Login

MET

Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze


IN PRIMO PIANO....

Comune di Firenze Il sindaco Nardella incontra il nuovo ambasciatore francese in Italia Christian Masset
Donata una maglia della Fiorentina con gli autografi dei giocatori francesi che militano nella squadra viola Il sindaco Dario Nardella ha ricevuto, questo pomeriggio nella Sala di Clemente VII a Palazzo Vecchio, il nuovo ambasciatore francese in Italia Christian Masset. Della delegazione faceva parte anche il console onorario Isabelle Mallez.
Masset si è insediato a Palazzo Farnese a Roma il 6 settembre scorso, quando è avvenuto il passaggio di consegne con Catherine Colonna, che ha lasciato l'incarico dopo tre anni.
Laureato in Scienze politiche, specializzato all'Ena, Christian Masset ha ricoperto finora la carica di segretario generale del ministero degli Esteri, e, prima ancora, tra l'altro, quella di rappresentante permanente aggiunto presso l'Unione Europea e ambasciatore straordinario e plenipotenziario a Tokyo.
Al termine dell'incontro il sindaco Nardella ha consegnato all'ambasciatore Massett i doni della città di Firenze tra i quali la maglia della Fiorentina col suo nome dietro e con gli autografi dei giocatori francesi che militano nella squadra viola. (fn)
21/10/2017 19.01 Comune di Firenze
Comune di Firenze Tramvia, martedì cambia l’incrocio tra controviale Strozzi e via Ridolfi
E la sera l’asfaltatura di viale dei Cadorna con cambio di senso nel tratto piazza Baldinucci a via dello Stututo Procedono i lavori della tramvia. La prossima settimana sono previsti alcuni interventi collegati ai cantieri della linea 3. In particolare la modifica sperimentale dell’incrocio tra il controviale Strozzi e via Ridolfi. In dettaglio utilizzando l’area destinata alla sosta verrà ridisegnata la corsia dei veicoli provenienti dal controviale e diretti verso via Ridolfi-via del Pratello semplificando l’incrocio. Le modifiche scatteranno da martedì 24 ottobre con divieti di sosta e restringimenti di carreggiata nel controviale. Previsto anche un divieto di transito per i mezzi superiori ai 35 quintali in piazza Bambine e Bambini di Beslan in corrispondenza dell’intersezione con viale Strozzi nella rampa di accesso alla piazza e divieti di sosta in via di Barbano e via Salvagnoli.
Nella notte tra martedì 24 e mercoledì 25 ottobre è in programma anche l’asfaltatura di viale dei Cadorna. L’intervento verrà effettuato con la chiusura del tratto tra via XXIV Maggio a piazza Baldinucci (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili) e restringimenti di carreggiata e divieti di sosta nel tratto da via dello Statuto a via XXIV Maggio. Il provvedimento sarà istituito alle 21 di martedì e andrà avanti fino alle 8 di mercoledì per consentire, contestualmente, l’inversione del senso di marcia. Viale dei Cadona nel tratto piazza Baldinucci-via dello Statuto diventerà a senso unico verso via dello Statuto e obbligo di svolta a destra su quest’ultima strada. Sull’intero tratto saranno in vigore divieti di sosta e restringimenti di carreggiata fino a fine ottobre per il rifacimento della segnaletica e la modifica dei parcheggi. Confermato l’attuale senso di marcia in viale di viale dei Cadorna nel tratto da via Crispi a via dello Statuto verso quest’ultima con obbligo di svolta a destra. I veicoli provenienti da via dello Statuto potranno proseguire soltanto a dritto verso piazza Muratori. Saranno effettuati di notte anche i lavori di realizzazione dei plinti dei pali di trazione su viale Morgagni. Fino al 27 ottobre in orario 21-5 sarà istituito un senso unico alternato con movieri nel tratto via Cesalpino-piazza Dalmazia. Infine dalle 10 di lunedì 23 a mercoledì 25 ottobre per alcune lavorazioni all’incrocio tra via Palazzo Bruciato e via Pisacane sarà necessario deviare le linee del trasporto pubblico dall’itinerario via Palazzo Bruciato-via Pisacane-via Mazzoni al percorso via Palazzo Bruciato-via Pisacane-via Tavanti.
Per quanto riguarda la linea 2, dalle 9 di martedì 24 ottobre per due settimane saranno in vigore restringimenti di carreggiata sul Ponte Mariti: nessuna modifica per la circolazione. (mf)
21/10/2017 19.04 Comune di Firenze
Comune di San Casciano San Casciano: investimenti da due milioni di euro in edilizia scolastica e infrastrutture per il territorio
Prosegue la progettazione per la realizzazione della nuova scuola dell’Infanzia nella frazione di Bargino. Completato l’intervento del primo stralcio per le sistemazioni esterne dell’area del nuovo cantiere comunale dove sorgeranno le sedi dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale dello Stato Due milioni di euro in opere pubbliche per migliorare la qualità della vita di San Casciano. Il futuro del territorio passa attraverso l’ampio progetto di riqualificazione, messo in piedi dalla giunta Pescini con un complesso di interventi e nuove realizzazioni. Un investimento articolato attraverso il quale il Comune si propone di migliorare l’edilizia scolastica e le infrastrutture al servizio del territorio. Nello specifico gli interventi sono il nuovo centro per l’infanzia di Bargino, investimento pari a 980mila euro, e la costruzione del cantiere comunale, al momento in corso d’opera, per un importo complessivo che si aggira intorno ai 900mila euro.

E' in fase di ultimazione il primo dei tre stralci cui seguirà il secondo che permetterà la realizzazione della sede dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri Forestali. Una struttura che complessivamente si estende su una superficie di 330 metri quadri ed è destinata ad accogliere un'autofficina, una falegnameria, depositi per i materiali, una sala riunioni e gli spogliatoi del personale tecnico. Per un investimento pari a 900mila euro, l'intervento è stato realizzato dalla ditta Retablo Srl, vincitrice dell'appalto con la direzione dei lavori a cura di Archimede Srl.

“Oltre al cantiere comunale – l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Ciappi - realizzeremo la struttura del futuro centro operativo comunale che potrà essere completata nell'ambito del secondo stralcio”. La giunta ha già realizzato l’intervento del primo stralcio per le sistemazioni esterne dell’area del nuovo cantiere comunale dove sorgeranno le sedi dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale dello Stato. Fitta l’agenda dell’assessorato ai Lavori Pubblici anche sul piano progettuale. “Procediamo anche – aggiunge l’assessore – con la nuova realizzazione della scuola dell’infanzia di Bargino i cui lavori partiranno nel 2018 e la riqualificazione dei giardini delle scuole dell’infanzia di Mercatale, Cerbaia, San Casciano, San Pancrazio e il nido di Mercatale. Gli obiettivi dei due interventi sono stati condivisi con il personale e la direzione scolastici nell’ambito di una progettualità educativa condivisa”. Un milione e duecentomila euro circa l’investimento complessivo sostenuto dal governo attraverso la partecipazione al Bando Periferie.
21/10/2017 18.53 Comune di San Casciano
Comune di San Casciano Il Comune di San Casciano si allea con le Case del Popolo per il sostegno ai più deboli e il decoro delle aree pubbliche
Sottoscritte alcune convenzioni con i Circoli Arci di San Casciano, Mercatale e Cerbaia. Le assessore Elisabetta Masti e Consuelo Cavallini: “l’accordo permette di inserire soggetti svantaggiati in lavori di manutenzione di piazze, giardini e aree pubbliche” Supportare le persone fragili e in condizioni di difficoltà e allo stesso tempo potenziare il decoro urbano migliorando l’ordine e la fruizione delle aree pubbliche. Rispetto per l’ambiente in cui si vive e sostegno alle fasce più deboli del tessuto sociale di San Casciano. Sono questi gli obiettivi che si intrecciano nella maxi operazione del Comune che stipula convenzioni con le Case del Popolo di San Casciano, Cerbaia e Mercatale per inserire soggetti svantaggiati in lavori di manutenzione di piazze, giardini e aree pubbliche. Garantiscono presenza e controllo del territorio attraverso interventi mirati, puntuali, tempestivi, tengono in ordine, riassettano, sistemano ai fini della pulizia e dell’igiene, si adoperano con impegno e senso di responsabilità per migliorare il decoro, l’accesso e la funzionalità delle aree pubbliche. Un ruolo a metà tra il volontariato e il tutoraggio del patrimonio collettivo.

“E’ lo strumento, previsto da specifici accordi - commentano le assessore Elisabetta Masti (Politiche sociali) e Consuelo Cavallini (Ambiente) - sottoscritti dall’amministrazione comunale con i circoli Arci del capoluogo e delle frazioni, che consente ad alcuni cittadini, per lo più giovani e adulti in situazioni precarie dal punto di vista economico individuati dai servizi sociali, di riscoprire un nuovo modo di rendersi utile, dare valore al tema del lavoro con un inserimento concreto, di intraprendere un percorso che accentui la consapevolezza di vivere con dignità”.

