Login

MET

Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze


IN PRIMO PIANO....

Regione Toscana #Giùlemanidall'informazione. In piazza con i giornalisti
Rossi: "Libertà di stampa un valore per tutti" Ha partecipato anche il presidente della Toscana Enrico Rossi al flashmob organizzato oggi a mezzogiorno, 13 novembre, dai giornalisti della Toscana davanti alla sede della prefettura a Firenze. La manifestazione era stata promossa in tutti i capoluoghi di regione d'Italia da Fnsi e Ordine dei giornalisti; in centocinquanta si sono radunati in via Cavour per dire #giùlemanidall'informazione e dire basta alle offese e agli attacchi portati negli ultimi giorni all'informazione da esponenti del governo e del Movimento 5 Stelle. Con il presidente della Toscana Enrico Rossi c'era anche l'assessore alla presidenza Vittorio Bugli, l'assessore alla salute Stefania Saccardi, il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, la vicesindaco di Firenze Cristina Giachi, l'assessore comunale Federico Gianassi ed altri esponenti politici e sindac ali.

"Si sta creando contro i giornalisti un clima pesante e negativo e questo non conviene a nessuno, perché la libertà di stampa e di espressione, garantita dalla Costituzione, è un valore per tutti" ha sottolineato Rossi, che si è detto lì per esprimere "solidarietà ai giornalisti toscani e di tutta Italia messi pesantemente all'indice con parole volgari e inopportune".

"Si devono misurare le parole, perché altrimenti si rischia che diventino pietre" ha aggiunto. Rossi si è poi detto preoccupato e perplesso per la tenuta democratica. "Certo – ha detto – la storia non si ripete mai uguale". Il riferimento era a fascismi e nazismi del passato. "Ma sono troppe le assonanze - ha proseguito - e quel che sembra farsi strada è un'idea di nazionalismo che in molti paesi si è coniugato oggi, rivendicandolo anche, in una democrazia illiberale, dove si vota ma dove stampa e media vanno bene solo finché difendono le idee di chi governa". "Bisogna contrastare tutto questo - ha concluso -, abbassando i toni e ritrovando un clima di civile discussione".
13/11/2018 16.41 Regione Toscana

Comune di Firenze Tramvia, mercoledì 14 novembre le prove di cadenzamento sulla linea 2 con possibili ripercussioni sulla viabilità
Dalle 21 di martedì 13 scattano restringimenti di carreggiata all’incrocio tra viale Guidoni e viale XI Agosto per la realizzazione dell’aiuola spartitraffico Mercoledì 14 novembre sono in programma alcune prove di cadenzamento sulla linea 2. Si tratta di test più articolati che in orario 17.30-20.30 circa potranno avere ripercussioni sulla viabilità lungo la linea, area della stazione compresa. Prevista la presenza di pattuglie della Polizia Municipale per agevolare la viabilità.

Scatteranno invece stasera alle 21 i restringimenti di carreggiata in viale Guidoni all’incrocio con viale XI Agosto necessari per la realizzazione dell’aiuola spartitraffico prevista nella sistemazione definitiva. Previsto il mantenimento di due corsie nelle due direzioni.
13/11/2018 16.48 Comune di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Viabilità, obbligo di catene o di pneumatici invernali/VIDEO
Tra il 15 novembre e il 15 aprile sulle strade di competenza della Città metropolitana Nel periodo compreso tra il 15 novembre e il 15 aprile, sulla FiPiLi e su molti tratti di strade di competenza della Città metropolitana di Firenze vige l'obbligo per i veicoli di cui all'art. 54 del D.Lgs. 285/1992 (autoveicoli), di avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli o di essere muniti di pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o ghiaccio, adeguati al tipo di veicolo in uso.

Elenco strade della Città metropolitane interessate:
http://server-nt.provincia.firenze.it/strade/ElencoNeve.pdf

Su https://youtu.be/Nk79b2fgaZw il video di Florence Tv utilizzabile da social e media
13/11/2018 17.54 Città Metropolitana di Firenze
Regione Toscana Giornalisti: Giani, la libertà di stampa non si tocca
Il presidente del Consiglio regionale al flashmob #giùlemanidall’informazione davanti alla Prefettura di Firenze “Senza polemiche, ma con molta determinazione” il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, ha partecipato al flshmob #giùlemanidall'informazione davanti alla Prefettura di Firenze e ha avvertito: “La libertà di stampa non si tocca”.

“Nel momento in cui si parla di tolleranza, cultura e solidarietà - ha dichiarato il presidente -, la messa in discussione di un presidio fondamentale, indivisibile dalla democrazia ed elemento distintivo della civiltà, richiama forte la Firenze del Rinascimento e di Lorenzo il Magnifico. La libertà di stampa va garantita e rispettata”.

La manifestazione è stata organizzata da Fnsi e Ordine dei giornalisti in tutti i capoluoghi di regione.
13/11/2018 14.20 Regione Toscana

Regione Toscana Industria 4.0, collaborazione scientifica Regione-Università toscane
Individuazione di progetti innovativi sviluppati e avviati, posizionamento rispetto ai processi di digitalizzazione, analisi dell'impatto sulla filiera conciaria Individuazione di progetti innovativi sviluppati e avviati, posizionamento rispetto ai processi di digitalizzazione, analisi dell'impatto sulla filiera conciaria. Sono i tre filoni sui quali svilupperà la collaborazione scientifica nell'ambito della Strategia regionale I4.0 tra Regione Toscana e le Università di Firenze, Pisa e Siena e che stanno alla base di tre accordi di collaborazione.

"L'impresa di quarta generazione va veloce – afferma l'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo – quindi abbiamo ritenuto che fosse già il momento di un monitoraggio dei risultati prodotti dai soggetti cofinanziati o delle best practices fin qui realizzate. Coinvolgiamo le imprese per affinare la nostra politica futura e comprendere le esigenze del sistema produttivo vocato all'innovazione. Già all'interno di Toscana Tech, a Firenze i prossimi 19 e 20 novembre, i ricercatori delle tre università saranno presenti e disponibili per somministrare i questionari alle aziende. La collaborazione con il mondo della ricerca è fondamentale e proficua e sono convinto che le sinergie in atto o attivabili potranno dare impulso alla strategia I4.0".

Il primo ambito di ricerca sarà diretto a identificare e analizzare i progetti di innovazione sviluppati da imprese toscane e cofinanziati da Regione Toscana sui temi Industria 4.0, che abbiano prodotto dei risultati di interesse per il sistema. Il secondo sarà incentrato su un'analisi del posizionamento delle imprese appartenenti alle principali filiere manifatturiere del sistema regionale, rispetto ai processi di digitalizzazione, e si svilupperà attraverso un campione di 400 imprese e l'organizzazione di focus group. La terza attività di ricerca, che vede coinvolta anche la ‘Stazione sperimentale per l'industria delle pelli e della materie concianti' (SSIP), mirerà invece ad approfondire l'impatto dell'applicazione delle tecnologie Industria 4.0 nei processi di produzione delle filiere di concia, pelle, pelletteria e calzature nel distratto industriale di Santa Croce e nell'area fiorentina.

Il percorso pluriennale di potenziamento dei processi di trasferimento tecnologico promosso dalla Regione, con particolare riferimento a Industria 4.0, prevede azioni di sostegno alle imprese nei processi di digitalizzazione connessi alle trasformazioni delle forme e delle modalità della produzione, dei servizi e dei consumi in coerenza con l'orientamento strategico adottato da Europa 2020 e con la Strategia regionale di smart specialisation.

La prima ricerca va nella direzione del Piano 2018 di Promozione Economica e turistica, finalizzato a divulgare le opportunità e i benefici tra le PMI toscane anche con forme di cooperazione tra enti diversi: l'accordo di collaborazione scientifica prevede una specifica ricerca conoscitiva su progetti e attori presenti sul territorio regionale, o in via di attivazione, che hanno sviluppato progettualità innovativa sul tema Impresa 4.0, cofinanziati dai bandi regionali, con particolare riferimento alle piccole e medie imprese. Verranno analizzate le soluzioni e le esperienze di successo maturate ed elaborati contenuti da utilizzare per la promozione delle politiche regionali future.

Il secondo e il terzo ambito di ricerca, realizzati in attuazione della sub-azione 1.1.4 b) del POR CreO FESR 2014-2020, che sostiene le attività collaborative realizzate da aggregazioni pubblico-private per lo sviluppo e la promozione di settori ad alta tecnologia per il sistema regionale, forniranno rispettivamente: un quadro sul posizionamento delle imprese appartenenti ai settori moda, meccanica, chimico-farmaceutica, nautica, sistema casa e cartario in tema Industria 4.0, rilevando e analizzando i loro elementi strutturali da un punto di vista operativo e organizzativo; ed un quadro conoscitivo specifico dei settori pelletteria e conciario finalizzato a ricostruire, mediante la somministrazione di questionari a un campione di 80 aziende del settore, gli orientamenti e i comportamenti delle imprese, le modificazioni in corso e i nuovi modelli di business rispetto alle appli cazioni delle tecnologie Industria 4.0.
"La collaborazione scientifica tra i tre Atenei toscani e la Regione Toscana (e la SSIP, nel terzo ambito di ricerca) - sottolinea il professor Lorenzo Zanni, del Dipartimento di Studi aziendali e giuridici dell'Università di Siena - ci permetterà di delineare un primo quadro generale sul livello di maturità tecnologica delle piccole-medie imprese che caratterizzano il nostro territorio. Contiamo di capire, per ciascun singolo settore, come le tecnologie Industria 4.0 stanno impattando i modelli di business, quali sono le competenze possedute (e/o richieste) dalle imprese, e come sia possibile favorire l'adozione e l'implementazione delle nuove tecnologie".

"Intendiamo dotare il nostro sistema economico e produttivo – conclude Ciuoffo – di un ecosistema efficiente per il trasferimento tecnologico, oltre che migliorare l'efficacia del sostegno alle imprese. Questi accordi con i tre atenei toscani ci forniranno dati utili a ricostruire le modalità con le quali le imprese interessate ai processi di digitalizzazione modificano ed orientano i loro modelli di business ed indicazioni sulle quali basare azioni future di intervento sempre più mirate".
13/11/2018 13.06 Regione Toscana
Questura di Firenze Il calendario Polizia di Stato 2019
Tutti i cittadini potranno acquistarlo agli URP delle Questure o anche online Quest’anno la Polizia di Stato ha scelto di raccontare la sua attività attraverso il linguaggio dell’arte grafica, con dodici inedite illustrazioni, realizzate da prestigiosi disegnatori di fumetto. Tra gli artisti figurano Bruno Brindisi, tra i più noti fumettisti della casa editrice Bonelli che, insieme a Roberto De Angelis e Luca Raimondo,firmano personaggi del tenore di Dylan Dog, Tex e Nathan Never; ma anche autori quali Raffaele della Monica, Daniele Bigliardo, Luigi Siniscalchi, Walter Venturi, Massimiliano Bertolini, Raul e Gianluca Cestaro, Stefano Casini fino al più giovane Jonathan Fara, disegnatore del made in Polizia di Stato “Commissario Mascherpa”. Il fumetto, quindi, quale mezzo di rappresentazione del presente e immaginazione del futuro.

Non solo fumetti, infatti, nel calendario Polizia di Stato 2019. Ad ogni tavola, sono associati i nuovi segni distintivi di qualifica, che consentono di cristallizzare, anche graficamente, l’identità civile della Polizia di Stato.

I nuovi segni di qualifica saranno adottati dalla Polizia di Stato nel prossimo anno e offriranno la possibilità di proiettare l’Istituzione verso il futuro, chiudendo il percorso di smilitarizzazione intrapreso con la riforma del 1981.

Anche quest’anno, parte del ricavato della vendita sarà destinato al Comitato italiano per l’Unicef Onlus per sostenere il progetto “Yemen” e altra parte al Fondo Assistenza della Polizia di Stato – Piano Marco Valerio, istituito per sostenere i figli minori dei dipendenti della Polizia di Stato affetti da gravi patologie.

Con i ricavati della vendita del Calendario 2019 sono oltre 2,5 milioni di euro i fondi raccolti e donati ai progetti UNICEF dal 2001.

