Login

MET

Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze icona met


IN PRIMO PIANO....

Regione Toscana Superato il milione di vaccinazioni in Toscana
Ultima settimana di vaccinazione degli ultra ottantenni Il Presidente della Regione Eugenio Giani ha annunciato sui social che la Toscana ha superato il milione di vaccinazioni.
Ultima settimana di vaccinazione degli ultra ottantenni.
La Toscana è tra le prime regioni italiane ad aver superato l'85% dei vaccinabili con prima dose.
Fino al 25 aprile gli ultra ottantenni saranno vaccinati dai medici di famiglia con più di 17mila dosi e dagli operatori dei grandi centri: Mandela forum a Firenze, Centro Pegaso a Prato, Cattedrale a Pistoia, Modigliani Forum a Livorno, centri fieristici di Carrara e Arezzo, centro Ospedaletto a Pisa e molti altri.
Gli ultra ottantenni che ancora oggi non hanno l’appuntamento possono chiederlo sul portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it e recarsi liberamente nei centri vaccinali entro il 25 aprile.

Le persone estremamente vulnerabili non ancora registrate sul portale per il vaccino possono iscriversi su https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/new-adhesion/ef. Ad oggi sono oltre 63mila i vaccini somministrati ai vulnerabili.
19/04/2021 7.42 Regione Toscana
Teatro del Maggio Musicale Fiorentino 83esima edizione del Festival del Maggio Musicale Fiorentino
Adriana Lecouvreur è, il 27 aprile 2021, il primo titolo operistico in programma dopo l’appuntamento sinfonico inaugurale con il concerto diretto da Daniele Gatti del 26 aprile. La direzione dell’opera di Francesco Cilea è affidata a Daniel Harding, la regia a Frederic Wake-Walker. Maria José Siri è Adriana Adriana Lecouvreur di Francesco Cilea, opera che si potrebbe definire toscana, anzi fiorentina, perché quasi interamente composta a Firenze (prima in un appartamento in via Giuseppe Garibaldi e poi in una villa a Fiesole) tra il 1900 e il 1902, è la prima opera in cartellone dell'83ª edizione del Festival del Maggio Musicale. Sul podio il maestro Daniel Harding a dirigere il Coro e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e, alla regia, il debutto fiorentino di Frederic Wake-Walker. Sul palco un grande cast capeggiato da María José Siri nel ruolo di Adriana, Martin Muehle, Ksenia Dudnikova, Nicola Alaimo, Paolo Antognetti, Alessandro Spina, Chiara Mogini, Valentina Corò, Davide Piva, Antonio Garés e Michele Gianquinto. Maestro del Coro è Lorenzo Fratini. Le coreografie sono di Anna Olkhovaya, le scene di Paulina Liefers, i costumi di Julia Katharina Berndt, le luci di Marco Faustini.

A interpretare la protagonista, dunque, il soprano María José Siri, artista di fama internazionale che dopo il grandissimo successo al Maggio di Il tabarro e Suor Angelica ha recentemente interpretato Abigaille nel Nabucco dello scorso ottobre 2020 e che è reduce da una recentissima e trionfale Adriana all'Ópera de Las Palmas de Gran Canaria. Insieme a lei, nel ruolo della Principessa di Bouillon, il mezzosoprano Ksenia Dudnikova, che debutta al Teatro del Maggio con il personaggio che l’ha presentata al pubblico ed è una delle voci emergenti più interessanti del panorama lirico attuale. Nel ruolo del Conte di Sassonia, il tenore Martin Muehle, ospite abituale a Parigi, Amsterdam, Londra, Monaco, Berlino anche lui al suo debutto al Maggio. A interpretare Michonnet il baritono Nicola Alaimo, artista ospite del Maggio in varie occasioni tra cui il recente Home Gala Concert dello scorso anno e che presto sarà Falstaff nella prossima stagione. Nei ruoli del Principe di Bouillon e l’Abate di Chazeuil, il basso Alessandro Spina e il tenore Paolo Antognetti, anch’essi ospiti in varie occasioni nelle produzioni del Maggio. Con loro, le presenze degli artisti dell’Accademia del Maggio, Chiara Mogini (Madamigella Jouvenot), Valentina Corò (Madamigella Dangeville), Davide Piva (Quinault), Antonio Garés (Poisson) e Michele Gianquinto (Un maggiordomo).

Adriana Lecouvreur, quarta e tra le più celebri delle cinque opere composte da Francesco Cilea, nonostante fosse stata scritta quasi integralmente a Firenze, fu presentata la prima volta a Milano dove Cilea la completò, nel 1902 al Teatro Lirico con grandi nomi come Angelica Pandolfini ed Enrico Caruso ottenendo immediatamente un successo enorme. L’opera arrivò a Firenze nel 1903 alla Pergola e fu diretta da un giovane Tullio Serafin, replicando certamente il trionfo milanese e restò in cartellone per molte seguitissime repliche. Successivamente fu eseguita al Teatro Pagliano nel 1906 e lentamente e sorprendentemente fu in seguito quasi dimenticata dai teatri italiani e stranieri. Rientrò nel repertorio negli anni ’30 ma prima di rivederla sulle scene, i fiorentini hanno dovuto attendere il 1940 quando riallestita al Teatro Comunale, interpretata da Magda Olivero. Da allora si contano solo altre edizioni, nel 1966, nel 1981 e l’ultima nel 2010.

Si tratta una vicenda vissuta in epoca illuministica da Adriana, una grande tragicienne della Comédie Française (celebrata da Voltaire), all’interno di una variante del classico triangolo amoroso con Maurizio, conte di Sassonia conteso fra la principessa di Bouillon e la protagonista, e Michonnet, compagno di teatro segretamente innamorato di Adriana. Per Cilea ci sono tutti gli elementi di sicura efficacia drammatica da poter sviluppare in musica: intensi colpi di scena, scontri notturni tra rivali in amore, omaggi al Grand opéra, l’ambientazione nel Settecento galante (dipinto con grazia e levità secondo il modello francese), un intrigo noir e l’espediente del teatro nel teatro che consente alla protagonista di passare dalla finzione di una commedia recitata alla passione della vita reale.
19/04/2021 17.13 Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
Regione Toscana Coronavirus: 771 nuovi casi, età media 43 anni; 31 i decessi
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti covid oggi sono complessivamente 1.850 (49 in più rispetto a ieri), 273 in terapia intensiva (3 in più rispetto a ieri)
In Toscana sono 217.349 i casi di positività al Coronavirus, 771 in più rispetto a ieri (745 confermati con tampone molecolare e 26 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,6% e raggiungono quota 185.753 (85,5% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 9.610 tamponi molecolari e 1.589 tamponi antigenici rapidi, di questi il 6,9% è risultato positivo. Sono invece 4.127 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 18,7% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 25.713, -1,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.850 (49 in più rispetto a ieri), di cui 273 in terapia intensiva (3 in più). Oggi si registrano 31 nuovi decessi: 20 uomini e 11 donne con un'età media di 83,1 anni.

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

L'età media dei 771 nuovi positivi odierni è di 43 anni circa (il 18% ha meno di 20 anni, il 26% tra 20 e 39 anni, il 31% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, il 5% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (745 confermati con tampone molecolare e 26 da test rapido antigenico). Sono 59.519 i casi complessivi ad oggi a Firenze (224 in più rispetto a ieri), 19.526 a Prato (79 in più), 20.345 a Pistoia (52 in più), 12.200 a Massa-Carrara (34 in più), 22.667 a Lucca (103 in più), 26.772 a Pisa (80 in più), 16.033 a Livorno (43 in più), 19.933 ad Arezzo (71 in più), 12.044 a Siena (53 in più), 7.755 a Grosseto (32 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 388 i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 227 nella Nord Ovest, 156 nella Sud est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 5.886 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 6.489 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 7.596 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 6.975, Pisa con 6.403, la più bassa Grosseto con 3.530.
Complessivamente, 23.863 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (407 in meno rispetto a ieri, meno 1,7%).
Sono 28.035 (553 in più rispetto a ieri, più 2%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 11.843, Nord Ovest 8.903, Sud Est 7.289).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.850 (49 in più rispetto a ieri, più 2,7%), 273 in terapia intensiva (3 in più rispetto a ieri, più 1,1%).
Le persone complessivamente guarite sono 185.753 (1.098 in più rispetto a ieri, più 0,6%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 185.753 (1.098 in più rispetto a ieri, più 0,6%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Oggi si registrano 31 nuovi decessi: 20 uomini e 11 donne con un'età media di 83,1 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 16 a Firenze, 3 a Prato, 6 a Pistoia, 3 a Massa-Carrara, 1 a Lucca, 1 a Pisa, 1 a Arezzo.

