'opportunità, ma la concretizzazione dell’accordo, sempre valido per i due Ordini professionali, ad oggi stenta ancora”, continuano gli Ordini degli Architetti e di Agronomi e Forestali.
Il metodo proposto dai due Ordini si articolerebbe in più fasi, con la partecipazione dei cittadini e dei soggetti portatori di interesse per garantire la massima inclusione possibile nella stesura del progetto e con la redazione di “masterplan”, anche con più ipotesi progettuali relative alla ricostruzione del sistema degli spazi aperti di San Salvi, nell’ottica delle esigenze legate alla valorizzazione dell’intero complesso, in relazione alla sue funzioni attuali e future, dei cambiamenti climatici e ambientali in atto e nello spirito di innovare nel rispetto della tradizione e della storia. “Le ipotesi progettuali dovranno tenere in debita considerazione le scelte autonome dell’amministrazione della Asl 10, relative a esigenze attuali e future dell’intero parco”, viene specificato.
Il lavoro elaborato sarà frutto di workshop organizzati in un preciso arco temporale dai due Ordini, che vedranno la partecipazione degli iscritti coordinati da una figura qualificata di riferimento.
“Solo un progetto può sottrarre San Salvi dallo stato in cui versa – sottolineano Serena Biancalani e Lara Roti, rispettivamente presidenti di Ordine degli Architetti di Firenze e Ordine dei dottori Agronomi e Forestali di Firenze – piuttosto che vigilantes e recinzioni, quello che proponiamo è un progetto che porti nuovi valori per nuove frequentazioni, per valorizzare il parco e restituirlo alla cittadinanza”.
20/06/2018 10.56 Ordine degli Architetti di Firenze
Diocesi di Prato Al via gli oratori estivi in 30 parrocchie pratesi
Giovedì 21 giugno in piazza Duomo festa diocesana, dalle 9 alle 13 con una mattinata di giochi e divertimento Sono iniziati questa settimana in trenta parrocchie della diocesi di Prato gli oratori estivi. Un appuntamento che coinvolge ogni anno oltre tremila bambini ed è reso possibile grazie alla generosità e all’impegno di 800 giovani animatori. E tradizionale è anche la festa diocesana di tutti gli oratori che si tiene in piazza Duomo. L’appuntamento è per domani, giovedì 21 giugno, dalle 9 alle 13 con una mattinata di giochi e divertimento.

L’accoglienza è curata dalla parrocchia di San Paolo con canti e balli. Seguono i giochi, divisi per fasce di età, elaborati da un gruppo interparrocchiale di animatori. I bimbi delle elementari saranno coinvolti da animazioni in piazza mentre i ragazzi delle medie si sfideranno in una divertente caccia al tesoro per le strade del centro cittadino con gli indizi che arriveranno ai partecipanti via Whatsapp.

Sarà poi il vescovo Franco Agostinelli a premiare i vincitori e, subito dopo, a guidare la preghiera conclusiva in cattedrale. Al termine della quale, tutti i gruppi torneranno nelle rispettive parrocchie.

«È un momento bello - assicura don Alessio Santini, responsabile della pastorale giovanile diocesana – perché rende visibile alla città il servizio svolto nelle diverse comunità e la gioia della condivisione, resa concreta dal clima di festa e dai colori di magliette e cappellini»
20/06/2018 11.15 Diocesi di Prato
Comune di Calenzano Nuovi percorsi e maggiore frequenza per i bus tra Calenzano e Firenze
Modifiche in occasione dell’avvio della tramvia. Martedì 26 giugno assemblea pubblica Cambiano i percorsi dei bus tra Calenzano e Firenze in occasione dell’avvio delle linee tramviarie. Le modifiche prevederanno anche una maggiore frequenza degli autobus che raggiungeranno le fermate del tram in piazza Dalmazia e in piazza Puccini.

Altre novità riguardano le tariffe e la possibilità di usufruire di agevolazioni su base ISEE per gli abbonamenti.

Le novità saranno illustrate in un’assemblea pubblica, martedì 26 giugno alle ore 18 nella sala consiliare del Municipio, in piazza Vittorio Veneto 12. Saranno presenti il Sindaco Alessio Biagioli e l’Assessore alla Mobilità e Trasporti Lara Burberi.
20/06/2018 13.37 Comune di Calenzano
Comune di Cerreto Guidi Il “giardino” dei ragazzi del Centro “Il Girasole” di Gavena come metafora di vita e di integrazione
Il Sindaco di Cerreto Guidi Simona Rossetti incontra i ragazzi Da qualche giorno, accanto alle altre attività presenti al Centro diurno “Il Girasole”, si è aggiunto il “giardinaggio”, progetto che il Sindaco di Cerreto Guidi Simona Rossetti e l’assessore al Sociale Mariangela Castagnoli hanno ufficialmente tenuto a battesimo, insieme a tutti i ragazzi.

“Realizzare un giardino- ha detto Simona Rossetti- non è solo acquistare e mettere insieme delle piante, ma cogliere il significato di come una persona, proprio come una pianta, vada curata e subisca delle trasformazioni.

Questo giardino rappresenta una tappa del percorso che abbiamo avviato da tempo con la Asl, la Cooperativa Colori e le famiglie per individuare la strada migliore per aumentare l’autonomia di ciascuna persona che frequenti il Centro. Dagli inserimenti socio-lavorativi a percorsi da integrare la comunità”.

La scelta dell’orto quindi come luogo dove si raccoglie la molteplicità come metafora dell’integrazione di semi diversi che in interscambio vitale, favoriscono con l’ambiente la crescita di tutti.

Il Centro diurno “Il Girasole”, a Gavena, accoglie attualmente 19 ragazzi del Comune di Cerreto Guidi e di Vinci ed è gestito dalla Cooperativa Sociale “Colori”.

“Sarà sempre più importante- continua il Sindaco -agire come comunità, fare in modo che qualsiasi progetto si possa pensare e realizzare, sia integrato con la comunità, questo è il grande lavoro al quale ci stiamo dedicando”.
20/06/2018 10.53 Comune di Cerreto Guidi
Comune di Fucecchio Gli infioratori di Fucecchio protagonisti in Spagna
Dal 21 al 24 giugno saranno a Elche de La Sierra al festival delle Arti Effimere Fucecchio, insieme ai comuni di Genzano e Gerano, rappresenterà l'Associazione Città dell'Infiorata al VII Congresso Internazionale di Arte Effimere che si terrà in Spagna, a Elche de La Sierra, da giovedì 21 a domenica 24 giugno.
Gli infioratori fucecchiesi della Pro loco, accompagnati dell’assessore Antonella Gorgerino, partiranno domani alla volta della Castiglia-La Mancia per rappresentare l’Italia in questa prestigiosa rassegna internazionale dove, insieme ai colleghi romani di Genzano e Gerano, potranno mettere in mostra tutta l’abilità dei maestri infioratori italiani.
Il bozzetto che andranno a realizzare si intitolerà "Italia di ieri e di oggi".
“Il quadro – spiega l’assessore Gorgerino - vuole essere una rappresentazione del nostro meraviglioso paese. Una giovane e bella Italia, vista come un’elegante ragazza in abiti rinascimentali, che con occhi sognanti guarda al futuro. Realizzeremo il quadro con fiori e foglie come da tradizione dei paesi che comporranno la delegazione degli infioratori presenti al Congresso. Come amministrazione comunale siamo molto felici che Fucecchio sia chiamata sempre più spesso a rappresentare l’Italia anche in questi bellissimi appuntamenti internazionali. La comunanza con le altre realtà italiane dell’Infiorata e lo scambio culturale che nasce con gli altri paesi sono fattori molto positivi e ci aprono nuovi orizzonti"
20/06/2018 11.21 Comune di Fucecchio
Comune di Montelupo Fiorentino Solstizio d’estate: il MMAB di Montelupo Fiorentino accoglie l’estate con un aperi-libro musicale
Giovedì 21 giugno dalle ore 19 Giovedì 21 giugno, a partire dalle ore 19.00, il MMAB di piazza Vittorio Veneto a Montelupo accoglierà la stagione estiva con un aperitivo in musica, abbinato alla presentazione dell’ultimo libro di Lapo Feri. L’autore, oltre a dialogare con il pubblico sulla trama e sui personaggi che animano il suo romanzo “La fine del topo” (Casa editrice Kimerik), allieterà i presenti con esecuzioni musicali dal vivo. Oltre a Lapo Feri alla chitarra, ci sarà Costanza Bagnoli alle tastiere e alla fisarmonica. Introduce la serata l’assessore alla cultura del Comune di Montelupo Fiorentino, Aglaia Viviani, e presenta il libro la professoressa Roberta Santini.

Lapo Feri è laureato in biologia e lavora nel settore della ricerca clinica, è fiorentino per nascita e montelupino d’adozione. “La fine del topo” è il secondo libro che pubblica. Si tratta di un romanzo d’azione, dove i colpi di scena si susseguono senza sosta, e dove i protagonisti sono talmente ben delineati che non puoi fare a meno di affezionarti a loro, nonostante (o in virtù) dei loro errori e dei loro difetti. Persone normali che si ritrovano a fronteggiare situazioni più grandi di loro, senza mai perdere l’ironia e la forza dell’amicizia.

Ingresso libero.

Apericena al MMAB Caffè al costo di 7 euro.
20/06/2018 9.26 Comune di Montelupo Fiorentino
Comune di Empoli Empoli. Esami di maturità e Carta d’Identità Elettronica
La ricevuta di richiesta della nuova Carta d’Identità Elettronica è titolo idoneo al riconoscimento Sono appena iniziati gli esami di maturità nelle scuole superiori di Empoli e di tutto il Paese.

Prima dell’inizio di ogni prova degli esami di maturità agli studenti potrebbe venir chiesto di presentare un loro documento di identità valido. Portarlo con se è obbligatorio, anche se spesso i documenti non vengono controllati se i professori conoscono molto bene tutti gli alunni.

In ogni caso è utili sapere che per attestarsi al banco d'esame con un documento, per coloro che sono in attesa che arrivi la nuova , è sufficiente presentarsi con la ricevuta di richiesta della CIE.



Questo vale per tutti, non solo per gli studenti: la ricevuta di richiesta della nuova Carta d’Identità Elettronica è quindi considerata titolo idoneo al riconoscimento del cittadino (non a caso presenta foto, sottoscrizione autografa ed è stata rilasciata da una pubblica amministrazione).

Per tutte le informazioni sulla Carta d’Identità elettronica è possibile consultare questa pagina del sito del Comune di Empoli: http://www.comune.empoli.fi.it/albero/08/0801/950sch.html
20/06/2018 12.47 Comune di Empoli
Asl Toscana Centro - Empoli Cambia l’orario di apertura nei mesi estivi della farmacia ospedaliera del San Giuseppe di Empoli
Da lunedì 2 luglio a venerdì 31 agosto Da lunedì 2 luglio a venerdì 31 agosto, l'orario di apertura della farmacia ospedaliera distribuzione diretta farmaci, ospedale San Giuseppe blocco E, piano terra, verrà modificato anticipando l'apertura della mattina alle 8.00 invece che alle 9.00 e anticipando la chiusura alle 14.00 invece che alle 16.00. Il sabato la farmacia rimarrà aperta dalle 8.00 alle 13.00.

L’orario di apertura della farmacia interna rimarrà invece invariato.

La rimodulazione dell’orario di apertura nei mesi estivi, della distribuzione diretta farmaci, è stata pensata per offrire una più confortevole possibilità di accesso all’utenza anche nelle ore più fresche della mattina
20/06/2018 11.36 Asl Toscana Centro - Empoli
Comune di Scandicci Scandicci: negozi aperti, mercati e iniziative con “I giovedì sotto le stelle” 2018
Dal 21 giugno al 26 luglio Negozi aperti assieme a numerose iniziative in città nei dopocena de I giovedì sotto le stelle; il programma di appuntamenti organizzati nelle strade e nelle piazze del centro cittadino inizia il 21 giugno e prosegue fino al 26 luglio, ed è curato anche quest’anno dal consorzio Città Futura, da Confesercenti, Anva e dall’assessorato allo Sviluppo economico del Comune di Scandicci. Nei giovedì 21 e 28 giugno, 5 e 12 luglio in piazza Togliatti il Mercato by night fino a mezzanotte; nei giovedì 19 e 26 luglio lungo l'asse da via Pascoli a via Aleardi il mercatino Artigianato e non solo, associato giovedì 26 allo Sbaracco; quest'anno lo Sbaracchissimo si terrà invece domenica 2 settembre. “Scandicci è una città che vive e che attrae persone dall'intera area fiorentina, oltre che da tutti i nostri quartieri – dice l'assessore alla Promozione economica Fiorello Toscano – tra le più importanti occasioni d'incontro e di animazione delle piazze e delle strade della città anche quest'anno ci sono i Giovedì sotto le stelle, organizzati anche grazie ad un tessuto commerciale sempre più ricco di proposte”.