L’acquisto del Calendario della Polizia di Stato, viene gestito dagli URP (uffici relazioni con il pubblico) delle Questure, previa prenotazione ed un versamento, di € 8.00 per l’edizione da parete e di € 6.00 per quella da tavolo, sul conto corrente postale nr. 745000, intestato a “Comitato italiano per l’Unicef”, avendo cura di inserire nella causale “Calendario della Polizia di Stato 2019 per il progetto Unicef “Yemen”.

Tutti i cittadini potranno acquistarlo anche online sul sito www.unicef.it nella sezione “Regali e prodotti”.
13/11/2018 17.37 Questura di Firenze
Regione Toscana Ventidue progetti per favorire l'autoimprenditorialità in Toscana
Valore complessivo di oltre 1 milione 500 mila euro. Il bando rientra nell'ambito del progetto Giovanisì promosso dalla Regione Toscana e rivolto all'automia delle giovani generazioni Sono ventidue i progetti finanziati per favorire l'autoimprenditorialità dei cittadini toscani. Il relativo bando è realizzato grazie al Fondo sociale europeo per un valore complessivo di oltre 1 milione 500 mila euro. I progetti riguardano sia persone che hanno oltre trent'anni e hanno ad esempio perso il posto di lavoro e sono alla ricerca di un'opportunità occupazionale, sia ragazze e ragazzi di età inferiore a trent'anni che desiderano crearsi una propria autonoma collocazione lavorativa. .

"Lo scopo di questo intervento è creare un'azione di sistema diretta a migliorare l'occupazione dei giovani e degli adulti inoccupati, inattivi o disoccupati, facendo acquisire loro, attraverso la partecipazione a percorsi formativi mirati e specifici, le competenze necessarie a dare avvio a un loro progetto di impresa o di lavoro autonomo", spiega l'assessore a Lavoro, formazione, istruzione della Regione, Cristina Grieco, che precisa: "Il bando riguarda tutti i territori della Toscana".

Per finanziare i ventidue progetti sono stati stanziati, complessivamente, 1.520.426 euro. I progetti sono stati elaborati sugli obiettivi relativi ai percorsi e ai servizi integrati per la creazione di impresa e lavoro autonomo per coloro che hanno più di 30 anni ed anche per i progetti di coloro che hanno meno di 30 anni. I due filoni, entrambi compresi nel bando, sono stati presentati in risposta all'avviso pubblico per il finanziamento di percorsi e servizi integrati per la creazione d'impresa e di lavoro (orientamento, formazione, consulenza) previsti dal Fondo sociale europeo.
13/11/2018 12.15 Regione Toscana
Comune di Figline e Incisa Valdarno Stop al cyberbullismo… e alle fake news: è partito H@ppynet Plus
Stamani, 13 novembre al Teatro il primo incontro del progetto di Comune e Foreda per le scuole secondarie di 1° grado E’ partita stamani, al Teatro Garibaldi, la seconda edizione di H@ppynet Plus. Si tratta del progetto contro il cyberbullismo promosso dal Comune di Figline e Incisa Valdarno grazie ad una collaborazione con l’agenzia formativa Foreda Toscana.

Il percorso è rivolto ai ragazzi e alle ragazze che frequentano le scuole secondarie di primo grado, in particolare cinque classi che, da metà novembre a marzo, saranno coinvolte in varie attività con un comune denominatore: la promozione della cultura digitale.

Stamani gli alunni di queste cinque classi hanno partecipato al primo dei sei workshop previsti: la coordinatrice del progetto, Federica Giuliani, è intervenuta con uno speech sulla Piramide del Pericolo, mentre Laura Cioni è stata protagonista di un monologo sull’elogio della vulnerabilità.

Nelle prossime settimane seguiranno altri cinque workshop per i soli studenti: That’s right consiste nell’analisi di case study, quiz a gruppi, brainstorming, reading di articoli di giornale che aiuteranno gli studenti ad approfondire la differenza tra lecito e illecito in tema di relazioni virtuali, con alcuni riferimenti alla legge sul cyberbullismo (a cura di Federica Giuliani di Foreda e dell’avvocato Laura Lorenzetti); Keep it on è invece una lezione interattiva e un laboratorio sulla “disputa felice” e sulla funzione metacognitiva del linguaggio, grazie alle quali gli studenti sperimenteranno il metodo per dialogare sul web in modo appagante (a cura di Bruno Mastroianni e Vera Gheno, autori del libro “Tienilo accesso”); Open your art è invece un gioco finalizzato alla conoscenza e alla comprensione della propria suggestionabilità e ad un suo utilizzo per scopi virtuosi; The world & I sarà invece un’esperienza di “coaching circle”, ossia una discussione a step e ad intervalli precisi in cui gli studenti rifletteranno su un problema su cui si sentono vulnerabili.

Infine un laboratorio di due ore per ciascuna classe presso gli studi televisivi di RTV38. Il Comune di Figline e Incisa Valdarno, che ormai da anni ha iniziato questo percorso per la promozione della cultura digitale, ritiene fondamentale il coinvolgimento delle istituzioni giornalistiche (l’Ordine dei giornalisti della Toscana ha dato il proprio patrocinio) e degli operatori del settore per la lotta alle fake news e per il contrasto dell’analfabetismo funzionale dovuto a continue azioni di misinformation. Grazie a questa collaborazione, gli studenti potranno ascoltare direttamente dai giornalisti di RTV38 e dell’Ordine dei giornalisti come nascono le notizie (sia quelle vere che quelle false) e come vengono diffuse attraverso i diversi canali di comunicazione. Uno degli obiettivi di H@ppynet Plus è infatti quello di fornire agli studenti strumenti adeguati per orientarsi nel mondo dell’informazione e dei social network, per trovare fonti di notizie autorevoli e quindi riconoscere notizie vere e notizie false
13/11/2018 13.33 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Comune di Firenze Airbnb e buone regole di comportamento, gli assessori Del Re e Bettini consegnano il ‘pacchetto del buon visitatore’ a 500 host fiorentini
Consegnato agli host di Airbnb le linee guida di Alia per la raccolta rifiuti e il materiale di Enjoy Respect Florence, la campagna che ha l’obiettivo di diffondere tra cittadini e turisti le buone pratiche di civile convivenza per preservare la bellezza della città Promuovere il rispetto del patrimonio culturale e della vivibilità della città offrendo agli host fiorentini tutti gli strumenti di conoscenza da condividere con gli ospiti delle loro case. È stato l’obiettivo dell’incontro a Palazzo Vecchio tra l’assessore al Turismo Cecilia Del Re, l’assessore all’Ambiente Alessia Bettini, i referenti di Alia e i rappresentanti dell’associazione My Guest Friend che raccoglie circa 500 proprietari di immobili affittati a Firenze a fini turistici attraverso il portale Airbnb.

“Abbiamo incontrato l’associazione My Guest Friend – ha detto l’assessore l’assessore Del Re – che raccoglie circa 500 proprietari di immobili che condividono la loro casa con visitatori che provenienti un po’ da tutto il mondo. Siamo impegnati per arrivare a una regolamentazione di questo settore a livello nazionale ed europeo, ma nel frattempo – ha spiegato l’assessore - il fenomeno delle locazioni turistiche esiste e come Amministrazione comunale abbiamo il dovere di cercare di governarlo al meglio. Per questo, è importante avvalersi anche della collaborazione degli host per arrivare a mettere in pratica le politiche che il Comune sta promuovendo a tutela della nostra città sotto vari punti di vista: dal patrimonio culturale, con la campagna EnjoyRespect, alla vivibilità soprattutto del centro storico e quindi alla raccolta rifiuti”.

“E’ importante coinvolgere la rete degli Airbnb – ha detto l’assessore Bettini – per intercettare tanti turisti che arrivano a Firenze e non sanno dove gettare i rifiuti. Mettere a loro disposizione uno strumento come quello realizzato da Alia è un modo per salvaguardare meglio il decoro della nostra città. Uno strumento importante e ben fatto che permette di conoscere la mappa delle isole ecologiche in città, gli orari di conferimento per carta e cartone, con tante informazioni utili da diffondere sempre più tra turisti e cittadini”.

Durante l'incontro di oggi è stato consegnato agli host di Airbnb le linee guida di Alia per la raccolta rifiuti e il materiale di Enjoy Respect Florence, la campagna che ha l’obiettivo di diffondere tra cittadini e turisti le buone pratiche di civile convivenza per preservare la bellezza della città. Inoltre, è stato fornito in formato digitale il materiale promozionale di Experience Florence con video tematici per promuovere un’offerta turistica più insolita e nascosta della città e le app del Comune di Firenze in tema di turismo e mobilità. (sc)

13/11/2018 10.53 Comune di Firenze
Teatro del Maggio Musicale Fiorentino Il Teatro del Maggio celebra la memoria di Rossini con un concerto nella Basilica Santa Croce
Il 13 novembre, giorno in cui ricorrono i 150 anni dalla scomparsa del compositore, il Teatro del Maggio porta la musica di Rossini davanti alla sua tomba per un concerto commemorativo con il Coro femminile e il Coro delle voci bianche Il 13 novembre 1868 Gioachino Rossini si spegneva nella sua villa di Passy e le sue spoglie venivano tumulate nel cimitero parigino di Père-Lachaise. Venti anni dopo, nel 1887, la salma veniva traslata a Firenze, nella Basilica di Santa Croce, dove il compositore riposa oggi. Il 13 novembre 2018 - a 150 anni dalla scomparsa e nel corso di un mese che vede il Maggio Fiorentino ricordare Rossini con oltre quaranta eventi in calendario – il Maggio dà appuntamento al pubblico (ingresso libero, posti limitati) alle ore 16 davanti al monumento funebre del compositore realizzato da Giuseppe Cassioli nel 1900 per un concerto introdotto da una cerimonia commemorativa che vedrà la vicesindaca del Comune di Firenze Cristina Giachi, il sovrintendente del Maggio Cristiano Chiarot e il segretario generale dell’Opera di Santa Croce Giuseppe de Micheli ricordare il Pesarese.

A seguire, il Coro femminile il Coro delle voci bianche del Maggio Musicale Fiorentino diretti dal maestro Lorenzo Fratini si esibiranno in alcune delle pagine meno conosciute del repertorio rossiniano, accompagnati al pianoforte da Leonardo Andreotti.
Il programma prevede il Coro di Ninfe per coro di voci bianche e pianoforte, La Fede per coro femminile e pianoforte, La Speranza per coro femminile e pianoforte, La Carità per soprano solo, coro femminile e pianoforte. Il soprano è Elena Bazzo.

“Nell’anno in cui si celebrano i 150 anni della morte di Rossini il Maggio non poteva esimersi dal porgergli un omaggio nel luogo in cui riposa – ha detto il sovrintendente Chiarot -. Un concerto gentile e sobrio per ricordare una colonna portante della musica come Gioachino Rossini rispettando il luogo che lo ospita, la monumentale Basilica di Santa Croce. Abbiamo scelto una selezione di brani poco noti, ma non per questo meno densi di suggestioni, per quello che è un gesto piccolo ma mirato a manifestare l’immensa riconoscenza e ammirazione - da parte non solo del nostro teatro - nei confronti di uno dei compositori più grandi della storia, autore di pagine immortali. Per questa ragione ci è parso doveroso dedicare non un solo momento commemorativo, ma un mese intero di programmazione a Rossini, con oltre 40 appuntamenti in calendario”.

Fuori programma eccezionale che vedrà protagonista Teresa Iervolino, una delle voci più acclamate e apprezzate del repertorio belcantista italiano, fresca di debutto al Maggio Fiorentino ne La Cenerentola. Durante le celebrazioni in Santa Croce, Iervolino si esibirà nella cantata a voce sola per pianoforte tratta da “Giovanna d’Arco”.

