Login

MET

Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze icona met


IN PRIMO PIANO....

Città Metropolitana di Firenze Un ponte tra Città Europee per affrontare le sfide globali. Summit a Firenze
Incontro dei Sindaci su iniziativa di Anne Hidalgo e Dario Nardella il 29 e 30 settembre a Palazzo Medici Riccardi Il 29 e 30 settembre a Firenze si incontreranno in Palazzo Medici Riccardi i Sindaci di alcune tra le più importanti città europee, radunate su proposta della sindaca di Parigi Anne Hidalgo e del sindaco di Firenze Dario Nardella.
“Città europee e sfide globali” è il titolo dell’iniziativa, per affrontare questioni cruciali come il futuro delle comunità urbane e il loro impatto sul mondo in cui viviamo, a partire da temi come l’ambiente e il cambiamento climatico, educazione e formazione, lavoro, economia e diritti.
Il programma prevede la partecipazione dei sindaci: Anne Hidalgo (Parigi), Ekrem Imamoglu (Istanbul), Jaume Collboni (Barcellona), Femke Halsema (Amsterdam), Gergely Karàcsony (Budapest), Roberto Gualtieri (Roma), Gaetano Manfredi (Napoli), Matteo Lepore (Bologna), Erion Beliaj (Tirana), Tomislav Tomaševic (Zagabria), Dagur B. Eggertsson (Reijkyavick), Michael Delafosse. E’ in attesa di conferma la partecipazione del sindaco di Kiev Vitalij Klitschko.
L’incontro di benvenuto dei sindaci sarà la sera di venerdì 29 settembre. Sabato mattina dalle 9 alle 13.30 si terranno tre tavole rotonde, introdotte alle 9 da un saluto di benvenuto di Dario Nardella, sindaco di Firenze, e dagli interventi di apertura di Anne Hidalgo, sindaca di Parigi, e Ekrem Imamoglu, primo cittadino di Istanbul. Le tre sessioni tematiche saranno: “Le città democratiche europee di fronte al populismo e al sovranismo”; “Welfare State e politiche sociali”; "Transizione ambientale ed energetica”. Seguirà un dialogo sulla “Cultura per la crescita delle città europee”, con il direttore del Théatre de la Ville-Paris Emmanuel Demarcy-Mota e il direttore del Teatro della Toscana Marco Giorgetti.
In Palazzo Medici Riccardi sarà allestita una sala stampa per poter seguire i lavori. Necessaria la conferma di presenza scrivendo per mail a ufficio.stampa@cittametropolitana.fi.it entro le 12.30 di giovedì 28 settembre 2023.
25/09/2023 15.54 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Museo di Palazzo Medici Riccardi. Chiusura straordinaria 29-30 settembre 2023
Per evento istituzionale. Riaprirà con orario regolare domenica 1 ottobre Comunichiamo al gentile pubblico che per un evento istituzionale il Museo di Palazzo Medici Riccardi resterà chiuso al pubblico venerdì 29 e sabato 30 settembre 2023.

Il museo riaprirà con orario regolare domenica 1 ottobre.
26/09/2023 10.15 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Incontri dei Sindaci Europei a Firenze. Modalità di accredito per la Stampa
Dove inviare la richiesta e come e quando ritirare il badge Il 29 e 30 settembre a Firenze si incontreranno in Palazzo Medici Riccardi i Sindaci di alcune tra le più importanti città europee, radunate su proposta della sindaca di Parigi Anne Hidalgo e del sindaco di Firenze Dario Nardella.
“Città europee e sfide globali” è il titolo dell’iniziativa, per affrontare questioni cruciali come il futuro delle comunità urbane e il loro impatto sul mondo in cui viviamo, a partire da temi come l’ambiente e il cambiamento climatico, educazione e formazione, lavoro, economia e diritti.
L’incontro di benvenuto dei sindaci sarà la sera di venerdì 29 settembre. Sabato mattina dalle 9 alle 13.30 si terranno tre tavole rotonde, introdotte alle 9 da un saluto di benvenuto di Dario Nardella, sindaco di Firenze, e dagli interventi di apertura di Anne Hidalgo, sindaca di Parigi, e Ekrem Imamoglu, primo cittadino di Istanbul.

Al momento hanno confermato la loro presenza i Sindaci Jaume Collboni, di Barcellona; Gergely Karàcsony, di Budapest; Michaël Delafosse, di Montpellier; Gaetano Manfredi (Napoli), Dagur B. Eggertsson (Reijkyavick), Roberto Gualtieri (Roma); Erion Veliaj (Tirana), Femke Halsema (Amsterdam), Matteo Lepore (Bologna) e Tomislav Tomaševic (Zagabria)


In Palazzo Medici Riccardi sarà allestita una sala stampa, nella Sala Quattro Stagioni, per poter seguire i lavori. Necessaria la conferma di presenza scrivendo per mail a ufficio.stampa@cittametropolitana.fi.it entro le 17.30 di giovedì 28 settembre 2023 (termine prorogato).

L'accredito potrà essere ritirato sabato mattina 30 settembre, alle ore 8.30, presso la Sala Stampa Oriana Fallaci in via dei Ginori 8. I giornalisti potranno poi raggiungere la Sala Stampa allestita nella Sala Quattro Stagioni di Palazzo Medici Riccardi salendo da via dei Ginori 10. Al termine dei lavori l'uscita sarà sempre da via dei Ginori 10
28/09/2023 9.59 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Incontro dei Sindaci delle città europee a Firenze
Nota tecnica della Città Metropolitana L'incontro istituzionale dei Sindaci delle città europee, in programma venerdì 29 e sabato 30 settembre a Palazzo Medici Riccardi, è definito in un atto votato all'unanimità dal Consiglio della Città Metropolitana di Firenze.
L’impegno di spesa copre l’alloggio, i momenti conviviali (la cena di benvenuto il venerdì e il pranzo sabato) per le delegazioni partecipanti e tutti gli allestimenti tecnico-logistici per il convegno.
È stata coinvolta Firenze Convention Bureau, che si occupa proprio di questo tipo di attività.
I Sindaci europei invitati viaggiano a proprie spese.
Nessuno può impedire che una qualsiasi forza politica, cogliendo l’occasione della presenza in città, inviti un sindaco a un incontro fuori dal contesto dell’evento istituzionale.
27/09/2023 15.57 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze La "Cavalcata Fantastica" di Depero in Palazzo Medici Riccardi - Notizie, foto e video
Dal 28 settembre 2023 al 28 gennaio 2024 una mostra a cura di Sergio Risaliti e Eva Francioli Un progetto espositivo inedito intende gettare nuova luce sull’opera di Fortunato Depero (Fondo, 1892 – Rovereto, 1960), mettendo in evidenza alcuni temi fondamentali della sua ricerca e della sua produzione artistica. Nasce così “Depero. Cavalcata fantastica”, in programma a Palazzo Medici Riccardi dal 28 settembre 2023 al 28 gennaio 2024, promossa dalla Città Metropolitana di Firenze, su progetto del Museo Novecento, curata da Sergio Risaliti e Eva Francioli, e organizzata da MUS.E.

Nel pomeriggio di mercoledì si è svolta l'inaugurazione con il Sindaco Dario Nardella, il Sottosegratorio di Stato alla Cultura Vittorio Sgarbi, la consigliera della Città Metropolitana delegata alla Cultura Letizia Perini e i curatori della mostra Risaliti e Francioli.

Un’attenta selezione di opere consentirà di presentare per la prima volta in un’istituzione museale fiorentina il lavoro di questo indiscusso maestro dell’arte del Novecento, che ha saputo coniugare l’elemento popolare a una fervida immaginazione figurativa, la grafica da fumetto a quella dei cartoni animati, temi della contemporaneità a motivi tradizionali come quello del cavallo, che attraversa la storia dell’arte fin dall’antichità. La ricerca di nuove forme espressive si accompagna ad una grande curiosità nella sperimentazione di nuove tecniche, molte delle quali visibili in mostra, che l’artista padroneggia magistralmente: dai disegni ai collage, dai dipinti alle tarsie in panno, le opere di Depero anticipano molte delle innovazioni novecentesche.

Il progetto della mostra – che si inserisce nel calendario delle iniziative della Florence Art Week 2023 - nasce dalla presenza, nelle collezioni del Museo Novecento di Firenze, di Nitrito in velocità (1932), capolavoro dell’artista conservato nelle raccolte dei Musei Civici Fiorentini.
Il dipinto fu donato dall’ingegnere navale Alberto Della Ragione al Comune di Firenze all’indomani della terribile alluvione del 1966, insieme ad altre 240 opere della sua celebre collezione divenute poi il nucleo fondante dell’attuale Museo Novecento. L’opera, rivelatrice di un’apertura di Alberto Della Ragione alle sperimentazioni delle avanguardie circoscritta alle esperienze del cosiddetto Secondo Futurismo, si offre come pretesto per presentare a Firenze la carica innovativa di Fortunato Depero e della sua celebre produzione.

All’interno del palazzo dove i Medici ospitarono nel XV secolo gli innovatori del proprio tempo, vengono riunite per la prima volta 47 opere, tra cui alcuni capolavori provenienti dal Mart, Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, che possiede una imponente collezione di opere che l’artista donò al Comune di Rovereto prima della sua morte, in parte esposte nella Casa d'Arte Futurista Depero.

“La storia del Futurismo è percorsa da tensioni che hanno coinvolto i suoi artefici da collocare, anche con responsabilità storiche puntuali, in un contesto preciso: il bellicismo e l'adesione al fascismo. Fortunato Depero appartiene a un movimento che ebbe contatti internazionali e trasversali, ad esempio con il futurismo russo, e le sue intuizioni e opere sono state foriere di maturazioni artistiche e comunicative affidate alla fruizione, alla contemplazione e, in alcuni casi, all'utilizzazione di tutti. Nell'ambizione della “ricostruzione futurista dell'universo", che Depero e Balla desideravano “coloratissimo e luminosissimo” perché bisognava “portare l'arte nella vita”, Depero fu immaginifico e coloratissimo.

Ha nobilitato l'incontro tra arte e pubblicità, bizzarria apparente nel design e nell'architettura, superando lungo la sua vita (1892-1960) la frontiera italiana ed esplorando con frutto, negli Stati Uniti (dove al contrario che in Italia i grattacieli erano già realtà), la passione originaria per la scultura e la pittura. La mostra che proponiamo in Palazzo Medici Riccardi ci aiuta ad entrare nel suo mondo che, senza saperlo, fa parte molto del nostro”, ha dichiarato il sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella.

"Il percorso museale si arricchisce di una nuova magnifica tappa - sottolinea Letizia Perini - Palazzo Medici Riccardi dialoga con uno dei maestri del Futurismo e la sua lezione immaginifica che continua a stupirci per la forza e la fantasia che esprime".

“Fortunato Depero – ricorda Sergio Risaliti, direttore del Museo Novecento – è uno dei massimi rappresentanti del Futurismo, tra le più importanti avanguardie del ventesimo secolo che, partendo dall’Italia, ha influenzato largamente il mondo dell’arte occidentale.

Tra i protagonisti di quella rivoluzionaria avventura, assieme ad artisti e letterati del calibro di Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Gino Severini, nonché del fondatore Filippo Tommaso Marinetti, Depero esplorò le nuove possibilità del linguaggio plastico e visivo, finalmente liberato dai vincoli dell’Accademia e della tradizione figurativa, per indagare i nuovi orizzonti dell’arte in un’epoca di mutamenti scientifici, tecnologici e sociali tanto profondi quanto irreversibili.

Depero non fu solo pittore di grande fantasia e immaginazione, ma grande genio creativo, poliedrico e a tutto tondo, in grado di spaziare tra scenografia, tessitura, design industriale e pubblicità. Possiamo quindi dire che abbia anticipato ricerche che si radicano financo nei nostri tempi, mostrando una vocazione, mai paga, alla riunificazione di arte e vita. In mostra vedremo opere straordinarie come I miei Balli Plastici che furono anche opera per il teatro; arazzi come Cavalcata Fantastica; testimonianze delle sue collaborazioni con Clavel e Casella e del suo interesse per il mito della velocità; la sua fascinazione, infine, per la grande metropoli di New York, in cui approdò intorno alla fine degli anni Venti.

Merita ricordare che questo progetto espositivo, come altri nasce, da una costola del Museo Novecento, che di Depero conserva un assoluto capolavoro, quel Nitrito in Velocità a cui viene oggi affiancato un disegno preparatorio di collezione privata. Ringrazio il Museo Mart di Rovereto e il suo presidente Vittorio Sgarbi per aver concesso importanti prestiti e i collezionisti privati che, con la loro generosità, hanno arricchito di valore scientifico questa mostra, la Città Metropolitana e tutti i suoi collaboratori per aver convintamente ospitato la Cavalcata fantastica di Fortunato Depero, assieme a tutto lo staff di MUS.E e del Museo Novecento”.

Prendendo spunto dalle due versioni del Nitrito in Velocità, la mostra si snoderà attraverso i diversi ambienti espositivi di Palazzo Medici Riccardi, dando vita a una vivace partitura cromatica concettualmente articolata attorno a tre nuclei tematici principali.

La prima parte della mostra sarà dedicata agli studi per scenografie, bozzetti e figurini, che nell’opera di Depero sono abitati da modernissimi pupazzi, burattini e marionette come quelli della Commedia dell’arte e del teatro di piazza. Le opere esposte consentiranno di interrogarsi su come le arti visive e le arti sceniche si siano reciprocamente influenzate negli anni delle avanguardie storiche e su come questo dialogo abbia rappresentato un fondamentale spunto anche per esperienze successive. Fondamentale in tal senso, per una città come Firenze, è ovviamente il rimando al Maggio Musicale Fiorentino e all’intenso dialogo da esso istituito con gli artisti visivi a partire dagli anni Trenta.
Le collaborazioni teatrali di Depero furono intense e importanti, come quelle con i Ballets Russes dell’impresario Sergej Djaghilev, per il quale immaginò scene e costumi per Le chant du rossignol, tratto da una fiaba di Hans Christian Andersen, su musiche di Igor Stravinskij: progetto accantonato dall’impresario russo, forse anche per il carattere troppo rigido e complesso dei costumi che rischiava di intralciare i movimenti dei ballerini. Celebre è inoltre la sua produzione di teatro d’avanguardia I miei Balli Plastici che, nel 1918, andò in scena a Roma con automi in legno in sostituzione degli attori.

Una seconda parte della mostra sarà idealmente incentrata sulla lavorazione degli arazzi, attività che trova proprio a Firenze uno dei principali centri di diffusione. In mostra sarà possibile ammirare numerose “tarsie in panno”, tra cui spicca la maestosa Cavalcata Fantastica, espressione della grande varietà di tecniche esplorate dall’artista nel corso della sua vita.

Un’ultima sezione presenterà infine un approfondimento sui temi della meccanizzazione del movimento e sul mito del progresso, all’origine di molte opere di Depero, che nel 1915 dichiarò insieme a Balla, nel manifesto Ricostruzione futurista dell’universo: “Un’analogia profonda esiste fra le linee-forze essenziali della velocità e le linee-forze essenziali d’un paesaggio. Siamo scesi nell’essenza profonda dell’universo, e padroneggiamo gli elementi. Giungeremo così, a costruire l’animale metallico”. Il mito della velocità e della civiltà meccanica porta quindi l’arte e l’umanità a riconoscersi in una nuova era, fatta di potenza e vitalità meccanica.

Depero. Cavalcata fantastica
Visite guidate per adulti e laboratori per famiglie con bambini

Visita guidata alla mostra
La visita permette di conoscere e approfondire la poliedrica opera di Fortunato Depero, indiscusso maestro dell’arte del Novecento. Grazie all’individuazione di alcuni dei temi che hanno caratterizzato la sua produzione saranno messi in evidenza i sottili nessi della sua figura e del suo lavoro in area fiorentina e saranno evidenziate le peculiarità tecniche e stilistiche dei lavori esposti.
Per le scuole secondarie di secondo grado: martedì ore 9.30 o 11
Per giovani e adulti: sabato e domenica ore 15


Depero: estro colorato
La mostra dedicata al grande maestro del Novecento, Fortunato Depero, peculiare interprete del Futurismo, sarà l’occasione per ripercorrerne la storia e riscoprirne lo stile inconfondibile e fantasioso. Al percorso fra le sale seguirà un atelier artistico, durante il quale sarà possibile realizzare la propria maschera teatrale grazie a un collage materico ispirato allo stile di Depero, utilizzando cartoncini e stoffe.

Per le scuole primarie (secondo ciclo): martedì ore 9.30 o ore 11.00
Per famiglie con bambini dai 7 agli 11 anni: domenica ore10.30

Per informazioni e prenotazioni famiglie, giovani e adulti: info@palazzomediciriccardi.it 055-2760552
Per informazioni e prenotazioni scuole: didattica@musefirenze.it 055-2616788

INFORMAZIONI
Palazzo Medici Riccardi
Tel. +39 055-276 0552/ info@palazzomediciriccardi.it
Via Cavour 3, 50121 – Firenze
www.palazzomediciriccardi.it

Orario:
Tutti i giorni 9:00 - 19:00, mercoledì chiuso

Link alla foto inaugurazione e mostra
https://www.flickr.com/photos/serino_antonello/albums/72177720311509968

Su https://youtu.be/XtUqeRXgDpI?si=SsUNoSMqH93WEeMz il video di Florence Tv utilizzabile da media e canali sociali

27/09/2023 16.42 Città Metropolitana di Firenze - Mus.e
Città Metropolitana di Firenze Notiziario della viabilità di venerdì 29 settembre 2023
Principali cantieri previsti sulle strade della Città Metropolitana di Firenze. Le ultime novità sulla Sgc Firenze-Pisa-Livorno e in area Fiorentina (Sp 53 San Domenico) Novità

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per istallazione di due impianti di sensori di pesa dinamica, chiusura della corsia di marcia orario 22:00/09:00, nel tratto dal km 2+700 al km 2+300 in direzione Firenze, fino al 30/09/2023.

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per istallazione di due impianti di sensori di pesa dinamica, chiusura della rampa d´ingresso orario 22:00/09:00, nel tratto svincolo di Scandicci/Autostrade in direzione Firenze, fino al 30/09/2023.

Sulla strada provinciale 53 San Domenico Fiesole per lavori di giardinaggio, senso unico alternato orario 09:00/18:00, nel tratto dal km 0+340 al km 0+400, nel Comune di Fiesole, fino al 29/09/2023.


Mugello

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per cedimento del muro di sostegno del corpo stradale, senso unico alternato, nel tratto dal km 24+500 al km 24+700 circa loc.Faltona nel Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 30/06/2024.

Sulla strada provinciale 20 Modiglianese per eventi meteorologici del 16 e 17 maggio 2023, Confermata chiusura, nel tratto compreso tra l´intersezione con la SP29 e la località Abeto nel Comune di Marradi, fino al 31/12/2023.
(data indicativa e comunque fino a ripristino della viabilità)

Sulla strada provinciale 29 traversa di Lutirano per eventi meteorologici del 16 e 17 Maggio 2023, Chiusura confermata, nel tratto dal Km 3+500 fino al confine regionale, fino al 31/12/2023.
(data indicativa e comunque fino a ripristino della viabilità)

Sulla strada provinciale 610 Selice-Montanara Imolese per valutare consistenza di tutte le opere costituenti il ponte, senso unico alternato con orario 07:00/18:00 nel Comune di Firenzuola, nel tratto dal km 65+000, fino al 31/12/2023.
(data indicativa e comunque fino a termine lavori). Integrazione dall'ordinanza 1574 del 01/06/2023

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per Eventi meteorologici del 16 e 17 maggio 2023, senso unico alternato, nel tratto in prossimità del km 48+000 Comune Borgo San Lorenzo, fino al 31/12/2023.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori

Sulla strada provinciale 477 dell'Alpe di Casaglia per eventi meteorologici del 16 e 17 maggio 2023, Transito consentito ai veicoli di massa complessiva non sup. a 20 ton, ai mezzi di soccorso, ai mezzi di pubblica utilità e ai mezzi impegnati nel ripristino della viabilità anche di massa superiore, nel tratto dal km 2+800 al km 16+000 nei comuni di Borgo San Lorenzo e Palazzuolo sul Senio, fino al 31/12/2023.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifiche alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023, 1568 del 31/05/2023 e 1574 del 01/06/2023

Sulla strada provinciale 306 Casolana-Riolese per eventi meteorologici del 16 e 17 Maggio 2023, transito consentito ai veicoli di massa complessiva non sup. a 20 ton, ai mezzi di soccorso, ai mezzi di pubblica utilità e ai mezzi impegnati nel ripristino della viabilità anche di massa superiore, nel tratto fra il confine di regione e il km 35+500 e dal km 37+200 (centro abitato di Palazzuolo) al km 48+500 (intersezione con la SR302) nei Comuni di Palazzuolo sul Senio e Marradi, fino al 31/12/2023.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifiche alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023, 1568 del 31/05/2023 e 1574 del 01/06/2023

Sulla strada provinciale 32 della Faggiola per eventi meteorologici del 16 e 17 Maggio 2023, Circolazione consentita a tutti i veicoli di massa complessiva non sup. a 35 q.li, con orario 05:30/21:00, mezzi soccorso e pubblica utilità e H24 a tutti i mezzi impegnati nel ripristino viabilità, nel tratto dal km 0+000 al km 18+150 nei comuni di Firenzuola e Palazzuolo sul Senio, fino al 31/12/2023.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifiche e integrazioni alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023, 1568 del 31/05/2023 e 1574 del 01/06/2023

Sulla strada provinciale 20 Modiglianese per eventi meteorologici del 16 e 17 maggio 2023, Transito consentito ai veicoli di massa complessiva non sup. a 20 ton, ai mezzi di soccorso, ai mezzi di pubblica utilità e ai mezzi impegnati nel ripristino della viabilità anche di massa superiore, nel tratto dal km 0+900 al confine con la SP29, fino al 31/12/2023.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifiche e integrazioni alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023, 1568 del 31/05/2023 e 1574 del 01/06/2023

Sulla strada provinciale 29 traversa di Lutirano per eventi meteorologici del 16 e 17 Maggio 2023, transito consentito a tutti i veicoli di massa complessiva non sup. a 20 ton, ai mezzi di soccorso, ai mezzi di pubblica utilità e ai mezzi impegnati nel ripristino della viabilità anche di massa supe, nel tratto tra il Km 0+000 e il Km 3+500 nel Comune di Marradi, fino al 31/12/2023.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifiche e integrazione alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023, 1568 del 31/05/2023 e 1574 del 01/06/2023

Sulla strada provinciale 58 Piancaldolese per Eventi meteorologici del 16 e 17 maggio, chiusura al transito-parzializzazione della circolazione: consentita a tutti i veicoli di non superiore a 35 q.li, con orario 05:30/21:00 e a tutti i mezzi di pubblica utilità anche oltre 3,5 tonn., nel tratto dall´intersezione con la SP117 fino al confine di regione, fino al 31/12/2023.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifica alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023 e 1568 del 31/05/2023

Sulla strada provinciale 8 Militare per Barberino di Mugello per posa cavi in fibra ottica, senso unico alternato orario 08:00/18:00, nel tratto dal km 11+000 al km 29+900 nei comuni di Calenzano e Barberino di Mugello, fino al 06/11/2023.

