Login

MET


Provincia di Firenze
L’ISIA RISCHIA DI RIMANERE SENZA SEDE. LA PROVINCIA DI FIRENZE INCONTRA GLI STUDENTI
Barducci e Di Fede hanno ricevuto alunni e docenti dell’Istituto di design fiorentino che a giugno 2014 non avrà più aule dove fare lezione se il Ministero non interviene
Gli studenti e alcuni docenti dell’Isia sono stati ricevuti stamattina a Palazzo Medici Riccardi dal Presidente della Provincia Andrea Barducci e dall’assessore all’Edilizia scolastica Giovanni Di Fede per parlare del rischio di chiusura che incombe sull’Istituto di design fiorentino, a causa dei tagli alle risorse economiche operate dal MIUR. La scuola pubblica del comparto AFAM (Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica) è infatti in allarme per l’imminente sfratto, a giugno 2014, che le farà perdere la sede in via degli Alfani. L’edificio che dal 2001 a oggi ha ospitato le lezioni dell’Isia è di proprietà dell’Istituto degli Innocenti ed è stato destinato a diventare una sede dell’Unicef.
Da anni l’istituto sta cercando un’alternativa ma purtroppo le varie ipotesi di trasloco non sono andate a buon fine.

“La Provincia di Firenze conosce bene la situazione dell’Isia, essendone stata competente fino a qualche anno fa prima che passasse allo Stato, e condivide l’allarme che sta affliggendo studenti e docenti – hanno dichiarato il presidente Barducci e l’assessore Di Fede – L’amministrazione provinciale vuole anche per questo impegnarsi a trovare una soluzione, chiamando in causa in primo luogo il Ministero, ma anche tutte le istituzioni locali, promuovendo un tavolo che avvicini le parti interessate”. “Occorre scongiurare il rischio che il territorio perda un istituto di eccellenza, fondamentale per la crescita del settore del design per il quale la Toscana è rinomata nel mondo” hanno concluso Barducci e Di Fede.
'''
Una soluzione possibile''' è stata individuata a Scandicci, dove l’amministrazione comunale ha messo a disposizione un edificio al momento in uso, solo in una porzione, come sede distaccata dell’Istituto artistico Alberti. La Provincia di Firenze si è resa disponibile al trasferimento dei laboratori della scuola d’arte e il progetto trova inoltre il sostegno da parte della Regione Toscana. Purtroppo però questa opzione è stata bloccata dalla recente comunicazione del Ministero in cui si ribadisce la mancanza di fondi. Senza risorse economiche per ristrutturare lo stabile di Scandicci, il trasferimento non può essere praticabile. L’Isia rischia di rimanere senza uno spazio dove svolgere le lezioni e i 200 studenti iscritti potrebbero non poter avere la possibilità di completare il loro percorso di studi.

10/12/2013 16.23
Provincia di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto