Login

MET


Città Metropolitana di Firenze
Gandola (FI, Cdx) incontra i cittadini di Compiobbi
"Massimo impegno per dare alla zona servizi più efficienti"
Nelle scorse settimane il consigliere metropolitano di Forza Italia - Centrodestra per il Cambiamento, Paolo Gandola, insieme al Commissario comunale di Fiesole Elio Ferlaino ha incontrato alcuni cittadini residenti a Compiobbi e facenti parte l’importante comitato locale “cittadini Compiobbi-Ellera”.
L’occasione è stata proficua per fare il punto della situazione della viabilità e dei trasporti della zona, "molto problematici e, soprattutto, poco efficienti se l’obiettivo dovrebbe giustamente essere il fornire ai cittadini un valido mezzo alternativo al mezzo privato per i trasporti tra 'periferia' e grandi aree urbane".
Nello specifico si è molto dibattuto dell’opportunità del prolungamento della linea 14 dal “Girone”, sino a Compiobbi, un prolungamento di poche centinaia di metri che "potrebbe altresì portare ad un forte ampliamento del bacino di utenza della linea, nonché ad un netto miglioramento delle condizioni di mobilità di tante decine di persone".
"Su questo punto – ha dichiarata Gandola – i cittadini mi hanno dimostrato, carte alla mano, il loro impegno per l’ottenimento del prolungamento della linea: lettere, raccolte firme, mail agli uffici competenti provinciali, regionali e di Ataf ma, purtroppo, senza risultati". Spesso la risposta è stata un semplice: “desolati, ma non è possibile”, talvolta una spiegazione più chiara e dettagliata, "ma quasi sempre i cittadini sono rimasti interdetti dal contenuto delle missive che ricevevano, in quanto non comprendono come una zona tanto popolosa possa essere messa in secondo piano, pur essendo a pochi passi dal Capoluogo".
Ai cittadini di Compiobbi, spesso, a sostegno della risposta negativa circa l’estensione della linea 14 viene risposto dicendo che il paese è servito anche dal treno, "ma mi chiedo come sia possibile anche solo pensare di paragonare il servizio autobus che ha una cadenza di circa 10/12 minuti e che permette di raggiungere svariati punti grazie al suo più capillare percorso, rispetto al servizio ferroviario che sia pur fondamentale collega Compiobbi con le stazioni cittadine ad una cadenza di circa 1 ora tra un treno e l’altro. E’ evidente che il paragone non regga".
Altra tematica approfondita nell’incontro è stato il tanto agognato collegamento ciclopedonale sull’Arno che collegherebbe Firenze in direzione Pontassieve passando proprio da Compiobbi e le Sieci. Sebbene favorevoli al progetto, anche su questa tematica "i cittadini hanno espresso le loro perplessità, visto e considerato che proprio a Compiobbi sarebbe previsto uno dei lotti di tracciato più discussi e discutibili dell’intera ciclovia, che dovrebbe prevedere pendenze sino al 15%.
Ciò detto, i cittadini hanno invece espresso forte apprezzamento per la più volte annunciata ma mai realizzata passerella Compiobbi-Vallina, in quanto collegherebbe finalmente di nuovo le due sponde dell’Arno; su questo tema l’impegno mio personale – dice Gandola – è di seguire costantemente le vicende burocratiche che sottendono all’affidamento ai lavori, affinché si possa realizzare quanto preventivato in tempi celeri".
Infine, ma non secondario si è ampiamente parlato anche della viabilità stradale e della sicurezza del tracciato stradale dell’Aretina nuova, con l’opportunità di porre attenzione alla questione della sicurezza della strada, più volte criticata, nonché alla necessità di procedere celermente a tutti gli interventi di fluidificazione del traffico anche nell’oltrarno con gli interventi di Vallina.
"Insomma - conclude Gandola - i temi sul tavolo sono stati molti, a testimonianza dei tanti problemi legati alla viabilità che i cittadini sono costretti a subire da tanti anni. Da parte mia ci sarà il massimo impegno affinché queste tematiche siano effettivamente trattate in Città Metropolitana e da essa possano venire risposte adeguate e soluzioni definitive nell’interesse degli abitanti della zona, da troppo tempo lasciati soli durante le loro giuste e doverose battaglie".

15/01/2020 21.30
Città Metropolitana di Firenze


 
 


Vai al contenuto