Login

MET

Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze icona met


IN PRIMO PIANO....

Città Metropolitana di Firenze "Domenica Metropolitana" il 4 dicembre 2022
I residenti della Metrocittà Firenze potranno visitare gratuitamente i musei cittadini. Le attività in programma Domenica 4 dicembre torna la Domenica Metropolitana, giornata nella quale tutti i residenti della Città Metropolitana di Firenze potranno visitare gratuitamente i musei cittadini e prendere parte alle numerose visite e attività in programma, sviluppate grazie al supporto di Giotto, love brand di Fila Fabbrica Italiana Lapis ed Affini, e di Lucart.
Al Museo Novecento i giovani e gli adulti potranno partecipare alle visite guidate sulla grande mostra Tony Cragg. Transfer, che include meravigliose sculture e disegni dell'artista, inoltre si potranno ammirare due nuove esposizioni da poco inaugurate: Alberto Magnelli. Armocromie e Jean Arp. Larme de galaxie.
A Palazzo Medici Riccardi la mostra Passione Novecento. Da Paul Klee a Damien Hirst, permetterà al pubblico di percorrere un vero e proprio viaggio nel XX secolo grazie a capolavori dei suoi protagonisti più affermati. A Murate Art District sarà invece possibile essere accompagnati in visita alla mostra Le simmetrie dei desideri di Ilaria Turba.
Si segnalano le visite condotte insieme ai mediatori Amir, tese a offrire uno sguardo policentrico sul patri-monio civico, sia a Palazzo Vecchio che al Museo Novecento. Oltre alle visite guidate in Santa Maria Novella, Palazzo Medici Riccardi e Museo Bardini, presso la Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine sarà possibile accedere ai ponteggi allestiti per gli interventi di diagnostica e restauro.
Anche i più piccoli potranno trovare numerose iniziative a loro dedicate: In bottega, Dipingere in fresco, La favola della tartaruga con la vela e Vita di corte a Palazzo Vecchio, un interessante atelier sull’arte contem-poranea Forme infinite, infinite metamorfosi è previsto a Museo Novecento mentre a Palazzo Medici Riccardi si terrà Occhio al Novecento. Al Museo Bardini i bambini potranno cimentarsi in Un mondo tutto blu.

Tutte le visite guidate e le attività sono gratuite e la prenotazione è obbligatoria. All’atto della prenotazione è possibile riservare un solo appuntamento nel corso della giornata per un massimo di 5 persone.

Gli ingressi ai singoli musei saranno disponibili fino ad esaurimento posti, tranne la Cappella Brancacci che prevede prenotazione obbligatoria.
Questi gli orari di apertura: Museo di Palazzo Vecchio (orario 9/19),*Torre di Arnolfo (orario 9/17), Santa Maria Novella (orario 13/17.30*), Museo Novecento (orario 11/20), Museo del Ciclismo Gino Bartali (orario 10/16), Palazzo Medici Riccardi (orario 9-19), Museo Stefano Bardini (orario 11/17), Fondazione Salvatore Romano (orario 13/17).

  • In caso di pioggia le Torre di Arnolfo resterà chiusa al pubblico per motivi di sicurezza. Sarà accessibile il camminamento di ronda.
  • *Attenzione: le biglietterie chiudono un’ora prima dell’orario di chiusura del museo.

Per la Cappella Brancacci (orario 13.00/17.00, 10 persone ogni mezz’ora, ultimo accesso 16.15) la prenota-zione è obbligatoria. L’accesso ai ponteggi del cantiere di diagnostica e di restauro avviene in forma accom-pagnata, senza spiegazione. I ponteggi sono accessibili a persone con difficoltà e disabilità motorie.
Per gli utenti in possesso della Card del Fiorentino, data la gratuità della giornata, non è prevista alcuna priorità di accesso nei Musei Civici Fiorentini. Per coloro che intendono acquistarla si richiede la prenotazione, al fine di garantire un servizio adeguato senza attese.

Il programma è realizzato grazie al sostegno di Giotto e Tenderly.


Palazzo Medici Riccardi

Occhio al Novecento

per chi: per famiglie con bambini dai 7 ai 12 anni
orari: 10.00
durata: 1h15’

Ogni artista racconta il suo tempo e il suo mondo attraverso le lenti della sensibilità e della tecnica, indissolubilmente connesse: grazie a una speciale visita animata, intrecciata a una “caccia al tesoro” volta a individuare e identificare i dettagli delle opere in mostra, scopriremo come riconoscere gli artisti e il loro stile, dalle inconfondibili pennellate di Renato Guttuso alle superfici assolate di Giorgio De Chirico, dai retini tipografici di Roy Lichtenstein alle crettature della materia di Alberto Burri.

Visita a Palazzo Medici Riccardi

per chi: per giovani e adulti
orari: 11.30, 15.00
durata: 1h15’

La visita prende avvio dal cortile principale per ripercorrere le tappe dell'ascesa medicea e delle fasi costruttive e decorative del palazzo. Protagonisti sono Cosimo il Vecchio, Piero il Gottoso e Lorenzo il Magnifico, capaci di disegnare la storia della città del Quattrocento e di promuovere la nascita del Rinascimento fiorentino: testimonianza ne è la Cappella dei Magi, sacello prezioso al primo piano del palazzo affrescato sapientemente da Benozzo Gozzoli. Il percorso prosegue nelle altre sale del museo per concludersi con la sfavillante Galleria degli Specchi, che consente di approfondire la "seconda età" del palazzo corrispondente al passaggio di proprietà a metà Seicento alla famiglia Riccardi.

Visita alla mostra Passione Novecento. Da Paul Klee a Damien Hirst

per chi: per giovani e adulti
orari: 16.30
durata: 1h15’

La visita propone un ideale itinerario nell’arte del Novecento, grazie a una rosa di capolavori estre-mamente significativi dei più grandi artisti del secolo: da Klee a Mirò, da Warhol a Hirst senza di-menticare gli italianissimi De Chirico, Guttuso, Burri o Rotella, i partecipanti potranno cogliere le peculiarità della loro poetica e della loro opera apprezzandone esiti particolar-mente rappresenta-tivi, abbracciando in un unico sguardo testimonianze dei linguaggi della pittura, della scultura e della fotografia. Un accento particolare sarà posto sui valori del collezionismo e del mecenatismo, strettamente correlati alla storia di queste opere e, più in generale, allo sviluppo della storia dell'arte nel corso dei secoli.


Museo di Palazzo Vecchio

Percorsi segreti

per chi: per giovani e adulti
orari: 10.00, 11.30, 14.30, 16.00
durata: 1h15’

La proposta consente di visitare alcuni ambienti particolarmente preziosi: fra questi la scala realizzata per volere di Gualtieri di Brienne e ricavata nello spessore della muraglia; lo Studiolo di Francesco I de’ Medici, raffinatissimo scrigno “di cose rare et pretiose”, e lo Scrittoio del padre Cosimo I (più conosciuto come Teso-retto); infine l’imponente struttura a capriate che sorregge il soffitto a cassettoni del Salone dei Cinquecento.


Visita a Palazzo

per chi: per giovani e adulti
orari: 10.30; 15.00; 16,30
durata: 1h15’

Palazzo Vecchio è il cuore di Firenze, simbolo della storia della città. Una storia che comincia nel 1299, quan-do nasce per ospitare i governanti della Firenze medievale, e che conosce un’età dell’oro nel momento in cui la famiglia Medici vi porta la propria residenza trasformandolo in una vera Reggia. La visita permette di comprendere come architetture, arti minori, sculture e dipinti concorrano alla creazione di un unicum ricco e complesso che si è trasformato, stratificato e rinnovato nel corso dei secoli.

Orizzonti. Nuovi sguardi sul palazzo

per chi: per giovani e adulti
orari: 12.00
durata: 1h15’

Palazzo Vecchio è da secoli il cuore pulsante della vita pubblica fiorentina ed è ancora oggi la sede ufficiale del Comune di Firenze, oltre che museo di se stesso con le sue splendide sale monumentali. La visita consentirà di scoprire (o riscoprire) questo magnifico luogo con gli occhi di chi lo ha conosciuto arrivando a Firenze come “nuovo cittadino”. I partecipanti saranno quindi guidati da voci appartenenti a diverse culture a visitare in modo nuovo lo storico palazzo della città.
La visita è proposta nell’ambito del progetto AMIR / Accoglienza Musei Inclusione Relazione, a cura di Co-mune di Fiesole, Comune di Firenze - MUS.E, Istituto degli Innocenti, Fondazione Primo Conti, Stazione Utopia, grazie al sostegno della Fondazione CR Firenze.


In bottega, dipingere in fresco

per chi: per famiglie con bambini dagli 8 ai 12 anni
orari: 15.00; 16.30
durata: 1h15’

“Di tutti gli altri modi che i pittori faccino, il dipingere in muro e` il più maestrevole e bello”. Cosi` Giorgio Vasari presenta la tecnica dell’affresco, considerata fra le più difficili poiché non consente ripensamenti e richiede una perfetta conoscenza dei materiali e dei pigmenti. L’atelier consente di cimentarsi con le diverse fasi di esecuzione di un piccolo affresco, che al termine dell’attività i partecipanti potranno portare via con se´.

Vita di corte

per chi: per famiglie con bambini dai 6 ai 10 anni
orari: 11.30
durata: 1h

Oggi Palazzo Vecchio è un museo, ma nel Cinquecento era la residenza del duca Cosimo I de Medici, di sua moglie Eleonora de Toledo e dei loro undici figli. Attraversando le sale del museo i visitatori potranno non solo ammirare lo splendore della reggia ma anche immaginare i sontuosi banchetti nella Sala Grande e i ter-razzi fioriti come giardini e immergersi nella vita quotidiana dei piccoli principi.

La favola della tartaruga con la vela

per chi: per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni
orari: 10.00
durata: 1h15’

Il duca Cosimo aveva, fra le sue imprese, una particolare predilezione per la tartaruga con la vela, che è infatti onnipresente nelle sale del suo Palazzo. Sarà proprio una piccola tartaruga a raccontare ai bambini un’antica storia che parla di bambini e di tartarughe, di velocità e di lentezza, di prudenza e di saggezza. Al termine della storia i bambini si cimenteranno in una “caccia alla tartaruga con la vela” negli ambienti di Pa-lazzo Vecchio.

Museo Novecento

Opere aperte

per chi: per giovani e adulti
orari: 15.00
durata: 1h15’

Durante la visita il dialogo con le opere e con i visitatori sarà condotto da un gruppo di migranti aderenti al progetto AMIR, giovani provenienti da vari paesi che hanno studiato l’arte del nostro tempo e della nostra penisola mettendola in relazione con la propria storia, le proprie origini, la propria patria. La visita consentirà quindi di avvicinarsi ad alcune opere esposte con gli occhi di chi è giunto a Firenze come “nuovo cittadino”: i visitatori saranno quindi guidati da voci appartenenti a diverse culture e invitati a osservare in modo nuovo le forme, i codici, i significati dell’arte italiana del nostro tempo e comprendere come davvero l’opera d’arte sia “aperta” e “centro attivo di una rete di relazioni inesauribili”. (U. Eco)
La visita è proposta nell’ambito del progetto AMIR / Accoglienza Musei Inclusione Relazione, a cura di Co-mune di Fiesole, Comune di Firenze - MUS.E, Istituto degli Innocenti, Fondazione Primo Conti, Stazione Utopia, grazie al sostegno della Fondazione CR Firenze.

Visita alla mostra Transfer. Tony Cragg

per chi: per giovani e adulti
orari: 12.30, 16.30
durata:1h15’

La visita permette di avvicinarsi all’opera del grande scultore Tony Cragg approfondendo la storia e l'analisi di alcune opere esposte. Sarà delineata la traccia dell'ampia e profonda ricerca sviluppata dall'artista nel corso dei decenni, tesa a esplorare le molteplici potenzialità del linguaggio scultoreo e dei materiali. Tutta l'opera di Cragg può in effetti essere vista come un’ode alle infinite possibilità della “forma” - la cui musa ispiratrice è la natura, che abbraccia tanto il microscopico quanto l’infinito - di volta in volta generata grazie a un'accurata progettazione e a un sapiente impiego della materia.

Forme infinite, infinite metamorfosi

per chi: per famiglie con bambini dai 6 ai 12 anni
orari: 11.00
durata: 1h

Il linguaggio della scultura conosce nel Novecento un’importante trasformazione ampliando infinitamente la rosa di materiali, tecniche e soggetti e offrendo nuove prospettive sul nostro rapporto con l’opera d’arte. Fra i protagonisti di questo profondo rinnovamento si situa indubbiamente Tony Cragg, che ha rivoluzionato il mondo della scultura aprendolo a ricerche, processi ed esiti inattesi. Il percorso in mostra permetterà di approfondire questi aspetti e di apprezzare i maggiori capolavori dello scultore, per poi cimentarsi in un atelier d’arte nel quale sperimentare le possibilità creative e artistiche del disegno e della modellazione di una piccola scultura.


Santa Maria Novella

Visita del complesso di Santa Maria Novella

per chi: per giovani e adulti
orari: 14.00, 15.30
durata: 1h e15’

La visita accompagna il pubblico alla comprensione di un fondamentale capitolo della storia della città di Fi-renze. Un’attenzione peculiare sarà dedicata alla storia dell’ordine domenicano, i cui caratteri teologici sog-giacciono a tutte le vicende architettoniche e artistiche del convento, ma anche alla partecipazione attiva della cittadinanza, che da sempre ha supportato la vita del complesso grazie a lasciti, committenze e patro-nati. Sarà così possibile comprendere le peculiarità storiche ed estetiche dei maggiori capolavori del com-plesso, eseguiti dai maggiori artisti del Medioevo e del Rinascimento: fra questi Giotto, Masaccio, Filippo Brunelleschi, Paolo Uccello, Domenico Ghirlandaio, Filippino Lippi. Il percorso proseguirà nei chiostri e negli altri ambenti del convento, fra cui la sala dell’antico Capitolo, più nota come Cappellone degli Spagnoli.


Complesso delle Murate

Visita al complesso delle Murate alla mostra “Le simmetrie dei desideri”

per chi: per giovani e adulti
orari: 10.00, 11.30
durata: 1h

La visita consente di conoscere la storia delle Murate, dalla sua fondazione come convento femminile per le monache di clausura alla trasformazione in carcere nell’Ottocento fino alla recente qualificazione del complesso come centro artistico, residenziale e polifunzionale. L’itinerario si snoda tra gli spazi delle Murate dedicando una particolare attenzione anche alla mostra “Le simmetrie dei desideri” di Ilaria Turba, che presenta gli esiti del lavoro di ricerca dell’artista intorno agli oggetti come materializzazioni di desideri, di storie e di tensioni immaginarie, in dialogo con la comunità locale.

Cappella Brancacci

Visita alla Cappella Brancacci

per chi: per giovani e adulti
orari: 13.30, 14.30, 15.30
durata: 1h15’

Durante la visita il pubblico potrà approfondire il contesto storico e artistico entro cui gli affreschi della Cap-pella Brancacci – pietra miliare della storia dell’arte rinascimentale – si situano, anche grazie a una serie di apparati multimediali: la narrazione, affiancata da supporti visivi, permetterà così di apprezzare la storia del complesso e di conoscere meglio la storia e l’iconografia del ciclo di affreschi. I visitatori saranno poi accom-pagnati all’ingresso della Cappella per salire in autonomia sui ponteggi dove potranno osservare gli affreschi da vicino, analogamente a quando essi furono eseguiti dagli stessi pittori.


Museo Bardini

Visita al Museo Bardini

per chi: per giovani e adulti
orari: 14.00
durata: 1h

Nel museo si respira la passione che ha animato l’antiquario e connoisseur Stefano Bardini nell’acquisire nel corso della sua vita una quantità così ingente di opere d’arte. La visita permette di conoscere la sua straordinaria collezione, dalle grandi opere – fra cui la Carità di Tino di Camaino o la Madonna dei Cordai di Donatello – alle preziose testimonianze di arti minori quali cassoni, maioliche, tappeti, armi, bronzetti.

Un mondo tutto blu

per chi: per famiglie con bambini dai 7 ai 12 anni
orari: 15.30
durata: 1h’

Il museo Stefano Bardini è un gioiello tutto da scoprire. Era il negozio del “principe degli antiquari” – così ve-niva chiamato Bardini, appunto – che seppe con gusto e bravura conquistare la sua fortuna e la sua fama. L’attività permetterà di scoprire i grandi e piccoli capolavori che il padrone di casa volle disporre secondo un gusto davvero speciale, dipingendo le pareti del colore del cielo, il famoso blu Bardini, e si concluderà con un momento artistico all’insegna del colore Blu.


Informazioni e prenotazioni
Da lunedì 28 novembre a sabato 3 dicembre h 9.30-13.00 e h 14.00-17.00
(attenzione: il servizio non è attivo la domenica mattina).

Tel. 055.2768224

Mail info@musefirenze.it
Web www.musefirenze.it
28/11/2022 10.33 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Il 30 novembre illumina il web contro la pena di morte nel mondo!
Luci su Palazzo Medici Riccardi e sulle Porte dei viali a Firenze. Comune e Città Metropolitana sono "Città per la vita". I dati e le iniziative con Sant'Egidio. Una pubblicazione della Regione Toscana. La preghiera nelle comunità religiose Il 30 novembre è la giornata internazionale per l'abolizione della pena di morte, in ricordo della prima volta in cui uno Stato, il Granducato di Toscana, il 30 novembre 1786, ha deciso di non uccidere né torturare più nessuno in nome della legge e della giustizia. Dal 2012, grazie alla campagna 'Città per la vita' che, su iniziativa di Sant'Egidio, ha messo in rete oltre duemila città del pianeta, si sono fatti ulteriori passi avanti per fermare la pena capitale.
Quest'anno ciascuno potrà “illuminare” con un gesto la campagna di moratoria, cioè di richiesta della sospensione della pena capitale nei Paesi che la mantengono in vista di un ripensamento. Sant'Egidio, con la Città Metropolitana di Firenze, lancia l'iniziativa "Illumina il web contro la pena di morte nel mondo". Chiunque infatti, nella giornata del 30 novembre, può scattare una foto, anche in gruppo, con una luce, una lampada o candela, anche davanti ad un luogo significativo della propria realtà locale (un monumento, un luogo di culto o dove si preferisce), per condividerlo sul web e sui social che di solito utilizza.
Insieme a questo si potranno postare le foto sia sul sito web nodeathpenalty.santegidio.org/, sia su Facebook (https://facebook.com/CitiesForLife) sia tramite l'account Twitter @CitiesforLife (twitter.com/citiesforlife). Disponibile anche Instagram (www.instagram.com/sant.egidio)

L'invito è stato rilanciato a livello mondiale sia da Death Penalty Action (che raggiunge più di 100.000 email) sia da change.org

Nella mobilitazione internazionale, anche nel segno delle "Città per la Vita - Città contro la pena di morte", numerose realtà locali partecipano con alcuni segni: ad esempio la Città Metropolitana di Firenze illuminerà Palazzo Medici Riccardi di bianco e di rosso), il Comune di Firenze le porte sui viali e nel carcere di Sollicciano, da anni testimonial della campagna di moratoria, si terranno in questi giorni due incontri con rappresentanti religiosi, istituzionali e della direzione dell'istituto, grazie ai quali ai detenuti sarà offerta una pubblicazione, editata dalla Regione Toscana, con gli interventi contro la pena di morte di quanti, negli scorsi anni, hanno preso la parola a Firenze, in particolare a Sollicciano, negli incontri per la moratoria.