Sono 5.883 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 1.868 a Firenze, 481 a Prato, 528 a Pistoia, 504 a Massa-Carrara, 597 a Lucca, 631 a Pisa, 380 a Livorno, 396 ad Arezzo, 267 a Siena, 152 a Grosseto, 79 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 159,3 per 100.000 residenti contro il 196 per 100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa-Carrara (262,9 per 100.000), Firenze (187,6 per 100.000) e Prato (187,1 per 100.000), il più basso a Grosseto (69,2 per 100.000).

Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell'Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19
19/04/2021 14.00 Regione Toscana
Comune di Firenze Anagrafe, con la nuova carta di identità il 43% dei fiorentini dice ‘sì’ alla donazione degli organi
L’assessore Meucci: “Rilanciamo l’importanza di questo servizio attivo presso gli uffici anagrafici del Comune” Sono stati oltre 11mila i fiorentini che nel 2020, al momento del rilascio o rinnovo della carta di identità all’Anagrafe del Comune, hanno espresso il proprio consenso alla donazione degli organi. Un dato in leggero calo rispetto al 2019, quando si era attestato a quasi 15mila, a causa della proroga della validità delle carte di identità in scadenza legata all’emergenza sanitaria. Valori in netta crescita rispetto ai circa 7mila consensi dichiarati nel 2018 e ai 2400 del 2017. In termini percentuali, nel 2020 è stato il 43% dei cittadini a dare il consenso alla donazione, mentre il 17% si è dichiarato contrario e il 40% ha scelto di non esprimersi. La possibilità di non esprimersi è stata introdotta dalla normativa nel 2017 e ha comportato un netto cambiamento rispetto al 2016 quando i cittadini si erano divisi tra un 88% di sì e un 12% di no. Analogo l’andamento percentuale del 2019 (con un 44% di sì, un 15% di no e un 42% di non mi esprimo) e del 2018 (con un 45% di sì, un 11% di no e un 44% di non mi esprimo). Il forte aumento tra 2017 e 2018 è legato alla partenza del rilascio della carta di identità elettronica, rispetto a quella cartacea nella quale non era prevista la raccolta delle manifestazioni sulla donazione.

“Vogliamo rilanciare l’importanza del servizio attivo presso l’Anagrafe del Comune e della scelta per la donazione degli organi - ha detto l’assessore all’Anagrafe Titta Meucci -, anche a partire dalla campagna di comunicazione promossa dal ministero della Salute con il Centro nazionale trapianti in occasione della Giornata nazionale della donazione degli organi dell’11 aprile scorso. I maggiorenni possono dichiarare il proprio consenso o di­niego sulla donazione di organi al momento del rilascio o del rinnovo della carta di identità. Nel caso in cui il cittadino decida di esprimere la propria volontà, sia positiva che negativa, questa confluisce nel database del ministero della Salute. Il dato acquisito non viene indicato sul documento di identificazione ed è possibile modificare in qualsiasi momento la scelta, con una comunicazione alla Asl”.

Ad oggi in Italia, oltre 8mila pazienti sono in attesa di un organo e per ogni ‘no’ dichiarato dai cittadini si calcolano circa 2,5 mancati trapianti. Ci sono ancora forti differenze territoriali, soprattutto tra nord e sud del Paese (dove i consensi alla donazione sono inferiori rispetto alla media nazionale), mentre la fascia d'età che esprime maggiori ‘no’ alla donazione è quella degli over 60. Sono i dati diffusi dal Centro nazionale trapianti in occasione della 24esima Giornata nazionale della donazione di domenica 11 aprile 2021.
19/04/2021 11.12 Comune di Firenze
Comune di Bagno a Ripoli Bagno a Ripoli - Il Comune aderisce alla Rete dei Comuni Sostenibili
Il progetto promosso da Ali – Autonomie Locali Italiane, Leganet e Città del Bio. Obiettivo diffondere le buone pratiche di sostenibilità ambientale La sostenibilità è sempre più la bussola del Comune di Bagno a Ripoli. Con deliberazione della giunta, è stata sancita l’adesione dell’amministrazione ripolese alla Rete dei Comuni Sostenibili, il network promosso Ali – Autonomie Locali Italiane, Leganet e Città del Bio per diffondere i temi della difesa dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile.

La Rete è nata lo scorso 14 gennaio e conta già l’adesione di numerosi enti locali in tutta Italia. Tra gli obiettivi del progetto rientrano l’attuazione di politiche locali coerenti coi princìpi di sostenibilità delle Nazioni Unite che costituiscono l’Agenda 2030 dell’UE, la traduzione a livello comunale degli obiettivi del BES (Benessere Equo e Sostenibile) definiti dall’Italia e lo sviluppo di buone pratiche promosse dalla Commissione Europea. I risultati di questa azione potranno tradursi nella redazione di Agende locali 2030, ovvero “Piani di azione per il Comune sostenibile” da inserire nel DUP (Documento Unico di Programmazione) dell’ente, o di specifici Piani di mobilità sostenibile.
“Ancora una volta – dichiara il sindaco Francesco Casini, presidente di Ali Toscana – ribadiamo l’impegno della nostra amministrazione comunale nei confronti della sostenibilità. La battaglia per l'ambiente va combattuta quotidianamente, a partire dall'azione amministrativa cui siamo chiamati nelle nostre realtà locali. È l'unico modo che abbiamo per fare la differenza e lasciare ai nostri figli un mondo migliore di come lo abbiamo trovato”.

“Non si tratta soltanto di impegni vaghi” assicura l’assessore all’ambiente Enrico Minelli. “Con l’adesione alla Rete dei Comuni Sostenibili avremo la possibilità di condividere le “best practices” europee sui temi ambientali. Inoltre, potremo avere accesso più facilmente a bandi regionali, nazionali o comunitari, grazie all’affiancamento di esperti qualificati e al sostegno all’aggiornamento professionale dei dipendenti comunali”.

Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina Facebook www.facebook.com/retecomunisostenibili/ e il sito www.comunisostenibili.eu. I portali sono già attivi e saranno via via arricchito da materiali utili e da news provenienti dai Comuni aderenti.

  • ***
Bagno a Ripoli, 16 aprile 2021
19/04/2021 11.45 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli

Regione Toscana Regione. Istituto De Angeli, Regione convoca tavolo il 30 aprile
Al tavolo sono invitati l’azienda, le organizzazioni di categoria Filctem Cgil - Femca Cisl - Uiltec Uil e anche il Comune di Reggello, nella persona del sindaco reggente, Piero Giunti e dell’assessore al lavoro, Adele Bartolini Il tavolo regionale per l’Istituto De Angeli di Prulli (Reggello), si riunirà il 30 aprile prossimo alle 11. Una decisione presa da Valerio Fabiani, consigliere del presidente Giani con delega a lavoro e crisi aziendali, che spiega: “Abbiamo ascoltato le preoccupazioni espresse dai sindacati e abbiamo deciso di convocare il tavolo”. Preoccupazioni al centro dell’agitazione indetta dai sindacati domani e dopo domani, quando sono annunciati sciopero, assemblea e presidio davanti ai cancelli. Fabiani ricorda che “già in altre occasioni abbiamo fatto presente all’azienda le opportunità, incentivi e strumenti a livello normativo per far fronte a un eventuale stato di crisi”.