Sulla strada provinciale 306 Casolana-Riolese per Accesso ai mezzi d´opera per ripristino della viabilità a seguito degli eventi meteorologici del 16 e 17 Maggio 2023, Deroga al divieto di transito ai mezzi di portata complessiva superiore a 3,5 ton, nel tratto dal km 0+000 al km 1+500, fino al 04/11/2023.
Rettifica ordinanza n° 2458 del 01/09/2023

Sulla strada provinciale 74 Marradi-San Benedetto per opere di consolidamento della sede stradale, senso unico alternato con orario 07:00/18:00, nel tratto in tratti diversi e saltuari della SP74 Marradi-San Benedetto Comune di Marradi, fino al 20/10/2023.

Sulla strada provinciale 58 Piancaldolese per eventi metereologici del 16 e 17 Maggio 2023, transito consentito a tutti i veicoli di massa complessiva non sup. a 20 ton, ai mezzi di soccorso, ai mezzi di pubblica utilità e ai mezzi impegnati nel ripristino della viabilità anche di massa supe, nel tratto tra l´intersezione con la SP117 e il confine di Regione nel Comune di Firenzuola, fino al 30/09/2023.
(Data indicativa e comunque fino al termine lavori)

Sulla strada provinciale 503 del Passo del Giogo per ripristino della carreggiata, senso unico alternato con chiusure parziali per frazioni di tempo non superiori a 15 minuti e divieto di transito ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 ton., nel tratto fra le progressive chilometriche 15+800 e 16+000 Comune di Firenzuola, fino al 30/09/2023.

Sulla strada provinciale 58 Piancaldolese per ripristino e consolidamento della sede stradale e ricostruzione delle scarpate, senso unico alternato e temporanee chiusure della circolazione stradale per frazioni di tempo non superiori a 30 minuti, nel tratto saltuari e diversi dal Km 5+500 al Km 9+500 località Piancaldoli nel Comune di Firenzuola, fino al 30/09/2023.

Sulla strada provinciale 32 della Faggiola per messa in sicurezza, a segutio degli eventi atmosferici del 16 e 17 maggio, con rimozione del materiale franato e realizzazione opere di contenimento e/o sostegno tipo gabbioni e/o scogliera, senso unico alternato e parziali chiusure per periodi di tempo non superiore a 60 minuti, nel tratto diversi e saltuari compresi fra le progressive 12+000 e 17+000 nel Comune di Palazzuolo sul Senio, fino al 30/09/2023.

Sulla strada provinciale 503 del Passo del Giogo per manutenzione per la regimazione delle acque meteoriche, senso unico alternato con orario 07:00/18:00, nel tratto diversi e saltuari nei Comuni di Scarperia San Piero e Firenzuola, fino al 30/09/2023.

Sulla strada provinciale 477 dell'Alpe di Casaglia per manutenzione per la regimazione delle acque meteoriche, senso unico alternato con orario 07:00/18:00, nel tratto diversi e saltuari nei Comuni di Palazzuolo sul Senio e Borgo San Lorenzo, fino al 30/09/2023.

Sulla strada provinciale 39 di Panna per lavori di sfalcio della vegetazione spontanea lungo le banchine, senso unico alternato con orario 07:00/18:00, nel tratto Passo del Giogo nei comuni di Barberino di Mugello e Scarperia e San Piero, fino al 30/09/2023.

Sulla strada provinciale 503 del Passo del Giogo per lavori di sfalcio della vegetazione spontanea lungo le banchine, senso unico alternato con orario 07:00/18:00, nel tratto Passo del Giogo nei comuni di Barberino di Mugello e Scarperia e San Piero, fino al 30/09/2023.

Sulla strada provinciale 610 Selice-Montanara Imolese per messa in sicurezza e rimozione detriti, senso unico alternato oltre a chiusure per frazioni di tempo non superiore a 20 minuti, nel tratto dal km 67+100 al km 67+300 nel comune di Firenzuola, fino al 30/09/2023.

Sulla strada provinciale 610 Selice-Montanara Imolese per eventi metereologici del 16 e 17 maggio 2023, chiusura al transito notturno orario 21:30/6:00, nel tratto al km 67+100 al km 67+300 nel Comune di Firenzuola, fino al 29/09/2023.
Proroga ordinanza n°2699 del 22/09/2023


Valdarno

Sulla strada provinciale 84 di Molin del Piano per cambiamento della segnaletica sulla SP84 "Molin del Piano" al km 4+450, senso unico alternato, nel tratto dal km 4+400 al km 4+500, in corrispondenza del ponte, nel Comune di Pontassieve, fino al 31/12/2023.

Sulla strada provinciale 89 bis per realizzazione delle Casse di Espansione, senso unico alternato, nel tratto in corrispondenza del ponte sul Fiume Arno in località Pian dell´Isola nei Comuni di Figline ed Incisa Valdarno e di Reggello, fino al 15/11/2023.

Sulla strada provinciale 85 di Vallombrosa per taglio e rimozione delle piante, senso unico alternato orario 06:00/19:00, nel tratto dal km 5+900 al km 14+000 circa nel Comune di Reggello, fino al 11/10/2023.
Proroga Ordinanza n. 2642 del 20/10/2022.

Sulla strada provinciale 95 del Castagno per svolgimento di indagini strutturali, senso unico alternato con orario 08:00/17:00, nel tratto in prossimità del ponte al km 0+591 circa, nel Comune di San Godenzo, fino al 06/10/2023.


Chianti Val di Pesa

Sulla strada provinciale 93 Certaldese I per motivi plano-altimetrici, divieto di transito per i veicoli di massa a pieno carico superiore alle 7,5 tonnellate, nel tratto dal Km 0+000 al km 2+150 e dal km 3+550 al km 8+900, nel Comune di San Casciano Val di Pesa, fino al 31/12/2023.

Sulla strada provinciale 70 Imprunetana per Pozzolatico per lavori di regimazione idraulica delle acque superficiali e ripristino muro franato, senso unico alternato, nel tratto dal km 3+400 al km 3+700 circa, nel Comune di Impruneta, fino al 31/12/2023.
Fino a termine lavori

Sulla strada regionale 429 di Val d'Elsa per creare condizioni di maggiore sicurezza, restringimento della carreggiata con segnaletica orizzontale strisce gialle, nel tratto dal km 44+550 al km 44+650 nel Comune di Barberino Tavarnelle, fino al 31/12/2023.
Fino al termine dei lavori

Sulla strada regionale 222 Chiantigiana per creare condizioni di maggiore sicurezza, restringimento della carreggiata con segnaletica orizzontale strisce gialle, nel tratto dal km 19+800 al km 19+900 in Comune di Greve in Chianti, fino al 31/12/2023.
Fino al termine dei lavori

Sulla strada provinciale 4 Volterrana per creare condizioni di maggiore sicurezza, senso unico alternato, nel tratto dal km 7+180 al km 7+380 nel Comune di San Casciano Val di Pesa, fino al 31/12/2023.
Fino a termine lavori

Sulla strada provinciale 119 del Palagione per evento franoso, senso unico alternato, nel tratto dal km 5+400 al Km 5+600 nel Comune di Greve in Chianti, fino al 31/12/2023.
Fino al termine dei lavori

Sulla strada regionale 2 Cassia per effettuare lavori di ripristino corticale dei calcestruzzi ammalorati previsti in intradosso del sottopasso al km50+058 del R.A.03 - Siena-Firenze, senso unico alternato con orario 08:00/18:00, nel tratto dal km 283+100 al km 283+300 circa, nel Comune di San Casciano Val di Pesa, fino al 31/10/2023.
Proroga ordinanza n° 1718 del 16/06/2023

Sulla strada regionale 2 Cassia per effettuare lavori di ripristino corticale dei calcestruzzi ammalorati previsti in intradosso del sottopasso al km53+890 del R.A.03 - Siena-Firenze, senso unico alternato, nel tratto dal km 287+700 al km 287+800 circa, nel Comune di Impruneta, fino al 20/10/2023.
Dal 04/08/2023 all'11/08/2023 e dal 28/08/2023 al 20/10/2023. Proroga ordinanza n° 1663 del 09/06/2023

Sulla strada provinciale 69 Imprunetana per ripristino definitivo del tappeto di usura, senso unico alternato, nel tratto dal km 0+820 al km 1+000 circa, nel Comune di Impruneta, fino al 30/09/2023.

Sulla strada provinciale 71 del Ferrone per ripristino definitivo del tappeto di usura, senso unico alternato, nel tratto dal km 1+850 al km 2+250 circa, nel Comune di Impruneta, fino al 30/09/2023.


Area fiorentina

Sulla strada provinciale 70 Imprunetana per Pozzolatico per lavori di messa in sicurezza, senso unico alternato, nel tratto dal km 4+600 al km 4+900 circa nel Comune di Impruneta, fino al 31/12/2023.

Sulla strada provinciale 45 di Comeana per interventi di consolidamento strutturale del ponte lungo la SP9 "di Comeana al km 0+000 nel Comune di Carmignano (PO), divieto di transito per i veicoli di massa a pieno carico superiore a 26 tonnellate con transito in centro carreggiata e senso unico alternato per chi transita in direzione Carmignano, nel tratto del ponte al Km 3+200, nel Comune di Signa, fino al 31/12/2023.
Proroga ordinanza n° 773 del 11/04/2022

Sulla strada provinciale 130 panoramica di Monte Morello per manutenzione, senso unico alternato divieto di transito ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, nel tratto dal km 7+150 al km 7+250 circa, nel Comune di Sesto Fiorentino, fino al 01/12/2023.
Proroga ordinanza n° 3395 del 25/11/2021

Sulla strada per mobilità sostenibile e sicurezza dei pedoni, divieto di transito ai veicoli a motore dalle ore 12.00, nel tratto Passerella ciclopedonale tra Badia a Settimo Comune di Scandicci e stazione ferroviaria San Donnino Comune di Campi Bisenzio, fino al 30/09/2023.
Fino nuove disposizioni

Sulla strada provinciale 8 Militare per Barberino di Mugello per per effettuare lavori di raccordi in cavo interrato dall´elettrodotto a 132 kV "Calenzano-Sodo", divieto di transito sulla pista ciclabile posta parallelamente alla Sp8, nel tratto in corrispondenza dell´area di cantiere dal km 3+575 al km 4+200 circa, nel Comune di Sesto Fiorentino, fino al 30/09/2023.

Sulla strada provinciale 34 di Rosano per effettuare i lavori di completamento del nuovo accesso carrabile al parcheggio pubblico a servizio del nuovo centro sportivo della ACF Fiorentina, Restringimento della carreggiata da due corsie ad una corsia, nel tratto dal km 1+000 al Km 1+150, in direzione Firenze, nel Comune di Bagno a Ripoli, fino al 30/09/2023.
Proroga ordinanza n° 2317 del 04/08/2023


Fi-Pi-Li

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per messa in sicurezza del viadotto, restringimento della carreggiata dalle ore 06.00, nel tratto tra il km 24+750 e il km 24+100 in direzione Firenze, fino al 30/11/2023.

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per messa in sicurezza del viadotto, divieto di transito agli automezzi con massa superiore alle 44 tonn, nel tratto tra Empoli Centro e Empoli Est in direzione Firenze, fino al 30/11/2023.

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per lavori sulle barriere acustiche, restringimento della carreggiata mediante realizzazione due corsie in direzione Mare, nel tratto dal km 0+000 al km 2+200 Comune di Firenze, fino al 08/11/2023.


Empolese-Valdelsa

Sulla strada provinciale 79 Lucardese per ripristino del piano viabile, senso unico alternato orario 07:00/17:00, nel tratto dal km 0+572 al km 1+437 circa Comune di Montespertoli, fino al 30/06/2024.

Sulla strada provinciale 12 Val di Pesa per motivi altimetrici, pendenze eccessive, divieto di transito per i veicoli di massa a pieno carico superiore alle 7,5 tonnellate, nel tratto dal Km 0+000 al km 6+600, nel Comune di San Casciano Val di Pesa, fino al 31/12/2023.

Per interventi di manutenzione, senso unico alternato, nel tratto delle strade di competenza del Centro Operativo di Bassa e Castelfiorentino della Zona Manutenzione 3, fino al 31/12/2023.

Sulla strada provinciale 125 Certaldo-Lungagnata-Montespertoli per effettuare lavori di manutenzione e tinteggiatura facciata di edificio con installazione di ponteggi, senso unico alternato, nel tratto al km 9+800 circa (in corrispondenza della Via Lungagnana numero civico 140), in località Lungagnana nel Comune di Montespertoli, fino al 29/09/2023.


Nota: Le notizie contenute in questa pagina sono fornite in base alla programmazione dei lavori stradali. A seguito delle condizioni meteo o di esigenze dei cantieri possono verificarsi situazioni diverse da quelle indicate.
29/09/2023 9.39 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Firenze, nelle Sale della Città Metropolitana di Firenze “Artigianato è arte”: la collettiva di pittura, scultura e ceramica dei maestri artigiani in pensione (e non). Un progetto di CNA pensionati Firenze
Una sezione della mostra dedicata al Maestro Renzo Del lungo scomparso lo scorso anno Sarà inaugurata sabato 30 settembre, nelle sale della Città Metropolitana di Firenze (via dei Ginori, 14), alle ore 10:30, “Artigianato è arte”, la mostra di pittura, scultura, ceramica e artigianato artistico organizzata da CNA Pensionati Firenze, l’associazione che in tutta la Città Metropolitana rappresenta e tutela oltre 11mila pensionati.

“Obiettivo della rassegna, giunta quest’anno alla sua 11° edizione, è quello di rendere visibile il lavoro e le opere di artigiani ormai in pensione, ma che continuano a valorizzare l’artigianato con le loro espressioni artistiche, e quelle di pittori, scultori e artisti ancora in attività” spiega Omero Soffici, presidente di CNA Pensionati Firenze e curatore dell’esposizione con Alessandro Belli.

La mostra, patrocinata dalla Città Metropolitana di Firenze, presenta una sezione completamente dedicata al maestro Renzo Del Lungo, ex Presidente di CNA Pensionati scomparso nel corso del 2022.

“Abbiamo pensato che ricordarlo dedicandogli un’edizione di Artigianato è Arte, di cui è stato lo storico curatore, sia la cosa che maggiormente avrebbe apprezzato. In mostra, però, anche le opere di altri 31 maestri che evidenziano come il confine tra arte e artigianato sia sottile, se non del tutto assente” prosegue Soffici.

“Un modo per onorare il suo grande impegno nell’ambito dell’artigianato artistico e quello speso nell’ambito associativo a sostegno, tutela e promozione tanto del settore in cui ha svolto la sua attività professionale che nella rappresentanza delle istanze dei pensionati. Una figura chiave in e per CNA” commenta Maria Benedetta Garuglieri, Segretario di CNA pensionati.

In mostra le opere di: Renzo del Lungo, Maria Bassi, Gabriella Farina, Sonia Paladini, Annalisa Saba, Claudio Barbugli, Alfredo Biagini, Beatrice Brandini, Alessandro Brogi, Anna Maria Calamandrei Santi, Lorella Consorti, Alfredo Correani, Grazia Di Napoli, Cosetta Di Pietrantonio, Mara Faggioli, Eugenia Falchi Batelli, Angela Lucarini, Antonella Lucchini, Annamaria Maremmi, Elena Migliorini, Adriana Mori, Antonella Nannicini, Miriana Paolucci, Marcello Querci, Augusto Ranfagni, Roberto Romoli, Emi Scatena, Hans Schirmacher, Omero Soffici, Achillea Spaccazocchi Bianchi, Raniero Vettori.

L’esposizione proseguirà fino al 14 ottobre (ingresso libero con orario 10:00-17:00 tutti i giorni escluso il mercoledì). Catalogo a cura di Alessandro Belli. Allestimento mostra: Nicola Autera, Alessandro Belli, Omero soffici. Allestimento sezione dedicata al Maestro Del Lungo: Fiorella Braccini e Michele Del lungo.
29/09/2023 14.10 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Il Sindaco Nardella visita la riserva del Padule di Fucecchio
E annuncia novità per il progetto di rotatoria in località 'Le Vedute' Il Sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella ha compiuto stamani, giovedì 28 settembre 2023, una visita al Padule di Fucecchio, durante la quale ha annunciato anche alcune importanti novità in ordine alla viabilità di zona. La Metrocittà ha approvato nel 2022 la stipula di una Convenzione con il Comune di Fucecchio, della durata di tre anni, per lo svolgimento da parte dell'amministrazione comunale di tutte le attività necessarie per la gestione della vegetazione palustre e volte alla tutela e alla valorizzazione della riserva naturale da svolgersi sui terreni di proprietà dell'ente metropolitano, per complessivi 43 ettari, ricadenti nelle aree contigue.
Le attività sono finanziate con un contributo al Comune di complessivi 45.000 euro da erogarsi in tre anni (euro 20.000 il primo anno; euro 15.000 il secondo e euro 10.000 il terzo). Il Padule è compreso nel Piano strategico della Città Metopolitana, che è partner del Pit-Piano integrato territoriale “Acque e biodiversità. Tutela e Valorizzazione delle risorse ambientali del Padule di Fucecchio e delle Colline delle Cerbaie”, inerente la valorizzazione delle filiere corte e la pianificazione del cibo.
Dal 2018 è in vigore l'intesa tra Metrocittà, Regione Toscana e alcuni Comuni (Fucecchio, Ponte Buggianese, Altopascio, Cerreto Guidi, Chiesina Uzzanese, Pieve a Nievole, Monsummano Terme, Larciano, Lamporecchio) per la gestione del sistema delle riserve naturali del Padule di Fucecchio e del Lago di Sibolla, dove sono presenti tre riserve naturali regionali che, con le relative aree contigue, costituiscono un unico "sistema delle aree umide". Per questo motivo si è valutata come opportuna una gestione coordinata per ottimizzare le azioni per la tutela del patrimonio naturalistico e della biodiversità.
Le stesse riserve e le aree contigue si sovrappongono con i siti della 'Rete Natura 2000'. L'obiettivo è anche quello di promuovere, come è stato fatto, anche i valori naturalistici presenti nelle altre aree umide circostanti con il coinvolgimento dei Comuni interessati che negli anni, attraverso studi ed esperienze dirette, hanno contribuito alla conoscenza ed alla diffusione dei valori ambientali caratterizzanti questi territori.
Durante la visita il Sindaco Nardella ha annunciato che prosegue l'iter per la rotatoria in località Vedute con l'obiettivo di avviare i lavori già nei prossimi mesi. Il costo complessivo dell'opera viaria è attualmente stimato in 525.000 euro (500.00 mila dalla Città Metro e 25.000 del Comune di Fucecchio). Tuttavia, a causa dell'aumento dei prezzi dei materiali da costruzione, ci si attende che nella fase di aggiornamento dei documenti economici del progetto esecutivo il costo complessivo aumenti di circa un terzo rispetto alla stima attuale.

"Si tratta di un investimento dalla dimensione economica significativa - sottolinea il Sindaco Nardella - che certamente merita un'opera pubblica strategica di questa portata. Essa riveste infatti un'enorme importanza per la sicurezza stradale, andando a migliorare le condizioni di sicurezza dell'attuale incrocio tra tre strade provinciali", ovvero la Romana Lucchese, la Pesciatina e quella per Poggio Adorno. Uno snodo che, ogni giorno, è attraversato da moltissimi mezzi pesanti che dalle uscite di Altopascio e di Chiesina Uzzanese della Autostrada A11 Firenze-Mare si dirigono nelle zone industriali del Comprensorio del Cuoio. La nuova rotatoria sarà dotata di pubblica illuminazione, di idonei attraversamenti pedonali e di altri accorgimenti orientati a ridurre la velocità dei veicoli.

