Login

MET


Provincia di Prato
Prato. Intervento su un cucciolo di cervo a Galceti
Cucciolo di cervo in difficoltà ieri pomeriggio nei pressi di Galceti. Intervengono la Polizia provinciale, le guardie ambientali e il veterinario, ma tutti come volontari. Pellegrini: “E' urgente che la Regione Toscana ripristini una procedura definita per gli interventi”
Tempestivo intervento ieri pomeriggio degli agenti della Polizia provinciale di Prato, a seguito di una segnalazione dei Carabinieri, per un cucciolo di cervo in evidente difficoltà nei pressi della strada comunale che da Galceti porta a Montemurlo.

“E' stato solo grazie al tempestivo e volontario intervento del personale della Polizia provinciale, delle Guardie Ambientali Volontarie, del veterinario e del servizio SOS animali del Comune di Prato che l'animale, con evidenti ferite a una zampa, ha potuto ricevere le prime cure – spiega il comandante Michele Pellegrini - E' stato infatti sedato, spostato dal luogo in cui si trovava e medicato. Anche il veterinario che è intervenuto lo ha fatto a titolo volontario.”

La Polizia provinciale auspica dunque che quanto prima la Regione Toscana, titolare della competenza sul recupero della fauna selvatica in difficoltà, provveda a ripristinare una procedura ben definita, in modo che sia possibile intervenire tempestivamente. “Casi come questo, in particolare nei giorni festivi, sono lasciati alla buona volontà di volontari, che siano agenti o veterinari, o guardie ambientali – conclude Pellegrini – Ma è evidente che si tratta di situazioni potenzialmente a rischio, anche per l'incolumità delle persone. Un animale sofferente può facilmente irrompere sulla strada e provocare incidenti.”

24/10/2016 12.17
Provincia di Prato


 
 

Google


Vai al contenuto