Login

MET


Comune di Empoli
Empoli. Covid-19: ecco ‘AscoltiAMOci’, una linea telefonica per le persone che hanno bisogno di parlare
Il servizio è attivo da giovedì 26 marzo, ogni mattina, anche la domenica, dalle 9 alle 12
Si chiama ‘AscoltiAMOci’ e il suo numero di telefono è 366 5869697.

Si tratta di un servizio telefonico gratuito organizzato dal Comune di Empoli in collaborazione con l’associazione ‘VNP Vecchie e Nuove Povertà’ che ha l’obiettivo di stare vicino alle persone le quali, in questa situazione di emergenza, hanno bisogno di parlare, comunicare, sentire la vicinanza di qualcuno.

Le finalità di ‘AscoltiAMOci’ sono quelle di alleviare e contenere il disagio che in molti possono accusare in una condizione di isolamento o comunque di stress, a volte dovuto anche alle tanti notizie che ci giungono in merito alla pandemia in corso per il Covid19.

366 5869697 è una linea telefonica dedicata che si aggiunge ai numeri che già le associazioni gestiscono con l'obiettivo di aiutare i cittadini ad affrontare questa emergenza sanitaria che crea disorientamento, confusione e ansia alla popolazione.

Il servizio è rivolto a tutti, a tutti coloro che sentono il bisogno di parlare.
Si tratta di una semplice ma importante telefonata a cui risponde una rete di professionisti messi a disposizione da VNP, associazione attiva dal 2010 con centri di ascolto e di sostegno al bisogno e al disagio sociale.

La telefonata può anche fornire informazioni e dare indicazioni comportamentali utili nella corretta gestione della situazione di emergenza. Dove necessario può anche diventare un punto di collegamento per mettere in contatto i cittadini con la rete assistenziale e associativa empolese.

«C'è bisogno di essere vicini come non lo siamo mai stati pur nella distanza. Empoli ha un cuore grande fatto di volontariato laico e cattolico – ha detto il sindaco Brenda Barnini – e oggi ci ritroviamo tutti insieme a dover fare il massimo per combattere un male che per essere debellato ha bisogno dell'assenza dei contatti tra le persone. Una telefonata però può salvare la nostra capacità di sentirci umani e accogliere le nostre fragilità. Ringrazio l'assessore Valentina Torrini e VNP per aver pensato di attivare questo bellissimo servizio di ascolto».

«Prendersi cura del nostro prossimo è un segno importante: si reagisce col bene in una situazione di male. Empoli vuol vivere questa emergenza mondiale come occasione inaspettata di cambiare modo di vivere – sottolinea il proposto Don Guido Engels, presidente di VNP – , un nuovo tipo di rapporto con le altre persone, non più preoccupati di chiudere la porta ma di aprila a chi ti viene a servire come fratello e sorella. Anche se distanti, una parola, un gesto, una risposta al telefono, la ricerca del cibo buono e conveniente per chi non se lo può procurare da sè, sono importanti per sentirsi persona, per sentirsi amati. In Empoli è facile, perché abbiamo già una rete di volontari che possiamo attivare prontamente: e subito le persone si presentano entusiaste. Questa volta sono i giovani i più presenti, visto che gli anziani pensionati sono più a rischio. Bene. Ma una raccomandazione: siamo a servire e non a fare gli eroi, siate prudenti. Il Signore Gesù, che da Dio si è fatto servo, per servire gratuitamente tutti, vi accompagni in questa bella opera».

«Abbiamo pensato ad un servizio d'ascolto perché non vogliamo abbandonare nessuno. Penso ai tanti anziani che si sentono soli o a chi ha bisogno di condividere dubbi e paure, ma anche a coloro che sono in isolamento o risultano positivi al COVID 19 – ha spiegato l’assessore alle politiche sociali Valentina Torrini».

Il numero 366 5869697 è a pagamento, il costo della chiamata dipende dal gestore dell'utente, ma per rendere minimale il costo, il cittadino può chiamare o inviare un messaggio e sarà ricontattato.

Il servizio è attivo da domani, giovedì 26 marzo, ogni mattina, anche la domenica, dalle 9 alle 12.

25/03/2020 14.25
Comune di Empoli


 
 

Google


Vai al contenuto