La visita al Padule e l'incontro con il Sindaco di Fucecchio, Alessio Spinelli, e la vicesindaca Emma Donnini si è concluso in un agriturismo nella frazione di Massarella, dove il sindaco Nardella ha avuto modo di incontrare alcune importanti realtà locali come gli associati al Consorzio Toscana Manifatture, con i quali è stato fissato un prossimo incontro sui temi cari agli imprenditori del settore calzaturiero, come gli operatori della Cooperativa Colori che a Fucecchio gestisce la Residenza Sanitaria “Le Vele” e altri progetti di carattere sociale, e con i rappresentanti di Exploring Fucecchio (con il presidente Federico Sgherri e l'assessore al turismo Daniele Cei), un'associazione di promozione turistica che da oltre un anno è impegnata nella creazione di azioni volte a sviluppare proposte turistiche sul territorio.
Con loro il Sindaco Nardella ha valutato anche la possibilità di favorire i flussi turistici verso le bellezze naturalistiche del Padule e quelle storico-artistiche di Fucecchio attraverso la promozione garantita dagli sportelli turistici situati a Firenze.

In allegato l'immagine di un cartello pubblicitario che a novembre la Città Metropolitana intende installare sul posto ad annunciare l'intervento.

28/09/2023 12.18 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze "Domenica Metropolitana" il 1° ottobre 2023
Tutti i residenti della Città Metropolitana di Firenze potranno visitare gratuitamente i musei cittadini e prendere parte alle numerose visite e attività in programma Domenica 1° ottobre torna la Domenica Metropolitana, giornata nella quale tutti i residenti della Città Metropolitana di Firenze potranno visitare gratuitamente i musei cittadini e prendere parte alle numerose visite e attività in programma, sviluppate grazie al Comune di Firenze, alla Città Metropolitana di Firenze e a Mus.e, con il supporto di Giotto, love brand di F.i.l.a. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini.

Sono in partenza le grandi mostre dell’autunno, incentrate sull’arte del Novecento e la contempo-raneità nel senso proprio del termine: a Palazzo Medici Riccardi, la mostra Depero. Cavalcata fantastica permetterà di viaggiare a tutta velocità tra le funamboliche opere dell’artista Fortunato Depero, uno dei futuristi più versatili e innovativi; al Museo Novecento sarà possibile visitare la mostra Mapplethorpe Von Gloeden. Beauty And Desire, che approfondisce il rapporto tra il lavoro fotografico dello statunitense Robert Mapplethorpe e gli scatti del tedesco Wilhelm von Gloeden, entrambi affascinati da un ideale di classicità mediterranea ed entrambi approdati ad esiti perturbanti. Sempre al Museo Novecento sarà possibile lasciarsi guidare fra le opere di Cecily Brown: artista inglese che ha saputo reinventare il rapporto tra l’arte contemporanea e la grande arte figurativa dei secoli passati.

Nell’occasione del cinquecentenario della nascita di Laura Battiferri, intellettuale e poetessa fiorentina del XVI secolo, l’Ufficio Firenze Patrimonio Mondiale e Rapporti con Unesco del Comune di Firenze e Mus.e, in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze, presentano un programma di iniziative rivolte tanto al grande pubblico quanto agli studiosi: domenica mattina sarà possibile assistere a una performance letteraria e artistica davanti al ritratto che Agnolo Bronzino fece di lei, esposto all’interno del Museo di Palazzo Vecchio.
Forte di Belvedere, un’altra celeberrima fortezza cittadina, ospita la mostra personale di Nico Vascellari: Melma. Video, sculture, collage, installazioni che indagano la relazione tra uomo e natura sono le opere che compongono l’esposizione, realizzate ad hoc per gli spazi del Forte di Belvedere.

Presso il Complesso delle Murate è stata da poco inaugurata la mostra Drawing Everyday. Diario vi-sivo di Stefano Chiassai, curata da Valentina Gensini. L’esposizione nasce dalla collaborazione con ADI Toscana e propone una selezione di disegni inediti realizzati dall’artista Stefano Chiassai tra il 2022 e il 2023, accompagnati da alcuni pezzi del biennio 2020-2021.

Nel Museo di Palazzo Vecchio, nel salone dei Dugento, è visibile il quinto ciclo degli arazzi dedicati alle Storie di Giuseppe. La serie è stata voluta dal duca Cosimo I de’ Medici e tessuta tra il 1545 e il 1553 su disegno dei maggiori artisti dell’epoca: Agnolo Bronzino, Jacopo Pontormo e Francesco Sal-viati.

Presso la Chiesa di Santa Maria del Carmine, sarà possibile accedere ai ponteggi allestiti per gli in-terventi di diagnostica e restauro presso la Cappella Brancacci che consentono di trovarsi a tu per tu con gli affreschi di Masaccio, Masolino e Filippino Lippi.

Tutte le visite guidate e le attività sono gratuite e la prenotazione è obbligatoria. All’atto della pre-notazione è possibile riservare un solo appuntamento nel corso della giornata per un massimo di 5 persone.
Gli ingressi ai singoli musei saranno disponibili fino ad esaurimento posti, tranne la Cappella Bran-cacci che prevede prenotazione obbligatoria. Per la Cappella Brancacci (orario 13.00/17.00, 10 persone ogni mezz’ora, ultimo accesso 16.15) la prenotazione è obbligatoria. L’accesso ai ponteggi del cantiere di diagnostica e di restauro avviene in forma accompagnata, senza spiegazione. I ponteggi sono accessibili a persone con difficoltà e disabilità motorie.
Questi gli orari di apertura: Museo di Palazzo Vecchio (orario 9.00/19.00), Torre di Arnolfo* (orario 9.00/17.00), Santa Maria Novella (orario Basilica 13.00/16.00, museo 13.00/17.30), Museo Nove-cento (orario 11.00/20.00), Museo del Ciclismo Gino Bartali (orario 10.00/16.00), Palazzo Medici Riccardi (orario 9.00-19.00), Museo Stefano Bardini (orario 11.00/17.00), Fondazione Salvatore Ro-mano (orario 13.00/17.00), Forte di Belvedere (orario 10.00/20.00)**.
  • In caso di pioggia la Torre di Arnolfo resterà chiusa al pubblico per motivi di sicurezza. In Palazzo Vecchio sarà accessibile il camminamento di ronda.
  • *spazi esterni visitabili fino alle 19.00.
Attenzione: le biglietterie chiudono un’ora prima dell’orario di chiusura del museo.


Per gli utenti in possesso della Card del Fiorentino, data la gratuità della giornata, non è prevista alcuna priorità di accesso nei Musei Civici Fiorentini. Per coloro che intendono acquistarla si richiede la prenotazione, al fine di garantire un servizio adeguato senza attese.


Il programma è realizzato grazie al sostegno di Giotto



INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Lunedì 25 settembre 2023 dalle 14.00 alle 17.00;
da martedì 26 settembre a sabato 30 settembre 2023 h 9.30-13.00 e h 14.00-17.00
(attenzione: il servizio non è attivo la domenica mattina).
Prenotazioni per i Musei Civici Fiorentini e per le Murate: 055-2768224 e info@musefirenze.it
Prenotazioni per Palazzo Medici Riccardi: 055-2760552 e info@palazzomediciriccardi.it


MUSEO DI PALAZZO VECCHIO

Percorsi segreti
per chi: per giovani e adulti
orari: 10.00, 11.30, 14.30, 16.00
durata: 1h15’
La proposta consente di visitare alcuni ambienti particolarmente preziosi: fra questi la scala realiz-zata per volere di Gualtieri di Brienne e ricavata nello spessore della muraglia; lo Studiolo di Francesco I de’ Medici, raffinatissimo scrigno “di cose rare et pretiose”, e lo Scrittoio del padre Cosimo I (più conosciuto come Tesoretto); infine l’imponente struttura a capriate che sorregge il soffitto a cassettoni del Salone dei Cinquecento.


Visita a Palazzo
per chi: per giovani e adulti
orari: 10.30, 15.00, 16.30
durata: 1h15’
Palazzo Vecchio è il cuore di Firenze, simbolo della storia della città. Una storia che comincia nel 1299, quando nasce per ospitare i governanti della Firenze medievale, e che conosce un’età dell’oro nel momento in cui la famiglia Medici vi porta la propria residenza trasformandolo in una vera Reggia. La visita permette di comprendere come architetture, arti minori, sculture e dipinti concorrano alla creazione di un unicum ricco e complesso che si è trasformato, stratificato e rinnovato nel corso dei secoli.

Orizzonti. Nuovi sguardi sul palazzo
per chi: per giovani e adulti
orari: 12.00
durata: 1h15’
Palazzo Vecchio è da secoli il cuore pulsante della vita pubblica fiorentina ed è ancora oggi la sede ufficiale del Comune di Firenze, oltre che museo di se stesso con le sue splendide sale monumenta-li. La visita consentirà di scoprire (o riscoprire) questo magnifico luogo con gli occhi di chi lo ha co-nosciuto arrivando a Firenze come “nuovo cittadino”. I partecipanti saranno quindi guidati da voci appartenenti a diverse culture a visitare in modo nuovo lo storico palazzo della città.
La visita è proposta nell’ambito del progetto AMIR / Accoglienza Musei Inclusione Relazione, a cura di Comune di Fiesole, Comune di Firenze - MUS.E, Istituto degli Innocenti, Fondazione Primo Conti, Stazione Utopia, grazie al sostegno della Fondazione CR Firenze.

Favola della tartaruga con la vela
per chi: per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni
orari: 15.00
durata: 1h15’

Alla fine del XV secolo i Capitani francesi di Carlo VIII, diretti a Napoli per riconquistarne il regno, si adornavano di “pompose imprese”, simboli portati nelle sopravvesti, barde e bandiere, a dimostra-zione delle loro qualità e virtù. A imitazione di questi capitani, anche i grandi signori e i nobili cava-lieri italiani adottarono questa usanza, tanto che l’impresa divenne uno dei tratti più caratteristici della sofisticata cultura Cinquecentesca.
Il duca Cosimo aveva, fra le sue imprese, una particolare predilezione per la tartaruga con la vela, che è infatti onnipresente nelle sale del suo Palazzo. Sarà proprio una piccola tartaruga a raccontare ai bambini un’antica storia che parla di bambini e di tartarughe, di velocità e di lentezza, di prudenza e di saggezza. Al termine della storia i bambini si cimenteranno in una “caccia alla tartaruga con la vela” negli ambienti di Palazzo Vecchio.

Vita di corte
per chi: per famiglie con bambini dai 6 ai 10 anni
orari: 16.45
durata: 1h
Oggi Palazzo Vecchio è un museo, ma nel Cinquecento era la residenza del duca Cosimo I de Medici, di sua moglie Eleonora de Toledo e dei loro undici figli. Attraversando le sale del museo i visitatori potranno non solo ammirare lo splendore della reggia ma anche immaginare i sontuosi banchetti nella Sala Grande e i terrazzi fioriti come giardini e immergersi nella vita quotidiana dei piccoli principi.

Guardando e ascoltando Laura Battiferri
per chi: per giovani e adulti
orari: dalle 10.00 alle 13.00, ogni mezz’ora
durata: 30’
Celebre agli occhi grazie al purissimo ritratto di Agnolo Bronzino e alle orecchie in virtù dei suoi pregevoli sonetti, Laura Battiferri (Urbino, 1523 - Firenze, 1589) è personaggio prezioso dell’élite fiorentina di metà Cinquecento. Moglie dell'architetto e scultore Bartolomeo Ammannati, vicina alla corte medicea e in particolare alla duchessa Eleonora di Toledo, affine alla sensibilità degli artisti e dei letterati del tempo - basti ricordare Benedetto Varchi o lo stesso Bronzino - Laura incarna un ideale di donna colta, che alla bellezza fisica antepone l’alta levatura moral e la purezza di pensiero. Il pubblico avrà l’occasione di approfondire la conoscenza della sua figura, osservando con attenzione il suo ritratto – dove è immortalata di profilo, altera ed elegante, capigliatura e abbigliamento fini eppure austeri, i sonetti di Petrarca fra le mani – e ascoltando una selezione dei suoi più celebri componimenti poetici. Non è necessaria la prenotazione.


PALAZZO MEDICI RICCARDI


Visita a Palazzo Medici Riccardi
per chi: per giovani e adulti
orari: 12.00, 15.00
durata: 1h
La visita prende avvio dall’esterno, al fine di apprezzare le peculiarità architettoniche dell’edificio (progettato nel 1444 da Michelozzo e con celebri varianti michelangiolesche), per poi proseguire nel cortile e nel giardino ed evocare qui le tappe dell’ascesa medicea. Protagonisti sono Cosimo il Vecchio, Piero il Gottoso e Lorenzo il Magnifico, figure di assoluto rilievo in ambito sia culturale sia politico, capaci di disegnare la storia della città del Quattrocento e di promuovere la nascita del Ri-nascimento fiorentino: testimonianza ne è la Cappella dei Magi, sacello prezioso al primo piano del palazzo affrescato sapientemente da Benozzo Gozzoli. Il percorso si conclude con la visita della sfa-villante Galleria degli Specchi, che consente di approfondire la “seconda età” del palazzo corrispon-dente all’acquisto a metà Seicento e alla successiva residenza della famiglia Riccardi.

Visita alla mostra Depero. Cavalcata fantastica
per chi: per giovani e adulti
orari: 10.30; 16.30
durata:1h
La visita alla mostra permette di conoscere e approfondire la poliedrica opera di Fortunato Depero (Fondo, 1892-Rovereto, 1960), indiscusso maestro dell’arte del Novecento. Grazie all’individuazione di alcuni dei temi che hanno caratterizzato la sua produzione saranno messi in evidenza i sottili nes-si della sua figura e del suo lavoro in area fiorentina e saranno evidenziate le peculiarità tecniche e stilistiche dei suoi lavori.


MUSEO NOVECENTO

Opere aperte
per chi: per giovani e adulti
orari: 15.00
durata: 1h
La visita sarà condotta da un gruppo di mediatori AMIR, provenienti da vari paesi del mondo, met-tendo in relazione le nostre testimonianze artistiche con la propria storia, le proprie origini, la pro-pria cultura. La visita consentirà quindi di avvicinarsi ad alcune opere esposte con gli occhi di chi è giunto a Firenze come nuovo cittadino: i visitatori saranno quindi guidati a osservare in modo nuovo le forme, i codici, i significati dell’arte italiana del nostro tempo e comprendere come davvero l’opera d’arte sia “aperta” e “centro attivo di una rete di relazioni inesauribili”. (U. Eco)
La visita è proposta nell’ambito del progetto AMIR / Accoglienza Musei Inclusione Relazione, a cura di Comune di Fiesole, Comune di Firenze - MUS.E, Istituto degli Innocenti, Fondazione Primo Conti, Stazione Utopia, grazie al sostegno della Fondazione CR Firenze.

Visita alla mostra Cecily Brown. Temptations torments trials and tribulations
per chi: per giovani e adulti
orari: 16.30
durata: 1h
La visita consente di conoscere Cecily Brown, una delle più talentuose protagoniste della pittura contemporanea. Considerata fin dagli anni Novanta una delle maggiori interpreti della pittura in-ternazionale, l’artista rivisita il rapporto tra astrazione e figurazione trovando una straordinaria forma di sintesi tra modernismo e grande pittura rinascimentale. La visita alla mostra costituirà un’importante occasione per ammirare dal vivo i suoi lavori inediti, per la maggior parte ideati ap-positamente per questa occasione.


SANTA MARIA NOVELLA

Visita del complesso di Santa Maria Novella: la Basilica
per chi: per giovani e adulti
orari: 14.30
durata: 1h e15’
La visita porterà alla comprensione di uno straordinario documento della storia dei domenicani ma anche di un fondamentale capitolo della storia della città di Firenze. In questo senso un’attenzione particolare sarà dedicata alla storia dell’ordine, i cui caratteri teologici soggiacciono a tutte le vi-cende architettoniche e artistiche del convento, ma anche alla partecipazione attiva della cittadi-nanza, che da sempre ha supportato la vita del complesso grazie a lasciti, committenze e patronati. Sarà così possibile comprendere le peculiarità storiche ed estetiche dei maggiori capolavori del complesso, eseguiti dai maggiori artisti del Medioevo e del Rinascimento: fra questi Giotto, Masac-cio, Filippo Brunelleschi, Paolo Uccello, Domenico Ghirlandaio, Filippino Lippi.

Visita del complesso di Santa Maria Novella: i Chiostri
per chi: per giovani e adulti
orari: 16.00
durata: 1h
La visita consentirà di apprezzare l’eccezionale importanza storica e artistica degli spazi del convento domenicano, a cominciare dal celebre Chiostro verde, i cui meravigliosi affreschi della prima metà del Quattrocento, dipinti da Paolo Uccello e collaboratori, sono ora esposti nel Refettorio dopo il delicato intervento di restauro condotto dall’Opificio delle Pietre Dure. Il percorso prosegue con la visita della sala dell’antico capitolo, più nota come cappellone degli Spagnoli, il cui ciclo – affrescato da Andrea di Bonaiuto – si pone come una delle più alte e spettacolari rappresentazioni della missione domenicana e del trecentesco Chiostro Grande, da poco riaperto alla fruizione pubblica, che ospita una straordinaria serie di affreschi dei maggiori pittori dell’Accademia fiorentina del Cinquecento. Infine, un vero e proprio ‘gioiello’ della pittura fiorentina nella fase di transizione fra Rinascimento e Manierismo, la Cappella del Papa.


COMPLESSO DELLE MURATE

Visita al complesso delle Murate
per chi: per giovani e adulti
orari: 10.30, 12.00
durata: 1h15’
La visita consente di conoscere la ricchissima storia del complesso delle Murate e nello stesso tem-po avvicinarsi alle opere e ai lavori esposti. Le visite permetteranno di approfondire la storia delle Murate, dalla sua fondazione come convento femminile per le monache di clausura, alla trasformazione in carcere nell’Ottocento. La visita si concluderà con un’introduzione alla mostra Drawing Everyday. Diario visivo di Stefano Chiassai. Nell’esposizione disegni, tessuti, pregiati arazzi e oggetti di design mettono in scena parole, geometrie, pattern, figure, riattivando una memoria collettiva e condivisa che racchiude i principali avvenimenti dal 2021 al 2023 attraverso un progetto site specific di materiali inediti pensato e progettato appositamente per il Complesso delle Murate.


CAPPELLA BRANCACCI

Visita alla Cappella Brancacci
per chi: per giovani e adulti
orari: 13.30, 14.30, 15.30
durata: 1h
Durante la visita il pubblico potrà approfondire il contesto storico e artistico entro cui gli affreschi della Cappella Brancacci – pietra miliare della storia dell’arte rinascimentale – si situano, anche grazie a una serie di apparati multimediali: la narrazione, affiancata da supporti visivi, permetterà così di apprezzare la storia del complesso e di conoscere meglio la storia e l’iconografia del ciclo di affreschi. I visitatori saranno poi accompagnati all’ingresso della Cappella per salire in autonomia sui ponteggi dove potranno osservare gli affreschi da vicino, analogamente a quando essi furono eseguiti dagli stessi pittori.


MUSEO STEFANO BARDINI

Visita al Museo Bardini
per chi: per giovani e adulti
orari: 11.00, 12.30
durata: 1h15’
Nel museo si respira la passione che ha animato l’antiquario e connoisseur Stefano Bardini nell’acquisire nel corso della sua vita una quantità così ingente di opere d’arte. La visita permette di conoscere la sua straordinaria collezione, dalle grandi opere – fra cui la Carità di Tino di Camaino o la Madonna dei Cordai di Donatello – alle preziose testimonianze di arti minori quali cassoni, maioliche, tappeti, armi, bronzetti. La visita si concluderà con un’introduzione alla mostra Rachel Feinstein in Florence.

FORTE BELVEDERE

Visite alla mostra Nico Vascellari. Melma
per chi: per giovani e adulti
orari: 16.00, 17.30
durata: 1h15’
Le visite consentono di approfondire l’opera dell'artista Nico Vascellari, che in mostra presenta la-vori inediti e dai linguaggi molto diversi: oltre alle opere poste in esterno, sui bastioni, e ai video presenti nelle cannoniere, sarà infatti possibile seguire il percorso espositivo in palazzina cogliendo le linee della sua poetica, da sempre attenta alle relazioni fra uomo e natura, fra esistenza e tra-scendenza, con riferimenti al mondo arcaico e un'estetica assolutamente contemporanea. Nello stesso tempo, il percorso permetterà anche di conoscere storia e caratteri della straordinaria architettura militare di Forte di Belvedere.


MEMORIALE DI AUSCHWITZ
Visite al Memoriale delle Deportazioni
per chi: per giovani e adulti
orari: 10.00, 11.30, 15.00, 16.30
durata: 1h15’
Le visite permettono di accedere al Memoriale delle Deportazioni, recentemente inaugurato in vir-tù della collaborazione tra Regione Toscana, Comune di Firenze, Comune di Prato, ANED e Fonda-zione Museo e Centro di Documentazione della Deportazione e Resistenza – Luoghi della Memoria Toscana. È qui possibile visitare il Memoriale un tempo allestito all’interno del Block 21 del campo di Auschwitz I, straordinaria opera d’arte immersiva ricca di significati e interpretazioni, frutto della progettazione corale dello studio di architettura di Milano BBPR, dello scrittore Primo Levi, del pittore Mario “Pupino” Samonà, del regista Nelo Risi e del compositore Luigi Nono. Il percorso museale che ne introduce la visita racconta la lunga storia del Novecento: la prima guerra mondiale, il fascismo e le sue drammatiche conseguenze, le dinamiche della guerra totale, del sistema dei lager nazisti, della shoah; traccia la storia degli italiani deportatori e deportati fino alla liberazione e il ritorno a casa.