Attive in Toscana circa 360 corrisponenze con detenuti di diverse aree del mondo.

Il 30 novembre religiosi, parroci, imam e amici di diverse fedi sono stati invitati a inserire un'intenzione nelle preghiere personali e comunitarie per la salvezza di tutti i condannati a morte.

Venerdì 18 novembre 2022 si è svolto un collegamento con gli attivisti dell'Ohio, grazie al rapporto che Sant'Egidio Todaro ha fatto crescere in questi anni con gli amici dell'Ohio Faith Table. Dello scorso novembre gli intervento del Sindaco Dario Nardella e del Presidente della Regione Eugenio Giani per i Deputati dell'Ohio nel quadro di una sensibilizzazione in vista dell'eliminazione della pena di morte nell'ordinamento del Paese Usa.


In allegato: il logo di Città per la vita, un grafico sulla pena di morte nel mondo e un dossier con i dati più recenti sulla pena capitale
28/11/2022 17.01 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Notiziario della viabilità di marterdì 29 novembre 2022
Principali cantieri previsti sulle strade della Città Metropolitana di Firenze. Le ultime novità nella zona dell'Empolese (Sp 51 di Val d'Orme) e sulla Sgc Firenze-Pisa-Livorno
Novità

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per Lavori di ripristino della pavimentazione stradale, chiusura della carreggiata con orario 22:00/06:00, nel tratto tra gli svincoli di San Miniato e Santa Croce in direzione Mare, fino al 02/12/2022.

Sulla strada provinciale 51 di Val d'Orme per lavori di pavimentazione stradale, senso unico alternato, nel tratto dal km 2+300 al Km 2+600 nel Comune di Empoli, fino al 02/12/2022.


Mugello

Sulla strada provinciale 129 Masso Rondinaio per costruzione di una rotatoria, sensi unici alternati e deviazioni, nel tratto all´intersezione con la SP503 Del Passo del Giogo nel comune di Scarperia e San Piero, fino al 31/01/2023.

Sulla strada provinciale 503 del Passo del Giogo per costruzione di una rotatoria, sensi unici alternati e deviazioni, nel tratto intersezione fra la SP129 di Massorondinaio al km. 32+900 circa nel comune di Scarperia e San Piero, fino al 31/01/2023.

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per verifiche e lavori sulle strutture del ponte, divieto di transito, in entrambi i sensi di marcia, per i veicoli aventi massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, nel tratto ponte posto al km 27+930, nel Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 31/12/2022.
Proroga ordinanza n° 1531 del 23/06/2022

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per installazione della segnaletica stradale verticale ed orizzontale, senso unico alternato, nel tratto km 27+930 Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 31/12/2022.
Proroga ordinanza n° 1532 del 23/06/2022

Sulla strada provinciale 551 traversa del Mugello per ammaloramento di un pozzetto Telecom Italia Spa, senso unico alternato, nel tratto al km 4+160 circa nel Comune di Scarperia e San Piero, fino al 31/12/2022.
fino al venire meno delle condizioni di pericolo

Sulla strada provinciale 116 Firenzuola-Passo della Futa per costruzione di nuova rotatoria, senso unico alternato con deviazioni in loco, nel tratto al km. 1+550 all´intersezione con la strada comunale Sigliola-Greta nel comune di Firenzuola, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 8 Militare per Barberino di Mugello per lavori di potatura ed abbattimento di piante, senso unico alternato e chiusure temporanee in tratti diversi e saltuari orario 07:00-18:00, nel tratto nel comune di Barberino di Mugello, fino al 23/12/2022.

Sulla strada provinciale 36 di Montepiano per lavori di potatura ed abbattimento di piante, senso unico alternato e chiusure temporanee in tratti diversi e saltuari orario 07:00-18:00, nel tratto nel comune di Barberino di Mugello, fino al 23/12/2022.

Sulla strada provinciale 477 dell'Alpe di Casaglia per ricostruzione dell´impianto di illuminazione pubblica, senso unico alternato, nel tratto dal Km. 0+000 al Km. 1+000 nel Comune di Palazzuolo Sul Senio, fino al 09/12/2022.

Sulla strada provinciale 306 Casolana-Riolese per ricostruzione dell´impianto di illuminazione pubblica, senso unico alternato, nel tratto dal Km. 36+300 al Km. 36+75 nel Comune di Palazzuolo Sul Senio, fino al 09/12/2022.

Sulla strada provinciale 58 Piancaldolese per ripristino del sistema di smaltimento delle acque meteoriche, senso unico alternato, nel tratto tratti diversi e saltuari nel comune di Firenzuola, fino al 30/11/2022.

Sulla strada provinciale 103 di Bivigliano per lavori urgenti di scavo per posa cavi fibra ottica e posa pozzetti, senso unico alternato con orario lavori 08:30/18:00, nel tratto dal km 2+165 al km 4+560 circa, Comune di Vaglia, fino al 30/11/2022.


Valdarno

Sulla strada provinciale 89 bis per intervento di adeguamento del ponte sull?Arno in località Pian dell?Isola in relazione ai lavori di realizzazione delle Casse di Espansione di Figline-Lotto n.4, senso unico alternato, nel tratto in corrispondenza del ponte sul Fiume Arno in località Pian dell´Isola, nei Comuni di Figline ed Incisa Valdarno e di Reggello, fino al 30/06/2023.

Sulla strada provinciale 85 di Vallombrosa per potatura e taglio piante, senso unico alternato orario 06:00/18:00, nel tratto dal km 5+900 al km 14+000 circa nel Comune di Reggello, fino al 18/04/2023.

Sulla strada provinciale 87 Ponte Matassino-Reggello per lavori pubblici per la realizzazione della nuova viabilità di collegamento fra le aree urbane dell?abitato di Vaggio, senso unico alternato, nel tratto dal km 3+310 al km 3+439 circa, nel Comune di Reggello, fino al 11/02/2023.
Rettifica ordinanza n° 287 del 10/02/2022

Sulla strada provinciale 16 Chianti-Valdarno per lavori di ripristino del piano viabile, senso unico alternato, nel tratto in tratti saltuari e diversi, dal km 0+000 al km 16+000 circa, nel Comune di Figline Incisa V.no, fino al 30/12/2022.

Sulla strada provinciale 95 del Castagno per lavori di ripristino definitivo del tappeto, senso unico alternato, nel tratto dal km 0+230 al km 0+490 circa nel Comune di San Godenzo, fino al 09/12/2022.


Chianti Val di Pesa

Sulla strada provinciale 93 Certaldese I per motivi plano-altimetrici, divieto di transito per i veicoli di massa a pieno carico superiore alle 7,5 tonnellate, nel tratto dal Km 0+000 al km 2+150 e dal km3+550 al km8+900, nel Comune di San Casciano Val di Pesa, fino al 31/12/2023.

Sulla strada provinciale 70 Imprunetana per Pozzolatico per lavori di regimazione idraulica delle acque superficiali e ripristino muro franato, senso unico alternato, nel tratto dal km 3+400 al km 3+700 circa, nel Comune di Impruneta, fino al 31/12/2023.
Fino a termine lavori

Sulla strada regionale 429 di Val d'Elsa per creare condizioni di maggiore sicurezza, restringimento della carreggiata con segnaletica orizzontale strisce gialle, nel tratto dal km44+550 al km44+650 in Comune di Barberino Tavarnelle , fino al 31/12/2023.
Fino al termine dei lavori

Sulla strada provinciale 4 Volterrana per creare condizioni di maggiore sicurezza, restringimento della carreggiata con segnaletica orizzontale strisce gialle, nel tratto dal km7+180 al km7+380 in Comune di San Casciano Val di Pesa , fino al 31/12/2023.
Fino al termine dei lavori

Sulla strada regionale 222 Chiantigiana per creare condizioni di maggiore sicurezza, restringimento della carreggiata con segnaletica orizzontale strisce gialle, nel tratto dal km19+800 al km19+900 in Comune di Greve in Chianti, fino al 31/12/2023.
Fino al termine dei lavori

Sulla strada provinciale 4 Volterrana per creare condizioni di maggiore sicurezza, senso unico alternato, nel tratto dal km7+180 al km7+380 in Comune di San Casciano Val di Pesa , fino al 31/12/2023.
Rettifica ordinanza n° 2535 del 10/10/2022

Sulla strada provinciale 66 della Panca o Pancuccia per lavori di sistemazione frana di valle, senso unico alternato, nel tratto al km 6+250 circa, nel Comune di Greve in Chianti, fino al 30/04/2023.

Sulla strada provinciale 3 Chiantigiana per Val di Greve per caratteristiche geometriche della strada allo scopo di creare condizioni di maggiore sicurezza , senso unico alternato , nel tratto dal km 11+800 al km 11+850 circa, nel Comune di Greve in Chianti, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 70 Imprunetana per Pozzolatico per lavori di messa in sicurezza della strada interessata da movimento franoso, senso unico alternato, nel tratto dal km 4+600 al km 4+900 circa, nel Comune di Impruneta, fino al 31/12/2022.
Fino a termine lavori

Sulla strada provinciale 16 Chianti-Valdarno per interventi di rifacimento dei cordoli ed il ripristino delle protezioni laterali (guard rail), senso unico alternato, nel tratto al km 0+600 circa nel Comune di Greve in Chianti, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 92 Grevigiana per Mercatale per lavori di ripristini stradali, senso unico alternato con orario 08:00/18:00, nel tratto dal km 9+660 al km 9+800 circa nel Comune di San Casciano Val di Pesa, fino al 16/12/2022.

Sulla strada provinciale 4 Volterrana per lavori di ripristini stradali, senso unico alternato con orario 08:00-18:00, nel tratto dal km 6+275 al km 6+500 circa in località La Romola nel Comune di San Casciano Val di Pesa, fino al 16/12/2022.


Area fiorentina

Sulla strada provinciale 55 di Vincigliata per lavori di messa in sicurezza della strada interessata da movimento franoso, senso unico alternato, nel tratto dal km 1+500 al km 1+900 circa, nel Comune di Fiesole, fino al 31/12/2022.
Fino a termine lavori

Sulla strada provinciale 45 di Comeana per interventi di consolidamento strutturale del ponte, divieto di transito per i veicoli di massa a pieno carico superiore a 26 tonnellate con transito in centro carreggiata e senso unico alternato , nel tratto sul ponte al Km 3+200, nel Comune di Signa - precedenza per chi transita in direzione Carmignano, fino al 31/12/2022.
Revoca dell'ordinanza n°769

Sulla strada provinciale 55 di Vincigliata per maggiore sicurezza , istituzione del segnale di Obbligo a Diritto, nel tratto al km 1+970 per i veicoli con direzione Fiesole, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 110 di Montebeni per maggiore sicurezza , istituzione del segnale di STOP, nel tratto al Km 0+000 Comune di Fiesole, fino al 31/12/2022.

Sulla strada regionale 2 Cassia per effettuare lavori di dismissione IDL Bottai e nuova adduttrice Galuzzo-Tavarnuzze, senso unico alternato, nel tratto dal km 291+500 al km 291+660 circa, nel Comune di Impruneta, fino al 31/12/2022.

Sulla strada regionale 2 Cassia per lavori di messa in sicurezza della strada interessata da movimento franoso, senso unico alternato, nel tratto dal km 261+500 al km 261+700 circa, nel Comune di Barberino Tavarnelle, fino al 31/12/2022.
Fino a termine lavori

Sulla strada provinciale 54 dei Bosconi per di frana muro sotto scarpa, senso unico alternato, nel tratto dal km 3+250 al km 3+550 circa, Comune di Fiesole, fino al 31/12/2022.
Durata del provvedimento da definire

Sulla strada provinciale 56 del Brollo e del Poggio alla Croce per opere di realizzazione della Variante di Grassina, Deviazione provvisoria del traffico, nel tratto rampa ovest rotatoria "Ghiacciaia" in corrispondenza del km 20+300 circa nel Comune di Bagno a Ripoli, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 55 di Vincigliata per manutenzione ordinaria rifacimento facciata, senso unico alternato, nel tratto al Km 3+300 nel Comune di Fiesole, fino al 23/12/2022.

Sulla strada regionale 2 Cassia per interventi di asfaltatura, senso unico alternato, nel tratto dal km 291+450 al km 291+660 circa e dal km 292+000 al km 292+840 circa nei Comuni di Impruneta e di Firenze , fino al 09/12/2022.

Sulla strada provinciale 53 San Domenico Fiesole per lavori di asfaltatura, senso unico alternato, nel tratto dal km 0+000 al km 2+350 circa nel Comune di Fiesole, fino al 07/12/2022.

Sulla strada provinciale 53 San Domenico Fiesole per lavori di asfaltatura, senso unico alternato e divieto di sosta , nel tratto dal km 0+000 al km 2+350 circa nel Comune di Fiesole , fino al 07/12/2022.
Rettifica ordinanza n° 2744 del 02/11/2022

Sulla strada provinciale 49 Certaldo-Tavarnelle per lavori di ripristino del manto stradale, senso unico alternato con orario 07:30/17:30, nel tratto dal km 0+100 al km 1+300 circa, in località Fiano nel Comune di Cerrtaldo, fino al 02/12/2022.

Sulla strada provinciale 130 panoramica di Monte Morello per Manutenzione, senso unico alternato, nel tratto dal km 7+150 al km 7+250 circa, nel Comune di Sesto Fiorentino, fino al 01/12/2022.


Fi-Pi-Li

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per Interventi di adeguamento e messa in sicurezza - Lotto II/b dal km 19+070 al km 22+180, La chiusura della carreggiata e della rampa di ingresso Empoli est in direzione Firenze e Istituzione di un doppio senso di circolazione nella direzione opposta con orario 06:00/2200, nel tratto tra il km 22+700 al km 20+100 in direzione Firenze per la chiusura e dal km 20+300 al km 21+800 in direzione Mare per il doppio senso di circolazione, fino al 07/12/2022.

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per Lavori di ripristino della pavimentazione stradale, chiusura della carreggiata con orario 22:00/06:00, nel tratto tra gli svincoli di Empoli Ovest e Empoli Centro in direzione Firenze, fino al 29/11/2022.


Empolese-Valdelsa

Sulla strada provinciale 12 Val di Pesa per motivi altimetrici, pendenze eccessive, divieto di transito per i veicoli di massa a pieno carico superiore alle 7,5 tonnellate, nel tratto dal Km 0+000 al km 6+600, nel Comune di San Casciano Val di Pesa, fino al 31/12/2023.

Sulla strada per sfalcio erba ed abbattimento alberature, senso unico alternato tratti saltuari e diversi orario 08:00/19:00, nel tratto tutte le strade provinciali e regionali di competenza del Centro Operativo di Bassa della Zona 3 Manutenzione Empolese-Valdelsa, fino al 31/01/2023.
Comuni Castelfiorentino, Montespertoli, Fucecchio, Cerreto Guidi, Vinci, Empoli, Montelupo Fiorentino e Capraia e Limite

Sulla strada provinciale 79 Lucardese per movimento franoso lato valle, senso unico alternato, nel tratto al km 10+200 circa, nel Comune di Certaldo, fino al 31/12/2022.
Fino al ripristino delle normali condizioni di viabilità

Sulla strada provinciale 79 Lucardese per movimenti franosi e caratteristiche geometriche della strada presenti in quei tratti, divieto di transito ai veicoli con massa complessiva superiore a 35 quintali, nel tratto dal km 10+000 al km 11+670 circa nel Comune di Certaldo, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 79 Lucardese per movimento franoso di valle, senso unico alternato, nel tratto al km 7+500 circa nel Comune di Certaldo, fino al 31/12/2022.
Durata del provvedimento da definire

Sulla strada provinciale 4 Volterrana per movimento franoso, senso unico alternato con direzione da Montespertoli verso Castelfiorentino, nel tratto dal km 25+300 al km 25+400 circa, nel Comune di Montespertoli, fino al 31/12/2022.
vecchio tracciato - fino a termine necessità

Sulla strada provinciale 52 Salaiola per muro pericolante, senso unico alternato, nel tratto al km 4+150 circa, nel Comune di Empoli, fino al 31/12/2022.
Fino a termine lavori Rettifica ordinanza n° 550

Sulla strada per manutenzione stradale, senso unico alternato, nel tratto tutte le strade provinciali e regionali di competenza del Centro Operativo di Bassa della Zona Manutenzione 3 Empolese-Valdelsa, fino al 31/12/2022.
Comuni di Montespertoli,Castelfiorentino,Fucecchio,Cerreto Guidi,di Empoli,Vinci, Montelupo Fiorentino,Capraia e Limite

Sulla strada provinciale 4 Volterrana per lavori di riparazione barriere, senso unico alternato, nel tratto saltuari e diversi nei Comuni di Montespertoli, Castelfiorentino, Gambassi Terme, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 11 Pisana per Fucecchio per riparazione barriere, senso unico alternato, nel tratto saltuari e diversi nei Comuni di Empoli e Fucecchio, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 13 Montalbano per riparazione barriere, senso unico alternato, nel tratto saltuari e diversi nei Comuni di Empoli e Vinci, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 15 Lucchese-Romana per riparazione barriere, senso unico alternato, nel tratto saltuari e diversi nel Comune di Fucecchio , fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 26 delle Colline per riparazione barriere, senso unico alternato, nel tratto saltuari e diversi nel Comune di Fucecchio e Montaione, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 43 di Pietramarina per riparazione barriere, senso unico alternato, nel tratto saltuari e diversi nei comuni di Vinci e Empoli, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 46 di Rimorti o di Val d'Orlo per riparazione barriere, senso unico alternato, nel tratto saltuari e diversi nel Comune di Castelfiorentino, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 112 della Molla per riparazione barriere, senso unico alternato, nel tratto saltuari e diversi nel Comune di Empoli, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 128 tangenziale Ovest di Empoli per riparazione barriere, senso unico alternato, nel tratto saltuari e diversi nel Comune di Empoli, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 93 Certaldese I per presenza di deformazioni del piano viario, limitazione di velocità a 30 km/h, nel tratto dal km 4+200 al km 5+150 circa, nel Comune di San Casciano Val di Pesa, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 31 traversa di Cerreto Guidi per abbattimento barriere architettoniche e rifacimento marciapiede, senso unico alternato con orario 07:30/17:30, nel tratto dal km 2+430 al Km 2+680 nel Comune di Cerreto Guidi, fino al 23/12/2022.