Oltre a I giovedì sotto le stelle sono organizzate iniziative collaterali anche domenica 24 giugno lungo l’asse commerciale da piazza Matteotti a piazza Togliatti con la Vetrina antiquaria e il mercatino Artigianato e non solo.

Il programma delle iniziative: http://www.comune.scandicci.fi.it/images/stories/image001.jpg
19/06/2018 22.32 Comune di Scandicci
Comune di Certaldo Certaldo. Consiglio Comunale straordinario
Venerdì 22 giugno alle ore 18,00 in prima convocazione ed alle ore 18,30 in seconda presso la Saletta delle riunioni situata in Via 2 Giugno n. 48 Ordine del Giorno 
VERBALI PRECEDENTI SEDUTE
 
1) VERBALE SEDUTA DEL 31.05.2018 – Lettura ed approvazione.
(Ai sensi dell'art. 36, comma 5, del Regolamento per il funzionamento del C.C. si comunica che i suddetti verbali sono a disposizione per la visione presso la Segreteria).
 
 PROPOSTE DI DELIBERAZIONE

 2) SERVIZI PUBBLICI – Toscana Energia Spa – Modifiche dello stato sociale e proposta patti parasociali – Approvazione.
 
3) EDILIZIA PRIVATA – Determinazione contributo straordinario ai sensi dell’art. 16 comma 4 lett. d-ter del D.P.R. 380/2001 - Criteri e modalità di calcolo - Approvazione regolamento.
 
 ORDINI DEL GIORNO - MOZIONI -
 
4) CONSIGLIO COMUNALE - Adesione al “Nelson Mandela International Day 2018” - Esame o.d.g. presentato dal Presidente.

 5) CONSIGLIO COMUNALE - Introduzione di sgravi IMU e TASI per privati che installano telecamere per la videosorveglianza come previsto dal Decreto Minniti ed installazione sistemi videosorveglianza da parte del Comune - Esame mozione presentata dai gruppi consiliari FI e AP.
 
COMUNICAZIONI
 
6) COMUNICAZIONI DEL SINDACO.
7) COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE
20/06/2018 10.43 Comune di Certaldo
Redazione Met Sport Volley. Bojana Milenkovic è della Savino Del Bene Scandicci
La schiacciatrice serba classe '97 è l'ultimo rinforzo per Coach Carlo Parisi L'ultimo tassello della Savino Del Bene Scandicci è arrivato. La quindicesima atleta a roster per la stagione 2018-2019 sarà infatti Bojana Milenkovic, schiacciatrice serba classe 1997 che arriva a rafforzare e dare profondità al roster di coach Carlo Parisi.

Bojana Milenkovic nata a Belgrado il 6 marzo del 1997 arriva da una delle più prestigiose formazioni serbe, ovvero la Stella Rossa, con cui nell'ultimo campionato ha sfiorato la vittoria del titolo nazionale, arrendendosi solamente in finale al Vizura.

Milenkovic ha mosso i suoi primi passi nel Crnjanski, facendo parte di tutte le selezioni giovanili prima di entrare a far parte della formazione senior. Il talento di Milenkovic è stato poi notato dalla Stella Rossa, che l'ha messa sotto contratto e gli ha consentito di giocare nella Superliga Serba. Nel 2014 così è arrivato per lei il primo successo in patria con la vittoria della Coppa Nazionale, ma nello stesso anno Bojana Milenkovic è anche salita sul tetto d'Europa. Con la maglia della Serbia infatti si è aggiudicata i Campionati Europei U19. Nel 2015 la nuova giocatrice della Savino Del Bene si è invece messa in mostra nei Mondiali Under 20 disputati in Porto Rico. A dispetto del quinto posto finale della Serbia infatti Bojana è stata eletta come miglior schiacciatrice della manifestazione a pari merito con una stella della Serie A1 italiana, la dominicana Brayelin Martinez.

Con la Nazionale maggiore del suo paese Milenkovic ha inoltre preso parte all'ultima Volleyball Nations League, richiamando subito grande attenzione su di se grazie a prestazioni importanti come quella messa in mostra nella partita contro Italia e Stati Uniti. Braccio potente e buone qualità a muro, Bojana troverà alla Savino del Bene anche una connazionale come Jovana Stevanovic, che dopo tanti anni in Italia potrà senz'altro aiutare la giovane compagna nei primi passi di ambientamento.

Il DS scandiccese Massimo Toccafondi presentando il nuovo acquisto ha dichiarato: “Quella per arrivare a Milenkovic è stata un'operazione rapidissima. Appena si è aperto lo spiraglio giusto per prenderla ci siamo mossi subito, perchè secondo noi è un'ottima giocatrice, che potrà consentirci di recuperare Vasileva senza fretta e darci nuove energie in vista della lunga stagione che ci attende. Finora in Nazionale ha avuto giganti come Mihajlovic davanti a sé, ma quando ha giocato titolare ha dimostrato le sue qualità.”
20/06/2018 11.39 Redazione Met Sport
Guardia di Finanza - Comando regionale Guardia di Finanza. Arrestato pusher nel centro storico fiorentino
Cittadino italiano con più di mezzo Kg di sostanze stupefacenti I Finanzieri del Comando Provinciale di Firenze, nella notte di lunedì 18, hanno tratto in arresto un cittadino italiano, un trentenne originario della provincia di Cosenza, nel quartiere di Sant’Ambrogio, per la detenzione ai fini dello spaccio di oltre mezzo kg di sostanza stupefacente di vario tipo (440 grammi di marijuana, 172 grammi di hashish e 9 grammi di cocaina).

L’individuazione dello spacciatore italiano è avvenuta nell’ambito delle attività di controllo economico del territorio e di intensificazione dei servizi di prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti svolto dal personale Anti Terrorismo Pronto-Impiego e della Squadra Cinofili del Gruppo di Firenze.

Le Fiamme Gialle, anche grazie all'ausilio dell'unità cinofila, avevano notato un atteggiamento alquanto anomalo assunto dal giovane che, alla vista del cane antidroga, cambiava bruscamente direzione. Immediatamente intercettato, lo spacciatore assumeva un atteggiamento di nervosismo ed agitazione alle domande poste dai militari.

Tale circostanza induceva i militari a fermarlo al fine di svolgere approfonditi controlli sulla sua persona e sul suo domicilio, distante sole poche centinaia di metri dal luogo in cui era stato fermato.

In effetti, la perquisizione eseguita sulla persona e all’interno dell'abitazione permetteva di rinvenire la grande quantità di sostanza stupefacente già confezionata e pronta ad essere spacciata nelle piazze del Centro storico fiorentino, oltre a più di 5.000 euro in contanti - frutto dell'attività delittuosa -, 1 bilancino di precisione, 1 pressa per il confezionamento di involucri sottovuoto, molteplici materiali per il confezionamento delle dosi e 1 barattolo contenente lidocaina, ovvero una sostanza in polvere utilizzata per il taglio della sostanza stupefacente.

Alla luce delle circostanze emerse, il cittadino italiano è stato tratto in arresto e messo a disposizione dall’Autorità Giudiziaria Fiorentina che ha disposto per lo spacciatore il processo per direttissima.
20/06/2018 11.08 Guardia di Finanza - Comando regionale
Comune di Bagno a Ripoli Bagno a Ripoli - Sospensione erogazione acqua
Dalle ore 8 di giovedì 21 giugno Riceviamo da Publiacqua e pubblichiamo un comunicato relativo alla sospensione della erogazione dell’acqua in via di Terzano, via Vicchio e Paterno, via Mulino di Vernalese, via Vernalese, via di Riseccoli dalle ore 8 di giovedì 21 giugno a causa di lavori sulla rete idrica. La situazione tornerà a normalizzarsi nel corso del pomeriggio. In caso di condizioni meteo avverse, l’intervento sarà rinviato al primo giorno utile successivo. Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo lavoro potrà creare loro.
20/06/2018 12.58 Comune di Bagno a Ripoli

Comune di Bagno a Ripoli Bagno a Ripoli - Antella, ecco il marciapiede antiscivolo: iniziati i lavori per rifare la pavimentazione intorno a piazza Peruzzi
Dal Comune stanziati nel complesso 170mila euro. Intanto fino a venerdì, chiusura notturna di via Peruzzi per la riasfaltatura ad opera di Autostrade Addio mattonelle scivolose. I marciapiedi in prossimità di piazza Peruzzi all’Antella sono pronti a cambiare vestito: da stamani in via Simone degli Antelli è aperto il cantiere per installare le nuove mattonelle, praticamente identiche alle vecchie per quanto riguarda l’estetica, ma realizzate con materiale dotato di una migliore tenuta antiscivolo. I lavori avranno una durata di circa dieci giorni. Successivamente, con interventi in più step da effettuare nel mese di luglio, saranno sistemati anche i tratti di marciapiede più bisognosi nelle vie limitrofe alla piazza. Dopo la frazione di Antella, i lavori proseguiranno a Grassina con la conclusione dei marciapiedi di piazza Umberto I il rifacimento del capolinea del bus. Per il piano-marciapiedi, con interventi già effettuati nelle scorse settimane su via Roma ad Osteria Nuova e a Grassina (in particolare in via Spinello Aretino), il Comune ha investito complessivamente 170mila euro.

“Con uno stanziamento straordinario, siamo partiti dalle zone più critiche – spiegano il sindaco Francesco Casini e l’assessore Enrico Minelli – con l’obiettivo di rifare, un passo dopo l’altro, tutti i marciapiedi del territorio che hanno necessità di manutenzione. Un marciapiede antiscivolo e senza buche è sinonimo di decoro ma soprattutto di sicurezza per i pedoni”.

Intanto, da ieri notte fino a venerdì, via Ubaldino Peruzzi chiuderà al traffico durante le ore notturne (dalle 21 alle 6) per consentire la riasfaltatura ad opera di Autostrade per ripristinare la carreggiata danneggiata dal passaggio dei mezzi pesanti impegnati sul cantiere della terza corsia della A1. I lavori di riasfaltatura, effettuati in più fasi, sono partiti all'inizio di giugno tra l'intersezione tra via Peruzzi e via Romanelli e riprendono adesso nel tratto compreso tra Villa Peruzzi e l'autogrill autostradale.
20/06/2018 13.01 Ufficio Stampa Comune di Bagno a Ripoli

Comune di Carmignano Toscana Arcobaleno d’estate al Parco Museo Quinto Martini
Venerdì 22 giugno dalle 20 enogastronomia, giochi e visita guidata gratuita Una serata di festa in uno dei parchi museo più grandi d’Europa. Venerdì 22 giugno a partire dalle 20 al Parco Museo Quinto Martini di Seano saranno protagonisti l’enogastronomia, la musica, i giochi e una particolare visita guidata in notturna alla scoperta delle statue e dei bassorilievi del parco.

L’iniziativa è curata dall’associazione Parco Museo Quinto Martini con il contributo del Comune di Carmignano e rientra nell’ambito del cartellone regionale “Toscana Arcobaleno d’estate”.

Dalle ore 20 apriranno gli stand di cucina tradizionale, dove sarà possibile assaggiare prelibati piatti come penne sull’anatra, anatra in umido con fagiolini verdi e dolci seanesi. Il tutto ovviamente accompagnato dal Vino di Carmignano. Spazio poi alla musica, alle partite a scacchi giganti per grandi e piccini e ai laboratori gratuiti.

Alle 21,30 sarà la volta della suggestiva visita guidata gratuita in notturna alle opere di Quinto Martini, artista di Seano scomparso nel 1990 a cui è dedicato lo spazio. A fare da guida la storica dell’arte Rossella Foggi.

Durante la serata sarà inoltre presentata un’idea del Biodistretto di Carmignano.
20/06/2018 12.19 Comune di Carmignano
Comune di Figline e Incisa Valdarno Figline Incisa. Visita Papa: sindaca riceve lettera ringraziamento dal Vaticano
Giulia Mugnai aveva consegnato a Papa Francesco un quadro dell’artista Lorenzo Bonechi Porta l’intestazione della Segreteria di Stato del Vaticano la lettera di ringraziamento relativa alla visita di Papa Francesco arrivata pochi giorni fa all’attenzione della Sindaca Mugnai.