25/09/2023 14.02 Città Metropolitana di Firenze
Comitato Provinciale CONI Firenze Olimpiade e Paralimpiade metropolitane di Firenze
Pomeriggio all’insegna dello “sport inclusive” con Milena Megli e le associazioni Benemerite Coni alla "PASSEGGIATA DELLA SALUTE" Nell’ambito delle terze “Olimpiade e Paralimpiade Metropolitane” organizzate della Città Metropolitana di Firenze allo Sport Village allestito al parco delle Cascine si è svolta la PASSEGGIATA DELLA SALUTE all’insegna dello “sport inclusive”. L’iniziativa voluta dal CONI di Firenze insieme alle Associazioni Benemerite fiorentine, ANSMeS - Stelle al merito sportivo, ANAOAI - atleti Azzurri, PANATHLON, UNASCI, U.N.V.S. e USSI e con la presenza della testimonial d’eccezione Milena MEGLI campionessa di Marcia pluridecorata. La Passeggiata della salute è stata inserita nei programmi della Settimana Europea dello Sport – BeActive - e patrocinata da CONI e SPORT E SALUTE della Toscana. Durante i tre giorni ( 27-28-29 settembre) a SPORT VILLAGE negli stand allestiti a cura dell’organizzazione UISP per Città Metropolitana di Firenze è possibile per ragazze e ragazzi provare ben 31 discipline sportive direttamente curate da tecnici di associazioni sportive fiorentine e dirigenti di Federazioni sportive nazionali Coni e Cip
28/09/2023 13.20 Comitato Provinciale CONI Firenze
Città Metropolitana di Firenze Vicinanza del Consiglio Metropolitano alla popolazione del Mugello
Mozione approvata all'unanimità per lo stanziamento di un contributo straordinario “Gesto di attenzione e vicinanza alla popolazione del Mugello”, spiega la Vice Sindaco della Città Metropolitana di Firenze nell’approvare la mozione, votata all’unanimità dopo ampio dibattito, che impegnerà il Sindaco Metropolitano “a stanziare un contributo straordinario, a rimborso degli abbonamenti di Tpl dei cittadini residenti nell’Alto Mugello (per il mancato ripristino della linea ferroviaria Faentina, per le numerose frane, motivo di enorme disagio per i pendolari, soprattutto per gli studenti di Marradi) e a farsi promotore di un percorso con tutti i soggetti pubblici e privati presenti sul territorio: categorie economiche, Regione Toscana, Fondazioni, altri Comuni per costituire un fondo che consenta di erogare contributi straordinari ad hoc (compreso il Tpl) per il territorio dell’Alto Mugello, così duramente colpito dalle recenti calamità naturali.

La mozione è stata approvata all’unanimità dal consiglio della Città Metropolitana, dopo ampio dibattito, e dopo aver ascoltato il toccante resoconto e sentito l’emozione del Sindaco Tommaso Triberti sugli eventi atmosferici catastrofici che hanno ferito il territorio.

Il consigliere Massimo Fratini ha proposta la costituzione di una commissione ad hoc che si recherà a Marradi, nella sede della Protezione Civile, per recepire le esigenze e lo stato di attuazione delle opere messe in campo sul territorio.

All'origine dalle mozione, una proposta di testo del gruppo Centrodestra che il Pd ha emendato.

"Siamo soddisfatti dell'ampio dibattito e del risultato ottenuto in aula a seguito della mozione presentata dal gruppo di Centrodestra - dichiara Enrico Carpini, capogruppo di Territori beni comuni - Gli emendamenti approvati anche grazie al nostro contributo, hanno consentito un voto unanime che rappresenta in pieno la sensibilità dell'ente metropolitano e dei gruppi politici. Adesso, viste anche le risorse in arrivo sul territorio per le aree interne, è più che mai necessario integrare i vari strumenti di sostegno che sono in campo, ci aspettiamo un coinvolgimento reale delle Commissioni e del Consiglio Metropolitano". (lc)

27/09/2023 16.18 Città Metropolitana di Firenze
Olimpiadi e Paralimpiade 2023 Olimpiade Città Metro, pienone per la prima giornata dello Sport Village IL VIDEO
Tanta partgecipazione degli studenti delle scuole ai vari stand allestiti alle Cascine per provare le varie discipline Ha fatto subito il pieno la prima giornata dello Sport Village al parco delle Cascine, all'interno dell'Olimpiade e Paralimpiade della Citta Metro Firenze. Tantissimi studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado si sono messi alla prova nelle varie discipline, compreso il calcio storico. E nel pomeriggio la Passeggiata della salute con l'ex azzurra di marcia Milena Megli (presenti anche gli assessori del Comune di Firenze Cosimo Guccione e Maria Federica Giuliani) e la possibilità per tutti di provare le varie discipline presenti nei vari stand. Lo Sport Village, a cura di Uisp Firenze, è aperto nei giorni 27, 28 e 29 settembre 2023.

QUI il video a cura di Uisp Firenze: https://youtu.be/-JmZeOlHtXI?si=CdgE6BGPCeeBH0Uz

27/09/2023 19.49 Olimpiadi e Paralimpiade 2023
Città Metropolitana di Firenze Riassegnazione di funzioni ambientali alle Province e Città metropolitane
Il Consiglio di Palazzo Medici Riccardi approva la convenzione con la Regione Toscana, per la costituzione dell’ufficio unico di supporto alle gestioni associate in materia di bonifica dei siti inquinati, su proposta della consigliera delegata all'Ambiente Letizia Perini Via libera del Consiglio della Città Metropolitana di Firenze, su proposta della consigliera delegata all'Ambiente Letizia Perini, alla costituzione di un ufficio comune, con la Regione Toscana, per l’esercizio associato delle funzioni in materia di bonifica dei siti inquinati.

Il riordino – sottolinea Perini – si è reso necessario a seguito del parere del Consiglio di Stato adottato con Decreto del Presidente della Repubblica del 25 maggio 2023, che ha rilevato la non competenza della Regione Toscana a svolgere le funzioni che il Titolo V Parte IV del D.Lgs. n.152/2006 attribuisce, in materia ambientale, direttamente alle Province e alla Città Metropolitana.

Il Consiglio Regionale ha di fatto recepito quanto stabilito anche con legge regionale (n.31 del 31 luglio 2023), disciplinando le funzioni delle province e della Città metropolitana di Firenze in materia ambientale e stabilendo la costituzione di ufficio comune per l’esercizio associato delle funzioni provinciali e della Città metropolitana in materia di bonifiche dei siti inquinati.

Si tratta di una via transitoria tra gli enti – ha concluso Perini – il cui iter si concluderà il 31 dicembre 2024: è il tempo necessario per l'adeguamento alle nuove funzioni.

Voto di astensione del gruppo Centrodestra per il cambiamento. (lc)
27/09/2023 13.20 Città Metropolitana di Firenze
Olimpiadi e Paralimpiade 2023 Olimpiade Città Metro, Nicola Armentano visita lo Sport Village: il video
Il delegato allo sport della Città Metropolitana sottolinea l'introduzione del calcio storico tra le discipline da provare Secondo giorno di apertura dello Sport Village alle Cascine nell'ambito della terza edizione dell'Olimpiade e Paralimpiade della Città Metropolitana di Firenze organizzate con la supervisione tecnica di Uisp Firenze, con tanta partecipazione degli studenti delle scuole fiorentine. Ha fatto visita all'estesa struttura situata al Parco delle Cascine di Firenze, Nicola Armentano, delegato allo sport della Città Metropolitana di Firenze e ideatore dei Giochi. Armentano ha avuto parole di elogio per gli organizzatori che hanno varato la novità della disciplina del calcio storico all'interno dell'evento, con la prova pratica da parte dei ragazzi, un momento di ulteriore crescita dell'identità cittadina, culturale e identitaria oltrechè sportiva per le nuove generazioni.

QUI il VIDEO con l'intervista e tante immagini della giornata: https://youtu.be/UkaCCG2CEc4?si=1Y38dWm980U9mmis
28/09/2023 15.24 Olimpiadi e Paralimpiade 2023
Comune di Sesto Fiorentino Sesto Fiorentino. Sabato 30 settembre ritorna la “Giornata della Protezione civile”
Appuntamento in piazza Vittorio Veneto dalle 9 alle 18 Ritorna con la sedicesima edizione la “Giornata della Protezione civile”: sabato 30 settembre, dalle 9 alle 18 in piazza Vittorio Veneto, oltre quaranta Enti, associazioni e professionisti presenteranno la propria attività con dimostrazioni ed esercitazioni interattive.
Alle 9,30 sono previsti i saluti istituzionali e la premiazione dei quasi duemila studenti sestesi che nello scorso anno scolastico hanno preso parte alle lezioni e alle prove pratiche di protezione civile.
Per tutta la giornata saranno numerosissime le attività divertenti e istruttive proposte da associazioni, forze dell’ordine, collegi e ordini professionali ad adulti e bambini; non mancheranno esercitazioni e spettacolari dimostrazioni.

“Anche quest’anno ci troveremo in piazza insieme alle associazioni e al personale della Protezione civile per un giorno di festa e divertimento, ma anche di formazione e approfondimento della conoscenza del rischio - afferma l’assessora alla Protezione civile Claudia Pecchioli - È inestimabile il valore del lavoro quotidiano del Servizio comunale e delle tante associazioni convenzionate. E questa giornata sarà una bella occasione per conoscere da vicino le donne e gli uomini che con le proprie competenze, il proprio impegno, la propria passione si mettono al servizio di tutta la nostra comunità, per la rappresentano un punto di riferimento insostituibile”.

Il programma della giornata è disponibile sul sito istituzionale all’indirizzo www.comune.sesto-fiorentino.fi.it.
28/09/2023 18.03 Comune di Sesto Fiorentino
Città Metropolitana di Firenze Inaugurazione tomba restaurata del Senatore Isidoro Del Lungo
Domenica 1° ottobre, alle 10, al Cimitero monumentale della Misericordia di Antella (Bagno a Ripoli) Domenica prossima, il 1° ottobre alle ore 10, la Toscana renderà omaggio ad uno dei suoi più grandi figli, il Senatore Isidoro Del Lungo (Montevarchi, 1841 – Firenze, 1927), ancora oggi, a quasi 100 anni dalla morte, considerato il più grande esperto di Dante Alighieri e della Divina Commedia, primo Presidente dell’Accademia della Crusca, Assessore alla Pubblica Istruzione e Consigliere Comunale a Firenze, Autore del Vocabolario della Crusca, Fondatore della Società Dantesca Italiana, Accademico di numerose Accademie tra cui quella dei Lincei di Roma e dei Georgofili di Firenze, pluridecorato insignito di numerose riconoscenze di Ordini cavallereschi.

L’appuntamento è al Cimitero Monumentale della Misericordia dell’Antella, nel Comune di Bagno a Ripoli, dove la sua tomba, che lo ospita dal 1927, è stata restaurata a cura del Comune di Bagno a Ripoli e della Misericordia dell’Antella con il patrocinio della Città Metropolitana di Firenze, a fronte delle numerose richieste di suoi estimatori e studiosi che ancora oggi si recano in devoto pellegrinaggio qui durante tutto l’anno.

Alla cerimonia sono stati invitati a partecipare e interverranno, tra gli altri, il Prefetto di Firenze, Francesca Ferrandino, il Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, il Sindaco di Firenze e della Città Metropolitana, Dario Nardella, e la consigliera metropolitana con delega alla Cultura, Letizia Perini, il Sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, l’assessora comunale alla cultura Eleonora François, il Sindaco di Montevarchi, Silvia Chiassai, il Governatore della Misericordia di Antella, Paolo Nencioni, e il Custode dei Valori, Franco Mariani. Il Generale Comandante dell’Arma dei Carabinieri manderà un suo personale rappresentante. Presente inoltre la restauratrice Maria Castagliola.

Negli ultimi anni, anche a fronte del VII centenario della morte di Dante, si sono incrementate alla Misericordia dell’Antella e al Comune di Bagno a Ripoli le richieste da parte di numerosi cittadini e di suoi estimatori da tutta Italia, di restaurare la tomba del Sen. Isidoro Del Lungo (1841 – 1927), ancora oggi considerato il più illustre dantista di tutti i tempi.
Dopo la pandemia, Franco Mariani per la Misericordia, e l’assessora Eleonora Francois per il Comune ripolese, hanno iniziato a lavorare alla ricerca dei fondi necessari, visto che nessuno dei due enti poteva intervenire direttamente sulla tomba, non esistendo più eredi viventi del Senatore.

Il restauro della tomba, con il patrocinio della Metrocittà, è potuto partire nel mese di agosto. I lavori sono stati affidati all’Istituto per l’arte e il restauro Palazzo Spinelli di Firenze e realizzati dalla restauratrice Maria Castagliola, sotto la supervisione della Professoressa Giulia Bartolomei, responsabile restauri dell’Istituto.

La cittadinanza è invitata a partecipare all’inaugurazione della tomba monumentale.

Il Senatore Del Lungo nacque a Montevarchi il 20 dicembre 1841. Suo padre Angiolo fu medico condotto del paese per oltre trent’anni. Dopo essersi laureato in legge a Pisa, grazie all’interessamento di Giosuè Carducci, di cui fu intimo amico fino alla morte del poeta, Isidoro Del Lungo iniziò ad insegnare materie letterarie in vari licei (Faenza, Casale Monferrato, Siena, Pistoia, Firenze). Nel 1875, già Accademico della Crusca, divenne autore del famoso Vocabolario. Abbandonato definitivamente l’insegnamento, rifiutando la prestigiosa Cattedra di letteratura italiana all’Università di Milano, si dedicò interamente allo studio e a scrivere libri. Divenne Senatore nel 1906.

Sul fronte della critica, il suo lascito più rilevante riguarda la “Cronica delle cose occorrenti ne' tempi suoi” di Dino Compagni. Ne dimostrò l'autenticità, negata dalla critica tedesca del tempo. Si dedicò allo studio di Dante e del Trecento fiorentino che conobbe come pochi altri. Concluse la sua opera redigendo, negli ultimi suoi anni di vita, un commento alla Divina Commedia, noto per la sua essenzialità e precisione documentale.

Fu anche membro di importanti organismi nazionali: Consiglio superiore della pubblica istruzione, Consiglio superiore degli archivi, Presidente della Deputazione di Storia Patria per la Toscana e di quella dell’Umbria.

Morì a Firenze alle prime luci del 4 maggio 1927 nella sua abitazione di Firenze, dove ha sempre vissuto dopo aver lasciato Montevarchi assieme alla moglie e ai suoi 8 figli. Il 6 maggio 1927 venne sepolto nel Cimitero Monumentale dell’Antella.

Questo il resoconto del suo funerale come riportò il quotidiano nazionale Il Corriere della Sera: “Imponenti sono riuscite le onoranze funebri che Firenze ha tributato alla salma del compianto senatore Isidoro Del lungo. Il corteo funebre si è mosso alle 18 dall’abitazione dell’estinto, in piazza Torino, dove erano convenute le maggiori personalità cittadine e un folto stuolo di Deputati e di Senatori. La salma è stata trasportata dai Fratelli della Misericordia sul carro, ai lati del quale si sono disposti il Prefetto, rappresentante il Capo del Governo, il Podestà, rappresentante anche il Ministro dell’Istruzione. Precedevano il carro la rappresentanza militare, costituita da reparti di Cavalleria e del Genio e dalla musica della fanfara, la croce e il clero. Dietro il carro venivano coi familiari, le autorità, le rappresentanze delle numerose associazioni, scolaresche di Firenze e di Montevarchi, paese natale dell’illustre defunto, è una folla numerosa di estimatori ed amici.
Il corteo ha percorso le vie del centro sino al battistero, dove è stata impartita la benedizione alla salma, trasportata poi al cimitero dell’Antella”.

Il Comune di Firenze il 20 dicembre 1941 sulla facciata della abitazione fiorentina di Isidoro Del Lungo, in Piazza Torino, oggi Piazza Isidoro Del Lungo, ha apposto una lapide commemorativa.
27/09/2023 15.47 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa Borgo San Lorenzo. Si amplia l'orario del cimitero comunale del capoluogo
variazioni in vigore dal 1° ottobre Novità sull’apertura del cimitero comunale di Via Caiani nel capoluogo che dal 1° ottobre vedrà ampliare l’orario.

L’Amministrazione, venendo incontro alle numerose richieste pervenute, ha deciso di tenere aperto il cimitero, sia per l’orario invernale che per quello estivo, anche tutte le domeniche pomeriggio e di prolungare di mezz’ora l’apertura pomeridiana negli altri giorni.

L’orario quindi dal 1° ottobre sarà il seguente:

Dal 1^ ottobre al 30 di aprile:
Lunedì chiuso
Martedì dalle ore 8:30 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:30
Mercoledì dalle ore 14:00 alle ore 17:30
Giovedì dalle ore 8:30 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:30
Venerdì dalle ore 14:00 alle ore 17:30
Sabato dalle ore 8:30 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:30
Domenica dalle ore 8:30 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:30
'''
Dal 1^ maggio al 30 di settembre:'''
Lunedì chiuso
Martedì dalle ore 8:30 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle ore 19:00
Mercoledì dalle ore 15:00 alle ore 19:00
Giovedì dalle ore 8:30 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle ore 19:00
Venerdì dalle ore 15:00 alle ore 19:00
Sabato dalle ore 8:30 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle ore 19:00
Domenica dalle ore 8:30 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle ore 19:00


28/09/2023 18.45 Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa
Comune di Montelupo Fiorentino Montelupo. Politiche ambientali: il Comune sigla un protocollo d’intesa con l’associazione Plastic free
La firma giovedì 28 settembre. Definite azioni condivise di contrasto all’abbandono e di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini La dispersione e l'accumulo di materie plastiche nell'ambiente causa problemi all'habitat di fauna e flora selvatica, oltre che a quello umano.

Tutta la plastica creata fino ad oggi esiste ancora e i numeri diventano giorno dopo giorno sempre più preoccupanti. Impatta sull'ambiente, oltre 12 milioni di tonnellate di plastica ogni anno finiscono in natura. Impatta sugli animali, oltre 100.000 mammiferi, 1.000.000 di uccelli marini e 40.000 tartarughe marine muoiono ogni anno dopo aver ingerito plastica. Impatta sull'essere umano che ogni giorno ingerisce e respira nanoplastica.



Lo sappiamo ma non facciamo abbastanza sia per arginare e limitare la produzione di plastica, sia per evitarne la dispersione nell’ambiente.



Dal 2019 l’associazione Plastic Free si impegna a informare e sensibilizzare più persone possibili sulla pericolosità dell’inquinamento da plastica e organizza iniziative, uscite collettive e attività che coinvolgano la cittadinanza.

Da qualche tempo è stato fondato un comitato locale anche a Montelupo Fiorentino, dove sono organizzate ormai da anni in collaborazione con gli “Acchiapparifiuti” della Pro Loco uscite finalizzate alla raccolta dei rifiuti. Decine di volontari – nel tempo tanti cittadini hanno risposto all’appello – setacciano fiumi, boschi, parchi, strade, raccogliendo quintali di rifiuti che poi vengono avviati allo smaltimento.



«La sensibilizzazione per quanto riguarda le tematiche ambientali è un elemento centrale di una strategia complessiva, perché l’azione del singolo può fare la differenza. Per questo il ruolo di associazione come Plastic Free o di gruppi informali come gli “Acchiapparifiuti” è cruciale in quanto stimolano un coinvolgimento “dal basso”.

Negli ultimi anni anche l’amministrazione comunale ha avuto modo di collaborare con l’associazione su iniziative specifiche come la sensibilizzazione sull'abbandono dei mozziconi di sigaretta, il monitoraggio e la raccolta dei rifiuti flottanti nei corsi d'acqua, soprattutto quelli intercettati dagli impianti idroelettrici, e la proposta di tracciamento degli pneumatici dei veicoli.

Infine, aspetto non meno importante, l’associazione Plastic Free è uno dei firmatari del Contratto di Fiume Pesa: ciò consente un’azione sinergica e coordinata», afferma l’assessore Lorenzo Nesi



Per rafforzare ulteriormente e in qualche modo formalizzare il rapporto fra Amministrazione e associazione Plastic Free, giovedì 28 settembre è stato firmato un protocollo d’intesa con l’obiettivo da un lato di semplificare i passaggi burocratici e dall’altro di incrementare l’attenzione all’ambiente sul territorio comunale, nella prospettiva di diventare un “Comune Plastic Free”.



Nell’ambito del protocollo d’intesa l’associazione di impegna a svolgere le seguenti attività:

appuntamenti di pulizie ambientali per la rimozione dalla natura di plastica e rifiuti non pericolosi in collaborazione anche con le associazioni sul territorio;

appuntamenti di sensibilizzazione ambientale nelle scuole;

sensibilizzazione online geolocalizzata sul territorio attraverso i social network;

informazione e sensibilizzazione attraverso stand;

attività di salvaguardia del territorio attraverso segnalazioni di abbandoni illeciti di rifiuti;

passeggiate ecologiche e turistiche nel territorio



Il Comune, invece, di impegna a

garantire la rimozione dei sacchi al termine di una pulizia ambientale con l’intervento dell’azienda locale di raccolta rifiuti e per il ritiro dei sacchi a fine di ogni iniziativa;

prestare maggiore attenzione e priorità alle segnalazioni di abbandono illeciti di rifiuti fatte dai referenti locali di PLASTIC FREE;

intervenire sulle segnalazioni di degrado fatte dai referenti Plastic Free

autorizzare l’eventuale occupazione gratuita di suolo pubblico non in dimora fissa e per periodi limitati ad occasioni pubbliche, per l’installazione di uno stand per sensibilizzare i cittadini.



