Login

MET

Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze


IN PRIMO PIANO....

Comune di Firenze Il 2 giugno Palazzo Vecchio, museo Novecento e museo Bardini riaprono al pubblico
Dal 1° giugno al via le prenotazioni online I musei civici fiorentini aprono di nuovo al pubblico dopo il lockdown. Si parte con Palazzo Vecchio, Museo Stefano Bardini e Museo Novecento, nei giorni di sabato, domenica e lunedì da sabato 6 giugno, con orario 15.00-20.00 (ultimo ingresso ore 19.00).

Per la Festa della Repubblica, martedì 2 giugno, è previsto un giorno di preview straordinaria sempre dalle 15.00 alle 20.00 nei tre musei coinvolti.

Per quanto riguarda Palazzo Vecchio saranno visitabili i Quartieri Monumentali e la mostra “Gli Arazzi Medicei” nella Sala dei Duecento, mentre per adesso saranno esclusi dal percorso museale il Camminamento di Ronda, la Torre di Arnolfo e gli scavi archeologici.

Al Museo Novecento saranno visitabili sia la Collezione Permanente che tutte le mostre temporanee dedicate a Allan Kaprow, Fabio Mauri, Elena Mazzi, Emanuele Becheri e Michele De Lucchi.

Al Museo Stefano Bardini inaugura anche la mostra dedicata a Kevin Francis Gray, curata da Antonella Nesi e dedicata all’artista di origini irlandesi, promossa dal Comune di Firenze e organizzata da MUS.E in collaborazione con Eduardo Secci Contemporary e grazie al supporto di Moaconcept. Il profondo legame che sussiste tra le sculture di Kevin Francis Gray e il territorio toscano è testimoniato dai lunghi anni di collaborazione tra l’artista e gli studi di lavorazione dei marmi di Pietrasanta. Nelle sale del Museo saranno allestiti oltre venti lavori realizzati con diversi tipi di marmo: statuario, di Carrara, bardiglio, marquina oltre ad un’opera in bronzo.

Gli ingressi saranno contingentati a seconda del percorso museale. Per l’accesso è necessario provvedere all’acquisto dei biglietti on line, con prenotazione obbligatoria sul portale http://bigliettimusei.comune.fi.it/ a partire da domani, domenica 31 maggio.

La prenotazione online è obbligatoria anche per chi ha diritto a riduzioni o entrata gratuita e per i piccoli gruppi accompagnati da guide turistiche.

Una volta completato l’acquisto è sufficiente stampare la ricevuta e/o conservare l’email di conferma dell’avvenuta transazione e presentarla all’ingresso del museo scelto. Questa modalità permette di evitare code in biglietteria e riduce gli affollamenti nelle sale, grazie all’assegnazione della fascia oraria in cui accedere al museo.

Resta valida la Card del fiorentino (10 euro con validità un anno) ma anche con questa serve la prenotazione online: le persone che l'avevano acquistata prima del lockdown possono passare a ritirarla nei tre musei previa prenotazione (al numero 055 2768224 o scrivendo a info@muse.comune.fi.it da lunedì 1 giugno). Chi la volesse acquistare lo può fare recandosi direttamente nelle biglietterie dei tre musei sopra indicati, previa prenotazione (al numero 055 2768224 o scrivendo a info@muse.comune.fi.it da lunedì 1 giugno).

I musei riapriranno in assoluta sicurezza. Per farlo il Comune ha adeguato e attrezzato tutti gli spazi acquisendo i dispositivi di sicurezza, i beni e servizi necessari a garanzia della tutela della salute dei visitatori e degli operatori, e viene garantita un’azione regolare e ripetuta di sanificazione degli spazi. Sono inoltre stati approntati protocolli specifici e dettagliati per consentire un accesso sicuro e una visita pienamente soddisfacente per gli utenti con rilevazione della temperatura corporea all’ingresso del percorso, obbligo dell’uso delle mascherine, mantenimento della distanza di sicurezza, accesso ai percorsi museali contingentato.

Per accogliere nel modo migliore i visitatori all'interno di ogni museo sarà presente all'inizio del percorso un mediatore culturale MUS.E a disposizione del pubblico per una presentazione di alta qualità come introduzione alla visita del museo, in forma totalmente gratuita. Contemporaneamente proseguiranno tutte le attività online organizzate da MUS.E in questo periodo di lockdown come le visite guidate su Zoom per continuare a raccontare, anche virtualmente, il grande patrimonio civico della città per tutte quelle persone che ancora non potranno tornare a visitare di persona i musei.
30/05/2020 12.19 Comune di Firenze
Regione Toscana Centri estivi e spiagge libere, la Regione fisse la regole e Rossi firma una nuova ordinanza
La mascherina si potrà non indossare stesi in spiaggia. Tra un ombrellone e l’altro piantato in terra ci dovranno essere minimo quattro metri. Non si potrà giocare a pallone e sport di gruppo, sì a racchettoni e sport individuali Centri estivi al via dal 15 giugno: fissate procedure e linee guida. E regole, valide in questo caso da subito, anche per le spiagge libere, che con le temperature che iniziano ad alzarsi saranno nelle prossime settimane probabilmente sempre più frequentate. Il presidente della Toscana Enrico Rossi ha firmato una nuova ordinanza anti-covid, per svolgere tutte queste attività limitando al massimo i rischi di contagio. Le misure sono il frutto di incontri che si sono susseguiti in questi giorni tra la giunta, i responsabili degli uffici regionali e Anci Toscana, l’associazione dei Comuni.

Si torna al mare, ecco cosa sarà permesso
Sulle spiagge la Regione aveva già definito nei giorni scorsi le linee guida per gli stabilimenti balneari e quelle per le aree non attrezzate non sono molto diverse. Dovrà essere rispettata la distanza, sempre, di un metro tra le persone (eccetto che per i conviventi), ma si continua a raccomandare almeno un metro e ottanta. La mascherina, che si potrà non indossare stesi in spiaggia, dovrà essere a portata di mano laddove si presentassero situazioni in cui fosse impossibile stare ad almeno un metro. Tra un ombrellone e l’altro piantato in terra (o qualsiasi altro sistema di ombreggio) ci dovranno essere minimo quattro metri e un metro e mezzo tra lettini, sedie e sdrai. Non si potrà giocare a pallone né essere impegnati in altre attività ludiche e sportive di gruppo che possano dar luogo ad assembramenti: nessun problema invece per racchettoni, surf, windsurf, kitesurf e tutti gli sport individuali. Per evitare assembra menti e aiutare il distanziamento tra le persone i Comuni potranno a loro volta fissare ulteriori regole per l’accesso in spiaggia.

Centri estivi, regole certe
Per i centri estivi per bambini con più di tre anni e per adolescenti le linee guida di riferimento rimangono quelle nazionali, definite con il decreto del presidente del consiglio del 17 maggio. La Regione - che già ai primi del mese aveva destinato 2 milioni di euro ai Comuni per la loro progettazione, la prima a farlo con risorse già disponibili (ancora prima di quelle che arriveranno dallo Stato) - ha definito adesso la procedura per autorizzare i centri estivi.

L’avvio delle attività dovrà essere comunicata all’amministrazione comunale attraverso la piattaforma Suap. Un esempio di modulo, una sorta di schema-tipo, da presentare (anche on line) è stato allegato all’ordinanza e, nel farlo, chi propone un progetto sottoscrive anche l’impegno a rispettare tutta una serie di comportamenti, regole ed accorgimenti, che vanno dal controllo della temperatura e dello stato di salute dei frequentatori ogni mattina al rispetto di un rapporto numerico minimo tra operatori e bambini (graduato a seconda dell’età) fino alla previsione di supplenti ‘in panchina’ da chiamare in campo laddove un operatore fosse momentaneamente indisponibile. Le attività dovranno essere organizzate in piccoli gruppi , garantendo la distanza di almeno un metro (ma è raccomandato come sempre il metro e ottanta) e l’invito è a privilegiare le aree all’aperto con presenza di zone ombreggiate. Se fossero previsti pasti, posate e bicchieri non potranno essere condivisi. Gel o acqua e sapone non dovranno mai mancare. Se possibile, i percorsi di ingresso e di uscita dovranno essere separati. Al rispetto delle regole sono naturalmente tenuti anche i Comuni, laddove organizzino direttamente i centri estivi. Sul rispetto poi delle misure più generali per il contenimento della diffusione del contagio da Covid-19 i gestori, siano essi pubblici o privati, firmeranno un patto di corresponsabilità con le famiglie, perché è evidente che, per la sicurezza di tutti, ognuno dovrà fare la propria parte.
30/05/2020 19.01 Regione Toscana
Regione Toscana Mascherine: 55 milioni già distribuiti in Toscana
Dal 31 maggio stop alle farmacie, in arrivo nuove modalità Con domenica 31 maggio terminerà la distribuzione gratuita delle mascherine ai cittadini toscani tramite la farmacie convenzionate. Sono 55 milioni quelle distribuite fino ad oggi, di cui 43 milioni attraverso le farmacie, 4 milioni tramite la grande distribuzione e 8 milioni direttamente dai Comuni.

"Un quantitativo davvero imponente - sottolinea il presidente della Regione Enrico Rossi - che credo sia stato un valido aiuto per la tutela della salute e un utile supporto ai cittadini toscani impegnati nello sforzo collettivo per contenere la circolazione del virus. Ma se la distribuzione attraverso le farmacie termina con il mese di maggio, l'impegno per fare avere a tutti questi preziosi dispositivi di protezione continuerà con altre modalità, che stiamo definendo e che verranno presto annunciate. Un doveroso ringraziamento va ai farmacisti e agli altri soggetti, dalla grande distribuzione al personale dei Comuni, che hanno reso possibile un accesso di massa a questo strumento. Un grazie anche alle toscane e ai toscani che hanno collaborato in modo disciplinato e respons abile e che, sono sicuro, continueranno a farlo".
30/05/2020 12.39 Regione Toscana
Regione Toscana Coronavirus, in Toscana 12 nuovi casi, 6 decessi e 95 guarigioni
4 di questi nuovi casi provengono dalla campagna di test sierologici In Toscana sono 10.100 i casi di positività al Coronavirus, 12 in più rispetto a ieri; 4 di questi nuovi casi provengono dalla campagna di test sierologici avviata da Regione alla fine di aprile. I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 1,2% e raggiungono quota 7.897 (il 78,2% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 249.441, 3.389 in più rispetto a ieri, quelli analizzati oggi sono 3.243. Gli attualmente positivi sono oggi 1.166, -7,1% rispetto a ieri. Si registrano 6 nuovi decessi: 5 uomini e 1 donna, con un’età media di 83,3 anni.

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi). Sono 3.464 i casi complessivi ad oggi a Firenze (6 in più rispetto a ieri), 564 a Prato, 675 a Pistoia (1 in più), 1.049 a Massa Carrara (3 in più), 1.361 a Lucca, 892 a Pisa (1 in più), 556 a Livorno (1 in più), 676 ad Arezzo, 438 a Siena, 425 a Grosseto.

Sono 7 in più, quindi, i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 5 nella Nord Ovest, 0 nella Sud est.
La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi, con circa 271 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 385 x100.000, dato di ieri).

Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 538 casi x100.000 abitanti, Lucca con 351, Firenze con 343, la più bassa Siena con 164.

Complessivamente, 1.033 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (meno 80 rispetto a ieri, meno 7,2%).
Sono 6.312 (meno 200 rispetto a ieri, meno 3,1%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 3.106, Nord Ovest 3.006, Sud Est 200).

Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID che oggi sono complessivamente 133, ovvero 9 in meno di ieri (meno 6,3%) di cui 27 in terapia intensiva (4 in meno rispetto a ieri, meno 12,9%). È il punto più basso dal 9 marzo 2020 per le terapie intensive. È il punto più basso raggiunto dal 10 marzo 2020 per i ricoveri totali.

Le persone complessivamente guarite salgono a 7.897 (più 95 rispetto a ieri, più 1,2%): 1.157 persone “clinicamente guarite” (meno 43 rispetto a ieri, meno 3,6%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 6.740 (più 138 rispetto a ieri, più 2,1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.
Come detto, si registrano 6 nuovi decessi: 5 uomini e 1 donna, con un’età media di 83,3 anni.
Relativamente alla provincia di notifica, le persone decedute sono: 2 a Firenze, 1 a Prato, 1 a Pistoia, 1 a Massa Carrara, 1 a Arezzo.
Sono 1.037 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 382 a Firenze, 47 a Prato, 80 a Pistoia, 145 a Massa Carrara, 135 a Lucca, 85 a Pisa, 58 a Livorno, 46 ad Arezzo, 30 a Siena, 21 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.
Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 27,8 x100.000 residenti contro il 55,1 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (74,4 x100.000), Firenze (37,8 x100.000) e Lucca (34,8 x100.000), il più basso a Grosseto (9,5 x100.000).

I dati riportati in questo comunicato sono stati elaborati dall'Agenzia regionale di sanità e dall'Unità di crisi Coronavirus.
30/05/2020 19.05 Regione Toscana
Musei Statali Inaugurato venerdì 29 maggio il nuovo impianto di areazione della Galleria dell’Accademia di Firenze
Martedì 2 giugno la riapertura al pubblico Sono stati conclusi finalmente i lavori all’impianto di areazione della Galleria dell’Accademia di Firenze. E, venerdì 29 maggio, come da programma stabilito, nonostante le difficoltà causate dalle restrizione dovute al Covid-19, si è provveduto con successo al collaudo della nuova macchina. Contraddistinta da altissime prestazioni in termini di efficienza, rendimento e risparmio energetico, la nuova macchina fornirà agli ambienti museali il microclima idoneo alla conservazione delle opere d’arte, nonché livelli di ricambio d’aria ottimali per la salute e sicurezza degli utenti.

Martedi 2 giugno, Festa della Repubblica Italiana, la Galleria dell’Accademia riaprirà ufficialmente i propri battenti. Alle ore 11.30, il Direttore Cecilie Hollberg e il Sindaco di Firenze Dario Nardella saranno presenti per un breve saluto al pubblico.

Il Museo si presenterà con un nuovo percorso unidirezionale, con un nuovo ingresso e nuove uscite per consentire una visita in piena sicurezza secondo le disposizioni ministeriali.

Importante novità è la diminuzione del costo del biglietto intero da € 12,00 a € 8,00, ferme restando le gratuita` di legge e le riduzioni già in atto. Prenotazione consigliata (€ 4,00) tramite Firenze Musei, tel. +39 055 294883, oppure acquistando il biglietto tramite la piattaforma B-Ticket: http://www.galleriaaccademiafirenze.beniculturali.it/galleria/1/visita/

Sarà possibile scaricare gratuitamente un’applicazione, “The Right Distance”, realizzata da Opera Laboratori fiorentini, basata sulla tecnologia bluetooth sia per iOS che per Android. Questa app rende lo smartphone del visitatore uno strumento per la sicurezza, poiché lo avverte vibrando quando la distanza con gli altri turisti scende sotto la soglia impostata.

Ricordiamo che l’orario di apertura al pubblico per questa fase sarà il seguente:

Dal martedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 14.00

Il sabato e la domenica, dalle 9.00 alle 18.00.

Lunedì chiuso.

L'ultimo ingresso consentito sarà 30 minuti prima della chiusura.

È raccomandata la prenotazione.


In questo primo periodo, al fine di monitorare la corretta distribuzione dei visitatori all’interno del museo, ne potranno essere presenti massimo 50 auspicabilmente innalzabili a 80, verificata la sicurezza dei visitatori. Non saranno ammessi gruppi.

Per garantire un percorso in sicurezza, a senso unico, alcune sale come quella degli strumenti musicali, le sale laterali del 200 e del 300, compreso il primo piano, rimarranno temporaneamente chiuse.
30/05/2020 12.40 Musei Statali
Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana Il Chiostro - Dialoghi sulla Repubblica
Fondazione Toscana Spettacolo e Fondazione Sistema Toscana presentano il video-racconto con Sandro Lombardi e Gaia Nanni realizzato per la Festa della Repubblica Il 2 giugno del 1946 l’Italia, uscita dalla guerra, andava a votare per il referendum istituzionale, gettando le basi per il suo futuro. Oggi, a 74 anni di distanza, la Festa della Repubblica arriva mentre il Paese prova a rialzarsi dalla pandemia e da un lungo lock-down, che ha colpito duramente tutti i settori, mettendo in ginocchio anche tutto il mondo dello spettacolo. Per questo Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Fondazione Sistema Toscana hanno voluto realizzare insieme un video-racconto teatrale, che sarà trasmesso dal 2 giugno su intoscana.it - il portale ufficiale della Toscana, e da numerose tv regionali. Sandro Lombardi e Gaia Nanni sono i protagonisti di un percorso diretto dal regista Tobia Pescia e interamente girato nel Chiostro di S. Apollonia a Firenze, nello storico complesso dove hanno sede le due fondazioni.

Al centro del lavoro intitolato “Il Chiostro, Dialoghi sulla Repubblica”, i valori della Costituzione che riguardano la cultura, l’arte e la conoscenza, in relazione alla libertà e alla socialità. Da qui si apre un percorso scandito da frammenti poetici, letterari e giornalistici. Ci sono brani di autori come Salvatore Quasimodo, Mario Luzi, Fernando Pessoa e Patrizia Cavalli. E non mancano le voci dei nostri Padri Costituenti, come Giorgio La Pira e Pietro Calamandrei, che oggi risuonano più attuali che mai. Da quei loro articoli è nata un’attenzione forte anche ai temi della cultura, sui quali si è poggiato il nostro ordinamento giuridico. E hanno posto la parola fine alla pena di morte, abolita per la prima volta al mondo in Toscana nel 1786. La sceneggiatura, scritta da Gherardo Vitali Rosati, ci riporta a quel 2 giugno del 1946, giorno del voto e della rinascita, per poi proseguire, sostenuta dai grandi autori citati, verso il futuro, con impliciti rimandi anche ai nostri giorni. I due attori si muovono all’interno del chiostro, prezioso monumento ma anche testimonianza vivente, con i suoi graffiti, dei tanti movimenti studenteschi che da lì sono transitati (basti pensare alle tracce dei greci scappati alla dittatura dei colonnelli e venuti qui alla fine degli anni Sessanta), che ancora oggi rappresenta un presidio culturale regionale.

“Sono lieta di questo progetto di collaborazione tra due fondazioni regionali – dichiaraMonica Barni, vicepresidente della Regione Toscana - due pilastri per tutto ciò che riguarda la cultura, lo spettacolo e il cinema. E sono ancora più lieta che sia stato scelto come palcoscenico di questo percorso il Chiostro di Sant’Apollonia, sede delle due fondazioni, uno spazio recentemente acquisito dalla Regione con l’obiettivo di creare un laboratorio di cultura e creatività dedicato ai giovani”. “Il 2 giugno – continua la vicepresidente – arriva al termine di un periodo di crisi e di chiusura. Celebrarlo ricordando i valori della Costituzione della nostra Repubblica e la nostra democrazia è il miglior auspicio per tornare a progettare il nostro futuro”.

“Questo lavoro combina i linguaggi del teatro e del cinema – dice Beatrice Magnolfi, presidente della Fondazione Toscana Spettacolo – gli attori hanno lavorato finalmente insieme, e non sono dovuti rimanere nelle proprie case come è avvenuto nei mesi scorsi. È quindi un primo passo verso la prossima riapertura dei nostri uffici, che si affacciano sul chiostro dove è stato girato il video-racconto, ma soprattutto dei teatri, che torneranno ad accogliere gli spettatori già fra poche settimane, dopo un distacco forzato da cui adesso iniziamo ad uscire”.

“La nostra Fondazione – afferma Iacopo Di Passio, presidente di Fondazione Sistema Toscana – rappresenta il braccio operativo della Regione per la comunicazione digitale integrata al servizio della collettività. Dopo aver collaborato al successo dell’opera di Stefano Massini “Sul lavoro fondata” andata in onda su Rai5 il Primo maggio scorso, Sistema Toscana conferma il suo impegno come centro di produzione multimediale con questo video-racconto dedicato alla Festa della Repubblica realizzato insieme agli amici di Fondazione Toscana Spettacolo. C’è l’intero Paese e la sua rinascita in questo lavoro ma anche tanta Toscana, terra che è il “lievito madre” della cultura, delle arti, delle comunità organizzate nella libertà”.

Il progetto è nato da un’idea di Patrizia Coletta, direttore della Fondazione Toscana Spettacolo onlus: “Quest’anno – spiega – la Festa della Repubblica coincide con il graduale miglioramento dell’emergenza epidemiologica che consente anche all’arte performativa di ricominciare ad esprimersi dal vivo. Con questo video-racconto celebriamo la riapertura delle nostre attività, che si fondano su quei valori espressi dalla Costituzione”.

"Si celebra un atto di nascita, un giorno di festa. La Toscana, terra dei Comuni e delle libertà repubblicane, fu una delle regioni che contribuì in modo decisivo alla vittoria della Repubblica. Anche per questo dedichiamo con orgoglio questo racconto al 2 giugno, la giornata più luminosa della storia d’Italia”, dichiara Paolo Chiappini, direttore di Fondazione Sistema Toscana.

Il Chiostro segna quindi anche l’inizio della riapertura, che sarà possibile anche per lo spettacolo dal vivo. Si apriranno a breve la Versiliana dei piccoli,Teatri di Confine, a Pistoia, Aurora d’Estate, a Scandicci, e poi il Chianti festival, Massa estiva, il Festival delle musiche e l’estate di Monteriggioni. Fra gli ospiti si segnala l’Orchestra Regionale della Toscana, Bobo Rondelli, il Sotterraneo, Mario Pirovano, Daniela Morozzi e Francesca Reggiani. E si arricchisce anche l’offerta digitale di Play Fts, con la nuova sezione Insieme in rete, che raccoglie le nuove proposte realizzate con le compagnie toscane, fra originali quiz teatrali, iniziative per i più piccoli e veri e propri spettacoli.

La Fondazione Toscana Spettacolo onlus e la Fondazione Sistema Toscana dedicano questo lavoro al personale medico sanitario della Toscana.
30/05/2020 19.36 Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana
Comune di Firenze Fase 2, a Firenze azzeramento Cosap fino a ottobre per bar e ristoranti e ulteriore rinvio scadenze di canoni e imposte comunali
Approvata in giunta una delibera dell’assessore Gianassi per concedere ulteriore tempo alle categorie economiche colpite dalla crisi Azzerato il Cosap fino a ottobre per le attività di somministrazione. E per concedere ulteriore tempo alle categorie economiche fortemente provate dal lockdown sono state stabilite nuove scadenze di canoni e di imposte comunali. Lo prevede una delibera dell’assessore al bilancio Federico Gianassi approvata nel corso dell’ultima giunta, che adesso passerà al vaglio del Consiglio comunale, che ridetermina in diminuzione per ogni concessione gli importi dovuti per l’anno 2020.