Sulla strada provinciale 4 Volterrana per lavori di realizzazione marciapiede, senso unico alternato, nel tratto dal km 16+085 al Km 15+970 nel Comune di Montespertoli, fino al 12/12/2022.

Sulla strada provinciale 10 Val d'Elsa per sostituzione Gruppo Riduzione Gas, chiusura al transito veicolare in entrambi i sensi di marcia ed istituzione senso unico alternato, nel tratto dal km 0+120 al Km 0+143 nel Comune di Empoli , fino al 05/12/2022.

Sulla strada provinciale 125 Certaldo-Lungagnata-Montespertoli per lavori di pavimentazione stradale, senso unico alternato, nel tratto dal km 2+000 al Km 5+000 nel Comune di Certaldo , fino al 30/11/2022.

Sulla strada provinciale 46 di Rimorti o di Val d'Orlo per lavori di pavimentazione stradale, senso unico alternato, nel tratto dal km 5+000 al Km 10+300 nei Comuni di Castelfiorentino e Montaione, fino al 30/11/2022.

Sulla strada provinciale 81 Cipollatico-San Pancrazio per allacciamento rete gas metano, senso unico alternato, nel tratto al km 4+145 circa nel Comune di Montespertoli, fino al 30/11/2022.

Sulla strada per taglio e rimozione delle piante, senso unico alternato in tratti saltuari e diversi con orario 08:00/19:00, nel tratto tutte le strade provinciali e regionali di competenza del Centro Operativo di Castelfiorentino della Zona 3 Manutenzione Empolese-Valdelsa, fino al 30/11/2022.
Comuni di Montaione, Castelfiorentino, Gambassi Terme, Certaldo, Empoli e Montespertoli

Sulla strada provinciale 11 Pisana per Fucecchio per lavori di sostituzione giunti, senso unico alternato, nel tratto dal km 16+000 al km 17+020 circa nel Comune di Fucecchio , fino al 30/11/2022.

Sulla strada provinciale 11 Pisana per Fucecchio per sostituzione giunti viadotti, senso unico alternato, nel tratto dal km 14+500 al km 17+020 circa nel Comune di Fucecchio, fino al 30/11/2022.
Rettifica ordinanza n° 2694 del 27/10/2022

Sulla strada provinciale 111 di Massarella per estensione rete gas metano e collegamenti, senso unico alternato, nel tratto dal km 3+000 al km 5+500 nel Comune di Fucecchio, fino al 30/11/2022.


Obbligo di catene o di pneumatici invernali

''obbligo di Catene o pneumatici invernaliSulle strade di competenza della Città Metropolitana di Firenze e sulla Fi-Pi-Li dal 15 novembre al 15 aprile di ogni anno è in vigore l'obbligo per i veicoli di cui all'art. 54 del D.Lgs. 285/1992 (autoveicoli), di avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli o di essere muniti di pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o ghiaccio, adeguati al tipo di veicolo in uso.

Elenco tratte stradali interessate''
http://met.cittametropolitana.fi.it/public/misc/20201113121914165.pdf


Nota: Le notizie contenute in questa pagina sono fornite in base alla programmazione dei lavori stradali. A seguito delle condizioni meteo o di esigenze dei cantieri possono verificarsi situazioni diverse da quelle indicate.

29/11/2022 9.58 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Scuole nella Metrocittà Firenze e il benessere nell'adolescenza - Video
"Insieme all'ambiente è una grande fonte di apprendimento". Il progetto Avatar in Palazzo Medici Riccardi Avatar: un network tra le diverse figure e ambienti che ruotano intorno agli studenti (famiglia, scuola, amici, comunità). "Il benessere nell'adolescenza: relazione tra ricerca, scuola e istituzioni" al centro di un convegno promosso dal Ministero dell'Istruzione e svoltosi nella Sala Luca Giordano in Palazzo Medici Riccardi, venerdì 25 novembre 2022. Qui si sono confrontati studiosi di diversi ambiti, dalla medicina, alla ricerca, alla comunità educante, sul tema della scuola come ambiente per favorire il benessere.
Sono intervenuti, fra gli altri, il consigliere delegato della Città Metropolitana Massimo Fratini che ha mostrato le immagini del nuovo polo scolastico di imminente costruzione nel Quartiere 4, Meucci-Galilei, e che ha posto l'accento sull'importanza dello spazio non solo dal punto di vista architettonico ma anche come sintesi di dinamiche socio-relazionali positive. Mimma Dardano, presidente della Commissione delle politiche sociali del Comune di Firenze, ha sottolineato che si apprende attraverso l'ambiente. L'apprendimento cognitivo non riguarda solo i contenuti, ma anche il contesto.
Il musicista Lorenzo Fratini, che si occupa del coro del teatro del Maggio musicale fiorentino, ha insistito sull'importanza del concetto di ascolto favorito dalla pratica della musica a scuola e fuori scuola.
Pierluigi Festa, cardiologo pediatrico, pone l'attenzione sullo sport come momento di psico socialità, dal quale non si dovrebbe mai essere "esonerati", come spesso accade.
Sono intervenuti i dirigenti scolastici Mario Battiato del "Ghandi" di Prato e Alessandro Giorni del "Galilei" di Firenze, che dibattono il primo sull'importanza delle relazioni con il territorio, il secondo sulla centralità dello studente. Dice Giorni: "Tutto ciò che si fa, si fa per lo studente". Questi due interventi hanno sviluppato tracce del discorso introduttivo del Dirigente amministrativo dell'Ufficio scolastico Roberto Curtolo.
Nel pomeriggio la presentazione del libro a piu voci: "Il benessere come paradigma dell'apprendimento" a cura del gruppo di progetto Avatar. Presentato qualche esempio concreto dell'attuazione del progetto Avatar, progetto sviluppato dall’Istituto di Fisiologia Clinica del Cnr di Pisa, che ha l’obiettivo di potenziare e valutare il benessere degli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. Come sottolineato dal responsabile del progetto, il Dr. Alessandro Pingitore, “la collaborazione tra Ricerca e Scuola diventa in Avatar elemento caratterizzante, rendendolo uno strumento per la definizione di un modello condiviso di educazione alla salute, sia a livello nazionale, sia a livello di territorio, con la volontà di far uscire la ricerca dai tradizionali schemi dei progetti e portarla a servizio della Società, in questo caso scolastica, ma non solo".

Su https://youtu.be/rkpxLk6V778 il video di Domenico Costanzo (Ufficio Stampa Città Metropolitana di Firenze) utilizzabile da social e media
28/11/2022 10.49 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze La Città Metropolitana di Firenze per Paolo Rossi
La presentazione ed inaugurazione della mostra sulla vita di "Pablito" si è tenuta nella Sala Luca Giordano e nella Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi. Visitabile fino al 30 novembre dalle 9 alle 19. Ingresso gratuito. Nei locali dell'ex Circolo anche un'esposizione per ricordare le vittime dello Sport durante la dittatura nazifascista A distanza di 40 anni dalla vittoria del Campionato del Mondo 1982, con il sostegno di Intesa Sanpaolo, per volontà della Citta Metropolitana di Firenze, che ha finanziato con 25 mila euro l’esposizione, e con i patrocini di Fifa, Coni e Fifc, la mostra dedicata a Paolo Rossi è stata installata nella prestigiosa cornice della Galleria delle Carrozze al Palazzo Medici Riccardi di Firenze, sede della Metrocittà, ad ingresso gratuito dal 18 al 30 di Novembre 2022.

Il consigliere della Città Metropolitana di Firenze delegato allo Sport, Nicola Armentano insieme con Federica Cappelletti, i compagni di squadra Giancarlo Antognoni e Giovanni Galli, il Direttore Marco Schembri e il Direttore Commerciale Retail Toscana e Umbria di Intesa Sanpaolo Andrea Prandini, la consigliera della Metrocittà delegata allo Sport Letizia Perini, presenti all'inaugurazione non solo per ricordare quel magico periodo storico ma anche per aprire ufficialmente la tappa della mostra “Paolo Rossi, un Ragazzo d’Oro” a Firenze. Con loro anche Walter Veltroni; Francesco Rucco, Sindaco di Vicenza; Ugo Ercoli, Presidente Unione Veterani dello Sport.

Commosso l’intervento del consigliere delegato allo Sport della Città Metropolitana di Firenze Nicola Armentano: “I sogni animano la vita di tutti noi. Manteniamo un impegno per un grande campione, semplice vero e gentile. Siamo felici di ospitare questa mostra negli spazi prestigiosi di Palazzo Medici Riccardi e in segno di profonda gratitudine al grande campione illumineremo di blu il Palazzo Medici Riccardi, proprio per ricordare l’epica vittoria dell’Italia ai Mondiali del 1982.

Grazie a tutti, in particolare all’Unione Nazionale Veterani dello Sport, al curatore Paolo Allegretti, all’Archivio 'Lanzini e Amici di Contea' per il prezioso ed interessante materiale messo a disposizione in una mostra contigua a quella su Pablito, aperta nei locali di Palazzo Medici Riccardi in via dei Ginori, sugli atleti che hanno fatto resistenza durante la guerra e la dittatura. Oggi si intrecciano sport e storia, attraverso le biografie di questi sportivi, giovani e donne, possiamo leggere con opportuni strumenti, la storia del nostro paese e dell’Europa, in periodi cruciali di grande trasformazione”.

L’illuminazione è stata curata da Firenze Smart.

Le foto su: https://met.cittametropolitana.fi.it/news.aspx?id=361704

Su: https://youtu.be/cHBQACItaKg il video di Florence Tv utilizzabile da canali sociali e media
21/11/2022 12.30 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze “Oltre la Vittoria”, atlete e atleti nella barbarie della seconda guerra mondiale: “I Toscani campioni nella memoria”
Mostra in Città Metropolitana di Firenze dal 18 al 29 novembre, tra sport, cultura e memoria. Inaugurazione venerdì 18 novembre alle 12.30 in Palazzo Medici Riccardi “Oltre la Vittoria”, atlete e atleti nella barbarie della seconda guerra mondiale: “I Toscani campioni nella memoria”. E' questo il titolo della mostra che sarà allestita nei locali dell'ex circolo della Città Metropolitana di Firenze (ingresso da via dei Ginori 14) dal 18 al 29 novembre, tra sport, cultura e memoria. La Metrocittà ha patrocinato e finanziato l'esposizione.
Questa mostra "è una novità assoluta per l’Italia e da quello che ci risulta anche in Europa - dicono gli organizzatori dell'Unione Veterani dello Sport - Sono stati individuati aspetti della Seconda Guerra Mondiale in cui sono stati coinvolte le donne e gli uomini di sport: i discriminati; gli ebrei; gli esuli istriani giuliani, dalmati; i militari alleati che hanno combattuto in Italia e vi sono morti o sono stati fatti prigionieri; i Monument’s men cioè’ coloro che si sono dedicati al recupero delle opere d’arte trafugate dai nazifascisti; i militari italiani combattenti, gli I.M.I. internati militari Italiani; i P.O.W. gli italiani prigionieri di guerra degli eserciti alleati; i partigiani e gli oppositori al regime; ed infine le vittime civili ed i Vigili del Fuoco".
Estrapolato così dall'Archivio dell'Unione, su oltre 3.200 atleti di 40 nazionalità e di 57 discipline sportive diverse, solo i toscani o coloro che sono stati in Toscana e che compongono la mostra formata da 78 pannelli. Il curatore Paolo Allegretti della U.n.v.s. Unione Nazionale Veterani dello Sport sezione Oreste Gelli di Firenze spiega che "il lavoro svolto con il comitato scientifico è dedicato alla storia e cultura dello sport e rivolto alla città di Firenze, alla Toscana ed a chi in Italia vorrà approfondire il tema della memoria". La mostra è patrocinata da Città Metropolitana di Firenze, Coni Toscana, Sport e Salute e Uisp Comitato di Firenze.
Ingresso mostra via Ginori, 14 Firenze – tutti i giorni dal 18 al 29 novembre orario 9/19. Inaugurazione venerdì 18 novembre ore 12,30 Palazzo Medici Riccardi, Firenze.
16/11/2022 14.17 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Firenze Firenze. Ultima variazione di bilancio: 2,7 milioni di spesa in più per il caro energia
Approvata la delibera dell’assessore Bettarini: “Aumentati i costi energetici ma i conti del Comune sono in ordine. Diamo una grande attenzione agli investimenti, fra cui la pista indoor per lo stadio Ridolfi” Ultima variazione del bilancio 2022, approvata oggi in Consiglio comunale, per recepire uno scostamento rispetto alle previsioni con maggiori entrate ma anche con maggiori uscite che derivano principalmente dal caro energia e dall’aumento delle necessità legate al welfare.

La delibera, portata in aula dall’assessore al bilancio Giovanni Bettarini, recepisce per l’anno 2022 maggiori spese “per la situazione che stiamo vivendo, fra cui quelle per il caro energia che comporta 2,7 milioni in più rispetto a quanto previsto” ha detto Bettarini. “Ma abbiamo mantenuto i conti in ordine garantendo una grande attenzione agli investimenti, fra cui mi preme mettere in evidenza la nuova pista indoor per lo stadio Ridolfi e nuove piste ciclabili”.

La variazione di bilancio contiene fra le altre cose minori entrate rispetto alla previsione dai proventi dei contrassegni ztl degli autobus (- 1,2 milioni del previsto), un calo dai proventi per rimozioni e depositeria veicoli (meno 0,7 milioni) e dai proventi della gestione cimiteriale (meno 0,7 milioni). Contemporaneamente si sono registrate maggiori spese rispetto alle previsioni, tra cui quelle relative al welfare, finanziate essenzialmente con le maggiori entrate derivanti da trasferimenti da enti pubblici. Maggiori spese anche per le utenze comunali e l’illuminazione pubblica, aumentate per il caro energia di 2,7 milioni rispetto alle previsioni.

Al tempo stesso, ha spiegato ancora Bettarini, ci sono state però maggiori entrate derivanti dall’imposta di soggiorno per 3 milioni di euro, a cui si aggiungono trasferimenti dello Stato per 1,8 milioni, oltre a quasi tre milioni di euro come contributo compensativo dell’imposta di soggiorno.
29/11/2022 9.59 Comune di Firenze
Comune di Scandicci Scandicci. Servizi educativi: dall’1 al 15 dicembre le iscrizioni alla seconda graduatoria, per assegnare i 29 posti ancora disponibili in nidi e spazi gioco comunali e convenzionati
Graduatoria prima della fine dell’anno per garantire gli inserimenti di chi è ammesso entro gennaio Da giovedì 1 a giovedì 15 dicembre 2022 riaprono le domande di iscrizione agli asili nido e spazi gioco del Comune di Scandicci, per assegnare i 29 posti ancora disponibili nelle strutture comunali e convenzionate. Le famiglie possono presentare domanda per i bambini residenti nel Comune di Scandicci nelle seguenti fasce d’età: nati dall’1 settembre 2021 al 30 settembre 2022 (piccoli), nati dall’1 gennaio 2021 al 31 agosto 2021 (medi), nati dal 1 gennaio 2020 al 31 dicembre 2020 (grandi).

La doppia iscrizione ai servizi educativi di Scandicci è una novità introdotta nel 2022 dal Piano educativo comunale 2022/2023 approvato dalla Giunta, al fine di inserire nella seconda graduatoria per l’assegnazione dei posti ancora disponibili in questo periodo dell’anno sia i bambini rimasti esclusi con la prima graduatoria, sia coloro che ancora non avevano l’età per essere iscritti. La seconda graduatoria avrà validità fino al 31 marzo 2023.
L’ammissione dei bambini ai servizi educativi per la prima infanzia comunali (nidi d’infanzia e spazi gioco), viene effettuata attraverso la formulazione di una graduatoria di priorità articolata per fasce di età e avviene scorrendo la graduatoria in ordine di punteggio in rapporto alla ricettività dei servizi. Al momento della comunicazione dell’assegnazione, inviata per mail, all’indirizzo indicato nella domanda di iscrizione sono assegnati 5 giorni lavorativi per comunicare l’accettazione o la rinuncia. La mancata risposta entro i termini, per non bloccare lo scorrimento delle assegnazioni, è considerata rinuncia.
La domanda deve essere presentata dal genitore, o da un tutore esercente la potestà genitoriale, residente con il/la bambino/a a Scandicci nello stesso nucleo familiare, esclusivamente online mediante l’accesso al portale web dedicato collegandosi al seguente link a partire dal 1 dicembre 2022: https://www.schoolesuite.it/default1/NSC_Login.aspx?installation_code=scandicci

Tutte le informazioni necessarie al seguente link: https://servizi-scandicci.055055.it/servizi-educativi/seconda-graduatoria .
29/11/2022 15.06 Comune di Scandicci
Città Metropolitana di Firenze Cooperazione internazionale: contributi straordinari della Metrocittà Firenze a favore dei Comuni del territorio
Le domande dovranno essere presentate via pec al seguente indirizzo: cittametropolitana.fi@postacert.toscana.it entro e non oltre il 30 novembre 2022 Pubblicato dalla Città Metropolitana di Firenze l’avviso pubblico per la concessione di contributi economici straordinari, per un totale di 40 mila euro, a favore dei Comuni del territorio per il sostegno di iniziative, progetti ed attività di cooperazione internazionale svolti nel corso dell’anno 2022.

Potranno presentare domanda di contributo i Comuni della Città Metropolitana, anche in forma associata, che propongono un progetto di cooperazione internazionale di interesse metropolitano.

Nel caso di presentazione della richiesta in forma associata, dovrà essere obbligatoriamente indicato il capofila in qualità di responsabile del progetto.

Ciascun Comune potrà presentare una sola domanda in qualità di proponente o Capofila di un raggruppamento di Comuni; qualora uno stesso Soggetto intenda partecipare anche ad altri progetti, il suo coinvolgimento dovrà essere limitato ad un solo ulteriore progetto.

I partenariati sono aperti a soggetti qualificati che i Comuni intendano coinvolgere.

Modalità di presentazione delle domande

I soggetti interessati possono presentare una sola domanda di ammissione, utilizzando i modelli “A”, “B”, “C” allegati.

Se la domanda è presentata in qualità di capofila, dovranno essere allegati anche gli statuti dei soggetti partner non comunali.

Le domande dovranno essere presentate via pec al seguente indirizzo:

cittametropolitana.fi@postacert.toscana.it entro e non oltre il 30 novembre 2022.

L’Amministrazione declina fin d’ora ogni responsabilità per disguidi di qualunque natura che impediscano il recapito delle domande nel termine stabilito dal presente avviso.