(durante l’Omaggio, la Basilica resterà aperta alle visite)
13/11/2018 12.28 Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
Città Metropolitana di Firenze **Ag. Dire**Caso Ciatti. Nardella: processo a inizio 2019
Il Sindaco della Città Metropolitana di Firenze in missione in Spagna. Ricordato anche l'incidente avvenuto nel 2016 a Freginals, dove persero la vita Valentina Gallo di Firenze, Lucrezia Borghi di Greve ed Elena Maestrini di Grosseto (DIRE) Firenze, 13 nov. - "Ho incontrato i vertici della magistratura inquirente spagnola, dai quali ho avuto rassicurazioni sull`attenzione riservata alle indagini. Ci è stato comunicato che l'istruttoria è nella fase conclusiva e che all'inizio dell'anno prossimo comincerà il processo".
Il sindaco di Firenze Dario Nardella, in missione a Barcellona e a Madrid, nel suo ruolo di primo cittadino anche della Città metropolitana ha in programma un serie di incontri con le autorità politiche e giudiziarie spagnole per richiamare l`attenzione sulle vicende giudiziarie legate al caso di Niccolò Ciatti, il 22enne di Scandicci, pestato a morte il 12 agosto 2017 fuori da una discoteca di Lloret de Mar. A Madrid, infatti, il Sindaco accompagnato dall`ambasciatore italiano, Stefano Sannino, ha fatto visita alla procura generale iberica per un aggiornamento sull'istruttoria in corso del caso Ciatti.
Nell'occasione Nardella ha ricordato anche il caso dell'incidente avvenuto nel 2016 a Freginals, dove persero la vita 14 studentesse, sette delle quali italiane e tre toscane: Valentina Gallo di Firenze, Lucrezia Borghi di Greve ed Elena Maestrini di Grosseto.
Domani, poi, Nardella e il sindaco di Scandicci Sandro Fallani raggiungeranno Lloret de Mar e si vedranno con il sindaco Jaume Dulsat i Rodriguez. "Sono qui- spiega - per portare la voce di Firenze sulla domanda di giustizia per Niccolò, vittima di un atto di inaudita e gratuita violenza. Come Sindaco metropolitano seguirò con tutta l'attenzione possibile ogni fase del processo per far sentire la vicinanza delle nostre comunità e per avere giustizia". (Dig/ Dire16:57 13-11-18 .NNNN)
13/11/2018 19.20 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Scandicci Caso Niccolò Ciatti, il Sindaco Fallani con Nardella a Lloret de Mar per incontrare il primo cittadino
"La città intera è al fianco della famiglia di Niccolò e di tutti i suoi cari”, ha detto il Sindaco Fallani Il Sindaco di Scandicci Sandro Fallani e il Sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella mercoledì 14 novembre 2018 saranno a Lloret de Mar in Spagna – dove il 12 agosto 2017 fu ucciso il giovane scandiccese Niccolò Ciatti - per incontrare il primo cittadino Jaume Dulsat i Rodriguez, e richiamare l'attenzione sulle vicende giudiziarie legate al caso. Nella mattina di martedì 13 novembre, intanto, Dario Nardella nel suo ruolo di Sindaco Metropolitano si è recato a Madrid alla Fiscalia General del Estado - la pubblica accusa spagnola a livello centrale - per un aggiornamento sull’istruttoria in corso per il caso Ciatti, accompagnato dall'Ambasciatore d'Italia in Spagna Stefano Sannino; in questa occasione i vertici della magistratura inquirente spagnola hanno comunicato che l'istruttoria è nella fase conclusiva e che all’inizio dell’anno prossimo comincerà il processo. “Il Comune di Scandicci, assieme alla Città Metropolitana di Firenze, seguirà con la massima vicinanza il processo, e farà tutto ciò che è possibile per tenere alta l'attenzione su questo caso giudiziario; la città intera è al fianco della famiglia di Niccolò e di tutti i suoi cari”, ha detto il Sindaco Fallani.
13/11/2018 16.45 Comune di Scandicci
Museo dell’Opera del Duomo Christophe Coin e il violoncello dal Seicento ad oggi
Secondo concerto della rassegna concertistica “Note al Museo” promossa dall’Opera di Santa Maria del Fiore. Giovedì 22 novembre 2018,ore 21 - Museo dell’Opera del Duomo, Sala del Paradiso, Firenze Secondo appuntamento dell’edizione 2018/2019 di Note al Museo, la rassegna concertistica promossa dall’Opera di Santa Maria del Fiore e diretta da Francesco Ermini Polacci, con Christophe Coin e il violoncello dal Seicento ad oggi. Domenico Gabrielli e i suoi Ricercari, Bach e le sue Suites pietre miliari, Alfredo Piatti, il “Paganini del violoncello”, che in pieno Ottocento rivisita col suo strumento brani operistici, Sofia Gubaidulina e gli sperimentalismi dei suoi Préludes del 1974. È questo il percorso del nuovo appuntamento di Note al Museo, un’eloquente panoramica sulla letteratura per violoncello, attraverso i secoli e i luoghi geografici più diversi, per far conoscere e ammirare le molteplici possibilità espressive dello strumento. A far da guida d’eccezione sarà Christophe Coin, musicista francese che vanta una prestigiosa attività concertistica in tutto il mondo, guidata da un’insaziabile curiosità all’inizio alimentata dagli incontri decisivi con due figure fondamentali come Nikolaus Harnoncourt e Jordi Savall. Coin è inoltre fondatore del Quatuor Mosaïques, direttore dell’Emsemble Baroques di Limoges, insegnante alla Schola Cantorum e al Conservatorio di Parigi, dove nel 1984 è stata creata appositamente per lui una cattedra di violoncello barocco e viola da gamba.

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria giovedì 15 novembre dalle ore 9.00
- prenotazione presso il Centro Arte e Cultura dell’Opera di Santa Maria del Fiore (piazza S. Giovanni 7)
- prenotazione online sul sito https://operaduomo.firenze.it/eventi

Informazioni: Opera di Santa Maria del Fiore Tel. 055 2302885
eventi@operaduomo.firenze.it – www.operaduomo.firenze.it

13/11/2018 17.28 Museo dell’Opera del Duomo
Città Metropolitana di Firenze Maltempo, Prociv Firenze a Santo Stefano di Cadore/Photogallery
Sempre al lavoro in provincia di Belluno le squadre della protezione civile del Comune e della Città metropolitana Sono sempre al lavoro in provincia di Belluno le squadre della protezione civile del Comune e della Città metropolitana di Firenze.
A Santo Stefano di Cadore, e negli altri comuni dell'Unione montana, i tecnici sono impegnati nel censimento e nella valutazione dei danni, prevalentemente frane, causati dall'ondata di maltempo delle scorse settimane.
"Il lavoro congiunto delle squadre - dichiara Angelo Bassi, consigliere della Metrocittà delegato alla Protezione civile - è di grande impegno e sollievo per le popolazioni colpite da giornate di maltempo devastante. Ringrazio i nostri operatori per quanto stanno facendo con tenacia e professionalità".
"Siamo vicini alle popolazioni - sottolinea l'assessore all'ambiente del Comune Alessia Bettini – duramente colpite da un disastro causato dai cambiamenti climatici. I nostri tecnici, che ringrazio, sono specializzati in attività strategiche per questa fase dell’emergenza. La nostra speranza è che si possa presto tornare ad una situazione di normalità e, contati i danni, si ricominci a costruire". (mb, fn)
13/11/2018 18.30 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Fucecchio Fucecchio. Torna Scrittori nel Parco (a KM ZERO)
Incontri con gli autori a Parco Corsini Dopo l'edizione dello scorso anno che portò a Fucecchio autori noti al grande pubblico, come Marco Vichi o come il fiorentino Emiliano Gucci, o scrittori da scoprire come Francesco Ciaponi, quest'anno la rassegna Scrittori nel Parco (a KM ZERO). Incontri con gli autori a Parco Corsini sarà di stampo prettamente locale.

L'iniziativa si propone come nuova vetrina per gli scrittori locali: per presentare le opere, parlare dei loro lavori e dei motivi che li spingono a scrivere.

Promossa dagli assessorati alla cultura e alle politiche giovanili del Comune di Fucecchio, la rassegna è organizzata dalla biblioteca comunale "Indro Montanelli", dall'Informagiovani e dal Centro Giovani "Sottosopra", in collaborazione con le cooperative PromoCultura, Sintesi e La Giostra.

Questa serie di incontri va ad aggiungersi alle tante iniziative di promozione della lettura e della letteratura che l'assessorato alla cultura e la biblioteca comunale hanno messo in cantiere negli ultimi anni.

Così avviene anche per il festival Affabula, promosso dall'assessorato alla cultura, anche questa rassegna rappresenta uno strumento per scoprire e promuovere giovani talenti: il primo appuntamento sarà venerdì 16 novembre con Alessia Ganci che alle 17.30 presso il centro giovani Sottosopra (Auditorium La Tinaia) presenterà Le Anime Oscure, una storia piena di mistero e di situazioni al limite, scritta tutta d'un fiato dall'autrice.

Questo nuova appendice di Scrittori nel Parco nasce anche dall'idea di voler offrire una vetrina per presentare giovani autori ancora sconosciuti o fresche esperienze di scrittura che possono offrire comunque spunti al pubblico: una occasione di incontro per scrittori disponibili a mettersi in dialogo e a confrontarsi con i lettori.

L'incontro sarà ad ingresso gratuito.

Il prossimo incontro sarà il 18 gennaio con Alice Pistolesi e l' "Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo".

Per informazioni contattare la biblioteca Comunale Montanelli allo 0571268229 o a biblioteca@comune.fucecchio.fi.it
13/11/2018 13.57 Comune di Fucecchio
Comune di Empoli Sulle note di Piovani, Morricone e Rota. A dicembre una data ad Avane
‘Musica Maestro!’, secondo concerto: Orchestra da Camera Fiorentina e Corale Santa Cecilia. Mercoledì 14 novembre, alle 21.15, Circolo Arci Ponte a Elsa Quando alla base c’è un sentimento, accompagnato da un buon e lungimirante pensiero, che viene da lontano, nascono ‘progetti’ come la prima rassegna musicale ‘itinerante’ nelle frazioni della città di Empoli, intitolata “Musica Maestro!”, organizzata dal centro Studi Musicali Ferruccio Busoni e ad ingresso gratuito.

Tre tappe, tre concerti di bella musica partendo da Pozzale, per arrivare a Ponte a Elsa e chiudere ad Avane.

MA CHE COSA È “MUSICA MAESTRO!” – Ha l’obiettivo di non considerare la città come un luogo dove ci sia un centro – privilegiato perché facilmente accessibile, dove ferve la vita, compresa la vita culturale – e delle periferie, lontane, difficilmente accessibili e a forte rischio di essere dimenticate. Così, con la piena collaborazione tra Comune di Empoli e Centro Busoni, i Circoli Arci di Pozzale (26 ottobre), Ponte a Elsa (14 novembre) e Avane (2 dicembre) ospiteranno tre orchestre, diventando sale da concerto per una sera, ma fungendo da “volano” perché i cittadini di queste frazioni recuperino il desiderio di partecipare anche ad altri eventi musicali, partendo da quelli che vengono portati vicino a dove abitano.

PROGRAMMA - Secondo concerto, mercoledì 14 novembre 2018, alle 21.15, Circolo Arci di Ponte a Elsa con Musica dal Grande Schermo.

Gli interpreti:

Orchestra da Camera Fiorentina

Pia Società Corale Santa Cecilia

Mattia Braghero, voce solista
Raffaele Chieli, tromba solista
Davide Guerrieri, oboe solista
Eugenio Milazzo, pianoforte


Giuseppe Lanzetta, direttore
Simone Faraoni, maestro del coro


PROGRAMMA

1. N. Piovani: Suite da “La vita è bella”

2. E. Morricone: “C’era una volta in America”

3. N. Rota: Ballabili da “Il Gattopardo”

4. E. Morricone: “Nuovo cinema paradiso”

5. N. Rota: “Il Padrino”

6. E. Morricone: “La leggenda del Pianista sull’oceano”

7. E. Morricone: “Mission” (Gabriel’s Oboe)

8. N. Rota: Omaggio a Federico Fellini (La Strada, Amarcord, 8 e mezzo)

9. E.Morricone I Promessi Sposi per coro viola solista e Orchestra

10. Viola Solista Leonardo Bartali

11. E. Morricone: Spaghetti Western SUITE per coro misto e orchestra

“Musica Maestro!” proseguirà, poi, con il terzo ed ultimo concerto della rassegna, domenica 2 dicembre 2018, alle 21.15 al Circolo Arci di Avane, in collaborazione con Strings City. Strings City riunisce in un progetto comune alcune tra le più importanti istituzioni culturali fiorentine, coinvolgendo oltre 50 luoghi di Firenze e della Città Metropolitana (tra cui anche Empoli) con circa 80 momenti musicali, realizzati con strumenti a corda, dalla voce al violino.

Strings City è una festa della musica, dell’arte e della bellezza: un’esperienza di grandi emozioni.