Tutte le occupazioni di suolo pubblico che sono state chiuse per legge non pagheranno il Cosap per il periodo di chiusura.

Per il canone relativo ai dehors viene disposto l’azzeramento fino a ottobre incluso. Oltre, quindi, all’annullamento del Cosap per il periodo di sospensione obbligatoria delle attività antecedente al 1° maggio è stato previsto un ulteriore annullamento fino al 30 ottobre in coerenza con le previsioni del DL rilancio.

E’ stato inoltre approvato il differimento del termine di pagamento dell’unica scadenza Cosap 2020 al 30 novembre 2020.

Per il canone per le occupazioni di suolo pubblico degli ambulanti è stata cancellata la prima rata. Restano solo le altre due scadenze ma sono rinviate al 30 settembre col versamento in un’unica soluzione o prima rata) e al 30 novembre 2020 la seconda rata.

Per le altre occupazioni di suolo pubblico permanenti (tra cui i passi carrai) le scadenze restano tre ma con rinvio: il 31 luglio 2020 la prima rata ( anzichè il 31 maggio), il 30 settembre la seconda rata e la terza rata il 30 novembre.

Per il canone impianti pubblicitari (CIMP) dovuto per mezzi pubblicitari “permanenti” le scadenze saranno tre: 31 luglio , 30 settembre e 31 novembre.

Per l’Imu la scadenza è decisa dallo Stato ed è il 16 giugno per l’acconto e il 16 dicembre il saldo. (sp)
30/05/2020 12.34 Comune di Firenze
Comune di Greve in Chianti Vivere a tempo di natura, il Comune di Greve celebra la Giornata mondiale dell’Ambiente con le migliori esperienze di volontariato e impegno civile
Due iniziative sono in programma venerdì 5 giugno, alle ore 18 e alle ore 21: una diretta Facebook e un incontro on line con i giovani e la comunità. Il Comune terrà a battesimo il primo gruppo del Chianti Friday For Future, costituito da cinque studenti grevigiani
Ecosostenibilità e cultura green nella vita pubblica del Chianti. E’ un incrocio di esperienze tra ragazzi e adulti legati dal filo rosso dello slow living il patrimonio collettivo che il Comune di Greve in Chianti esporterà in occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente. Voci, desideri, percorsi di vita reale e social degli studenti grevigiani e provenienti da altre regioni saranno protagonisti di un’opportunità inedita di scambio culturale che si terrà on line attraverso una diretta Facebook e un webinar pubblico aperto alla comunità. Si chiama “Friday for Present” l’iniziativa ideata dall’assessore Simona Forzoni che venerdì 5 giugno aderirà alla manifestazione di rilievo internazionale mettendo in campo le migliori esperienze nel settore ambientale compreso il battesimo del neonato gruppo Friday For Future. E’ il primo movimento ‘globale’ del Chianti composto da cinque ragazzi di diverse età, iscritti alle medie e agli istituti superiori, e coordinato dall’insegnante Agata Maddoli.

Al centro dell’iniziativa anche i 30 giovani volontari ambientali di Greve, Strada e Firenze ormai all’opera da tempo a ripulire e rimuovere rifiuti dalle strade e dalle aree di campagna del territorio comunale, i Raccattiamo I’ Sudicio che porteranno il loro contributo ripercorrendo le tappe del progetto di cittadinanza attiva incentrato sull’azione che ognuno può realizzare per rendere migliore l’ambiente che si vive e quello che verrà. Ospiti d’eccezione dell’incontro promosso dal Comune saranno anche i Giornalisti nell'erba, le penne green, dai 3 ai 29 anni, che hanno dato vita al progetto nazionale e internazionale di giornalismo e comunicazione ambientale diretto da Paola Bolaffio.

“L’obiettivo – spiega l’assessore all’Ambiente Simona Forzoni – è quello di far emergere che, soprattutto nel difficile contesto dell’emergenza sanitaria, occorre tenere alta l’attenzione sulle tematiche ambientali e prendersene cura collettivamente. E’ nostro compito insegnare ad amare il contesto in cui si vive e preservalo con piccole ma necessarie azioni quotidiane. I gesti virtuosi non si fondono solo sull’informazione corretta, sull’applicazione delle regole, sulla trasmissione di valori che richiamano al rispetto e la cura per l’ambiente, ma sulla concretezza dell’assunzione di responsabilità e questo tocca trasversalmente tutti. L’ambiente è un seme che va coltivato tutti i giorni e insieme alle piccole radici che vi cresceranno”.

Due i momenti in cui l’iniziativa darà spazio all’ambiente, tema caro al Comune di Greve in Chianti in termini culturali, economico-produttivo e sociali. Alle ore 18 è prevista una diretta Facebook, presenziata dal sindaco Paolo Sottani, dall’assessore regionale Federica Fratoni e dall’assessore Simona Forzoni, alle ore 21 si terrà un incontro virtuale su una piattaforma digitale aperta al pubblico con la partecipazione di rappresentanti istituzionali, cittadini e i tanti giovani impegnati sul fronte ambientale come I Friday For Future, i Ris e I Giornalisti nell’Erba. All’incontro serale sono previsti gli interventi di Mauro Perini, presidente Water Right Foundation, Marco Bottino, presidente del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno, Roberto Stucchi Prinetti, presidente del Biodistretto del Chianti, Sergio Gatteschi, Presidente Amici della Terra, l’insegnante Agata Maddoli e Simona Innocenti, imprenditrice esperta di economia circolare, oltre al sindaco Paolo Sottani e all’assessore Simona Forzoni. Per l’iscrizione occorre contattare l’ufficio stampa del Comune: cinziadugo@gmail.com.
30/05/2020 19.09 Comune di Greve in Chianti
Comune di Firenze Fase 2, da lunedì a Firenze scattano gli sconti per parcheggiare nelle autorimesse private in centro
Tariffe dimezzate dalla seconda ora. L’assessore Giorgetti: “Obiettivo facilitare l’utilizzo a chi si trattiene in centro per acquisti o commissioni”
Tariffa dimezzata dalla seconda ora in poi fino alla fine di giugno. È quanto prevede il nuovo accordo raggiunto tra l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e i rappresentanti di un gruppo di garage per la fase 2 dell’emergenza sanitaria Covid-19. Si tratta del secondo step dopo le due settimane di sosta gratuita nelle quindici autorimesse private prevalentemente in centro (una in più rispetto alle quattordici della precedente fase).
“Con questa iniziativa - spiega l’assessore Giorgetti - continua il nostro impegno per agevolare chi vuole andare a fare acquisti o commissioni in centro e quindi le attività che hanno riaperto da pochi giorni. Lo sconto del 50% dalla seconda ora punta proprio a facilitare le soste medie, quelle tipiche dello shopping o del pasto al ristorante. Ringrazio gli operatori che, dopo la prima importante iniziativa della sosta totalmente gratuita, per il prossimo mese dimezzano le tariffe dalla seconda ora in poi. Ovviamente - ribadisce l’assessore - la ztl rimane operativa, come più volte confermato, anzi la possibilità di usare i posti nelle autorimesse è una tutela per i residenti a fronte della mancanza di parcheggi in strada”. Per quanto riguarda le due settimane di gratuità, Giorgetti sottolinea che l’accoglienza è stata buona. “Dopo l’iniziale incredulità, gli utenti hanno apprezzato e sfruttato questa possibilità e tra questi molti arrivavano da fuori città e addirittura da fuori provincia, attirati dalle attività del centro”.

Dal punto di vista operativo, lo sconto del 50% scatterà dalla seconda ora in poi e verrà applicato sulle tariffe dei singoli garage. Sono quindici le autorimesse partecipanti all’iniziativa che andrà avanti fino a 30 giugno (ma si sta lavorando per una ulteriore prosecuzione). Dodici sono in centro (Garage Tiratoio, Garage Sant’Orsola, Garage Ponte Vecchio, Garage Michelangelo, Garage Tornabuoni, Garage International, Garage Indipendenza, Garage Porta Romana, Garage Nazionale, Garage Sant’Antonino, Garage Anglo Americano, Garage del Bargello) e tre in zone semicentrali (Garage Porte Nuove, il Garage Aeroporto e il Garage Le Rampe). Si raccomanda di accertarsi preventivamente della disponibilità del posto e degli orari di apertura e chiusura. (mf)
30/05/2020 12.28 Comune di Firenze
Redazione di Met Padule di Fucecchio: dal 7 giugno riapre al pubblico il Centro Visite e ripartono le visite guidate
Una risorsa fondamentale per consentire a tutti gli interessati di riprendere gradualmente e in sicurezza il contatto con la natura Dopo la pausa forzata degli ultimi mesi, da domenica 7 giugno il Centro RDP Padule di Fucecchio riparte anche con le attività rivolte al pubblico: le aperture del Centro Visite della Riserva Naturale, a Castelmartini, e le visite guidate sul territorio.
Le mostre allestite nel Centro Visite e le escursioni sul territorio diventano più che mai una risorsa fondamentale per consentire a tutti gli interessati, dopo essere rimasti a lungo in casa, di riprendere gradualmente e consapevolmente il contatto con la natura.
Il Centro, all’insegna della massima tutela della salute pubblica e sicurezza per operatori e utenti, seguirà totalmente le linee guida della Regione Toscana per la riapertura dei musei,
parchi ed altri luoghi della cultura e le linee di indirizzo per le visite guidate.
Alcune semplici precauzioni consentiranno una visita serena: la misurazione della temperatura all’ingresso, il mantenimento della distanza interpersonale, l’utilizzo della mascherina, del gel sanificante e dei guanti monouso (al bookshop).
Nel mese di giugno il Centro Visite rimarrà aperto la domenica con orario 9-12 e 15,30-18,30, senza prenotazione; gli spazi sono molto ampi, e solo nel caso di particolare afflusso di pubblico sarà prevista un’entrata a gruppi contingentati.
Il Centro Visite ospita un allestimento permanente sugli aspetti storici e naturalistici e sulle tradizioni locali del Padule di Fucecchio, oltre alle opere preparatorie del Monumento dello scultore Gino Terreni in memoria dei caduti dell'Eccidio del 23 agosto 1944.
In questo periodo è possibile vedere anche le mostre temporanee “Illusioni nel canneto. Una collezione di stampi da caccia ed ornamentali” e “Natura in Valdinievole, e quella di disegno e scultura naturalistica del wildlife painter Alessandro Sacchetti.
Le visite guidate ripartono il 7 giugno (ore 8,30) da una passeggiata sul percorso naturalistico de Le Morette con birdwatching nell’area protetta; poi due visite serali-notturne in Padule, una sul Colle di Monsummano ed una nella “Svizzera pesciatina”.
Il sabato mattina sarà dedicato alle Cicogne bianche: invece di un vero e proprio “Giorno della cicogna”, gli interessati potranno visitare in piccoli gruppi, a distanza di assoluta sicurezza e usando il proprio binocolo, alcuni siti del territorio.
Tutte le escursioni sono condotte come al solito da una Guida Ambientale Escursionistica qualificata e sono a numero chiuso: info e prenotazioni presso il Centro RDP Padule di Fucecchio, tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it
Il calendario completo delle visite guidate è disponibile su www.paduledifucecchio.eu


Calendario mese di giugno 2020

Domenica 7 giugno, ore 8,30-11,30
Riserva Naturale del Padule di Fucecchio - Area Le Morette: passeggiata sul percorso naturalistico e birdwatching nell'area protetta.