Costituiscono motivo di esclusione: modalità diverse di presentazione della domanda da quella sopra indicata, il mancato rispetto dei termini sopra indicati, la mancata sottoscrizione della domanda e la mancata presentazione di tutti i documenti richiesti.

Criteri di valutazione delle iniziative
La valutazione delle richieste sarà effettuata in base ai seguenti criteri:

1) Qualità del progetto, con particolare riferimento alla capacità di realizzare azioni concrete e/o di sensibilizzazione, eventualmente anche sul territorio del Paese beneficiario del progetto di cooperazione internazionale, in grado di stimolare ulteriori azioni.

2) Carattere aggregativo del progetto, con particolare riferimento alla sinergia fra comuni e altri partner, alla valenza intergenerazionale e/o interculturale delle iniziative, all’interesse in scala metropolitana che il progetto sia in grado di stimolare in materia
cooperazione internazionale.

3) Potenzialità del progetto in relazione ai destinatari a cui si rivolge, con particolare riferimento alla utenza potenzialmente raggiungibile dalle azioni previste dal progetto e alla efficacia delle azioni finalizzate al suo ampliamento, al coinvolgimento della cittadinanza in chiave multietnica e multiculturale ed alla capacità di favorirne l’integrazione.

4) Cofinanziamento in risorse economiche e in kind (es. fornitura di attrezzature, di materiali di consumo, ...) da parte del soggetto proponente o/e del partenariato.

5) Esperienza maturata in progetti di cooperazione internazionale del Comune proponente e/o del partenariato in progetti di cooperazione internazionale negli ultimi 10 anni.

Assegnazione contributi

L’importo del contributo sarà correlato alla effettiva rispondenza del progetto ai criteri di cui al presente avviso e comunque proporzionato all’ammontare complessivo dei fondi a disposizione.

Il contributo è compartecipazione alla copertura dei costi del progetto e non potrà superare l’80% della spesa complessiva prevista, come desunta dal piano economico presentato.

In sede di rendicontazione, il soggetto beneficiario dovrà dimostrare di aver sostenuto spese vive riferite al progetto per l’intero ammontare del contributo concesso, al netto di eventuali entrate.

Modalità di erogazione dei contributi

Il contributo sarà liquidato a seguito della presentazione della seguente documentazione:

• relazione illustrativa dell’iniziativa, sottoscritta dal Sindaco e corredata da:
• copia della documentazione probatoria della sua realizzazione (rassegna stampa, locandine, manifesti, fotografie e altro materiale promo-pubblicitario o documentario) o in alternativa dichiarazione di effettivo svolgimento; risultati raggiunti (relazioni, statistiche, etc.);
• rendiconto economico, con voci in entrata e uscita, e corredato da documentazione giustificativa per le entrate e documentazione giustificativa quietanzata per le spese;
• dichiarazione di ritenuta alla fonte;
• dichiarazione di conto corrente dedicato.

Tutta la documentazione di rendicontazione dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante.

Il Soggetto ammesso a contributo in qualità di “capofila” potrà rendicontare anche spese sostenute dagli enti mandanti, purché la documentazione presentata sia espressamente riferita al progetto ammesso a contributo.

La Città Metropolitana di Firenze, a fronte dei contributi erogati, potrà effettuare controlli sulla documentazione attestante le spese sostenute per la realizzazione dei progetti finanziati.
10/11/2022 13.38 Città Metropolitana di Firenze
Ospedale Pediatrico Meyer Il verde che cura, un giardino fiorito davanti all'Oncoematologia
I nuovi spazi verdi realizzati all’Ospedale Meyer sono parte del progetto Il verde che cura della Fondazione Meyer con la supervisione del professor Stefano Mancuso. Progetto reso possibile grazie ad una iniziativa di crowdfunding alla quale hanno contribuito privati cittadini, imprese e il Gruppo Intesa Sanpaolo Un giardino fiorito davanti al reparto di Oncoematologia. Si chiama “Il verde che cura” il progetto che il Meyer ha inaugurato oggi per i piccoli pazienti che si trovano in ospedale per curare una patologia neoplastica. Lo spazio verde, che si trova proprio davanti a uno dei reparti più delicati del Meyer, è stato realizzato con la consulenza scientifica del Professor Stefano Mancuso dell’Università degli Studi di Firenze e del team di PNAT (Project Nature). Il progetto della Fondazione Meyer è stato supportato da Intesa Sanpaolo attraverso il Programma Formula, in collaborazione con Fondazione CESVI.
Alla cerimonia, questa mattina, erano presenti Alessandro Benedetti, segretario generale della Fondazione Meyer, Alberto Zanobini, Direttore generale del Meyer, Tito Nocentini, Direttore Regionale Toscana e Umbria di Intesa Sanpaolo, Roberto Vignola, Vice Direttore generale di Fondazione CESVI e il professor Stefano Mancuso, cofondatore e coordinatore scientifico della società Pnat, spin-off dell’Università di Firenze.
Il verde che cura. Il progetto ha previsto la creazione di due grandi spazi verdi, integrati con i preesistenti, per aumentare l’azione benefica che le piante apportano ai piccoli pazienti e ai loro familiari, tranquillizzandoli, migliorandone le capacità di socializzazione, alleviandone lo stress, diminuendo il rischio di depressione e i tempi di degenza. Un’oasi rilassante di benessere a disposizione di tutti e sempre accessibile.
Il giardino sensoriale. La prima terrazza che si incontra uscendo dal reparto è stata riempita di fogliami aromatici e fiori profumati per un effetto immersivo nella natura. Nelle vasche a terra è stata prevista l’introduzione strategica di esemplari con forte presenza olfattiva programmati per apparire in successione nell’arco dell’anno.
Healing garden. Anche la terrazza esterna alle camere di degenza si è trasformata in una giungla verde: affacciandosi alla finestra il panorama sarà ovattato da un filtro di piante. Tra le vasche di diverse dimensioni, alcune sedute permetteranno di immergersi nel verde, circondati da una folta e avvolgente vegetazione.
I beneficiari del progetto. Gli spazi, come detto, potranno essere usufruiti da tutti i piccoli che arrivano al Meyer per essere seguiti dal reparto di Oncoematologia per brevi o lunghe degenze (mediamente 800 l’anno), per accessi in Day Hospital (mediamente 5700 l’anno) e per visite ambulatoriali legate al reparto (mediamente 5000 l’anno). Gli spazi saranno inoltre di aiuto anche ai genitori dei bambini durante i periodi di attesa ma anche, e non meno importante, agli stessi operatori (80 dipendenti circa) che si dedicano quotidianamente alla cura dei bambini.
L’iniziativa è stata resa possibile grazie a una raccolta fondi attiva da luglio a settembre 2021 su For Funding, la piattaforma di crowdfunding di Intesa Sanpaolo dedicata a sostenibilità ambientale, inclusione sociale e accesso al mercato del lavoro per le persone in difficoltà. In tre mesi, sono stati raccolti 150.000 euro grazie alle contribuzioni di privati cittadini, imprese della Banca e società del Gruppo Intesa Sanpaolo.
“Uno degli obiettivi della Fondazione Meyer è quello di garantire che i bambini e gli adolescenti che si rivolgono al nostro ospedale per avere una risposta ai loro problemi di salute, possano trovare al Meyer una dimensione che consenta loro di sentirsi a casa e di affrontare al meglio il disagio e le paure che la malattia può portare nella loro quotidianità. Questo progetto, dedicato a un reparto delicato quale è l’Oncoematologia, ha un valore aggiunto: il fatto di aver lavorato in rete con altre eccellenze del territorio per il bene comune”, dichiara Gianpaolo Donzelli, Presidente della Fondazione Meyer.
“Gli “healing gardens” o giardini terapeutici sono ormai considerati nella costruzione degli ospedali più avanzati del mondo parte integrante dell’architettura della cura. Il Meyer con questo progetto si vuole porre anche in questo campo al passo con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei nostri piccoli pazienti, delle famiglie e dei nostri operatori”, spiega Alberto Zanobini, Direttore generale del Meyer.
“Siamo davvero orgogliosi di aver contribuito alla realizzazione di un progetto dedicato ai piccoli pazienti del Meyer, una eccellenza nazionale vocata alla salute fisica e alla qualità della vita dei bambini. Con il programma Formula Intesa Sanpaolo riesce a dare efficacia ad iniziative davvero uniche e lodevoli come questa, confermando la vocazione sociale oltre che economica della nostra Banca. Del progetto “Il verde che cura” abbiamo in particolare condiviso l’attenzione al benessere della persona nella sua interezza, che grazie al contatto con la natura beneficia dell’importante potere terapeutico del verde”, commenta Tito Nocentini, Direttore Regionale Toscana e Umbria Intesa Sanpaolo.
“Il progetto “Il verde che cura” permette di rispondere a bisogni reali di bambini e famiglie migliorandone la qualità della vita durante la degenza ospedaliera, così come del personale sanitario. Questo progetto è la dimostrazione che per dare una risposta alle problematiche sociali territoriali che sia rapida, efficace e al passo con i tempi, il connubio tra i mondi non profit e profit può rappresentare una soluzione vincente in grado di portare risultati concreti”, ha aggiunto Roberto Vignola, Vice Direttore generale di Fondazione CESVI.
"Esiste una letteratura scientifica vastissima prodotta negli ultimi 20 anni che dimostra come la sola presenza di piante, addirittura la loro sola vista, sia sufficiente a ridurre la degenza dei pazienti in ospedale e migliorarne significativamente l’umore. Sono molto felice di aver potuto partecipare alla realizzazione del progetto “Il verde che cura”. Qualunque cosa possa contribuire a migliorare le condizioni di degenza dei piccoli pazienti del Meyer, dei loro parenti e del personale sanitario, è di fondamentale importanza. Da questo punto di vista sono certo che queste due terrazze verdi dimostreranno presto la loro utilità", ha dichiarato il professor Stefano Mancuso, cofondatore e coordinatore scientifico della società Pnat, spin-off dell’Università di Firenze.

Una FORMULA, tanti progetti

Formula è il programma lanciato ad aprile 2021 da Intesa Sanpaolo, accessibile dalla piattaforma di raccolta fondi For Funding, per promuovere iniziative in tutto il territorio italiano dedicate a sostenibilità ambientale, inclusione sociale e accesso al mercato del lavoro per le persone in difficoltà. Intesa Sanpaolo destina al progetto 1,50 euro per molti dei prodotti acquistati dai clienti in modalità online, con il duplice obiettivo di incrementare la raccolta fondi e l’alfabetizzazione digitale della clientela. Le diverse società del gruppo potranno diventare a loro volta contributori.
Il crowdfunding è poi aperto a tutti i clienti della banca, che possono donare online e tramite sportello ATM, nonché a contributori non clienti.
La selezione dei progetti territoriali attivi nella sezione Formula di For Funding vede il coinvolgimento delle Direzioni Regionali della Banca, coadiuvate da Fondazione CESVI, un’organizzazione umanitaria indipendente di alto profilo. CESVI supporta Intesa Sanpaolo nell’individuare le migliori progettualità e monitorarne in modo sicuro e trasparente i risultati e l’impatto generato. Il programma si rinnova su base regolare con una serie di progetti a tema Green, Social e Job attivati in tutta Italia e pensati per il sostegno di bambini, giovani, famiglie e anziani in condizioni di fragilità.
29/11/2022 13.24 Ospedale Pediatrico Meyer
Città Metropolitana di Firenze Lavori di pavimentazione stradale sulla FiPiLi
Chiusure notturne tra gli svincoli di San Miniato e Santa Croce e tra Empoli Ovest e Centro Sulla strada di grande comunicazione Firenze Pisa Livorno, per lavori di ripristino della pavimentazione stradale, l'Ufficio Vibilità della Città Metropolitana di Firenze ha previsto la chiusura della carreggiata tra gli svincoli di San Miniato e Santa Croce in direzione Mare nelle notti tra il 29 novembre e del 2 dicembre, dalle ore 22 alle 6.
Per lo stesso tipo di intervento stabilita la chiusura della carreggiata tra gli svincoli di Empoli Ovest e Empoli Centro e in direzione Firenze dalle ore 22 del 28 alle 6 del 29 novembre 2022.
26/11/2022 15.51 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Certaldo “Per la Pace. Con la Cura”: in novanta da Certaldo a Città del Vaticano per l’udienza dal Papa
A Roma 14 alunni dall'Istituto Maria Santissima Bambina e 63 alunni dalla Scuola Primaria "G. Carducci", accompagnati da insegnanti e dirigenti. Presenti anche il sindaco Giacomo Cucini e l’assessora a Istruzione, Pace e cooperazione Benedetta Bagni Sono quasi cento gli studenti e le studentesse che da Certaldo si sono recati ieri a Roma, nella Città del Vaticano, per incontrare Papa Francesco e ascoltare una sua straordinaria lezione sulla pace e sulla cura: 14 alunni dall'Istituto Maria Santissima Bambina e 63 alunni dalla Scuola Primaria "G. Carducci", accompagnati da insegnanti e dirigenti. Presenti anche il sindaco Giacomo Cucini e l’assessora a Istruzione, Pace e cooperazione Benedetta Bagni.

L’incontro, dal titolo “Per la Pace. Con la Cura”, era organizzato dal Comitato Promotore della Marcia PerugiAssisi e dalla Rete Nazionale delle Scuole di Pace e rientra nel Programma nazionale di educazione civica “Per-la-pace. Con-la-cura” (anno scolastico 2022-2023), che si concluderà con una edizione speciale della Marcia della pace PerugiAssisi. Gli studenti, infatti, hanno iniziato già nelle proprie aule a riflettere sul significato della pace e soprattutto sulla sua attuazione pratica, con esercizi per imparare a rifiutare la violenza, a mettersi a disposizione della comunità, a prendersi cura degli altri, a ripudiare la guerra e ad essere solidali.

Hanno partecipato in totale 113 scuole di ogni ordine e grado, provenienti da 17 regioni italiane.

“Pace e cura. Sono queste le due parole chiave sulle quali si è incentrato l’incontro di ieri – ha spiegato l’assessora Bagni -, necessarie per superare un momento drammatico come quello che stiamo vivendo con guerre, crisi e preoccupazioni. A queste parole se ne affianca anche un’altra, che è educazione, l’unica chiave per un’azione collettiva, che deve riguardare non solo la scuola ma tutta la comunità, che ci permetta di affrontare le sfide del nostro tempo. Sono davvero contenta di aver proposto ai nostri istituti di aderire al progetto, che si è articolato in più momenti fino a ieri, a cominciare dall'acquisto dei Quaderni degli Esercizi di pace, donati dal Comune”.

L’incontro, accordato dal Santo Padre lo scorso 27 marzo, è stato organizzato, in collaborazione con il Dicastero della Cultura e l’Educazione, da: Rete Nazionale delle Scuole di Pace, Comitato Promotore Marcia PerugiAssisi, Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, Tavola della Pace, Centro Diritti Umani “Antonio Papisca” e Cattedra Unesco “Diritti Umani, Democrazia e Pace” dell’Università di Padova, Scuola di Alta Formazione “Educare all’Incontro e alla Solidarietà EIS” della LUMSA di Roma.
29/11/2022 13.03 Comune di Certaldo
Città Metropolitana di Firenze Lavori sulla FiPiLi, con variabili per il maltempo
Coinvolti svincoli e rampe di ingresso di Empoli Est, Centro e Montelupo Sulla strada di grande comunicazione Firenze Pisa Livorno, per lavori di adeguamento e messa in sicurezza, l'Ufficio Viabilità della Città Metropolitana di Firenze ha previsto la chiusura della carreggiata tra il km 20+000 al km 21+800 in direzione Mare con il conseguente spostamento dell'utenza veicolare sulla corsia di sorpasso in direzione Firenze; un doppio senso di circolazione dal km 21+800 al km 20+300 in direzione Firenze; la chiusura della rampa d'ingresso dello svincolo di Empoli Est in direzione Firenze fino al 25 novembre 2022.
Data la variabilità delle condizioni meteo si è data la possibilità di eseguire le lavorazioni anche in altre due date: fino alle 6 del 26 o fino alle 6 del 27 novembre 2022.
dalle ore 14.00 del 22/11/2022 alle ore 06.00 del 27/11/2022

Per le stesse motivazioni è stata disposta la chiusura della carreggiata tra gli svincoli di Montelupo e Empoli Est in entrambe le direzioni; la chiusura della rampa d'ingresso dello svincolo di Empoli Est in direzione Firenze; la chiusura della rampa d'ingresso dello svincolo di Empoli Centro in direzione Firenze; la chiusura della rampa d'ingresso dello svincolo di Montelupo in direzione Mare;
l'obbligo di uscita allo svincolo di Empoli Centro in direzione Firenze, dalle ore 22 del 24 alle 6 del 25 novembre. In caso di maltempo i lavori potranno essere procrastinati fino alle 6 del 26 o del 27 novembre.
Disposta anche la chiusura della carreggiata tra il km 22+700 al km 20+100 in direzione Firenze con il conseguente spostamento dell'utenza veicolare sulla corsia di sorpasso in direzione Mare;
doppio senso di circolazione dal km 20+300 al km 21+800 in direzione Mare; chiusura della rampa d'ingresso dello svincolo di Empoli Est in direzione Firenze, dalle 6 del 25 alle 22 del 7 dicembre 2022. In caso di maltempo, l'inzio dei lavori potrà essere rinviato alle ore 6 del 26 o del 27 novembre 2022.
Per l'utenza veicolare sarà predisposta oportuna segnaletica di preavviso e di percorso alternativo.
23/11/2022 12.47 Città Metropolitana di Firenze
ANBI-Consorzi di Bonifica della Toscana Piovono Idee! Sul Medio Valdarno… ci siamo!
Mercoledì 30 novembre dalle ore 14:30 l’evento online sulla didattica e la divulgazione ambientale su: https://mediovaldarno.livebit.it/ Saranno ospiti del live webinar – in uno scenario inedito – esperti del settore idraulico e idrogeologico che converseranno con relatori d’eccezione.
Portatori di interesse, partner istituzionali, giovani impegnati nella salvaguardia dell’ambiente, creativi capaci di tradurre in contributi di grande impatto progetti concreti e accessibili, discuteranno per trovare – insieme – parole e azioni che favoriscano la consapevolezza che più si cura l’acqua oggi, più saremo sicuri tutti nel futuro.

Partecipa anche tu, la tua voce conta!

