Login

MET


Questura di Firenze
Questura. Furto su auto in piazza Santa Maria Novella: arrestato. I passanti hanno “bloccato” il ladro dentro il veicolo; la polizia è subito intervenuta
Fermate in via San Zanobi con strumenti da scasso nascosti nel reggiseno. Denunciate due donne di origine croata di 25 e 28 anni
Ha sfondato il finestrino di un’auto parcheggiata ed ha cominciato a rovistare nell’abitacolo; ma non ha avuto il tempo di mettere a segno il colpo: in un attimo si è ritrovato chiuso nell’autovettura con alcuni passanti che, assistito alla scena, avevano bloccato gli sportelli.

La Polizia di Stato è subito intervenuta e il protagonista della vicenda, un cittadino marocchino di 36 anni, è finito in manette.

L’episodio è successo nel tardo pomeriggio di ieri in piazza Santa Maria Novella.

Un uomo aveva appena lasciato l’autovettura in strada quando la sua attenzione è stata richiamata proprio dalle urla di alcuni passanti che avevano bloccato un ladro nell’abitacolo.

Quest’ultimo tuttavia una volta uscito dal veicolo ha tentato a più riprese di darsi alla fuga, ma è stato fermato anche dallo stesso automobilista che alla fine ha riportato qualche contusione.

La volante ha arrestato il 36enne marocchino con l’accusa di tentata rapina impropria.

Fermate in via San Zanobi con strumenti da scasso nascosti nel reggiseno. Denunciate due donne di origine croata di 25 e 28 anni

Giravano per le vie del centro con addosso cacciaviti, chiavi inglesi nonché una lastra di plastica ricavata da una bottiglia di detersivo, oggetto notoriamente utilizzato per forzare le porte delle abitazioni chiuse senza mandate.

A sorprendere le due donne, 25 e 28 anni di origine croata, sono stati gli agenti delle volanti della Questura di Firenze che nel primo pomeriggio di ieri le hanno rintracciate a passeggio tra via XXVII Aprile e via San Zanobi.

Entrambe, già note proprio nell’ambito dei reati contro il patrimonio, sono state subito riconosciute dai poliziotti che le hanno fermate per un controllo.

La lastra di plastica è stata trovata nella borsa della 28enne mentre gli altri cosiddetti “ferri del mestiere” erano nascosti nel reggiseno della seconda fermata.

Per le due donne è scattato il fermo per identificazione ed una denuncia per possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso.

06/12/2019 14.10
Questura di Firenze


 
 


Vai al contenuto