Venerdì 12 giugno, ore 19,30-22,30
Il Padule di notte: al tramonto (e oltre) nella Riserva Naturale, area Le Morette, con ascolto dei rapaci notturni nel bosco.

Sabato 13 giugno, ore 8,30-10,30 - Il giorno della cicogna
Visita guidata al nido della Cicogna bianca per osservare, a distanza di assoluta sicurezza, l’allevamento dei pulcini.

Domenica 14 giugno, ore 8,30-11,30
Colle di Monsummano: itinerario alla scoperta delle piante della macchia mediterranea e degli uccelli delle cave di roccia.

Sabato 20 giugno, ore 8,30-10,30 - Il giorno della cicogna
Visita guidata al nido della Cicogna bianca per osservare, a distanza di assoluta sicurezza, l’allevamento dei pulcini.

Domenica 21 giugno, ore 8,30-11,30
Croce a Veglia: da Pontito, una suggestiva escursione nei paesaggi quasi alpini della Valleriana, nota come la “Svizzera pesciatina”.

Venerdì 26 giugno, ore 19,30-22,30
Il Padule di notte: al tramonto (e oltre) nella Riserva Naturale, area Le Morette, con ascolto dei rapaci notturni nel bosco.

Sabato 27 giugno, ore 8,30-10,30 - Il giorno della cicogna
Visita guidata al nido della Cicogna bianca per osservare, a distanza di assoluta sicurezza, l’allevamento dei pulcini.
30/05/2020 19.46 Redazione di Met
Comune di Firenze Riaprono altri 20 giardini e aree cani in tutti i quartieri di Firenze
I provvedimenti in vigore dalla prossima settimana Riaprono 20 nuovi giardini e aree cani in tutti i quartieri della città. È la terza fase dei provvedimenti per rendere nuovamente fruibili le aree verdi cittadine, che entrerà in vigore a partire da lunedì 1 e mercoledì 3 giugno (con prosecuzione nei giorni successivi) andando ad ampliare il numero dei parchi e giardini già riaperti dal 4 e dall’11 maggio scorso. L’orario di apertura sarà inoltre esteso fino alle 20 per tutte le aree riaperte.
“Abbiamo fatto il punto su come sono andate queste prime settimane e sulle risorse che abbiamo a bilancio – hanno detto gli assessori all’Ambiente Cecilia Del Re e al Decoro urbano Alessia Bettini – e siamo arrivati a una nuova ordinanza di riaperture delle aree verdi, che va ad integrare quelle precedenti. Si tratta di nuovi 20 giardini e aree cani, dalle Scuderie di Porta Romana, ai giardini di Campo di Marte, fino a San Gaggio, Ponte a Greve e alle aree cani Taddeo Alderotti, San Felice a Ema e via Pisano. Non possiamo purtroppo permetterci ancora di riaprire tutte le aree verdi sia per un tema di presidio di queste aree, particolarmente impegnativo specie nei giardini con aree gioco, sia e soprattutto per le risorse a bilancio, che venendo a mancare mettono la macchina comunale in difficoltà per la loro manutenzione. Un ringraziamento ai presidenti di quartiere per la loro collaborazione, specie in questa fase delicata di graduale riapertura, e a tutte le associazioni che collaborano con il Comune per la cura del verde, e grazie alle quali abbiamo riaperto e riapriremo nuovi aree”.
L’accesso è vietato alle persone sottoposte a quarantena o risultate positive al virus, le quali non devono muoversi dalla propria abitazione; alle persone con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C), le quali devono rimanere presso il proprio domicilio, limitare al massimo i contatti sociali e contattare il proprio medico curante. L’accesso è fortemente sconsigliato alle persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, alle quali si raccomanda di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora, se non nei casi di stretta necessità.
Sarà in ogni caso necessario rispettare alcune regole di comportamento per la fruizione di queste aree: è vietata ogni forma di assembramento, con l’obbligo di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività; i minori e le persone non completamente autosufficienti devono essere accompagnati; è obbligatorio indossare protezioni delle vie respiratorie (mascherine) nel rispetto delle misure di prevenzione stabilite a livello nazionale e regionale; per il contatto con gli elementi di arredo (panchine, tavoli, lampioni, recinzioni e altro) è fortemente consigliato l’utilizzo di guanti monouso; non è consentito l’uso contemporaneo della stessa panchina da parte di più persone appartenenti a nuclei familiari diversi. (sc)

Elenco giardini e aree cani che riaprono:

Quartiere 1
Giardino Borgo Allegri
Giardino Via Maragliano;
Giardino delle Scuderie di Porta Romana (dal 15.6.2020 e comunque dopo la firma del patto di collaborazione con associazioni di cittadinanza attiva)

Quartiere 2
Giardino Campo di Marte
Giardino Via Ottokar
Giardino V.le Verga
Giardino del Cenacolo

Quartiere 3
Giardino Via Brenta
Giardino San Gaggio
Area cani San Felice a Ema (dal 1.6.2020)

Quartiere 4
Giardino del Centro Culturale Canova (dal 1.6.2020 e limitatamente alla porzione di accesso alla biblioteca)
Giardino del Bindolo Ponte a Greve
Giardino V.le Nenni Via Andrea da Pontedera
Area cani Via Nicola Pisano
Giardino via Chimenti via Liberale da Verona (dal 15.6.2020 e comunque dopo la firma del patto di collaborazione con associazioni di cittadinanza attiva)

Quartiere 5
Parco Villa Ruspoli (dal 1.6.2020)
Parco Stibbert (dal 1.6.2020)
Giardino Piazza Danti
Giardino Medaglie d’Oro
Area cani Taddeo Alderotti
30/05/2020 12.33 Comune di Firenze
Redazione di Met Il 6 e 7 Giugno torna a Borgo San Lorenzo la Mostra Mercato di Piante e Fiori
La manifestazione si svolgerà nei giardini di Piazza Dante nel pieno rispetto delle disposizioni ministeriali per il contenimento del covid19. L’appello dell’assessore Cristina Becchi “Facciamo che sia un bel fine settimana di acquisti rispettando le regole date” L’emergenza Covid ha costretto fino ad oggi tutte le manifestazioni di questa primavera al rinvio o l’annullamento. Tra queste anche Fiorinfiera non ha potuto svolgersi nel consueto fine settimana di Aprile. In questa fase, però, di prime riaperture la Mostra Mercato di piante e fiori, secondo le disposizioni dell’ultimo decreto ministeriale, si potrà tenere, ovviamente con un format speciale che tenga conto di tutte le linee guida anti contagio. Il 6 e 7 Giugno quindi i giardini di Piazza Dante a Borgo San Lorenzo si riempiranno di fiori.

Si tratterà di un’edizione evidentemente caratterizzata dalle imposte misure di contenimento del virus, che richiederanno accortezze imprescindibili come l’obbligo di mascherine per tutti i visitatori, della distanza di almeno un metro tra le persone per evitare assembramenti ed un’attenzione particolare all’igiene con sanificatori per le mani in concomitanza di ogni espositore. L’ampia area dei giardini sarà allestita con le indicazioni dei comportamenti da tenere per i visitatori e tutti gli espositori saranno tenuti al rispetto delle norme anti-contagio utilizzando ogni tipo di dispositivo di protezione individuale.
La Mostra Mercato di piante e fiori ospiterà, a partire dalla mattina di Sabato 6 Giugno, tutti espositori del settore florovivaistico provenienti della Toscana e segnerà una delle prime manifestazioni del settore in regione di questa stagione.

“Un primo segnale di normalità - commenta l’assessore alle attività produttive del Comune di Borgo San Lorenzo Cristina Becchi - nel pieno rispetto delle norme, cercando di dare respiro economico alle aziende ma anche al nostro territorio. L’attenzione alla salute e la cautela ci impone di procedere a piccoli passi, cercando di riaprire quelle attività che hanno un minor impatto sotto l’aspetto sanitario. L’appello che lancio a tutti: facciamo che sia un bel fine settimana di acquisti rispettando le regole date”.

Gli orari della manifestazione saranno dalle 10:00 alle 20:00, Sabato 6 e Domenica 7 Giugno.
La “Mostra Mercato di Piante e Fiori” è organizzata dalla Pro Loco di Borgo San Lorenzo e la Periscopio Comunicazione con il contributo ed il patrocinio del Comune di Borgo San Lorenzo e la collaborazione del CCN di Borgo San Lorenzo, Confcommercio, Confesercenti, BCC-Banco Fiorentino e la sezione Soci Coop di Borgo S.Lorenzo.
30/05/2020 19.40 Redazione di Met
Comune di Firenze Partito a Firenze il progetto ‘Palestre all'aperto’ nei parchi e giardini pubblici
L’assessore allo sport Guccione a Bellariva: “Un istruttore in cinque arre verdi della città per la ripresa dell’attività motoria”
Partito il progetto ‘Palestre all'aperto’ nei parchi e giardini pubblici

È partito giovedì scorso il progetto ‘Palestre all'aperto’. L'iniziativa dell'assessorato allo sport, in collaborazione con l’Uisp, rientra nel progetto 'Rinasce Firenze' e si propone di ampliare ulteriormente l'offerta di attività motoria all'aria aperta, con l'obiettivo specifico di promuovere una corretta e costante attività fisica rivolta alle persone di tutte le età, valorizzando nel contempo gli spazi verdi cittadini.
Pertanto, in ognuno dei cinque Quartieri della città è stato individuato un giardino o un parco dove, nei mesi estivi, le persone verranno coinvolte in un'attività motoria libera e non organizzata, ma stimolata, seguita e assistita da tecnici qualificati dell’Uisp.
L’adesione all’attività proposta è volontaria e gratuita. Le persone interessate potranno partecipare all’attività fino al raggiungimento dei posti disponibili per ogni turno e in ogni località e dovranno essere munite di propria mascherina e guanti monouso.
Questa mattina l'assessore allo sport Cosimo Guccione era al giardino di Bellariva, nel Quartiere 2, per salutare partecipanti e istruttori del corso
“Dopo oltre due mesi di lockdown – ha sottolineato l'assessore allo sport Cosimo Guccione – i cittadini hanno sicuramente una gran voglia di riprendere l'attività fisica magari con una guida che li possa supportare in maniera adeguata, soprattutto dopo questo lungo periodo di stop”.
Le ‘palestre all’aperto’ sono attive per i mesi di giugno e luglio e le prime tre settimane di settembre, martedì, giovedì e sabato con due fasce orarie, dalle 9 alle 9.40 e dalle 9.50 alle 10.30, ai giardini di piazza Tasso (Quartiere 1, 25 posti disponibili in ogni fascia oraria), al giardino di Bellariva (Quartiere 2, 30 posti disponibili per ciascuna fascia), ai giardini di piazza Elia dalla Costa (Quartiere 3, 30 posti disponibili per ogni fascia), al Boschetto di Soffiano (Quartiere 4, 25 posti disponibili per ogni fascia) e al giardino del Lippi, in via Fanfani (Quartiere 5, 30 posti disponibili per ciascuna fascia). (fn)
30/05/2020 12.25 Comune di Firenze
Non-profit in provincia di Firenze Alla Messa in sicurezza: al via un progetto pilota in tre parrocchie della provincia di Firenze
L’idea è della start up cooperativa G-move: una web app per monitorare i flussi di fedeli in entrata e in uscita dalle celebrazioni religiose Ripresa delle Messe e prevenzione da Covid-19: da lunedì 18 maggio in tre parrocchie della provincia di Firenze – quella di “Gesù Buon Pastore” di Casellina (Scandicci), il Santuario di Santa Verdiana di Castelfiorentino e la parrocchia di Santa Maria di Settignano a Firenze – ha preso il via un progetto pilota che consentirà di monitorare i flussi di fedeli in entrata e in uscita dalle celebrazioni religiose. La sperimentazione avrà la durata di 3 mesi e potrà essere eventualmente estesa anche ad altre Chiese.