Registrati fin da subito e segui la diretta il 30/11 a partire dalle 14.30 su: https://mediovaldarno.livebit.it

Programma completo PIOVONO IDEE! Sul Medio Valdarno – 30.11.2022
https://www.mediovaldarno.it/news/wp-content/uploads/2022/11/PIOVONO-IDEE-CB3MV-30.11.2022_orizzontale.pdf
29/11/2022 15.09 ANBI-Consorzi di Bonifica della Toscana
Questura di Firenze Polizia di Stato: apertura straordinaria dell’Ufficio Immigrazione il 5 dicembre, in vista delle festività natalizie
Per consentire a tutti gli utenti il rientro nei propri paesi d’origine Con l’approssimarsi delle festività natalizie, gli agenti della Polizia di Stato, per consentire a tutti gli utenti il rientro nei propri paesi d’origine, ha organizzato un apertura straordinaria: l’Ufficio Immigrazione, infatti, sarà attivo il giorno 05 dicembre per la consegna dei titoli di soggiorno, riservata anche a coloro che non sono calendarizzati per quella data, il cui titolo però risulta comunque in consegna sia dal portale immigrazione ovvero da messaggio di telefonia mobile. L’accesso per il ritiro del numero di ingresso sarà dalle ore 8.00 alle ore 9.30 e dalle ore 14.00 alle ore 15.00. In caso di eccezionale presenza alla data indicata l’Ufficio si riserva la facoltà di limitare l’accesso ad un numero congruo di utenti in ragione dei tempi per la consegna e della disponibilità di personale, tuttavia in base all’affluenza potrà essere programmata un’altra apertura straordinaria.
29/11/2022 14.40 Questura di Firenze
Comune di Bagno a Ripoli Bagno a Ripoli - La moda in mostra a Villa Schneiderff
Appuntamento il 3, 4, 10 e 11 dicembre a Bagno a Ripoli con l'esposizione “Modus” organizzata dall'associazione Nomya
L’associazione Nomya, associazione per la ricerca, lo studio, l'apprendimento, la valorizzazione e la diffusione della cultura e dell’arte, organizza la mostra “Modus, un viaggio attraverso la moda” in programma a Villa Schneiderff in occasione della sua prossima apertura al pubblico. L’appuntamento è per il weekend del 3 e 4 dicembre e per quello del 10 e 11 dicembre (ore 15.00-19.00).

In occasione dell'esposizione verrà presentato l’archivio di Giovanni Battista Giorgini: foto e documenti raccolti e conservati in quasi mezzo secolo per lo sviluppo della moda italiana all’estero, dalle sfilate nella Sala Bianca a Firenze, fino ad arrivare a Gran Bretagna, Stati Uniti e Giappone. L'evento sarà arricchito anche dalla mostra dell’abito scultura dello stilista Roberto Capucci dedicato a Giorgini. Sarà presente anche Neri Fadigati, nipote e depositario dell’archivio Giorgini.

La visita permetterà di visitare le sale di un luogo storico, oltre ad essere una casa d’artista. L’evento si svolge con il patrocinio del comune di Bagno a Ripoli.

Informazioni: Villa Schneiderff, via Vicchio E Paterno 15, Bagno a Ripoli (FI) cell: 347-1122682.
29/11/2022 12.39 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli

Questura di Firenze Ancora un cronotachigrafo alterato scovato dalla Polizia di Stato
Sorpreso dalla Polizia di Stato di Firenze un camionista campano di 47 anni, che, per “aggiustare” velocità e tempi di guida del suo grosso TIR, ne avrebbe alterato il cronotachigrafo Sono stati gli agenti della Polizia Stradale di Firenze Nord, che, nella notte dello scorso lunedì, hanno posato la lente d’ingrandimento su un autotreno, partito da Napoli e diretto a Milano con un carico di prodotti alimentari.

Analizzando il cronotachigrafo - l’apparecchio in grado di registrare velocità e tempi di guida - i poliziotti hanno scoperto delle piccole anomalie sui dati memorizzati e hanno deciso di approfondire l’accertamento.

Così, a seguito dell’accurato controllo tecnico, è stato scovato un dispositivo capace di falsare le registrazioni e “ingannare” tutti i dispositivi di sicurezza del veicolo, consentendo all’autista di guidare per un numero di ore superiore a quelle consentite.

Questo con tutte le implicazioni che la riduzione del tempo da dedicare al necessario riposo comporta in termini di diminuzione della sicurezza sia del camionista che degli altri utenti della strada; da qui l’applicazione, a carico dell’autista, di una sanzione amministrativa di 1.732,00 euro, del ritiro immediato della patente di guida e del sequestro dell’illecito dispositivo.

Esserci sempre è il motto delle donne e degli uomini della Polizia di Stato, che garantiscono la loro constante presenza, anche sulle strade della provincia fiorentina 365 giorni all’anno, come dimostra l’attività della Polizia Stradale di Firenze della sola scorsa settimana: 83 pattuglie, in servizio nelle 24 ore, che hanno rilevato 15 incidenti, di cui 3 con feriti, hanno ritirato 7 patenti e decurtato 637 punti per le 308 le contravvenzioni elevate; tra queste 19 per uso di cellulari alla guida e 6 per guida sotto l’influenza di alcool.
29/11/2022 14.49 Questura di Firenze
Inail Salute e sicurezza sul lavoro, l’Inail mette a disposizione della Toscana un milione di euro per il finanziamento della formazione per la prevenzione
A beneficiare degli interventi formativi saranno lavoratori, Rls, Rlst, Rlssp e Rspp. Tra i temi affrontati, l’analisi degli infortuni e dei quasi incidenti, la riorganizzazione dei processi produttivi legata alla trasformazione digitale e le strategie di contrasto ai rischi psicosociali, come stress, mobbing, violenze e molestie Inail finanzia la realizzazione ed erogazione di interventi formativi tematici a contenuto prevenzionale, attraverso la pubblicazione di singoli avvisi pubblici regionali/provinciali, in attuazione dell’articolo 9 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 nonché del disposto dell’art.12 della legge 7 agosto 1990, n. 241.

L’Avviso si propone di diffondere e implementare la cultura della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro nell’intero territorio nazionale. Soggetti proponenti Possono presentare domanda di partecipazione i soggetti proponenti, in forma singola o in aggregazione, ubicati nel territorio regionale/provinciale, indicati negli avvisi pubblici regionali/provinciali.

Progetti ammessi a finanziamento
Sono ammissibili al finanziamento esclusivamente i progetti che si articolano sulla base del catalogo delle offerte formative, delle condizioni e dei requisiti indicati negli avvisi pubblici regionali/provinciali.

Risorse economiche destinate ai finanziamenti
L’entità delle risorse previste a livello nazionale è pari a euro 13.957.710,00.
L’importo complessivo è ripartito in budget regionali/provinciali).
Euro 1.020.315,00 per la Toscana.

Modalità e tempistiche di presentazione delle domande
Sul portale - nella sezione Accedi ai Servizi Online – i soggetti proponenti hanno a disposizione una procedura informatica che consente, attraverso un percorso guidato, di inserire la domanda di finanziamento con le modalità indicate negli avvisi pubblici regionali/provinciali.

La domanda, compilata e registrata esclusivamente in modalità telematica, deve essere inoltrata allo sportello informatico per l’acquisizione dell’ordine cronologico, secondo apposite istruzioni tecniche che sono pubblicate successivamente.

Le date di apertura e chiusura della procedura informatica sono pubblicate nella presente sezione.

Punti di contatto
Per informazioni e assistenza è possibile fare riferimento al numero telefonico 06.6001
del Contact center Inail.
È anche possibile rivolgersi al servizio Inail Risponde, nella sezione Supporto del
portale.

Modalità di partecipazione, avvisi pubblici ed elenchi relativi al finanziamento:
Avviso pubblico formazione 2022:
https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/finanziamenti-per-la-sicurezza/avviso-pubblico-formazione-2022.html
29/11/2022 12.44 Inail
Musei Statali Un museo più incisivo si può: gli Uffizi al centro del dialogo con una conferenza dedicata alla Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Diabilità
Giovedì 1 dicembre a pratire dalle ore 9,30 Agli Uffizi, in Auditorium Vasari, giovedi 1 dicembre a partire dalle 9,30 mattinata all’insegna dei nuovi progetti: si presentano i kit/tutorial educativi digitali, la “Museoterapia” per donne affette da fibromialgia, “Vietato non toccare!", sezione del programma di visite tattili, il corso di sensibilizzazione LIS rivolto ai dipendenti delle Gallerie e la nuova pagina Accessibilità di Uffizi.it; molti gli ospiti, anche internazionali

Con la presentazione di un innovativo progetto di benessere culturale che verrà sperimentato insieme a donne con fibromialgia, patologia ancora poco conosciuta, e di tanti altri nuovi progetti in cantiere e una riflessione sulle migliori pratiche di accessibilità, le Gallerie degli Uffizi celebrano anche quest’anno la Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità. Intitolata Esperienze per una cultura dell’accessibilità dal museo al territorio, l’iniziativa si terrà giovedì 1 dicembre, dalle ore 9.30 in Auditorium Vasari (e in diretta Facebook sulla pagina del museo).

Al centro della giornata, i risultati del lavoro svolto dalle Gallerie con i centri diurni durante e dopo la pandemia, attraverso i kit educativi digitali e altre strategie di coinvolgimento a distanza e “Museo Terapia. L’arte e la bellezza incontrano la fibromialgia”, primissimo progetto di benessere culturale sperimentato dagli Uffizi, in collaborazione con l’associazione Cittadinanzattiva, nel momento in cui è stato possibile riprendere le attività in presenza. Come può il museo generare benefici per persone affette da patologie? L’iniziativa, pensata per dare una risposta positiva a questa domanda, è stata avviata con un ristretto numero di donne affette da fibromialgia, malattia ancora relativamente ‘invisibile’ nell’opinione pubblica. Tramite visite guidate si cerca di far entrare in dialogo persona ed opera attraverso l’espressione delle emozioni che ne scaturiscono.

“Vietato non toccare!" è poi il nuovo ciclo di visite tattili realizzato in collaborazione con Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Toscana e il Liceo d’Arte di Porta Romana e condotte dal professor Gianfranco Terzo. L'attività prevede esperienze di esplorazione tattile, muniti di guanti, su alcune sculture della Sala della Niobe ed è rivolta a gruppi di massimo 5 persone. Le prossime date in cui si terrà sono le seguenti: 6 dicembre 2022; 10 e 24 gennaio, 7 e 21 febbraio 2023, alle ore 10.00.
Anche la Galleria d’Arte Moderna sarà interessata da un ricco programma di esperienze tattili che si terranno il 29 novembre, 13 dicembre, 17 e 31 gennaio, 14 e 28 febbraio, sempre alle ore 10.00 Per le visite tattili agli Uffizi e alla GAM occorre prenotarsi scrivendo a uffiziaccessibili@cultura.gov.it.

Sarà inoltre presentata l’esperienza del corso di sensibilizzazione alla Lingua dei Segni Italiana rivolto ai dipendenti delle Gallerie e realizzato con la collaborazione dell’Ente Nazionale Sordi -sezione provinciale di Firenze, un progetto che mira a migliorare l’accoglienza delle persone sorde, comprese quelle segnanti, nei musei delle Gallerie.

Importante novità è anche la nuova sezione Accessibilità del sito delle Gallerie degli Uffizi, al lancio proprio oggi: visitabile direttamente dalla home, sarà possibile consultarvi tutte le informazioni utili alla visita in museo, divise per tema d’interesse, ed i progetti del settore.

Al ricco programma parteciperanno molte personalità dei settori coinvolti. Ci sarà Fabio Fornasari, che illustrerà i principi di una progettazione museale inclusiva e le possibilità offerte dalle mostre temporanee, come A misura di bambino. Crescere nell’antica Roma (Firenze, Uffizi, 23 novembre 2021-24 aprile 2022), modello dove l’accessibilità è stata protagonista sin dalla fase di design, con un’attenzione particolare anche alla possibilità di esplorazione multisensoriale. Un approccio che si sta rivelando tra i più inclusivi, come dimostra il caso del Van Abbesmuseum di Eindhoven, presente in questa occasione con un videomessaggio di Marleen Hartjes, project manager del nuovo allestimento Delinking and Relinking.

Si passerà poi ad esplorare il ruolo che il museo può rivestire nel promuovere l’accessibilità e inclusione anche alla città e al territorio di riferimento con l’intervento del professor Luca Marzi del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, di Marco Becattini dell’associazione Liberamenteabile Sport e di Andrea Mucci ideatore del progetto #MOLLALOSCIVOLO per cui ha ricevuto l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica.

Una giornata, dunque, ricca di esperienze dove le Gallerie saranno raccontate direttamente da associazioni, enti, istituti scolastici che hanno partecipato alle attività, sia in fase di progettazione che come utenti. Con una riflessione di taglio più scientifico su come creare una vera e propria cultura dell’accessibilità.

Il direttore delle Gallerie Eike Schmidt: “Il Museo è di tutti. Questa la parola d’ordine degli Uffizi, che cercano di raggiungere le persone con disabilità perché non si sentano intimidite dall’approccio con l’arte, che deve essere apprezzata da ognuno secondo la propria capacità e sensibilità. È il principio educativo che ha guidato anche il primo granduca che ha aperto la Galleria al pubblico, nel 1769”


PROGRAMMA DEL 1/12/2022
(INIZIO LAVORI ORE 9,30 PRESSO L’AUDITORIUM VASARI. EVENTO TRASMESSO IN DIRETTA STREAMING DALLA PAGINA FACEBOOK DELLE GALLERIE)

Saluti Istituzionali

9.30-9.40
Eike Schmidt
Direttore delle Gallerie degli Uffizi

9.40-9.50
Silvia Mascalchi
Coordinatrice Dipartimento per l’Educazione delle Gallerie degli Uffizi

Accessibilità agli Uffizi dopo la pandemia
Bilancio di un anno di lavoro, tra continuità e nuovi progetti

9.50-10
Anna Soffici
Coordinatrice Area Mediazione Culturale e Accessibilità

10-10.15
Visite tattili
Massimo Diodati (presidente UICI Toscana) – Laura Lozzi (dirigente scolastico Liceo d’Arte di Porta Romana) – Gianfranco Terzo (docente Liceo d’Arte di Porta Romana) - Sofia Italiani e Harumi Di Felice (stagiste Area Mediazione Culturale e Accessibilità)

10.15-10.30
Museoterapia. L’arte e la bellezza incontrano la fibromialgia
Franco Alajmo (coordinatore Cittadinanza Attiva) – Rosaria Mastronardo (Facilitatrice del Gruppo di Auto Aiuto- Fibromialgia-Affrontiamola Insieme)

10.30-10.45
Formazione e sensibilizzazione del personale museale
Roberto Petrone (presidente ENS Firenze)

10.45-11
Le opportunità dell’educazione a distanza (kit educativi/tutorial)
Laura Prelazzi e Viviana Fanizza (assistenti Area Mediazione Culturale e Accessibilità) – Enrica Infantino (C.S.E. Il Totem) e Francesca Barni (Anffas Prato).

Progettare per tutti
Esperienze e strategie di inclusione negli spazi museali

11.10-11.30
Fabio Fornasari
Architetto e museologo

11.30-11.45
Mostra A misura di bambino. Crescere nell’antica Roma (Firenze, Uffizi, 23 novembre 2021-24 aprile 2022)
Lorenza Camin (curatrice mostra) - Fabrizio Paolucci (curatore patrimonio archeologico delle Gallerie degli Uffizi e curatore mostra) - Lian Pellicanò (curatrice del patrimonio architettonico degli Uffizi)

11.45-12
Nuovo allestimento multisensoriale della collezione Delinking and Relinking (Eindhoven, Van Abbesmuseum, 18 settembre 2021 – 01 luglio 2025)
Marleen Hartjes (project manager)

Per una cultura dell’accessibilità dal museo al territorio
Prospettive e azioni per città più accessibili

12-12.20
Luca Marzi
Ricercatore Dipartimento di Architettura DiDA – Università degli Studi di Firenze

12.20-12.40
Marco Becattini
Presidente Associazione Liberamenteabile Sport

12.40-13
Andrea Mucci
Ideatore del progetto #MOLLALOSCIVOLO

Nuovi strumenti di accessibilità

13.00
La nuova pagina Accessibilità sul sito delle Gallerie degli Uffizi
Francesca Sborgi – Andrea Biotti
(Coordinatrice e assistente Dipartimento Strategie Digitali)
29/11/2022 12.24 Musei Statali
Fondazione Orchestra della Toscana Acclamato come erede di Barenboim, il direttore Thomas Guggeis debutta con l’ORT per la Festa della Toscana
Mercoledì 30 novembre, ore 21.00 al Teatro Verdi di Firenze in programma una prima esecuzione del brano di Renato Miani “Svuàl”, la “Quarta” di Beethoven e, con la pianista Claire Huangci, il “Concerto per pianoforte e orchestra” di Clara Schuman. Si replica a Figline giovedì 1 dicembre La Festa della Toscana è la festa dell’ORT, negli anni ha visto grandi interpreti salire sul palco del Teatro Verdi e prime assolute: quest’anno l’orchestra non smentisce la sua tradizione con una prima esecuzione e un debutto importante di un direttore che è molto più di un talento, Thomas Guggeis. A soli 29 anni, è acclamato come erede del leggendario Daniel Barenboim, che l’ha arruolato alla Staatsoper di Berlino come assistente, dove da due anni è anche Kapellmeister (vale a dire prima bacchetta di quella corazzata musicale; subito sotto a Barenboim, che ne è l'ammiraglio), incarico che mai era stato affidato prima a un musicista così giovane; d'altronde Guggeis, nella sua carriera folgorante, prima aveva già rivestito lo stesso ruolo a Stoccarda e si appresta, da qui a pochi mesi, a passare lui stesso al ruolo di ammiraglio di un teatro d'opera, a Francoforte.
Al debutto con l’ORT arriva insieme alla trentaduenne americana Claire Huangci, vincitrice nel 2018 del primo premio e del premio Mozart al Geza Anda Competition. Bambina prodigio, è ora un’artista matura a cui si sono aperte le maggiori sale da concerto; il suo doppio album delle Sonate di Scarlatti ha ottenuto il Premio della Critica discografica tedesca e l’Editor’s Choice della rivista Gramophon per il suo “virtuosismo radioso”. In questa occasione diletterà il pubblico con il Concerto per pianoforte di Clara Schumann, capolavoro del romanticismo tedesco che, partito come esperimento per pianoforte e orchestra, ha assunto poco a poco la consistenza che ha adesso lievitando tra le mani della sua compositrice, la più importante dell’Ottocento. Scrisse questo concerto tra i quattordici e i sedici anni, quando l’amore per ora segreto con Robert Schumann era appena sbocciato, e Johannes Brahms – che sarebbe divenuto il suo ‘amante’ - era appena nato.
In apertura Guggeis, da solo, lavora sulla nuova partitura in prima esecuzione assoluta del compositore friuliano Renato Miani e poi sulla Quarta Sinfonia di Beethoven, quella che a Schumann pareva una "snella fanciulla greca fra i due giganti nordici" della Terza e dalla Quinta Sinfonia.
Svuàl è un lavoro che trae origine da un frammento di J.S.Bach, forse il compositore più amato da Pasolini, le cui musiche egli stesso aveva utilizzato nei suoi film. “Il frammento in questione è stato preso da “Erbarme dich” – dichiara Miani - una delle arie più suggestive della “Matthäus-Passion”, e dalla sua manipolazione ho ricavato tutte le idee necessarie per la costruzione del pezzo, che va oltre le consuetudini, e che accoglie in sé molteplici strutture della tradizione e della modernità”.