L’operazione è resa possibile dalla stretta collaborazione che la giunta Pescini ha attivato con tre Case del Popolo presenti nel territorio. “E’ una lunga tradizione – affermaMauro Cresti, presidente del Circolo Arci di San Casciano – quella di sostenere e portare avanti i progetti e le attività proposti dal Comune, mi riferisco in particolar modo agli interventi che hanno una valenza e una connotazione sociale. In questo caso la convenzione esprime una duplice funzione: da un lato supporta i cittadini che si trovano in condizione di fragilità economica, dall'altra moltiplica gli interventi di manutenzione a favore degli spazi collettivi come piazza della Repubblica e i bagni pubblici”. Della stessa opinione il presidente della Casa del Popolo di Mercatale, Mauro Franchini. “Il progetto funziona bene – dichiara - anche grazie alle capacità e alla disponibilità della persona incaricata che si occupa del decoro urbano di piazza Vittorio Veneto e piazza del Popolo. Il nostro giovane si attiva anche in occasione di eventi, iniziative e manifestazioni organizzate nella frazione di Mercatale”. Ad esprimere soddisfazione per i contenuti del progetto in fase di attivazione è Renzo Bandinelli, presidente della Casa del Popolo di Cerbaia. “Siamo molto contenti degli esiti del primo intervento effettuato nei bagni pubblici di piazza del Monumento – precisa - con il quale abbiamo dato una nuova veste, più decorosa e adeguata, alle toilettes. Un intervento efficace e rapido che abbiamo realizzato con il supporto del cittadino incaricato. Proseguiremo tutto l’anno concentrando il lavoro nelle aree più fruite tra cui i giardini pubblici del campo sportivo di Cerbaia”.
21/10/2017 18.56 Comune di San Casciano
Questura di Firenze Sul sagrato della Basilica di Santo Spirito con droga nascosta tra gli indumenti: cittadino gambiano arrestato dalla Polizia di Stato
Stazione di Santa Maria Novella: la Polizia Ferroviaria arresta cittadino nigeriano trovato con 50 dosi di eroina Se ne stava tranquillamente seduto sul sagrato della basilica di Santo Spirito, pur nascondendo tra gli indumenti circa 30 gr. di stupefacenti, tra anfetamina, hashish e marijuana.
Nella tarda serata di ieri, gli agenti dell’Ufficio di Gabinetto della Questura di Firenze hanno notato il giovane gambiano che, arrivato nella piazza a bordo di una bicicletta, si metteva a sedere sulla scalinata del sagrato. Alla vista dei poliziotti avvicinatisi per controllarlo, il ventiseienne cercava di allontanarsi, nascondendosi tra le autovetture in sosta ma veniva seguito e bloccato dagli agenti. Addosso, dopo un primo controllo sul posto, gli è stato trovato un coltello a serramanico e, ben nascosti tra le cuciture della maglia, 12 involucri con sostanza stupefacente, risultata essere, a seguito delle successive analisi del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica, anfetamina.
Sottoposto ad un controllo più approfondito negli Uffici della Questura, tra gli indumenti intimi i poliziotti hanno trovato ulteriori 3 involucri di sostanza stupefacente di tipo hashish e marijuana. Tutta la sostanza, per un totale di quasi 30 gr. è stata sottoposta a sequestro.
Il ventiseienne gambiano, con diversi precedenti specifici, è stato quindi arrestato per detenzione a fini di spaccio e denunciato, in stato di libertà, per possesso di armi/oggetti atti ad offendere e per ricettazione della bicicletta.

  • ******

Nella mattinata di ieri, agenti in borghese del Compartimento Polizia Ferroviaria Toscana hanno notato il giovane nigeriano scendere da un treno regionale proveniente da Prato.

Dato che l’atteggiamento del giovane destava sospetto, lo hanno fermato per sottoporlo ad un controllo di polizia. L’intuito dei poliziotti ha subito trovato conferma; infatti, nascosti nella tasca del pantalone, all’interno di un fazzoletto, sono stati trovati 50 involucri contente più di 50 gr. di eroina.

Il cittadino nigeriano è stato arrestato con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotto nel carcere di Sollicciano, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.
21/10/2017 14.23 Questura di Firenze
Comune di Fiesole Il Marchio Fiesole è arrivato al traguardo
Lunedì 23 ottobre cerimonia ufficiale nella sala del Basolato Lunedì 23 ottobre, nella sala del Basolato alle 21,00, cerimonia ufficiale per la consegna del primo riconoscimento triennale del Marchio Fiesole a quarantasei soggetti tra aziende, associazioni, artigiani e fondazioni. Anche la Stefano Ricci SpA fra i premiati.
Si tratta di un progetto strategico dell’Amministrazione fiesolana il cui il principio ispiratore è “costruire una vera e propria rete di persone, produzioni e servizi” che valorizzi le potenzialità del territorio e promuova la “cultura dell’accoglienza”.
“Fare rete”, dice l’Assessore allo sviluppo economico, Stefania Iacomi, “è di estrema importanza per le potenziali ricadute positive in termini di sviluppo del business, di contenimento dei costi e di condivisione strategica del marketing”.
Il messaggio dell’Amministrazione è “arrivato”: i soggetti che hanno concluso il percorso di formazione sono Aziende, Fondazioni, Associazioni che rappresentano l’intero territorio sia come localizzazione, sia come settore di attività.
Tra coloro che riceveranno il Marchio Fiesole figurano anche molte aziende agricole e del settore ricettivo presenti nel Comitato promotore per il Distretto Biologico, altro progetto di particolare importanza per la riqualificazione del territorio.
21/10/2017 15.44 Comune di Fiesole
Comune di Firenze Sequestrata dalla polizia municipale di Firenze una discarica abusiva in via della Chimera
Lavastoviglie, lavatrici, forni elettrici, vecchi estintori e anche due autocarri privi di assicurazione Sequestrata dalla polizia municipale una discarica abusiva in via della Chimera, a Rovezzano.
L'operazione, condotta dagli agenti dell'ambientale, è scattata durante un controllo su un piccolo insediamento di case prefabbricate. Nell'area pubblica adiacente gli agenti hanno scoperto un vero e proprio accatastamento di ferraglie: il piazzale era invaso da numerosi elettrodomestici usati e dismessi tra cui lavastoviglie, lavatrici, forni elettrici e, addirittura. vecchi estintori. C'erano anche due autocarri privi di assicurazione, poi rimossi e sequestrati. Dei proprietari nessuna traccia.
É stato richiesto l'intervento del personale di Alia, la società di gestione dei servizi ambientali, che non ha potuto far altro che fare una stima del materiale presente per predisporne successivamente la rimozione.
Nel 2014 la polizia municipale era già intervenuta in via della Chimera: all'epoca due italiani furono denunciati per deposito incontrollato e gestione non autorizzata di rifiuti. (fn)
21/10/2017 15.22 Comune di Firenze
Museo dell’Opera del Duomo Una folla continua di persone per la realizzazione del modellino in mattoncini LEGO del Duomo di Firenze
Progettato da un ragazzo di soli 17 anni
Fin dalla mattina una folla di centinaia di persone è accorsa al Museo dell’Opera del Duomo per assistere alla costruzione del modellino della Cattedrale di Firenze con 20 mila mattoncini LEGO di 400 forme differenti e 10 colori (150 cm x 60 per 65 di altezza).

Da domani fino al 9 novembre il modellino del Duomo e del Battistero di Firenze sarà esposto al Museo, in uno spazio aperto gratuitamente al pubblico.

Progettato da un ragazzo pugliese di soli 17 anni, Giacinto Consiglio, il modellino è stato costruito alla presenza del pubblico dallo stesso diciassettenne e dai membri AFOL (Adult FAN of LEGO®) del gruppo ToscanaBricks e dell'Associazione ItLUG - Italian LEGO Users Group, la community storica degli appassionati dei mattoncini LEGO in Italia.

L’Opera di Santa Maria del Fiore ha accolto con entusiasmo la proposta di realizzare una riproduzione in mattoncini LEGO del Duomo e del Battistero di Firenze credendo in questo progetto e rendendolo possibile. “Guardare alla nostra Cattedrale attraverso i mattoncini LEGO - spiega Luca Bagnoli,presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore - con un linguaggio universale che unisce appassionati di tutto il mondo a prescindere da età e cultura, rappresenta un’esperienza unica, la realizzazione di un’opera attraverso un gioco”.
21/10/2017 18.47 Museo dell’Opera del Duomo