PROGRAMMA
Domenica 2/12/18 ore 21.15 Musica Maestro!
GLI ARCHI DELLA SCUOLA DI MUSICA DI FIESOLE
Musiche di Mozart e Bach

INFORMAZIONI - Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni, 0571 711122 - 373/7899915.
www.centrobusoni.org - csmfb@centrobusoni.org
13/11/2018 11.33 Comune di Empoli
Regione Toscana Rossi scriverà a Di Maio: tenere Inso e Sof fuori dalla crisi di Condotte
I vertici delle due aziende hanno confermato al tavolo di oggi le buone performance Inso e Sof sono due eccellenze, aziende sane e con prospettive di crescita ulteriore, le vicende della controllante Condotte Spa, sottoposta ad amministrazione straordinaria, non devono condizionarne il futuro. E' questo che il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, scriverà al ministro dello sviluppo economico, Luigi Di Maio, chiedendo al governo un'attenzione particolare per le due società toscane. Lo ha annunciato il consigliere del presidente Rossi per il lavoro, Gianfranco Simoncini, al termine dell'incontro che si è svolto oggi a Palazzo Strozzi Sacrati, presenti l'assessore allo sviluppo economico del Comune di Firenze, Federico Gianassi, l'amministratore unico di Inso, Gianluca Lucisano, e presidente e amministratore delegato di Sof, Carlo Viegi e Luca Giancaterino.

L'incontro fa seguito a quello del 15 ottobre scorso con i sindacati, preoccupati per gli effetti che la crisi di Condotte potrebbe avere sulle due aziende, specializzate nella progettazione (Inso) e manutenzione (Sof) di ospedali e in altre opere di ingegneria civile.

I vertici delle due aziende hanno confermato al tavolo di oggi le buone performance, in particolare di Sof - controllata al 100 per cento da Inso - che si appresta a confermare nel 2018 i bilanci positivi e in crescita del 2017. Inso, hanno informato i dirigenti, ha registrato, proprio in quanto controllata da Condotte, gli effetti di alcune restrizioni di accesso al credito per commesse del mercato interno, mentre nessun effetto si è avuto per i cantieri aperti all'estero.

Proprio per questi motivi, ha sottolineato Simoncini, è assolutamente necessario che l'amministrazione straordinaria di Condotte non rappresenti un vincolo alle prospettive di sviluppo di Inso e Sof o alla possibilità di essere oggetto di proposte di acquisto. La lettera del presidente Rossi, ha detto Simoncini, conterrà quindi anche la richiesta che i commissari dell'amministrazione straordinaria garantiscano il massimo di funzionalità e di operatività di Inso e Sof.

Entro i primi giorni di dicembre, ha informato Simoncini, verrà convocata una nuova riunione del tavolo regionale, con aziende e sindacati, mentre i sindacati stessi hanno chiesto al Ministero anche l'apertura di un tavolo nazionale, richiesta che la Regione sosterrà.
13/11/2018 16.57 Regione Toscana
Comune di Certaldo Nuovo Centro I Macelli di Certaldo: progetto approvato, presto i lavori
Investimento totale di 200.000 euro per uno spazio polivalente per incontri, laboratori, coworking ed una sala registrazione attrezzata Il Centro I Macelli ad un passo dal rifacimento e dal ripartire con le attività. Il Comune di Certaldo ha infatti approvato con delibera di giunta del 9 novembre 2018 il progetto di ristrutturazione e riqualificazione del centro “Macelli” in Piazza Macelli. Un intervento di circa 200.000 euro tra interventi strutturali (120.000 euro), acquisto di arredi ed attrezzature, gestione degli spazi. Un intervento possibile grazie al fondamentale contributo di 100.000 venuto dalla vittoria di un bando della Fondazione CR Firenze. Un progetto realizzato in collaborazione con Associazione Narrazioni Urbane e Associazione Polis, per la riqualificazione strutturale e funzionale dello spazio che diventerà una sorta di Urban Center.

Il Centro Macelli è un immobile di proprietà del Comune utilizzato fino al 2016 per eventi e residenze teatrali, concerti, attività di aggregazione giovanile. Attività che in gran parte furono sospese a causa del cambiamento della normativa sulla sicurezza di questi luoghi e della necessità di lavori di adeguamento strutturale.

“L’amministrazione comunale ha colto l’occasione per ripensare lo spazio nell'ottica di potenziarlo e renderlo più rispondente alle nuove esigenze della collettività – spiega l’assessore alle politiche giovanili, Jacopo Arrigoni – uno spazio che sia aperto e funzionale anche per la formazione, la partecipazione, come fucina di idee e creatività, sulla base di metodologie e processi innovativi. Uno spazio nel quale i giovani tornino ad essere i protagonisti“.

Spazio da aprire anche alla richiesta del Consiglio dei Giovani di uno spazio adibito a incontri-studio oltre ad uno spazio orientato a leggere i cambiamenti socio-territoriali in corso a Certaldo e nell’Empolese Valdelsa in cui sperimentare forme di democrazia partecipata e collaborativa per la co-progettazione di politiche locali.

Il progetto approvato prevede la suddivisione degli spazi interni dell’immobile in quattro aree laboratoriali principali comunicanti fra loro ed all’occorrenza isolabili: un grande spazio centrale, un’area smart, un’area dedicata alla registrazione audio/video tramite attrezzature professionali, ed una sala attrezzata con postazioni ed elementi multimediali per laboratori e co-working. Il progetto prevede la demolizione dell’attuale stanza riservata alle attività musicali per la creazione di un più ampio ingresso dedicato alle attività di accoglienza ed aggregazione, l’installazione di nuovi infissi ad ognuno degli archi presenti nel locale centrale per poter isolare gli spazi in caso di più attività contemporanee, l'installazione di box insonorizzati, previa demolizione degli attuali locali sul retro dell’edificio, per la creazione di un locale laboratorio per la registrazione ed editing multimediale, oltre alla tinteggiatura di tutti i locali e la ripavimentazione dell'ingresso.

“Il progetto del nuovo centro I Macelli fa tesoro dell'esperienza acquisita in questi anni in quello spazio - dice il sindaco, Giacomo Cucini - ma lo apre anche alle nuove esigenze e ai fermenti della partecipazione e della vivacità dell'associazionismo locale, che è molto cresciuto in questi anni. Il progetto è importante e, grazie al contributo della Fondazione CR Firenze, partiremo quanto prima con i lavori per restituire questo spazio all’attività culturale, creativa e partecipativa del territorio”.
13/11/2018 11.10 Comune di Certaldo
Comune di Montespertoli Montespertoli. Le “Belle letture”, la rassegna che si esprime ad alta voce
Cinque incontri fino al 22 dicembre. Tra gli ospiti Sergio Staino e Antonio Rezza Promuovere la lettura in varie forme e in vari luoghi. È questo l'obiettivo della rassegna letteraria “Le Belle Letture”, elaborata da Francesco Giorgi e Gianfranco Pedullà in collaborazione con l'Associazione Mascarà/Teatro popolare d'arte, che si terrà a Montespertoli tra il 17 novembre e il 22 dicembre.

Saranno 5 incontri con letterati, attori, musicisti e artisti. Tra questi l'attore e regista Antonio Rezza e lo storico vignettista Sergio Staino. Si tratta di un progetto che si svolgerà in diverse location di Montespertoli, dentro e fuori la biblioteca, per portare i libri e la cultura anche fuori dai classici contesti dedicati.

L’inizio è fissato per sabato 17 novembre alle ore 17 presso il Museo Amedeo Bassi, con Freddy Colt che presenterà il suo libro “Facezie retrò. Archeologia della canzone umoristica italiana”. Si tratta di un filone di canzoni, nato all’indomani del termine del Primo conflitto mondiale, che sbeffeggiavano la retorica della guerra ed esorcizzavano quella che era stata la più grande strage della storia dell'umanità. È in quel periodo, gli anni 20, che nascono figure come la sciantosa e il macchiettista. Un genere presente in tutta Europa che in Italia assunse il nome di “Caffè-concerto”: è da lì che nasce il teatro popolare ed è lì che si è formato il grande Totò.

“Vogliamo raggiungere e coinvolgere chi non legge e non conosce il mondo dei libri. Perché la lettura per chi la pratica è un piacere e questo piacere noi lo vogliamo trasmettere agli altri - ha spiegato Elena Ammirabile, assessore alla Cultura del Comune di Montespertoli - Tutto questo, attraverso storie sui libri declinate e intrecciate con le altre arti, così da rendere ogni singolo evento più appetibile. L'obiettivo è, appunto, promuovere la lettura, perché come diceva don Milani se non leggiamo non saremo mai cittadini sovrani di noi stessi, quindi mai consapevoli di ciò che ci circonda”.

“Le proposte sono legate fra loro da alcune caratteristiche specifiche - spiega Francesco Giorgi, curatore della rassegna insieme a Gianfranco Pedullà - Sono tutte proposte che, anche per la biografia degli artisti invitati, spaziano fra letteratura, teatro, musica, satira, performance. La lettura è un gesto privato, spesso solitario. In questo progetto, 'la bella lettura' è un gesto pubblico, aperto a ogni tipo di pubblico, rivolto a generazioni e culture diverse. Per questo motivo le proposte variano sui differenti linguaggi della comunicazione sociale, dal fumetto alla canzone popolare, dalla fiaba alla letteratura contemporanea”.

Tutte le proposte sono accompagnate da brani letti dagli autori stessi o da attori o da proiezioni video attinenti ai libri di cui si parla. L'ingresso alle varie iniziative è totalmente gratuito.

"A noi piace piegare il teatro alla collaborazione con altri generi, attraverso progetti nuovi, anomali, eccentrici e tangenziali - ha aggiunto Pedullà - Perché oggi i generi sono in continuo movimento. Con questa manifestazione giochiamo tra lettura pubblica e privata. Contro l’isolamento e a favore della partecipazione, che rappresenta ancora, non solo un fatto democratico ma anche bello, intenso e vitale. Il risultato è un cartellone con molta vitalità, di cui c'è molto bisogno”.

Il progetto è nato in collaborazione con la rete delle biblioteche ReaNet, che porta avanti una serie di progetti e strumenti innovativi per avvicinare le persone alle biblioteche. “Fare rete e fare sistema tra le biblioteche è necessario, oltre che arricchente per tutti - ha evidenziato Ammirabile - La biblioteca pubblica rimane l'unico spazio di cultura democratica che abbiamo e dobbiamo fare in modo che non venga abbandonata. Soprattutto in una fase di impoverimento culturale come quella di oggi è importante che i cittadini sappiano che c'è un luogo in cui possono avere accesso alla cultura e ai libri. Fondamentale quindi promuovere questi spazi e renderli sempre più interattivi e appetibili”.

PROGRAMMA:

sabato 17 novembre - ore 17

Museo Amedeo Bassi

Freddy Colt “Sultano dello swing”

“Facezie retrò” - Archeologia della canzone umoristica italiana

Modera Alessandro Rigacci

mercoledì 21 novembre - ore 21

Sala del Consiglio, Palazzo Comunale

Sergio Staino

“I libri della mia vita”

domenica 2 dicembre - ore 17

Auditorium del centro culturale “I Lecci”

Antonio Rezza e Flavia Mastrella

“Clamori al vento” - L'arte, la vita, i miracoli

a seguire concerto del MoMu

Renzo Luise & Gipsy Troika

giovedì 20 dicembre - ore 21

Biblioteca comunale

Elena Stancanelli

Letture di Rosanna Gentili

sabato 22 dicembre - ore 11

Biblioteca comunale “E. Balducci”, via Sonnino 1

“Gianni Rodari per tutti!”

Evento speciale con Marco Natalucci, Roberto Caccavo, Gaia Nanni, Francesco Giorgi
13/11/2018 13.41 Comune di Montespertoli
Comune di Capraia e Limite Capraia e Limite. "Ritratti Jazz- la fotografia e il jazz"
Mercoledì 14 alle 21 nei locali del Gruppo Fotografico Mercoledì 14 novembre 2018, alle 21,00, il Gruppo Fotografico Limite (via Picchiotti 5c, Capraia e Limite) ospita con ingresso gratuito l’appuntamento “RITRATTI JAZZ” di Pino Ninfa. Nell’occasione, sarà presentato l’ultimo lavoro di Pino Ninfa “Racconti Jazz” - incontri fotografici in 7/8.

Si tratta del sesto appuntamento della rassegna “Parole e musica”, tra letteratura e jazz, ideata dall’Associazione Music Pool con il sostegno della Città Metropolitana di Firenze.