Link foto: https://bit.ly/Guggeis-Huangci

mercoledì 30 novembre 2022 ore 21:00 Firenze, Teatro Verdi Festa della Toscana
giovedì 1 dicembre 2022 ore 21:00 Figline, Teatro Comunale Garibaldi
Stagione Concertistica 22/23
THOMAS GUGGEIS direttore
CLAIRE HUANGCI pianoforte
Orchestra della Toscana
MIANI Svuàl - commissione Fondazione ORT prima esecuzione assoluta
C.SCHUMANN Concerto per pianoforte e orchestra op.7
BEETHOVEN Sinfonia n.4 op.60
FIRENZE Biglietti Intero €17,00 Ridotto €15,00 + €2,00 di prevendita. In vendita alla Biglietteria del Teatro Verdi (tel. 055 212320), nei punti vendita del circuito Box Office e Ticketone e online su Ticketone.it
FIGLINE Biglietti da € 8,00 a € 12,00 in vendita online su www.teatrogaribaldi.org presso i punti vendita Unicoop Firenze, alla Biglietteria del Teatro Garibaldi nei tre giorni precedenti la data dello spettacolo (ore 9:30-12:30 e 16-19)
29/11/2022 12.20 Fondazione Orchestra della Toscana
Redazione di Met Avvocati Firenze, l’Ordine premia i decani e i migliori giovani
Nell’Auditorium di Sant’Apollonia si è svolta la cerimonia di consegna delle medaglie d’oro ai professionisti con 40 anni di attività e del premio Predieri ai giovani più brillanti Premio agli avvocati fiorentini con 40 anni di toga e riconoscimento ai giovani più brillanti. Si è svolta nell’Auditorium di Sant’Apollonia la cerimonia di consegna delle Medaglie d’oro e del Premio “Alberto Predieri” conferite a coloro che svolgono da oltre 40 anni la professione di avvocato e anche a chi sta muovendo con successo i primi passi nella professione forense.

Le Medaglie d’oro, il più alto riconoscimento dedicato agli iscritti, sono state consegnate dall’Ordine degli Avvocati di Firenze a coloro che hanno esercitato la professione forense con onore e dignità per quaranta anni. Tra i premiati c’è anche l’ex presidente del Consiglio dell’Ordine, Sergio Paparo. La Medaglia d’oro per i 40 anni di professione è stata consegnata per l’anno 2021 a Paolo Barghigiani, Ermanno Bartoli, Antonio Becattini, Vittorio Bechi, Giuseppe Bergamaschi, Rossella Bettini, Franco Borselli, Giovanni Campatelli, Matilde Cascio, Andrea Castellucci, Raffaella Cencetti, Fausto D’Ambrosio, Wanna Del Buono, Maria Gabriella Del Rosso, Susanna Della Felice, Valeria Di Marco, Silvia Drigani, Vincenzo Franzoni, Marco Galli, Isabella Giuliani, Laura Marini, Alessandro Mori, Paolo Panarese, Piero Ristori, Gianfranco Rosati, Giovanna Maria Vannucchi, Simonetta Vannucci, Stefano Vezzosi, Giovanni Zaccaria.

Il premio Predieri per aver conseguito il voto migliore nella sessione esami di abilitazione alla professione è stato assegnato a Elena Anghiari per la sessione 2020, mentre a Lorenzo Salesia e Chiara Cinotti è stato assegnato il riconoscimento come avvocato più giovane iscritto all'Albo rispettivamente per l’anno 2020 e per l’anno 2021.

“È una cerimonia che assume un significato particolare – ha commentato il presidente dell’Ordine Giampiero Cassi - perché costituisce un riconoscimento per gli avvocati che, dopo quaranta anni, continuano ancora a esercitare la professione forense, facendolo con onore e correttezza, perché la consegna della medaglia è subordinata alla mancanza di sanzioni di natura deontologica. Come segno di continuità e di unione tra chi è nella fase finale del suo percorso professionale e chi, invece, lo inizia adesso, abbiamo consegnato anche il Premio “Predieri” all'avvocato che ha superato con la votazione più alta l’esame per l’ammissione all’Albo professionale, nonché una menzione agli avvocati più giovani iscritti all’Albo”.
29/11/2022 12.51 Redazione di Met
Comune di Empoli Empoli. Il Sant'Andrea d’Oro all'associazione Safari Njema: la premiazione al Cenacolo degli Agostiniani
La cerimonia di consegna della massima onorificenza cittadina si terrà il 30 novembre 2022, a partire dalle 16 Domani, nel giorno del patrono della città, il 30 novembre, sarà consegnato nel corso della cerimonia ufficiale nel Cenacolo degli Agostiniani, in via dei Neri 15, alle 16, il Sant'Andrea d'Oro. La sindaca di Empoli, Brenda Barnini, ha deciso di assegnare il massimo riconoscimento cittadino all'associazione Safari Njema, promotrice del progetto "Dove hai preso il tuo coltan?". I volontari hanno acceso i riflettori sullo sfruttamento dei lavoratori di ogni età ridotti in schiavitù nelle miniere della Repubblica Democratica del Congo, nella zona del Kivu, dove è concentrata buona parte del Coltan congolese, con una marcia per i diritti partita dalla nostra città e proseguita in Italia e in Europa fino a raggiungere Bruxelles: in questo percorso hanno raccolto quante più firme per una petizione per chiedere al Parlamento europeo, dove hanno fatto tappa nelle scorse settimane, un cambiamento normativo da compiere in occasione della revisione del regolamento dei minerali estratti in zone di conflitto, come appunto il coltan e il cobalto, in programma nel gennaio 2023.

Questa la motivazione dell'assegnazione del riconoscimento: «Per la voglia di fare la differenza, spendendosi con tenacia e costanza nel dare voce a chi non ne ha, costretto a una vita di sfruttamento senza dignità né diritti. Per la capacità di andare oltre il silenzio, scavando nella storia e nell'attualità, affamati di competenze da condividere con le comunità e da proporre guardando negli occhi le istituzioni per pretendere legalità. L'amministrazione comunale di Empoli ha voluto assegnare il Sant'Andrea d'Oro, nel giorno del Santo Patrono 30 novembre 2022, come simbolo di gratitudine da parte di tutta la città alle ragazze e ai ragazzi di Safari Njema, esempi preziosi di impegno senza confini e di quella capacità di vivere il presente e di guardare al futuro propria di chi non si arrende di fronte a disuguaglianze e ingiustizie e agisce perché il mondo diventi migliore".

Sarà possibile seguire la cerimonia di consegna del Sant'Andrea d'Oro anche in diretta Facebook sulla pagina Facebook Comune di Empoli.

IL RICONOSCIMENTO - Il Sant’Andrea d’Oro è la massima onorificenza cittadina che ogni anno il sindaco consegna a coloro che hanno dato il loro prezioso contributo nel campo della cultura, delle arti, del lavoro, della politica, dello sport e della solidarietà. Negli anni scorsi, la sindaca Barnini ha premiato nel 2014 don Renzo Fanfani, compianto prete ‘operaio’, nel 2015 l’imprenditore fondatore del Gruppo Sesa Paolo Castellacci, e nel 2016 il sistema di Protezione civile dell’Empolese Valdelsa. Nel 2017 sono state premiate le associazioni che si occupano di riuso, riciclo e dell’economia circolare e nel 2018 quelle che dedicano la loro attività alla tutela degli animali (Arca Canile, Aristogatti e Ce.T.R.A.S - Centro Toscano Recupero Avifauna Selvatica). Nel 2019, la medaglia d’oro col Sant’Andrea è stata assegnata all’ex assessore Sauro Cappelli, per l'impegno profuso nel mantenimento della memoria storica della deportazione nazifascista, nel 2020 agli operatori tutti dell’ospedale ‘San Giuseppe’ di Empoli e dell’Asl locale per la lotta contro la pandemia che nello scorso anno era apparsa per la prima volta in tutto il pianeta. Infine, nella passata edizione, a La Vela Margherita Hack di Avane, la sindaca ha conferito il riconoscimento all'associazione Plastic Free, ovvero a "a tutti i volontari, donne e uomini, che hanno deciso di aderire alla battaglia contro l’abbandono dei rifiuti promuovendo e partecipando alle raccolte di rifiuti abbandonati sul territorio empolese”.
29/11/2022 11.14 Comune di Empoli
Autostrade per l'Italia A1 Milano-Napoli: chiusure notturne allacciamento A11 da Bologna verso Firenze
Dalla sera di martedì 29 novembre, per quattro notti consecutive Sulla A1 Milano-Napoli, per consentire lavori di ripristino dei giunti di dilatazione, nelle quattro notti di martedì 29, mercoledì 30 novembre, giovedì 1 e venerdì 2 dicembre, con orario 22:00-6:00 sarà chiuso, per chi proviene da Bologna, il ramo di allacciamento sulla A11 Firenze-Pisa nord, verso Firenze.
in alternativa si consiglia di uscire sulla A1 alla stazione di Firenze nord e seguire le indicazioni per Peretola.

29/11/2022 13.31 Autostrade per l'Italia
Comune di Firenze Firenze. Martedì 29 Novembre ore 17.00 a Villa Arrivabene, nel Quartiere 2
Martedì 29 Novembre alle ore 17.00, nella Sala Consiliare del Quartiere 2 in Villa Arrivabene, si terrà il convegno ad ingresso libero e gratuito “Caro gas e post covid – L’autunno caldo per i condomini e la loro tutela e le novità del Comune di Firenze in campo energetico” a cura del Centro Fiorentino Studi Giuridici.
Al convegno interverranno l’Assessore all’urbanistica e all’innovazione tecnologica Cecilia Del Re, la giornalista de La Nazione Lisa Ciardi ed il Tesoriere del Centro Fiorentino Studi Giuridici, consigliere della Lista Nardella, Luca Santarelli. (s.spa.)


29/11/2022 9.53 Comune di Firenze
Gruppo Ferrovie dello Stato Rfi, linea Firenze-Borgo San Lorenzo: nuove tecnologie per la circolazione ferroviaria
Da domenica 27 novembre attivo il nuovo ACCM. Incremento prestazioni dell'infrastruttura, oltre 40 tecnici impegnati per l’installazione, investimento complessivo di circa 10 milioni di euro Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) ha attivato domenica, sulla linea Firenze – Borgo San Lorenzo, il nuovo Apparato Centrale Computerizzato Multistazione (ACCM) per la gestione della circolazione ferroviaria nelle stazioni di Borgo San Lorenzo e San Piero a Sieve.

L'ACCM consente una gestione più efficiente della circolazione ferroviaria e dell'infrastruttura, garantisce una maggiore flessibilità nell'uso dei binari migliorando così gli standard di regolarità e puntualità dei treni. In caso di guasti, riduce al minimo i disservizi e consente di far viaggiare i treni, mantenendo il livello di sicurezza al massimo previsto dalle normative vigenti.

Benefici anche per i processi di manutenzione dell'infrastruttura, grazie ai sistemi informatici di diagnostica che permettono una migliore gestione delle avarie improvvise.

Oltre 40 tecnici di RFI e delle ditte appaltatrici specializzate – che hanno lavorato nel fine settimana per la messa in servizio del nuovo sistema.

Investimento economico complessivo 10 milioni di euro.
29/11/2022 14.52 Gruppo Ferrovie dello Stato
Comune di Lastra a Signa Lastra a Signa. Biblioteca comunale, giovedì 1° dicembre la presentazione del libro Parola di Ribelle di Claudia Nasca
Alle ore 18:00. Oltre all’autrice sarà presente il direttore della casa editrice Porto Seguro Paolo Cammilli. Interverrà per i saluti introduttivi il sindaco Angela Bagni Giovedì 1° dicembre alle 18 alla biblioteca comunale di Lastra a Signa si terrà la presentazione del libro “Parola di ribelle!” di Claudia Nasca. Oltre all’autrice sarà presente il direttore della casa editrice Porto Seguro Paolo Cammilli. Interverrà per i saluti introduttivi il sindaco Angela Bagni.

“Parola di ribelle!” è la storia dell’autrice che attraverso un racconto che parte dall’infanzia e arriva fino ad oggi ci porta nel suo mondo e soprattutto nella sua interiorità, dominata da tante sfaccettature e riflessioni, tra cui il rapporto con gli altri, l’accettazione di sé, il mondo del lavoro, il tempo. L’autrice ha dovuto affrontare fin da bambina la bolla, come la chiama lei, l’alopecia areata, ma non solo e, come scritto nella quarta di copertina, “le bolle di cui parla possono essere molteplici e tutti noi possiamo essere inglobati senza nemmeno rendercene conto”. Il libro offre spunti di riflessione per raggiungere la pienezza della vita, grazie ai concetti di condivisione e rispetto.
Per informazioni contattare la biblioteca comunale al numero 0553270124.
29/11/2022 14.42 Comune di Lastra a Signa
Comune di Vicchio Vicchio: caro energia, da Comune fondo per sostegno famiglie
Stanziati 15.000 euro, a breve l'avviso pubblico Caro energia, dal Comune di Vicchio bonus alle famiglie.
Dopo aver effettuato una ricognizione generale sulle risorse a disposizione, è stato destinato un fondo di 15.000 euro per sostenere il pagamento delle utenze per nuclei familiari in difficoltà. Lo annuncia l’assessore alle Politiche sociali Rebecca Bonanni: “Gli aumenti in bolletta si fanno sentire pesando sui bilanci familiari, soprattutto per quei nuclei con bisogni maggiori, e per questo vogliamo dare, per quanto ci è possibile, un segnale concreto di vicinanza. Anche i bilanci comunali sono in sofferenza per gli aumenti dei costi ma abbiamo deciso di rinunciare a qualcosa e stanziato 18.000 euro - continua - per dare un sostegno a quelle situazioni familiari più fragili economicamente, 15.000 euro come contributi contro il rincaro energetico e 3.000 euro per pacchi alimentari insieme a Caritas e Banco Alimentare”.
A breve sarà predisposto l'avviso che ripoterà le informazioni riguardo i requisiti per presentare domanda e i criteri di concessione del contributo una tantum.
29/11/2022 14.37 Comune di Vicchio-ufficio stampa

Regione Toscana La Toscana punta sull'agricoltura di precisione, un bando da 8,2 milioni
“Miglioramento della redditività e della competitività delle aziende agricole” (in attuazione della misura 4.1.1 del PSR 2014-2022) La Toscana investe sull’agricoltura di precisione. Tra le prime in Italia a puntare sull’agritech con una iniezione cospicua di risorse, la Regione fa uscire il bando “Miglioramento della redditività e della competitività delle aziende agricole” (in attuazione della misura 4.1.1 del PSR 2014-2022) e destina oltre 8 milioni per favorire e rendere più efficiente e sostenibile il processo produttivo in agricoltura, grazie a strategie di gestione dell’attività agricola basate su raccolta e elaborazione di dati ricavati con adeguate e moderne strumentazioni che stanno alla base del processo decisionale di come e quando intervenire in campo.

I contributi, in conto capitale, sono rivolti agli Imprenditori Agricoli Professionali (IAP) o soggetti ad essi equiparati che intendono realizzare investimenti, materiali e immateriali.

Il bando è promosso nell'ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani.

"Abbiamo fatto una scelta forte - ha detto la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania saccardi - un bando al passo con i tempi, in cui è importante ridurre gli sprechi di risorse e l’impatto sull’ambiente. La Toscana, tra le prime regioni a scommettere sulla precision farming al punto da investirci oltre 8 milioni, da tempo è allo studio di questa strada che permette di ridurre drasticamente, anche del 30%, gli input esterni come agrofarmaci, fertilizzanti e combustibili, consentendo una gestione “smart” delle coltivazioni e degli allevamenti e mantenendo alti anzi, migliorando gli standard di qualità”.

Scadenza e presentazione della domanda

La domanda di aiuto deve essere presentata, a partire dal 20 gennaio ed entro le ore 13 del 6 Marzo 2023, esclusivamente mediante procedura informatizzata impiegando la modulistica disponibile sulla piattaforma gestionale dell’anagrafe regionale delle aziende agricole gestita da ARTEA, raggiungibile dal sito www.artea.toscana.it.

“Le nostre imprese agricole in questo modo possono ottimizzare sforzi, ridurre consumi e sprechi, aumentare la produttività dei terreni - ha proseguito Saccardi - Anche per questo abbiamo deciso di elevare molto la percentuale di contribuzione a chi parteciperà al bando, andando oltre il consueto 40-50%. Ci auguriamo che gli imprenditori agricoli rispondano numerosi perché è con l’innovazione che la nostra agricoltura e l’ambiente possono guardare con più fiducia alle sfide del futuro, soprattutto in termini di impatto ambientale e resilienza ai cambiamenti climatici”.

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria del presente bando è pari a 8.250.000 di euro interamente finanziati attraverso le risorse messe a disposizione dallo strumento dell’Unione europea per la ripresa (EURI – European Recovery Instrument) del Next Generation UE (NGEU), istituito dall’Unione Europea nel 2020, anche con l’obiettivo di far fronte all’impatto della crisi COVID-19 e alle sue conseguenze per il settore agricolo e le zone rurali dell’Unione.

Beneficiari

Sono ammessi a presentare domanda e a beneficiare del sostegno i seguenti soggetti: imprenditori agricoli professionali (IAP) iscritti, anche a titolo provvisorio, nell’anagrafe regionale toscana degli imprenditori agricoli professionali (IAP) riconosciuti, anche a titolo provvisorio, da altre Regioni o Province autonome; gli equiparati all’imprenditore agricolo professionale (IAP) ai sensi dell’art. 20 della legge regionale 27 luglio 2007, n. 45 (aziende degli enti pubblici che esercitano in via esclusiva attività definite agricole dall’art. 2135 del C.C. e dalle leggi statali speciali).

Intensità del sostegno

L’intensità del sostegno è pari 75% per tutti gli investimenti, incluse le spese generali. Può salire al 90% in caso di riconoscimento di specifiche maggiorazioni.

Minimali di contributo

Non sono ammesse domande di aiuto con un contributo minimo richiesto/concesso inferiore a 15.000 euro.

Anticipo

È possibile ricevere un anticipo fino al 50% del contributo ammesso a finanziamento a seguito della presentazione di richiesta da parte del beneficiario. L’anticipo è erogato solo successivamente all’inizio delle attività oggetto di contributo ed a seguito di presentazione di garanzia fideiussoria rilasciata a favore di ARTEA.

