Login

MET


Regione Toscana
TRANVIA, CECCOBAO: “AUMENTA IL GRADIMENTO, IN DUE ANNI +50% DEGLI UTENTI”
I risultati mostrano che il 74% degli utilizzatori ritiene buono o ottimo il servizio
La tranvia ai fiorentini piace, sempre di più. A distanza di due anni dall’apertura della linea 1 Scandicci-Firenze e dalla prima indagine di gradimento, la Regione Toscana ha portato avanti una nuova rilevazione tra gli utenti. I risultati mostrano che il 74% degli utilizzatori ritiene buono o ottimo il servizio, che il numero dei passeggeri quotidiani è cresciuto di oltre il 50% (si è passati da meno di 25.000 passeggeri giornalieri nel 2010 ad oltre 38.000, con una media mensile stabile di 1.100.000 passeggeri) e che la quasi totalità (92%) di coloro che hanno sperimentato l’uso della linea 1 vorrebbe il completamento del progetto, con la rapida realizzazione anche delle tratte 2 e 3. Il 24% degli intervistati, se non ci fosse stata la tranvia, avrebbe utilizzato un mezzo privato.
“Questa nuova indagine conferma il successo della tramvia, sempre più amata dai fiorentini e dai viaggiatori toscani – spiega l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao – una volta che la rete sarà completata con le altre linee previste, Firenze e la piana fiorentina avranno un sistema diffuso, rapido ed ecologico che sottrarrà sempre più mezzi privati al traffico della città . La Regione ha già investito sulla linea 1, l’unica realizzata, 36,6 milioni di fondi europei e 31,2 milioni di risorse regionali, oltre a sei milioni e mezzo all’anno per le spese di esercizio e 12 milioni stanziati per l’acquisto del materiale rotabile.”.

L’utente tipo è donna, dipendente, colta e di mezza età:
I risultati seconda indagine “I fiorentini e la tranvia” mostrano una prevalenza di utenza femminile (45,6% maschi, 54,4% femmine). La fascia di età più rappresentata è quella tra i 38 e i 60 anni, anche se si conferma forte la presenza di ultra sessantenni (fascia 14-24 anni: 20,8%; fascia 25-34 anni: 20,6%; fascia 38-60 anni: 38,6%; oltre 60 anni: 20%).

Gli utenti della tranvia risultano, inoltre, persone istruite: un terzo (29,9%) del campione è laureato ed il 39,5% ha un diploma superiore, mentre solo il 6,8% ha la licenza elementare o nessun titolo di studio. Il tram è usato soprattutto da lavoratori dipendenti (49%, quasi la metà del campione), seguiti da studenti(19,6%), pensionati (13,8%) e lavoratori autonomi (10%). Poco utilizzato, invece, da disoccupati (3,9%), casalinghe (2,2%) ed imprenditori o dirigenti (2%).

Frequenza e tipo di utilizzo:
Rispetto al 2010, anno di avvio del servizio, sono aumentati gli utilizzatori assidui della tranvia, oltre il 75% del campione, infatti, la utilizza da 2 a 5 giorni alla settimana (contro il 66% della rilevazione 2010). In particolare il 48,6% la utilizza 5 giorni a settimana, il 27,7% da 2 a 4 giorni, il 22,4% raramente, mentre l’1,2% dichiara di esser salito per la prima volta il giorno del rilevamento.
Gli utenti quotidiani risultano abbonati (45% abbonamneto Araf e 3,2% abbonamento Pegaso), mentre il 44,5% usa il biglietto urbano e il restante 7,4% la carta Agile. Nel 57% dei casi chi usa il biglietto ritiene il prezzo adeguato, mentre un terzo lo considera abbastanza o troppo costoso.

La tramvia viene usata soprattutto per lavoro (34,2%), ma non solo: il 25% la usa per recarsi in luoghi di svago o sport, l’11,5% la usa per fare commissioni o shopping, il 10,5% la utilizza per visite ad amici e parenti, il 9% per andare in luoghi di studio.
Si sceglie la tranvia soprattutto perché garantisce velocità e certezza dei tempi di spostamento (40,2%) e comodità di orari e frequenze (35,6%), ma rispetto alla prima rilevazione è aumentato il campione che la preferisce per la comodità del viaggio (24,6%) e per ragioni di costo (6,9%).

L’analisi delle fermate di salita e di discesa mostra che con oltre il 50% degli spostamenti complessivi in un giorno feriale è orientati in direzione Firenze e si svolge negli orari tipici del pendolarismo per motivi di studio o di lavoro. Significativa anche la percentuale (23,4%) di traffico interna al Comune di Firenze, che aumenta nei giorni festivi e prefestivi.

Tranvia vs altri mezzi di trasporto:
Il 24% delle persone intervistate ha dichiarato che prima dell’avvio della tranvia utilizzava un mezzo di trasporto privato.
Risulta invece da migliorare l’interconnessione tra il tram e il bus pubblico, infatti la metà degli intervistati dice di non utilizzare altri mezzi, oltre alla tranvia, per raggiungere la propria destinazione, ma tra coloro che una volta scesi dal tram salgono su un autobus urbano soltanto il 12% si dichiara soddisfatto. Il 26% si dichiara insoddisfatto o molto insoddisfatto della interconnessione.

Gradimento, pulizia e potenziamento del servizio:
Sono stati chiesti giudizi sulla la pulizia a bordo del tram e su quella alle fermate (entrambi gestiti direttamente dalla Società GEST), oltre ad un giudizio complessivo. Gli utenti si sono dichiarati soddisfatti delle pulizie (abbastanza soddisfatto il 48%, molto soddosfatto il 13%). Soltanto una minoranza (10%) esprime insoddisfazione.
Nel complesso il giudizio generale sul servizio risulta positivo: il 74% lo ha valutato buono o ottimo, il 24% sufficiente. Soltanto il 2% (era il 6% nel 2010) si dichiara non soddisfatto della tranvia.
Il 92% del campione vorrebbe il completamento del progetto con le linee 2 e 3 . Il 65% si dichiara interessato ad un eventuale prolungamemnto dell’orario di servizio.

L’indagine:
La seconda indagine “I fiorentini e la tranvia” è diretta a conoscere le motivazioni e le dinamiche di utilizzo della linea 1 Scandicci-Firenze, oltre ad eventuali variazioni rispetto a quanto evidenziato nel 2010. La rilevazione è stata effettuata dalla Società Maior.
L’indagine è stata condotta tra gli utilizzatori effettivi della linea, utenti abituali o occasionali che procedevano sia in direzione Firenze che in direzione Scandicci. Sono state realizzate 1.321 interviste, fatte a bordo della tranvia nel periodo 3-10 giugno 2012 in varie fasce orarie. In entrambe le direzioni.

13/12/2012 16.59
Regione Toscana


 
 

Google


Vai al contenuto