Finanziato dalla Fondazione Noi - Legacoop Toscana e dalla Fondazione CR Firenze, il progetto è stato messo a punto da G-move, start up cooperativa fiorentina composta da 6 giovani under 30 (Marco Merlini, Marco Musumeci, Marco Giunti, Gabriele Coletti, Davide Nesi e Federico Palai) nata da Smart and Coop 2, il bando promosso da Fondazione CR Firenze e Legacoop Toscana per favorire lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali composte da giovani under 40.

Nelle tre parrocchie sono stati installati dei sensori che, nel pieno rispetto della privacy, consentiranno di monitorare in maniera costante e in tempo reale il numero di persone all’interno della chiesa, garantendo il rispetto dei limiti previsti. Attraverso una web-app, in occasione della Messa il personale volontario all’entrata della chiesa saprà, istante per istante, quanti fedeli potranno ancora entrare e quando sarà invece il momento di fermare gli ingressi (il numero massimo di accessi è stabilito a priori, a seguito di uno studio fatto sulla base delle disposizioni date dal Governo in termini di distanza di sicurezza). Grazie a questo supporto si favorisce così uno svolgimento più sicuro e sereno delle celebrazioni.

Sempre in accordo con le indicazioni contenute nel protocollo Governo – CEI, saranno fornite anche istruzioni su come muoversi all’interno della chiesa in modo da garantire ingresso e uscita ordinati e veloci e al tempo stesso il rispetto della distanza di sicurezza in ogni fase. Durante la cerimonia le persone dovranno restare sedute nei posti indicati, che saranno opportunamente distanziati.

“Le chiese sono tra i principali luoghi di riferimento e di vita sociale delle nostre comunità - afferma il presidente della Fondazione Noi - Legacoop Toscana Roberto Negrini – per questo abbiamo deciso di supportare questo progetto proposto dai giovani ingegneri della cooperativa G-move, che hanno ben interpretato l’obiettivo del bando Smart and Coop: fare impresa cooperativa per trovare risposte ai bisogni delle persone.”

“L’emergenza sanitaria ha costretto a ripensare le abitudini, gli stili di vita, la fruizione di servizi e anche le modalità di accesso alla pratica religiosa – afferma Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione CR Firenze -. Necessità, quest’ultima, colta dal gruppo di giovani di G-move che hanno il merito di averla trasformata in un’opportunità di impresa innovativa. Viviamo un momento storico nel quale soltanto la capacità di adattarsi alle nuove esigenze potrà contribuire alla rapida ripartenza del nostro territorio”.

“Mi sento di esprimere, a nome dell’Arcidiocesi di Firenze e del nostro Vescovo, soddisfazione e gratitudine per l’iniziativa di G-move, della Lega delle Cooperative e della Fondazione CR Firenze, che con questo progetto ci hanno messo a disposizione uno strumento semplice e utilissimo, per favorire il corretto e ordinato afflusso delle persone nelle nostre chiese, mantenendo la discrezione e nel rispetto della privacy – commenta Don Giovanni Paccosi, vicario episcopale per la pastorale e parroco della parrocchia Gesù Buon Pastore - . Sono sicuro che dopo la sperimentazione saranno molte le parrocchie che vorranno dotarsi di questa applicazione, che sostiene il lavoro dei volontari, in questi momenti di ripresa delle celebrazioni, con tutta la problematica legata al distanziamento sociale. Nelle tre chiese in cui si sta sperimentando sta facilitando una serena esperienza del momento centrale della vita cristiana che è l’incontro con Il Signore nell’Eucaristia. Credo poi che l'applicazione avrà una utilità significativa anche passata l'emergenza, offrendo ai parroci i numeri reali delle presenze dei fedeli in chiesa nei vari periodi dell’anno e nelle grandi feste e celebrazioni”.
30/05/2020 18.57 Non-profit in provincia di Firenze
Comune di Montespertoli A Montespertoli ci sarà l'ultimo giorno di scuola
In completa sicurezza e per le ultime classi di ogni ciclo scolastico Il saluto dell’ultimo giorno di scuola si farà: all’aperto, distribuito in più giorni ed in formato ridotto, ma si farà!
L’Amministrazione Comunale, in accordo con l’Istituto Comprensivo di Montespertoli, con cui si è instaurato un clima di costante e proficua collaborazione, ha deciso che il saluto dell’ultimo giorno di scuola verrà comunque realizzato.

'L’anno scolastico sta per terminare, il coronavirus ci ha costretto a stare a distanza, ma ora è importante ritrovarsi' dichiara l'Assessore alla Scuola, Daniela Di Lorenzo 'questa iniziativa rappresenta un segnale di speranza, per potersi salutare e per dimostrare che insieme, Scuola e Amministrazione, possiamo regalare ai bambini un momento di goia e di condivisione in questo strano tempo sospeso'.

Sarà rivolto agli alunni, ai genitori ed agli insegnanti delle ultime classi di ogni ciclo scolastico, quindi le sezioni/classi in uscita della Scuola dell’Infanzia, della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di 1^ grado, che verranno accolti dal saluto dell’Amministrazione Comunale e della Dirigente Scolastica.

A Montespertoli si è trovato il modo ed il coraggio di realizzarlo in maniera semplice ed in sicurezza per permettere ai bambini di salutarsi prima di intraprendere un nuovo percorso di studio e di vita, specificando che, naturalmente, la partecipazione sarà volontaria.

L’iniziativa si terrà presso il Parco Urbano nei giorni di:
- lunedì 8 giugno, rivolto ai soli bambini in uscita dalle scuole dell’infanzia;
- martedì 9 giugno, rivolto ai soli bambini in uscita dalle scuole primarie;
- mercoledì 10 giugno, rivolto ai soli ragazzi in uscita dalla scuola secondaria di 1^ grado.

Nei prossimi giorni i genitori delle ultime classi riceveranno l'invito dall'Istituto Comprensivo.
Ai bambini sarà quindi data la possibilità di incontrarsi di nuovo in un clima di allegria, nel rispetto dei limiti del distanziamento e senza assembramenti, per concludere l’anno scolastico 2019-20 con l’augurio di un nuovo inizio per tutti.
30/05/2020 8.55 Comune di Montespertoli
Comune di Certaldo Centri Estivi: le proposte delle associazioni certaldesi
Arrigoni e Bagni: “Proposte ben studiate per ripartire in sicurezza”. Cucini: “Grazie alle associazioni per l’impegno e la collaborazione” Dopo lunghe giornate di confronto e studio della normativa da un lato e delle possibili soluzioni dall’altro, Certaldo presenta le sue proposte per i centri estivi 2020 rivolti a bambini e giovani di età compresa dai 3 ai 18 anni. Proposte che vanno dalle attività più sportive a quelle più ludico ricreative, con l’obiettivo di garantire un servizio e di dare risposte alle famiglie anche in questa estate particolare che sarà l’estate post emergenza Covid-19.

"Finalmente ripartiamo dai bambini e dai ragazzi attraverso varie proposte di centri estivi riformulate in sicurezza seguendo le linee guida nazionali – dicono gli assessori allo sport Jacopo Arrigoni e all’istruzione Benedetta Bagni – nuove opportunità di socialità, per trascorrere l’estate ed in prospettiva della ripartenza delle scuole a settembre”.

“Si è trattato di un lavoro non facile per organizzarli e sicuramente sarà un’esperienza nuova per tutti – dice il sindaco Giacomo Cucini – ma sono certo che, con la collaborazione di tutti, i soggiorni saranno un momento di svago e socialità importante anche quest’anno. Ringrazio fin da ora le associazioni del nostro territorio che, coordinati e sostenuti attraverso un contributo dal Comune di Certaldo, hanno reso possibile tutto questo".

Ecco quindi a seguire le 13 proposte, organizzate da 8 realtà diverse e promosse in un unico cartellone dal Comune di Certaldo che ha collaborato e contribuito alla loro organizzazione.


“E...STATE AL TENNIS 2020” a cura del CIRCOLO ARCI ASD TENNIS CERTALDO per ragazzi dai 6 ai 18 anni

dal 16 giugno fino a settembre (inizio scuola) presso Impianti Sportivi di Via Don Minzoni

orario attività centri estivi tutti i giorni dalle 8 alle 18 Quota: €110 a settimana (€50 anticipo all’iscrizione)

Informazioni e iscrizioni: Lun. Merc. Ven. ore 17/20 - Mar. Gio. ore 9/12 Maestro Baroncelli Michele 339 26 15 684


“UN’ESTATE DA RICORDARE 2020”, pranzo, piscina, attività didattiche- educative, tiro con l’arco, escursioni a cura di CKS KARATE POLISPORTIVA CERTALDO per ragazzi dai 5 ai 13 anni, dal 15 giugno al 14 agosto presso Palestra Scuola Media Boccaccio - Via Ferrucci

Quota: €90 a settimana (€50 anticipo all’iscrizione). Informazioni e iscrizioni: Veronica 389 68 89 531 Gerardo 333 32 39 420 mail: veronica.cardone@hotmail.com


“ESTATE INSIEME” a cura di PARROCCHIA DI SAN TOMMASO APOSTOLO A CERTALDO, per bambini di terza, quarta e quinta elementare e ragazzi prima e seconda media, dal 22 giugno al 17 luglio presso Scuola Masih, orario dalle ore 7.30, inizio attività ore 8.15 fino alle ore 13. Quota: €50 a settimana (€20 anticipo all’iscrizione). Informazioni e iscrizioni: 0571 668 054


“VIRTUS SUMMER CAMP 2020”, attività sportive, giochi all’aperto, caccia al tesoro ed escursioni

VIRTUS CERTALDO BASKET per ragazzi dai 7 ai 12 anni dal 22 giugno al 17 luglio, presso Palestra Scuola Elementare G. Carducci, orario dal lunedì al venerdì ore 8-17.

Quota: €100 (a settimana c/mensa) €80 (a settimana c/pranzo al sacco)

Informazioni e iscrizioni: Leonardo Maremmi 333 33 77590 - a.ciampa@live.it, dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 19.30 presso palestra G. Carducci


“DANZANDO L’ESTATE 2020”, lezioni di gioco e danza, attività ricreative alla scoperta di Certaldo,

attività didattiche, laboratori a cura di SCUOLA DI DANZA CRESCENDO ASD.