Graduatoria

Le domande sono ordinate in un elenco in base ai punteggi derivanti dai criteri di selezione come dichiarati dai richiedenti. La domanda di aiuto deve aver ottenuto un punteggio di almeno 4 punti per poter entrare in graduatoria. Il punteggio massimo attribuibile ad una singola domanda di aiuto è pari a 29 punti.
29/11/2022 14.36 Regione Toscana
Comune di Firenze Firenze dedica una piazza alla poetessa Alda Merini
Cerimonia questa mattina nel Quartiere 2 con l'assessora Giuliani Da oggi Firenze ha una piazza intitolata a Alda Merini, la celebre poetessa dei Navigli, una delle scrittrici più amate e popolari degli ultimi decenni in Italia e non solo.
La cerimonia, questa mattina, nell’area con accesso da viale Giovanni Verga. Erano presenti l’assessora alla toponomastica Maria Federica Giuliani e il presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi. Ad accompagnare l’evento una performance teatrale a cura dell’Accademia teatrale di Firenze, che festeggia i 30 anni di attività.
Il via libera all’intitolazione era arrivato a marzo scorso dalla giunta di Palazzo Vecchio, a seguito anche di una mozione approvata nel 2020 dal Consiglio comunale su proposta della stessa Giuliani, allora vicepresidente dell’assemblea.
"Un bell'evento, voluto molto da tutto il Comune di Firenze, consiglio e sindaco - ha sottolineato l'assessora Giuliani - la proposta è partita dal consiglio comunale e poi è approdata alla giunta. Con questa intitolazione Firenze rende omaggio a una poetessa profonda, immensa, cha rappresenta la sofferenza e le bellezza della vita". (fn)


29/11/2022 9.46 Comune di Firenze

Regione Toscana Consiglio della Regione. Eventi: a palazzo del Pegaso ‘Uso pubblico della storia e giornalismo a 100 anni dalla marcia su Roma’
Il corso di formazione per giornalisti, nell’auditorium Spadolini, venerdì 2 dicembre alle 10. Sono previsti i saluti istituzionali del presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo ‘Uso pubblico della storia e giornalismo a 100 anni dalla marcia su Roma’ è questo il tema del corso di formazione per giornalisti organizzato dal Sistema museale storia e memoria del ‘900 venerdì 2 dicembre, alle 10, nell’auditorium Spadolini di palazzo del Pegaso.

Al seminario coordinato dal direttore del Parco nazionale della pace di Sant’Anna di Stazzema Michele Morabito sono previsti i saluti istituzionali del presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo. Tre gli interventi: il primo su ‘La storia nella memoria dei territori’ è affidato a Caterina Di Pasquale dell’Università di Pisa; il secondo su ‘L’uso pubblico storico della storia’ a Davide Conti. Concluderà la giornata la giornalista Sara Lucaroni che parlerà de ‘La comunicazione della storia a 100 anni dalla marcia su Roma’.

L’accesso all’iniziativa è gratuito e sarà contingentato ai sensi della normativa volta al contenimento della diffusione del contagio da Covid-19. Prenotazioni sul portale www.formazionegiornalisti.it entro il 30 novembre 2022
29/11/2022 13.32 Regione Toscana
Comune di Empoli Empoli. Premio Pozzale, torna il calore del pubblico: appuntamento al Palazzo delle Esposizioni
Le vincitrici Bonvicini, Candiani e Lomellini saranno protagoniste il 3 dicembre 2022, alle 17. Spazio anche alla menzione speciale ‘Selezione dei lettori’ Tutto pronto per la cerimonia di consegna del più importante riconoscimento culturale del Comune di Empoli, il Premio letterario Pozzale Luigi-Russo, che per la prima nella sua lunga storia, siamo alla 69° edizione, vede un podio tutto al femminile. Un podio che sarà applaudito e premiato di fronte all’affezionato pubblico del Pozzale: la cerimonia torna infatti in presenza.

Sabato 3 dicembre 2022, alle 17, al Palazzo delle Esposizioni, in piazza Guido Guerra, le tre vincitrici, Caterina Bonvicini, Chandra Candiani e Valentine Lomellini, riceveranno il prestigioso premio nel corso dell’evento condotto dal giornalista Rai, Andrea Marotta, e trasmesso in diretta tv su Canale 88, con la regia a cura di Giallo Mare Minimal Teatro.

Alla cerimonia di consegna saranno presenti fra gli altri, oltre alle vincitrici, la sindaca di Empoli, Brenda Barnini, l’assessora alla Cultura del Comune di Empoli, Giulia Terreni, la giuria del Premio, composta da Roberto Barzanti, Matteo Bensi (presidente del Comitato organizzatore), Giuliano Campioni, Laura Desideri, Giuseppe Faso, Alfonso Maurizio Iacono, Giacomo Magrini, Cristina Nesi, Evelina Santangelo, Alessandra Sarchi e Virginia Tonfoni, e il Comitato del premio. Non mancheranno le librerie NessunDove, Rinascita e La San Paolo Libri & Persone che, in questi mesi, hanno promosso e sostenuto la lettura dei tre libri vincitori e la partecipazione alla giuria popolare.

A proposito di giuria popolare, nel corso dell’atteso evento, sarà assegnata a una delle tre scrittrici vincitrici anche la menzione speciale ‘Selezione dei lettori’: è il frutto delle votazioni espresse dalla Giuria popolare del premio, composta da lettrici e lettori che hanno segnalato la loro preferenza in queste settimane.

I TRE LIBRI VINCITORI: Caterina Bonvicini con “Mediterraneo. A bordo delle navi umanitarie” (Einaudi, 2022), Chandra Candiani con “Questo immenso non sapere. Conversazioni con alberi, animali e il cuore umano” (Einaudi, 2021) e Valentine Lomellini con “Il «lodo Moro». Terrorismo e ragion di Stato 1969-1986” (Editori Laterza, 2022).

INIZIATIVE COLLATERALI – Caterina Bonvicini e Chandra Candiani incontreranno fra venerdì 2 e la mattina di sabato 3 dicembre alcune classi delle scuole empolesi. Si tratta di incontri riservati a studenti e studentesse ai quali si affiancheranno incontri pubblici: nel dettaglio, venerdì 2 dicembre alle 18, Bonvicini sarà alla libreria NessunDove per un evento organizzato dalla stessa libreria e condotto da Giuseppe Faso; sabato 3 dicembre 2022, alle 11, Valentine Lomellini sarà alla libreria San Paolo per un incontro aperto al pubblico a cura della libreria, moderato da Chiara Dogliotti.
LA STORIA DEL PREMIO - Il Premio nasce nel 1948 per volontà della sezione del Partito Comunista della frazione di Pozzale, nell'ambito della festa della stampa comunista. Trova le radici nei valori della Resistenza auspicando l'incontro tra intellettuali e lavoratori, un simbolo della volontà di ripartire socialmente e culturalmente dopo i dolori e la distruzione della Seconda Guerra Mondiale. Il premio ha un suo comitato organizzatore e una giuria che fin dagli inizi ha visto come componenti intellettuali di grande livello, da Romano Bilenchi e Sibilla Aleramo a Cesare Luporini, da Silvio Guarnieri a Cesare Garboli. Luigi Russo ne ha fatto parte dal 1952. Dopo la sua morte, avvenuta nel ’61, per l'affetto e la partecipazione che il critico aveva dimostrato verso questa istituzione e la sua gente, il Premio viene a lui intitolato: Pozzale-Luigi Russo.
29/11/2022 9.32 Comune di Empoli
Museo dell’Opera del Duomo Apre la “Libreria Brunelleschi” dell’Opera di Santa Maria del Fiore in Piazza San Giovanni a Firenze
Per l’occasione aprirà al pubblico la mostra di disegni dell’architetto Roberto Corazzi: “Viaggio all’interno della Cupola” L’Opera di Santa Maria del Fiore apre la “Libreria Brunelleschi” all’interno dell’Antica Canonica di San Giovanni, Piazza San Giovanni 7, dove ha sede anche una delle biglietterie dell’Opera. L’inaugurazione si terrà giovedì primo dicembre 2022, dalle ore 15.00 alle 18.30.

Contemporaneamente si aprirà al pubblico, negli spazi della libreria, la mostra di 22 disegni dell’architetto e professore universitario Roberto Corazzi dal titolo “Viaggio all’interno della Cupola” che sarà visitabile fino all’8 gennaio 2023 con ingresso libero. I disegni fanno parte di una serie che Corazzi, tra i massimi studiosi della Cupola di Brunelleschi, ha creato per illustrare come è stata realizzata una delle costruzioni più spettacolari e enigmatiche di tutti i tempi: 'Structura si grande, erta sopra i cieli, ampla da coprire chon sua ombra tutti i popoli toecani'.

Nella “Libreria Brunelleschi” sarà possibile acquistare le pubblicazioni editate per l’Opera di San Maria del Fiore e selezionati prodotti come incisioni e fotografie d’autore. Per tutto il mese di dicembre sarà applicato lo sconto del 20% su tutti i volumi. In vendita anche alcune fotografie in edizione limitata di Aurelio Amendola, realizzate in esclusiva per l’Opera di Santa Maria del Fiore. Si tratta di una selezione di 5 foto stampate in bianco e nero, firmate e numerate (1/49), tra quelle in mostra al Museo dell’Opera del Duomo, fino al prossimo 9 gennaio 2023, frutto della campagna fotografica commissionata dall’Opera sulla Pietà Bandini di Michelangelo dopo il recente restauro.
29/11/2022 13.07 Museo dell’Opera del Duomo
Redazione di Met L’arte prima e dopo Auschwitz. Salvatore Trapani presenta il suo libro “Di fronte alla Shoah. Arte fra testimonianza ed empatia”
Mercoledì 7 dicembre 2022, ore 18.30ò. Sinagoga di Firenze, via Farini 6. Salvatore Trapani insieme a Tomaso Montanari, Magnifico Rettore dell’Università per Stranieri di Siena. Introduce Enrico Fink, Presidente della Comunità Ebraica di Firenze Il saggio di Salvatore Trapani, “Di fronte alla Shoah. Arte fra testimonianza ed empatia” (Corsiero editore), analizza la produzione di alcuni celebri artisti che furono internati nei campi di concentramento – Felix Nussbaum, Boris Taslitzky, Jean-Paul Laurens – e quella di artisti di generazioni successive come Aldo Sergio, Santiago Ydañez, Gabriele Arruzzo, Giorgio Ortona, Zbigniew Libera, Alan Schechner e Shimon Attie che, rispetto a quelle esperienze, si sono successivamente impegnati, messi alla prova, sul filo della memoria e dell’attualità.

La Shoah viene qui ripercorsa attraverso nuove vie e un più ampio orizzonte analitico. Non solo il percorso artistico di chi ha visto con i propri occhi le atrocità compiute dal nazifascismo, né le impressioni emotive scaturite dall’impatto con la Storia.

Si tratta di un discorso più profondo, che dalle Avanguardie artistiche del Novecento, passate per l’Olocausto, è arrivato a straordinarie sensibilità dell’arte contemporanea in un percorso frastagliato, ma in perfetta continuità, senza cesure tra il prima e il dopo Auschwitz. Attestando anche le arti visive – dopo letteratura, cinema, documentaristica – come strumento narrativo della memoria.

Salvatore Trapani vive a Berlino, dove si occupa di memoria storica, arti visive e Gender Equality; lavora per il Memoriale per gli Ebrei assassinati d’Europa e per il Memoriale dell’ex-campo di concentramento femminile di Ravensbrück a Fürstenberg-Havel.
29/11/2022 13.18 Redazione di Met
Comune di Montespertoli Il grande cuore di Montespertoli
Tutti pronti per aiutare chi ha bisogno: la colletta alimentare è andata bene Sabato scorso, 26 novembre, si è tenuta la 26° Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, ed anche Montespertoli ha partecipato alla raccolta con il sostegno del Banco Alimentare.

“Quest'anno la frase scelta dal Banco Alimentare è stata “Facciamo un gesto concreto insieme” e tanti cittadini l'hanno fatto, a partire dagli alunni dell'Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani di Montespertoli.” spiega Celestino De Toffoli responsabile della «Dispensa alimentare» della Misericordia locale.

Sono stati raccolti nelle scuole 482 kg che, uniti ai 1158 kg donati dai clienti del negozio Coop di Montespertoli, portano a una raccolta di ben 1640 kg a favore delle famiglie bisognose della Toscana. Il Banco Alimentare, a sua volta, distribuirà mensilmente, durante l’intero anno, i prodotti ricevuti dai vari centri di raccolta alle strutture caritative della Regione.

“La raccolta di quest'anno è stata un po’ inferiore rispetto agli anni precedenti, inevitabilmente la crisi si fa sentire anche nelle nostre famiglie, in ogni caso è sempre un buon risultato, tra i migliori dell'empolese-valdelsa. Un sentito grazie a tutti coloro che generosamente hanno donato e ai volontari delle varie associazioni che hanno partecipato all’organizzazione della Colletta.” aggiunge De Toffoli.

"Anche quest'anno i cittadini di Montespertoli hanno dimostrato generosità nei confronti delle famiglie più fragili con un concreto sostegno nonostante le difficoltà economiche che stiamo vivendo. Un ringraziamento particolare va ai tanti volontari delle associazioni territoriali, coordinati dalla Confraternita della Misericordia di Montespertoli. Un grazie speciale agli studenti delle nostre scuole che hanno partecipato attivamente alla raccolta." spiega Daniela Di Lorenzo, Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Montespertoli che ha partecipato sabato alla raccolta insieme alla Confraternita ed a tanti volontari.
29/11/2022 13.00 Comune di Montespertoli
Comune di Certaldo Certaldo. Mercantia 2023 torna a cinque giorni. Svelate le date: dal 12 al 16 luglio
Aperta la call per gli artisti e le compagnie che vogliono partecipare Si svolgerà da mercoledì 12 a domenica 16 luglio 2023, l'edizione numero 35 di "Mercantia – Festival Internazionale del Quarto Teatro", uno dei più grandi eventi italiani ed internazionali dedicati allo spettacolo dal vivo ed in particolar modo al teatro di strada.

Il tema della XXXV edizione sarà "Una nuova speranza", quella che invita a sognare ed è il motore della vita, dei desideri, lo stimolo per superare momenti difficili e impegnativi. La speranza è anche da sempre un elemento centrale di Mercantia, che invita a immaginare un mondo migliore, qualcosa che normalmente non è reale, dove si coltivano attesa e fantasia.

Si torna quindi ufficialmente ai cinque giorni, dopo il periodo di pausa e poi assestamento dovuto alla pandemia. L’amministrazione comunale e la direzione artistica sono già al lavoro per progettare un’edizione che sancisca il definitivo ritorno alla manifestazione come è sempre stata e concepita: un evento coinvolgente e travolgente, in grado di attrarre persone di tutte le età in una Certaldo magica e inedita. Nel mese di luglio, tra le mura antiche del borgo storico, antiche piazze, giardini e cripte si animeranno di spettacoli, con centinaia di artisti che si esibiranno ogni sera. Al centro teatro di prosa, teatro di figura, cabaret, danza contemporanea, marching band, street band, ma anche giocolieri, equilibristi, clown, sonorizzazioni e giochi di luce.

Oltre allo spettacolo, Mercantia offre anche una selezione di artigianato artistico con lavorazioni dal vivo, installazioni artistiche, mostre di arte contemporanea, occasioni di ristoro con prodotti del territorio.

La scorsa edizione ha registrato una presenza importante, il risultato di un duro lavoro di organizzazione e riadattamento, considerato che il programma era stato definito con molti mesi di anticipo ed è stato rivisto, con aggiunte e integrazioni, quando sono cambiate le norme relative alle restrizioni per il covid. Quella del 2023, anno in cui ricorrono il centenario dalla nascita di Italo Calvino e di Bruno Ciari, noto pedagogista certaldese, si prospetta come l’edizione della rinascita, con l’auspicio di tornare a vivere il Festival in maniera totalmente spensierata.

Mercantia è un’eccellenza ampiamente riconosciuta a livello nazionale ed internazionale, che nel 2019 ha ottenuto anche il Pegaso d'argento della Regione Toscana, con Certaldo capofila del progetto teatrale triennale "Mysteries & Drolls" finanziato dal programma "Europa Creativa" dell'Unione Europea fino al 2020.

È inoltre aperta la call rivolta agli artisti che desiderano proporsi per questa edizione, contattando via mail Terzostudio progetti per lo spettacolo (alice@terzostudio.it oppure teatrodistrada@terzostudio.it).

Informazioni ed aggiornamenti saranno resi noti, come di consueto, tramite i canali ufficiali del Festival www.mercantiacertaldo.it e www.facebook.com/mercantia
29/11/2022 13.27 Comune di Certaldo
Redazione di Met Salute, le Fiamme Gialle “a lezione” dagli psicologi toscani
Riprendono le conferenze dell’Ordine con gli uomini della Guardia di Finanza sui problemi della sfera psicologica Un ciclo di incontri tra psicologi toscani e gli uomini della Guardia di Finanza in servizio in Toscana per “affrontare e risolvere problematiche riguardanti la sfera psicologica” e “per accrescere lo sviluppo di una cultura del benessere e della qualità della vita”.

Sono le conferenze a cadenza annuale tenute dell'Ordine degli Psicologi della Toscana a favore del personale delle Fiamme Gialle, come stabilito da un protocollo di collaborazione firmato nel 2009 da Consiglio Nazionale Ordine Psicologi e Guardia di Finanza.

Il primo appuntamento del nuovo ciclo di incontri si è svolto ieri a Firenze: indirizzato ai giovani Ufficiali del Corpo alle prime esperienze di Comando, è stato tenuto da Simone Mangini e Rossella Capecchi, rispettivamente vicepresidente e segretario dell'Ordine degli Psicologi della Toscana sul tema: “Comunicazione efficace e lavoro di gruppo”, con la partecipazione del Capitano Anna Razzano, nella sua qualità di Capo Sezione Supporto - Ufficiale Psicologo di riferimento per tutti i Finanzieri delle regioni Toscana, Emilia Romagna e Marche. Gli psicologi hanno dato spunti di riflessioni utili per affrontare situazioni di criticità che possono minare il benessere psicologico del personale della Guardia di Finanza, rispondendo alle domande dei partecipanti, molti dei quali interessati a capire le dinamiche che influenzano le relazioni tra colleghi.
Le prossime conferenze rivolte al personale Isaf-International Security Assistance Force si svolgeranno ad Arezzo il 6 dicembre e a Firenze il 15 dicembre. La tematica che verrà sviluppata sarà: “La conciliazione lavoro famiglia: la gestione del tempo”.

