Login

MET


Publiambiente
Butta Bene!
Al via la nuova campagna di Publiambiente sull’utilizzo corretto dei cestini stradali
Sabato 9 aprile evento di sensibilizzazione in tutti i Comuni del Circondario con la distribuzione gratuita di shopper nei negozi aderenti
“Butta Bene” è questo lo slogan della nuova campagna di sensibilizzazione sul corretto utilizzo dei cestini stradali promossa da Publiambiente con il patrocinio degli 11 Comuni del Circondario Empolese Valdelsa, Confesercenti e Confcommercio.
Il contesto. Con l’introduzione del servizio ‘porta a porta’ tutti i comuni del nostro territorio hanno raggiunto traguardi ambientali eccellenti, al pari delle più avanzate realtà nazionali e straniere. I risultati nelle raccolte differenziate parlano chiaro: nel Circondario si registrano percentuali di raccolte differenziate “bulgare”, con tutti i comuni che si attestano su valori vicino al 90%.
Il progetto. I progressi nelle raccolte differenziate vanno di pari passo con una accresciuta sensibilità e attenzione ambientale da parte dei cittadini. In questo contesto, la nuova campagna di Publiambiente si propone l’obiettivo di portare all’attenzione il tema del corretto utilizzo dei cestini stradali, dal quale passa il decoro delle nostri centri urbani. Ancora troppo spesso i cestini sono infatti utilizzati in maniera impropria da parte di coloro che non rispettano le regole del corretto smaltimento, i cosiddetti “furbetti del sacchetto”, che li utilizzano per disfarsi dei propri rifiuti domestici. Nel Circondario i conferimenti impropri (ai cestini ma anche in altre aree), costituiscono una minoranza rispetto ai materiali consegnati correttamente al servizio “porta a porta”: in media rappresentano meno dell’1% del totale dei rifiuti prodotti quotidianamente in ciascun comune. Il fenomeno può dunque ritenersi marginale per portata ma, non per questo, è privo di ricadute negative: genera un danno al decoro urbano ed ai cittadini virtuosi (ovvero la stragrande maggioranza) che ogni giorno si impegnano nella corretta differenziazione dei rifiuti e, non ultimo, un costo economico per la collettività.
La nuova campagna invita tutti al rispetto delle corrette regole ricordando che i cestini devono essere utilizzati esclusivamente per i rifiuti “da passeggio” e non per quelli prodotti all’interno dell’abitazione, che devono essere conferiti tramite la raccolta domiciliare o ai centri di raccolta. Il progetto si caratterizza per un tono particolarmente ironico. Il testimonial è infatti un topo che, con fare non curante e disattento, stigmatizza le azioni di conferimento non corrette più diffuse, accompagnato da uno slogan semplice ma che non lascia spazio a dubbi “Butta Bene!”. I cestini non sono per i rifiuti di casa tua.