«L'Amministrazione comunale e l'assessore all'ambiente Lorenzo Nesi si sono sempre dimostrati attenti e tempestivi in merito alle problematiche ambientali emerse dal territorio comunale, non ultimo l'impegno profuso per il nostro caro fiume Pesa nell'alveo del quale organizzammo congiuntamente un'iniziativa nel 2022, alla presenza del nostro Segretario Generale, Antonio Rancati. Siamo orgogliosi di aver fatto la nostra parte e con la sottoscrizione del protocollo, Plastic Free ed i suoi volontari saranno ancor più incisivi e concreti nelle iniziative che riguarderanno il Comune di Montelupo Fiorentino», afferma Gabriele Brogi, referente comunale Plastic Free Onlus.
28/09/2023 16.41 Comune di Montelupo Fiorentino
Comunicazione Comune di Fiesole Fiesole. Michele Ciracì nuovo Consigliere comunale
La surroga con il Consigliere uscente Brancato deliberata nel Consiglio del 28 settembre. E’ Michele Ciracì il nuovo Consigliere comunale del Gruppo “Cittadini per Fiesole”, subentrato in Consiglio a seguito delle dimissioni, per motivi personali, del Consigliere Giuseppe Brancato. Ciracì abita a Caldine, carabiniere in congedo e dipendente del Consolato britannico di Firenze, è pensionato e dedica il proprio tempo al volontariato.
La surroga è stata approvata dal Consiglio nella seduta del 28 settembre e a Ciracì sono andati il benvenuto del Sindaco Anna Ravoni e dei colleghi Consiglieri.

28/09/2023 14.53 Comunicazione Comune di Fiesole

Comune di Figline e Incisa Valdarno Figline. "Le due Selene" aprono la 38^ stagione concertistica del Teatro Garibaldi
Sabato 30 settembre, alle ore 18, le due giovani e talentuose arpiste saranno protagoniste sul palco del Ridotto per il primo degli undici concerti, che caratterizzeranno questa edizione della classica rassegna musicale del teatro comunale Saranno "Le due Selene" ad aprire, sabato 30 settembre alle 18, la 38^ stagione concertistica del Teatro Comunale Garibaldi, con un concerto per arpa (a ingresso gratuito) che andrà dalla "Toccata" in La maggiore di Pietro Domenico Paradisi alla "Dance Caprice" di Henriette Reniè, passando per le composizioni di Josef Blanco, Marcel Tournier, Bernard Andrés, Guillame Connesson e Jean Michel Damase.

Entrambe prima arpa nelle produzioni dell’Orchestra "V. Galilei" della Scuola di Musica di Fiesole, nonostante la giovane età, Aran e Nora Spignoli Soria (classe 2006) hanno già alle loro spalle una carriera invidiabile, vincendo come duo numerosi concorsi di rilevanza internazionale: tra questi, spiccano il Festival Internazionali dell’Arpa del Principato di Monaco; il Concorso Riviera della Versilia; i concorsi internazionali "Città di Stresa", "Città di Pesaro" e "M. Tournier" di Cosenza; l’International Online Classic Music Competition and Chamber Music Festival di Vršac in Serbia; il concorso Iberico di Musica da Camera con Arpa di Madrid e l’International Youth Music Competition di Atlanta. Inoltre, nel 2016, hanno partecipato al programma "Prodigi – La musica è vita" (Rai Uno), nel 2021 sono state protagoniste a Radio 3 Suite, mentre nel 2022 hanno partecipato al Festival Internazionale "Morellino", organizzato dall’Associazione Orchestra da Camera di Pesaro, e al Festival Spinacorona di Napoli. A queste vanno aggiunte le partecipazioni allo Strings City di Firenze, al festival di musica sudamericana "Pace e vita" e al concerto di Natale della Città di Firenze (tenutosi nel 2017 a Palazzo Vecchio nel Salone dei Cinquecento), oltre ai concerti di apertura di Arpissima 2019 al Teatro del Maggio e della IV edizione del "Green Music" Festival.

Questo sarà il primo dei quattro appuntamenti, a cura degli Amici della Musica di Firenze, che si terranno nel Ridotto del Teatro. Il 7 ottobre toccherà alle fisarmoniche del Conservatorio di Firenze con il quartetto Bodnar-De Nitto-Kiss-Squizzato (sempre a ingresso gratuito), mentre il 24 novembre e il 2 febbraio toccherà a due eventi fuori abbonamento: il recital "Da Bach a Chiambretti, quattro secoli di musica in tv" del pianista Andrea Bacchetti e la Klezmerata Fiorentina, composta da quattro solisti dell'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino che rielaboreranno il vasto repertorio tradizionale ebraico est-europeo.

Sei invece gli spettacoli (in abbonamento) dell’Orchestra Regionale della Toscana nella Sala Grande del Teatro. Primo appuntamento il 23 dicembre con il concerto di Natale diretto da Diego Ceretta col violoncello di Elena Piccotti. Il 9 febbraio sarà invece il turno del concerto di Carnevale con le gag e tic musicali, tra classica e pop rock, del celebre duo violino e pianoforte, Igudesman&Joo. Il 29 marzo, l’esperto Otto Tausk dirigerà invece il concerto di Pasqua per il violino di Francesca Dego e il violoncello di Mario Brunello, mentre l’11 aprile il violino internazionale di Marc Bouchkov sarà diretto da Umberto Clerici. Il 24 aprile ancora Diego Ceretta dirigerà Filippo Gorini al pianoforte, "miglior solista" del 2022. A chiudere, il 18 maggio, saranno la direttrice Erina Yashima e la giovane stella internazionale del violoncello Ettore Pagano, classe 2003. Prima di ogni concerto, è stato confermato l’appuntamento (gratuito) con "Invito all’ascolto", organizzato dal Coro del Teatro Garibaldi per approfondire i testi, le musiche, il contesto storico e gli autori dei brani. Non mancherà infine la matinée riservata alle scuole con lo spettacolo "Le Quattro Stagioni" ideato dalla Fondazione ORT e da MagdaClan Circo.

ABBONAMENTI E BIGLIETTI - Tutti gli abbonati alla stagione 2022/2023 potranno confermare il proprio posto dal 16 al 27 ottobre direttamente presso la biglietteria del Teatro. I nuovi abbonamenti potranno essere sottoscritti da lunedì 30 ottobre a sabato 11 novembre. Info e dettagli completi su abbonamenti, biglietti e riduzioni su www.teatrogaribaldi.org/biglietteria


28/09/2023 13.17 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Comune di Bagno a Ripoli Bagno a Ripoli. Viola Park, via libera all'agibilità da parte della Commissione pubblico spettacolo
“Un’enorme soddisfazione" dichiara il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini
Si è svolto oggi, dalle 9 alle 15, il sopralluogo al Viola park da parte della Commissione pubblico spettacolo presieduta dal Comune di Bagno a Ripoli. La riunione si è chiusa con la firma del verbale che dà il via libera al rilascio dell’agibilità del Viola Park, in arrivo dal Comune di Bagno a Ripoli entro la giornata di domani.

“Un’enorme soddisfazione – dichiara il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini -, arriva al traguardo un lavoro grandissimo svolto dal nostro Comune. Un lavoro rapido, ma allo stesso tempo meticoloso, serio e attento, frutto della collaborazione da parte di tutti gli enti coinvolti, che ringrazio. Un ringraziamento particolare lo rivolgo però agli uffici comunali che hanno seguito tutto l’iter”.

“Il 25 di agosto – aggiunge il sindaco – abbiamo ripreso in mano, come amministrazione comunale, il percorso finale di autorizzazione per gli impianti stadio del centro sportivo di ACF Fiorentina, il tassello mancante per l’agibilità complessiva, dopo che dallo scorso luglio tutte le altre zone, gli uffici amministrativi, gli edifici e le strutture che ospitano le squadre, erano già pienamente agibili e operative”.

“Da sindaco – prosegue Casini - a nome di tutta l’amministrazione di Bagno a Ripoli, faccio le congratulazioni al presidente Commisso, al dg Barone e a tutta la società viola che a questo punto potrà aprire le porte del Viola park alla cittadinanza e a tutto il popolo viola”.

“Ritengo un orgoglio – conclude Casini - poter vantare sul nostro territorio un esempio virtuoso di partnership tra pubblico e privato. Un vero fiore all’occhiello non solo per Bagno a Ripoli ma per tutta l’area fiorentina, un investimento di qualità realizzato a velocità record se pensiamo alle tempistiche che di solito caratterizzano il nostro Paese e l'Europa”.
28/09/2023 16.36 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli

Comune di Empoli Empoli. Eventi nel centro della città, scattano modifiche temporanee alla viabilità
I provvedimenti sono in programma nella giornata di sabato 30 settembre 2023 EMPOLI - Nella giornata di sabato 30 settembre 2023, sono in programma due iniziative, la Giornata della prevenzione 3.0 organizzata dal Club 41 n° 42 di Empoli in piazza della Vittoria e il corteo previsto nell'ambito dell'evento Euroweek per le vie del centro. Per permettere il loro svolgimento sono necessarie alcune modifiche alla viabilità.

Entrando nel dettaglio, per quanto concerne la Giornata della prevenzione 3.0, secondo quanto disposto con l'ordinanza 552 del 28 settembre 2023 (https://shorturl.at/pxVX4), dalle ore 6 alle ore 24 del 30 settembre 2023, in piazza della Vittoria, nel tratto compreso fra i civici 26 e 36, sarà istituito il divieto di transito di tutti i veicoli eccetto quelli necessari alla concretizzazione dell'attività, limitatamente alle loro effettive necessità d'impiego. Dovrà sempre essere garantito il passaggio dei mezzi di soccorso e di emergenza.

Per quanto invece riguarda il corteo per l'evento Euroweek, secondo quanto disposto dall'ordinanza 555 del 28 settembre 2023 (https://shorturl.at/cwJV0), dalle ore 9 alle 13 del 30 settembre 2023 sarà adottata la sospensione della circolazione veicolare per il tempo strettamente necessario al passaggio del corteo lungo l'itinerario che toccherà piazza Madonna della Quiete, via del Giglio, via Ridolfi, via Del Papa e piazza Farinata degli Uberti. Anche in questo caso, dovrà essere sempre garantito il passaggio dei mezzi di soccorso e di emergenza.

28/09/2023 16.58 Comune di Empoli
Comune di Greve in Chianti Greve. Giovani al centro delle scelte e della vita pubblica. Il Comune avvia la creazione della Consulta giovanile comunale
Per aderire occorre contattare il Comune scrivendo a: consultagiovani@comune.greve-in-chianti.fi.it. L'assessora Ilary Scarpelli: “L’amministrazione comunale metterà a disposizione mezzi, luoghi e risorse a sostegno di percorsi ed iniziative proposti dai giovani che fanno parte della Consulta” Il presente, e non solo il futuro, è dei giovani. Dal Comune di Greve in Chianti prende avvio una nuova proposta che vuole far crescere la comunità con lo sguardo, le potenzialità e le aspettative delle ragazze e dei ragazzi residenti nel territorio. È l'assessore Ilary Scarpelli a muovere i primi passi e a lanciare un appello per l’attivazione della Consulta dei Giovani di Greve in Chianti. Un organo consultivo e propositivo, intento a promuovere la partecipazione attiva delle ragazze dei ragazzi alla vita pubblica e di comunità.

Dopo l’esperienza di successo del progetto “Chianti senza limiti” che ha costruito un percorso di coinvolgimento attivo di un gruppo di giovani, autori e fattivi operatori impegnati nei mesi scorsi a realizzare varie iniziative di socializzazione, l’obiettivo su cui adesso punta l'assessora Scarpelli è quello di realizzare uno strumento permanente che lavori sulla costruzione di un dialogo tra cittadini e pubblica amministrazione. “Invito i giovani del nostro territorio, ragazzi di età compresa fra i 16 e i 30 anni, - evidenzia l'assessora - ad offrire il loro tempo libero per proporre idee, iniziative, eventi, condividere occasioni di confronto e di scambio su varie tematiche che riguardano la cosa pubblica".

La volontà di attivare la Consulta dei Giovani di Greve in Chianti, nata da una proposta condivisa con i ragazzi che hanno partecipato al progetto di Chianti senza limiti, è finalizzata a conoscere più approfonditamente le realtà giovanili, a promuovere progetti e iniziative a loro misura, organizzando incontri, dibattiti, manifestazioni proposti da loro stessi sui temi più vari come ambiente, scuola, lavoro, università, servizi.

“Credo che la Consulta possa rappresentare uno strumento utile ad esplorare e indagare le esigenze e le aspettative reali dei giovani - continua - in modo da costruire un’offerta che sia più rispondente possibile al benessere e alla coesione sociale della nostra comunità”. “La Consulta può indicare una corretta modalità dell’utilizzo del tempo libero - rimarca - basata sulla condivisione e su un'attività di conoscenza dei bisogni dei giovani, l'obiettivo è anche quello di prevenire il fenomeno dei neet, giovani che non studiano né lavorano e vivono in una condizione di inattività”.

La Consulta dei giovani, come organismo istituzionale permanente di rappresentanza giovanile, con funzioni consultive e propositive, si è dotata anche di un regolamento comunale approvato nella seduta di ieri del Consiglio comunale. “Intendiamo rivolgere una particolare attenzione al mondo giovanile – insiste il sindaco Paolo Sottani – i giovani possono contribuire a costruire una società più equa, ecologica, solidale e inclusiva, valorizzando la partecipazione della comunità alle dinamiche della vita pubblica”. “L’impegno del Comune è quello di promuovere percorsi di ascolto e di dialogo con i giovani - conclude l'assessora Scarpelli - coinvolgendoli nelle attività amministrative, sociali e culturali del Comune, mettendo a disposizione mezzi, luoghi e risorse a sostegno di percorsi ed iniziative proposti da loro stessi”.

Per far parte della Consulta occorre scrivere una mail all'indirizzo di posta elettronica: consultagiovani@comune.greve-in-chianti.fi.it. Le iscrizioni sono sempre aperte e a metà ottobre si istituirà ufficialmente la prima assemblea della Consulta dei Giovani.
28/09/2023 16.02 Comune di Greve in Chianti

Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa Maggio Musicale Fiorentino, sconti dedicati anche ai residenti di Borgo San Lorenzo
Acquistando online I biglietti per la stagione concertistica del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino sono in promozione anche per i residenti di Borgo San Lorenzo.
Inviando il Codice Coupon AUTUNNO2023METRO al momento dell’acquisto dei biglietti direttamente dal sito https://www.maggiofiorentino.com/event_season/concerti-settembre-dicembre-2023/ sarà possibile usufruire del 30% se si acquista nel settore A e il 20% se si scelgono i settori B e C per la stagione Concertistica Autunno 2023.
28/09/2023 16.22 Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa
Regione Toscana Regione. Centri impiego, Giani e Nardini firmano l’intesa per completare il piano di rafforzamento
Pianta organica di Arti coperta entro un anno e investimenti per migliorare sedi e servizi digitali. Tra i firmatari del protocollo anche i segretari toscani di Cgil, Cisl e Uil, con cui proseguirà il percorso di concertazione Completamento entro un anno della pianta organica di Arti da 1068 dipendenti. Investimenti su sedi e infrastrutture digitali per migliorare il modello organizzativo e aumentare le prestazioni, anche on line. Più comunicazione, a partire dai social, per valorizzare le opportunità dei Centri per l’impiego.

Sono gli impegni principali su cui si rinnova e arricchisce il protocollo di intesa tra Regione Toscana, Agenzia regionale toscana per l’impiego e Cgil, Cisl e Uil per l’attuazione del piano di potenziamento della rete regionale dei servizi per l’impiego e degli interventi di politiche attive.

Un’intesa che ribadisce il modello toscano che mette il pubblico al centro in una logica cooperativa con il privato accreditato e conferma il metodo della concertazione con i sindacati come strumento centrale per garantire servizi sempre più efficienti, seguito in questi anni per elaborare il nuovo Patto per il lavoro e realizzare Gol (Garanzia occupabilità lavoratori), il programma di riforma delle politiche attive previsto dal Pnrr.

“Questa nuova intesa dà prosecuzione al percorso avviato tre anni fa, al momento dell’insediamento di questa giunta, che ci ha consentito di rafforzare la nostra rete dei servizi per il lavoro e favorire l’incrocio tra domanda e offerta, per garantire occupazione e posti di lavoro qualificati”, commenta il presidente Giani, in occasione della sottoscrizione del protocollo questa mattina in Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze.

La firma è giunta al termine di una conferenza stampa a cui hanno partecipato anche l’assessora al lavoro e alla formazione Alessandra Nardini, e gli altri firmatari dell’intesa: Rossano Rossi per la Cgil, Ciro Recce per la Cisl e Paolo Fantappiè per la Uil - assieme alle rappresentanze delle rispettive organizzazioni della Funzione pubblica.

“Oggi – aggiunge Giani - la Toscana ha raggiunto prima di tutte le altre Regioni gli obiettivi previsti dal piano nazionale di rafforzamento dei Cpi e i target del programma Gol, la riforma delle politiche attive inserita nel Pnrr. I nostri centri per l’impiego sono sempre più punti di riferimento per cittadini e aziende, e restiamo impegnati a garantire un maggior collegamento con il sistema produttivo”.

“Con questo protocollo rinnoviamo e aggiorniamo impegni che avevamo preso all’inizio della legislatura sul rafforzamento dei nostri Centri per l'Impiego”, spiega l’assessora Nardini, ricordando quanto fatto finora: “Dal 2018 ad oggi – prosegue - le dipendenti e i dipendenti che vi lavorano sono passati da 405 a 900. Solo nell’ultimo anno l’organico è cresciuto di 100 unità, e arriveremo a 1.068 dipendenti così come abbiamo deliberato con il piano di fabbisogno di Arti, l'Agenzia regionale toscana per l'impiego. Abbiamo reso i servizi pubblici per l’impiego più capillari e accessibili a beneficio di cittadine, cittadini e imprese, realizzando, per primi in Italia, quanto previsto dal Pnrr, ovvero l'apertura di sportelli decentrati, che vanno ad affiancare le 53 sedi attive in Toscana. Sono 19 gli sportelli decentrati già aperti e 8 quelli già previsti entro il 2025, al fine di raggiungere le zone interne, montane distanti dal Centro Impiego di riferimento o per decongestionare i Centri con un afflusso importante. Vogliamo che continui ad aumentare il numero di cittadine, cittadini e imprese che si rivolgono ai nostri Cpi e beneficiano gratuitamente dei servizi offerti”.

Nardini sottolinea come la firma odierna costituisca il momento per compiere ulteriori passi in avanti: “Questo Protocollo parla di rafforzare la nostra rete di Centri per l'Impiego e questo lo stiamo facendo con le assunzioni di personale, ma anche con gli investimenti sulle sedi dei Centri e sulle infrastrutture tecnologiche e digitali, al fine di aumentare i servizi, utilizzando anche la modalità on line per l’utenza, dai colloqui all’uso della firma digitale”.

L’assessora si sofferma anche sulla centralità della concertazione come metodo strategico per mettere in campo politiche attive del lavoro e percorsi formativi efficaci e aderenti ai reali bisogni dei territori: "L’ascolto, il confronto, la concertazione con le parti sociali rappresentano per noi un valore, un metodo imprescindibile. La concertazione permette di realizzare proposte, politiche, strumenti migliori. Voglio ringraziare le organizzazioni sindacali confederali, CGIL, CISL e UIL, tramite i Segretari generali e le categorie coinvolte, per il confronto proficuo che ci ha portati a rinnovare questo Protocollo".

Tra i punti qualificanti del protocollo firmato oggi rientrano una formazione adeguata ai dipendenti dei Centri per l’impiego e l’affidamento a un istituto universitario toscano di elaborare uno studio sulle trasformazioni avvenute in questi anni nel sistema organizzativo regionale dei servizi per il lavoro.

Nel 2022 i Centri per l’impiego della Toscana hanno preso in carico oltre 239 mila cittadine e i cittadini ed erogato 618870 prestazioni di politica attiva (2,6 per ogni utente). 16426 le aziende che si sono rivolte alla reste di Arti. Quasi 27500 sono state le offerte (molte delle quali composte da più posti di lavoro) proposte dalle aziende e intermediate dai Cpi.
28/09/2023 18.04 Regione Toscana
Questura di Firenze La Polizia postale informa: state in guardia dai truffatori che si spacciano per operatori delle Forze dell’ordine e prospettano falsamente la necessità di spostare il vostro denaro su un altro conto corrente
Le modalità operative usate dai malviventi possono variare Accade di recente che i truffatori – alla costante ricerca di nuovi strumenti con cui carpire la fiducia di tutti noi – sfruttino l’innovazione tecnologica, replicando numeri telefonici della Polizia postale, per ingannare le persone contattate, approfittando proprio della naturale fiducia che gli utenti nutrono nei confronti delle Forze di Polizia.

Le modalità operative usate dai malviventi possono variare.

L’utente viene di solito contattato da un falso operatore della Polizia postale, che riferisce di aver riscontrato un non meglio precisato “attacco informatico” ai danni del conto corrente del malcapitato e preannuncia l’invio di un SMS, al cui interno è presente un link, sul quale cliccare per ricevere le istruzioni necessarie a mettere in sicurezza i propri risparmi.