Al tavolo sono invitati l’azienda, le organizzazioni di categoria Filctem Cgil - Femca Cisl - Uiltec Uil e anche il Comune di Reggello, nella persona del sindaco reggente, Piero Giunti e dell’assessore al lavoro, Adele Bartolini.
19/04/2021 18.26 Regione Toscana
Regione Toscana Regione. Bekaert: “Lettera a viceministra Todde per convocare tavolo al Mise”
Tra le vertenze tosane con scadenza a breve, Bekaert non è compresa tra i tavoli convocati prossimamente al Mise “Scriveremo alla viceministra Alessandra Todde per rappresentare l’urgenza di riunire il tavolo Bekaert presso il Mise”. Lo dichiarano l’assessora al lavoro, Alessandra Nardini e Valerio Fabiani, consigliere del presidente Eugenio Giani e delegato a lavoro e crisi aziendali.
La decisione di scrivere alla viceministra dello sviluppo economico con delega alle crisi aziendali, è giunta dopo aver appreso che, tra le vertenze tosane con scadenza a breve, Bekaert non è compresa tra i tavoli convocati prossimamente al Mise. Nella lettera si ricorderà infatti, precisano Nardini e Fabiani, che il 4 maggio scadono gli ammortizzatori sociali per i lavoratori rimasti in forza all’azienda di Figline Incisa Valdarno.
19/04/2021 17.54 Regione Toscana
Redazione di Met Segnalazione di eventuali interferenze tra segnale TV e reti di telefonia mobile di nuova generazione LTE (4G)
Possono essere utilizzati il numero verde 800 126 126 e il modulo elettronico presente sul sito web https://www.helpinterferenze.it/ Con il Decreto ministeriale 165/2013 il Ministero dello sviluppo economico ha affidato alla Fondazione Ugo Bordoni (FUB) la gestione delle segnalazioni da parte dei cittadini relative alle interferenze 4G che possono causare disservizi nella visione del segnale televisivo digitale.

Le interferenze agli impianti di ricezione televisiva domestica possono a volte verificarsi nelle zone in cui vengono accese le stazioni radio base che trasmettono i segnali della telefonia 4G nella banda degli 800 MHz.
Il servizio gestito dalla FUB, denominato Help Interferenze, permette ai singoli cittadini o agli amministratori di condominio di inviare una “Segnalazione” su eventuali disturbi nella ricezione della TV digitale terrestre.

In presenza dei requisiti tecnici e amministrativi richiesti per l'accesso al servizio, sarà inviato un antennista che effettuerà gratuitamente l'intervento di ripristino della corretta ricezione dei segnali televisivi presso l'indirizzo indicato.

Qualora in alcune zone della Città Metropolitana si riscontrassero improvvisi problemi di ricezione del segnale televisivo del digitale terrestre sarà possibile effettuare la segnalazione tramite la chiamata al numero verde 800 126 126 e la compilazione di un modulo elettronico presente sul sito web https://www.helpinterferenze.it/.
19/04/2021 11.07 Redazione di Met
Comune di Firenze Firenze. Aprile Resistente 2021 al Quartiere 4
Dal 22 aprile tanti gli appuntamenti per ricordare la Resistenza e la Liberazione dal nazifascismo Mirko Dormentoni: “Aprile Resistente 2021 ci porta il volume ‘Spoon River 1944. Partigiani e soldati alleati verso la Liberazione di Firenze’, un viaggio nella memoria con gli studenti del Liceo Rodolico e dell’I. C. Pirandello, curato da Franco Quercioli. In preparazione anche due eventi a maggio e uno a giugno”

“L’Assessorato alla Memoria del Comune di Firenze, il Consiglio di Quartiere 4, l’Anpi Isolotto Circolo Sergio Rusich, l’Archivio del Movimento di Quartiere di Firenze e BiblioteCaNova Isolotto presentano l’edizione 2021 di “Aprile Resistente”, che si terrà fra il 22 e il 25 aprile, con prosecuzione nei mesi successivi con altre iniziative.

“Aprile Resistente 2021 esordisce con una testimonianza che nasce dal nostro territorio – dice il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni – e unisce più generazioni nel segno della storia e della conoscenza. Si tratta del volume ‘Spoon River 1944. Partigiani e soldati alleati verso la Liberazione di Firenze', un viaggio nella memoria con gli studenti del Liceo ‘N. Rodolico’ e dell’I. C. ‘L. Pirandello’, curato da Franco Quercioli. È un'esperienza culturale profonda e dinamica, un lavoro che deriva dal percorso cominciato con le scuole e una serie di storici appassionati del territorio qualche anno fa in collaborazione con il Quartiere 4. Grande è quindi la soddisfazione personale e dell’intera comunità. Il libro rende giustizia alle tante microstorie di persone comuni, alleati stranieri provenienti dall'altra parte del globo, spesso appartenenti a minoranze, venuti a lottare e a morire per la nostra libertà. C'è poi il lavoro di ricerca e studio e il coinvolgimento emozionale degli studenti di oggi, chiamati a conoscere, ad approfondire e a raccontare queste storie tragiche e meravigliose di settant'anni fa. Ragazzi di oggi, la cui possibilità di pensare ed esprimersi liberamente si fonda proprio sul sacrificio di quei giovani degli anni '40. Tutto ciò rende ‘Spoon River 1944’ un progetto intensamente educativo, oltre che storico e culturale, capace di mettere al centro la memoria e i valori della nostra Costituzione nata dalla Resistenza e dalla Liberazione dal nazifascismo”.

Di seguito il programma completo di Aprile Resistente 2021:

Giovedì 22 aprile, ore 17.30, Streaming - diretta sulla pagina Facebook della BiblioteCaNova (https://www.facebook.com/bibliotecanova), presentazione del libro ‘Spoon River 1944. Partigiani e soldati alleati verso la Liberazione di Firenze’, un viaggio nella memoria con gli studenti del Liceo ‘N. Rodolico’ e dell’Istituto Comprensivo ‘L. Pirandello’, un libro e un video promossi dal Comune di Firenze e dal Consiglio di Quartiere 4, realizzati dall’Archivio del Movimento di Quartiere, in collaborazione con l’Anpi, la Camera del Lavoro e lo Spi Cgil, in lingua italiana e inglese (Edizioni CdeV). Partecipano: Alessandro Martini, assessore alla Memoria del Comune di Firenze; Sara Funaro, assessore all’Educazione del Comune di Firenze; Mirko Dormentoni, presidente del Consiglio di Quartiere 4; Giuseppe Matulli, presidente dell’Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell’Età Contemporanea; Vania Bagni, presidente dell’Anpi di Firenze; Mario Batistini, segretario dello Spi Cgil di Firenze; Moreno Biagioni, presidente dell’Archivio del Movimento di Quartiere di Firenze; Franco Quercioli, curatore del libro; Noemi Nannucci e Filippo Silvestri, studenti del Liceo Rodolico; Sofia D’Ignazio, già studente dell’I.C. Pirandello; Sibilla Mischi, insegnante del Liceo Rodolico; Carla Celi, già insegnante dell’I.C. Pirandello.

Sabato 24 aprile, ore 10-12.30, all’ex gasometro di via dell’Anconella, le educatrici della Ludoteca La Mondolfiera presentano una narrazione sulla partigiana Tina Anselmi, insieme al coro dell’Anpi “Canta Liberi”.

Domenica 25 aprile, Deposizione delle corone alla Lapide ai Caduti, in via F. Cavallotti; al Monumento ai Caduti di Ugnano; al Cippo ai Caduti, all'Acquedotto di Mantignano; al Cippo dedicato al Deportato, nel Parco di Villa Vogel.

Domenica 25 aprile sarà messo in rete un video con letture e momenti di commemorazione, uno per ciascun Quartiere, con la partecipazione dei presidenti. Il video del Quartiere 4 è stato realizzato al Ponte dei Cazzotti di Mantignano.

Altri eventi, rimandati a causa delle restrizioni anticovid, sono in programmazione con date e luoghi ancora da confermare. Due nel terzo weekend di maggio:

“Una per tutti. Le donne di ieri, la comunità di oggi”, a cura dell'Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell'Età Contemporanea, previsto nel Parco di Villa Vogel;

“La Mappa dei Partigiani – Musica, memoria e cultura argentina”, concerto con letture e danze a cura dell'Associazione Culturale Volver.

Un terzo a giugno, a cura di Franco Quercioli, con i ragazzi del Rodolico, al cimitero del Girone.

La realizzazione di tutti gli eventi del programma di ‘Aprile Resistente’ sarà subordinata alla situazione dei provvedimenti legati all'emergenza Covid19 e comunque nel pieno rispetto della specifica normativa di sicurezza.

Info: 055 2767101.
19/04/2021 10.54 Comune di Firenze
Autostrade per l'Italia A1 Milano-Napoli: chiusure notturne svincolo esterno della stazione di Firenze Scandicci
Dalla sera del 22 aprile Sulla A1 Milano-Napoli, per consentire lavori di pavimentazione, previsti in orario notturno, nelle due notti consecutive di giovedì 22 e venerdì 23 aprile, con orario 22:00-6:00, sarà chiuso lo svincolo esterno di entrata della stazione di Firenze Scandicci, per chi proviene da Pisa e sarà anche chiuso lo svincolo esterno di uscita, per chi è diretto verso Firenze città.
In alternativa, si consigliano i seguenti itinerari:
per la chiusura dello svincolo esterno di entrata, chi percorre la Strada di Grande Comunicazione Firenze-Pisa-Livorno e proviene da Pisa, dovrà proseguire in direzione di Firenze e, alla prima rotatoria, seguire le indicazioni per la A1;
per la chiusura dello svincolo esterno di uscita, seguire le indicazioni per la Strada di Grande Comunicazione Firenze-Pisa-Livorno, verso Pisa, uscire allo svincolo di Scandicci, immettersi sulla rotatoria e proseguire sulla Firenze-Pisa-Livorno in direzione di Firenze.

19/04/2021 11.51 Autostrade per l'Italia
Città Metropolitana di Firenze Chiusure notturne in FIPILI
Il 21 aprile fra Santa Croce e San Miniato verso Firenze e il 22 e 23 fra Santa Croce a Montopoli in direzione Mare Sulla strada di grande comunicazione Firenze Pisa Livorno per lavori di ripristino della pavimentazione stradale sono previste:
-la chiusura della carreggiata tra gli svincoli di Santa Croce e San Miniato in direzione Firenze dalle ore 22.00 del 21/04/2021 alle ore 06.00 del 22/04/2021;
-la chiusura della carreggiata tra gli svincoli di Santa Croce e Montopoli in direzione Mare dalle ore 22.00 del 22/04/2021 alle ore 06.00 del 23/04/2021 e dalle ore 22.00 del 23/04/2021 alle ore 06.00 del 24/04/2021.
19/04/2021 13.08 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Scarperia e San Piero ScarperiaeSanPiero. Il Sindaco Federico Ignesti ricorda Remo Cattini
Protagonista della storia del motorismo sportivo tricolore dagli anni 40 ad oggi: pilota, ufficiale di gara, direttore di gara a livello internazionale, direttore che nel 1974 inaugurò l’autodromo del Mugello, costruito dall’Automobile Club Firenze, e poi ancora direttore fino al 1988 Remo Cattini, aveva 97 anni e se ne è andato proprio ieri. Ormai la notizia è su tutti i mezzi di informazione e soprattutto su quelli che si occupano di sport e di automobilismo. E’ stato un protagonista della storia del motorismo sportivo tricolore dagli anni 40 ad oggi: pilota, ufficiale di gara, direttore di gara a livello internazionale, direttore che nel 1974 inaugurò l’autodromo del Mugello, costruito dall’Automobile Club Firenze, e poi ancora direttore fino al 1988. Di origini bresciane, ma appassionato del “suo” autodromo e del territorio mugellano aveva trasferito la sua residenza a Scarperia ed ottenuto nel 2013 il riconoscimento di cittadino illustre dall’allora Consiglio Comunale dell’ex Comune di Scarperia, con una cerimonia che si tenne a Palazzo dei Vicari. Oggi il Sindaco Federico Ignesti del Comune di Scarperia e San Piero, nell’inviare le più sentite condoglianze di tutta l’Amministrazione Comunale alla famiglia e alla moglie Kira, lo ricorda così: “lo avevo sentito pochi giorni fa e lo avevo sentito in forma, poi la situazione è precipitata. Mi piace ricordarlo, oltre che per gli indiscussi meriti sportivi, anche per la sua cordialità, simpatia e giovialità. Tutti a Scarperia la conoscevano. Per questo territorio ha lavorato molto e lascia senza dubbio un bel ricordo di sé e della sua attività. Mi viene in mente che Remo era davvero soddisfatto, lo scorso anno, per la realizzazione del Gran Premio di Formula Uno al Mugello. Era fiero che fosse arrivato quel momento che lui stesso aveva tante volte cercato. Più volte mi aveva fatto vedere la richiesta per avere la Formula Uno al Mugello e la risposta di Ecclestone, negli anni 80 proprietaria dei diritti della gara, di mettere a disposizione 5 miliardi di lire per i costi organizzativi. Allora non fu possibile avere la Formula Uno, è successo nel 2020 …… grazie anche a Remo”.


19/04/2021 12.57 Comune di Scarperia e San Piero
Comune di Empoli ‘Giornata nazionale Plastic Free’, a Empoli tanti volontari a ripulire Santa Maria a Ripa
Cinquanta sacchi per oltre 800 chili di rifiuti, in più anche un ciclomotore, un furgone, un vano sanitario e vario materiale ferroso Ore 9.15 di domenica 18 aprile 2021, ritrovo nella piazza del Convento della frazione di Santa Maria a Ripa, davanti la chiesa. Cominciano ad arrivare i primi volontari dei 50 ammessi, come numero consentito dalle vigenti disposizioni anti contagio.
Si tratta della seconda uscita ufficiale dell’associazione ‘Plastic Free Empoli’, guidata da Alberto Vezzani, nell’ambito della “Giornata nazionale Plastic Free”.
Persone di tutte le età, dai giovanissimi ai meno giovani che hanno sfoderato un’energia invidiabile.
Puntuali e pronti con guanti, sacchi, pinza telescopica, scarpe antinfortunistiche o stivali, mascherina indosso, maglietta ‘Plastic free’, ma soprattutto la voglia di andare a ripulire quella zona.
È la seconda occasione, dopo quella di qualche settimana fa, avvenuta a Ponzano.
Nel gruppo era presente anche una rappresentanza di amministratori locali tra cui: Giulia Terreni, assessora alla cultura; Fabio Barsottini vicesindaco; Adolfo Bellucci, assessore alle manutenzioni; Alessio Mantellassi, presidente del Consiglio Comunale; e le consigliere comunali Chiara Pagni e Maria Cira D’Antuono. Tutte e tutti a raccogliere spazzatura, insieme.

QUANTITÀ RIFIUTI RACCOLTI - La zona ripulita della frazione interessata è quella che va dalla piazza della chiesa di Santa Maria a Ripa, a Via Val Codera, poi lungo il Rio Sant’Anna, e quindi tutta la parte retrostante le case di residenza popolare. La raccolta è terminata alle 12.30 con 800 chili di rifiuti raccolti: 50 sacchi suddivisi tra plastica, vetro e multimateriale; altri rifiuti come un ciclomotore, un furgone, un vano sanitario tipo water, molto ferro e tra i così detti ‘pericolosi’ una batteria auto.

Massimo Marconcini, assessore all’ambiente del Comune di Empoli, ha commentato con queste parole la mattinata: «Altra meravigliosa domenica dell'associazione Plastic Free. Grazie ad Alberto Vezzani e alle decine di persone che hanno partecipato. Stiamo lavorando per far sì che questi appuntamenti siano sempre più frequenti, e fa piacere vedere quante persone si iscrivano per partecipare. La nostra battaglia contro l’abbandono di rifiuti prosegue e ci vede impegnati quotidianamente, anche grazie alle segnalazioni della comunità, per debellare questo brutto fenomeno e per sanzionarne i responsabili».

Alberto Vezzani, responsabile Plastic Free Empoli: «È già in cantiere la terza raccolta come progetto regionale di pulizia dell’Arno nel mese di maggio, sperando di essere in zona gialla. Siamo davvero contenti. Abbiamo fatto un gran lavoro, oltre le aspettative. Molto di più, in termini di quantitativo raccolto, rispetto ad altri capoluoghi d’Italia. La risposta di Empoli è stata grandissima e potremo solo che migliorare. Alia ha già fatto il primo passo verso lo smaltimento del materiale portando via tutti i sacchi neri e oltre il 90% del materiale ingombrante che era stato raccolto».

Prosegue la procedura amministrativa per i veicoli che erano sul posto e per la cui rimozione sta lavorando l’ufficio ambiente e la polizia municipale.

19/04/2021 14.25 Comune di Empoli
Città Metropolitana di Firenze FIPILI, per una notte chiude la rampa verso l'A1
In direzione Firenze, fra il 22 e il 23 aprile Sulla strada di grnde comunicazione Firenze Pisa Livorno per lavori di pulizia del verde è prevista la chiusura della rampa di uscita della FIPILI verso l'autostrada A1 in direzione Firenze dalle ore 22.00 del 22/04/2021 alle ore 06.00 del 23/04/2021.
19/04/2021 14.21 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Empoli Brenda Barnini: «Priorità alla scuola. Pronti 8.5 milioni per tre plessi: Marcignana in costruzione, Pontorme e il nido di Ponzano in progettazione»
Dopo lo ZeroSei e dopo la ‘Pascoli’ altre strutture scolastiche realizzate ex novo «La scuola è da sempre la nostra assoluta priorità. Abbiamo investito tanto anche nei mesi scorsi, per fare interventi di manutenzione straordinaria in quasi tutti i nostri plessi scolastici e prepararli a quella che è stata la riapertura durante il Covid. Adesso sta per terminare questo anno scolastico così difficile e noi stiamo ancora lavorando per arrivare entro la fine del mandato amministrativo, entro il 2024, a consegnare tre nuove scuole per un investimento di quasi 9 milioni di euro a questa città». Il sindaco Brenda Barnini fa così il punto su tre plessi, due scuole primarie (Marcignana e Pontorme) e un servizio educativo per l’infanzia, l’asilo nido ‘Stacciaburatta’ di Ponzano.

La prima vede il cantiere nel pieno dei lavori, per la scuola di Pontorme è stata appena approvata la delibera per l’ok al progetto definitivo, per il nido è in corso la gara per individuare lo studio che si occuperà di progettare la struttura che sarà praticamente rifatta.

Dopo il centro Zero Sei e la scuola ‘Pascoli’ saranno dunque in totale cinque gli edifici scolastici costruiti dal nulla da parte dell’amministrazione comunale nei due mandati del sindaco Barnini.

«Stiamo ovviamente cercando fonti di finanziamento, stiamo cercando di partecipare a quelle che saranno le risorse del Recovery Fund – sottolinea il sindaco Barnini – ma per noi la priorità assoluta è fare in modo che dentro alle nostre scuole i bambini siano sicuri e abbiano un ambiente confortevole, stimolante e bello. In sostanza che riesca a farli crescere in maniera sana, ma soprattutto a incuriosirli rispetto alla scoperta del mondo. La scuola è la nostra priorità, lo abbiamo già dimostrato in questi anni e vogliamo fare ancora di più».

SCUOLA PRIMARIA di MARCIGNANA - Sta prendendo corpo la nuova scuola ‘Dante Alighieri’ di Marcignana. L’edificio scolastico è in fase di realizzazione dopo la demolizione del plesso esistente. L’opera complessiva ha un importo di 1.743.255 euro: investimento importante, completamente finanziato con fondi ministeriali del Ministero Istruzione Università e Ricerca per l'adeguamento strutturale e antisismico degli edifici scolastici. In questi giorni la ditta incaricata sta montando la struttura in legno, ovvero le pannellature che rappresentano il perimetro esterno della dell'edificio. Le cinque classi e quindi tutta l’attività didattica si è spostata attualmente, come accordato con le insegnanti e i genitori, alla SS. Annunziata di piazza Matteotti per l’anno in corso.

SCUOLA di PRIMARIA di PONTORME - È stato appena deliberato dalla giunta comunale il progetto definitivo della nuova struttura. Per la sua realizzazione è previsto un investimento da 4.900.000 euro. Sarà costruito ex novo. Prossimo passo sarà l’esecutivo, quindi la gara per l’aggiudicazione dei lavori. La nuova scuola sarà inserita nel complesso scolastico della ‘Vanghetti’ che si trova proprio di fronte, in Via Liguria. Nell’area verde esterna, che dà verso il parco di Serravalle, esiste lo spazio sufficiente per realizzare la nuova ‘Carrucci’. L’ubicazione è pensata anche per dare continuità al percorso formativo, riunendo in un unico polo scolastico la scuola secondaria di primo grado ‘Vanghetti’ esistente e la scuola primaria. Oltre alle 10 aule di quella attuale sarà dotata di una nuova palestra. In pratica l’attuale palestra della Vanghetti, rinnovata e riammodernata, sarà a servizio della primaria, mentre per la Vanghetti, sarà costruita una nuova palestra più grande, con la presenza anche di tribune per il pubblico.

ASILO NIDO ‘STACCIABURATTA’ di PONZANO – L’asilo nido ‘Stacciaburatta’ di Ponzano sarà in parte demolito e ricostruito e in parte rammodernato. La giunta comunale ha approvato il progetto di fattibilità stimato in 2 milioni e 100 mila euro. Per questo l’amministrazione sta partecipando a un bando ad hoc del MIUR. È intenzione anche sistemare la viabilità in quella zona aggiungendo anche una piccola area a verde pubblico attrezzato adiacente al parcheggio. In pratica si approfitta di questo intervento per migliorare la viabilità del quartiere: il progetto prevede il collegamento diretto tra le vie Righi e Galletti.
19/04/2021 20.08 Comune di Empoli
Comune di Empoli Empoli. Biblioteca comunale, riaperte le sale studio e la mediateca. Solo su prenotazione
Si torna a studiare, consultare documenti, usufruire delle postazioni pc prenotando. Resta attivo servizio prestito a domicilio Posti in sala lettura già esauriti fin dall’apertura alla biblioteca comunale ‘Renato Fucini’ dove, con il ritorno del Comune in ‘zona arancione’, questa mattina, lunedì 19 aprile, sono state riaperte le aree studio e la mediateca.
Oltre che per i servizi di prestito e restituzione documenti, da oggi, è quindi possibile andare in biblioteca per studiare, per consultare documenti e usufruire delle postazioni pc ma soltanto su prenotazione.

E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE - Tutti i servizi sono esclusivamente su prenotazione. Per prenotare è possibile scaricare l'app gratuita Affluences, andare sul sito Affluences al link https://affluences.com/biblioteca-renato-fucini oppure telefonare al numero 0571757840. Resta attivo il servizio di prestito a domicilio.

ORARIO DI APERTURA - L'orario della biblioteca non cambia: da lunedì a venerdì dalle 9 alle 19, sabato dalle 9 alle 13.



19/04/2021 10.57 Comune di Empoli
Comune di Montelupo Fiorentino Il MMAB riapre le sale lettura
Da sabato 17 aprile i comuni dellaCittà Metropolitana di Firenze e quindi anche il comune di Montelupo è passato da zona rossa a zona arancione Il MMAB di Montelupo può quindi riaprire le porte delle sale lettura agli studenti: da lunedì 19 aprile si torna a studiare nei locali della Biblioteca.

Il servizio di prestito e restituzione non si è mai interrotto e proseguirà senza variazioni di orari e modalità: prenotazione obbligatoria (per telefono, per mail oppure tramite Affluences) dell’appuntamento sia per il prestito che per la restituzione negli orari di apertura del MMAB.

Per quanto riguarda l’accesso alle sale lettura, resterà lo stesso orario di apertura: dalle 14.00 alle 19.00 il lunedì e dalle 10.00 alle 19.00 dal martedì al sabato. Per accedere è obbligatoria la prenotazione che è possibile fare per telefono (0571-1590353), per e-mail a biblioteca@comune.montelupo-fiorentino.fi.it oppure attraverso il sistema di gestione Affluences, disponibile sia in versione desktop per pc all’indirizzo https://affluences.com/mmab-1 oppure in versione APP scaricabile da Google Play o da Apple Store. Le fasce orarie sono due, una mattutina e una pomeridiana, ed è necessario presentarsi al bancone qualche minuto prima della prenotazione e comunque non oltre 60 minuti dall’orario di inizio della prenotazione stessa.

Nel frattempo continua l’offerta di promozione alla lettura e intrattenimento per grandi e piccini con il programma quotidiano del “MMABedì” sulla pagina Facebook del MMAB e la pubblicazione di recensioni dei cittadini sul blog della Biblioteca con il progetto “Monteloop”.
19/04/2021 14.21 Comune di Montelupo Fiorentino
Comune di Campi Bisenzio San Donnino, al via i lavori in piazza della Costituzione
Spazi pedonali, aree verdi e parcheggi nella nuova piazza, ideata grazie a un percorso partecipativo con oltre 400 cittadini Lunedì 26 aprile partono i lavori per la ristrutturazione di Piazza della Costituzione a San Donnino. Un progetto importante da un punto di vista urbanistico e politico: la nuova Piazza nasce infatti un percorso partecipativo che ha visto i cittadini sandonninesi prendere parte a incontri fisici e virtuali fondamentali per ridisegnare gli spazi pubblici.