Pino Ninfa è uno dei fotografi di jazz più noti in Italia per tratto, luce e quella sensibilità speciale che rende i suoi soggetti unici e indimenticabili. L’interesse per la musica e per il sociale, tratti distintivi del suo stile fin dall'inizio della sua attività, si fondono perfettamente nel suo ultimo lavoro, "Racconti Jazz".

In questa sorta di diario personale di Pino Ninfa, rivive – con fotografie e anche con aneddoti e ricordi- la leggenda del Jazz che da sempre seduce scrittori e fotografi desiderosi di ricreare, ognuno con i propri mezzi, l’incanto e la magia della musica e dei volti indimenticabili che la suonano. Da Sonny Rollins a Michel Petrucciani, da Caetano Veloso a Giorgio Gaslini, da Enrico Pieranunzi a Paolo Fresu, i racconti intimi e appassionati del fotografo aiutano a comprendere l’energia dell’incontro tra musica Jazz e fotografia.

"Siamo contenti di ospitare a Capraia e Limite una serata dedicata alla musica jazz e al rapporto con l'immagine attraverso la fotografia. Quando ci è stato proposta, abbiamo accettato subito e ringrazio l'associazione Music Pool e la Città Metropolitana per il sostegno al progetto. Dopo il Festival delle Narrazioni, la nostra comunità ha la possibilità di vivere nuove emozioni attraverso la sensibilità artistica declinata in varie forme", commenta l'assessora alla Cultura Rosanna Gallerini.
13/11/2018 13.45 Comune di Capraia e Limite
Autostrade per l'Italia A1 Milano-Napoli: aggiornamenti sulla chiusura dell'entrata della stazione di Firenze Nord. Chiusa l'area di servizio Bisenzio Ovest
Per lavori di pavimentazione nelle due notti consecutive a partire dalla sera del 13 novembre. Chiusa anche l'area di servizio Bisenzio Ovest per due notti dalle ore 21 di martedì 13 alle 6 di giovedì 15 novembre Autostrade per l'Italia comunica che, sulla A1 Milano-Napoli, per consentire lavori di pavimentazione programmati in orario notturno, per due notti consecutive con orario 22:00-06:00, dalle ore 22:00 di martedì 13 alle ore 06:00 di giovedì 15 novembre, a ridotto flusso di veicoli, sarà chiusa l'entrata della stazione di Firenze nord, verso Roma.

In alternativa, si consiglia di entrare alla stazione autostradale di Firenze Scandicci.
Inoltre sarà, chiusa l'area di Servizio 'Bisenzio ovest', per due notti consecutive con orario 21:00-06:00, dalle ore 21:00 di martedì 13 alle ore 06:00 di giovedì 15 novembre.

Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i collegamenti "My Way" in onda sul canale 501 Sky Meteo24; sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky), su Sky TG24, disponibile al canale 50 del digitale terrestre e su La7 e La7d. Sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in area di servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21, attivo 24 ore su 24
13/11/2018 13.38 Autostrade per l'Italia
Comune di Firenze Il reimpianto di alberature in via Lami, viale dei Cadorna e viale Lavagnini, interventi di messa in sicurezza in viale Lavagnini e viale Matteotti
Ulteriori provvedimenti di circolazione in programma da martedì a Firenze Il reimpianto di alberature in via Lami, viale dei Cadorna e viale Lavagnini, ma anche interventi di messa in sicurezza in viale Lavagnini e viale Matteotti. E ancora l’asfaltatura in viale Europa e il completamento dell’installazione di una porta telematica in via Senese. Sono alcuni degli ulteriori interventi che prenderanno il via da domani sulle strade cittadine.

Ecco l’elenco.

Via Bardelli-via Lami-largo Cantù-viale dei Cadorna-viale Lavagnini: da domani sono in programma i lavori di reimpianto delle alberature. Si inizia in via Bardelli con restringimenti di carreggiata e divieti di sosta a tratti fino al 17 novembre (orario 9-16.30); dal 15 al 19 novembre si aggiungeranno le operazioni in via Lami e largo Cantù con stessi provvedimenti sempre a tratti (in orario 15-18.30); dal 19 al 21 novembre sarà la volta di viale Dei Cadorna (stessi provvedimenti in orario 9-16.30) per concludersi in viale Lavagnini dal 21 al 24 novembre con restringimenti di carreggiata e divieti di sosta nel controviale lato numeri civici pari a tratti (sempre dalle 9 alle 16.30).

Piazza Santa Maria Soprarno: domani 14 novembre da mezzogiorno per lavori di sollevamento materiale con cestello e furgone sarà chiuso il tratto Costa dei Magnoli a vicolo del Canneto. Previsto anche un senso unico in Costa del Pozzo da vicolo del Canneto a via dei Berdi verso quest’ultima. Il provvedimento sarà in vigore fino alle 24.

Via Senese: per il completamento di lavori di installazione di una porta telematica a protezione della corsia preferenziale da domani 14 novembre scatteranno un restringimento di carreggiata, un divieto di sosta e il disassamento della corsia a cavallo del numero civico 98. Termine previsto 17 novembre.

Viale Lavagnini: per interventi di messa in sicurezza stradale all’altezza di via delle Mantellate dal 15 novembre sono previsti in direzione di piazza della Libertà un restringimento di carreggiata (in orario 10-14) e un divieto di sosta sull’area di cantiere. Termine previsto 14 dicembre.

Viale Matteotti: anche in questo caso si tratta di un intervento di messa in sicurezza dell’incrocio con via Cherubini. Dal 15 novembre dalle 9 alle 24 previsti divieti di sosta all’incrocio del viale con via Cherubini e restringimenti di carreggiata in quest’ultima strada; in orario 10-14 si aggiungerà anche il restringimento di carreggiata su viale Matteotti all’altezza di via Cherubini in direzione di piazzale Donatello. I lavori si concluderanno il 6 dicembre.

Viale Europa-via Romania: per asfaltatura a seguito di altri lavori dalle 9 di giovedì 15 alle 18 di sabato 17 novembre in viale Europa nella corsia di scorrimento in ingresso città lato numeri civici dispari saranno in vigore divieti di sosta e un divieto di transito in corrispondenza dell’incrocio con via Romania. I veicoli saranno deviati sulla corsia preferenziale che quindi sarà revocata. Divieti di sosta anche in via Romania con inversione del senso di marcia.

Via Palazzuolo-via Il Prato: per lavori con piattaforma aerea giovedì 15 novembre, dalle 9 alle 18, in via Palazzuolo nel tratto via Santa Lucia-via Il Prato scatteranno divieti di sosta e di transito (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili). Inoltre in via Santa Lucia previsti divieti di sosta e un restringimento di carreggiata mentre in via Il Prato (da via Rucellai al numero civico 36r) oltre al divieto di sosta scatterà un senso unico proveniente da via Rucellai verso il numero civico 36r.

Via dell’Olmo-via Giardino Serristori: per la posa di una condotta legata alla rete di illuminazione pubblica venerdì 16 e sabato 18 novembre le due strade saranno chiuse (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili). Previsti inoltre un divieto di transito anche in via dei Renai da piazza Demidoff a via Serristori (stesse deroghe); in via San Niccolò nel tratto piazza dei Mozzi-via dell’Olmo scatterà un senso unico verso via San Minato mentre nel tratto via dell’Olmo-via San Miniato sarà revocata l’area pedonale. Da domenica 18 sarà istituito un restringimento di carreggiata in corrispondenza con via Giardino Serristori che rimarrà in vigore fino al 21 novembre. (mf)
13/11/2018 20.28 Comune di Firenze
Comune di Firenze Firenze. “Non esistono più le mezze stagioni” spettacolo di danza dedicato alla violenza contro le donne al Q3
Al Teatro Affratellamento domenica 18 novembre alle ore 17 Proseguono le iniziative del quartiere 3 per il mese dedicato contro la violenza sulle donne. Domenica 18 novembre, alle ore 17, presso il Teatro Affratellamento in via Giampaolo Orsini, 73, si terrà lo spettacolo “Non esistono più le mezze stagioni”, si tratta della storia di cinque donne riportata su danza. Un'iniziativa dedicata alla sensibilizzazione della violenza sulle donne a cura dell'associazione Kinesis danza. (s.spa.)

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Per informazioni e prenotazioni info@kinesisdanza.it oppure quartiere3@comune.fi.it

13/11/2018 12.02 Comune di Firenze
Comune di Montespertoli "Montespertoli nelle trincee della Grande Guerra": un libro di Andrea Pestelli
Venerdì 16 Novembre alle ore 18.00 Biblioteca comunale "Ernesto Balducci" La presentazione del libro "Montespertoli nelle trincee della Grande Guerra" di Andrea Pestelli verrà presentato venerdì 16 novembre alle ore 18:00 al Museo Amadeo Bassi in piazza Machiavelli, 13.

Conversano con l'autore Elena Ammirabile, Assessore alla Cultura del Comune di Montespertoli, e Daniela Brenci, Responsabile della Biblioteca comunale "E. Balducci", Archivio storico e dei Musei del Comune di Montespertoli.

13/11/2018 10.38 Comune di Montespertoli
Autostrade per l'Italia A1 Milano-Napoli Direttissima, chiuso il tratto compreso tra Barberino e l'allacciamento con la A1 Panoramica località "La Quercia"
Per lavori di manutenzione nella notte tra il 15 e il 16 novembre Autostrade per l'Italia comunica che sulla A1 Milano-Napoli Direttissima, per lavori di manutenzione agli impianti nelle gallerie programmati in orario notturno, dalle ore 22:00 di giovedì 15 alle ore 06:00 di venerdì 16 novembre, a ridotto flusso di veicoli, sarà chiuso il tratto compreso tra Barberino e l'allacciamento con la A1 Panoramica località "La Quercia", in direzione di Bologna.
Saranno contestualmente chiuse le seguenti stazioni autostradali:
Barberino: in entrata verso Bologna;
Firenzuola-Mugello e Badia: in entrata verso Bologna ed in uscita per chi proviene da Firenze.
Inoltre, dalle ore 21:00 di giovedì 15 alle ore 06:00 di venerdì 16 novembre, sarà chiusa l'area di servizio 'Aglio est', situata all'interno del suddetto tratto.
Pertanto, chi viaggia da Firenze verso Bologna, dovrà percorrere la A1 Milano-Napoli Panoramica.
Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i collegamenti "My Way" in onda sul canale 501 Sky Meteo24; sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky), su Sky TG24, disponibile al canale 50 del digitale terrestre e su La7 e La7d. Sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in area di servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21, attivo 24 ore su 24.
13/11/2018 11.31 Autostrade per l'Italia
Regione Toscana Salute sessuale e riproduttiva: dalla Regione interventi educativi e metodi contraccettivi gratuiti
Gli interventi previsti da questa delibera Programmi per l'educazione alla salute e l'educazione sessuale nelle scuole, campagne informative per la prevenzione delle Mst (malattie sessualmente trasmissibili) e dell'Hiv, rafforzamento dei consultori per la contraccezione e la prevenzione delle Ivg (interruzioni volontarie di gravidanza), erogazione gratuita dei metodi contraccettivi. Questo e altro ancora è previsto dalla delibera "Interventi regionali per l'educazione alla salute sessuale e riproduttiva e per l'accesso alla contraccezione gratuita", approvata ieri sera dalla giunta su proposta dell'assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi.

"Con gli interventi previsti da questa delibera - chiarisce l'assessore Saccardi - vogliamo tutelare e promuovere la salute sessuale riproduttiva dei giovani e delle donne, prevenire le interruzioni di gravidanza e ridurre i tassi di abortività, prevenire le malattie sessualmente trasmesse e la diffusione dell'Hiv. E tutto questo non si riduce alla sola erogazione gratuita di contraccettivi, ma comprende il potenziamento dell'attività dei consultori, delle campagne informative, dell'educazione sessuale nelle scuole".

In Toscana, la trasmissione sessuale è responsabile del 75,6% dei nuovi casi adulti di Aids; in particolare, il 43,5% dei casi è imputabile a rapporti eterosessuali, dei quali il 62% si scopre sieropositivo al momento della diagnosi di Aids. Da qui la necessità di una maggior informazione e sensibilizzazione della popolazione sull'infezione Hiv, soprattutto sulle sue modalità di trasmissione e sui mezzi di prevenzione.