Per apparire più credibili, i truffatori contattano gli utenti con lo stesso numero telefonico del centralino degli Uffici della Polizia postale presenti a Firenze ed in ciascuno dei capoluoghi di provincia sul territorio regionale: si tratta del fenomeno noto come spoofing telefonico.

I malviventi usano le possibilità offerte dai servizi “VoIP” (Voice over Internet Protocol), con cui le chiamate vengono trasmesse direttamente su internet, al fine di poter scegliere il numero telefonico che apparirà sul dispositivo della vittima, simulando, così, che sia proprio quello della Polizia postale.

In altri casi, invece, la vittima viene dapprima contattata tramite un messaggio SMS apparentemente proveniente dal numero dell’istituto di credito presso cui ha acceso il proprio conto e che proprio per questo si accoda alle notifiche già effettivamente ricevute dalla banca, rendendo la comunicazione credibile. Questo messaggio avvisa l’utente di un probabile accesso abusivo al conto, da cui sarebbero in corso dei prelievi non autorizzati.

Il messaggio può essere inviato anche da un falso numero solo in apparenza riconducibile a Poste Italiane, ad esempio con mittente “PosteInfo”, con cui l’utente viene informato di connessioni anomale al proprio conto e viene invitato a cliccare su un link.

Il link apre, in genere, “pagine clone” di Poste Italiane o del proprio istituto di credito, inducendo in errore la vittima, che spesso fornisce le proprie credenziali.

Successivamente, di norma, giungono anche delle chiamate, sempre attraverso numeri oggetto di spoofing, da parte di ipotetici “operatori antifrode”, per convincere l’utente ad eseguire le operazioni dispositive dal proprio conto, con varie modalità, come recarsi presso uno sportello ATM o effettuare direttamente un bonifico su un conto diverso, in modo da “mettere al sicuro i propri risparmi”.

Succede persino che se l’utente non si lascia facilmente convincere, il truffatore prospetti una successiva chiamata da parte della Polizia postale, che confermerà l’attacco al proprio conto e suggerirà di effettuare le operazioni di trasferimento del denaro su un conto “sicuro”, diverso da quello della vittima.

La vittima, presa dal panico, finisce per cadere nel tranello e segue le indicazioni fornite dal truffatore, il quale - per guadagnare ancor più la fiducia del malcapitato – lo invita a verificare su Internet la corrispondenza del numero chiamante con quello dell’ufficio della Polizia Postale presente in rete.

La vittima, verificata la corrispondenza del numero e confidando, quindi, nella veridicità della chiamata, esegue le movimentazioni di denaro, perdendone la disponibilità, ignara di essere caduto in una truffa.

La Polizia Postale consiglia, in questi casi, di:

- diffidare sempre di chi, spacciandosi per un operatore delle Forze dell’ordine, richiede l’esecuzione di bonifici o pagamenti in qualsiasi forma. La Polizia Postale non chiede mai di eseguire movimentazioni di somme di denaro, né chiede le credenziali di accesso ai servizi di home banking.

In caso di dubbio, contattare il proprio istituto di credito.

- nel caso in cui si riceva la chiamata di un soggetto che si presenta come appartenente ad una Forza di Polizia, si consiglia di chiedere il nome, il grado, la Forza di polizia e l’ufficio di appartenenza della persona e di riattaccare subito dopo. Cercare su Internet il numero di telefono della Forza di polizia o dell’ufficio che si presume abbia chiamato, comporre il numero e chiedere di parlare con il nome fornito dal precedente interlocutore;

- allo stesso modo, diffidare sempre di presunti operatori bancari o di Poste Italiane che dovessero chiamare per chiedere le credenziali di accesso al conto o per sollecitare lo spostamento del denaro su conti diversi dal proprio.
28/09/2023 12.07 Questura di Firenze
Comune di Cerreto Guidi Nato a Cerreto Guidi il Gruppo Camminatori Francigeni
Promosso da Spi Cgil Empolese “Bruno Trentin” e dall’Auser territoriale Empoli Valdelsa, si è costituito a Cerreto Guidi, da alcuni mesi, il Gruppo Camminatori Francigeni Il progetto nasce con lo scopo di organizzare eventi ed occasioni per i propri associati (ma comunque aperti a tutti), nell’ottica di un invecchiamento attivo.

“In queste prime settimane- osserva Donato Petrizzo dell’Auser- abbiamo già raccolto circa 30 adesioni e stiamo lavorando per preparare iniziative ed appuntamenti. Ringrazio l’Amministrazione comunale di Cerreto Guidi che, apprezzando il progetto, si è resa disponibile a sostenerlo garantendo il patrocinio”.

I primi percorsi scelti dal Gruppo per l’attività, sono infatti proprio gli Anelli Medicei di Cerreto Guidi. Si tratta di 6 percorsi circolari adatti a tutti, percorribili a piedi, che consentono di apprezzare, tra boschi di querce, ulivi e vigneti, le bellezze paesaggistiche del territorio e la sua antica storia; gli itinerari, segnati da apposita segnaletica, partono dalla Villa Medicea e si dirigono verso i vari colli che circondano il paese, sul versante dell’Arno, del Montalbano e del Padule, per poi ritornare nel centro storico del paese.

Alla fine di luglio è stato percorso il cosiddetto “Anello Capra”, mentre Sabato 30 Settembre si terrà la seconda camminata ufficiale del Gruppo lungo “l’Anello La Querciola”, con ritrovo alle ore 8,30 presso il Circolo Arci di Cerreto Guidi. Il tracciato, di media difficoltà, è di circa 10 chilometri ed è adatto a tutti. Per informazioni sulla camminata è possibile rivolgersi al numero 339.2020420.

Il progetto del Gruppo Camminatori Francigeni di Cerreto Guidi è stato accolto con favore dall’Amministrazione comunale che ha assicurato il patrocinio alle iniziative legate agli Anelli Medicei.



“L’idea del Gruppo Camminatori- sottolinea il Sindaco Simona Rossetti - merita di essere incoraggiata e sostenuta perché oltre a promuovere l’attività fisica, permette di conoscere ancora di più il territorio con le sue caratteristiche naturali, i suoi tanti pregi ambientali e le sue molteplici bellezze storiche ed artistiche”.
28/09/2023 13.23 Comune di Cerreto Guidi

Comune di Montespertoli Montespertoli per la Solidarietà, presentazione del progetto Emporio Solidale
Sabato 7 ottobre: festa delle associazioni e cena di solidarietà a favore del nuovo progetto di VolontariInsieme Montespertoli per la Solidarietà seconda edizione: un evento organizzato dal gruppo VolontariInsieme e dedicato alla solidarietà e al sostegno della comunità locale soprattutto alle famiglie che vivono in situazioni di difficoltà. In un mondo in cui la solidarietà è più importante che mai, Montespertoli si impegna a fare la differenza con un'iniziativa speciale:“Siamo fiduciosi che con il supporto di tutta la comunità di Montespertoli, possiamo fare una differenza concreta nella vita delle persone in difficoltà. Invitiamo tutti i cittadini, le aziende locali e le organizzazioni a unirsi a noi. L'evento del 7 ottobre sarà un'occasione straordinaria per unire le forze e sostenere il progetto dell'Emporio Solidale"dichiara l’Assessore al sociale, Daniela Di Lorenzo.

Sabato 7 ottobre, alle ore 18 in Sala del Consiglio nel Palazzo Comunale sarà presentato il progetto “Emporio Solidale” alla presenza dell’Amministrazione Comunale e delle Associazioni di VolontariInsieme. L'Emporio Solidale è un progetto che mira a garantire l'accesso a beni di prima necessità, come cibo, abbigliamento e articoli per la casa, a coloro che si trovano in difficoltà economica. Grazie alla collaborazione di volontari, associazioni locali e imprese, l'Emporio Solidale rappresenta un punto di riferimento cruciale per il supporto sociale e la solidarietà nel paese.

La cena benefica offrirà un'opportunità per la comunità di condividere momenti di convivialità e allo stesso tempo contribuire in modo significativo al neo-progetto.

Per partecipare alla cena a favore dell'Emporio Solidale, è necessario prenotare il proprio posto in anticipo presso l’Ufficio Turistico di Montespertoli: 0571600255.

Durante la cena, che inizierà alle ore 20 al Parco Urbano, si terrà il torneo di bocce, il torneo di burraco e musica dal vivo. Il menù della cena comprende, menù adulti: antipasto toscano, lasagne ai funghi porcini, pasta al sugo finto, peposo, prosciutto arrosto, fagioli, schiacciata con l’uva a 25€. Menù bambini: antipasto, pasta al pomodoro, hamburger, patatine, schiacciata con l’uva a 10€

Durante la festa saranno presenti tutte le associazioni di VolontariInsieme per fornire informazioni sulla loro attività.
28/09/2023 10.42 Comune di Montespertoli
Anci Toscana Rigenerazione e usi temporanei, AnciToscana: al centro i bisogni delle città
La voce dei Comuni alla prima giornata del Festival Many Possible Cities a Firenze L’uso temporaneo degli spazi urbani inutilizzati o in via di recupero è una realtà sempre più viva e diffusa nelle nostre città. Ma c’è ancora tanta strada da fare ed è necessario adeguare le normative, favorire ulteriormente la partecipazione e creare strutture che servono davvero ai cittadini e alle comunità. E’ quanto è emerso stamani nell'evento di apertura del festival Many Possible Cities alla Manifattura Tabacchi di Firenze, tre giorni dedicati alla rigenerazione urbana destinati a professionisti, operatori, amministratori, practitioners, studenti e accademici, cittadini, con ospiti e relatori da tutto il mondo, per capire la trasformazione delle città e scambiarsi buone pratiche.

Nel confronto di stamani, dal titolo “Rigenerazioni urbane: gli usi temporanei per una transizione partecipata e inclusiva”, i tre panel sono sono stati dedicati alla presentazione delle esperienze di grandi città europee (Parigi, Bruxelles, Brema), di tre città toscane (Prato, Livorno e Follonica) e di quattro soggetti privati e del privato sociale. L’apertura e le conclusioni dei lavori, che hanno visto una grande partecipazione in sala e in streaming, sono state di Simone Gheri direttore di Anci Toscana, l'associazione regionale dei Comuni che ha coordinato l’importante progetto europeo T-Factor proprio sull’uso temporaneo degli spazi prima e durante gli interventi di recupero e riqualificazione: un progetto che ha coinvolto 25 partner di 12 Paesi, con città, università, imprese e organizzazioni di base in Europa, Usa e Cina, e che ha avuto come ‘punta di diamante’ proprio la Manifattura Tabacchi di Firenze.

“Come Anci Toscana, siamo molto contenti che la Regione abbia stanziato nuove risorse per la rigenerazione e la partecipazione - ha detto Gheri - anche perchè così si possono coinvolgere non solo le grandi città ma anche i piccoli centri”. “Le amministrazioni Comunali devono avere spalle larghe e voce in capitolo nei processi rigenerativi, per evitare il rischio di operazioni dedicate solo alle élite: gli interventi, temporanei e no, devono servire alla città e ai cittadini, tenendo conto dei bisogni sociali e anche del cambiamento climatico “.

Il festival è un progetto di Manifattura Tabacchi curato da LAMA Impresa Sociale, main supporter Fondazione CR Firenze, realizzato con il contributo di Anci Toscana e la collaborazione dei partner: Lo Stato dei Luoghi, Urbanpromo, Carbonsink, Skatchin, PPAN e Compagnia delle Foreste.

Il programma al seguente link:
https://ancitoscana.it/images/programma_ANCI-3.pdf
28/09/2023 14.45 Anci Toscana
Redazione di Met “Diapason”: una firma contro la pena di morte
Invito a sindaco, parroci e associazioni di Poggio a Caiano. Raccolto l'appello della comunità di Sant’Egidio per salvare Kenneth Smith, condannato in Alabama (Usa). Sta per essere giustiziato e in modo atroce: iniettandogli azoto al posto dell’ossigeno. “Salvare la vita di Kenneth Smith”. Questo l’invito che le donne poggesi dell’associazione Diapason, aderendo a un appello della comunità di Sant’Egidio, formulano al sindaco Riccardo Palandri, ai tre parroci della comunità paesana e a tutte le associazioni poggesi.


Kenneth Smith è un detenuto, condannato a morte in Alabama (USA), per aver compiuto un omicidio nel 1988: una persona che sta per essere uccisa e, oltretutto, in modo crudele; con la procedura dell’ipossia da azoto (sostituire l’ossigeno presente nell’aria con azoto in modo da provocare la morte per asfissia. Un procedimento doloroso vietato perfino per uccidere gli animali). Per salvare Kenneth Smith si è mossa, da Roma, la comunità di Sant’Egidio, sempre in prima linea nella lotta contro la pena di morte, lanciando una petizione che può essere firmata online.

Lo hanno fatto le donne del Direttivo di “Diapason” che però sono andate oltre: non solo invitando tutti i loro soci ad aderire, ma anche scrivendo al sindaco, ai parroci e alle realtà associative poggesi perché aderiscano a quella petizione che chiede di sospendere l’esecuzione capitale di Kenneth prevista in questi giorni in Alabama.

“Confidiamo – scrivono le donne di Diapason – che tutte le nostre voci, insieme alle altre che si stanno sollevando in ogni parte del mondo, riescano a fermare la barbarie di questa morte e a riportare l’attenzione sulla necessità di abolire la pena di morte ovunque”.


La petizione online è rivolta al Governatore dell’Alabama, la signora Kay Ivey. Gli interessati sono invitati a cercare, sulla home page del sito della Comunità di Sant’Egidio, il testo della petizione e a contribuire con la propria firma. “Diapason” rimanda anche a Filippo Mazzei, il poggese che riuscì a far inserire “il diritto alla felicità” nella Costituzione americana.


https://www.santegidio.org/pageID/30284/langID/it/itemID/54809/Salviamo-la-vita-di-Kenneth-Smith-condannato-a-morte-con-un-metodo-ancora-pi%C3%B9-brutale-l-asfissia-da-azoto.html
28/09/2023 16.30 Redazione di Met
Questura di Firenze Truffa anziani da 35.000 euro
Polizia di Stato arresta due uomini di 24 e 51 anni e recupera tutta la refurtiva Ieri pomeriggio la Polizia di Stato ha recuperato oltre 35.000 euro di monili in oro, bottino di una ben rodata tecnica di raggiro messa in atto ai danni di una coppia di anziani residenti nel centro cittadino.

Secondo quanto ricostruito dai falchi della Squadra Mobile della Questura di Firenze, la disavventura delle vittime avrebbe avuto inizio intorno alle 14.00, quando sul telefono fisso della loro abitazione sarebbe arrivata una strana telefonata da parte di un fantomatico carabiniere.

Quest’ultimo avrebbe informato l’anziana donna che il figlio era finito in guai seri per aver causato un incidente stradale nel quale era rimasto coinvolto un altro ragazzo gravemente ferito.

Per rendere ancora più credibile la storia, il presunto militare si sarebbe poi fatto passare il marito della signora facendo contattare quest’ultima da un suo “collega” sul telefono cellulare.

Quest’ultimo avrebbe suggerito alla donna di raggiungere il più velocemente possibile la Stazione dei Carabinieri in viale dei Mille, offrendosi di aiutarla con le indicazione stradali rimanendo costantemente al telefono.

A questo punto la signora, insospettita dallo strano percorso “guidato”, avrebbe intuito che qualcosa non andava.

Secondo quanto emerso, infatti, proprio in quei minuti in cui si sarebbe assentata da casa, un fantomatico avvocato avrebbe raggiunto il marito avvisandolo di essere “l’incaricato al ritiro dei gioielli” per pagare una multa che avrebbe salvato il figlio dalla prigione.

Quest ultimo, comprensibilmente spaventato, avrebbe infatti consegnato al presunto legale tutti i gioielli che custodiva in casa.

Sceso dal palazzo l’uomo avrebbe poi velocemente raggiunto la macchina di un presunto complice parcheggiata a pochi metri di distanza dall’abitazione.

I falchi della Squadra Mobile, che pattugliavano già la zona, hanno immediatamente fermato l’automobile trovando i due uomini con le “mani nel sacco”.

I due malintenzionati, infatti, cittadini italiani di 24 e 51 anni erano intenti a rovistare e fotografare il bottino appena sottratto alle vittime.

Bracciali, collane, anelli, orecchini, orologi e molti altri monili per un valore totale di oltre 35.00 euro.

Il maltolto è stato subito restituito alle vittime, l’automobile sequestrata e i due uomini, già noti alle forze di polizia, sono finiti in manette con l’accusa di truffa aggravata in concorso.

Il procedimento è attualmente pendente in fase di indagini preliminari e l'effettiva responsabilità delle persona indagate, in uno con la fondatezza delle ipotesi d'accusa mosse a loro carico, saranno vagliate nel corso del successivo ed eventuale processo. Non si escludono ulteriori sviluppi investigativi e probatori, anche in favore delle persone sottoposte ad indagini.
28/09/2023 14.57 Questura di Firenze
Regione Toscana Infezioni del sito chirurgico, adottate nuove misure
Al via progetto pilota La Regione rafforza le misure di prevenzione delle infezioni del sito chirurgico: quelle che insorgono entro novanta giorni, se si tratta di inserimento di una protesi, oppure entro trenta giorni nel caso di altri tipi di interventi.

La Regione, su indicazione del Ministero della Salute, utilizzerà il protocollo tecnico del Centro europeo per la prevenzione delle malattie (Ecdc) con un approccio empirico che terrà conto dei dati individuali dei pazienti.

Con la delibera approvata dalla giunta, su proposta dell’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini, si avvia una fase pilota di tre mesi, da ottobre a dicembre 2023, che coinvolgerà tutti i pazienti che si sottoporranno a chirurgia del colon, artroplastica dell’anca e del ginocchio, cardiochirurgia, bypass coronarici e laminectomia. Saranno coinvolti nell’indagine almeno due ospedali per le Asl Toscana Centro, Nord Ovest e Sud Est oltre agli ospedali delle quattro aziende universitarie e gli ospedali della Fondazione Toscana Gabriele Monasterio.

Tra le infezioni correlate all’assistenza, le infezioni del sito chirurgico rappresentano una delle complicanze più frequenti, che comportano un allungamento della durata di degenza, ma anche un aumento dei costi e, nei casi più gravi, della mortalità. Il rischio di infezione si può ridurre, secondo una serie di studi, attraverso una sorveglianza continuativa e riscontri periodici, nonché adottando buone pratiche o sviluppandone di nuove. Il progetto della Regione mira a questo.
28/09/2023 16.35 Regione Toscana
Comune di Montespertoli A Montespertoli nido gratis per 61 bambini
Bando è finanziato con le risorse del Fondo Sociale Europeo Plus (FSE+) per il periodo 2021-2027 Nidi gratis è un'iniziativa che si pone l'obiettivo di garantire l'accesso ai servizi educativi per la prima infanzia a tutte le famiglie. Il bando è finanziato con le risorse del Fondo Sociale Europeo Plus (FSE+) per il periodo 2021-2027, dimostrando l'impegno della Regione Toscana per la crescita e lo sviluppo dei suoi cittadini più giovani.

Con il Decreto Dirigenziale n. 1722 del 07/08/2023 la Regione Toscana ha approvato l’elenco delle domande ammesse e non ammesse alla “Misura Nidi gratis - Sostegno della frequenza dei servizi educativi per la prima infanzia per l’anno educativo 2023/24 - priorità Inclusione sociale, Azione PAD 3.k.6”. Il decreto elenca le domande ammesse alla Misura Nidi Gratis con il dettaglio della retta mensile indicata dalle famiglie, del bonus inps (se spettante), delle ulteriori agevolazioni comunali e degli sconti a carico della Misura Nidi gratis oltre al corrispondente contributo complessivamente assegnato, per le mensilità da settembre 2023 a luglio 2024.

Per quanto riguarda le domande non ammesse, nel D.D. 1722/2023 viene dettagliata la motivazione di non accoglimento delle stesse.

Con il suddetto decreto viene approvato anche l’elenco dei Comuni assegnatari dei contributi con il dettaglio dell’importo complessivo e del relativo anticipo liquidato, in nome e per conto delle famiglie ammesse alla Misura Nidi Gratis.

Il Comune di Montespertoli ha aderito alla misura con i seguenti servizi educativi per la prima infanzia presenti nel territorio comunale:
- il nido comunale “Maria Grazia l’Aquilone” con sede in Via Aldo Moro 11-13;
- il nido privato accreditato”Il Paese dei Balocchi” con sede in Via Don Milani

A conclusione della procedura di controllo delle istanze pervenute, sono state accolte 45 domande di utenti iscritti al nido d’infanzia Comunale “Maria Grazia l’Aquilone” e 16 domande di utenti iscritti al nido privato accreditato “Il Paese dei Balocchi”.

In virtù delle caratteristiche degli utenti richiedenti il contributo, a questa Amministrazione Comunale sono stati assegnati complessivamente, per il periodo settembre 2023-luglio 2024, € 97.043,99, di cui € 65.488,10 destinate agli utenti del nido d’infanzia comunale e € 31.555,89 destinate agli utenti del nido privato accreditato “Il Paese dei Balocchi”.