Per bambini nati dal 2009 al 2017, dal 15 Giugno al 7 Agosto presso ASD Scuola di Danza Crescendo, Via 2 giugno 1 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17

Quota: €110 a settimana (€90 mezza giornata c/pranzo)

Informazioni e iscrizioni: facebook: ASD Scuola di Danza Crescendo, Via 2 giugno 1

335 81 18 517 crescendoasd@gmail.com


“KIDS LET'S DANCE!” laboratori di movimento creativo, escursioni, trekking urbano e attività in lingua inglese, a cura di Kineses Centro Studi Danza e Movimento, per bambini dai 4 agli 8 anni, dal 29 giugno al 17 luglio. Quota: €70 a settimana

Informazioni e iscrizioni: 331 90 91 224 - centrodanzacertaldo@gmail.com www.kinesesdanzacertaldo.org


“DAI UN CALCIO AL CORONA VIRUS” a cura di ASD CALCIO CERTALDO - ASD CERTALDESE GIOVANI per ragazzi nati dal 2004 al 2014. Dal 15 giugno al 31 luglio presso Impianti Sportivi di Via Don Minzoni, orario mattina 9/12.30 - pomeriggio 15.30/18 (no pranzo/no trasporto). Quota: €100 (a settimana) €60 (mezza giornata). Informazioni e iscrizioni: Marco Corsi 333 61 65 240, Francesco Pampaloni 347 28 52 093

mail: marco-cap5@hotmail.com


“LABORATORIO ESTIVO INFANZIA” ASSOCIAZIONE POLIS per bambini della scuola dell’infanzia

06 luglio – 17 luglio 20 luglio - 31 luglio

c/o scuola materna A. Sturiale

dalle ore 8:00 alle ore 13:00 Quota: Contributo richiesto alla famiglia € 120,00 a percorso

La quota comprende: attività laboratoriali ed animazione


“LABORATORIO ESTIVO INFANZIA” ASSOCIAZIONE POLIS

per bambini della scuola dell’infanzia

06 luglio – 17 luglio 20 luglio - 31 luglio

c/o scuola materna A. Sturiale

dalle ore 8:00 alle ore 16:00

Quota: Contributo richiesto alla famiglia € 160,00 a percorso

La quota comprende: attività laboratoriali, animazione e fornitura del pasto


“LABORATORIO ESTIVO AL PARCO DI CANONICA” ASSOCIAZIONE POLIS

per bambini della scuola primaria 22 giugno – 03 luglio

06 luglio – 17 luglio

20 luglio - 31 luglio

c/o Parco di Canonica dalle ore 8:00 alle ore 16:00

Quota: Contributo richiesto alla famiglia € 160,00 a percorso

La quota comprende: attività laboratoriali, animazione e fornitura del pasto


“PESCANDO SUL LAGO” ASSOCIAZIONE POLIS in collaborazione con APS Certaldo

per ragazzi dai 9 ai 13 anni 29 giugno – 03 luglio

c/o Lago di Tavolese 4 pomeriggi (lunedì, martedì, giovedì, venerdì) dalle 16:00 alle 19:00

Quota: Contributo richiesto alla famiglia € 32,00 a turno

La quota comprende: istruttore per il corso di pesca

(la quota non comprende la tessera LAGO e ARCI che dovrà essere pagata in loco)


“LUGLIO GIOCO SPORT” ASSOCIAZIONE POLIS

per ragazzi nati dal 2006 al 2012, attività ludico-ricreative all’aperto: escursioni a piedi, in bici e giochi individuali (orienteering, caccia al tesoro, ecc. – bicicletta necessaria)

22 – 26 giugno

29 giugno – 03 luglio

06 – 10 luglio

13 – 17 luglio

20 – 24 luglio

dalle ore 9:00 alle ore 12:30 e dalle ore 14:30 alle ore 18:00

Quota: Contributo richiesto alla famiglia € 50,00 a settimana

La quota comprende: attività ludico motorie e di conoscenza di altri sport adattati

all’età dei partecipanti

disponibili e non saranno attivate le iniziative che non raggiungono un numero

minimo di iscritti.

Domanda di iscrizione da effettuarsi on-line dal 1 al 5 giugno 2020

come indicato sul sito www.laboratoripolis.it

INFORMAZIONI UTILI

? Nell’accettare le domande di partecipazione verrà rispettata la priorità descritta

nelle linee guida ministeriali per soggiorni estivi.

? I gruppi dovranno rispettare le caratteristiche delle linee guida ministeriali.

? E’ richiesta la massima collaborazione delle famiglie per informare i partecipanti

sulle modalità di svolgimento delle attività in sicurezza.

? L’iscrizione ai percorsi sarà confermata mercoledì 10 giugno 2020.

? Il pagamento della quota dovrà essere effettuato entro lunedì 15 giugno 2020.

? Per offrire a tutti gli utenti la possibilità di partecipare ad almeno una iniziativa

(salvo esaurimento posti) sarà data priorità alla 1° opzione di ogni richiedente prima

di inserire le 2° e 3° opzioni. A tal fine, sulla domanda di iscrizione, dovrà essere

indicata la 1° scelta, la 2° e così via.

Per informazioni: info@laboratoripolis.it
30/05/2020 19.16 Comune di Certaldo
Comune di Fucecchio Il Comune di Fucecchio stanzia altri 10 mila euro di buoni spesa per aiutare le persone in difficoltà
L’assessore Lazzeretti: “Utilizzando le donazioni private siamo riusciti a raggiungere tutte le 454 famiglie risultate idonee” Proseguono gli aiuti da parte del Comune di Fucecchio per le famiglie in difficoltà economica a causa dell'emergenza Covid-19. La Giunta comunale, infatti, ha approvato lo stanziamento di ulteriori 10.350 euro, provenienti da donazioni private, che saranno destinati ad altre 39 famiglie che nel mese di aprile avevano fatto domanda per i buoni spesa ma che erano rimaste escluse dal sostegno economico per mancanza di fondi. Così, con questo ulteriore impegno, il Comune di Fucecchio riesce a dare un importante sostegno economico a tutti coloro che avevano fatto richiesta per i buoni e le cui domande erano state valutate positivamente dalla commissione della Società della Salute. Questo stanziamento, infatti, va ad aggiungersi agli iniziali 131 mila euro erogati dal Governo per i buoni spesa e ai 12 mila euro arrivati da donazioni private tra la fine di aprile e l'inizio di maggio, che erano stati destinati ad ulteriori 46 famiglie tra quelle che inizialmente erano rimaste escluse.
“Siamo felici di aver raggiunto l'obiettivo che ci eravamo preposti – spiega l’assessore alle politiche sociali Emiliano Lazzeretti – riuscendo ad aiutare tutte le 454 famiglie che dopo aver inoltrato domanda per i buoni spesa erano risultate in possesso dei requisiti. Le risorse stanziate dal Governo, purtroppo, non erano sufficienti per coprire tutte le domande idonee, ma grazie alle donazioni private, con la solidarietà dei nostri concittadini e delle aziende del territorio, abbiamo portato a termine il nostro impegno”.
Per tutti coloro che volessero contribuire con la propria donazione si ricorda che occorre utilizzare il codice IBAN IT56N0306937877000100046008 intestato a Tesoreria comunale di Fucecchio (Intesa San Paolo spa, filiale di Fucecchio) con causale Emergenza Coronavirus.
30/05/2020 19.33 Comune di Fucecchio
Comune di Firenze Firenze, centri estivi, da lunedì via alle pre-iscrizioni delle famiglie a quelli comunali e alla presentazione delle domande di inizio attività delle realtà proponenti di centri estivi privati
Ventotto progetti educativi in tutti i quartieri della città. Funaro: “Un grande lavoro per dare risposte educative ai bambini e supporto alle famiglie” Da lunedì 1 giugno fino all’8 giugno sarà possibile presentare la manifestazione di interesse da parte delle famiglie per l’accesso ai centri estivi 2020 organizzati dal Comune di Firenze, rivolti ai bambini e ai ragazzi di età compresa fra i 3 e i 14 anni. Lo stabilisce una delibera dell’assessore all’educazione Sara Funaro con la quale, grazie al lavoro serrato di queste settimane, si dà il via libera alle preiscrizioni ai centri estivi, che saranno organizzati rispettando tutte le normative di sicurezza stabilite dal Governo. Grazie a un'ordinanza della Regione Toscana, inoltre, le realtà che vogliono organizzare centri estivi privati possono presentare la comunicazione di inizio attività tramite il Suap.

“Abbiamo lavorato molto – ha spiegato Funaro – per riuscire a dare in tempi così ristretti dal via libera avuto dal Governo una risposta ai bisogni dei bambini e alle famiglie impegnate in attività lavorative e abbiamo messo in campo una serie di servizi educativi e di crescita educativa e aggregativa per tutte le fasce d’età, nel rispetto delle disposizioni nazionali e delle prescrizioni di sicurezza. Una prima, importante, risposta per la quale ci siamo battuti a livello nazionale che arriva dopo questi durissimi mesi di lockdown”.

"Ringrazio i Quartieri - aggiunge l'assessore - che come sempre hanno collaborato con noi per l'attivazione di questo servizio e la Regione Toscana che accanto a noi si è battuta non solo perchè i centri estivi avessero luogo ma anche per la semplificazione delle procedure per la loro attivazione consentendo a tutti di svolgere in tempi rapidi e in sicurezza i centri estivi".

"Questa estate saranno tante le famiglie che avranno bisogno di centri estivi, ma tanti sono anche i necessari vincoli dati dai protocolli sanitari - dichiarano i presidenti dei cinque Quartieri -. Per questo auspichiamo che, insieme ai fondamentali centri estivi organizzati dal Comune in ogni quartiere, che cercheranno di accogliere tutti a partire dai più bisognosi, le associazioni e le società sportive del territorio riescano a organizzare il massimo numero possibile di proposte di attività ludiche e ricreative, artistiche e sportive. Sarà così che, tutti insieme, riusciremo a dare una risposta efficace ai bisogni dei bambini e delle famiglie fiorentine".

L’iscrizione ai centri estivi comunali può essere fatta a partire dalle ore 15 del 1 giugno fino alle 7.59 dell’8 giugno esclusivamente tramite il servizio online disponibile sulla rete civica al link https://servizionline.comune.fi.it/educazione/preiscrizioneCentriEstivi. Sul link saranno inserite anche le informazioni sulle sedi, sui turni e i riferimenti email per chi ha bisogno di supporto per le preiscrizioni.

Sono 28 i progetti educativi dislocati in scuole di tutti i quartieri della città. Per i bambini della scuola dell’infanzia c’è la scuola Gioacchino Rossini e Vittorio Veneto - San Giuseppe nel Q1, Andrea del Sarto, Carducci e Da Rovezzano nel Q2, Fortini e Stefani nel Q3, Ciari e Montagnola nel Q4, Mameli, Don Minzoni, Marconi e Padre Balducci nel Q5. Per gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado le scuole sono Rossini, Vittorio Veneto e Machiavelli nel Q1, Andrea del Sarto, Carducci, Da Rovezzano nel Q2, Pertini e San Brunone nel Q3, Don Milani e Montagnola nel Q4, Mameli, Don Minzoni, Marconi e Padre Balducci nel Q5. I centri estivi saranno attivi dal lunedi al venerdi dalle 8.30 alle 16.30 e saranno privilegiate le attività in sede.

Il bando del Comune prevede priorità di accesso riservate a bambini segnalati dai servizi sociali e a ai bambini diversamente abili e poi ai figli di entrambi i genitori - o unico genitore nel caso di famiglia monoparentale - che lavorano.

La condizione lavorativa è considerata alla data di presentazione della domanda.

Se le domande saranno superiori, sarà data priorità all'Isee più basso.

Nel caso che queste domande non esauriscano i posti disponibili, saranno accolte anche quelle di chi ha un genitore in smart working e poi, nel caso ancora di posti disponibili, anche quelle di chi ha entrambi i genitori in smart working. A parità di punteggio sarà data priorità all’Isee inferiore.