Un ringraziamento per il dono offerto lo scorso 10 maggio, ossia un’opera di Lorenzo Bonechi (scomparso improvvisamente nel 1994 all’età di 39 anni) intitolata “San Francesco parla agli uccelli”, in cui è rappresentato uno dei soggetti preferiti dall’artista figlinese, a cui Papa Bergoglio ha dedicato il proprio Pontificato. Nella scelta di questa opera, infatti, la moglie Stefania e il figlio Giovanni hanno voluto sottolineare proprio questo forte legame simbolico che si concretizza

La lettera indirizzata alla sindaca Mugnai prosegue con l’esortazione da parte di Papa Francesco “ad un sempre generoso impegno al servizio del bene comune e a favore della comunità degli uomini e, mentre chiede di pregare per la Sua persona e per il Suo universale ministero, invoca l’effusione dei celesti favori e di cuore invia a Lei e a quanti Ella rappresenta il Suo benedicente saluto, volentieri estendendolo alle persone care, quale pegno di ogni grazia celeste”.
20/06/2018 13.32 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Comune di Castelfiorentino Castelfiorentino. Nuove case popolari da una vecchia scuola elementare
A Cambiano consegnate stamani le chiavi dei primi tre alloggi, completamente nuovi, realizzati all’interno di un edificio che fino alla fine degli anni Ottanta ospitava una scuola elementare Quella che fino a trent’anni fa era una scuola elementare, oggi si è trasformata in una risposta concreta all’emergenza abitativa. Questa mattina sono state consegnate le chiavi dei primi tre alloggi popolari – su un totale di sei - realizzati da Publicasa Spa nella vecchia scuola elementare di Cambiano, sulla base di una graduatoria valida per i residenti di tutti gli undici Comuni che fanno parte dell’Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa.
Alla cerimonia di assegnazione - che si è svolta direttamente a Cambiano – sono intervenuti il Sindaco, Alessio Falorni, il presidente di Publicasa Spa, arch. Vincenzo Mollica, l’Assessore alle Politiche Abitative del Comune di Castelfiorentino, Alessandro Tafi. Per Publicasa Spa erano presenti anche Samanta Setteducati e Novella Nuti.
Cinquecentomila euro l’investimento di Publicasa Spa per la ristrutturazione completa dell’edificio, dal quale sono stati ricavati i sei alloggi assegnabili (uno sarà a disposizione per usi sociali), di cui tre sono stati assegnati appunto questa mattina ad altrettante famiglie di Castelfiorentino.
Nel dettaglio, le famiglie assegnatarie sono così costituite: a una signora anziana (che vive da sola) è stato assegnato un bilocale di 36 mq; a una famiglia di tre persone (con un figlio minore) un bilocale di mq 43, e a una famiglia di quattro persone (genitori e due figli minori) un trilocale di mq 51. Tutti gli appartamenti hanno un posto auto. Gli altri tre alloggi, ancora da assegnare, sono tre bilocali:, due di mq 36 e uno di mq 43. Per questi, si conta di completare la procedura di assegnazione e di consegnare le chiavi entro la fine dell’estate.
“Oggi è un giorno felice per tre famiglie castellane – sottolinea il Sindaco, Alessio Falorni – ma lo è anche per me, perché abbiamo dato una risposta concreta a uno dei grandi problemi che purtroppo abbiamo in Italia, la carenza di abitazioni di edilizia residenziale pubblica per famiglie che si trovano in una situazione di grave disagio. Un investimento che presenta, dunque, una rilevanza sociale particolarmente significativa, e allo stesso tempo un intervento di riqualificazione urbana, grazie alla politica di recupero edilizio che abbiamo adottato e che ha sempre contraddistinto – del resto – anche le amministrazioni che mi hanno preceduto. Una scelta finalizzata a favorire l’integrazione nella comunità delle famiglie bisognose, in modo armonico, evitando di creare aree che poi magari finiscono per accentuare la tendenza all’emarginazione. La piccola comunità di Cambiano è una comunità forte, coesa, orgogliosa del suo impegno sociale, della sua sensibilità nei confronti delle persone che si trovano in una condizione di difficoltà. Per questo, sono certo che queste famiglie – e le altre a cui saranno assegnati i rimanenti alloggi nei prossimi mesi - si troveranno benissimo”.
“L'assegnazione di un alloggio a chi, per ragioni di diverso disagio sociale, non ce la fa ad accedere alla sua proprietà – sottolinea il Presidente di Publicasa Spa, Vincenzo Mollica - rappresenta un passaggio di enorme rilevanza, un momento di festa per chi lo riceve e per chi lo consegna. E' superfluo sottolineare la differenza sul piano dignitario tra chi dispone di un'abitazione nella quale custodire i propri valori essenziali, come la famiglia e i suoi beni materiali, e chi non ha uno spazio dove appoggiare la propria vita.
Un Paese che si prende cura di risolvere la difficoltà di queste persone, è un paese con elevato livello di civiltà, anche se alla casa devono poi aggiungersi tutti gli altri servizi che rendano la vita degna di essere vissuta.
Questo enorme carico sociale, poggia sulle spalle di tutti i cittadini e non potrebbe essere altrimenti per una equa distribuzione del carico ed anche perché insostenibile diversamente.
Purtroppo, la domanda di alloggi da parte di famiglie in difficoltà tende a crescere e non a diminuire. E questo pone una serie di quesiti ai quali urge offrire risposta, se non si vuole che il sistema ERP salti. Per costruire più case occorrono maggiori finanziamenti, senza i quali le case non si possono realizzare. Per manutendere gli alloggi locati, occorrono risorse economiche e con i canoni di locazione attuali è impensabile di poterne sostenere il mantenimento. La gestione del sistema è divenuto qualcosa di impegnativo e di complesso sotto il profilo della trasparenza degli atti e del rapporto con gli inquilini. Gli edifici ERP, rispetto a quelli dell'edilizia privata, aggiungono condizioni e regole, senza il rispetto delle quali, tutto diventa fluttuante col rischio di divenire ingovernabile. La società che gestisce il progetto la realizzazione la manutenzione e i servizi (nel nostro caso Publicasa), al momento della consegna ad opera dei Comuni, che rimangono proprietari degli alloggi, cerca di istruire gli inquilini, sulle responsabilità che accompagnano una consegna così importante e delicata, sulle regole che ne prescrivono il mantenimento o sui comportamenti nocivi che ne attivano la decadenza. Ma la società non è l'ufficio notarile che contabilizza la regolare copertura delle bollette. Cerca di essere uno sportello attivo di ascolto alle diverse esigenze e divergenze che possono insorgere all'interno di un condominio. Basta tutto questo per rendere questo sistema un sistema equilibrato e trasformarlo in un pezzo di tessuto urbano? Non basta. Per il motivo elementare che le persone che abitano l'ERP hanno già in ingresso problemi aggiuntivi rispetto alle altre persone : problemi economici, problemi di lavoro, di condivisione sociale, di religione, di comportamento. Tutto ciò rende questa realtà, un pezzo di mondo critico sul quale bisognerà porre molta attenzione, se si vuole evitare che il suo disagio si riversi sulla parte sana del sistema che ancora sostiene l'insieme.”