Le risorse assegnate saranno oggetto di monitoraggio e rendicontazione da parte dell’Amministrazione comunale e della Regione Toscana. Ulteriori informazioni sul suddetto progetto regionale sono reperibili al seguente indirizzo: https://www.regione.toscana.it/-/nidi-gratis. Per eventuali chiarimenti è possibile inviare una mail al seguente indirizzo: bandonidigratis@regione.toscana.it
28/09/2023 12.29 Comune di Montespertoli
Comune di Scandicci Scandicci. Via delle Fonti, conclusa la stesura della fibra si passa alla riqualificazione completa e all’asfaltatura; lavori da mercoledì 4.10 per quattro giorni, divieti di transito in tratti alternati per ridurre i disagi
Le chiusure si avvicenderanno tra le intersezioni con le vie Roncigliano e Lavanderia; inizialmente nel tratto tra via della Valle e via Roncigliano senso unico alternato; segnalazioni in loco per comunicare in tempo reale l’avanzamento dei cantieri e le riaperture dei vari tratti Riqualificazione completa con asfaltatura di via delle Fonti nel tratto compreso tra le vie Lavanderia e via di Valle (il tratto inferiore è già stato riqualificato con gli interventi degli ultimi anni), da mercoledì 4 ottobre 2023 per quattro giorni; per consentire l’avanzamento dei cantieri con il minimo disagio per chi abita nella zona, nel tratto tra le vie Roncigliano e Lavanderia è fissato un piano di chiusure alternate in base alla reale presenza dei lavori, segnalate in loco per informare in tempo reale i cittadini delle riaperture e del passaggio delle lavorazioni ai tratti successivi. Nel tratto di strada tra le vie di Valle e Roncigliano, invece, le caratteristiche della carreggiata consentono di effettuare i lavori con senso unico alternato che sarà istituito nella fase iniziale dei lavori, a partire da mercoledì 4.10.
Per chi si muove tra il versante collinare della Val di Pesa, la zona produttiva e i quartieri cittadini di Scandicci, l’invito nei quattro giorni di lavori è di utilizzare le direttrici della Sgc FiPiLi o la strada provinciale 98 (via di Mosciano).
Il piano con le fasi di cantierizzazione e di mobilità per il periodo di realizzazione degli interventi è stato predisposto in collaborazione tra gli uffici Tecnici del settore Opere pubbliche, l’ufficio Traffico del Comando di Polizia Municipale e i responsabili della ditta esecutrice.
La riqualificazione completa con asfaltatura finale di via delle Fonti tre via della Valle e via Lavanderia segue la conclusione dei cantieri per gli interventi di stesura della fibra ultraveloce, che consentirà le connessioni a questo servizio per gli abitanti della zona, che hanno interessato gli stessi tratti di strada a partire dallo scorso 13 settembre.
“Siamo alle fasi finali di un piano di interventi al termine dei quali questa parte del nostro territorio sarà ulteriormente riqualificata e arricchita di nuovi servizi - dice l’assessore alle Opere pubbliche e Vicesindaco Andrea Giorgi – con benefici importanti sia per gli abitanti della zona di via delle Fonti, sia per i cittadini che percorrono questo tratto di viabilità collinare; andiamo verso l’ultima parte dei cantieri durante la quale avremo sicuramente alcuni disagi, che come in ogni occasione simile l’ufficio Traffico e gli uffici tecnici del Comune sono impegnati a minimizzare”.
28/09/2023 14.50 Comune di Scandicci
Alia Spa Servizi Ambientali Multiutility Toscana Dalla teoria alla pratica per difendere l’ambiente. Sostenibilità: siglata una nuova partnership fra la Comunicazione di Alia e l’Università di Firenze
L’azienda parteciperà al dottorato in Scienze sociali per la sostenibilità Sviluppo di strategie e politiche per migliorare la tutela dell’ambiente nel segno della sostenibilità, ma anche promozione delle buone pratiche in tema di economia circolare verso utenti e stakeholders, analisi dell’impatto sociale ed economico delle attività di gestione dei rifiuti, valutazione dei comportamenti individuali e dei relativi effetti sull’ambiente. Sono i cardini del nuovo progetto attivato tra la Direzione Comunicazione e Sostenibilità di Alia Multiutility Toscana e l’Università di Firenze sotto il segno della sostenibilità, oggi parola d’ordine imprescindibile per istituzioni, imprese, cittadini. La partnership prevede una stretta collaborazione nel corso di
dottorato in ‘Social Sciences for Sustainability and Wellbeing’ (‘Scienze sociali per la sostenibilità e il benessere’, acronimo S3W), percorso di formazione che permette di apprendere, dalle scienze sociali, una vasta gamma di metodi utili a perfezionare una preparazione tecnica e specialistica a difesa dell’ambiente e di entrare a fare parte di una community di ricercatori impegnati a creare un futuro sostenibile e garantire il benessere della società. In questo percorso, la collaborazione con Alia permetterà ai dottorandi di tradurre le nozioni apprese in aula in azioni concrete sul campo.

Spiega Leonardo Boncinelli, coordinatore del dottorato S3W: ‘Il nostro dottorato nasce dalla convinzione che l'università debba instaurare un dialogo proficuo con le istituzioni, le imprese e l'intera società civile al fine di poter rispondere efficacemente alle sfide attuali in tema di sostenibilità e benessere. Siamo onorati della collaborazione con Alia, che ci offre l'opportunità concreta di perseguire la nostra mission’.

‘Questa collaborazione - precisa Giuseppe Meduri, Direttore Relazioni Esterne, Comunicazione e Sostenibilità di Alia Multiutility - favorirà un nuovo approccio nella costruzione dei nostri messaggi sulle buone pratiche per la gestione dei rifiuti nelle nostre case e nelle aziende. Partendo da dati analitici, modelli comportamentali e metodologie consolidate orientate al coinvolgimento e alla partecipazione attiva dell’utente, avviamo una sperimentazione che segna un salto di qualità nel nostro rapporto con gli utenti e le comunità da noi servite quotidianamente’.

L'approccio formativo si basa sull’utilizzo del pensiero sistemico – che permette di avvicinarsi a un fenomeno considerando l'insieme delle parti che lo compongono, i soggetti e le loro interazioni
– ma anche sull'interdisciplinarietà, la transdisciplinarietà e sul learning by doing, ossia lo studio teorico che ha un riscontro di tipo pratico, proponendo corsi tematici integrati da opportunità di stage e dal coinvolgimento in progetti di ricerca.

La collaborazione fra Alia e l’Università di Firenze permetterà, inoltre, di promuovere le buone pratiche di raccolta differenziata, sfruttando i bias dell'economia comportamentale e le analisi statistiche dei dati in possesso di Alia per individuare le correlazioni esistenti tra la quantità e la qualità della raccolta e le caratteristiche del territorio. Previsto anche lo sviluppo di chatbot (software che simulano ed elaborano le conversazioni umane), per raccogliere dati in maniera più accattivante o rispondere alle domande più frequenti poste dagli utenti.


‘Siamo molto lieti di annunciare questo progetto di ricerca – dichiara Lorenzo Perra, Presidente di Alia Multiutility – frutto della collaborazione con l’Università di Firenze a seguito del protocollo su sostenibilità ambientale, formazione e ricerca sottoscritto, nel luglio scorso, con la rettrice Alessandra Petrucci. Questa attività, oltre a fornire elementi di innovazione per la nostra comunicazione, rafforza l’attenzione di Alia per il sostegno alla ricerca sul nostro territorio’.
28/09/2023 12.17 Alia Spa Servizi Ambientali Multiutility Toscana
Comune di Montelupo Fiorentino Montelupo. Nuovi giochi nei giardini, caratterizzazione in ceramica del centro e completamento dell’ex cinema Risorti
Altre risorse destinate anche alla sistemazione della hall del MMAB L’amministrazione comunale interviene per riqualificare i giardini pubblici e le aree a verde con attrezzature e nuovi giochi. Sono stati impegnati 100.000 (che integrano lo stanziamento già presente in bilancio di 25.000) per intervenire sui giochi di Camaioni, Turbone, piazza Lotti e piazza Serafini alla Torre e nei giardini via del Bosco. Nell’affidamento si prevede anche una quota parte da destinare all’attività di manutenzione.

Il Consiglio Comunale che si è tenuto mercoledì 27 settembre ha votato una variazione che interviene su vari settori e a riqualificare le zone del territorio.

Oltre all’investimento sui giochi nelle aree pubbliche, una cifra importante, 130.000 €, sarà destinata all'acquisto di arredi per l'ex Risorti, che diventerà un centro giovani d’inverno e un cinema all’aperto d’estate. L’intervento strutturale è in dirittura di arrivo e a questo punto rimangono da adattare gli spazi alle funzioni future.

Si proseguirà anche nell’opera di caratterizzazione ceramica del centro di Montelupo. Dopo la scalinata di piazza Centi, la giunta ha deciso di intervenire, tramite la Fondazione Museo Montelupo, sulle scalinate di piazza Vittorio Veneto di fronte al MMAB.

L’altro intervento finanziato riguarda sempre il MMAB. Con uno stanziamento di 50.000€ si inizierà l’attività di riorganizzazione degli spazi del centro culturale. Si parte dalla hall e nello specifico dall’adeguamento dello spazio adibito a bar/caffè e dalla sua separazione dall’accoglienza.
Da alcuni anni si parla della riprogettazione degli spazi del MMAB, che sarà realizzata per step e di cui questo intervento costituisce un primo passaggio.

«L’avanzo di bilancio 2022, ci lascia, come anche in passato, un margine di intervento per andare a realizzare progetti che avevamo in sospeso o attività la cui necessità è emersa nel corso dell’anno. È questo ad esempio il caso dell’acquisto di attrezzature e giochi per le aree a verde e per i giardini: le segnalazioni di alcuni cittadini e il monitoraggio del nostro ufficio tecnico hanno evidenziato la necessità di sostituirli.
Anche per quanto riguarda il MMAB abbiamo deciso di iniziare un percorso che ci vedrà impegnati per qualche tempo e che mira a rendere ancora più attraente e adeguato alle necessità dei cittadini il nostro “polo culturale”.
L’apprezzamento dell’intervento di piazza Centi ci ha poi persuaso a proseguire sulla strada della caratterizzazione, facendo trapelare anche dall’arredo urbano la vocazione ceramica di Montelupo.
Tutti gli interventi partiranno a breve e dovrebbero concludersi entro l’estate», afferma Simone Londi, vicesindaco e assessore al bilancio.
29/09/2023 13.04 Comune di Montelupo Fiorentino
Città Metropolitana di Firenze Manutenzione strade: dalla Regione 2,5 milioni a Province e città metropolitana
L’assessore Baccelli: “Anche quest’anno investiamo i proventi delle multe comminate sulla FI-PI-LI nel miglioramento della viabilità regionale” Con una delibera presentata dall’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità Stefano Baccelli, la Giunta regionale ha destinato 2,5 milioni di euro alle Province e alla Città Metropolitana di Firenze per opere di miglioramento stradale.

“Si tratta – spiega l’assessore Baccelli – dei proventi delle sanzioni per violazione al Codice della strada comminate sulla Firenze-Pisa-Livorno, che, per convenzione, destiniamo a investimenti per il miglioramento di tutte le strade di competenza regionale, la cui manutenzione fa appunto capo alle Amministrazioni provinciali; mentre alla sola Fi-Pi-Li riserveremo un finanziamento apposito pari a ulteriori 2,5 milioni di euro. I fondi destinati a ciascuna realtà provinciale sono stati ripartiti, con un criterio uniforme, sulla base dei chilometri di strade regionali che ospitano”.

La cifra maggiore (773.192 euro) andrà alla Città Metropolitana di Firenze in virtù dei 232 chilometri di strade dai quali è attraversata.

Ad Arezzo sono invece destinati 491.709 euro per 147 chilometri. A Siena vanno 303.454 euro per 91 chilometri di strade. A Lucca, 231.986 euro in virtù di 69 chilometri di strade regionali. Grosseto avrà 209.997 euro per i suoi 63 chilometri. Pistoia gestirà 145.866 euro su 43 chilometri di viabilità regionale. Livorno ha ottenuto 123.277 euro per 37 chilometri. Prato 117.485 euro per 35 chilometri. Massa provvederà ai suoi 17 chilometri potendo contare su 57.386 euro, e infine Pisa, per i 16 chilometri di strade regionali che la attraversano, ha ottenuto 55.420 euro.

Tutti gli stanziamenti sono relativi all’anno 2022 e le amministrazioni beneficiarie saranno tenute a rendicontarne l’utilizzo entro il 31 gennaio 2024.
29/09/2023 12.52 Città Metropolitana di Firenze - Regione Toscana
Comune di Montespertoli Montespertoli, arriva la nuova tariffa corrispettiva. Incontri con i cittadini per spiegare tutte le novità
Ecco come cambia il sistema di raccolta rifiuti: al via la campagna informativa La tariffa corrispettiva arriva anche nel comune di Montespertoli. La novità è attesa per l’inizio del 2024, ma nel frattempo è già iniziata la marcia di avvicinamento alla nuova tariffa basata su una diversa ‘filosofia’ rispetto a quella dell’attuale Tari. In linea con quanto richiesto dalla normativa europea, il principio alla base della corrispettiva (che a partire dal gennaio del 2023 è già stata introdotta in 13 Comuni dell’Ato Toscana Centro) implicherà una misurazione puntuale dei rifiuti prodotti e conferiti dagli utenti. La nuova tariffa, in grado di superare il calcolo presuntivo della Tari, verifica i comportamenti virtuosi degli utenti, valorizzando chi si impegna maggiormente nella separazione dei rifiuti e nella tutela dell’ambiente.

Che cosa cambierà concretamente dal primo gennaio per le oltre 7.000 utenze coinvolte sul territorio comunale? Prima di tutto, per consentire di effettuare una corretta misurazione della quantità e qualità dei rifiuti prodotti, a tutti gli utenti verranno consegnati nuovi contenitori e sacchi per la raccolta differenziata domestica, dotati anche di strumenti adesivi di lettura (TAG). Contestualmente verranno ritirati tutti i vecchi kit, anche se sarà possibile conservare il proprio contenitore degli imballaggi per comodità.

Vista la necessità di consolidare il processo virtuoso che riguarda il territorio comunale, dove finora sono state raggiunte percentuali di raccolta differenziata pari all’84% circa, una novità importante riguarderà anche il conferimento del vetro.

Con l’obiettivo di migliorare la qualità del materiale avviato a riciclo e recupero, a partire dal primo gennaio del 2024 sarà, infatti, necessario separare il vetro dagli altri imballaggi (plastica, metalli, tetrapak e polistirolo) perché la contaminazione degli altri imballaggi con il vetro incide negativamente sulla qualità del riciclo e, di conseguenza, della raccolta differenziata.

Il vetro dovrà, dunque, essere conferito direttamente dagli utenti nelle nuove campane posizionate sul territorio oppure in apposite postazioni presidiate (Ecotappe). Nelle Ecotappe, anche per offrire maggiori servizi ai cittadini, si potranno conferire – differenziando – anche piccoli rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee), come telefonini, radio, sveglie di dimensioni inferiori a 25 centimetri, ma anche pile esauste, toner e cartucce per stampanti, farmaci scaduti, bombolette spray e gli oli esausti vegetali. Tutti gli altri imballaggi che non sono in vetro, invece, continueranno a essere conferiti davanti al proprio domicilio, utilizzando nuovi sacchi azzurri, secondo le scadenze indicate dal nuovo calendario dei ritiri che entrerà in vigore a partire dall’inizio del 2024, e di cui sarà data comunicazione.

Considerata l’assoluta novità del sistema legato alla tariffa corrispettiva Alia Servizi Ambientali SpA, in accordo con l’amministrazione comunale di Montespertoli, sta predisponendo una specifica e mirata attività di comunicazione che prevede anche il coinvolgimento diretto della cittadinanza a partire già dal mese di ottobre. L’obiettivo è quello di essere di aiuto agli utenti nel cambio di abitudini e nell’approccio al nuovo sistema, che sarà comunicato alla cittadinanza anche con l’invio di una lettera al proprio domicilio.

Gli incontri pubblici sul territorio, alla presenza di tecnici Alia e di rappresentanti dell’amministrazione comunale, si svolgeranno secondo il calendario che segue:

sabato 7 Ottobre ore 10 – Montespertoli, Sala Consiliare, in piazza del Popolo, 1
giovedì 12 Ottobre ore 18.30 – Fornacette (Locali Comunali) via Certaldese 85
giovedì 12 Ottobre ore 21.30 – Ortimino (Circolo ARCI) Via Ortimino 92
martedì 17 Ottobre ore 18.30 – Anselmo (Circolo ARCI) piazza Ninni Cassarà
martedì 17 Ottobre ore 21.30 – Montagnana (Circolo ARCI) Via Volterrana Nord 166
mercoledì 25 Ottobre ore 18.30 – Martignana (Circolo ARCI) Via della Torraccia 2
mercoledì 25 Ottobre ore 21.30 – San Quirico (Circolo ARCI) Via Romita, 95
Inoltre, dall’11 al 31 ottobre sarà attivo uno sportello straordinario di Alia presso “I Lecci” (via Lucardese 74), aperto dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 16.00 e il sabato dalle 08.30 alle 13. Successivamente, a partire dal 4 novembre, sarà sempre possibile ricevere il kit e ogni informazione utile rivolgendosi all’Infopoint che si trova presso il Cantiere comunale, in Via Montelupo, 25/27, in orario di apertura (sabato 8-12.30).

Per ulteriori informazioni, richieste e segnalazioni è sempre possibile contattare il call center di Alia, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 14.30, con i tre numeri 800 888 333 (da rete fissa, gratuito) o 199 105 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore), 0571.196 93 33 (da rete fissa e rete mobile) oppure utilizzare Aliapp, attivabile anche dal portale dell’azienda, www.aliaserviziambientali.it
29/09/2023 12.22 Comune di Montespertoli
Comune di Empoli Empoli. Tutti al Luna Park, mattinata di giostre e allegria per gli ospiti dei centri diurni
Coinvolti una trentina di adulti, ragazze e ragazzi che frequentano le strutture di Empoli, Cerreto Guidi, Montelupo Fiorentino, San Miniato e Castelfranco di Sotto Momenti di allegria sulle giostre del Luna Park della Fiera di Settembre, allestito nel piazzale del parco di Serravalle fino a domenica 1 ottobre. Nella mattinata di oggi, venerdì 29 settembre 2023, le attività hanno effettuato un'apertura straordinaria per accogliere gli ospiti dei centri diurni per persone con disabilità che si trovano a Empoli, Cerreto Guidi, Montelupo Fiorentino, San Miniato e Castelfranco di Sotto, gestiti dalla cooperativa Colori onlus.

Adulti, ragazze e ragazzi, una trentina in tutto, si sono incontrati al Luna Park, insieme ai loro accompagnatori e agli agenti della polizia municipale dell'Unione dei Comuni Empolese Valdelsa, pronti a mettersi a disposizione di questa iniziativa organizzata per donare spensieratezza e divertimento ai partecipanti. Tanti i sorrisi che hanno arricchito le circa due ore di giochi e giri sulle attrazioni presenti al Luna Park, con i gestori delle giostre, ai quali va il ringraziamento dell'amministrazione comunale, subito pronti con sensibilità e generosità a rispondere presente alla richiesta arrivata dai centri diurni del territorio.
29/09/2023 12.48 Comune di Empoli
AutolineeToscane Autolinee Toscane. Firenze, sabato 30 settembre, possibili rallentamenti e disagi sull’intera rete. Modifiche al servizio per manifestazioni
Dalle ore 14.00 deviazioni e limitazioni temporanee di percorso per 8 linee
Sabato 30 settembre, a causa della manifestazione che si svolgerà nella zona Quaracchi-Peretola di Firenze, il servizio di Autolinee Toscane subirà deviazioni e limitazioni.

A partire dalle 14.00 e, sulla base delle disposizioni relative alla chiusura delle strade e delle aree coinvolte dagli eventi, 8 linee saranno deviate o limitate.

Saranno direttamente interessate le linee 5, 29, 30, 35, 56, 66, 68, 303. Essendo coinvolte 8 linee che attraversano importanti zone della città di Firenze, rallentamenti o ritardi potrebbero estenderli ad altre linee.

Le variazioni si attueranno fino alla fine del pomeriggio - e comunque fino alla conclusione - in base alla posizione e al movimento della manifestazione.

A causa di altre manifestazioni previste nel corso del pomeriggio ci potranno essere ulteriori gravi disagi nell’area centrale di Firenze, che potranno influenzare il servizio di trasporto pubblico, sia per bus che per tramvia, anche nel resto della città.

Sul sito at-bus.it, nella sezione Avvisi, è possibile consultare tutte le informazioni sulle deviazioni previste e programmate per ogni linea coinvolta, laddove possibile.
29/09/2023 11.56 AutolineeToscane
Musei Statali Tramonto tra i capolavori agli Uffizi: in arrivo a ottobre le aperture serali del museo
Saranno martedì 3, 10, 17, 24 e 31: la Galleria resterà visitabile fino alle 21,30 (con ultimo ingresso alle 20,30) Vista tramonto e capolavori dell’arte agli Uffizi: sono in arrivo, per il mese di ottobre, cinque aperture serali del celebre museo fiorentino. La Galleria sarà infatti aperta al pubblico in via straordinaria dalle 18,30 alle ore 21,30, per cinque martedì di fila: il 3, 10, 17, 24 e 31 ottobre. La chiusura della biglietteria, e quindi l'ultimo ingresso, avverrà alle ore 20,30. “Gli Uffizi di sera offrono un’esperienza spettacolare - dice il direttore Eike Schmidt - i dipinti, le sculture, gli ambienti stessi, toccati dai raggi del tramonto, ne sono trasfigurati e acquisiscono un fascino unico. Le cinque aperture speciali di ottobre permetteranno di sperimentare di persona questa magia: consiglio a tutti di non lasciarsela sfuggire”.