L’evento. Anche Confesercenti e Confcommercio, da sempre attente ai temi del rispetto ambientale hanno aderito al progetto, contribuendo in maniera sostanziale ad una giornata di sensibilizzazione che interesserà tutti i comuni dell’Unione. Sabato 9 aprile per ogni acquisto effettuato, gli esercenti degli 11 Comuni distribuiranno gratuitamente ai propri clienti una shopper in cotone, riutilizzabile per spese future al posto delle buste usa getta. I circa 300 esercizi commerciali che aderiscono saranno riconoscibili attraverso una locandina di promozione che sarà esposta in vetrina a partire da venerdì 8 aprile. La distribuzione delle shopper sarà effettuata fino ad esaurimento scorte.
Gli altri strumenti. Il progetto prevede l’utilizzo anche di altri strumenti di comunicazione. Innanzitutto l’affissione sui cestini stradali di adesivi che riproducono l’immagine della campagna. Complessivamente si tratta di circa 2 mila adesivi che dai giorni scorsi hanno cominciato ad essere affissi su altrettanti cestini degli 11 Comuni, prediligendo quelli che si trovano nei centri storici e quelli più frequentemente mal utilizzati. A partire dalla prossima settimana inizierà anche l’affissione di 300 manifesti 70x100 cm che interesserà tutti i Comuni.
“Questo progetto – ha dichiarato Alessio Arrighi, dirigente dei servizi al territorio di Publiambiente Spa- mostra ancora una volta la grande attenzione verso l’ambiente che caratterizza il nostro territorio e accomuna i soggetti che a vario titolo vi operano (azienda, amministrazioni comunali, associazioni di categoria, agenti del commercio). Una sensibilità che anche in questo caso si è tradotta in un progetto comune e condiviso, finalizzato a migliorare ulteriormente il decoro dei nostri centri urbani e che grazie al contributo di Confesercenti e Confcommercio potrà beneficiare della massima diffusione. La campagna sarà promossa anche dalle altre aziende di igiene urbana dell’Ato Toscana Centro (Quadrifoglio, ASM, CIS, AER) nei rispettivi territori, nell’intento di porre le premesse per un linguaggio comune in tutta la Toscana centrale, in cui opererà il gestore unico” .
"A livello di Unione dei Comuni – commenta il Sindaco di Capraia e Limite Alessandro Giunti, delegato all’Ambiente per l’Unione dei Comuni Circondario dell’Empolese-Valdelsa – siamo molto soddisfatti dell’iniziativa organizzata. Da tempo siamo convinti, infatti, che sia estremamente necessario avviare una campagna informativa sugli effetti prodotti dai comportamenti scorretti nello smaltimento dei rifiuti quotidiani. Urge un’opera di sensibilizzazione culturale, a partire dalle nuove generazioni per arrivare fino agli anziani, in grado di ridurre e successivamente azzerare la tendenza, seppur marginale vista l’incidenza dell’1% nel circondario Empolese-Valdelsa, ad utilizzare i cestini stradali come contenitori per i rifiuti domestici. Per quest’ultimi, esistono il servizio “porta a porta” ed i centri di raccolta, sistemi che tutelano l’ambiente, il decoro e la vivibilità dei centri urbani. Vorrei ribadire, a tal proposito, che gettare impropriamente rifiuti nei cestini stradali, oltre ad essere un costo per la collettività, non ha nemmeno senso da un punto di vista di risparmio, che non viene prodotto in alcun modo. Ringrazio Publiambiente, Confcommercio e Confesercenti, coloro che hanno aderito, ed invito tutti a buttare bene!”.
“Abbiamo aderito con grande entusiasmo alla campagna di sensibilizzazione lanciata da Publiambiente – spiega Lapo Cantini responsabile generale della Confesercenti di zona – e grazie al sostegno dei centri commerciali naturali del territorio siamo altresì convinti che ci sarà il massimo coinvolgimento possibile dei nostri esercizi commerciali. D’altronde da sempre ci battiamo anche per un ambiente e centri storici urbani puliti e decorosi, cosa questa che costituisce la conditio sine qua non per la sussistenza di qualsiasi attività economica e commerciale. Siamo anche consapevoli che tale risultato si può raggiungere solo attraverso l’uso combinato di strumenti sanzionatori ma anche di sensibilizzazione: da qui l’importanza di una campagna di comunicazione ad hoc sul tema specifico”.
Da parte di Confcommercio c’è stato subito apprezzamento e sostegno all’iniziativa – dichiara Tiziano Tempestini, Direttore di Confcommercio Firenze – quando vengono messi in campo interventi per il decoro urbano ed azioni che contribuiscono a rendere pulito il centro cittadino, non possiamo che esserne felici, l’immagine della città è il primo biglietto da visita. Si può comunque guardare positivamente all’operato degli undici comuni dell’empolese negli ultimi anni, visto che se si è deciso di creare una campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono dei sacchetti ai cestini, vuol dire che il servizio di raccolta dei rifiuti è efficiente rispetto a realtà comunali vicine che si ritrovano a fare i conti con problematiche di decoro e pulizia sicuramente più pressanti. La distribuzione della shopper in cotone presso gli esercizi commerciali è un ottimo input per evitare la diffusione del sacchetto “usa e getta” contro il quale si è deciso di creare questa campagna di sensibilizzazione a cui speriamo aderiscano in tanti” .

07/04/2016 13.33
Publiambiente


 
 


Vai al contenuto