Presentare domanda di accesso al servizio non dà automaticamente diritto all’assegnazione del posto, per il quale occorre attendere specifica comunicazione da parte dell’Amministrazione Comunale, e l’ordine di presentazione della domanda non determina alcuna priorità.

Per quanto riguarda la proposta delle attività da parte delle realtà che intendono organizzare centri estivi privati, la Regione, sulla base della normativa nazionale, ha disposto con propria ordinanza che i soggetti che vogliono proporre attività ludico ricreative devono comunicare al Comune tramite Suap - con moduli allegati all'ordinanza regionale - l'inizio dell'attività e devono sottoscrivere insieme a ciascuna famiglia dei bambini iscritti ai loro centri un patto di corresponsabilità finalizzato al rispetto delle regole e delle misure di contenimento del virus: per esempio la misurazione della temperatura e il rispetto delle modalità di accesso agli spazi per l'ingresso e l'uscita.

Man mano che le proposte saranno operative, sulla rete civica del Comune, saranno fornite le indicazioni sulle attività che verranno svolte nei vari centri estivi organizzati dalle varie realtà in ciascun quartiere.
30/05/2020 18.50 Comune di Firenze
Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa Borgo San Lorenzo. Edilizia scolastica: il punto sui lavori
A giugno importanti cantieri. Investiti oltre 3 milioni A Borgo San Lorenzo, nelle prossime settimane, prenderanno il via tre importanti interventi di edilizia scolastica.

Nella scuola dell'infanzia di Sagginale saranno investiti oltre 45mila Euro per la riqualificazione dei servizi igienici, con il completo rinnovo degli impianti.

In contemporanea sarà avviato il cantiere alla scuola dell'Infanzia Arcobaleno: un investimento di 450 mila Euro per l’adeguamento sismico della struttura e dei servizi igienici. Lavori necessari per garantire la sicurezza dei bambini e non solo. Le classi saranno ricollocate, per qualche mese, in
altri spazi scolastici secondo un piano condiviso con la scuola.

Il terzo intervento, il più corposo, riguarderà il plesso Dante Alighieri, in via Leonardo da Vinci: qui il progetto prevede la costruzione di 9 nuove aule, la sistemazione dello spazio esterno, la riorganizzazione degli spazi interni (per questo lotto la fine lavori è prevista per inizio settembre) con l'ampliamento della dimensione di alcune aule, il rinnovamento dell’atrio di ingresso, 5 nuovi spazi ad uso laboratorio, un'ampia biblioteca, spazi modulabili per aule dotate di comfort acustico e tecnologico.
Un investimento complessivo di 1 milione e 800mila Euro che si aggiunge, in questo plesso, al milione e 200mila Euro servito per l'adeguamento sismico.

“Lavori necessari e non rinviabili, - spiega la Vicesindaco e Assessore all’Edilizia Scolastica Cristina Becchi - soprattutto per l'emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Anche se ancora c’è incertezza, a livello nazionale, su quando ma soprattutto su come riapriranno le scuole, siamo in grado di far partire i lavori per interventi già finanziati negli anni scorsi, che ci permetteranno di avere nuovi spazi e aule più ampie in modo da dare una risposta alle mutate esigenze post emergenza Covid.
Siamo consapevoli delle difficoltà che dovremo affrontare: siamo al lavoro, insieme alla scuola, per organizzare i lavori e gli spazi alternativi, ma ora più che mai serve un'accelerazione per riqualificare le nostre scuole”.

“L'istituzione scolastica – aggiunge la Dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Borgo San Lorenzo Rita Trocino - prende atto dell'inizio dei lavori che interesseranno in modo robusto vari plessi, nel contempo auspica che continui la fattiva collaborazione con l 'ente locale al fine di operare per il meglio per tutta la comunità scolastica”.
30/05/2020 17.06 Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa
Comune di Barberino Tavarnelle Sicurezza e servizi. Il Comune di Barberino Tavarnelle investe sulla qualità della vita nelle scuole
Al via la realizzazione della cucina nella scuola primaria di Barberino Val d’Elsa. Estate di lavori nella scuola primaria di San Donato per la messa in campo di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria La rinascita del Chianti che vuole tornare a valorizzare e migliorare la qualità della vita fa salire la scuola e il benessere degli studenti in vetta alle priorità dell’amministrazione comunale di Barberino Tavarnelle. Anche questa, nella fase 2 dell’emergenza, è una necessaria misura anticrisi, che il Comune rilancia con l’obiettivo di incrementare la funzionalità e la sicurezza degli edifici scolastici. Il ritorno graduale alla normalità passa attraverso alcune delle opere pubbliche più rilevanti del piano annuale stilato dalla giunta Baroncelli. Si rimettono in moto gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria in vista della riapertura delle scuole a settembre. Tra una decina di giorni prenderà il via il completamento dell’area scolastica di Bustecca con la realizzazione dello spazio cottura, all’interno dell’edificio della scuola primaria, dove poter preparare in maniera espressa i pasti degli studenti. Il tassello finale sarà portato a conclusione del percorso di edilizia scolastica, dopo che l’ufficio dell’area tecnica del Comune, di cui è responsabile Renato Beninati, ha provveduto ad affidare i lavori alla ditta Edil 3 di Tavarnelle.

“Per un intervento pari a circa 100mila euro la realizzazione della cucina arricchirà, completandola, la dotazione della scuola Andrea da Barberino – precisa l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Fontani - l’opera pubblica permetterà di cuocere internamente i cibi e rafforzerà le funzionalità dell’edificio prevedendo inoltre un ampliamento del refettorio scolastico, occupato fino a questo momento da un volume che serviva allo sporzionamento dei cibi predisposti all’esterno per circa 150 studenti”. La scuola primaria, aperta 3 anni fa, rappresenta un modello toscano di bioarchitettura, ecosostenibile e particolarmente innovativo per l’utilizzo della domotica e l’impiego integrato delle fonti alternative. E’ situata al centro del campus di Bustecca dove già insistono il nido comunale “Il Melarancio” e la scuola dell’Infanzia “La Casa del Sole”.

Altro intervento centrale che punta a consolidare la struttura della scuola è l’opera di manutenzione straordinaria che sarà realizzata nella pausa estiva per la primaria Giuseppe Mazzini. Il Comune ha predisposto le procedure di affidamento dei lavori che interverranno sull’irrobustimento della struttura muraria e le rifiniture di ordine architettonico per una spesa complessiva di circa 100mila euro. I lavori si concluderanno prima della riapertura della scuola. “Lavoreremo nel corso dei mesi estivi nostro con l’obiettivo di garantire il miglioramento delle condizioni di sicurezza dell’edificio – aggiunge l’assessore Fontani – e farsi trovare pronti al rientro degli alunni e degli insegnanti per la prossima stagione scolastica”.
30/05/2020 19.25 Comune di Barberino Tavarnelle
Comune di Firenze Nuovo asfalto in via Santa Maria a Marignolle e via di Scandicci, lavori al sottopasso ferroviario di via Mariti
Ecco i principali interventi che prenderanno il via la prossima settimana sulle strade di Firenze L'asfaltatura in via delle Campora e via Santa Maria a Marignolle, i ripristini della pavimentazione stradale in via di San Bartolo a Cintoia, via di Scandicci e via del Saletto. Ma anche la manutenzione del sottopasso ferroviario di via Mariti e l'adeguamento della rete fognaria in via Aretina Nuova. Sono alcuni dei principali interventi che prenderanno il via la prossima settimana sulle strade cittadine con l'istituzione di provvedimenti di circolazione.
Per quanto riguarda le asfaltature, mercoledì 3 giugno inizieranno i lavori in via delle Campora e via Santa Maria a Marignolle. L’intervento è articolato in due fasi e andrà avanti fino al 27 giugno. Nella prima è prevista la chiusura di via Santa Maria a Marignolle (da via Foscolo a via delle Campora) e di via delle Campora ( da via Prati a via Poccetti). Prevista anche la chiusura di via Sant’Ilario a Colombaia all’incrocio con via Senese. Nella seconda fase oltre alla chiusura di via Santa Maria a Marignolle (stesso tratto) saranno istituiti divieti di transito in via Poccetti (da via delle Campora a via Senese) e via delle Campora (da via Poccetti a via Santa Maria a Marignolle). Previsti anche divieti di sosta nelle strade interessate e in via Senese.

Per quanto riguarda i ripristini a seguito di interventi sui sottoservizi da lunedì 1° giugno sono in programma lavori che interesseranno tratti di carreggiata e marciapiedi di via di Scandicci. Fino al 12 giugno previsti restringimenti di carreggiata e divieti di sosta nei tratti di volta in volta interessati. Inizieranno invece mercoledì 3 giugno i ripristini in via di San Bartolo a Cintoia saranno istituiti divieti di sosta e transito nel tratto viuzzo di Santa Maria a Cintoia-via di Santa Maria a Cintoia mentre tra il numero civico 24 a viuzzo di Santa Maria a Cintoia saranno in vigore un restringimento di carreggiata e divieti di sosta. Termine previsto 10 giugno. Sempre da mercoledì sono in programma i ripristini in via del Saletto. Fino al 5 giugno la strada sarà chiusa da via dei Bassi a via Signorelli (anche divieti di sosta). Da mercoledì 3 giugno previsti anche i ripristini in via Miccinesi con l'istituzione di un senso unico verso via Baracca e divieti di sosta fino al 6 giugno.
Ecco gli altri interventi.

Via di Porta Rossa: da lunedì 1 giugno è in programma un carico di materiali. Fino al 5 giugno in orario 7-18 sarà chiuso il tratto da via Tornabuoni a piazza Davanzati.

Via Aretina Nuova: inizieranno lunedì 1° giugno i lavori di adeguamento del sistema fognario in località Ellera, Compiobbi e Girone. Fino al 16 giugno saranno in vigore divieti di transito sulla diramazione adibita a fermata tpl sul lato ingresso città; previsti anche restringimenti di carreggiata su altri tratti della strada e in piazzale Cappugi.

Via Mariti: da mercoledì 3 giugno è in programma la manutenzione del sottopasso ferroviario. Fino al 12 giugno in orario notturno (21-6) saranno in vigore restringimenti di carreggiata in direzione Careggi.

Via della Chiesa: per effettuare un getto in calcestruzzo con autobotte mercoledì 3 giugno la strada sarà chiusa da via dei Serragli a piazza Tasso (orario 9.30-15.30). Previsti anche divieti di sosta in piazza Tasso. I provvedimenti saranno ripetuti il 10, 17, 25 giugno e 1, 8 luglio.

Via Poppi: per un nuovo allaccio alla rete di distribuzione del gas mercoledì 3 giugno saranno istituiti divieti di sosta e transito da via Baccio da Montelupo al termine della strada senza sfondo. Termine previsto 9 giugno.

Via Faentina: per un intervento con piattaforma aerea mercoledì 3 e giovedì 4 giugno in orario 7-19 sarà in vigore un restringimento di carreggiata nel tratto numeri civici 25-29. Previsti anche divieti di sosta.

Via Boccaccio: per trasloco con scala aerea dalle 21.30 di giovedì 4 alle 2 di venerdì 5 giugno la strada sarà chiusa nel tratto via Sacchetti-via Borghini. Previsti anche divieti di sosta.