A fronte della crescente precocità sessuale, l'uso del profilattico è in calo ed è percepito quasi esclusivamente a scopo contraccettivo, trascurando i rischi delle malattie a trasmissione sessuale, a cominciare dall'Hiv. E paradossalmente, come emerge dallo studio Edit dell'Ars (Agenzia regionale di sanità) Toscana, lo si usa meno con il crescere dell'età e del numero dei partner: il 41,6% dei ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni ha già avuto un rapporto sessuale completo, ma soltanto il 56,3% utilizza il profilattico (il suo uso si è ridotto di 9 punti percentuali nel corso degli ultimi 7 anni).

Inoltre, l'efficacia dei nuovi farmaci, che ha diminuito il numero di casi mortali di Aids, sembra aver attenuato il timore della diffusione dell'Hiv, che invece non sta affatto diminuendo; così come negli ultimi anni sono progressivamente aumentate molte malattie a trasmissione sessuale.

Per quanto riguarda le Ivg, i dati dell'Ars relativi al 2017 indicano una minore incidenza rispetto agli anni precedenti, ma comunque individuano un dato costante delle Ivg anche nei minori.

Sulla base di questi dati, la Regione ha ritenuto opportuno adottare interventi finalizzati a:

- tutelare e promuovere la salute sessuale e riproduttiva delle giovani generazioni;

- tutelare e promuovere la salute sessuale e riproduttiva delle donne;

- prevenire le Ivg e ridurre i tassi di abortività;

- prevenire la diffusione delle malattie sessualmente trasemsse e dell'Hiv.

Questa la popolazione target a cui sono rivolti gli interventi:

- giovani dai 14 ai 25 anni;

- donne tra i 26 e i 45 anni, con codice di esenzione E02, E90, E91, E92, E93 o con fascia economica ERA/EIA;

- donne tra i 26 e i 45 anni che abbiano scelto la contraccezione nel puerperio e comunque entro 12 mesi dal parto, oppure a seguito di una interruzione della gravidanza, comunque entro 24 mesi dall'intervento.

E queste le azioni previste:

- potenziare i servizi aziendali e i percorsi assistenziali consultoriali per l'educazione alla salute sessuale e riproduttiva, per la contraccezione e per la prevenzione delle Ivg e delle Mst;

- potenziare i programmi aziendali per l'educazione alla salute e l'educazione sessuale nelle scuole, le campagne informative per la prevenzione delle Mst e dell'Hiv;

- potenziare i servizi dei consultori dedicati ai giovani, garantendo, almeno nei consultori principali: accesso diretto; orario di apertura ampio, e comunque tale da facilitare l'accesso ai servizi per la contraccezione; la presenza dell'équipe professionale (ginecologo, ostetrica, psicologo e assistente sociale); la formazione e l'aggiornamento periodico dei professionisti per l'acquisizione delle competenze necessarie all'accoglienza dei ragazzi;

- garantire alla popolazione target l'erogazione gratuita dei seguenti metodi contraccettivi: spermicidi, contraccezione sottocute, IUD (spirale), metodi di barriera, pillola estroprogestinica, cerotto transdermico, anello contraccettivo, contraccezione di emergenza (la cosiddetta "pillola del giorno dopo", entro le 78 ore);

- garantire la distribuzione dei metodi contraccettivi individuati attraverso: i consultori e gli ambulatori ostetrico-ginecologici delle zone distretto, secondo i percorsi assistenziali per la contraccezione e per la tutela della salute sessuale e riproduttiva; la rete delle farmacie di continuità, dietro presentazione di prescrizione medica o piano terapeutico di durata annuale;

- garantire la disponibilità dei farmaci necessari alla contraccezione di emergenza (entro le 78 ore) nei consultori e nei pronto soccorso della Regione Toscana, secondo specifico percorso aziendale;

- dare adeguata informazione di tutto quanto sopra, sui criteri e le modalità di accesso all'erogazione gratuita dei contraccettivi, sugli orari di apertura dei consultori, dei servizi aziendali e delle farmacie di continuità, degli ospedali in cui saranno disponibili i contraccettivi.
13/11/2018 11.17 Regione Toscana
Comune di Scandicci Scandicci. Notte del Pallone Rosa e Premio Maria Nisticò, ottava edizione
Lunedì 19 novembre presso la Sala Consiliare Orazio Barbieri Lunedì 19 novembre 2018 alle 21 presso la Sala Consiliare Orazio Barbieri (piazzale della Resistenza, fermata tramvia Resistenza), si tiene l'ottava edizione della manifestazione “Notte del Pallone Rosa" e del "Premio a Maria Nisticò”. Durante la serata vengono premiate donne che si sono distinte per impegno e passione nello sport. Viene inoltre consegnato il “Premio Sport Città di Scandicci”. La serata, organizzata dalla famiglia Nisticò, da Sergio Innocenti e dal Comune di Scandicci in collaborazione con il Comune di Cardinale (provincia di Catanzaro), viene condotta da Roberto Vinciguerra. L'ingresso è libero.
13/11/2018 11.23 Comune di Scandicci
Comune di Prato Museo Live, Palazzo Pretorio ospita i giovani cantautori pratesi in concerto
Museo straordinariamente aperto fino alle 21.30. Primo appuntamento domenica 18 novembre con Il Punto. A dicembre l’esibizione di Ganugi, a gennaio chiude Valeria Caliandro Musica e arte, un binomio speciale che il Museo di Palazzo Pretorio declina nel segno dei giovani cantautori pratesi. Prende il via domenica 18 novembre, l’appuntamento è alle 18.30, Museo Live una rassegna che punta i riflettori sulle nuove leve cantautoriali. Ad aprire il cartellone Il Punto, progetto musicale di Cosimo Mazzoni che lo vede protagonista sul palco con chitarra e voce. Il Punto nasce nel 2011, dopo varie sessioni live, riassume tutte le esperienze accumulate in un disco di 8 canzoni ScoriE uscito nel 2015; un lavoro in cui le sonorità acustiche si incontrano con i testi dell'autore per creare un'atmosfera delicata e intima.

I concerti di Museo Live, con cadenza mensile, proseguono a dicembre, il 23 sempre alle 18.30, con Fabrizio Ganugi, cantautore che miscela la canzone d’autore con la tradizione toscana, tra melodie popolari e improvvisazioni in ottava rima; Ganugi è anche voce della band Fantasia Pura Italiana. A chiudere la rassegna, domenica 20 gennaio, sarà Valeria Caliandro artista che ha già all’attivo la pubblicazione di due album, e numerose collaborazioni da Francesco De Gregori, Carmen Consoli e Giovanni Caccamo.

Concluso il concerto gli ospiti potranno vivere anche l’emozione di una visita serale fra i tesori della collezione permanente, il Museo resterà infatti aperto fino alle 21.30 per dare modo di scoprire o riscoprire sei secoli di storia e arte conservati lungo i tre piani di Palazzo Pretorio. Per partecipare è necessaria la prenotazione al numero 0574/1934996 (con diritto di prevendita) o direttamente in biglietteria il giorno del concerto fino a esaurimento posti. Il concerto è gratuito, incluso nel biglietto di ingresso al Museo, 6 euro ridotto per i residenti, 4 euro fino a 26 anni e 8 euro intero.

Museo Live è una iniziativa promossa da Palazzo Pretorio in collaborazione con Capanno 17 e CoopCulture.
13/11/2018 11.38 Comune di Prato
Comune di Montemurlo Donazione organi e tessuti, quasi il 90% dei montemurlesi dà la volontà al consenso al momento del rilascio della Carta d'identità
La media toscana è ferma all' 81 %. L'assessore Luciana Gori:«I nostri concittadini dimostrano una straordinaria sensibilità. Spesso evitiamo di pensare a questi problemi, ma chi ne ha bisogno ci pensa ogni giorno» Nell'ultimo anno al momento del rilascio della carta d'identità sono stati ben 841 i montemurlesi, l'86,9 % del totale, che ha firmato per dichiarare la propria volontà al consenso sulla donazione di organi e tessuti. Un risultato lusinghiero ben oltre la media toscana ferma all'81%, anche se leggermente inferiore al 92 % della provincia di Prato. «I nostri concittadini dimostrano una straordinaria sensibilità e consapevolezza. Spesso evitiamo di pensare a questi problemi, ma chi ne ha bisogno ci pensa ogni giorno.- commenta l'assessore alle politiche sociali e stato civile, Luciana Gori - In Italia attualmente sono circa 9 mila le persone in attesa di un trapianto. Esprimere il consenso alla donazione significa dare una speranza a chi sta soffrendo ».

La possibilità di esprimere il proprio consenso alla donazione di organi al momento del rilascio della carta d'identità è prevista dal progetto regionale “Una scelta in Comune”, realizzato da Regione Toscana con Anci Toscana, Federsanità Anci, Centro nazionale trapianti e Aido, che amplia la possibilità di registrazione della volontà agli uffici anagrafe dei Comuni.

A Montemurlo, inoltre, dal febbraio di quest'anno è possibile depositare il testamento biologico per esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari.

Ogni persona maggiorenne e capace di intendere e volere può attraverso le DAT – Disposizioni Anticipate di Trattamento - esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, in previsione di un’eventuale futura incapacità di farlo. Per maggiori informazioni o chiarimenti ci si può rivolgere all'ufficio servizi demografici del Comune (via Toscanini, 1- piano terra) telefono: 0574 558340 o navigando sul sito www.comune.montemurlo.po.it.
13/11/2018 10.39 Comune di Montemurlo
Comune di Firenze Imposta di soggiorno, accordo tra Comune di Firenze e Keesy per la riscossione
Un accordo tra Comune di Firenze e Keesy Srl per il pagamento e la riscossione dell’imposta di soggiorno dal settore extra alberghiero. E’ quanto approvato oggi in giunta grazie ad una delibera dell’assessore al bilancio Lorenzo Perra che prevede che la società Keesy, a partire dal 1 gennaio 2019, diventi ‘collettore dell’imposta’, cioè si occupi direttamente della riscossione e del versamento al Comune dell’imposta di soggiorno Un accordo tra Comune di Firenze e Keesy Srl per il pagamento e la riscossione dell’imposta di soggiorno dal settore extra alberghiero. E’ quanto approvato oggi in giunta grazie ad una delibera dell’assessore al bilancio Lorenzo Perra che prevede che la società Keesy, a partire dal 1 gennaio 2019, diventi ‘collettore dell’imposta’, cioè si occupi direttamente della riscossione e del versamento al Comune dell’imposta di soggiorno.
Keesy è una start-up fiorentina che opera nel settore dei servizi digitali legati all’home sharing offrendo il primo servizio di self check-in e self check-out completamente automatizzato disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24 per appartamenti, case vacanza, B&B, residence e affittacamere.
“Dopo l’accordo firmato con Airbnb ha detto l’assessore Perra - oggi ampliamo la collaborazione con la piattaforma Keesy. E’ importante che tutti i turisti contribuiscano al finanziamento dei servizi pubblici della città”.
“Un riconoscimento ufficiale davvero molto importante per Keesy – ha dichiarato Patrizio Donnini, CEO e founder di Keesy - la collaborazione con il Comune di Firenze è stata forte fin da subito e con questo accordo rendiamo ancora più veloce e facile la procedura di versamento nelle casse del Comune dell'imposta di soggiorno riscossa. E' un privilegio poter offrire un servizio ai proprietari/gestori che utilizzano Keesy e allo stesso tempo alla città di Firenze”.
L’accordo, appena approvato in giunta, sarà sottoscritto nei prossimi giorni e diventerà operativo dal 1 gennaio 2019, a titolo sperimentale per un anno.
Grazie a questo nuovo accordo Palazzo Vecchio estende ad un nuovo importante operatore del settore turistico la collaborazione che prevede che Keesy srl riscuota per conto dei proprietari/gestori l’imposta di soggiorno dovuta al Comune di Firenze e provveda al successivo riversamento, assumendo la veste di agente contabile in base ai dati inseriti dai propri utenti sulle proprie piattaforme informatiche (numero di ospiti e di pernottamenti, oltre che esenzioni e riduzioni). Keesy inoltre si occuperà di informare gli utenti registrati alla propria piattaforma delle modalità di questo accordo. (sp)
13/11/2018 14.06 Comune di Firenze
Comune di Barberino Val d'Elsa Investimenti nelle frazioni, riqualificazione e sicurezza negli edifici scolastici e negli immobili comunali di Barberino Val d'Elsa
Progetti e interventi per la riqualificazione e la sicurezza di immobili, viabilità e spazi pubblici. “Le frazioni hanno un ruolo centrale nella vita pubblica del nostro territorio”. A Vico d’Elsa nascerà un punto prelievi, finanziato dal Comune e gestito dalla Misericordia di Tavarnelle e Barberino Sicurezza nelle scuole, nuovi servizi sanitari e interventi negli spazi pubblici e sulle viabilità delle frazioni del territorio barberinese. Al centro dei progetti e degli interventi messi in campo dall’amministrazione comunale si sono le esigenze della comunità e la necessità di dare risposte concrete alle priorità individuate e condivise con gli stessi cittadini. Un ciclo di importanti opere pubbliche, quello pianificato dal Comune di Barberino Val d’Elsa, che si concentra sulle aree decentrate ed in particolare sulle frazioni poste ai confini, come Vico e Zambra. E’ ampio e diversificato l’investimento che punta alla sicurezza e alla riorganizzazione degli ambienti dell’immobile comunale di via della Villa, a Vico, dove, al piano terra, trova spazio la scuola dell’infanzia che sarà sottoposta ad un complesso intervento di miglioramento sismico, finalizzato a rafforzare la struttura con la realizzazione di un muro portante centrale.

