Login

MET


Comune di Firenze
FIRENZE: INAUGURATA LA COMUNITÀ ALLOGGIO PER DISABILI DELL’ANFFAS IN VIA DEL GELSOMINO
L’assessore Saccardi: “Una risposta concreta e di grande qualità alle famiglie”

Un nuovo tassello nel panorama dei servizi per disabili. Si tratta della nuova comunità alloggio dell’Anffas in via del Gelsomino. La struttura, destinata ad ospitare otto disabili adulti con un’assistenza di tipo sanitario, psicologico e sociali, è stata inaugurata questa mattina dall’assessore al welfare Stefania Saccardi e dal presidente dell’Anffas Onlus di Firenze Vittorio D’Oriano. Era presente anche Gianfranco Monti, testimonial insieme a Paolo Vallesi, della campagna soci di Anffas "Diventiamo amici".
“La città di arricchisce di un’altra struttura per i disabili grazie all’Anffas – ha dichiarato l’assessore Saccardi –. Si tratta di una importante realtà associativa che dà una risposta concreta e di qualità alle famiglie che vivono la problematica della disabilità. E in questo momento di spending review la disponibilità del terzo settore a collaborare con le istituzioni è quanto mai preziosa. Soprattutto quando, come nel caso di Anffas, viene fornito un servizio di grande qualità che non ha niente da invidiare ai servizi pubblici”.
La comunità alloggio di via del Gelsomino è la terza struttura residenziale dedicata ai disabili adulti di Anffas in città ed è stata realizzata grazie al contributo di Laurindo Ricci, che ha messo a disposizione in comodato gratuito l’immobile dove ancora vive, e al sostegno dell’Amministrazione comunale. I posti sono otto, in camere singole o doppie e la struttura è completamente autonoma sia per la preparazione dei pasti e i servizi di lavanderia.
La prima comunità alloggio, situata in una casa ex-colonica appositamente ristrutturata, ha una capienza per 16 ospiti e la seconda, per 8 disabili, è stata inaugurata nel dicembre 2005, in seguito ai lavori di restauro del primo piano dell’edificio principale del centro di riabilitazione di via Bolognese. Gli ospiti delle comunità alloggio usufruiscono, oltre all’assistenza alla persona, di gite domenicali, partecipano a concerti ed eventi sportivi, rappresentazioni teatrali e cinematografiche.
Per quanto riguarda il centro di riabilitazione, questo ospita 80 utenti affetti da cerebropatie di varia natura comportanti un’insufficienza mentale medio-grave e gravissima. Gli ospiti svolgono attività terapeutiche di tipo occupazionale in vari laboratori artistici. In altri cinque settori, in cui sono stati inseriti pazienti divisi rispetto alla loro patologie e inclinazioni, sono stati creati ambienti adatti al loro tipo di disabilità. Il centro dispone inoltre di una palestra, tre ambulatori per fisioterapia, una logopedia idonea ad ospitare anche attività di drammatizzazione, un ambulatorio di musicoterapia, un altro per la stimolazione multisensoriale e una infermeria.
L’Anffas Onlus di Firenze è stata fondata nel marzo 1959 per iniziativa di un gruppo di genitori e la sede fu ospitata inizialmente in un appartamento della famiglia Ottolenghi (aprile ’66), successivamente fu trasferita presso l’Ospedale “Fraticini” della C.R.I. (aprile ’67) ed infine nella sede attuale di via Bolognese, 232 (maggio ’68) che fu acquistata in via definitiva nel 1970 grazie al contributo dei soci.
L’associazione offre servizi per disabili adulti: gli assistiti hanno un’età che va da circa 20 anni ad oltre 50. Per circa due terzi sono gravi o gravissimi, con handicap sia fisici che psichici. Molti di essi richiedono un rapporto uno a uno con gli assistenti. L’Anffas di Firenze offre un servizio di riabilitazione per disabili intellettivi e relazionali, che si caratterizza come un trattamento semiresidenziale per post-acuti e un servizio di comunità alloggio. Si tratta quindi di un’assistenza di tipo sanitario, psico-pedagogico e sociale. Inoltre, alle famiglie è fornita assistenza, sia dal punto di vista psicologico e sociale che da quello pratico (legale, burocratico, amministrativo).
L’Anffas di Firenze ha 52 dipendenti, fra cui un direttore del personale, 2 infermieri, 1 terapista della riabilitazione, 1 massofisioterapista, 1 fisioterapista, 1 insegnante di educazione fisica, 2 maestri, educatori, assistenti, autisti, addetti ai servizi (cucina, lavanderia, autisti), segreteria, assistente sociale e, a convenzione, un neurologo e un pedagogista.

12/11/2012 18.09
Comune di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto