Login

MET


Provincia di Prato
Scuole superiori, tre i progetti promossi negli istituti pratesi e sostenuti dalla Provincia
Il finanziamento provinciale, 3 mila euro
Promozione della musica negli istituti superiori, contrasto al caro libri attraverso il finanziamento del comodato d'uso e l'avvio di una collaborazione con i Comuni della Val di Bisenzio per il coinvolgimento degli studenti nell'organizzazione della rievocazione storica della “marcia delle donne” del 1917. Sono i tre progetti sostenuti dalla Provincia di Prato negli istituti superiori pratesi che sono stati presentati questa mattina dalla consigliera provinciale con delega alla scuola Paola Tassi, insieme a Filippo Coralli, responsabile del progetto musica di “Orizzonti Armonici”, Maria Rita Paratore e Matteo De Liguori della Federazione degli studenti e Luisa Ciardi della Fondazione Cdse.

Alle iniziative già avviate si è aggiunto proprio stamani mattina l'accordo siglato dal presidente Matteo Biffoni con Anci per promuovere nelle scuole superiori un percorso di sensibilizzazione contro la ludopatia che partirà dal prossimo gennaio.

“Nonostante i gravi limiti di bilancio la scuola resta una priorità, per questo siamo riusciti a trovare 16mila euro da investire sul futuro dei nostri ragazzi - ha dichiarato Tassi – I progetti ampliano non solo l'offerta formativa degli istituti e consentono agli studenti di appropriarsi della storia del loro territorio ma puntano a diminuire la dispersione scolastica laddove è determinata da un disagio economico.”

COMODATO GRATUITO - E' finanziato con 10mila euro di risorse da destinare all'acquisto di libri il progetto sperimentale di comodato gratuito che prenderà il via già dal prossimo inizio di anno scolastico. “Grazie all'attenzione che la Provincia ci ha dedicato è stato possibile tradurre in un atto concreto gli esiti di uno studio che abbiamo condotto fra gli studenti – ha ricordato Paratore – Dalle ricerca risulta infatti che il contenimento del caro-libri incide nel contrastare la dispersione scolastica in presenza di un disagio economico.”

Il finanziamento provinciale sarà utilizzato per dotare gli istituti di testi che saranno utilizzati dagli studenti e restituiti a fine anno. Le domande pervenute dalle scuole saranno ponderate sulla base del grado di dispersione scolastica registrato nei diversi istituti e valutate dagli istituti sui parametri Isee.

NUOVA CITTADINANZA, NUOVO PUBBLICO – E' promosso da Orizzonti Armonici per il terzo anno consecutivo, e ha il patrocinio di Provincia e Comune di Prato e della Camerata “Città di Prato”, il progetto rivolto agli studenti che intende avvicinarli al mondo della musica classica e all'opera lirica. Finanziata con 3mila euro l'iniziativa comprende l'organizzazione di lezioni-concerto, spettacoli didattici nelle scuole oltre alla realizzazione di mostre ed eventi di carattere musicale. “Il primo spettacolo che realizzeremo è Sogno di una notte di mezza estate che vede protagonisti i pianisti Roberto Prosseda e Alessandra Ammara – ha anticipato Coralli – Una iniziativa realizzata da ex alunni per gli alunni che andrà in scena il prossimo 3 novembre nel teatro del Convitto Cicognini.” Dopo il successo riscontrato nelle passate edizioni sarà riproposta anche Scuola per l'Opera, l'iniziativa che prevede l'ingresso agevolato per gli studenti al Teatro dell'Opera di Firenze e consente di approfondire la conoscenza dell'opera lirica.

LA MARCIA DELLE DONNE – Nel 1917 Teresa Meroni, insieme a centinaia di donne impiegate negli opifici della Val di Bisenzio, compie una marcia in nome della pace e percorre tutta la valle per chiedere un mondo dove la parità fra uomini e donne, la pace e le libertà fondamentali sono garantite. “Un evento memorabile che è importante venga conosciuto e valorizzato dalle nuove generazioni – ha detto Ciardi – Il Cdse promuoverà un lavoro propedeutico nelle scuole fatto di laboratori e ricerche storiche sensibilizzando i ragazzi sull'importanza del messaggio veicolato da Teresa.”

Il finanziamento provinciale, 3 mila euro, consentirà di realizzare percorsi specifici diversificati in base agli indirizzi, con laboratori e uno studio con ricerche in archivio sul ruolo delle donne, sul lavoro nella Val di Bisenzio e sulla conoscenza specifica del territorio. Il progetto è promosso dalla Fondazione CDSE insieme ai Comuni della Val di Bisenzio e di Prato. Dopo le celebrazioni già avviate nel febbraio scorso che hanno portato alla stesura di una pubblicazione, una mostra e la realizzazione di una graphic novel, il progetto si avvia ora verso una collaborazione con con gli istituti superiori pratesi per coinvolgere gli studenti nel racconto di questa straordinaria pagina di storia che tocca i valori e la memoria di un'intera comunità.

24/10/2016 16.26
Provincia di Prato


 
 

Google


Vai al contenuto