Login

MET


Comune di Figline e Incisa Valdarno
Tari 2018: online a Lastra a Signa il bando per richiedere le agevolazioni
Novità per chi apre in centro e per chi si dota di certificazioni ambientali. Confermate le agevolazioni per giovani, locali no slot e categorie sociali fragili
È online il bando che consente di accedere alle agevolazioni Tari 2018, approvate lo scorso febbraio dal Consiglio comunale di Figline e Incisa Valdarno.

Due le novità introdotte quest’anno, dedicate alle utenze non domestiche che decidono di aprire in centro (tipologia D) e che si dotano di certificazione ambientale ISO 14.001 oppure Emas (tipologia E ).

In particolare, avranno diritto di richiedere uno sconto del 50% sull’intera tariffa le utenze non domestiche (negozi, imprese e altre attività produttive e commerciali) che decidono di aprire in centro a Figline o a Incisa. L’obiettivo è infatti quello di incentivare le nuove aperture in quelle due aree della città, garantendo la stessa agevolazione tariffaria per 36 mesi dalla data di inizio attività. Non beneficeranno, quindi, di questa riduzione imprese e attività già esistenti né utenze che proseguono o subentrano ad attività già esistenti (si ricorda infatti che a questa tipologia di utenze è già stato dedicato un apposito bando comunale da 40mila euro, da utilizzare per l’ammodernamento delle strutture sia in termini estetico-funzionali sia in termini di accessibilità e informatizzazione).
Si ricorda, inoltre, che per centro si intende: a Figline, corso Matteotti, corso Mazzini, piazza Marsilio Ficino, piazza Averani, via Santa Croce, via XXIV Maggio, piazza Bonechi, piazza IV Novembre, piazza Lord Baden Powell, piazza San Francesco, piazza Bianchi, via Brunone Bianchi, via Fabbrini, piazza Dante, giardini Morelli, via Castelguinelli, via Forese, via Oberdan, via San Domenico, Piazza Serristori, via Magherini Graziani, via San Lorenzo, via Frittelli, piazza Don Bosco e i vicoli Della Bruciatoia, Calugi, Mazzanti, Libri, Torsellini, Meneghino e Guinelli; a Incisa, via Petrarca, piazza del Municipio, piazza Gramsci, piazza Nannoni, piazza della Libertà, piazza dell’Unità d’Italia, piazza della Repubblica, lungarno Matteotti, piazza Santa Lucia, piazza Auzzi, via XX Settembre, via Olimpia, via La Pira, piazza Capanni e via Roma (fino al numero civico 71).
La seconda novità riguarda invece le imprese in possesso delle certificazioni ambientali ISO 14.001 oppure Emas, che avranno diritto al 30% della riduzione sulla parte variabile della tariffa. Lo scopo, in questo caso, è quello di premiare chi dimostra attenzione nei confronti della tutela dell’Ambiente.
A queste novità, si aggiungono le conferme delle agevolazioni introdotte negli scorsi anni.
Rientrano tra queste le agevolazioni dedicate alle utenze domestiche, con particolare attenzione per i nuclei familiari con reddito fino a 15.500 euro, per i nuclei con disabili a carico, per i giovani under 36 (categorie che rientrano tutte nella tipologia A di agevolazioni), oltre che per chi ha subito provvedimenti di licenziamento, di messa in mobilità o di cassa integrazione (tipologia B).

Nel primo caso, le fasce Isee sono costruite su 4 scaglioni di reddito e prevedono riduzioni comprese tra il 12% e il 50% sull’intera tariffa (la riduzione si innalza al 70% per le utenze domestiche nel cui nucleo familiare è presente una persona con invalidità o con disabilità del 100%).

Gli stessi scaglioni di reddito, inoltre, valgono per gli under 36 per i quali, però, le relative riduzioni vengono aumentate del 10% per ciascuna fascia Isee (innalzandosi, quindi, dal 22% al 60%).

Infine, sono confermate anche le agevolazioni tariffarie (20% sull’intera tariffa) per i locali che decidono di eliminare apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici per il gioco lecito con vincite in denaro, come ad esempio le slot machine (tipologia C).
Il bando 2018 completo, con i dettagli sulle agevolazioni Tari e sulle fasce Isee, insieme alla relativa modulistica sono disponibili online, sulla rete civica comunale all’indirizzo http://www.comunefiv.it/modulistica-downloads/category/21-tributi

Queste le scadenze delle richieste di agevolazione: 1 ottobre 2018 per le tipologie A e B (primo semestre); 31 gennaio 2019 per la tipologia B (secondo semestre); 31 dicembre 2018 per le tipologie C, D e E.

Le domande potranno essere consegnate a mano, presso uno dei due Sportelli FacileFiv del Comune (sede di Figline, in piazza IV Novembre, dal lunedì al venerdì dalle 8,45 alle 13,30, il martedì anche dalle 15,30 alle 18,30 e il giovedì anche dalle 15,30 alle 19,30; sede di Incisa, in piazza del Municipio 5, dal lunedì al venerdì dalle 8,45 alle 13,30, il martedì anche dalle 15,30 alle 18,30; il giovedì anche dalle 15,30 alle 18,30), inviate per posta raccomandata A/R (farà fede la data di ricezione da parte del Comune) oppure per posta certificata, all’indirizzo comune.figlineincisa@postacert.toscana.it.

Per eventuali chiarimenti rivolgersi all’ufficio Tributi ai numeri 055/9125219–223-231-250.

08/06/2018 10.12
Comune di Figline e Incisa Valdarno


 
 

Google


Vai al contenuto