Una grande area pedonale, un’area parcheggi con 60 posti auto, una nuova pavimentazione per il sagrato della chiesa e l’allargamento dei marciapiedi sono solo alcuni degli interventi che andranno a investire la piazza. L’assessore ai Lavori Pubblici Lorenzo Loiero racconta: «Dei suoi 3.500 metri quadrati circa 1500 saranno destinati all’area verde pedonale, assecondando il desiderio dei sandonninesi che hanno voluto anzitutto uno spazio fruibile. Abbiamo scelto di progettare una piazza che dia risposta a tutte le richieste delle realtà che vivono questo spazio: scuola, attività commerciali, abitazioni private e parrocchia. Un luogo polifunzionale che diventerà davvero uno spazio importante per tutta la comunità. Un grande ringraziamento anche ai nostri uffici che hanno saputo organizzare le varie funzioni in modo organico, equilibrato ed esteticamente piacevole».

Come spiega l’assessore alla Partecipazione Giorgia Salvatori: «Si tratta di un percorso partecipativo che a partire dall’Emporio Solidale è andato a investire tutta Piazza della Costituzione. Abbiamo voluto pensare a questo spazio non tanto come un elemento urbanistico su cui lavorare, ma come un luogo da vivere per tutta la comunità. Gli oltre 400 cittadini che durante il lockdown hanno continuato a darci spunti, critiche e suggerimenti attraverso i questionari online dimostrano la grande voglia di partecipazione dei sandonninesi. Un grazie particolare a Macramé e Sociolab per aver guidato questi processi e averci aiutato a interpretare al meglio i sentimenti e le necessità dei cittadini».

A ribadire le parole dei due Assessori, il Sindaco Emiliano Fossi: «Piazza della Costituzione è uno dei cuori pulsanti della nostra città; pensare che diventerà un luogo di aggregazione ancora più vissuto dalla nostra comunità mi riempie di orgoglio. Il fatto che sia stato un processo partecipativo ad accompagnare il lavoro dei nostri uffici è un segnale politico fondamentale. Il cittadino non deve essere visto come un recettore passivo delle politiche, quanto una risorsa fondamentale per aiutare l’amministrazione a immaginare il futuro degli spazi pubblici».
19/04/2021 11.14 Comune di Campi Bisenzio
Comune di Cerreto Guidi Continuano nel Comune di Cerreto Guidi importanti lavori di scavo e di ripulitura di alcuni corsi d’acqua
L’obiettivo è la salvaguardia del territorio dal rischio di esondazioni. In corso interventi sul Rio della Valle, sul Rio Rugiati e sul Rio Ganghereto Il territorio del Comune di Cerreto Guidi è interessato da alcuni interventi che, sollecitati dall’Amministrazione comunale e recepiti dal Consorzio, hanno l’obiettivo di mettere in sicurezza dal rischio esondazioni. Si tratta di interventi che seguono ad altri analoghi effettuati negli anni scorsi e per i quali la competenza è del Consorzio 4 Basso Valdarno.

In particolare sono in corso interventi sul Rio della Valle con lo scavo a valle dell’immissione del Rio Stella nella zona industriale di Stabbia e sul Rio Rugiati dove è previsto uno scavo a valle e a monte della SR 436 (Via Pistoiese).

Inoltre iniziano in questi giorni altri lavori nella zona del Rio Ganghereto, a Gavena, con il ripristino del tratto a valle dell’immissione del Fosso Acquaviva nei pressi di Via di Corliano, che consistono nel rifacimento di una scogliera in sponda destra.

“Da tempo, come Amministrazione comunale-dichiara Paolo Feri, Vice Sindaco- abbiamo condiviso con il Consorzio 4 la necessità di intervenire sui punti più delicati con l’obiettivo di mettere in sicurezza il territorio e di garantirlo dal rischio di esondazioni. Siamo consapevoli che si tratta di un’attività importante che deve, come stiamo facendo proprio attraverso l’operato del Consorzio, proseguire con continuità viste le caratteristiche e l’ampiezza del nostro territorio”.
19/04/2021 11.23 Comune di Cerreto Guidi
Comune di Cerreto Guidi Cerreto Guidi. Sarà lo scrittore piemontese Tommaso Percivale il protagonista del prossimo incontro “Appuntamenti on line con gli scrittori”
Martedì 20 aprile 2021, alle ore 18.30 Sarà lo scrittore piemontese Tommaso Percivale il protagonista del prossimo incontro “Appuntamenti on line con gli scrittori” il ciclo promosso dall’Amministrazione comunale di Cerreto Guidi e dalla Biblioteca “Emma Perodi”.

Martedì 20 aprile 2021, alle ore 18.30, verrà presentato sulla pagina Facebook della Biblioteca comunale “Emma Perodi” il libro “Il mistero di Villa delle Ginestre” (Piemme Editore).

L'incontro, al quale parteciperà Tommaso Percivale, sarà condotto dal Sindaco Simona Rossetti.


Tommaso Percivale nato a Ovada, in Piemonte, nel 1977 è un autore di libri per ragazzi. Nel corso della sua carriera ha pubblicato con i principali editori italiani (tra cui Einaudi Ragazzi, Il Castoro, Mondadori, Edizioni EL, Lapis) e i suoi libri sono stati tradotti in vari paesi del mondo. Nelle sue opere affronta generi diversi, spaziando dal romanzo storico alla fantascienza, dall’avventura al thriller, fino a toccare anche l’ambito della non-fiction. Libertà, coraggio e ribellione sono i temi più ricorrenti nelle sue opere. Appassionato di storie, prestigiazione, fumetti e giochi, spesso si lascia guidare dai suoi molteplici interessi e, nei suoi romanzi, unisce elementi diversi e vari, come la cultura pop degli anime o le biografie di personaggi italiani che hanno contribuito a ispirare il Paese.
Il suo romanzo “Ribelli in fuga” (Einaudi Ragazzi, 2013) è stato inserito tra i 100 libri da non perdere dall’Associazione Italiana editori, incluso nella Biblioteca della Legalità, ha vinto il premio Gigante delle Langhe 2013, la selezione Premio Cento, ed è arrivato tra i finalisti del Premio Andersen 2013 come miglior libro oltre i 12 anni. Il romanzo “Messaggio dall’impossibile” (Einaudi Ragazzi, 2015) è stato selezionato per il Premio Strega Ragazzi 2016.
19/04/2021 10.49 Comune di Cerreto Guidi
Gruppo Ferrovie dello Stato FS, Trenitalia: Un nuovo treno rock sui binari della Toscana
Salgono così a 5 i nuovi treni consegnati alla Regione Un nuovo treno Rock è entrato in servizio sui binari della Toscana.

Con questo nuovo mezzo salgono a 5 i treni Rock consegnati da Trenitalia (Gruppo FS Italiane) alla Regione Toscana. E’ in programma per le prossime settimane l’arrivo di un sesto treno Rock. Continuerà così a scendere l’età media dei treni della flotta regionale.

Anche il nuovo treno Rock, così come avviene su tutti gli altri mezzi della flotta regionale, è stato allestito con: marker sui sedili da non occupare, segnaletica sulle porte per la salita e la discesa, indicazioni a terra per segnalare l’uscita più vicina e la distanza da tenere con gli altri passeggeri oltre alla presenza di dispenser con liquido igienizzante/disinfettante Amuchina per le mani. In queste settimane Trenitalia Toscana sta incrementando il numero di treni scortati dal pulitore viaggiante che interviene a bordo treno, con ulteriori 18 corse giornaliere. Sale così a 235 il numero di corse giornaliere con la presenza del pulitore viaggiante (+8.3%).

I convogli Rock fanno parte della fornitura di 100 nuovi treni previsti nel Contratto di Servizio 2020-2034, sottoscritto a novembre 2019 da Regione Toscana e Trenitalia. Un contratto quindicennale che prevede investimenti per quasi 1,4 miliardi di euro, di cui circa 913 milioni destinati al rinnovo della flotta che passa da un’età media di 16 anni a 7,6 anni nel 2024.

