Login

MET


Regione Toscana
Istituzioni: Giani a Livorno in occasione della visita di Mattarella
Il presidente del Consiglio regionale sarà nella città labronica mercoledì 15 gennaio, per il ricordo di Ciampi e la mostra di Modigliani: “Felici di riavere il Presidente della Repubblica nella nostra Regione. La figura di Ciampi è straordinario punto di riferimento per riavvicinare le istituzioni ai cittadini”
Il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, mercoledì 15 gennaio sarà a Livorno, in occasione della visita del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella per partecipare al ricordo di Carlo Azeglio Ciampi e visitare la mostra dedicata ad Amedeo Modigliani e gli artisti di Monteparnasse, organizzata dal Comune in occasione dei cento anni dalla morte dell’artista. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio quest’oggi in aula.

“Siamo felici di riavere il Presidente nella nostra Regione – dichiara Giani - Sergio Mattarella, con grande sensibilità ha deciso di partecipare al ricordo di Carlo Azeglio Ciampi, e alle iniziative che Livorno e la Toscana gli tributano nei cento anni dalla nascita di questo grande uomo di governo e di Stato” (Carlo Azeglio Ciampi era nato nel 1920, ndr).

Le iniziative organizzate, aggiunge il presidente del Consiglio regionale, sono “un punto di riferimento e un momento importante per tutta la Toscana: sarò presente a Livorno perché la figura di Ciampi, con il suo operato, ancora oggi ci indica l’importanza di riavvicinare le istituzioni ai cittadini”.

Giani ricorda le principali tappe del cursus honorum del ‘grande toscano’: “Figura autorevole al vertice della Banca d’Italia; ministro di spessore assoluto in materia economica, illuminato presidente del Consiglio e quindi indimenticabile Presidente della Repubblica, nel suo modo di interpretare il sentimento di unità nazionale”. A Ciampi, ancora, “si deve la ricorrenza del 7 gennaio, che celebra la nostra bandiera tricolore”, mentre il settennato della sua presidenza ebbe come “elemento di straordinaria rilevanza il rapporto con la gente e con i giovani”.

14/01/2020 16.50
Regione Toscana


 
 


Vai al contenuto