Login

MET


Comune di Figline e Incisa Valdarno
Il 21 marzo inaugurazione del fontanello a San Biagio
Alle 10 nuovo taglio del nastro dell’assessore Tilli con alunni scuola primaria. Ad aprile altre 2 installazioni a Incisa
Sarà inaugurato martedì 21 marzo, in piazza Guido Rossa (località San Biagio, Figline) il secondo dei quattro nuovi fontanelli in arrivo a Figline e Incisa Valdarno tra marzo e aprile 2017. Il taglio del nastro è fissato per le ore 10 davanti al nuovo impianto, dove l’assessore all’Ambiente Lorenzo Tilli ha dato appuntamento anche agli alunni della scuola primaria San Biagio. Un modo per spiegare loro l’importanza dell’acqua come risorsa da rispettare e preservare, oltre che per sensibilizzare i più piccini al rispetto dell’ambiente.

Anche in questo caso, il nuovo fontanello sarà dotato di due punti di erogazione: uno per l’acqua naturale, l’altro per quella frizzante. La prima è completamente gratuita, mentre la seconda può essere prelevata pagando 10 centesimi al litro, oppure 8 centesimi se si dispone di una carta ricaricabile al momento acquistabile solo alla tabaccheria sul ponte del Matassino (presto anche a Incisa). Così come le strutture già presenti sul territorio (via della Resistenza, piazza Santa Lucia, piazza Don Minzoni, piazza Salvo D'Acquisto e Giardini Dalla Chiesa) e le prossime due in arrivo a Incisa (in località Burchio e La Massa), anche quella di San Biagio sarà dotata di una copertura idonea a proteggere gli utenti dal sole e dalle intemperie, mentre la parte frontale offrirà un ampio piano d’appoggio. La gestione di tutti gli impianti territoriali è affidata alla ditta Fridom, con la quale il Comune ha siglato un nuovo accordo di gestione.

Quanto alle prossime inaugurazioni, quella in località La Massa è già programmata per il 22 aprile mentre quella al Burchio sarà effettuata entro lo stesso mese in accordo con Publiacqua: così facendo, il totale dei fontanelli esterni sul territorio salirà quindi a 8, ai quali se ne aggiungono ulteriori 8 già posizionati in edifici pubblici come scuole e palestre.

Si ricorda che tutti gli erogatori di acqua potabile sottoposti a processi di filtrazione più spinti di quelli per l’acqua normalmente erogata. Analisi periodiche di laboratorio più frequenti garantiscono poi la sicurezza dell’acqua erogata, mentre un programma di manutenzione preventiva garantisce l’affidabilità dell’impianto di produzione e distribuzione.

16/03/2017 12.23
Comune di Figline e Incisa Valdarno


 
 

Google


Vai al contenuto