"E’ in fase di completamento la progettazione esecutiva dell’intervento - fa sapere l'assessore ai Lavori Pubblici Giannino Pastori - che sarà messo in cantiere durante la pausa estiva, nell’estate 2019, in corrispondenza della chiusura della scuola, il lavoro, per il quale il Comune ha stimato una spesa pari a circa 150mila euro, prevede anche la risistemazione degli spazi al piano superiore dell’edificio". E’ in questi locali che, in collaborazione con la Misericordia di Tavarnelle e Barberino, nascerà un nuovo servizio sanitario a disposizione dei cittadini. Oltre alla riqualificazione degli ambienti, utilizzati come ambulatorio pediatrico e sede del Consiglio di frazione, è prevista infatti l’attivazione di un punto prelievi, finanziato dal Comune e gestito dal personale della Misericordia. Per il sindaco Giacomo Trentanovi "si tratta di un importante servizio che rientra nel tema della sanità di confine e si aggiunge alle opportunità di cui da alcuni mesi i cittadini usufruiscono in virtù del protocollo di intesa firmato tra le Asl Firenze e Siena la scorsa estate". Su richiesta dell’amministrazione comunale i cittadini di Tavarnelle e Barberino hanno ottenuto la possibilità di avvalersi del servizio di 118 proveniente dall'Ospedale di Campostaggia, di essere curati presso la struttura di Poggibonsi, più vicina all’ospedale di riferimento della zona di appartenenza, e di ricevere la somministrazione di medicinali per patologie specifiche, anche in relazione alle terapie riabilitative.

Durante un incontro con la cittadinanza è emersa anche la proposta di una riqualificazione della piazza centrale di Vico, piazza Torrigiani, ispirata al piano di centralità realizzato per il centro storico di Barberino. Le soluzioni ipotizzate sono la pedonalizzazione parziale del centro e la creazione di nuovi posti auto nelle aree più prossime alla piazza.

Altra opera di manutenzione straordinaria, appena conclusa, ha interessato la copertura della palestrina di Vico che presentava problemi di infiltrazione d’acqua. "Sono state ripristinate la copertura e la terrazza - specifica l'assessore Pastori - e sostituite le parti ammalorate". Per quanto riguarda la sicurezza stradale, il Comune è intervenuto con l’adozione di misure finalizzate alla riduzione della velocità e la tutela dei pedoni. "Abbiamo realizzato un percorso pedonale protetto, segnalato a terra - aggiunge il sindaco Trentanovi -- e nuovi dossi in via della Villa e nell’area antistante l’orto botanico Giardino Sottovico, inoltre, in corrispondenza dei lavori della scuola, sarà attuata una diversa sistemazione dell’ingresso dell’edificio per potenziare le condizioni di sicurezza dell’accesso.

La centralità delle frazioni è uno dei temi cari alla giunta comunale che ha progettato vari interventi anche nella località Zambra. L’investimento, che comporta una spesa complessiva pari a circa 200mila euro, prevede la realizzazione di un’area verde, di un parcheggio e di un camminamento pedonale che dall’abitato della località si collegherà alla fermata dell’autobus sulla Strada Statale 429. Oltre alla progettazione delle opere pubbliche che riqualificheranno l’area della Zambra, l’amministrazione comunale è impegnata nella valutazione delle opere di completamento della strada di emergenza del Molino che necessita di una diversa classificazione e della conversione in viabilità urbana di scorrimento.
13/11/2018 15.08 Comune di Barberino Val d'Elsa
Comune di Scandicci Scandicci. Cosa farò da grande?
Mercoledì 14 novembre, al Russell Newton incontro di orientamento sulla scuola superiore Un incontro informativo e di orientamento rivolto agli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado e alle loro famiglie, per riflettere insieme sugli scenari della scelta per la scuola superiore. L'incontro, dal titolo “La scelta come opportunità - Informazioni utili per scegliere la scuola superiore”, si tiene mercoledì 14 novembre dalle 17 alle 19,30 presso l'Auditorium dell'istituto superiore Russell Newton (via Fabrizio De Andrè 6, fermata tramvia De Andrè) a Scandicci. Oltre al Russell Newton, saranno presenti l'istituto Sassetti Peruzzi, il liceo artistico Leon Battista Alberti, il liceo classico e musicale Dante, il liceo di scienze umane Galileo Galilei, l'istituto tecnico e professionale Agrario, l'istituto tecnico e professionale Leonardo da Vinci, l'istituto tecnico industriale Meucci, l'istituto professionale alberghiero Buontalenti e l'istituto tecnico turistico Marco Polo.


“Quella per la scuola superiore è una scelta importante, che gli studenti affrontano tra speranze e timori”, dice l'assessora alla Pubblica istruzione Diye Ndiaye, “è un momento in cui anche i genitori sono impegnati a valutare decisioni per il futuro dei propri figli, ma in questo passaggio le famiglie non sono sole: negli ultimi anni abbiamo organizzato puntualmente iniziative sull'orientamento, che adesso sono strutturate in modo da dare più informazioni possibili per una scelta sempre più consapevole, orientata alla crescita e all'autonomia personale delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi”.


Dopo i saluti di benvenuto dell'assessora Diye Ndiaye, e di Annamaria Addabbo, Dirigente scolastica dell'Isitl Russell Newton che ospita l'evento, gli operatori dell'orientamento della Cooperativa Cepiss presenteranno come funziona la scuola superiore all'interno del sistema scolastico italiano, per poi presentare il progetto di orientamento nell'ambito dell'offerta formativa territoriale, a cura di Barbara Degl'Innocenti, dirigente del settore Servizi alla Persona del Comune di Scandicci. A seguire saranno presentati i progetti di continuità educativa del territorio da parte di Marina Andalò, dirigente scolastica dell'istituto comprensivo Altiero Spinelli, Raffaella Briani, dirigente scolastica dell'istituto comprensivo Vasco Pratolini e Rossella Casini di Scandicci e Osvaldo Di Cuffa, dirigente scolastico dell'istituto di Istruzione Superiore Sassetti Peruzzi di Scandicci.


Dalle 18 in poi l'incontro si sposta nelle singole aule al piano terra, messe a disposizione dei vari istituti superiori del circondario fiorentino. Qui saranno in prima persona gli studenti a presentare le scuole che stanno frequentando, a partire dalle loro esperienze: aspettative, risultati e progetti speciali che afferiscono al settore tecnico, liceale, linguistico, sportivo, turistico, commerciale e socio-sanitario.
13/11/2018 13.30 Comune di Scandicci
Regione Toscana Lavoro: Agenzia regionale toscana per l’impiego, sì a bilancio 2018
Parere favorevole a maggioranza in commissione Sviluppo economico al primo bilancio preventivo di ARTI. A dicembre stabilizzazione del personale e 80 nuove assunzioni Parere favorevole a maggioranza, questa mattina, in commissione Sviluppo economico, presieduta da Gianni Anselmi (Pd) alla proposta di delibera per l’approvazione del bilancio preventivo 2018 dell’Agenzia regionale toscana per l’impiego. L’atto ha ricevuto il sì del Partito democratico e l’astensione della Lega.

A parlare di Arti e della sua attività è stata la direttrice ad interim Francesca Giovani. “L’Agenzia è nata l’8 giugno e il personale è stato trasferito il 28, personale complessivo di 413 unità di cui 4 dirigenti, 93 tempi determinati che entro il 14 dicembre saranno stabilizzati”. Una dotazione organica - come ha ribadito più volte Giovani - “insufficiente a sopperire tutte le attività dei centri per l’impiego; in attesa, però, del potenziamento del personale, la regione ha stabilito un primo rafforzamento con l’assunzione a dicembre di 80 unità”.

“Arti ha 53 sedi – ha aggiunto Giovani – siamo la regione che ha la maggior capillarità di centri per l’impiego sul territorio. Questo è un valore aggiunto, ma ha costi e necessità organizzative”.

Riguardo al bilancio preventivo del 2018, relativo ai 6 mesi di attività dell’Agenzia (28 giugno-31 dicembre) “risulta in pareggio e, in particolare, si compone di voci che riguardano prevalentemente il personale”.

“Il conto economico - ha spiegato - si basa sul contributo ordinario di 11 milioni e 681 mila euro di cui 10milioni e 571mila euro per le spese del personale (comprensivi di buoni pasto, missioni, formazione), un milione e 100 euro destinati al contratto di servizio di Fil (formazione, innovazione e lavoro), la società inhouse di Arti e ulteriori risorse regionali pari a 5milioni di euro per gli avvisi pubblici ‘fondo regionale per l’occupazione dei disabili’ e 851mila euro per l’avviso pubblico ‘donne inserite in percorsi di uscita dalla violenza e di autonomia’.

Il presidente Anselmi si è detto soddisfatto della “stabilizzazione del personale, soprattutto in un’Agenzia che lavora per trovare il lavoro”.
Compito dell’agenzia è, infatti, proprio quello di garantire l’esercizio della funzione regionale in materia di mercato del lavoro con la gestione dei centri per l’impiego e il presidio territoriale delle politiche attive del lavoro, in termini di progettazione, organizzazione ed erogazione e dei servizi alle persone e alle imprese.

Tra le sue funzioni: la sottoscrizione di convenzioni con soggetti pubblici e privati accreditati; l’attuazione di interventi in tema di pari opportunità tra uomini e donne, la promozione e la gestione di incentivi e agevolazioni a imprese e datori di lavoro a sostegno di lavoratori svantaggiati, la gestione di interventi finalizzati ad assicurare continuità di prestazioni ai lavoratori beneficiari di ammortizzatori sociali; la gestione di servizi per l’incontro tra domanda e offerta.
13/11/2018 17.24 Regione Toscana
Comune di Greve in Chianti Accordo Comune di Greve e E-Distribuzione: nuove cabine e restyling impianti elettrici
Riqualificazione della cabina elettrica situata in via Sagrona. Il sindaco Paolo Sottani: “grazie a questo accordo Enel ha concesso al Comune un locale che utilizzeremo come magazzino per le iniziative comunali” Luce nuova per il territorio di Greve in Chianti. Grazie all’accordo firmato dall’amministrazione Comunale e da E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica di media e bassa tensione, saranno effettuate una serie di attività che potenzieranno il sistema elettrico locale con benefici per la qualità del servizio elettrico e per la sostenibilità ambientale.

Il primo intervento è già stato realizzato. E-Distribuzione ha eseguito il restyling della cabina elettrica situata in via Sagrona che fornisce alimentazione al centro di Greve in Chianti. La nuova cabina, dotata dei migliori elementi di innovazione tecnologica, è stata completamente automatizzata, telecontrollata e costituisce uno snodo elettrico fondamentale per il territorio. Non solo, l’impianto è stato rinnovato anche nelle opere civili attraverso nuova impermeabilizzazione della copertura, imbiancatura e interventi estetici con particolare attenzione all’ambiente: la torretta, che precedentemente completava il manufatto elettrico con il collegamento a una linea elettrica aerea, è stata abbattuta così come la linea aerea è stata eliminata grazie all’interramento dei cavi elettrici.

