Login

MET


Comune di Pistoia
Pistoia. Oltre 1 milione di euro per l’edilizia scolastica
Il Comune di Pistoia investe altri 700mila euro sulla sicurezza nelle scuole e ottiene 375mila euro di fondi ministeriali per l'efficientamento energetico
10 cantieri durante l’anno. Dopo aver svolto le verifiche sismiche e statiche negli edifici comunali, l’Amministrazione dà il via ad un piano straordinario di interventi grazie ad un investimento di 700mila euro inserito nel bilancio di previsione in approvazione a marzo. Lavori previsti nel periodo estivo

Fondi Kyoto: il Comune ha ottenuto tre finanziamenti su altrettanti plessi di proprietà comunale dopo aver partecipato al bando del Ministero dell’ambiente, che ieri ha comunicato la concessione dei fondi

Più di 1 milione di euro per le scuole di Pistoia, che saranno al centro di un piano straordinario di interventi su cui il Comune ha previsto un investimento di 700mila euro, a cui si aggiungono i 375mila euro erogati dal Ministero per l’ambiente e destinati all’efficientemente energetico, che sono stati appena ottenuti dall’Amministrazione comunale grazie alla partecipazione al bando per i fondi Kyoto.

«Continuiamo ad agire in modo determinato e concreto sulla sicurezza nelle scuole – dice il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi – e lo facciamo investendo direttamente risorse e partecipando ai bandi per intercettare i fondi necessari al rifacimento degli edifici scolastici secondo un percorso che prevede la verifica dei plessi, la progettazione e gli interventi di miglioramento. Abbiamo intrapreso una strada sicuramente complessa ma che riteniamo prioritaria per il futuro della città e doverosa nei confronti delle famiglie».

Il Comune dà così seguito alle verifiche statiche e sismiche recentemente svolte in 23 edifici scolastici (in altri 4 i controlli sono in corso), con una serie di interventi in sei strutture.

«Occorre ribadire con forza – sottolinea l’assessore all’istruzione e all’edilizia scolastica Alessandra Frosini – che il quadro emerso dai controlli sulle scuole - presentato ai rappresentanti dei genitori e ai dirigenti scolastici il 17 gennaio scorso e alla città il giorno successivo attraverso una conferenza stampa – non mostra rischi imminenti negli edifici. Una volta accertato questo, che era per noi la priorità, insieme ai tecnici comunali abbiamo dato avvio ad un percorso di programmazione dei lavori di miglioramento statico e sismico in alcuni plessi con l’obiettivo di aprire i cantieri durante l’estate in modo da evitare qualsiasi disagio nel periodo scolastico a bambini, famiglie e insegnanti. L’ufficio lavori pubblici ed edilizia scolastica sta lavorando senza sosta a questa programmazione straordinaria di lavori dopo aver svolto un imponente piano di verifiche mai fatte prima».

Gli interventi finanziati con un investimento di 700mila euro inserito nella proposta di bilancio di previsione 2019 (che sarà al vaglio del Consiglio comunale nelle prossime settimane), interesseranno la scuola Il Melograno di via Cavallerizza (parte nuova dell’edificio, intervento cofinanziato al 43% dalla Fondazione Caript, con contributo da 215mila euro che si aggiunge ai 285mila sostenuti dal Comune ), la primariaCroce di Gora, la primaria San Giorgio a Capostrada, l’infanzia San Giorgio e l’Argine a Bonelle (in cui è previsto l’adeguamento in vista del trasferimento dei bambini dalle vicine primarie di Bonelle).

Si tratta di lavori di miglioramento statico e sismico delle strutture scolastiche da realizzare nell’arco del periodo estivo ad eccezione del Melograno: qui infatti l’esecuzione dei lavori richiederà, come già comunicato, una chiusura temporanea della scuola con il trasferimento delle classi dell’infanzia nella vicina area Gialla di via degli Armeni, soggetta, anche questa, a lavori di adeguamento, seppur in maniera molto più contenuta rispetto agli altri interventi.

Oltre a questi cantieri di prossima apertura su cui il Comune investirà 700mila euro, sono stati già affidati i lavori per il rifacimento dei bagni alla primaria di Pontenuovo Sud, per la sostituzione degli infissi alla scuola dell’infanzia La Margherita alle Piastre e all’asilo nido Il Faro, dove è previsto anche il rifacimento di una porzione di copertura. Queste opere, il cui costo ammonta a 263mila euro, partiranno in estate. Sono inoltre in corso i lavori alla scuola dell’infanzia La Balena per la messa in sicurezza del plesso, che riaprirà a settembre completamente rinnovato grazie ad un intervento da 440mila euro cofinanziato da Comune e Fondazione Caript.

Nei prossimi mesi verranno infine definiti gli interventi di efficientamento energetico per la scuola primaria Petrocchi a Cireglio e per l’infanzia la Margherita e l’infanzia di Cignano, su cui il Comune ha appena ottenuto i fondi Kyoto per un ammontare di 375mila euro, che consentiranno di sostituire i sistemi di riscaldamento e di realizzare impianti fotovoltaici ammortizzando completamente il rimborso del mutuo grazie al risparmio energetico ottenuto dagli interventi.

«I dettagli dei lavori – conclude l’assessore Frosini – sono ancora da definire in quanto abbiamo ricevuto conferma dal Ministero dell’ambiente solo poche ore fa. Questa buona notizia, ottenuta anche grazie al lavoro dell’assessore all’ambiente Gianna Risaliti e che permetterà di avere risvolti positivi in termini di impatto ambientale, fa seguito a quella ricevuta l’estate scorsa, quando siamo riusciti a ottenere un milione di euro dal Miur per le verifiche nelle scuole e per le progettazioni, segno del grande lavoro che l’ufficio edilizia scolastica sta portando avanti, lo stesso che ha permesso al Comune di entrare per la prima volta nella graduatoria dei Mutui Bei con ben 11 scuole».

07/02/2019 12.37
Comune di Pistoia


 
 

Google


Vai al contenuto