Via Palazzuolo: da mercoledì 3 giugno è in programma lo smontaggio di una gru edile. Le operazioni si svolgeranno in orario notturno e comportano numerosi provedimenti. Si inizia con i divieti di sosta in piazza degli Ottaviani (dalle 22 di mercoledì alle 6 di venerdì 5 giugno), poi nella notte tra giovedì e venerdì in orario mezzanotte-6 si aggiungeranno i divieti di transito in via Palazzuolo (tra via del Porcellana e piaza degli Ottaviani), piazza San Paolino (tra via Palazzuolo e via San Paolino) e via San Paolino (tra piazza San Paolino e via del Porcellana). Previsti anche divieti di sosta.

Borgo Albizi: per trasloco sabato 6 giugno dalle 9 alle 18 scatterà la chiusura del tratto piazzetta Calamandrei-via dei Giraldi. Il tratto via del Proconsolo-via dei Giraldi diventerà a senso unico verso quest’ultima strada.

Per ulteriori informazioni http://mobilita.comune.fi.it/muoversi/muoversi/lavori_in_corso.html
30/05/2020 12.23 Comune di Firenze
Comune di Vinci Il Museo Leonardiano aperto anche per il ponte del 2 giugno
Un’occasione per visitare il percorso dedicato al Genio nella sua città natale, Vinci In occasione del ponte per la Festa della Repubblica, il Museo Leonardiano sarà aperto anche lunedì 1 e martedì 2 giugno. Sarà possibile, dunque, visitare il percorso dedicato a Leonardo nella sua città natale per tutto questo week end e fino a martedì 2 giugno secondo i seguenti orari:

- Museo Leonardiano dalle ore 9.30 alle 19

- Casa Natale dalle ore 10 alle 19

Gli ingressi saranno contingentati secondo quanto indicato dalle normative vigenti in materia di emergenza sanitaria.

È caldamente consigliata la prenotazione scrivendo a info@museoleonardiano.it oppure telefonando allo 0571 933285.
30/05/2020 19.45 Comune di Vinci
Comune di Empoli Servizi Mensa e Trasporto scolastico di Empoli, dal 1° giugno al via le domande per ottenere le agevolazioni
Sarà possibile far pervenire le richieste fino al 30 giugno 2020 Dal 1° al 30 giugno 2020 sarà possibile presentare le domande per ottenere le agevolazioni sul pagamento dei servizi mensa e trasporto scolastico per l’anno 2020/2021. Il beneficio si rivolge agli studenti della scuola secondaria di primo grado e scuola primaria e dell’infanzia.

Per accedere all'agevolazione è necessario compilare la domanda e avere come primo requisito di essere in una delle fasce I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente al nucleo familiare) che sono ben dettagliate nel modulo stesso.

COME COMPILARE LA DOMANDA - Il modulo di domanda può essere scaricato dal sito del Comune di Empoli al seguente indirizzo: https://storico.comune.empoli.fi.it/albero/07/0702/225sch.html e può essere compilato on-line secondo le modalità riportate sul sito web del Comune www.empoli.gov.it; invio per posta raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo: Comune di Empoli, via del Papa n.41; domanda scansionata e quindi inviata via PEC al seguente indirizzo: comune.empoli@postacert.toscana.it; domanda scansionata e quindi inviata tramite e-mail ordinaria al seguente indirizzo: protocollo@comune.empoli.fi.it; oppure consegnata direttamente in busta chiusa allo sportello protocollo dell'URP nel seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13.30 e il sabato dalle 8.30 alle 12.

Tutte le informazioni e la documentazione a questo link:

https://storico.comune.empoli.fi.it/albero/07/0702/225sch.html
30/05/2020 12.50 Comune di Empoli
Museo dell’Opera del Duomo Oltre 27 mila persone hanno visitato i monumenti del Duomo di Firenze dal 22 maggio
Aperte le prenotazioni per il mese di giugno I monumenti del Duomo di Firenze, riaperti al pubblico dal 22 maggio 2020, sono stati visitati ad oggi da oltre 27 mila persone. L'Opera di Santa Maria del Fiore ha deciso di riaprire gratuitamente al pubblico i suoi monumenti per i primi dieci giorni, per dare un segnale di speranza dopo il difficile periodo affrontato dall’Italia a causa del COVID-19.

Da ieri sono aperte le prenotazioni per il mese di giugno e già 1.500 persone si sono prenotate per la visita. I monumenti e il Museo saranno accessibili al pubblico, solo su prenotazione, tutti i fine settimana (venerdì, sabato e domenica) oltre al primo, 2 e 24 giugno, Festa di San Giovanni, Patrono della Città di Firenze. Per i mesi successivi gli orari di apertura potranno aumentare progressivamente, in base ai flussi turistici, per tornare nel più breve tempo possibile alle aperture precedenti al lockdown (aperti tutti i giorni al pubblico). Tutte le informazioni sugli orari di apertura e modalità di visita sono disponibili sul sito ufficiale dell'Opera: www.duomo.firenze.it.
30/05/2020 19.27 Museo dell’Opera del Duomo
Redazione di Met Giovani Imprenditori di Firenze, Andrea Mortini nuovo presidente
Andrea Mortini è il nuovo presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Firenze. Alla guida del Gruppo, per il triennio 2020-2023, il neopresidente Andrea Mortini (Consilium Italy) sarà affiancato dai vicepresidenti Laura Artusio (PerLab), Matteo Parisi (CEAM Control Equipment) ed Elisa Pellegrini (Console).

L’assemblea elettiva, che si è tenuta per videoconferenza, ha eletto anche il consiglio direttivo del Gruppo Giovani. I consiglieri sono: Enea Cintelli (Edilplaster); Tommaso De Bortoli (Auto No Problem); Federico Di Nardo (Finanza & Progetti); Alessandra Marzi (Magis); Francesca Vannucchi (Scaramuzzi Team Girovagare Viaggi).

C’è un mondo pre-Covid 19 e un mondo post-Covid 19: quello che viviamo oggi. Siamo cambiati noi, ma è mutato anche il nostro modo di produrre, di lavorare, di vivere le nostre città. Come Giovani Imprenditori fiorentini – dice Andrea Mortini, neo presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Firenze -, sentiamo il dovere e la volontà di mettere a disposizione della collettività il nostro contributo di idee e progetti, perché le sfide che ci attendono per rendere il lavoro, la città, la mobilità “intelligente” saranno difficili, ma improcrastinabili. Ecco perché a chi governa la nostra città metropolitana diciamo: costruiamo insieme un territorio più attraente per i giovani talenti. Il futuro è di chi, per primo, saprà cogliere le opportunità>>


Andrea Mortini, 35 anni, è presidente del Consiglio di amministrazione della Consilium Italy - impresa multinazionale che opera nell’alta tecnologia - e fondatore della Dry Srl, impresa nata con l’obiettivo di valorizzare, con un format innovativo, piccoli e micro produttori di “bollicine” italiane. Dal settembre 2019, era già presidente facente funzioni del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Firenze.
30/05/2020 18.53 Redazione di Met
Asl Toscana Centro - Firenze Serristori sempre più orientato alla Chirurgia. Da lunedì piena ripresa degli interventi chirurgici con quattro anestesisti
Nuova organizzazione fino a luglio. Da settembre ulteriore potenziamento dei volumi di attività Riparte a pieno regime da lunedì 1° giugno l’attività chirurgica al Serristori già riattivata in maniera progressiva da circa due settimane grazie alla presenza di un medico anestesista h12 tutti i giorni. Da lunedì prossimo gli anestesisti saranno quattro e la loro presenza, a supporto della chirurgia e delle altre attività dell’ospedale, potrà garantire la piena ripresa anche dell’attività di Week Surgery.

La nuova organizzazione post Covid arriva a compimento dopo mesi in cui l’attività chirurgica del Serristori era stata sospesa con tutti i reparti destinati ad accogliere pazienti No Covid. Ora con la Fase 2 dell’emergenza e la piena ripresa dell’attività chirurgica, l’Azienda conta di incrementare con importanti investimenti tutta la Chirurgia del Serristori, aggiungendo altre specialità nelle sale operatorie dell’ospedale di Figline, come la chirurgia plastica, la senologia e chirurgie generali provenienti da altri ospedali dell’Azienda.

“L’ospedale Serristori è sempre più orientato alla chirurgia – dichiara Giancarlo Landini, direttore del dipartimento delle specialistiche mediche – ma permane una importante attività internistica con 45 letti di medicina interna per acuti che in questo periodo di Covid sono stati essenziali in rapporto all’ospedale di Ponte a Niccheri. L’attività di medicina interna continua e si svilupperà anche con la presenza di ulteriore Day Service h12. Ora riacquistando anche la parte chirurgica, il Serristori si completa come presidio essenziale nella zona sud est della Toscana centro”.

La Chirurgia del Serristori è di competenza dell’unità complessa di Chirurgia generale che comprende sia l’ospedale di Santa Maria Annunziata che quello di Figline. Dentro questa unità che è diretta dal dottor Marco Scatizzi, opera l’unità semplice del dottor Patrizio Fratini che gestisce la presenza dei chirurghi di Ponte a Niccheri quando operano a Figline. “La nuova organizzazione in partenza da lunedì – spiega il direttore Marco Scatizzi - conta di sostenere volumi rilevanti che potranno essere mantenuti fino a tutto il mese di luglio”.

Da settembre è previsto un ulteriore potenziamento dell’attività chirurgica con volumi previsti superiori anche a quelli pre Covid e progetti che l’Azienda sta già predisponendo. Al momento la Chirurgia dell’ospedale è attiva dal lunedì al venerdì ma nei prossimi mesi grazie anche a nuove risorse infermieristiche che l’Azienda sanitaria si è impegnata a sostenere, la riorganizzazione nel reparto potrà prevedere degenze su 7 giorni. In previsione di questo potenziamento, da lunedì 1° giugno è reintrodotta anche la presenza di una guardia chirurgica notturna per il momento nei giorni della degenza, dal lunedì al venerdì.
30/05/2020 12.37 Asl Toscana Centro - Firenze
Comune di Firenze Consiglio comunale di Firenze in videoconferenza convocato lunedì 1 giugno
Diretta sul canale youtube a partire dalle 14,30 Il Consiglio comunale è convocato per lunedì prossimo, 1 giugno, in videoconferenza. Sarà possibile seguire in diretta i lavori, a partire dalle 14,30, sul canale youtube del Consiglio all’indirizzo: https://www.youtube.com/channel/UCXdLhwYzwI9159Ei7TDTn4w

In apertura, comunicazione del presidente del consiglio Luca Milani e comunicazioni e domande di attualità dei consiglieri.

Segue il voto su due delibere di urbanistica: la variante al Regolamento Urbanistico (Scheda norma AT 12.05) per l’Ex Caserma Vittorio Veneto e la variante al Regolamento Urbanistico (Scheda norma AT 12.43) per l’Ex Ospedale Militare San Gallo .

Al voto anche una mozione dal titolo “Per il coinvolgimento delle società sportive fiorentine nella organizzazione dei centri estivi 2020”, e tre risoluzioni: “Cuba aiuta l’Italia, Firenze chieda la fine del "bloqueo"”; “Residenze Sanitarie Assistite (RSA) e pandemia da Covid-19: una maggiore unitarietà del sistema socio-sanitario attraverso l’ integrazione pubblico privato” ed, infine, “Per la distribuzione gratuita di mascherine di varie dimensione ai minori della Regione Toscana”.

Il dettaglio dei lavori è consultabile al link: https://www.comune.fi.it/system/files/2020-05/2020.01.06%20-%20ordine.pdf
30/05/2020 12.32 Comune di Firenze

 
 




Vai al contenuto