20/06/2018 12.46 Ufficio stampa Comune di Castelfiorentino
Comune di Montecatini Terme Viva Montecatini Terme
Venerdi 29 giugno 113° compleanno della citta’. Non la solita notte bianca. Spettacoli, concerti, mostre, giochi, divertimento e negozi aperti. Montecatini Terme festeggia con un grande evento la sua fondazione nel 1905 Il 29 Giugno del 1905 è la data storica della fondazione del comune di Montecatini Terme. Dal 2011, per volere dell'Amministrazione Comunale, in particolar modo dell'Assessorato alla Cultura, nasce l'idea di festeggiare il compleanno della città con una serata speciale dedicata all'arte, alla cultura, allo spettacolo, alla musica e allo shopping.

Per il quarto anno consecutivo la produzione dell'evento “Viva Montecatini Terme” è stato affidato dal Comune di Montecatini Terme all'agenzia di comunicazione KEY image+marketing di cui l'ideatore e direttore artistico della manifestazione, Matteo Del Rosso, è parte integrante.

Giunta alla ottava edizione l'evento si terrà Venerdì 29 Giugno dalle ore 19:00 alle 02:00 e come ogni anno, il percorso di festa senza sosta si svilupperà per le strade del centro di Montecatini e farà tappa in vari punti con spettacoli ed intrattenimenti, assieme all'apertura serale degli stabilimenti Termali, e dei negozi aperti del Centro Commerciale Naturale di Montecatini.

Ospite della manifestazione quest'anno sarà , il comico conduttore televisivo del famoso programma LE IENE, ANDREA AGRESTI con la partecipazione della 4 EVER BAND, che vanta i musicisti di Enrico Ruggieri,
pronti ad esibirsi in uno spettacolo coinvolgente e tutto da ballare.
Tanti spettacoli di Live Music sono previsti quest'anno in tutti i punti spettacolo , per far tornare protagonista la musica dal vivo in questa manifestazione.
Non mancherà sul finire la musica con i dj per ballare e divertirsi e festeggiare il compleanno della Città.

Questo il programma dettagliato dell'evento:
• Il palco principale (P.zza Del Popolo), cuore pulsante della manifestazione, ospiterà un programma ricco di perfomance. Si comincia alle ore 21:00 con il dj set di Andrea Leporatti, arricchito dalla performance live di Dottor Sax in "Dad e son". Presenta lo showman ed intrattenitore Lorenzo Meazzini e dalle ore 22 si esibiranno il duo MANEROS in una performance live coinvolgente.
Alle 23 è previsto il taglio della torta con le Autorità presenti per festeggiare il Compleanno di Montecatini e subito dopo comincerà lo spettacolo live dell'ospite ANDREA AGRESTI.
A seguire per concludere il ricco programma del Palco centrale ci sarà il DJ Enrico Tagliaferri con RADIO MITOLOGY 70-80 per farci ballare con la musica più bella di tutti i tempi.

• Il secondo palco (area pedonale Via Del Salsero angolo Corso Matteotti) ospiterà tante performance.
Si comincia alle ore 19 con il "Weight in Luctor" il peso degli atleti che si sfideranno il giorno successivo 30 Giungo nella manifestazione Luctor combattimenti di MMA in gabbia, che si svolgerà presso in Palavinci di Montecatini Terme.
Si continua con il live del duo MASCI & LELE per poi proseguire con il ritorno, dopo l'esibizione del primo anno della manifestazione, del gruppo live MOLECOLE D'AMORE, una band molto conosciuta per il suo repertorio beat italiano anni 60 italiano. A seguire si balla con i Dj di EXIST
Raffaele Porrino e Samy dalle ore 23 e "dulcis in fondo" il dj set di Emiliano Marchini fino alle ore 2:00.

• Il terzo palco (Corso Roma angolo Via Balducci) ospiterà il live della band rock fiorentina "DOCTOR JACK" dalle ore 21.30 ed a seguire i Dj dello staff RELOAD che si esibiranno in musica reggaeton e commerciale.
• Un quarto punto spettacolo sarà in Viale Verdi davanti al Comune, con l'esibizione delle scuola di danza Energy Latin Dance con il coinvolgimento del pubblico in balli di gruppo dalle ore 21:00 alle 23:00.
Il Palazzo Comunale sarà aperto straordinariamente ad ad ingresso libero dalle 21:00 alle 23:00 per visitare il M.O.C.A Montecatini Terme Contemporary Art. che ospiterà la mostra "Geniale".

• Su Viale Verdi sarà presente anche in questa edizione un mercatino a cura del Sig. Riccardo Morgillo di Mercatini in Toscana.

• Nel Loggiato delle Terme Excelsior dalle ore 21:00 si esibirà in concerto la Montecatini City Band..

Una serata ricca di eventi e spettacoli, arricchita dall'apertura serale dei negozi per uno shopping notturno in tutto il centro commerciale naturale.

20/06/2018 13.25 Comune di Montecatini Terme
Comune di Empoli Empoli. Stenio Ciurli va in pensione, dai banchi dell’asilo all’archivio del settore edilizia
Il sindaco Brenda Barnini lo ha salutato. Grande appassionato di podismo
Stenio Ciurli va in pensione. Un altro dipendente del Comune di Empoli lascia il palazzo comunale di Via del Papa dopo 43 anni, un mese e 10 giorni di lavoro. Di occupazioni Stenio ne ha davvero tante alle spalle: metalmeccanico a 15 anni, è comunque riuscito a prendere il diploma magistrale e ha fatto il maestro alla scuola materna, poi ha vinto un concorso in Prefettura a Firenze e lì ha svolto il ruolo di impiegato, cosa che ha fatto anche nel Comune di Empoli dal 2000 fino a qualche settimana fa.

Per 10 anni è stato dipendente e ha lavorato all’ufficio Invalidi Civili, quindi il passaggio all’edilizia dove si è occupato dell’importante archivio delle pratiche.

Fra le sue passioni il podismo: da 35 anni corre e è un componente dello staff organizzativo della Podistica Empolese. Non solo è lui a essere stato la prima guida, durante le gare, di Niccolò Zeppi, presidente della Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Firenze.

Adesso si dedicherà di più anche alla famiglia, è sposato con Rosa e ha due figli: Daniele e Clara. Stenio Ciurli ha salutato nei giorni scorsi anche Brenda Barnini. A lui, da parte del sindaco, della giunta e da tutto il personale dell’amministrazione comunale è arrivato un caloroso saluto
20/06/2018 11.28 Comune di Empoli
Regione Toscana Convegni in Consiglio Regionale
Da giovedì 21 a venerdì 22 giugno a palazzo Bastogi si parlerà della violenza sulle donne (alle 9) e all’Auditorium dei cambiamenti dei consumi nella crisi (9.30). Venerdì 22 a palazzo Bastogi presentazione del progetto di restauro dei Bagni di Petriolo e all’Auditorium convegno sul rapporto tra carcere e volontariato (alle 15) Donne e violenza, carcere e volontariato, consumi in tempo di crisi e il restauro dei Bagni di Petriolo. Questi gli argomenti dei quattro convegni che si terranno tra domani e venerdì in Consiglio regionale. Ad aprire le due giornate di eventi sarà l’appuntamento “La violenza non è uno sport ”, il 21 giugno alle 9 nella sala delle Feste a palazzo Bastogi (via Cavour 18). Dopo i saluti del presidente dell’assemblea toscana Eugenio Giani, interverrà la presidente della commissione regionale Pari opportunità Rosanna Pugnalini.

Sempre giovedì alle 9.30, in auditorium Spadolini (via Cavour 4) avrà luogo il convegno “Cambiamenti dei consumi e stili di vita nella crisi”. Ad iniziare i lavori sarà il presidente Giani, seguito dal presidente di Federconsumatori Toscana, Fulvio Farnesi.

Venerdì 22 giugno alle 11, nella sala Collezioni, a palazzo Bastogi sarà la volta del convegno “La rinascita dei Bagni di Petriolo”, l’occasione per presentare il progetto di restauro e valorizzazione, in partnership pubblico e privato, del complesso medioevale in provincia di Siena. Intervengono il presidente Giani, la vicepresidente della Regione Monica Barni e Stefano Bertocci dell’Università di Firenze.

Sempre venerdì alle 15 in auditorium l’appuntamento è con la giornata seminariale “Carcere e terzo settore: dalla rete virtuale alla rete territoriale”, finalizzata a riflettere sul ruolo e l’impegno di tutti quei soggetti che in Toscana operano negli istituti penitenziari e promuovono percorsi di reinserimento delle persone detenute, sottoposte a misure alternative o ex detenute. Nell’ambito dell‘incontro sarà presentata la ricerca con la quale sono stati censiti i soggetti attivi in Toscana e analizzati progetti e interventi sviluppati. Le conclusioni sono affidate al Garante regionale dei diritti dei detenuti, Franco Corleone.
20/06/2018 12.26 Regione Toscana
Comune di Figline e Incisa Valdarno Figline Incisa. Costruire giochi in legno: ultimo laboratorio al Giardino
Sabato 23 giugno l’Associazione del Buon Sollazzo accoglierà grandi e piccini dalle 15,30 Sabato 23 giugno, al centro sociale Il Giardino (giardini Dalla Chiesa di Figline, in orario 15,30 -18,30), si terrà l’ultimo dei laboratori dal titolo “Geppetto e Pinocchio: genitori, bambini e giochi in legno”. Si tratta di un totale di quattro incontri dedicati a grandi e piccini e organizzati dalle associazioni Il Giardino, Uisp Valdarno, Anelli mancanti Valdarno, Ciclofficina e Ingegneria del Buon sollazzo. A curare i singoli incontri è proprio l’associazione culturale Ingegneria del Buon sollazzo, che realizza giochi in legno con materiali di scarto e che promuove la socializzazione e l’integrazione sociale.

Lo scopo di questo ciclo di appuntamenti è quello di intrattenere i partecipanti, facendo loro riscoprire i giochi tradizionali e favorendo le relazioni, anche tra persone di diverse fasce d’età. Inoltre, l’associazione promuove l’uso dei giochi in legno, nell’ottica di evitare l’abuso di quelli elettronici e di contrastare le ludopatie.

Tutti i laboratori sono gratuiti ma, per accedere agli spazi, sarà necessario richiedere la tessera associativa (costo annuale della tessera: 5 euro). L’accesso ai minori, invece, è consentito solo se accompagnati da un adulto.

Per ulteriori chiarimenti è possibile rivolgersi all’associazione Il Giardino scrivendo a giardinossociazione@alice.it, chiamando i numeri 055.9152063 oppure 333.8970929 oppure consultando il sito www.associazioneilgiardino.it.
20/06/2018 10.48 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Comune di Castelfiorentino Castelfiorentino: Scuola di Musica, un 2017-2018 da incorniciare! E già si guarda al futuro
Successo dei progetti realizzati durante l’anno scolastico insieme a centinaia di alunni e studenti.
Decine le rassegne e le iniziative a cui la scuola di musica ha partecipato. Le prospettive future.
Tempo di bilanci per la Scuola di Musica di Castelfiorentino, la cui gestione è attualmente affidata all’associazione Orpheus. Il suo direttore, Stefano Mangini, fa un lungo respiro prima di elencare – una per una – le iniziative, i corsi, i progetti in cui essa ha svolto un ruolo di primo piano durante l’anno scolastico appena concluso: dalla partecipazione agli eventi organizzati nel territorio ai progetti di educazione musicale, realizzati insieme a centinaia di alunni e studenti delle scuole di Castelfiorentino.
“Al progetto “Cantiamo la Traviata” – sottolinea Stefano Mangini – hanno partecipato ben trecentocinquanta alunni delle scuole elementari, e si è concluso con un saggio finale nel cortile della scuola Tilli che ha riscosso un grande successo. Per noi, è stato il coronamento di un percorso, che quest’anno ci ha visti impegnati su più fronti: dai corsi di strumento e canto, la nostra attività tradizionale, alla partecipazione – pressoché costante – alle rassegne e alle iniziative che hanno richiesto la nostra presenza, come il “Settembre musicale castellano”, le “Melodie nella Marca”, la rassegna della Lirica, “Note di wine”, la Maratona di Lettura, il Premio Mazzini, la Giornata contro la violenza sulle donne, l’inaugurazione del parco della Pieve, dell’Ostello, e così via..”
“Numerosi – prosegue Mangini - anche i progetti realizzati in collaborazione con le scuole. Oltre a quello dedicato a La Traviata (350 alunni), desidero ricordare il progetto “A scuola con il clarinetto” (26 alunni delle elementari) il progetto “Risvegli”, Archi e Ottoni (54 alunni delle medie), il “Natale… che banda” (oltre 500 alunni delle elementari), la Bandina (40 alunni delle elementari), la propedeutica musicale con i bambini (un centinaio i partecipanti).”
“Per quanto riguarda i corsi di strumento e canto – prosegue Mangini – abbiamo avuto 140 iscritti, a conferma dell’insostituibile apporto della nostra scuola per la diffusione della cultura musicale in tutte le fasce di età. A settembre rinnoveremo inoltre la promozione e presenteremo i nuovi corsi attraverso un open day e un flash mob”.
“Fra i progetti che porteremo avanti nei prossimi mesi - sottolinea Mangini - figura la partecipazione attiva della Scuola di Musica alle celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra, in collaborazione con il Comune, la realizzazione del “Barbiere di Siviglia” con le scuole elementari e un Coro Gospel all’Enriques”.
“Ogni volta che cominciamo qualcosa di nuovo – conclude Mangini – è sempre una sfida. Ma l’accettiamo con entusiasmo e la consapevolezza di poter condividere in modo costruttivo la nostra passione all’interno della comunità. I bambini, i loro genitori, gli insegnanti, le istituzioni, non mancano mai di farci sentire il loro apprezzamento, il loro affetto. E vi posso assicurare che non c’è gratificazione più bella”.