Inoltre, grazie al protocollo firmato con il Comune, E-Distribuzione ha ceduto all’amministrazione Comunale il magazzino di circa 30 mq che sorge in via Sagrona 1 a fianco della cabina: un locale, anch’esso ristrutturato, che potrà essere utile all’Amministrazione Comunale per riporre il materiale delle attività comunali e delle iniziative del paese.

Per quanto riguarda gli interventi futuri, l’accordo prevede l’avvio dei lavori nel 2019 per la realizzazione di una nuova cabina elettrica a Montefioralle, che fornirà alimentazione al borgo limitrofo e sostituirà un posto di trasformazione su palo che sarà demolito, garantendo migliore qualità del servizio e minore impatto ambientale. Il protocollo, infine, consente di concludere il percorso di sistemazione logistica, catastale e di potenziamento degli impianti elettrici in diverse località del territorio comunale, iniziato negli scorsi anni con opere di interramento delle linee e restyling delle cabine elettriche.


A firmare l’accordo sono stati la responsabile del servizio Progettazione, Patrimonio ed Ambiente del Comune di Greve in Chianti Sandra Maltinti e il responsabile Progettazione, Lavori e Appalti E-Distribuzione Toscana e Umbria Franco Ricchi, alla presenza del sindaco di Greve in Chianti Paolo Sottani: “si tratta di un accordo importante – ha dichiarato il sindaco – che ha permesso di raggiungere due obiettivi di rilievo in virtù di uno specifico atto di permuta. Il primo è la regolarizzazione delle cabine elettriche presenti in tante aree del nostro territorio che potranno da ora in poi essere gestite più agevolmente da Enel, avendone assunto la piena titolarità, il vantaggio per il Comune è il recupero di uno spazio, concesso da Enel, che sarà utilizzato come magazzino dove riporre materiale e attrezzature necessari agli allestimenti delle iniziative e delle attività promosse dall’amministrazione comunale”.
13/11/2018 17.06 Comune di Greve in Chianti
Comune di Figline e Incisa Valdarno Giunta comunale di Figline e Incisa: Ottavia Meazzini lascia per motivi professionali
La sindaca Giulia Mugnai: “A Ottavia un grazie per l’ottimo lavoro svolto” “Ringrazio Ottavia per l’ottimo lavoro svolto in questi anni riguardo alle politiche socio-sanitarie del territorio e le auguro di trovare le soddisfazioni che merita nelle sue prossime sfide professionali”.

Commenta così la sindaca di Figline e Incisa, Giulia Mugnai, la scelta di Ottavia Meazzini, che da ieri non è più assessore a Politiche sociali, Sanità, Rapporti con il volontariato, Politiche abitative, Politiche per l’intercultura e l’integrazione, Cooperazione internazionale e Politiche per la Pace, Istruzione, Pari opportunità.
13/11/2018 15.35 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze Campi Bisenzio. Azione di contrasto allo sversamento illegale di rifiuti, sequestrati 1.250 kg di scarti tessili
Firenze, ladri in abitazione in via Monteverdi, aggredita una ragazza, altri interventi sul territorio Campi Bisenzio. Azione di contrasto allo sversamento illegale di rifiuti, sequestrati 1.250 kg di scarti tessili

Continua incessante l’azione di contrasto dei Carabinieri di Signa al fenomeno dello sversamento illegale di rifiuti. Anche nella serata di ieri a Campi Bisenzio (FI) i Carabinieri della Stazione di San Piero a Ponti hanno denunciato a piede libero un marocchino cl. ’89 ed un senegalese cl. ‘82, entrambi già noti alle Forze di Polizia, mentre si disfacevano di 15 sacchi contenenti oltre 1.250 kg di scarti tessili industriali. I due avevano parcheggiato il furgone vicino ad un cassonetto ubicato nei pressi del centro, ed avevano iniziato a scaricarne il contenuto prima di essere fermati dai Carabinieri.
Il veicolo è stato posto sotto sequestro così come gli scarti tessili sulla cui provenienza sono in corso tutti gli accertamenti del caso.

Firenze - Minacce a due fratelli albanesi

La scorsa notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze e della Stazione di Firenze Peretola sono intervenuti in Firenze, via di Novoli, ove un cittadino albanese, pregiudicato, riferiva che mentre si trovava insieme a suo fratello nei pressi di un bar, in quel momento chiuso, notava giungere delle persone scese da un’autovettura, presumibilmente loro connazionali, i quali gli andavano incontro con aria minacciosa. I due fratelli si dileguavano immediatamente a piedi e durante la fuga udivano lo sparo di due colpi di arma da fuoco. Nessuno riportava lesioni. Dai primi accertamenti, sul posto non sono stati rinvenuti elementi oggettivi di riscontro di quanto asserito. Un testimone, presente a pochi metri dai fatti, ha riferito di non aver udito colpi di arma da fuoco. La presunta vittima si è rifiutata al momento di sporgere denuncia. Indagini in corso

Firenze - Ladri in abitazione in via Monteverdi, aggredita una ragazza

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Compagnia di Firenze sono intervenuti presso un’abitazione di via Monteverdi su richiesta di una ragazza 20enne che, ospite di una sua amica, mentre stava riposando, era stata svegliata da rumori provenienti da altra stanza dello stesso appartamento nella quale veniva a contatto con un soggetto verosimilmente dell’est Europa che era intento a rovistare tra gli arredi. Questi, per guadagnare la fuga, la colpiva al volto con un pugno allontanandosi velocemente in compagnia di altro suo complice presente nello stabile.
Dall’appartamento venivano asportati monili e contanti per un danno di complessivi euro 1.000 circa. Indagini in corso anche per verificare presenza di telecamere nelle vie adiacenti

Firenze – Via Boito, denunciato un 52enne italiano per maltrattamenti, circonvenzione di persona incapace, minacce e oltraggio a pubblico ufficiale

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze sono intervenuti in via Boito dove era stata segnalata una lite tra due uomini. I militari accertavano che i contendenti avevano avuto una accesa discussione in quanto uno dei due, un 66enne italiano residente in Svezia, nell’andare a trovare la sorella 58enne, residente a Firenze e con problematiche di natura psichiatrica, aveva riscontrato la presenza nella sua abitazione di un 52enne che, approfittando dello stato di inferiorità psichica della malcapitata, l’aveva costretta ad ospitarlo ed interrompere i rapporti con i propri familiari, nonché a garantirgli delle periodiche dazioni di denaro.
Dal racconto della donna si è appurato che la loro relazione era nata lo scorso mese di maggio dopo essersi conosciuti in chat. Dopo un appuntamento per incontrarsi, fissato dalla 58enne per la volontà di intessere una relazione amorosa, l’uomo aveva palesato le sue vere intenzioni, consistenti nel trovare una sistemazione dove vivere a carico della sventurata. Mediante continue minacce, l’uomo terrorizzava la donna al punto da farle temere per la sua vita, tanto che la malcapitata era costretta a consegnargli parte della pensione. La sottomissione era completa: i rapporti con i familiari erano rari, controllati ed il 52enne pretendeva che le telefonate si svolgessero tutte in “viva voce” per ascoltarne il contenuto. Non contento di aver allontanato il fratello e la sorella nonché di sottometterla ad ogni sua richiesta, l’uomo faceva in modo di convincere la donna a revocare anche la nomina della propria amministratrice di sostegno, per appropriarsi di una eredità di qualche migliaio di euro, che aveva in previsione di incassare.
Il fratello della sfortunata donna, residente in Svezia, avendo percepito uno stato di sofferenza della sorella, decideva di tornare in Italia per controllare di persona trovandosi davanti a tale agghiacciante verità.
Il 52enne veniva allontanato d’urgenza dalla casa dove conviveva con la donna e deferito per i reati di maltrattamenti in famiglia, circonvenzione di persona incapace e minacce, nonché per il reato di oltraggio a pubblico ufficiale, in quanto durante le operazioni di redazione degli atti e del fotosegnalamento, proferiva frasi ingiuriose nei confronti degli operanti.

Firenze – Via Pagnini, arrestati due peruviani responsabili di rapina

Alle 12.00 circa di ieri, giungeva al 112 una richiesta di intervento in via Pagnini, dove una signora filippina era riuscita, con l’aiuto di alcuni passanti, a trattenere una donna che poco prima le aveva rubato dei gioielli. Immediatamente venivano inviati due equipaggi del Nucleo Radiomobile che giungevano in pochi istanti sul posto, dove bloccavano la presunta autrice, mentre il complice era riuscito a dileguarsi con la refurtiva.
Dalla ricostruzione dei fatti, realizzata dalla testimonianza della vittima e di alcuni testimoni parziali, i Carabinieri riuscivano a comprendere le particolari modalità con cui era stato perpetrato il reato: sostanzialmente la vittima, poco prima, nei pressi della fermata della tramvia di Piazza Leopoldo era stata avvicinata da una donna la quale, visibilmente impaurita, le aveva chiesto informazioni su un indirizzo. Poco dopo, seguendo un copione apparentemente ben collaudato, si avvicinava anche un uomo, il quale si presentava come amico della donna e spiegava all’ignara vittima che l’indirizzo che stavano cercando era relativo allo studio di un notaio, dove si sarebbero dovuti recare per riscuotere una grossa vincita alla lotteria. Carpita quindi la fiducia della vittima, riuscivano a farsi accompagnare a casa sua, dove, con una scusa, le chiedevano di mostrare loro i gioielli di proprietà. Ottenuto lo scopo, scattava l’ulteriore tranello per la vittima, per mezzo del quale i malfattori riuscivano a mettere tutti i preziosi all’interno di un fazzoletto che, in un momento di distrazione della vittima, veniva occultato sui vestiti dell’abile autrice che, dall’altra tasca, estraeva un identico fazzoletto, preventivamente riempito con dei sassolini. Il piano, tuttavia, subiva un intoppo quando la vittima, afferrato il fazzoletto e tastatane la consistenza, realizzava che all’interno non c’erano i suoi gioielli. Vistiti scoperti, i due cercavano di guadagnare la fuga dall’appartamento spingendo ripetutamente la vittima che, sopraffatta, si vedeva costretta a lasciare la presa con cui era riuscita a fermare la donna. I due quindi riuscivano ad allontanarsi e raggiunta la strada si dileguavano per vie diverse.
Fortunatamente la povera vittima, una badante 49enne di origini filippine, ripresasi dallo shock, usciva in strada dove aveva modo di individuare la donna che si stava allontanando a piedi: attirata l’attenzione di alcuni passanti che l’aiutavano, riuscivano a raggiungerla e fermarla in attesa dell’arrivo dei Carabinieri.
Gli operanti, compresa la dinamica e raccolti i pochi elementi forniti dalla vittima e da alcuni testimoni, oltre a procedere all’arresto della donna, risultata una 44enne incensurata di origini peruviane, si mettevano sulle tracce dell’uomo essendo riusciti ad ottenere una descrizione abbastanza precisa. Gli sforzi venivano ripagati nel tardo pomeriggio quando, verso le ore 17.00, una delle diverse pattuglie impiegate nelle ricerche, riusciva a rintracciare all’interno di un bar di via Fratelli Rosselli un uomo molto rassomigliante alla descrizione fornita dalla vittima che, presso la caserma del Nucleo Radiomobile, lo riconosceva senza alcun dubbio.
L’uomo, pertanto, vista la trascorsa flagranza, veniva sottoposto a fermo di indiziato di delitto e, al pari della complice, ristretto nel carcere di Sollicciano.
13/11/2018 13.48 Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Unione Comuni Valdarno Valdisieve Vendita di 12 lotti di bosco in piedi nei complessi forestali di “Alpe San Benedetto”, “Foresta di Sant’Antonio” e “Rincine”
Scadenza offerte 3 dicembre Con Determinazione n. 817 dell’08/11/2018 l’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve ha approvato la vendita di n. 12 lotti di bosco in piedi di latifoglie nei complessi forestali regionali di “Alpe di San Benedetto” (comune di S. Godenzo), “Foresta di S. Antonio” (comune di Reggello) e “Rincine” (comune di Londa) con gara pubblica.
Scadenza per presentazione offerte: ore 13.00 del 03/12/18.
Per contatti e informazioni: Dott.ssa Bianca Del Monte Tel.: 055/8354016-8354104; e-mail: b.delmonte@ucvv.it, http://www.uc-valdarnoevaldisieve.fi.it.

13/11/2018 12.55 Unione Comuni Valdarno Valdisieve

 
 




Vai al contenuto