Login

MET


Provincia di Prato
Nel silenzio dei chiostri. Prato nel XVI secolo, un nuovo appuntamento alla scoperta del saper fare, dei mestieri antichi e dei sapori
Sabato 15 ottobre alle ore 16:30 a Palazzo Buonamici
L'autonomia economica dei conventi nella Prato del XVI secolo, i loro rapporti con le attività agricole e artigianali del circondario e i saperi e i mestieri che ruotavano intorno a questi luoghi di preghiera, sono al centro dell'appuntamento in programma sabato 15 ottobre (ore 16,30) a Palazzo Buonamici.

L'iniziativa è promossa da Proposte creative per Prato, un progetto in rete ideato da 7 associazioni culturali del territorio, e punta a far scoprire e valorizzare la cultura del saper fare e della tradizione gastronomica che da sempre caratterizza il territorio. Si tratta del terzo appuntamento della rassegna Assaggi di mestieri, un viaggio tra saperi e sapori attraverso la storia locale. Dopo i precedenti incontri, dedicati alle vecchie attività produttive e commerciali dei nostri antenati etruschi e alle botteghe di Prato tra Medioevo e Rinascimento, ora è il momento di indagare Nel silenzio dei chiostri. Prato nel XVI secolo.

L’introduzione al periodo sarà a cura di Elisa Biagi, storica dell’arte dell’associazione Artemia, mentre l’esperta di intaglio ligneo Simona Giuntoli di Invasioni Creative parlerà della tecnica dell'intaglio negli arredi sacri ed eseguirà l’intarsio di un particolare decorativo di una panca inginocchiatoio. L'accompagnamento musicale a tema sarà invece eseguito da Carlotta Vettori insieme ad alcuni suoi allievi mentre il Panificio del Ponte si occuperà dei dolci sapori. Le ricamatrici dell'associazione Capitombolo di Montemurlo si occuperanno infine di mostrare la lavorazione a tombolo. L'ingresso è libero

Proposte Creative per Prato è composta dalle associazioni: Artemia, FareArte, Invasioni Creative, Laboratorio per affresco di Vainella, The Loom Movement Factory, SouthPark, Ugo Sanchez Jr.

14/10/2016 12.35
Provincia di Prato


 
 

Google


Vai al contenuto