I Contratti di Servizio di lunga durata che Trenitalia ha firmato con le singole Regioni consentono alla Società del Gruppo FS di realizzare investimenti che migliorano la qualità del servizio offerto ai viaggiatori e generano ricadute positive per l’intero indotto industriale italiano.
19/04/2021 11.58 Gruppo Ferrovie dello Stato
Fondazione Orchestra della Toscana La Quinta di Beethoven e il Concerto per violino di Sibelius, due pietre miliari della Storia della Musica, interpretate da due straordinarie fuori classe della scena europea
Dalia Stasevska, al suo debutto con l’ORT, dirige il violino di Francesca Dego in streaming giovedì 22 aprile alle ore 21.00 sul canale YouTube e sulla pagina Facebook dell’Orchestra Musica Divina prosegue con il suo quarto streaming sul tema dell’alternanza tra Luce e Oscurità e chi meglio della Quinta di Beethoven ne è l’esempio? Un monumento della Storia della Musica che con il suo “ta-ta-ta-taaa” (sol-sol-sol-mi bemolle) riecheggia nelle orecchie di tutti noi.
«Così il destino bussa alla porta» pare che abbia risposto Beethoven alle continue domande dell’allievo Anton Felix Schlinder sul significato di quel insistente motivo. La Sinfonia n.5 di Beethoven, costruita su una dialettica degli opposti, si sviluppa nella lotta tra bene e male, tra l’essere e non essere, tra la sorte e l’uomo, in un contrasto drammatico e continuo tra il fatale incipit e un secondo tema più dolce e melodico. Ogni direttore che si rispetti ha avuto a che fare con la titanica Quinta. Tra questi c’è Dalia Stasevska al suo debutto sul podio dell’ORT, nata in Ucraina, ma cresciuta in Finlandia, Dalia è ampiamente riconosciuta come uno dei talenti più brillanti d’Europa. Dal 2019 è direttore ospite principale della BBC Symphony Orchestra e dalla prossima stagione sarà direttore principale della Lahti Symphony Orchestra, ruolo ricoperto per la prima volta da una donna. Premiata nel 2020 con il Royal Philharmonic Society Award come direttore d’orchestra dell’anno, è sempre alla ricerca di un modo di pensare fuori dagli schemi per portare nuova energia e costruire ogni volta un dialogo nuovo col pubblico. Il suo approccio è preciso, intenso, autorevole, sicuro di sé, un talento che esce dalla fabbrica di direzione finlandese, e che riunisce emozioni appassionate e autentiche a una forte chiarezza intellettuale. Sposata con il pronipote di Jean Sibelius, porta in programma con l’ORT proprio un brano del suo connazionale, il Concerto op.47, baluardo della letteratura violinistica di primo Novecento. Si tratta di una partitura nota per la sua difficoltà di esecuzione, ostinatamente e un po’ malinconicamente rivolta al passato, ai grandi modelli ottocenteschi, incapace di inserirsi in quel processo di rinnovamento della forma che di lì a poco, per strade diverse, avrebbero intrapreso autori come Prokof’ev e Šostakovic, Bartók e Stravinskij, Berg e Schönberg. Il brano richiede grande tecnica e virtuosismo, che abbiamo imparato ad apprezzare nelle gestualità di Francesca Dego, allieva di Salvatore Accardo, ormai nota in tutto il mondo, cara amica e ospite della nostra Orchestra, nonché affermata scrittrice nelle rubriche di Suonare News e nel suo primo libro Tra le Note. Classica: 2 chiavi di lettura pubblicato nel 2019 da Mondadori. Lo scorso febbraio è uscito per Chandos Records il suo ultimo disco Il Cannone – Francesca Dego play’s Paganini’s violin, in cui suona il prestigioso Guarnieri del Gesù del 1743 del compositore genovese, conservato nella sede del Comune di Genova dove il disco è stato inciso. Per noi toccherà le corde del violino di Francesco Ruggeri (Cremona 1697), prezioso strumento con cui si esibisce abitualmente.


Firenze, Teatro Verdi
giovedì 22 aprile 2021 ore 21:00
DALIA STASEVSKA direttore
FRANCESCA DEGO violino
Orchestra della Toscana
Ludwig van Beethoven / Sinfonia n.5 op.67
Jean Sibelius / Concerto per violino e orchestra op.47


19/04/2021 12.22 Fondazione Orchestra della Toscana
Prefettura di Prato PrefetturaPrato. Tavolo di coordinamento scuola-trasporti
Aggiornamento documento operativo Durante la scorsa settimana si sono tenuti in Prefettura – in modalità videoconferenza – due incontri del Tavolo di Coordinamento scuola-trasporti, presieduti dal Prefetto, Dott.ssa Adriana Cogode, con la partecipazione dei rappresentanti della Regione Toscana, della Provincia e dei Comuni del pratese, dell’Ufficio Scolastico Provinciale, della Motorizzazione civile, nonché dei gestori del servizio di trasporto pubblico locale (TPL).

Nel corso delle riunioni, in vista del preannunciato ritorno della provincia in zona “arancione”, è stato fatto il punto sull’attuazione del Documento Operativo elaborato dal Tavolo a fine dicembre al fine di conciliare le esigenze connesse alla ripresa delle attività didattiche in presenza con l’organizzazione del sistema di TPL, sottoposto alla limitazione nella capienza dei mezzi pari al 50% in un’ottica di prevenzione del contagio da covid-19.

In particolare, in sede di riunione, sono state esaminate le proposte di revisione del piano di servizi aggiuntivi avanzate dall’Ufficio Territoriale per il Trasporto Pubblico Locale, elaborate a partire dall’analisi dei dati dei passeggeri registrati nel periodo tra il 7 gennaio e il 14 marzo 2021, ossia fino al passaggio della provincia in zona “rossa”.

Dalla valutazione condotta è emersa l’opportunità di rimodulare il precedente piano. In dettaglio, si è convenuto sul mantenimento delle corse aggiuntive istituite in relazione agli ingressi scaglionati nelle scuole, al fine di evitare disagi alla platea studentesca, che avrebbero potuto tradursi nella creazione di assembramenti in prossimità delle fermate o delle aree antistanti gli istituti scolastici, ed è stato ricalibrato l’impiego dei mezzi in relazione all’effettivo utilizzo da parte dell’utenza scolastica. In sintesi, nell’aggiornare il Documento Operativo per il coordinamento scuola-trasporti attraverso la riprogrammazione del piano di servizi aggiuntivi, è stata effettuata un’attenta valutazione, che ha consentito di ottimizzare l’utilizzo delle risorse pubbliche senza perdere di vista l’interesse primario alla tutela del diritto allo studio e alla mobilità.

I servizi oggetto di modifica sono operativi con decorrenza odierna.
Nel corso delle riunioni, il Prefetto ha inoltre richiamato l’attenzione sull’esigenza di proseguire l’attività di monitoraggio, nell’intento, tra l’altro, di realizzare una puntuale verifica rispetto alla congruità della soluzione adottata. Il Prefetto ha fissato altresì un periodo di osservazione di circa dieci giorni, decorso il quale si procederà ad un ulteriore confronto in merito a quando concordato.
19/04/2021 12.32 Prefettura di Prato
Comune di Firenze Le Due Strade: una pubblicazione promossa dal Q3 di Firenze
Fai parte anche tu della storia de Le Due Strade, antico e poco conosciuto Borgo alle porte di Firenze Tutti i cittadini sono invitati a partecipare all'iniziativa, promossa dal Quartiere 3, con la raccolta di documenti, immagini, video, che saranno raccolti in una pubblicazione del Comune di Firenze per far conoscere un antico Borgo situato alle porte della città.

Locandina: https://quartieri.comune.fi.it/system/files/2021-04/Volantino%20LE%20DUE%20STRADE.pdf
Liberatoria: https://quartieri.comune.fi.it/system/files/2021-04/liberatoriaQ3.pdf


19/04/2021 10.41 Comune di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Avviso per la nomina di un membro del Consiglio di Indirizzo della Fondazione Istituto Tecnico Superiore MITA
Presentazione delle candidature alla Città Metropolitana entro venerdì 14 maggio 2021 La Città Metropolitana di Firenze procederà ad effettuare la nomina di un membro del Consiglio di Indirizzo della Fondazione Istituto Tecnico Superiore MITA (Made in Italy Tuiscany Academy).