Comune di Firenze Nuovo asfalto in via Bini e via di Brozzi, interventi sui chiusini in viale XI Agosto e alle piante in viale Redi, via di San Domenico e via di Camerata
Ecco i lavori che prenderanno il via la prossima settimane sulle strade cittadine di Firenze Nuovo asfalto in via Bini, via di Brozzi, via di Castello e via Maragliano. Ma anche l'apertura dei chiusini in viale XI Agosto, gli interventi sulle piante in viale Redi, via di San Domenico e via di Camerata. E ancora la posa di infrastrutture della telefonia in via del Romito, via Panciatichi e via Aretina. Sono solo alcuni degli interventi che prenderanno il via la prossima settimana sulle strade cittadine con l'istituzione di provvedimenti di circolazione.
Per quanto riguarda le asfaltature, nella notte tra lunedì 23 e martedì 24 è in programma l'intervento in via Bini. Il tratto via Corridoni-via di Rifredi sarà chiuso in orario 22-5 (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili). Sempre da lunedì sera sarà effettuata l'asfaltatura a seguito di interventi sui sottoservizi in via di Castello: il tratto via Bellagio-via Pontormo sarà chiuso in orario 21-6 fino al 27 ottobre (deroga per mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili). Da lunedì ma in orario diurno è in programma l'asfaltatura sempre a seguito di interventi sui sottoservizi di via Console con restringimenti di carreggiata fino al 27 ottobre. Sempre da lunedì per lavori relativi alla sicurezza stradale in via Pistoiese saranno istituiti restringimenti di carreggiata a tratti (dal numero civico 417 a via Campania). Inizieranno martedì 24 ottobre i lavori di asfaltaturaa seguito di interventi sui sottoservzi in via Targioni Tozzetti e in via Maragliano con restringimenti di carreggiata ino al 29 ottobre. Infine da mercoledì 25 ottobre per asfaltatura via di Brozzi sarà chiusa da via Nave di Brozzi a piazza Primo Maggio e da via dell'Osteria a via di Cammori.
Ecco gli altri interventi.
Via Sestese: per l'apertura dei chiusini della rete di telefonoa lunedì 23 ottobre dalle 1.30 alle 5.30 sarà chiusa la corsia preferenziale da via Bechi a via Parini.
Viale Redi: per interventi sulle alberature con scala aerea da lunedì 23 ottobre saranno in vigore restringimenti di carreggiata a tratti sul lato Mugnone e pista ciclabile. Prevista la chiusura del marciapiede con percorso pedonale alternativo. Le operazioni andranno avanti fino al 30 ottobre.
Via del Romito: inizieranno lunedì 23 ottobre i lavori di posa di infrastrutture della telefonia. Fino al 25 ottobre previsti restringimenti di carreggiata tra il numero civico 29 e via Lorenzoni.
Viuzzo delle Canne: ancora la posa di una infrastruttura della telefonia con l'istituzione, lunedì 25 ottobre, di un divieto di transito (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili). Termine previsto 25 ottobre.
Via Gubbio: sempre per la posa di una infrastruttura della telefonia da lunedì 23 ottobre scatteranno un restringimento di carreggiata e un senso unico alterato all'angolo con via dell'A rgin Grosso e la chiusura della pista ciclabile. I provvedimenti saranno in vigore fino al 27 ottobre.
Borgo Tegolaio: per la posa di una infrastruttura della telefonia dalle 9 di lunedì 23 ottobre il tratto via Mazzetta-via Preti sarà chiuso (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili). L'intervento si concluderà il 25 ottobre.
Via delle Cinque Vie: per uno scavo relativo alla rete di telefonia da lunedì 23 ottobre scatterà un restringimento di carreggiata con senso unico alternato con movieri in orario lavorativo (ripristino in altra fascia oraria9 all'altezza del numero civico 77/M. Termine previsto 31 ottobre.
Via Massa-via Bassi: per la posa di una infrastruttura della telefonia da lunedì 25 ottobre saranno in vigore restringimenti di carreggiata con sensi unici alternati regolati da movieri in via Massa all'altezza dei numeri civici 42-48 e in via Bassi all'altezza dei numeri civici 11-31. La pista ciclabile sarà chiusa. I provvedimenti rimarranno in vigore fino al 1° novembre.
Via della Villa Nova: inizieranno lunedì 23 ottobre i lavori relativi a un nuovo allaccio alla rete di distribuzione del gas. La strada sarà chiusa (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili) fino al 3 novembre.
Via di San Vito: per lavori di estensione della rete di distribuzione del gas lunedì 23 ottobre sarà istituito un divieto di transito nel tratto da via Monte Oliveto a viuzzo di San Vito (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili). Termine previsto 6 novembre.
Via dei Cattani: inizieranno lunedì 23 ottobre i lavori di posa di una infrastruttura della telefonia. Fino al 6 novembre nel tratto via della Sala-bia delle Scuole sarà in vigore un restringimento di carreggiata con senso unico verso via delle Scuole.
Via Maffei-via Guinizzelli-via Francesco da Barberino-via Cino da Pistoia: per lavori agli impianti della pubblica illuminazione da lunedì 23 ottobre scatteranno restringimenti di carreggiata nei tratti interessati. Termine previsto 17 novembre.
Via Panciatichi-via di Caciolle-via Pancaldo-via Caboto-via Antognoli: per la posa di infrastrutture della telefonia da lunedì 23 ottobre saranno in vigore restringimenti di carreggiata a tratti. L'intervento si concluderà il 23 novembre.
Chiasso dei Baroncelli: lunedì 23 e martedì 24 ottobre per lavori edili sarà in vigore un divieto di transito (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili).
Via di Camerata: lunedì 23 e martedì 24 ottobre sono in programma lavori all'impianto dell'illuminazione pubblica. Il tratto via Piazzola-via di San Domenico sarà chiuso dalle 8 alle 18 (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili).
Piazza Leopolda: per lavori edili lunedì 23 e martedì 24 ottobre in orario 9-19 scatterà un restringimento di carreggiata all'angolo con via Fabbroni.
Via Sguazza: per il montaggio/smontaggio di un ponteggio da lunedì 23 ottobre la strada sarà chiusa (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili). Termine previsto 25 ottobre.
Via dei Serragli: per lavori edili con cestello aereo all'altezza del numero civico 158 il tratto via di Serumido-piazza della Calza sarà chiuso martedì 24 ottobre da mezzanotte e mezzo alle 5.30.
Via del Corso: martedì 24 ottobre è in programma un trasloco. Il tratto da via dei Cerchi a via dello Studio sarà chiuso in orario mezzanotte-6.
Via Bentaccordi: martedì 24 ottobre saranno effettuati alcuni lavori edili che comporteranno l'istituzione di un divieto di transito in orario 9-19 (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili con ingresso e uscita da Borgo dei Greci).
Via Botticelli: martedì 24 ottobre è in programma il montaggio di una gru edile. La strada sarà chiusa in oraro 8-18 (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili)
Via dei Pepi: per effettuare la riparazione di un tubo di scarico all'altezza del numero civico 53 martedì 24 e mercoledì 25 ottobre la strada sarà chiusa (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili).
Lungarno Diaz: da martedì 24 ottobre è in programma la sostituzione deli apparati della porta telematica. Fino al 27 ottobre in orario 8-17 sarà in vigore un restringimento di carreggiata.
Via di Camerata: da martedì 24 sarà effettuata la potatura degli alberi con la chiusura del tratto dal numero civico 22 al via di San Domenico in orario 9-19 (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili). Il provvedimento sarà in vigore fino al 27 ottobre.
Via Gabriele D’Annunzio-via Benedetto da Maiano: inizieranno martedì 24 ottobre i lavori per la sostituzione di un lapidone fognario. Previsto un senso unico alternato da semaforo all'incrocio tra le due strade. In via da Maiano sarà in vigore un senso unico verso via del Confine. L'intervento si concluderà il 27 ottobre.
Via San Matteo ad Arcetri: per lavori edili mercoledì 25 ottobre saranno istituiti un restringimento di carreggiata e un senso unico alternato con movieri all'altezza del numero civico 5. Il provvedimento sarà in vigore in orario 7-17.
Via Vinegia: ancora lavori edili in programma mercoledì 25 ottobre. Il tratto via dei Leoni-via Parlagio sarà chiuso (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili) con ingresso/uscita da via Parlagio.
Via di Barbacane: per lavori alla rete dell'illuminazione pubblica mercoledì 25 e giovedì 26 ottobre il tratto compreso fra il numero civico 33 e via della Piazzuola sarà chiuso (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili) in orario 9-18.
Via Aretina: inizierà mercoledì 25 ottobre la posa di una infrastruttura della telefonia. Nel tratto da via Ripa al numero civico 481 saranno istituiti restringimenti di carreggiata fino al 3 novembre.
Via del Moro: anche in questo caso si tratta della posa di una infrastruttura della telefonia. Da mercoledì 25 ottobre la strada sarà chiusa da via delle Belle Donne a via dei Banchi. Termine previsto 6 novembre.
Viale XI Agosto: giovedì 26 e venerdì 27 ottobre è in programma l'apertura di alcuni chiusini. Nel tratto dal via delle Case Nuove verso viale Guidoni sarà istituito un restringimento di carreggiata (orario 8-18).
Via San Felice a Ema: per il montaggio di un ponteggio all'altezza del numero civico 7 da giovedì 26 a sabato 28 ottobre previsto un restringimento di carreggiata con senso unico alternato regolato da movieri nella fascia oraria 9-17.
Via di San Domenico: venerdì 27 ottobre sarà effettuata la potatura di alcune piante. Nel tratto da via di Camerata al numero civico 105 sarà istituito un senso unico alternato regolato da movieri (orario 10-15).
Per quanto riguarda i provvedimenti legati a iniziative ed eventi si inizia domani domenica 22 ottobre con la Festa dei Fiori in via di Ripoli: nel tratto da via Albania a via Lettonia previsti divieti di sosta e transito in orario 7-22. Per una gara podistica dalle 9 scatteranno divieti di transito al passaggio degli atleti in zona Castello-Careggi. (mf)
21/10/2017 15.27 Comune di Firenze
Fondazione Museo Marino Marini Pistoia L’uomo, il padre, lo scultore. L’arte di Kenjiro Azuma, “Una vita in Italia”
La Fondazione Marino Marini ospita per la prima volta un raffronto tra Marino e Kenjiro Azuma. All’inaugurazione, prevista sabato 21 ottobre alle ore 18, Mami Azuma che ripercorre le vicende umane e artistiche del padre Due sillabe Ma, come Marini, Mi come Milano che sintetizzano l’incontro tra l’Italia e il Giappone, due paesi lontani che si conoscono e si attraggono, un legame profondo che durerà tutta la vita tra identità e culture diverse. E’ all’arte senza confini, generatrice di vita, che MAMI, figlia di Kenjiro Azuma, deve il suo nome, scelto accuratamente dal padre come summa di esperienze umane e vicende artistiche del percorso condiviso in Italia.

Mami Azuma, la madre Shizuyo Azuma e Maria Teresa Tosi, direttrice della Fondazione Marino Marini, tre donne, amiche ed estimatrici del filo che unisce Marino e Azuma, si ritrovano e rendono omaggio all’arte giapponese intrisa di concetti e temi mariniani. Un nuovo parallelismo, un inedito raffronto dedicato all’arte contemporanea che fa tornare gli Azuma ‘a casa’, nell’Europa accogliente, ospitale, che sin dagli anni ’50 indicò allo scultore giapponese la strada per il futuro, con gli strumenti, la visione, l’amicizia, l’anima dell’arte italiana interpretata dai colori e dalle forme di Marino. Dopo Aurelio Amendola e l’artista e amico catalano Juan Mirò, si apre il terzo atto della ricca programmazione con la quale la Fondazione, in collaborazione con il Comune di Pistoia, celebra al Palazzo del Tau l’amore per l’arte internazionale nella cornice di Pistoia Capitale della Cultura italiana 2017. Tra le sale dell’ex convento trecentesco (corso Fedi, 30) da oggi, sabato 21 ottobre 2017, al 7 gennaio 2018, sarà possibile ammirare una selezione di opere di Kenjiro Azuma che testimonia, ripercorre e racconta “Una vita in Italia”. L’allievo più talentuoso di Marini che diventa assistente e poi maestro, purtroppo scomparso lo scorso anno all’età di 90 anni. Un percorso che si intreccia, non a caso ma per scelta, con l’arte e il linguaggio dell’artista pistoiese. La mostra, curata da Ambra Tuci e Francesco Burchielli, è realizzata con il contributo di Fondazione Alta Toscana e si avvale del testo critico di Marco Bazzini. L’inaugurazione dell’evento espositivo è previsto sabato 21 alle ore 18.