29/09/2023 12.11 Musei Statali
Non-profit in provincia di Firenze Salute, a Firenze e Fiesole visite gratuite contro il tumore al seno. L’iniziativa di Lilt Firenze
Dal 2 ottobre si possono prendere gli appuntamenti. Il 4 ottobre l’unità mobile in piazza della Repubblica con Rocìo Rodriguez e monumenti illuminati di rosa Lo slogan 2023 è "La prevenzione è sempre la risposta giusta": la risposta puntuale al cancro alla mammella infatti sono gli esami e le visite per diagnosticare la malattia per tempo e per poterla curare.

Anche quest'anno torna Lilt for Women, l’iniziativa promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori che, in occasione della Campagna internazionale Nastro Rosa, sensibilizza le donne sulla prevenzione del cancro al seno, una patologia che continua a colpire annualmente circa 60 mila donne in Italia.

Il 4 ottobre l’unità mobile di Lilt Firenze sarà in piazza della Repubblica per eseguire visite senologiche gratuite. Testimonial della campagna sarà la runner e giornalista sportiva Rocìo Rodriguez. Sarà presente anche l’assessore al Welfare Sara Funaro. La sera poi la Fontana del Nettuno in piazza della Signoria e le porte storiche della città si illumineranno di rosa, colore simbolo della campagna e della prevenzione, grazie alla disponibilità del Comune e di Firenze Smart-Silfi spa che da anni sostengono la Lilt e il suo messaggio di prevenzione.

Il 6, 13, 17, 24, 27 ottobre, grazie ai dottori Alessandro Filomena e Andrea Herd Smith, verranno effettuate visite senologiche gratuite alla Misericordia di Fiesole, che metterà a disposizione i propri locali.

Per prenotare le visite telefonare allo 055/576939 a partire da lunedì 2 ottobre.

“I principali strumenti di prevenzione che una donna ha per combattere il tumore al seno sono i controlli periodici come ecografia o mammografia (in base a quanto stabilito dalle linee guida del Sistema Sanitario), l'autoesame mensile e seguire i corretti stili di vita - spiega Alexander Peirano Presidente di Lilt Firenze -. Ricordiamo l’importanza della diagnosi precoce: il carcinoma della mammella della grandezza di meno di un centimetro ad esempio, se diagnosticato e curato nella fase iniziale, ha una percentuale di guarigione di oltre il 90%”.

“La prevenzione - dice l’assessora al Welfare Sara Funaro - è fondamentale per la lotta ai tumori e in particolare per quelli al seno. Per questo aderiamo all'iniziativa promossa dalla Lilt in occasione della campagna internazionale nastro rosa. Spero davvero che molte donne colgono l'opportunità di una visita senologica gratuita presso l'unità mobile della Lilt in piazza della Repubblica. É un piccolo gesto che però può salvare la vita. Ringrazio Lilt per questa iniziativa che si aggiunge all'impegno quotidiano per la ricerca, la diagnosi precoce, l’assistenza, la riabilitazione e l’educazione sanitaria. Non si può fare a meno della Lilt e non ne possono fare a meno i malati di tumore e le loro famiglie"

Secondo i dati di Lilt nazionale, con circa 60.000 nuovi casi in Italia, il carcinoma mammario si conferma anche per il 2023 la neoplasia più frequente nelle donne, rappresentando oltre il 30% di tutti i tumori e facendo salire così ad oltre 900.000 le donne che avranno personalmente vissuto l’esperienza cancro al seno. Attualmente la guaribilità raggiunge l’85% dei casi, fondamentale però è la diagnosi precoce. Da qui l’invito a tutte le donne a sottoporsi a screening, visite ed esami, su indicazione del proprio medico di fiducia.
29/09/2023 12.14 Non-profit in provincia di Firenze
Autostrade per l'Italia A11 Firenze-Pisa Nord: chiusure notturne della stazione di Prato Est
Dalla sera del 2 ottobre Sulla A11 Firenze-Pisa nord, per consentire lavori di pavimentazione, sarà chiusa la stazione di Prato est, nei seguenti giorni e con le seguenti modalità:

-dalle 22:00 di lunedì 2 alle 6:00 di martedì 3 ottobre, sarà chiusa in entrata verso Pisa e in uscita per chi proviene da Firenze;

-nelle due notti di martedì 3 e mercoledì 4 ottobre, con orario 22:00-6:00, sarà chiusa in uscita per chi proviene da Firenze e da Pisa.

In alternativa si potrà utilizzare la stazione di Prato ovest.
29/09/2023 11.52 Autostrade per l'Italia
Non-profit in provincia di Firenze Sanità, a Firenze sempre più anziani curati a casa anziché in ospedale
La Fondazione italiana di leniterapia partecipa al progetto Girot, che nel 2023 ha effettuato 930 visite a domicilio Cresce il numero degli anziani malati che vengono curati nelle proprie case anziché essere ricoverati al pronto soccorso. Si tratta di una possibilità che si è rafforzata grazie al progetto Girot della Ausl Toscana Centro che, in collaborazione con File (Fondazione italiana di leniterapia) offre cure palliative a domicilio agli anziani cronici e fragili, mettendo a disposizione un medico, un'infermiera e una psicologa.

Il Girot si rivolge ai pazienti di solito anziani con molte malattie croniche, disabili e/o affetti da decadimento cognitivo, in corso di scompenso clinico.
L’obiettivo è trattare il paziente a casa con le stesse cure che farebbe in ospedale. Nel 2022 il Girot ha preso in carico circa 6000 pazienti, segnalati dall’ospedale (reparti o dea) o dal medico di medicina generale.

Circa un terzo di questi, per le caratteristiche cliniche e funzionali che presentano, durante la presa in carico del Girot acquisiscono le caratteristiche della terminalità e vengono visti in simultaneous care con il palliativista messo a disposizione per questa tipologia di pazienti da File.
Il palliativista continua poi a seguire il paziente con il supporto dei medici del Girot.

Nei primi sei mesi del 2023 il palliativista di File ha preso in carico 149 pazienti (53 uomini e 96 donne, età media 89,8 anni) ed ha eseguito 475 visite a domicilio. Sono stati 147 i pazienti seguiti dall’infermiera (52 uomini, 95 donne, età media 89,7) e 455 le visite a domicilio. Sono stati invece 52 i pazienti seguiti dalla psicologa.

Per un anziano malato, spiegano da File, la casa è da considerare il luogo privilegiato in cui ricevere assistenza in cure palliative, così da poter vivere i suoi ultimi mesi, settimane, giorni circondato dalle sue cose e dai suoi affetti. I modelli assistenziali tradizionali hanno dimostrato di non essere adeguati alle esigenze peculiari dei pazienti molto anziani, specialmente se fragili, con ricoveri e accessi al pronto soccorso continui e spesso inappropriati.

Ecco perché, per garantire assistenza a questi anziani è stato realizzato Girot (Gruppi di Intervento Rapido Ospedale-Territorio), nato grazie all’iniziativa di un team di geriatri/internisti ed infermieri territoriali. File è stata inclusa nel progetto, come detto, con un’équipe di palliativisti (il medico Luca Abrardi, l’infermiera Selenia Greco e la psicologa Erika Khiari), professionisti stabilmente dedicati per il controllo del dolore e dei vari sintomi, i quali prestano assistenza attraverso diverse modalità di intervento, delineate in base alle specifiche esigenze del paziente e del suo contesto familiare.

“Se si dovesse fare un identikit – spiega il dottor Luca Abrardi - il paziente Girot è un grande anziano con più patologie croniche ad andamento infausto, gravato da scompensi d’organo di tipo cardiaco, epatico, renale, broncopneumopatia cronica ostruttiva danni multiorgano da anzianità, per dirne alcune. Si tratta di un paziente per il quale c’è da ritagliare su misura uno specifico percorso di assistenza in cui, di solito, il palliativista ha un ruolo di grande importanza, di cogestione e scambio continuo con il geriatra e con gli altri professionisti sanitari.

Inizialmente Girot era stato previsto nell’ambito della pandemia per poter rispondere all’esigenza dei pazienti molto anziani, malati cronici, fragili, di essere seguiti a casa. Le molte consulenze palliative richieste dai geriatri di Girot ai medici di File hanno poi evidenziato la necessità di integrare il supporto della figura del palliativista direttamente all’interno delle équipe Girot. La stessa pandemia ha messo in luce la necessità di sviluppare cure territoriali appropriate per queste persone, non candidabili per l'ospedalizzazione: per questo motivo, passata l’emergenza, il progetto Girot è stato rafforzato ed è proseguita questa “proiezione dell’ospedale all’esterno dell’ospedale”.
29/09/2023 11.53 Non-profit in provincia di Firenze
Regione Toscana Manutenzione strade: dalla Regione 2,5 milioni a Province e città metropolitana
L’assessore Baccelli: “Anche quest’anno investiamo i proventi delle multe comminate sulla FI-PI-LI nel miglioramento della viabilità regionale” Con una delibera presentata dall’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità Stefano Baccelli, la Giunta regionale ha destinato 2,5 milioni di euro alle Province e alla Città Metropolitana di Firenze per opere di miglioramento stradale.

“Si tratta – spiega l’assessore Baccelli – dei proventi delle sanzioni per violazione al Codice della strada comminate sulla Firenze-Pisa-Livorno, che, per convenzione, destiniamo a investimenti per il miglioramento di tutte le strade di competenza regionale, la cui manutenzione fa appunto capo alle Amministrazioni provinciali; mentre alla sola Fi-Pi-Li riserveremo un finanziamento apposito pari a ulteriori 2,5 milioni di euro. I fondi destinati a ciascuna realtà provinciale sono stati ripartiti, con un criterio uniforme, sulla base dei chilometri di strade regionali che ospitano”.

La cifra maggiore (773.192 euro) andrà alla Città Metropolitana di Firenze in virtù dei 232 chilometri di strade dai quali è attraversata.

Ad Arezzo sono invece destinati 491.709 euro per 147 chilometri. A Siena vanno 303.454 euro per 91 chilometri di strade. A Lucca, 231.986 euro in virtù di 69 chilometri di strade regionali. Grosseto avrà 209.997 euro per i suoi 63 chilometri. Pistoia gestirà 145.866 euro su 43 chilometri di viabilità regionale. Livorno ha ottenuto 123.277 euro per 37 chilometri. Prato 117.485 euro per 35 chilometri. Massa provvederà ai suoi 17 chilometri potendo contare su 57.386 euro, e infine Pisa, per i 16 chilometri di strade regionali che la attraversano, ha ottenuto 55.420 euro.

Tutti gli stanziamenti sono relativi all’anno 2022 e le amministrazioni beneficiarie saranno tenute a rendicontarne l’utilizzo entro il 31 gennaio 2024.
29/09/2023 11.41 Regione Toscana
Autostrade per l'Italia A1 Milano-Napoli Direttissima: chiusure notturne verso Bologna dei tratti località Aglio-Firenzuola Mugello e località Aglio-Allacciamento A1 Panoramica localià La Quercia
Dalla sera di lunedì 2 ottobre Sulla A1 Milano-Napoli Direttissima, al fine di consentire la prosecuzione del piano di lavori ammodernamento delle gallerie "Buttoli" e "Largnano", saranno adottati i seguenti provvedimenti di chiusura:

NELLE TRE NOTTI DI LUNEDI' 2, MARTEDI' 3 E MERCOLEDI' 4 OTTOBRE, CON ORARIO 21:00-6:00, sarà chiuso il tratto compreso tra Località Aglio (km 32+966) e Firenzuola Mugello (km 27+960), verso Bologna. Nelle stesse notti, ma con orario 20:00-6:00, sarà chiusa l'area di servizio Aglio est, situata all'interno del suddetto tratto. In alternativa, chi proviene da Firenze ed è diretto a Bologna, potrà utilizzare la A1 Milano-Napoli Panoramica. Chi è diretto a Firenzuola dovrà utilizzare la stazione di Barberino di Mugello sulla A1 Milano Napoli.

DALLE 21:00 DI GIOVEDI' 5 ALLE 6:00 DI VENERDI' 6 OTTOBRE, sarà chiuso il tratto compreso tra Località Aglio (km 32+966) e e l'allacciamento con la A1 Panoramica Località La Quercia (km 0+000), verso Bologna. Saranno contestualmente chiuse le stazioni di Firenzuola-Mugello e Badia, in entrata verso Bologna e in uscita per chi proviene da Firenze. Nella stessa notte, ma con orario 20:00-6:00, sarà chiusa l'area di servizio Aglio est, situata all'interno del suddetto tratto. Si precisa che la stazione di Barberino sarà regolarmente aperta in entrata verso Bologna.

In alternativa, chi proviene da Firenze ed è diretto a Bologna, potrà utilizzare la A1 Milano-Napoli Panoramica. Chi è diretto a Firenzuola dovrà utilizzare la stazione di Barberino di Mugello sulla A1 Milano Napoli mentre chi è diretto a Badia, dovrà percorrere la A1 Panoramica e uscire alla stazione di Pian del Voglio per poi raggiungere Badia attraverso la viabilità ordinaria.

DALLE 21:00 DI VENERDI' 6 ALLE 7:00 DI SABATO 7 OTTOBRE, sarà chiuso il tratto compreso tra Località Aglio (km 32+966) e Firenzuola Mugello (km 27+960), verso Bologna. Nella stessa notte, ma con orario 20:00-7:00, sarà chiusa l'area di servizio Aglio est, situata all'interno del suddetto tratto. In alternativa, chi proviene da Firenze ed è diretto a Bologna, potrà utilizzare la A1 Milano-Napoli Panoramica. Chi è diretto a Firenzuola dovrà utilizzare la stazione di Barberino di Mugello sulla A1 Milano Napoli.
29/09/2023 11.45 Autostrade per l'Italia
Autostrade per l'Italia A11 Firenze-Pisa Nord: Aggiornamento al programma di chiusure notturne della stazione di Prato Est
Da lunedì 2 ottobre il dettaglio delle chiusure Sulla A11 Firenze-Pisa nord, è stato aggiornato il programma delle chiusure notturne della stazione di Prato est.
La suddetta stazione sarà chiusa, per consentire lavori di pavimentazione, come di seguito indicato:

-dalle 22:00 di lunedì 2 alle 6:00 di martedì 3 ottobre, in uscita per chi proviene da Firenze;
-dalle 22:00 di martedì 3 alle 6:00 di mercoledì 4 ottobre, in entrata verso Pisa e in uscita per chi proviene da Firenze;
-dalle 22:00 di giovedì 5 alle 6:00 di venerdì 6 ottobre, in uscita per chi proviene da Pisa.
In alternativa si potrà utilizzare la stazione di Prato ovest.
29/09/2023 11.23 Autostrade per l'Italia
Poste Italiane Poste Italiane: in provincia di Firenze da lunedì 2 ottobre saranno in pagamento le pensioni del mese
E’ possibile ritirare la pensione nei 164 Uffici Postali e nei 123 ATM Postamat della provincia Poste Italiane comunica che in tutti i 164 Uffici Postali della provincia di Firenze le pensioni del mese di ottobre saranno in pagamento a partire da lunedì 2.

Per una migliore fruizione del servizio, è consigliabile, per il ritiro delle pensioni in contanti, seguire la turnazione alfabetica suggerita nell’avviso specifico posto all’esterno di ciascun Ufficio Postale, come nell’esempio:

i cognomi dalla A alla C lunedì 2 ottobre
dalla D alla K martedì 3 ottobre
dalla L alla P mercoledì 4 ottobre
dalla Q alla Z giovedì 5 ottobre

Le pensioni di ottobre saranno disponibili a partire da lunedì 2, anche per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution che abbiano scelto l’accredito. I possessori di Carta di Debito associate a conti/libretti o di Postepay Evolution, quindi, potranno prelevare in contanti dai 123 ATM Postamat della provincia, senza recarsi allo sportello. Inoltre, i possessori di Carta di Debito associate a conti/libretti potranno usufruire gratuitamente di una polizza assicurativa che consente un risarcimento fino a € 700 all’anno sui furti di contante subiti nelle due ore successive al prelievo effettuato sia dagli sportelli postali sia dagli ATM Postamat.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare 06 45263322.
29/09/2023 11.15 Poste Italiane
Asl Toscana Centro - Empoli Il San Giuseppe di Empoli diventa polo di riferimento aziendale per la ricostruzione mammaria con un chirurgo plastico dedicato
In Asl Centro ad agosto 2023 è stato rilevato un incremento del 10% (1015) di interventi complessivi rispetto al 2022, di cui 678 relativi a patologia tumorale primaria E’ stata rafforzata l’attività del Polo Senologico presso il Centro Donna dell’Ospedale San Giuseppe di Empoli, divenuto anche punto di riferimento per la ricostruzione mammaria per tutta l’Asl Toscana Centro. Con l’arrivo del dr Lorenzo Calì Cassi, chirurgo plastico, a cui da qualche mese è stato conferito l’incarico di coordinare l’attività di ricostruzione mammaria presso il San Giuseppe di Empoli e in parte al Santo Stefano di Prato, la struttura può avvalersi di un supporto costante con l’obiettivo di un ulteriore incremento del servizio offerto alle donne già in carico all’azienda e che sono state sottoposte ad un primo intervento chirurgico di mastectomia per tumore alla mammella.

Il dr. Calì Cassi opera all’interno dell’equipe del dr. Luis Jose’ Sanchez, Direttore della struttura complessa di Chirurgia Senologica dell'Azienda USL Tc, a cui afferiscono i quattro presidi ospedalieri di Empoli, Prato, Santa Maria Annunziata e Pistoia. Specializzato in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica all’Università degli Studi di Torino e con un dottorato di ricerca in Chirurgia Oncoplastica in Senologia, Scienze Medico-Chirurgiche Applicate presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

“La ricostruzione mammaria è sempre stato il mio “terreno di battaglia” e questo nuovo incarico di gestire l’attività presso il Centro Donna di Empoli è sicuramente una grande responsabilità, ma al tempo stesso una scommessa ed è per me un onore aver avuto questa importante opportunità- afferma il dr Calì Cassi- sono anche soddisfatto dei primi risultati ottenuti non solo come azienda, ma anche come feedback positivi da parte delle nostre pazienti.”

Un giorno a settimana dalle ore 8 alle ore 20 presso l’Ospedale San Giuseppe vengono dedicate sedute operatorie per la ricostruzione mammaria, dove confluiscono pazienti provenienti anche dagli altri territori dell’Asl Centro (Firenze, Prato e Pistoia) e questo consente di alleggerire la quantità di interventi in lista di attesa e di affidare al Centro Donna il ruolo di punto di riferimento aziendale per questo tipo di attività.

In Asl Centro ad agosto 2023 è stato rilevato un incremento del 10% (1015) di interventi complessivi rispetto al 2022, di cui 678 relativi a patologia tumorale primaria.

“La collaborazione del dr Calì Cassi presso la senologia di Empoli è il frutto di un percorso avviato da tempo tra la struttura complessa di chirurgia senologica e la struttura complessa di chirurgia plastica diretta dal Dr. Lorenzo Borgognoni dell’Asl Centro finalizzato a concentrare l’attività in un unico punto di riferimento aziendale, dedicando una giornata esclusivamente agli interventi di ricostruzione mammaria e favorendo un incremento del numero e della complessità delle operazioni dimostrando ancora una volta l'attenzione del dipartimento a tutto il percorso di questa importante patologia, dalla presa in carico alla restituzione ad una vita di qualità - sottolinea il dr Stefano Michelagnoli, Direttore Dipartimento Specialistiche Chirurgiche Asl Centro”

“Il nostro Centro Donna sta diventando un modello aziendale da diffondere e aver costituito al suo interno un polo senologico a 360 gradi, dove oltre agli interventi chirurgici è stato aggiunto il supporto di un professionista che si occupa di ricostruzione mammaria, credo sia un traguardo fondamentale che siamo riusciti a raggiungere come azienda grazie anche al sostegno del Direttore Michelagnoli che ha creduto fin dall’inizio a questo tipo di progetto- conclude il dr Sanchez“
29/09/2023 11.11 Asl Toscana Centro - Empoli
Prefettura di Firenze Prefettura di Firenze. Proseguono le ricerche del Sig. Pjeter RAKAJ
Continuano senza sosta le ricerche del signor Pjeter RAKAJ di 66 anni, residente a Sesto Fiorentino e allontanatasi dal pronto soccorso dell’Ospedale di Careggi nel corso della mattinata del 27 settembre Alla luce del Piano per la ricerca delle persone scomparse, le Forze di polizia, i Vigili del Fuoco e le squadre del volontariato di Protezione Civile del Comune di Firenze stanno conducendo mirate ricerche anche con l’ausilio di cani molecolari.
Secondo quanto riferito dal responsabile dell’unità di ricerche, dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza è stato verificato che lo scomparso, ha percorso a piedi dall’ospedale di Careggi il tracciato della linea tramviaria T1, attraversando via Mariti/viale Redi e imboccando il tracciato della linea T2 di via di Novoli, giungendo poi nei pressi della fermata Guidoni intorno alle ore 15:00 del 27 settembre e proseguendo su viale Guidoni in direzione autostrada/aeroporto.
La persona, affetta da problemi di salute e che necessita di terapie salvavita, al momento della scomparsa indossava una maglietta nera e dei jeans.
Per qualsiasi segnalazione utile si invita a contattare il Numero Unico di Emergenza 112.

29/09/2023 11.09 Prefettura di Firenze
 
 




Vai al contenuto