20/06/2018 9.41 Ufficio stampa Comune di Castelfiorentino
Comune di Firenze A luglio la targatura delle bici va in trasferta nei quartieri
In calendario 15 appuntamenti. Già in programma ulteriori iniziative a settembre nell’ambito delle feste dello sport Prosegue la targatura delle biciclette a cura dell’Ufficio Città Sicura. Nel mese di luglio, insieme ai Quartieri, è stato predisposto un ricco programma di appuntamenti per i cittadini. Complessivamente si tratta di 15 occasioni, tre per ogni quartiere, in orario 9-12.30. Ai residenti del Comune di Firenze che si presenteranno con la bicicletta munita di luci di sicurezza, campanello e freni funzionanti verrà consegnato un adesivo indelebile “Easy Tag” e un libretto per l’iscrizione al Registro Italiano Bici. Oltre all’effetto deterrente, in caso di furto basta una segnalazione al registro e quando la bicicletta viene ritrovata il legittimo proprietario viene avvisato. È utile anche per controllare, al momento dell’acquisto, se il mezzo è già inserito nell’elenco di quelle scomparse o rubate. La targatura delle bicicletta fa parte del progetto “Lamìbici”, elaborato dall’Amministrazione con l’obiettivo di contrastare il fenomeno dei furti di biciclette. Ad oggi sono circa 1.300 le bici già “targate”.

“Si tratta infatti di un’ottima idea per prevenire i furti e, quindi, incentivare un mezzo di trasporto ecologico – sottolinea l’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi –. Molti fiorentini rinunciano per il timore di vedersi soffiare la bici sotto il naso e questo sistema funziona come deterrente per i malintenzionati: le bici targate infatti vengono rubate meno. Con queste iniziative estive puntiamo ad ampliare ancora il numero dei mezzi targati e, sempre in quest’ottica, abbiamo deciso in autunno di rendere questo appuntamento permanente: in ogni quartiere ci sarà un giorno e un orario in cui si potrà targare la bici”.

Tornando agli appuntamenti si inizia al Quartiere 1 (2 e 3 luglio in piazza Santa Croce mentre il 18 luglio nel parco delle Cascine, alle Pavoniere); poi il Quartiere 5 (sempre in via Baracca 150/P nei giorni 5, 6 e 23 luglio). A seguire si sposteranno al Quartiere 2 (piazza Alberti 1/A il 9, 10 e 19 luglio), nel Quartiere 3 (in via Tagliamento 4 l’11, 12 e 24 luglio) per chiudere al Quartiere 4 (ub via delle Torri 23 il 16, 17 e 20 luglio).

A settembre sono previsti appuntamenti per la targatura nell’ambito delle feste dello sport dei vari quartieri mentre da ottobre sarà predisposto un appuntamento fisso mensile per ogni quartiere.

Volantino: https://www.comune.fi.it/sites/www.comune.fi.it/files/2018-06/VOLANTINO%20LUGLIO%202018.pdf
19/06/2018 17.20 Comune di Firenze
Asl Toscana Centro Con “Vivo e non fumo” l’arte e la fantasia di 300 studenti del Mugello per dire no al tabagismo
Un progetto del SerD Mugello Circa 300 studenti di 12 classi seconde delle scuole secondarie di primo grado di Barberino (5 classi), Borgo San Lorenzo (4 classi) e Vicchio (3 classi) nel Mugello, sono stati coinvolti nell’anno scolastico appena terminato in un progetto di contrasto al tabagismo, “Vivo e non fumo” promosso dal SerD del Mugello in collaborazione con il Centro Antifumo di Borgo San Lorenzo e gli operatori di “Officine di strada”. L'alleanza con la scuola rappresenta un elemento fondamentale per lo sviluppo di azioni di promozione della salute, rivolte alla popolazione giovanile la cui partecipazione attiva è strategica per prendere consapevolezza dei comportamenti corretti di contrasto al tabagismo. I ragazzi hanno utilizzato diverse modalità per promuovere il tema, con grande fantasia.

Le classi 2A, 2D, 2C e 2F della Scuola Secondaria di I grado “Giovanni della Casa” di Borgo San Lorenzo hanno partecipato alla manifestazione “Vivi lo sport”, allestendo uno stand sul tema della lotta al tabagismo, distribuendo volantini, facendo interviste e anche esibendosi con una canzone Rap scritta per l’occasione. Alcuni di loro hanno costruito anche un videogioco sul tema del contrasto al tabagismo.

Da Borgo San Lorenzo a Barberino: le classi 2A, 2B, 2C, 2D della scuola secondaria di I grado “Lorenzo de' Medici” di Barberino, hanno portato avanti anche una campagna di sensibilizzazione rivolta a tutti gli studenti delle classi seconde e terze, utilizzando video, cartelloni, riproduzioni tridimensionali e anche mettendo in campo la scrittura di un fumetto. Non è mancata nemmeno in questo caso la canzone Rap accompagnata questa volta da una coreografia di danza.
20/06/2018 11.24 Asl Toscana Centro
Comune di Bagno a Ripoli Bagno a Ripoli - Modifiche viabilità per lavori Publiacqua
Via Terzano e Via Piero Calamandrei L'amministrazione comunale di Bagno a Ripoli comunica le seguenti modifiche alla viabilità per consentire lavori di urgenza da parte di Publiacqua.
Via di Terzano sarà chiusa nel tratto compreso tra l'intersezione con via Roma e il numero civico 6 dalle ore 9 del 21 giugno alle 18 del 22 giugno in orario 00-24. Viabilità alternativa: via Bigallo e Apparita e via della Bascula.
Via Piero Calamandrei all'altezza del numero civico 12 sarà chiusa da oggi a domani, giovedì 21 giugno, dalle ore 8.30 alle 12 e dalle ore 13.30 alle 17.
20/06/2018 12.56 Comune di Bagno a Ripoli

 
 




Vai al contenuto