Gli bastò sfogliare una monografia di Marino in una libreria di Tokio per capire che l’arte italiana sarebbe stata una delle linee guida della sua vita. Fu in quel momento, con la determinazione che contraddistingueva un ventenne orientale, che decise di partire per Milano, nel 1956, attraversare il pianeta e solcare i cieli con un volo lungo 56 ore e rendersi protagonista di una identità artistica che avrebbe segnato profondamente il suo destino. “Questo è stato mio padre – dice Mami - vedendo le opere di Marino, Azuma scopre non solo il suo maestro, ma anche l’Italia, in un momento storico in cui, anche a causa delle difficoltà linguistiche, le telefonate internazionali erano mediate dal centralinista dell’allora compagnia telefonica. La domanda più ricorrente che rivolgevano a mio padre era “come mai sei venuto in Italia?”.

La risposta per tutti è condensata nella frase che anche Maria Teresa Tosi si sentì riferire da Azuma, con un sorriso, rispettoso, sereno, consapevole, al suo primo incontro avvenuto negli anni Ottanta. “Gli sorridevano gli occhi pieni di luce, mi rispose – aggiunge Maria Teresa Tosi – io in Italia per Marino, grande scultore, grande maestro”. Nel mettere a confronto per la prima volta il lavoro dei due artisti, la mostra “Una vita in Italia” esalta l’amicizia, la sintonia, il pensiero comune. “Marino - aggiunge Tosi - ha spinto Azuma a leggere dentro di sé, ad esprimere se stesso e la sua filosofia orientale, a tirar fuori la propria identità. È in quest’ottica che la Fondazione Marino Marini presenta alcune delle sculture più significative di Kenjiro Azuma che variano per tipologia e natura dalle prime più tradizionali a quelle più emblematiche del suo lavoro; opere che, nella loro sintesi, con i loro pieni e i loro vuoti, esprimono quello che per l’artista veramente c’è d’importante nella vita, il mondo di convivere”.

BIOGRAFIA

Kengiro Azuma nasce il 12 marzo del 1926 a Yamagata nel nord del Giappone, in una famiglia di fonditori. Nel 1943 al culmine del secondo conflitto mondiale si arruola come volontario ed entra nella Marina Militare; nel 1946, al termine della guerra, fa ritorno nella sua città natale, dove conclude gli studi superiori. Trova nell’arte le risposte ai molti dubbi sorti dalla caduta dei valori cardine della società giapponese, legati all’aura divina dell’Imperatore che con la resa incondizionata del Giappone, veniva offuscata. Nel 1949 si iscrive all’Università Nazionale d’Arte e di Musica Geidai di Tokyo, conseguita la laurea nel 1953, frequenta per altri due anni un corso di perfezionamento. Nel 1956 grazie a una borsa di studio del Governo Italiano si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, spinto dal desiderio di studiare sotto la guida di Marino Marini, fortemente colpito dalle sue opere viste in una monografia esposta in una libreria di Tokyo. Durante il corso degli studi in accademia, le sculture di Azuma vengono inizialmente influenzate dalle opere del maestro, per poi discostarsi e trovare un’identità propria, suggerita dallo stesso Marini che lo esorta a tornare alle origini, verso la cultura e l’estetica giapponese. Le riflessioni sul significato dell’infinito e sul ciclo della vita lo portano a realizzare i primi bassorilievi intitolati MU, vuoto o nulla. Nel 1960 consegue il diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera e diventa assistente personale di Marino Marini Alla sua prima mostra personale alla Galleria Minima di Milano nel 1961, ne seguiranno altre: a Palazzo Strozzi a Venezia, alla Galleria l’Obelisco di Roma e alla Galleria il Cavallino di Venezia, occasioni che lo gratificano e lo spingono a proseguire nella ricerca artistica. Nel 1963 riceve il National Museum of Modern Art Award, il Premio Emile Godar al Concorso Internazionale di Scultura a La Sarraz (Svizzera) e il secondo premio al Quinto Concorso Internazionale di Scultura a Padova. Nel 1964 partecipa alla Keukenhof International Outdoor Exhibition (Paesi Bassi), a Dokumenta III a Kassel Germania) e all’Esposizione Internazionale di Scultura al Palazzo Reale di Monza. Nel 1965 viene invitato al Simposio Internazionale di Scultura dalla California State University di Long Beach (Stati Uniti), in seguito espone in una mostra collettiva dal titolo Japanese New Paintings and Sculptures al San Francisco Museum of Art e successivamente in altri sette musei americani fra cui il Museum of Modern Art di New York (Stati Uniti). Nel 1963 inizia la collaborazione con Toninelli Arte Moderna, galleria con la quale lavorerà per alcuni anni. Nel 1968 partecipa e vince il secondo premio al Concorso Dalmine Forma in tubi. Nel 1971 lo scultore austriaco Karl Prantl lo invita a partecipare al Simposio Internazionale di Scultura a St. Margarethen (Austria), dove realizza l’istallazione Cielo, Terra e Uomo utilizzando la pietra della locale cava. Nello stesso anno l’opera Croce, ideata per il convento dei frati cappuccini di Sion (Svizzera), entra a far parte della collezione d’arte contemporanea dei Musei Vaticani nel quadro della riapertura del dialogo fra artisti e Santa Sede voluta da Papa Paolo VI. Nei primi anni settanta partecipa ad un’importante mostra collettiva itinerante in Giappone e nel 1974 espone nei musei di Tokyo, Yamagata e Osaka. Nel 1977 viene invitato dal Pontificio Consiglio della Cultura a lavorare sul tema della conversione di San Paolo e l’opera Folgorazione di Saulo, donata dall’artista viene inclusa nella collezione d’arte contemporanea dei Musei Vaticani. Nel 1980 muore Marino Marini, Azuma seguirà ancora per diversi anni l’attività del suo maestro attraverso la collaborazione con la Fondazione Marino Marini a Pistoia; nel medesimo anno inizia a insegnare Scultura e Arte Orafa alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano (NABA), accademia fondata da Ausonio Zappa, Guido Ballo e Tito Varisco. Nel 1984 viene chiamato a installare una scultura monumentale di fronte al Municipio di Yamagata, sua città natale.

Nel 1985 inizia la serie Yu.

Nel 1988 espone diverse opere lungo corso Vittorio Emanuele a Milano, nell’ambito del progetto Percorso della Scultura, una sorta di museo a cielo aperto ideato dal Comune di Milano. Nel 1991 l’opera A Monument of Life viene collocata nella sede dell’Asahi Mutual Life Insurance Co. a Tokyo (Giappone). Vanni Scheiwiller riconosce nei brevi, semplici versi che Azuma compone per descrivere sensazioni e riflessioni una vena poetica da sviluppare, un esercizio di scrittura che coltiverà negli anni. I piccoli componimenti vengono pubblicati per la prima volta nelle edizioni private delle Strenne di Paolo e Paola Franci.

Viene nominato accademico di San Luca a Roma nel 1993. Nel 1995 è insignito dall’Imperatore del Giappone dell’onorificenza Shijuhosho e nel 1996 il Comune di Milano gli conferisce l’Ambrogino d’argento; nello stesso anno installa l’opera MU-966 nell’atrio del palazzo Granpark della NTT Communication a Tokyo (Giappone) e all’inizio del 1997 progetta la Piazza del Tempo nel Parco Kotodai a Sendai (Giappone). Nel 1998 si dedica alla progettazione di un percorso nel parco de La Marrana a Montemarcello (fraz. Ameglia, La Spezia) con l’inserimento di sculture e la realizzazione di installazioni site specific, come Il sogno che resterà permanentemente nel parco. Nel 1999 viene nominato visiting professor all’Università Nazionale d’Arte di Tokyo, partecipa alla collettiva a Palazzo Reale a Milano dal titolo Arte per Assisi. Sedici panchine e due fioriere in granito rosa progettate nel 1988 inizialmente per piazza San Babila a Milano, vengono definitivamente collocate nel 2000 in piazza Cordusio.

Nel 2001 l’Imperatore del Giappone gli conferisce l’onorificenza Kunyonto Kyokujitsusho riservata a coloro che hanno reso onore al Giappone con la loro attività. Nel 2002 realizza insieme al figlio Anri Ambrogio, architetto, la Fontana delle tartarughe in largo Lamarmora a Sesto San Giovanni, un progetto di riqualificazione della piazza esistente; nello stesso anno è nominato visiting professor all’Università d’Arte e Tecnologia di Yamagata. In occasione del trentesimo anniversario della sezione dell’Avis di Gattico (Novara), cittadino onorario del paese nel novarese, dona il Monumento al donatore che viene posato in piazza Leonardi.

Nel 2005 nel quadrimestrale edito da Colophonarte l’editore Egidio Fiorin pubblica L’orgoglio di essere artista, con uno scritto di Giorgio Lucini, La poesia di Azuma, entrambi i testi ripercorrono lo sviluppo artistico e le esperienze nei cinquant’anni trascorsi in Italia.

Nel 2009 a Milano, dal 25 marzo al 20 aprile viene esposta, su iniziativa della galleria Lorenzelli Arte, la Goccia in Piazza della Scala nell’ambito di “MiArt ArtNow!” Il 21 novembre dello stesso anno è tra i 266 esponenti del mondo dell’arte, provenienti da tutto il mondo, presenti all’incontro con Papa Benedetto XVI in Cappella Sistina a Roma, la Santa Sede riprende così il confronto con gli artisti promosso da Papa Paolo VI alcuni anni addietro. Nel 2010 Azuma viene invitato a esporre a Matera al MUSMA e nelle chiese rupestri di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci, stabilendo un dialogo silenzioso fra le sue opere e gli anfratti delle pareti rocciose; a Matera entra in contatto per la prima volta con i sassi che per sua stessa ammissione lo portano in una dimensione atavica, vicina all’origine della vita. Viene nuovamente invitato nel 2011 dal Pontificio Consiglio della Cultura in occasione del 60° anniversario dell’ordinazione sacerdotale di Papa Benedetto XVI a partecipare all’esposizione Lo splendore della verità, la bellezza della carità.

Un progetto del tutto inaspettato che lo mette di fronte a un’ardua sfida è l’incarico per la progettazione dell’arredo liturgico della chiesa di San Francesco a Locarno (Svizzera), dove nel 2012 realizza l’altare, l’ambone, il portacero pasquale in bronzo e i seggi in legno di noce. Nel 2015 dona alla città di Milano insieme alla Fonderia Artistica Battaglia con il contributo di 30 cittadini e il sostegno degli Amici del Monumentale un’imponente scultura MU- 141 La vita infinita che trova la sua collocazione nel piazzale del Cimitero Monumentale di Milano, l’allestimento è completato da due panche in granito rosa di Baveno, disegnate dallo stesso Azuma.

Nel 2016 a marzo MU- 141 La vita infinita, entra nella collezione della società Sambonet che la colloca nel piazzale della sede a Orfengo (Novara); sempre nello stesso anno viene installata nel Parco di Portofino l’opera Genesi - la luce di Portofino.

Kengiro Azuma muore a Milano nell’ottobre 2016. Il figlio Anri Ambrogio porta a termine i progetti avviati insieme al padre, la mostra personale Infinito – MU organizzata con la galleria Lorenzelli Arte per festeggiare i novant’anni di vita e i sessanta di permanenza a Milano viene inaugurata per la prima volta senza la presenza dell’artista a poche settimane dalla scomparsa. Il 25 maggio 2017 viene presentato nella Sala Napoleonica dell’Accademia di Belle Arti di Brera il libro d’artista pubblicato dall’associazione “Cento Amici del Libro” con dodici incisioni originali accompagnate da dodici poesie. Nel settembre 2017 vengono esposte tre gocce a “Open 20” a Venezia, Hilton Molino Stucky della Giudecca. Il 2 novembre 2017 il nome di Kengiro Azuma verrà iscritto nel Pantheon del Famedio al Cimitero Monumentale di Milano.



Principali mostre personali

1958

Department Store Marukyu, Yamagata

1961

Galleria Minima, Milano

1962

Galleria Minima, Milano

Galleria l’Obelisco, Roma

Galleria il Cavallino, Venezia

1963

Galleria Toninelli Arte Moderna, Milano

1964

Galerie Senatore, Stuttgart

Galerie Emmy Widmannn, Bremen

Galerie Wilm Falazik, Bochum

Galleria Giraldi, Livorno

1965 -1966

Galleria Toninelli Arte Moderna, Milano

1967

Galerie Senatore, Stuttgart

1968

Galleria Il Salotto, Como

1969

Galleria Toninelli Arte Moderna, Roma

1972

Galerie Nouvelles Images, Den Haag

1974

Contemporary Sculpture Center, Tokyo

Contemporary Sculpture Center, Osaka

1975

Galerie Nouvelles Images, Den Haag

Galleria Stendhal, Milano

1976

Galleria 73, Belgrado

1978

Galleria d’Arte Greminger, Genova

Contemporary Sculpture Center, Tokyo

Contemporary Sculpture Center, Osaka

1979

Galleria Vismara, Milano

Galleria Stendhal, Milano

1980

Galerie Suzanne Bollag, Zürich

Galerie Nouvelles Images, Den Haag

1981

Galleria Pieter Coray, Lugano

1983

Dordrecht Museum, Dordrecht

Galerie Nouvelles Images, Den Haag

1986

Galerie Tschudi, Glarus

Contemporary Sculpture Center, Tokyo

Contemporary Sculpture Center, Osaka

1988

The Seibu Museum of Art, Tokyo

The Museum of Modern Art, Toyama

1989

The Museum of Modern Art, Kanagawa

Prefecture Museum of Art, Yamanashi

The Miyagi of Modern Art, Sendai

Contemporary Sculpture Center, Tokyo

The National Museum of Art, Osaka

1990

Galleria Lorenzelli Arte, Milano

1994

Museo d’Arte, Mendrisio

1996

Fondazione Calderara, Vacciago

1998

La Marrana, Montemarcello

1999

La Luce di Teglio, Palazzo Besta, Teglio

2004

Kengiro Azuma musica del silenzio, Castelbasso

2005

Kengiro Azuma, sculture e disegni, Christine Bader, Lugano, Svizzera

2006

Kengiro Azuma. Ottant’anni, Fondazione Calderara, Vacciago

2010

Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci - Museo della Scultura Contemporanea Matera (MUSMA), Matera

La luce di Craveggia, Spazio Museale Archivio Storico, Craveggia

2011

Kengiro Azuma 1961, Museo del Novecento, Milano

2016

MU YU – il vuoto e il pieno, Galleria Cortina Arte, Milano

Infinito – MU, Galleria Lorenzelli Arte, Milano



MOSTRA UNA VITA IN ITALIA

INGRESSO LIBERO

Museo Marino Marini - Palazzo del Tau Corso Silvano Fedi, 30 51100 - Pistoia

Info tel: 0573 30285 mail: fmarini.direzione@gmail.com, www.fondazionemarinomarini.it

Orario: lunedì chiuso, dal martedì al venerdì 11.00-18.00 - sabato 11.00-19.00 - domenica 10.30 - 19.30
21/10/2017 15.51 Fondazione Museo Marino Marini Pistoia
Autostrade per l'Italia A11, per tre notti consecutive chiusura della stazione di Prato Est
Per lavori di pavimentazione nelle tre notti consecutive a partire dalla sera del 23 ottobre Autostrade per l'Italia comunica che sulla A11 Firenze-Pisa nord, per tre notti consecutive con orario 22:00-06:00, dalle ore 22:00 di lunedì 23 alle ore 06:00 di giovedì 26 ottobre, sarà chiusa la stazione di Prato est, in uscita ed in entrata, da e verso entrambe le provienienze/direzioni (Firenze e Pisa), per lavori di pavimentazione.
In alternativa, si consiglia di utilizzare la stazione autostradale di Prato ovest.
Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i collegamenti "My Way" in onda sul canale 501 Sky Meteo24; sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky) e su Sky TG24, disponibile al canale 50 del digitale terrestre. Sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21 attivo 24 ore su 24.
21/10/2017 15.37 Autostrade per l'Italia
Comune di Cerreto Guidi Il grande chitarrista Carl Verheyen a Cerreto Guidi
Ha tenuto un’applaudita clinic alla Palazzina dei Cacciatori. Il musicista accolto dal sindaco Carl Verheyen uno dei migliori chitarristi al mondo, ha fatto tappa venerdì 20 ottobre a Cerreto Guidi. Ad accoglierlo il sindaco.

“Sono felice -ha detto Simona Rossetti-che un musicista di fama internazionale come Verheyen sia ospite della nostra città. Ringrazio lui e Mirco Dimitrio della Modern Music Institute per aver organizzato questo appuntamento”.

Carl Verheyen è arrivato alla Palazzina dei Cacciatori nel tardo pomeriggio in coincidenza con l’Open Day promosso dal Modern Music Institute, con il patrocinio del Comune. Si è trattato di un riuscito incontro musicale che ha consentito di provare gratuitamente numerosi strumenti sotto la guida di docenti.

“La nostra accademia che ospita una delle sue sedi a Cerreto Guidi- ha sottolineato il responsabile Mirco Dimitrio-ha raddoppiato gli iscritti in pochi anni ed è particolarmente interessata alla didattica dando la possibilità a chi lo desideri di intraprendere un percorso musicale in base alle proprie inclinazioni”.

Un concetto ribadito anche dal sindaco.

“La musica è importante ed è ancor più importante offrire ai giovani la possibilità di avvicinarvisi. Stiamo lavorando- ha aggiunto Simona Rossetti- con il concorso delle scuole e delle associazioni che operano sul territorio, per aumentare le opportunità per chi voglia conoscere la musica e suonare degli strumenti”.

L’Open Day ha fatto da preludio alla serata con Carl Verheyen. Il musicista americano noto per il suo lavoro nei Supertramp e per essere chitarrista di sessione, ha tenuto una clinic durante la quale ha spiegato le tecniche da lui utilizzate suonando la chitarra. Ha inoltre parlato della sua strumentazione e si è esibito in alcuni brani. Ha in pratica tenuto una vera e propria lezione di chitarra, sottoponendosi con piacere alle domande e alle curiosità del pubblico.
21/10/2017 15.38 Comune di Cerreto Guidi
Comune di Cerreto Guidi Nuovo Piano operativo comunale di Cerreto Guidi
Martedì 24 ottobre a Bassa il prossimo incontro con la cittadinanza Prosegue il ciclo di incontri promosso dall’Amministrazione comunale di Cerreto Guidi per discutere e condividere il nuovo Piano operativo comunale, lo strumento che disciplina l’attività urbanistica ed edilizia del territorio.

Il percorso partecipativo ha già previsto due tappe a Cerreto Guidi e a Lazzeretto. Il prossimo appuntamento è invece fissato per Martedì 24 ottobre 2017 alle ore 21 alla Scuola Primaria di Bassa sul tema: “Lo spazio pubblico e i servizi al centro della vivibilità”.

“La discussione sul nuovo Piano operativo comunale-afferma il Sindaco Simona Rossetti- “è un’occasione importante per fare il punto della situazione sulla riqualificazione del territorio e sul futuro assetto urbanistico. Sono argomenti rispetto ai quali il coinvolgimento dei cittadini è fondamentale. Proprio per questo è stato previsto un ampio programma di incontri che toccherà oltre al capoluogo, tutte le frazioni del territorio”.