“Questi incontri sono un'opportunità per sostenere il personale della Guardia di Finanza, spesso sottoposto a situazioni di stress e di emergenza, ma sono anche un'occasione di arricchimento e crescita professionale per gli psicologi” commenta la presidente dell'Ordine degli Psicologi della Toscana Maria Antonietta Gulino.
29/11/2022 12.50 Redazione di Met
Comune di Firenze “A Natale regala Firenze”. Con la card del fiorentino ingresso illimitato ai musei civici e tre visite guidate
Per i residenti a Firenze e nell’area metropolitana “A Natale regala Firenze” è la campagna lanciata dall’amministrazione in vista delle prossime festività natalizie che vuole promuovere il pass nominativo che al costo di soli 10 euro consente per un anno ingressi illimitati e tre visite guidate a cura di MUS.E, svolte negli spazi museali del Comune di Firenze.

La card del Fiorentino si può acquistare online, sulla biglietteria ufficiale dei Musei Civici (bigliettimusei.comune.fi.it), o presso le biglietterie del Museo di Palazzo Vecchio, del Museo Novecento e della Cappella Brancacci. Al momento dell’acquisto in biglietteria o del ritiro (qualora la card si sia acquistata online) sarà possibile richiedere una speciale confezione regalo natalizia.

La card del Fiorentino è una card nominativa rivolta ai residenti di Firenze e dei Comuni della Città metropolitana. Ha un costo di 10 euro e permette l’accesso illimitato per 365 giorni, dal momento del ritiro, ai Musei Civici e ai luoghi di Cultura del Comune di Firenze e tre visite guidate su prenotazione. Ecco il dettaglio dei musei compresi nella card: museo di Palazzo Vecchio, torre di Arnolfo, museo Novecento (collezione e mostre temporanee), museo Stefano Bardini (collezione e mostre temporanee), Cappella Brancacci e Fondazione Romano, Complesso di Santa Maria Novella, Forte di Belvedere, Memoriale di Auschwitz, museo del ciclismo Gino Bartali, Torre San Niccolò, Torre della Zecca, Porta Romana. Baluardo di San Giorgio e Porta San Frediano.


29/11/2022 12.02 Comune di Firenze
Comune di Bagno a Ripoli Bagno a Ripoli - Tutti di corsa per l'Immacolata con il 15° Trofeo del Gruppo podistico della Fratellanza popolare
Giovedì 8 dicembre a Grassina
Torna come ogni inverno la consueta gara podistica invernale organizzata dal Gruppo podistico della Fratellanza Popolare e Croce d’Oro di Grassina. L’appuntamento è per giovedì 8 dicembre alle ore 9.00. La corsa si snoderà anche quest’anno sulle colline intorno a Grassina. Due i percorsi in programma: la corsa podistica non competitiva da 12 Km e la ludico motoria da 8 Km, entrambe valide per la 18a edizione del Trofeo Pollastri.

Saranno premiate le prime sei società sportive che parteciperanno con il maggior numero di podisti. Le iscrizioni saranno accettate via mail sia per singoli che per società, in alternativa è possibile iscriversi anche la mattina della gara.

I partecipanti si dovranno presentare per il ritiro del pettorale presso la Fratellanza popolare di Grassina 30 minuti prima della partenza. La corsa si svolgerà secondo il regolamento Uisp.
L'iniziativa si svolge con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli.

Informazioni e iscrizioni: 333 8375293; 347 3587633; podistigrassina@gmail.com.

 
29/11/2022 12.47 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli

Città Metropolitana di Firenze Giovedì 1 dicembre chiusura del Ponte di San Clemente
Dalle ore 8.45 alle 13 per ispezioni e indagini tecniche Per consentire l'esecuzione di alcune ispezioni e indagini tecniche, come da richiesta della ditta esecutrice, l'Ufficio Viabilità della Città Metropolitana di Firenze ha disposto la chiusura alla circolazione, esclusi pedoni, biciclette condotti a mano, del ponte sul fiume Arno in località San Clemente, sulla Sp 18 "Braccio di San Clemente", tra i Comuni di Reggello e Rignano sull'Arno, dalle ore 8.45 alle ore 13 di giovedì 1 dicembre 2022. Il transito veicolare sarà deviato, in via provvisoria, sull'itinerario Sr 69 - Sp 89 bis e viceversa.
29/11/2022 10.35 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Firenze Firenze. A Palazzo Vecchio arriva un nuovo ascensore per l’accesso al salone dei Duecento e alle sale monumentali
Dopo i numerosi interventi di manutenzione, è arrivato il via libera al progetto definitivo per sostituire integralmente l’ascensore di Palazzo Vecchio. Su proposta dell’assessora ai Lavori pubblici Titta Meucci, la giunta ha infatti approvato un progetto da 165mila euro per la riqualificazione dell’impianto che porta alle sale monumentali e al Salone dei Duecento: un intervento che prevede lo smontaggio dell’attuale ascensore, le modifiche delle porte di accesso ai piani, le opere di rinforzo per le guide di scorrimento dell’impianto e l'installazione di un nuovo ascensore in grado di garantire un migliore comfort e un notevole risparmio energetico.

“Dopo gli interventi dei mesi scorsi - ha detto l’assessora Meucci -, diamo il via a un progetto di riqualificazione complessiva dell’impianto, lavorando sia sulla parte murale che su quella meccanica: in questo modo sarà possibile garantire un impianto più moderno ed efficiente. Si tratta di un ascensore sottoposto a un notevole utilizzo, anche legato ai numerosi eventi, rispetto ai quali chiederemo comunque agli organizzatori un maggiore ricorso a montacarichi esterni. I lavori saranno realizzati già nella prima metà del 2023”. (sc)
29/11/2022 9.44 Comune di Firenze
Comune di San Casciano San Casciano. Il sindaco Ciappi festeggia la cittadinanza italiana conferita ad un giovane disabile di Casablanca. Ammar Harmouch è cittadino italiano
Felice e commossa la mamma Naima che vive a San Casciano in Val di Pesa con i suoi due figli da circa venti anni. Il sindaco Roberto Ciappi: “abbiamo sancito un percorso che era già uno stato di fatto, Ammar, la mamma e il fratello sono nostri concittadini dal momento in cui li abbiamo accolti” Tè marocchino, mandorle tostate e pasticcini al miele hanno incorniciato la piccola cerimonia che è stata allestita ieri fa nell’ufficio del sindaco Roberto Ciappi per la consegna della cittadinanza italiana ad Ammar Harmouch, il giovane diversamente abile, originario di Casablanca, che vive con la mamma e il fratello minore da oltre venti anni a San Casciano in Val di Pesa (FI). Un momento solenne, arricchito dal tricolore sulle gambe del ventinovenne, ma anche un’occasione di festa che ha reso omaggio ancora una volta al valore sociale della cultura dell’accoglienza, molto radicata nel territorio chiantigiano. Il percorso non facile del ragazzo, accompagnato costantemente dall’amore della tenace mamma e dei suoi familiari, testimonia un’importante storia di integrazione, inclusione e amicizia con la comunità sancascianese.

“Ho sempre raccomandato ai miei figli un principio che vale in ogni parte del mondo – ha dichiarato felice la mamma Naima - rendiamoci utili dove ci troviamo, da cittadini attivi e responsabili, l’Italia è il nostro paese, è qui che abbiamo scelto di vivere, da nativi del Marocco abbiamo radici, culture, abitudini diverse, consideriamole forme di ricchezza per la comunità che ci accoglie, non un impedimento o un ostacolo di cui aver paura, è fondamentale aprirsi agli altri, alle tradizioni e alle peculiarità culturali del luogo in cui cresciamo, senza annullare le nostre, ma affiancandole pacificamente”. “E’ dovere di ogni cittadina e cittadino, qualunque sia la loro provenienza - ha aggiunto - offrire il proprio contributo per realizzare quell’importante rapporto di reciprocità solidale che ci rende tutti uguali, tutti parte della stessa comunità”.

“Sono orgoglioso di conferire la cittadinanza italiana ad Ammar – ha rilevato il sindaco Roberto Ciappi - il giovane e i suoi familiari sono cittadini sancascianesi, pienamente integrati nel nostro tessuto sociale, la firma degli atti sancisce l’aspetto burocratico di un percorso che era già uno stato di fatto, Ammar, la mamma e il fratello sono nostri concittadini dal momento in cui li abbiamo accolti, auguro loro di vivere e risiedere a San Casciano in Val di Pesa in piena serenità e di avvalersi di tutte le opportunità che offre il nostro comune”. Alla cerimonia hanno preso parte anche la vicesindaca Elisabetta Masti e gli assessori Maura Masini e Moreno Cheli. Da nuovo cittadino italiano, Ammar dovrà fare la nuova carta d’identità, elettronica e valida per l’espatrio, potrà richiedere il passaporto alla Questura e riceverà a casa la tessera elettorale per poter votare.
29/11/2022 12.39 Comune di San Casciano
Comune di Fucecchio L’arte fotografata da Cristina Garzone: dall’Etiopia a Matera tra misticismo, religione e tradizioni
Sabato 10 dicembre alle ore 16 la proiezione di due mostre dell’artista presso la Sala del Poggio Salamartano Raccontare i popoli, le tradizioni, le credenze cercando di cogliere le radici culturali e religiose dei luoghi visitati. Sabato 10 dicembre l’artista di fama internazionale Cristina Garzone, unica donna in Italia ad aver conseguito nel 2020 il più alto riconoscimento della FIAP MFIAP (Fèdération International de l’Art Photographique), approda a Fucecchio per presentare due delle sue maggiori mostre fotografiche attraverso una proiezione promossa dal Gruppo fotografico L'Obiettivo in collaborazione con il Circolo M.C.L. e con il patrocinio del Comune di Fucecchio e della Fondazione Montanelli Bassi. Alle ore 16, presso la Sala del Poggio Salamartano, saranno presentati gli audiovisivi dal titolo "Odighritia colei che mostra la via" e "Tewahedo", curati da Lorenzo De Francesco, direttore del Servizio Audiovisivi della FIAP. Protagonisti delle opere sono da una parte il Misticismo Copto di Lalibela, in Etiopia, e dall’altra la festa di Maria Santissima della Bruna, patrona di Matera.

“Porto a Fucecchio due mostre che raccontano paesi lontani ma anche legati tra loro – spiega l’artista -. La mostra relativa a Lalibela raccoglie tre anni di lavoro in Etiopia durante i quali ho avuto l’opportunità di fotografare le tipiche chiese scavate nel tufo, nelle quali ogni anno si celebra la Festa della Madonna, i fedeli avvolti nei loro mantelli bianchi, i momenti di preghiera ma anche le feste, le danze e le ricorrenze tipiche del posto. Di Matera racconto invece la festa patronale, dedicata a Maria Santissima della Bruna, che ho documentato ogni anno a partire dal 2015 e fino al 2020. Due luoghi lontani – conclude – ma il cui legame è evidente nelle chiese etiopi scavate nella roccia, che richiamano i Sassi di Matera, patrimonio dell’Umanità UNESCO, e nelle ricorrenze religiose che, ognuna secondo le proprie credenze e tradizioni, caratterizzano entrambe le città”

Durante la proiezione saranno inoltre disponibili i libri dell'artista dedicati alle due mostre: "Misticismo Copto" e "Maria De Bruna. Riti, storia e immagini di Nicola D'Inperio e Cristina Garzone (entrambi Edizioni Magister Matera di Timoteo Papapietro). Ospite dell'evento Carlo Ciappi, docente DAC FIAF e critico della fotografia. Per tutti gli interessati sarà possibile partecipare alla cena organizzata al termine dell’evento prenotando al numero 347 9058925 o via mail all'indirizzo nikomat2021@libero.it.

Cristina Garzone nasce a Matera e oggi risiede in provincia di Firenze. Da anni si dedica alla fotografia amatoriale con predilezione per il reportage. E’ socia de “Il Cupolone” BFI-CAFIAP di Firenze, dove ha rivestito la carica di vice presidente dal 2013 al 2016, e del “Sille Sanat Sarayi” di Konya in Turchia, oltre a vari circoli e gruppi fotografici nazionali e internazionali. Ha conseguito innumerevoli riconoscimenti in virtù della partecipazione a competizioni fotografiche italiane ed estere, e viene chiamata, in veste di giurata, alle più prestigiose competizioni internazionali. Ad aprile 2020 le è stata conferita la più alta onorificenza della fotografia internazionale MFIAP (Maitre de la Federation Internationale de l'Art Photographique), prima ed unica donna fotografa italiana ad aver conseguito un titolo così importante. Nel febbraio 2020, ad Albenga, viene presentato il suo primo volume “Misticismo Copto”, mentre nel giugno 2021, a Matera, viene presentato il secondo volume "Maria De Bruna. Riti, storia e immagini”, entrambi disponibili anche durante l’evento di Fucecchio
29/11/2022 12.35 Comune di Fucecchio
Università di Firenze Ateneo. Venerdì 2 dicembre a Brunelleschi targa in ricordo di Niccolò Bizzarri. Nell’ambito dell’iniziativa “Senza barriere”
Lunedì 5 dicembre cerimonia di consegna del premio “Unifi Include” dedicato a persone e organizzazioni impegnate nell’accoglienza “Senza barriere”. Si intitola così l’iniziativa con cui l’Università di Firenze celebra la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità venerdì 2 dicembre.

Alle ore 11 nel cortile della sede universitaria di piazza Brunelleschi, 4 sarà posta una targa in ricordo di Niccolò Bizzarri, studente Unifi con disabilità motoria prematuramente scomparso nel gennaio 2020. La dedica riproduce anche una poesia di Niccolò, che si era speso con passione negli organi istituzionali per il pieno coinvolgimento degli studenti disabili nelle attività dell’Ateneo. Saranno presenti la rettrice Alessandra Petrucci, la vicesindaca del Comune di Firenze Alessia Bettini e il presidente della Scuola di studi umanistici e della Formazione Giovanni Zago.

Nell’occasione sarà presentato il progetto di crowdmapping ideato nell'ambito delle azioni "Unifi Include": la mappatura delle strutture dell'Ateneo fiorentino - realizzata con la partecipazione diretta dei soggetti fruitori - che permetterà agli studenti di informarsi sull'accessibilità delle sedi, grazie all’integrazione di Kimap, App gratuita della startup Kinoa che facilita la mobilità di persone con disabilità.



Nel segno di un’altra ricorrenza, quella della Giornata mondiale del volontariato, lunedì 5 dicembre, si svolge inoltre la cerimonia di consegna del “Premio Unifi include”, dedicato a persone e organizzazioni impegnate in servizi di accoglienza, solidarietà e inclusione (ore 11, Aula Rossa di Villa Ruspoli, piazza Indipendenza, 9 – fruibile anche in videostreaming su www.unifi.it/webtv ).

Si tratta della prima edizione del Premio che l’Ateneo promuove per richiamare l’attenzione sui temi che sono oggetto di uno specifico impegno da parte della comunità universitaria fiorentina.

Apriranno l’iniziativa il saluto della rettrice Alessandra Petrucci e l’intervento della delegata all’inclusione e diversità Maria Paola Monaco. Riceveranno il riconoscimento Don Matteo Galloni e Francesca Termanini (Fondazione Amore e Libertà onlus), Marisa Daniela Consilvio (La Ronda della Carità e della Solidarietà), Enrico Palmerini (Coordinamento Toscano Marginalità). Modera Giampaolo Cerri, caporedattore di Vita non profit magazine.
29/11/2022 12.37 Università di Firenze
Regione Toscana Toscana. Coronavirus, 3.398 nuovi casi, i decessi sono tredici
Sono 518 (18 in più rispetto a ieri) i ricoverati in ospedale: 26 (1 in meno) si trovano in terapia intensiva Sono 3.398 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime ventiquattro ore in Toscana: 397 sono stati confermati con tampone molecolare e gli altri 3.001 con test rapido.

Il numero dei contagiati rilevati nella regione dall'inizio della pandemia sale dunque a 1.523.820. I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,2% (2.303 persone) e raggiungono quota 1.446.900 (95% dei casi totali).

I dati, relativi all'andamento della pandemia, sono quelli accertati oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale.

Al momento in Toscana risultano pertanto 65.746 positivi, +1,7% rispetto a ieri. Di questi 518 (18 in più rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale: 26 (1 in meno) si trovano in terapia intensiva.

La lista dei decessi si aggiorna con 13 nuovi decessi: 9 uomini e 4 donne con un'età media di 81,9 anni.

Dall'ultimo bollettino quotidiano sono stati eseguiti 1.249 tamponi molecolari e 15.629 tamponi antigenici rapidi: di questi il 20,1% è risultato positivo. Sono invece 3.731 i soggetti testati, escludendo i tamponi di controllo: il 91,1% di questi è risultato positivo.

L'andamento per provincia

Con gli ultimi casi salgono a 411.124 i positivi dall'inizio dell'emergenza nei comuni della Città metropolitana di Firenze (803 in più rispetto a ieri), 100.540 in provincia di Prato (172 in più), 119.365 a Pistoia (227 in più), 77.943 a Massa Carrara (262 in più), 165.351 a Lucca (465 in più), 177.700 a Pisa (418 in più), 138.977 a Livorno (392 in più), 137.718 ad Arezzo (259 in più), 109.177 a Siena (201 in più) e 84.915 a Grosseto (187 in più). A questi vanno aggiunti 569 casi di positività notificati in Toscana ma che riguardano residenti in altre regioni.

La Toscana ha circa 41.264 casi complessivi ogni 100.000 abitanti dall'inizio della pandemia (tra residenti e non residenti). Al momento la provincia di notifica con il tasso più alto é Lucca (con 43.065 casi ogni 100 mila abitanti), seguita da Pisa (42.514) e Livorno (42.243). La più bassa concentrazione si riscontra a Prato (con un tasso di 37.901).

In 65.228 sono in isolamento a casa, perché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (1.064 in più rispetto a ieri, più 1,7%).

I 1.446.900 guariti registrati a oggi lo sono a tutti gli effetti, da un punto di vista virale, certificati con tampone negativo.

I decessi

La lista dei decessi si aggiorna con 13 nuovi decessi: 9 uomini e 4 donne con un'età media di 81,9 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 7 a Firenze, 3 a Prato, 1 a Pistoia, 1 a Livorno, 1 fuori Toscana.

Sono 11.174 i deceduti dall'inizio dell'epidemia: 3.542 nella Città metropolitana di Firenze, 906 in provincia di Prato, 998 a Pistoia, 706 a Massa Carrara, 1.048 a Lucca, 1.256 a Pisa, 833 a Livorno, 714 ad Arezzo, 602 a Siena, 409 a Grosseto. Vanno aggiunte 160 persone decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità per Covid-19 (numero di deceduti/popolazione residente) è al momento 302,6 ogni 100 mila residenti. Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (371,9 ogni 100 mila abitanti), seguita da Firenze (354,8) e Pistoia (343,8), mentre il più basso è a Grosseto (187,7).

Tutti i dati saranno visibili sul sito dell'Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19
29/11/2022 12.22 Regione Toscana
 
 




Vai al contenuto