Login

MET


Provincia di Prato
Inaugurazione degli spazi per gli studenti del liceo Brunelleschi nel Centro Ventrone, tre nuove aule per i ragazzi del biennio
Biffoni e Pierucci: “Soluzione-tampone che soddisfa le esigenze degli alunni e permette continuità didattica limitando i disagi del sovraffolamento”
Taglio del nastro dei nuovi spazi per gli studenti del liceo artistico Brunelleschi allestiti dalla Provincia nei locali del Centro Ventrone. Questa mattina all'inaugurazione ufficiale erano presenti il preside Tiziano Pierucci, il presidente della Provincia Matteo Biffoni e la consigliera provinciale con delega alla scuola Paola Tassi.

“Grazie al prezioso lavoro di squadra e alla disponibilità dimostrata dalla scuola e dagli insegnanti, siamo riusciti a dare una risposta concreta agli studenti e alle loro famiglie – sottolinea Biffoni – Si tratta ovviamente di una soluzione che non è definitiva, nel frattempo si continua a lavorare per trovare una risposta adeguata alla crescita del numerodegli studenti.” Il liceo artistico di Montemurlo ha conosciuto infatti negli ultimi anni un consistente aumento di interesse, nel 2016 le iscrizioni sono ben 100 in più rispetto all'anno precedente.

“Nonostante l'emergenza la soluzione adottata per i ragazzi è più che positiva – ha aggiunto Pierucci – I locali sono adeguati alle loro esigenze e a quelle degli insegnamenti e ci consentono di dare continuità didattica limitando i disagi per la mancanza di aule.”

La presenza degli studenti nel Centro Ventrone ha portato anche opportunità di scambio e di confronto per il territorio. Sono già arrivate infatti, dagli anziani che animano il primo piano del Centro, alcune richieste di collaborazione che consentiranno ai ragazzi di sperimentare sul campo quanto appreso in classe.

Le tre nuove aule occupano l'intero secondo piano del Centro civico Michele Ventrone, in via delle Gardenie a Prato, e sono separate da un apposito ingresso. Si tratta di ampi locali, luminosi e ben disposti per i quali la Provincia ha provveduto all'adeguamento dell'impianto elettrico e dei servizi. A sedersi sui nuovi banchi sono a rotazione ogni giorno circa 60 studenti del biennio che hanno a disposizione due aule per le lezioni teoriche e una attrezzata a uso laboratorio per le discipline pittoriche. La didattica dell'istituto prevede infatti che siano gli studenti a spostarsi nelle diverse aule in base alle materie e alle lezioni svolte. Sempre al secondo piano ha trovato spazio anche l'aula per gli insegnanti.

L'accordo per la provvisoria sede distaccata a Prato era stato raggiunto nei mesi scorsi grazie alla collaborazione fra la Provincia, con il presidente Matteo Biffoni e la consigliera delegata per la scuola Paola Tassi, e l'istituto con il preside Tiziano Petrucci e i docenti, dopo aver constatato l'impossibilità di soluzioni alternative più vicine alla sede montemurlese.

20/10/2016 15.25
Provincia di Prato


 
 

Google


Vai al contenuto