Per incontrare la cittadinanza sul nuovo Piano operativo comunale, saranno presenti anche a Bassa i redattori del nuovo Piano operativo comunale insieme al Responsabile del procedimento e al Garante della partecipazione.
21/10/2017 15.42 Comune di Cerreto Guidi
Guardia di Finanza - Comando regionale Guardia di Finanza sequestra oltre 200 reperti archeologici di assoluto pregio ed ingentissimo valore economico, trafugati da una prestigiosa residenza romana
Vasta operazione in Toscana, Sicilia e Lazio Nell’ambito di un’attività di controllo economico-finanziario del territorio espletata dalla Tenenza di Orbetello, è emersa la posizione di alcuni soggetti tra cui 1 con una posizione fiscale dichiarata incongrua rispetto alle effettive disponibilità economico-patrimoniali accumulate nel tempo ed impiegate anche in beni archeologici. Dopo alcuni sopralluoghi che hanno confermato l’esistenza di reperti archeologici in bella vista nel giardino di una villa, è scattata l’operazione denominata “IUPPITER” avviata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Grosseto. Così, nel mese di ottobre, 50 finanzieri hanno perquisito 22 unità immobiliari nella disponibilità degli 11 collezionisti indagati, site in tre diverse regioni (Toscana – Sicilia – Lazio) sequestrando oltre 200 reperti archeologici di assoluto pregio ed ingentissimo valore economico, trafugati da una prestigiosa residenza romana. Sono indagati per illecita detenzione ed impossessamento di beni appartenenti allo Stato, ed in taluni casi anche per ricettazione. I reperti archeologici di età imperiale, ascrivibili al VII Secolo A.C., non dichiarati alla competente Soprintendenza, sono stati sequestrati in virtù dei decreti di perquisizione e sequestro emessi dalla Procura della Repubblica di Roma, D.ssa Tiziana Cugini - Sost.Proc. e dalla Procura della Repubblica di Grosseto, D.ssa Maria Navarro - Sost.Proc., che hanno diretto l’intera operazione. Alle operazioni ha partecipato anche il funzionario responsabile della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale, che ha accertato l’autenticità dei beni rinvenuti. L’ingente valore economico dei reperti sottoposti a sequestro sarà tenuto presente anche ai fini fiscali dei soggetti indagati, che hanno nel tempo plausibilmente tesorizzato anche così i proventi delle loro attività.
21/10/2017 15.56 Guardia di Finanza - Comando regionale
Città Metropolitana di Firenze Via Parri a Sesto Fiorentino: tratto della Metrocittà ceduto al Comune
Da via degli Olmi fino alla viabilità denominata Perfetti Ricasoli. La proposta di Pescini approvata dal Consiglio della Città Metropolitana di Firenze Su proposta di Massimiliano Pescini, consigliere della Città Metropolitana delegato alla Viabilità, il Consiglio della Metrocittà di Firenze ha approvato la cessione al Comune di Sesto Fiorentino del tratto di strada di via Parri dall’intersezione con via degli Olmi fino alla rotatoria di collegamento con la Perfetti Ricasoli.
"E’ un tratto di viabilità realizzato da parte della Provincia contestualmente ai lavori della rotatoria - ha spiegato Pescini - Il Comune ha avanzato richiesta di cessione. Lo riteniamo opportuno: il tratto in questione è il proseguimento di una viabilità comunale e può perciò essere ceduto al Comune, ai sensi del codice della strada e della normativa regionale in materia".


21/10/2017 15.34 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Firenze Area per camper abusiva, scattati i sigilli in un terreno in via Pellas
Il gestore, che vendeva i soggiorni su internet, è stato multato Aveva trasformato un terreno in una area di sosta per camper pubblicizzando l’attività anche su internet e offrendo una serie di servizi aggiuntivi. Peccato però che non avesse le autorizzazioni per svolgere quella che era, a tutti gli effetti, un’attività ricettiva. Per l’affittuario del terreno, un italiano di 53 anni residente a Firenze, è quindi scattata una sanzione da 2.000 euro e l’area è stata sequestrata.
La Polizia Municipale è intervenuta ieri mattina. Gli agenti del reparto Amministrativo hanno trovato in sosta 11 camper di cui sei occupati dai legittimi proprietari “colpevoli” soltanto di aver acquistato il soggiorno on line.
Il cinquantatreenne infatti si era improvvisato imprenditore e vendeva soggiorni attraverso un proprio sito internet dove il turista, con la modica spesa di 15 euro al giorno, poteva campeggiare all’interno dell’area privata. Compresi nel prezzo anche l’uso della corrente elettrica, lo scarico del WC a cassetta, l’utilizzo della wi-fi nonché diverse convenzioni con ristoranti del centro. E, con un piccolo contributo aggiuntivo, venivano offerti anche servizi di dog e cat sitter. Non è la prima volta che l’uomo svolge questa attività ricettiva abusiva: già un anno e mezzo fa la Polizia Municipale lo aveva sanzionato per la stessa violazione. Ma evidentemente il cinquantatreenne non si è dato per vinto: anzi nel dicembre scorso ha presentato una SCIA per servizio di autorimessa. La normativa permette infatti di avviare diversi tipi di attività economiche contestualmente all’inoltro di una richiesta telematica; tuttavia questa procedura però non è valida per iniziare un attività di tipo ricettivo perché devono essere rispettate numerose normative tra cui quella sanitaria. Un ostacolo che l’uomo pensava di aggirare dichiarando di condurre semplicemente attività di autorimessa. Il sotterfugio non è però sfuggito alla Polizia Municipale che, qualche mese fa, ha nuovamente accertato che invece si trattava di attività ricettiva a tutti gli effetti. Per questo a carico dell’uomo è stato emesso un provvedimento di intimazione a cessare l’attività che però non è stato rispettato. Il cinquantatreenne ha infatti continuato a vendere soggiorni on line fino all’intervento di ieri della Polizia Municipale. Per l’uomo è scattata la sanzione di 2.000 euro per violazione alla legge regionale in materia di turismo. I campeggiatori sono stati immediatamente invitati a lasciare l’area che poi è stata sequestrata. Il proprietario del terreno, nominato custode, sarà l’unico che potrà chiedere il dissequestro e, nell’occasione, anche riuscire a sfrattare l’affittuario che, tra l’altro, risulta non in regola con il pagamento del canone di locazione. (mf)
21/10/2017 15.24 Comune di Firenze
Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana France Odeon: serata di chiusura con i premi Foglia d’oro
Il vincitore decretato dal una giuria tutta al femminile composta da Francesca Archibugi, Concita De Gregorio, Valentina Bellè Le petit Paysan, di Hubert Charuel (ore 15)
La natura profanata: incontro sul tema del degrado ambientale
Django, di Etienne Comar (ore 17.15)
Cerimonia di premiazione (ore 19.30)
7 jours pas plus, di Hèctor Cabello Reyes (ore 21)
Domenica 22 ottobre, Cinema La Compagnia (Via Cavour 50/r Firenze)
Quarta ed ultima giornata di France Odeon, domenica 22 ottobre al cinema La Compagnia, con la cerimonia di premiazione (ore 19.30) e consegna dei Premi Foglia d’oro Manetti Battiloro, i trofei di cristallo nei quali è racchiusa la preziosa foglia d’oro Manetti Battiloro. Il vincitore sarà decretato dal una giuria tutta al femminile composta da Francesca Archibugi (regista), Concita De Gregorio (giornalista e regista), Valentina Bellè (attrice).
A decidere altri due premi saranno il pubblico, attraverso la votazione alla fine di ogni proiezione e una giuria composta da sette studenti della scuola media superiore, coordinati da Alain Bichon.
Le proiezioni del pomeriggio cominciano alle ore 15 con il film Petit Paysan di Hubert Charuel, primo lungometraggio del regista, a metà tra un film drammatico e un thriller: per il protagonista Pierre (Swann Arlaud), giovane allevatore che ha ripreso l'attività dei genitori, si pongono insolubili questioni etiche legate al devastante abuso che la nostra società post-industriale ha compiuto e compie ai danni della natura. Quando apprende che in Francia si sta diffondendo un'epidemia di "mucca pazza " e centinaia di capi saranno abbattuti cerca di fare qualsiasi cosa pur di salvare i suoi animali e il suo lavoro. Ospite il distributore Lidia Genchi.
Al termine della proiezione dibattito sul tema del degrado dell’ecosistema, dal titolo “La natura profanata”, al quale intervengono Giannozzo Pucci (giornalista e ecologista), Gloria Germani (filosofa e scrittrice) e Marco Luceri (critico cinematografico).
Alle 17.15 Django, di Etienne Comar, film di apertura del Festival di Berlino, è un biopic musicale di uno dei musicisti jazz più apprezzati di sempre. Django racconta un momento particolare della vita di Django Reinhard. Nel 1943, i nazisti che occupano la Francia intensificano le persecuzioni nei confronti del popolo gitano, eppure il successo del chitarrista manouche è tale che gli stessi nazisti gli offrono una tournée in Germania per rallegrare il morale delle truppe in partenza per il fronte.
Chiude il festival, dopo la cerimonia di premiazione, il film fuori concorso 7 jours pas plus di Hèctor Cabello Reyes. Rifacimento del fortunato El Chino, lungometraggio argentino del 2011, il film interpretato da Benoît Poelvoorde è un esempio di remake che l’industria francese ha sottratto all’entertainment americano. La versione di Héctor Cabello Reyes mantiene la struttura del film originale, spostando l’azione nel nord della Francia.
Biglietti intero: 7, Ridotto: 6
21/10/2017 16.04 Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana
Comune di Empoli “Dire,Fare,Teatrare”: torna il teatro della domenica dedicato a ragazzi e famiglie
Domenica 22 ottobre alle 15.30 e alle 17.30 al Minimal Teatro a Empoli. Trentaduesima edizione, sei appuntamenti domenicali con doppia replica Si torna a teatro la domenica con mamma, babbo, nonni e zii con la rassegna teatrale dedicata ai ragazzi denominata “Dire, Fare Teatrare”, che giunge alla trentaaduesima edizione e si preannuncia ricca di successi come è stato in quelle passate.