Tutti gli interessati sono invitati a presentare le loro candidature entro venerdì 14 maggio 2021.
Le informazioni sul procedimento sono riportare in dettaglio nell’avviso pubblicato sul sito della Città Metropolitana alla pagina http://www.cittametropolitana.fi.it/nomina-di-un-rappresentante-della-citta-metropolitana-di-firenze-nel-consiglio-di-indirizzo-della-fondazione-istituto-tecnico-superiore-mita-made-in-italy-tuiscany-academy-3/.
Per eventuali ulteriori informazioni può essere contattato l’Ufficio Partecipate ai numeri 055.2760.222 – 155
19/04/2021 13.11 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Pistoia Pistoia. Dehors: rinnovo automatico per le concessioni attive, fino al termine della pandemia
Gli esercizi di somministrazione alimenti e bevande che ancora non hanno richiesto la concessione per usufruire dello spazio esterno al proprio locale possono presentare domanda seguendo la procedura semplificata Per agevolare e incentivare le occupazioni di suolo pubblico da parte di bar e ristoranti, il Comune di Pistoia ha deciso di rinnovare automaticamente, fino al perdurare della pandemia, le concessioni in atto per i dehors. Si tratta di una misura adottata a sostegno del rilancio delle attività economiche, che permette così agli esercenti di beneficiare degli ampliamenti richiesti lo scorso anno e di procedere con celerità all’allestimento degli spazi esterni nel caso in cui, dal 26 aprile, il territorio comunale rientrasse in zona gialla. Il Governo ha disposto, infatti, che a partire da lunedì, nelle zone gialle bar e ristoranti potranno aprire sia a pranzo che a cena, ma solo per il servizio all’aperto.

Gli esercizi di somministrazione alimenti e bevande che non fossero ancora in possesso di una concessione per usufruire dello spazio esterno al proprio locale, possono presentare domanda seguendo la procedura semplificata. Infatti, fino al superamento delle criticità legate alla pandemia, sono ridotti a 15 giorni, dal momento di presentazione della richiesta, i termini per il rilascio delle concessioni per nuovi dehors e per l'ampliamento di quelli esistenti.
La presentazione delle pratiche non prevederà il pagamento dei diritti comunali né dei bolli.

I dehors possono essere installati anche nelle vicinanze del locale, fino a una distanza di 70 metri lineari. Eccetto quelli nuovi o già ampliati lo scorso maggio, può essere prevista un’estensione fino al raddoppio della superficie precedentemente concessa. In caso di nuova installazione, lo spazio massimo concedibile è pari al doppio della superficie di somministrazione interna del locale, fino ad un massimo di 100 metri quadri.

Nel caso di richieste per occupare lo stesso spazio, i due esercenti saranno invitati a proporre un progetto coordinato per la condivisione dello spazio fra le due attività.

Le informazioni di dettaglio sono riportate sul sito del Comune di Pistoia (www.comune.pistoia.it), nell’area tematica “commercio”.
19/04/2021 15.43 Comune di Pistoia
Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi Quattro trapianti di rene in 24 ore a Careggi, grazie agli operatori il Covid non ferma la generosità dei donatori
I pazienti trapiantati non hanno avuto complicanze intra o postoperatorie e i loro nuovi reni hanno ripreso a funzionare Quattro trapianti di rene all’ospedale fiorentino di Careggi in 24 ore. Il Covid non ferma la generosità dei donatori, l’Azienda ospedaliero - universitaria Fiorentina e l’Organizzazione Toscana Trapianti (OTT) hanno risposto al meglio delle loro capacità - è il commento del Direttore generale Rocco Damone che ricorda come - nonostante le rimodulazioni delle prestazioni ordinarie per l’incremento dei ricoveri causato dall’ondata pandemica in corso, Careggi continua a garantire le attività oncologiche e le urgenze, fra cui l’alta complessità tempo dipendente dei trapianti renali.

Un grande impegno organizzativo - aggiunge Adriano Peris direttore OTT e della terapia intensiva del Trauma Center di Careggi - che siamo riusciti a realizzare grazie alla professionalità e al sacrificio dei nostri operatori già impegnati nella gestione di 40 letti intensivi e 12 subintensivi, oltre alle altre attività del Pronto Soccorso. Questo ha consentito di assicurare un esito positivo al gesto di altruismo dei donatori e delle loro famiglie che nei presidi di Siena, Pisa e Careggi hanno generosamente acconsentito al prelievo.

Il Centro per il trapianto renale di Careggi – spiega il Responsabile professor Sergio Serni, Direttore della Chirurgia urologica robotica, mininvasiva e dei trapianti renali, ha potuto realizzare in successione i quattro interventi grazie ad uno straordinario lavoro di equipe che ha impegnato i nostri urologi Vincenzo Li Marzi, Saverio Giancane e Agostino Tuccio dell’Urologia diretta dal professor Marco Carini.

Dell’equipe – prosegue Serni – hanno fatto parte gli anestesisti dell’Unità operativa diretta dal professor Stefano Romagnoli e i nefrologi coordinati dal dottor Lino Cirami, oltre al personale sanitario del comparto chirurgico coordinato dalla Caposala Roberta Fusco.

L’equipe chirurgica – racconta Serni – oltre alla preparazione e realizzazione dei primi tre trapianti è stata contemporaneamente impegnata nel prelievo d’organi eseguito a Careggi, dal dottor Riccardo Campi, che ha consentito il quarto trapianto realizzato nelle nostre sale operatorie e anche un ulteriore trapianto in altro presidio.

I pazienti trapiantati non hanno avuto complicanze intra o postoperatorie e i loro nuovi reni hanno ripreso a funzionare. Questi interventi – conclude Serni – rappresentano ad oggi il momento di massimo impegno di un’attività annuale che, nonostante il Covid, ha potuto realizzare oltre 50 trapianti renali dei quali 7 da donatore vivente e circa un terzo eseguiti in chirurgia robotica.


19/04/2021 12.19 Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi
Comune di Empoli Empoli, lavori alla rete gas in Piazza San Rocco, cambia la viabilità da martedì 20 aprile a giovedì 29 aprile
Divieto di transito dalla zona del giardino alla farmacia Modifica alla viabilità in Piazza San Rocco e nella zona vicina per consentire interventi per la sostituzione e l’adeguamento della rete gas per conto di Toscana Energia Spa. Il provvedimento inizia domani, martedì 20 aprile, dalle 8, e durerà fino alle 20 di giovedì 29 aprile, e riguarda il tratto di strada compreso tra il giardino pubblico e il bar all’angolo e l’area di fronte alla farmacia che sarà chiuso per lavori: sarà in vigore, infatti, il divieto di transito e di sosta.
Piazza Pinturicchio è raggiungibile da Piazza San Rocco attraverso Via Zeffi e Via Masolino da Panicale. Normalmente percorribile le adiacenti Via della Repubblica e Via degli Orti.
19/04/2021 20.12 Comune di Empoli
Questura di Firenze Pusher in fuga semina cocaina tra Ponte alle Mosse e piazza Puccini: arrestato dalla Polizia di Stato
Nei giorni scorsi a Campi Bisenzio gli agenti del Commissariato di Rifredi hanno denunciato un altro spacciatore Ieri sera la Polizia di Stato ha arrestato uno spacciatore marocchino di 28 anni.

Il giovane è stato avvicinato dalla volante per un controllo in via Ponte alle Mosse, ma alla vista degli agenti ha cominciato a correre verso piazza Puccini seminando per terra 8 dosi di cocaina, contenute in un unico involucro.

La Polizia ha recuperato la droga e fermato il fuggitivo con in tasca un migliaio di euro in banconote di piccolo taglio.

L’uomo è finito in manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nei giorni scorsi, invece, a Campi Bisenzio (FI) gli agenti del Commissariato di Rifredi hanno denunciato un pusher marocchino di 32 anni sorpreso all’opera all’interno dei giardini in via XXV aprile.

I poliziotti lo hanno fermato dopo che aveva venduto mezzo grammo di coca in cambio di 30 euro ad un coetaneo fiorentino, quest’ultimo segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Il cittadino marocchino aveva nascosto addosso altre due dosi di cocaina e qualche centinaio di euro in contanti, in particolare utilizzava la scarpa destra come deposito per il denaro e il calzino sinistro per le dosi di cocaina.
19/04/2021 13.21 Questura di Firenze
 
 




Vai al contenuto