Login

MET


Comune di Capraia e Limite
Capraia e Limite, il Comune aderisce alla proposta di legge di iniziativa popolare per l'introduzione dell'educazione civica nelle scuole
Il sindaco Giunti: "Necessario investire nella formazione di cittadini consapevoli"
Introdurre l’educazione civica nelle scuole. Il Comune di Capraia e Limite ha aderito alla proposta di legge di iniziativa popolare promossa dal Comune di Firenze e sostenuta da Anci con l’obiettivo di educare e formare buoni cittadini partendo dai banchi di scuola.

Con la proposta, che mira a introdurre un’ora settimanale di educazione civica come disciplina autonoma con propria valutazione nei piani di studio delle scuole di ogni ordine e grado, si intende contribuire alla crescita dei giovani spingendoli a seguire il senso di responsabilità, il rispetto reciproco, la promozione dello sviluppo civico e del valore della memoria.

Tra gli argomenti che verrebbero trattati, si trovano lo studio della Costituzione, del diritto, delle istituzioni dello Stato e dell’Unione Europea, dell’educazione alla legalità, dei diritti umani, dei diritti e dei doveri, dell’educazione ambientale e degli elementi di educazione civica.

Dopo la consegna alla cancelleria della Corte di Cassazione e la successiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, partirà la raccolta di almeno 50.000 firme per la presentazione in Parlamento.

“Abbiamo aderito subito con convinzione alla proposta, consapevoli che è necessario investire in democrazia e nella formazione dei ragazzi, i cittadini del futuro. Già da alcuni anni, come Amministrazione, siamo impegnati nelle scuole per diffondere la conoscenza della Costituzione e spiegare il funzionamento degli organi istituzionali, così da contribuire alla crescita di cittadini consapevoli. Ben venga, dunque, questa proposta di legge, che andrebbe a ufficializzare l’educazione civica in tutte le scuole”, commenta il sindaco Alessandro Giunti.

14/06/2018 17.17
Comune di Capraia e Limite


 
 

Google


Vai al contenuto