Promossa dal Comune di Empoli, dalla Fondazione Toscana Spettacolo onlus e da Giallo Mare Minimal Teatro, la rassegna si svolge al Minimal Teatro, via Livornese, 20, e vanta di compagnie ed artisti in cartellone selezionati tra le strutture professionali più qualificate del teatro per ragazzi.

Primo appuntamento, domani, domenica 22 ottobre 2017 con La regina delle nevi-La battaglia finale di Renzo Boldrini e Michelangelo Campanale: una produzione di Giallo Mare Minimal Teatro, tecnica utilizzata teatro d’attore e immagini, età consigliata dai 5 ai 10 anni.

Ogni spettacolo si indirizza ad una fascia di età consigliata anche se la rassegna risulta adatta per chiunque conservi una curiosità ed una disponibilità a farsi incantare da una fiaba, una storia, un racconto fantastico.

LA FIABA - La celeberrima fiaba di Andersen inizia con la fabbricazione, da un parte di un demone, di uno specchio incantato capace di modificare la realtà che riproduce, ingannando così lo sguardo degli uomini. Lo spettacolo usa metaforicamente questo "incipit" narrativo dello specchio incantato per dare vita ad un nuovo testo costruito con due storie che si riflettono l'un l'altra e che costantemente s'intrecciano fra loro durante il percorso della rappresentazione.

Gerda e Kay sono fratelli ed amano trascorrere il loro tempo curando le rose della nonna ed ascoltandola mentre racconta del sue favole. Una sera d’inverno la nonna racconta della regina delle nevi, tanto bella quanto gelida, che rapisce i bambini e li porta al nord, dove non fanno più ritorno. Sembra solo un mito, ma Kay incontra veramente la regina delle nevi: un attimo brevissimo, quanto basta perché due scheggie di ghiaccio stregato penetrino nell’occhio e nel cuore del ragazzo e ne mutino il carattere. Da quel momento Kay diventa cattivo con tutti, persino con Gerda. Più tardi, rimasto solo, Kay seguirà di sua spontanea volontà la regina delle nevi..

ORARI SPETTACOLI E COSTO DEL BIGLIETTO - Gli spettacoli della domenica avranno due repliche alle 15.30 e alle 17.30. Il costo del biglietto per ogni singolo spettacolo è di 4.50 euro che è rimasto invariato dallo scorso anno. La vendita dei biglietti sarà effettuata a partire dalle 15 del giorno stesso dello spettacolo, alla cassa del Minimal Teatro.

GLI ALTRI SPETTACOLI IN PROGRAMMA - Domenica 29 ottobre produzione di ‘casa’ con Accadueò di e con Vania Pucci e le immagini dal vivo di Giulia Rubenni; domenica 5 novembre Il brutto anatroccolo, produzione Nata; domenica 12 novembre Pimpa Cappuccetto Rosso una produzione del Teatro dell’Archivolto; domenica 19 novembre Azzurra e Sole-storie di tutti i colori, produzione Onda Teatro; domenica 26 novembre Le fatiche di Ercole del Teatro della Tosse.

INFORMAZIONI E CONTATTI – E’ possibile rivolgersi all’ufficio cultura del Comune di Empoli telefonando 0571 757723; a Giallo Mare Minimal Teatro 0571 81629-83758 o scrivere a info@giallomare.it. Ricordiamo che è gradita la prenotazione. Inoltre il programma delle attività è consultabile sul sito internet www.giallomare.it.
21/10/2017 16.00 Comune di Empoli
Comune di Firenze Doppia seduta del Consiglio comunale di Firenze lunedì prossimo, 23 ottobre
Si comincia alle 9 con gli ordini del giorno collegati al DUP. Nel pomeriggio prosecuzione con la seduta ordinaria Sarà una doppia seduta quella del Consiglio comunale di lunedì prossimo. Si comincia alle 9 del mattino con l'esame e il voto sugli ordini del giorno collegati al DUP (Documento Unico di Programmazione), approvato dall'assemblea lunedì scorso.
Dopo la pausa per il pranzo, dalle 14,15 via all'ora dedicata al question time, e a seguire l'apertura della seduta con i trenta minuti per comunicazioni e domande di attualità.
Al voto la delibera per l'approvazione del "Regolamento sulla collaborazione tra cittadine, cittadini e amministrazione per la cura, la gestione condivisa e la ri-generazione dei beni comuni urbani" proposta dalla Presidente della Commissione Città metropolitana, decentramento e quartieri Stefania Collesei.

Seguono, nell'ordine dei lavori, interrogazioni, mozioni e risoluzioni. (fdr)

Il dettaglio dei lavori è consultabile al link: http://www.comune.fi.it/export/sites/retecivica/comune_firenze/comune/consiglio/lavori_del_consiglio.htm
Il Consiglio comunale può essere seguito in diretta streaming all’indirizzo: http://www.comune.fi.it/export/sites/retecivica/comune_firenze/comune/consiglio/dir_audio-video.html
In alternativa è possibile seguire la diretta sul canale del Consiglio comunale di YouTube, all’indirizzo: https://www.youtube.com/channel/UCXdLhwYzwI9159Ei7TDTn4w

21/10/2017 15.29 Comune di Firenze

Comune di Fucecchio Acque e Biodiversità, il progetto per il Padule di Fucecchio e le Colline delle Cerbaie si piazza al terzo posto su 21 Progetti Integrati Territoriali e sarà finanziato dalla Regione Toscana
Guidato dal Consorzio Forestale delle Cerbaie il progetto vede la partecipazione di 33 soggetti tra i quali i comuni di Altopascio, Castelfranco di Sotto, Cerreto Guidi, Fucecchio, Larciano, Monsummano Terme, Pieve a Nievole, Ponte Buggianese e Santa Croce sull'Arno 9 amministrazioni comunali di 4 diverse province insieme ad enti, associazioni e privati per un obiettivo comune: il miglioramento delle acque e delle biodiversità delle colline delle Cerbaie e del Padule di Fucecchio. Il progetto coordinato dal Consorzio Forestale delle Cerbaie si è classificato al terzo posto tra i 21 PIT (Progetti Integrati Territoriali) partecipanti al bando della Regione Toscana, garantendosi un finanziamento di quasi un milione di euro. La cifra andrà a finanziare 34 interventi su terreni agricoli per il ripristino o la creazione di laghetti, aree umide, alberature e siepi, favorendo così le biodiversità e il miglioramento ambientale. Il successo ottenuto è stato presentato questa mattina nella sala consiliare del Comune di Fucecchio alla presenza dei rappresentanti dei Comuni coinvolti, del Consorzio Forestale delle Cerbaie, del Consorzio 4 Basso Valdarno, di associazioni, imprenditori agricoli e proprietari di terreni.

FUCECCHIO, 21 OTTOBRE 2017. Il Progetto "Acque e Biodiversità - Tutela e valorizzazione delle risorse ambientali del Padule di Fucecchio e delle Colline delle Cerbaie", presentato, in qualità di capofila, dal Consorzio Forestale delle Cerbaie, è risultato ammissibile e finanziabile dalla Regione Toscana, piazzandosi al terzo posto su 21 progetti che hanno concorso al bando sui PIT (Progetti Integrati Territoriali) - PSR (2014-2020).

Al progetto partecipano 9 amministrazioni comunali - Altopascio, Castelfranco di Sotto, Cerreto Guidi, Fucecchio, Larciano, Monsummano Terme, Pieve a Nievole, Ponte Buggianese e Santa Croce sull'Arno (tutte afferenti al Padule di Fucecchio e molte delle colline delle Cerbaie) – la Città Metropolitana di Firenze, il Consorzio di Bonifica Basso Valdarno, 16 aziende agricole, 4 associazioni territoriali e 2 proprietari di terreni privati.
Si tratta di 33 soggetti diversi uniti da un'idea di sinergia territoriale volta ad affrontare in maniera integrata le problematiche di natura ambientale della tutela delle acque e della valorizzazione della biodiversità.

Il progetto prevede una spesa di più di 1 milione di euro e un finanziamento regionale di 943.428 euro con interventi di creazione e ripristino di aree umide, piantumazione di essenze vegetali autoctone, realizzazione di fasce tampone di vegetazione volte al contenimento degli inquinanti e al miglioramento paesaggistico.

I PIT sono progetti che prevedono l'aggregazione di soggetti pubblici e privati mediante l'adesione ad un Accordo Territoriale finalizzato alla soluzione di specifiche problematiche ambientali locali e all'attuazione di strategie mirate alla mitigazione o all'adattamento ai cambiamenti climatici, programmando opportunità di finanziamento in conto capitale dal 40% al 100% secondo le diverse azioni.

A meno di undici mesi di distanza dalla presentazione del progetto “Acque e Biodiversità - Tutela e valorizzazione delle risorse ambientali del Padule di Fucecchio e delle Colline delle Cerbaie", che si tenne all’auditorium La Tinaia di Fucecchio il 30 novembre 2016, oggi i soggetti coinvolti, compresi i portatori di interesse che furono fatti partecipi fin dalle prime fasi, vedono riconosciuto il valore della propria proposta. Una proposta che, grazie al finanziamento della Regione porterà benefici alle aree del Padule di Fucecchio e alla Colline delle Cerbaie.
21/10/2017 14.21 Comune di Fucecchio
Comune di Pistoia Piero Bigongiari a venti anni dalla morte: una celebrazione alla biblioteca San Giorgio
Lunedì 23 ottobre in sala Bigongiari Lunedì 23 ottobre alle 17 in sala Bigongiari della biblioteca San Giorgio si celebrerà Piero Bigongiari a venti anni dalla scomparsa e a 10 anni dall’acquisizione del Fondo Piero Bigongiari della Biblioteca San Giorgio.

Paolo Fabrizio Iacuzzi (curatore della sua opera e direttore scientifico del Fondo) lo ricorda insieme ad alcuni poeti: Martino Baldi, Roberto Carifi e Alessandro Ceni.

Maria Stella Rasetti, direttrice della biblioteca, porgerà i saluti agli interventi.

L'incontro sarà l’occasione per fare il punto sugli studi sull’opera poetica e critica di Bigongiari con la testimonianza di giovani studiosi quali Monica Biagini, Luigi Ferri, Filippo Gori, Giulia Martini, Diego Salvadori.
21/10/2017 15.09 Comune di Pistoia
Comune di San Casciano Svuota la soffitta per le vie del centro di San Casciano
Domenica 22 ottobre per l’intera giornata dalle 10 alle 18 sessanta espositori in piazza della Repubblica, piazza delle Erbe e viale Garibaldi. L’iniziativa, la seconda del 2017, è una delle azioni del progetto di area Chianti Waste Less Domani, domenica 22 ottobre, un’altra occasione per riciclare la vita degli oggetti che non servono più nell’ambito del mercatino green, il tradizionale appuntamento promosso dal Comune di San Casciano, seconda edizione nel corso del 2017; che mira alla tutela e alla salvaguardia dell’ambiente attraverso azioni virtuose e tese al riutilizzo delle cose e alla riduzione degli sprechi. L’iniziativa è una delle azioni del progetto Chianti Waste Less e si terrà per l’intera giornata, dalle ore 10 alle ore 18 in piazza della Repubblica (Piazzone), piazza delle Erbe e viale Garibaldi. All'iniziativa hanno aderito 60 espositori.

“Chianti Waste Less - meno rifiuti - dichiara l’assessore all'Ambiente Consuelo Cavallini - si fonda sul coinvolgimento e sulla mobilitazione dei cittadini rispetto al tema della prevenzione e della riduzione dei rifiuti, con l’obiettivo di ridurre in modo efficace la produzione dei rifiuti”. Il progetto ha previsto l’attuazione di un programma integrato per la riduzione dei rifiuti nel territorio del Chianti interessando attivamente i Comuni di Barberino Val d’Elsa, Greve in Chianti, San Casciano Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa.
21/10/2017 16.12 Comune di San Casciano
Città Metropolitana di Firenze Pagamenti più rapidi. Metrocittà Firenze con Siope plus
Approvata la sperimentazione del nuovo sistema Il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze, ha approvato su proposta del Vice Sindaco Brenda Barnini, la delibera che consente alla Città Metropolitana di partecipare alla sperimentazione del sistema "Siope+". A decorrere dal 2018, infatti, sarà a regime per tutti gli enti locali questo nuovo sistema, con il quale verrà di fatto invertito l’ordine dei flussi fra gli Enti, i Tesorieri e la Banca d’Italia. Gli ordinativi informatici dovranno essere necessariamente trasmessi attraverso un’unica infrastruttura informatica della Banca d’Italia (denominata Siope+), che provvederà poi a trasmetterli al Tesoriere per la loro lavorazione. Ad oggi, invece, gli Enti inviano gli ordinativi informatici al Tesoriere, attraverso modalità definite in via autonoma, purché siano presenti le prescritte codifiche, che li trasmette infine alla Banca d’Italia per l’aggiornamento del Siope.
Quando il "Siope+" sarà a regime, la Banca d’Italia acquisirà immediatamente le informazioni riguardanti, in particolare, il pagamento delle fatture con il conseguente aggiornamento automatico della piattaforma per la certificazione dei crediti. In questo modo sarà così possibile conoscere esattamente, a livello centrale, quali sono gli effettivi tempi di pagamento delle fatture passive da parte di tutte le pubbliche amministrazioni.
Sulla delibera si è astenuto il consigliere del Gruppo Misto Marco Semplici.
21/10/2017 12.10 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Empoli ‘Le regole del gioco 2.0’, incontro al MUVE sul presente e sul futuro urbanistico di Empoli
In programma martedì 31 ottobre dalle 17.30 la seconda edizione Un nuovo incontro dedicato al settore urbanistico ed edilizio è stato organizzato dal Comune di Empoli. “Le regole del gioco 2.0”, è la seconda edizione di un’assemblea di approfondimento che si svolse lo scorso aprile nella sala del nuovo centro polivalente ‘La Vela – Margherita Hack’ di Avane , a Empoli.

Stavolta l’appuntamento è all’interno del Museo del Vetro, in via Ridolfi, dalle 17.30 di martedì 31 ottobre.

L’argomento che verrà trattato è ancora una volta la semplificazione della normativa urbanistica ed edilizia comunale e le ultimissime sul tema.

L’architetto Paolo Pinarelli, dirigente del settore tecnico del Comune di Empoli, presenterà anche un’ampia panoramica generale sui progetti in corso: HOPE, ovvero la riqualificazione di quattro aree pubbliche nel centro storico, l’ospedale vecchio, l’ex Ser.t, la palazzina a fianco della Torre dei Righi e gli spazi esterni nell’area della biblioteca; quindi la realizzazione di due nuove grandi infrastrutture a servizio della viabilità, come la circonvallazione a Sud della città e la bretella da Empoli Est a Via Piovola; quindi una lunga serie di interventi programmati su patrimonio pubblico e immobili scolastici.

Non sarà dimenticata la variante urbanistica per le aree industriali denominata ‘EmpoliFaImpresa’ e nuove azioni verso una Empoli ‘smart city’.

Sarà il sindaco di Empoli, Brenda Barnini, a introdurre il pomeriggio di approfondimento, che sarà caratterizzato anche da inserimenti musicali a cura del Centro attività musicali di Empoli e da un piccolo aperitivo organizzato dall’associazione Noi da Grandi.
21/10/2017 16.03 Comune di Empoli
Comune di San Casciano Tra sacro e profano Oesum Suggestioni
Spettacolo itinerante. Tiziana Giuliani, Massimo Salvianti e il Teatro dei Passi-Amaltea tra gli spazi del Museo Giuliano Ghelli Uno spettacolo itinerante, un viaggio tra gli spazi del Museo Giuliano Ghelli firmato e interpretato da Tiziana Giuliani e il Teatro dei Passi-Amaltea. Nell’ambito del progetto Echi di contaminazioni, promosso dalla Città Metropolitana, oggi e domani, domenica 22 ottobre alle ore 18.30 si terrà lo spettacolo “Tra sacro e profano Oesum Suggestioni” con Tiziana Giuliani e Massimo Salvianti e Andrea Batacchi, Federica Benelli, Sofia Menci, Michele Corti, la piccola Nora Branchi, Annalisa Brendaglia, Ersilia Alò, Alessandra Martini.

Tra sacro e profano, così come la nostra storia, permeata di flussi ed influssi da oriente a occidente che fanno quel 'noi', qui, oggi. Un richiamo a quella grande medesima humanitas dal tempo dei tempi, alla quale apparteniamo, senza distinzione alcuna. Tra sacro e profano, le sue suggestioni. Suggestioni. Un colore, una forma, un profumo che in un attimo rapiscono lo sguardo, l'attenzione; arrivano e colpiscono quando meno te lo aspetti, improvvise, rimandano a un tempo che fu, a luoghi lontani e vicini, a ricordi che non sappiamo neanche di avere ma che appartengono alla nostra Memoria che improvvisa riaffiora. Un immaginifico che appartiene a chi crea e a chi guarda un'empatia che sfugge alle leggi del qui e dell'ora. Suggestioni che vivificano l'arte, quelle dell'artista di ieri e di oggi.

Ingresso libero. Prenotazione obbligatoria: 055 8256380.
21/10/2017 16.09 Comune di San Casciano
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze Calenzano, piromane nei guai
Tre denunce per truffa e ricettazione a Fucecchio Nel corso della giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Calenzano, a termine di attività mirata, hanno deferito in stato di libertà per il reato di danneggiamento seguito da incendio F.N., fiorentino di 46 anni, già sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata. Nella circostanza, a seguito di una prolungata attività investigativa sviluppata mediante l’analisi di sistemi di sorveglianza, numerosi servizi di osservazione ed escussione di persone informate sui fatti, i militari dell’Arma accertavano che l’uomo era l’autore dell’incendio, verificatosi alle ore 05:00 del 1° ottobre 2017, tra via del lavoro e via degli Artigiani, di nr. 3 mezzi. Indagini in corso sul motivo del gesto.


I Carabinieri della Stazione di Fucecchio, a conclusione di un’attività d’indagine, in data odierna hanno denunciato in stato di libertà tre italiani, rispettivamente di 43, 61 e 48 anni per il reato di truffa e ricettazione. Nella circostanza, il 43enne ed il 61enne lo scorso 7 settembre presso un’azienda agricola in località Petroio avevano acquistato circa 400 bottiglie di vino pagando con un assegno, sottoscritto da soggetto fittizio, risultato poi non esigibile; Successivamente, gli accertamenti effettuati presso l’abitazione del 48enne hanno consentito di recuperare parte della merce che è stata restituita a proprietario, mentre quelli effettuati nei confronti del 61enne hanno permesso di rinvenire un carnet di assegni falsificato, che è stato sequestrato.
21/10/2017 14.26 Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Mobilità: un posto di dirigente tecnico ed uno di tecnico agrario
Due avvisi della Città Metropolitana di Firenze La Città Metropolitana di Firenze ha pubblicato due avvisi di mobilità per la copertura a tempo pieno ed indeterminato di un posto di Dirigente Area Tecnica e di un posto in categoria C nel profilo di area tecnica con funzioni di Agrario.
Per entrambi la scadenza per la presentazione delle domande è alle ore 13:00 del giorno lunedì 20 novembre 2017.
Informazioni in http://www.cittametropolitana.fi.it/concorsi/
20/10/2017 13.56 Città Metropolitana di Firenze
 
 




Vai al contenuto