Login

MET


Comune di Firenze
Firenze. I giardini che ho in testa. Filippo Zoi in mostra a Villa Vogel dal 27 giugno al 9 luglio
La presentazione sabato 27 giugno alle 17 presenti l'artista e il Presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni
“I giardini che ho in testa. Giardini e parchi del Quartiere 4 e oltre disegnati da Filippo Zoi”.
È questo il titolo della mostra di disegni dell'artista Filippo Zoi, organizzata dal Quartiere 4.
L'esposizione sarà visitabile sabato 27 giugno, dalle 15.30 alle 19.30, lungo il viale interno del Parco di Villa Vogel, nel tratto iniziale dopo l'accesso principale da via Canova.
Sabato 27 giugno, alle 17, presentazione alla presenza dell'artista Filippo Zoi e del Presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni.
Da martedì 30 giugno a giovedì 9 luglio 2020, l'esposizione si sposterà nella sala d'aspetto all'interno della sede del Quartiere, con accesso da via delle Torri 23, il martedì e il giovedì 8.30-13/15.30-17 e il mercoledì 8.30-13, nel rispetto delle norme in vigore per fronteggiare l'emergenza Covid19.
“Ci siamo fatti promotori con entusiasmo della mostra di Filippo Zoi – dichiara il Presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni – perché siamo convinti che sia un modo originale ed emozionante per vivere gli spazi di Villa Vogel in un'ottica diversa dal solito, rendendoli teatro di un evento artistico particolare. I disegni di Filippo Zoi, giovane artista residente all'Isolotto, sono infatti delle libere interpretazioni di uno dei parchi più amati del nostro territorio, rivisitato attraverso la sua sensibilità e il suo vivace e personalissimo uso del colore e delle forme. Da qui il titolo della mostra. Ne esce una panoramica sui giochi, sul verde, sulle giostre, decisamente inedita, che ci aiuterà ad aprire di più le nostre menti e a spaziare con la fantasia, valorizzando contemporaneamente il patrimonio in cui siamo immersi e le energie che al suo interno agiscono. Vi aspettiamo dunque sabato dalle 15.30 all'ingresso principale del parco di Villa Vogel per scoprire insieme cosa può diventare il nostro giardino quotidiano quando lo guardiamo e lo reinterpretiamo con la forza libera dell'immaginazione”.
In mostra andranno 12 disegni del giovane artista, sette dei quali dedicati al parco di Villa Vogel, uno al parco del Boschetto, uno al parco dell'Argingrosso, due al giardino di via Acciaioli e uno a una grande magnolia del Parco delle Cascine. La mostra sarà a ingresso libero.
Filippo Zoi (Bagno a Ripoli, 1996) è un artista autodidatta, che usa per lo più tecnica mista. Tra le sue opere, sono da ricordare alcuni “fumetti” ispirati a personaggi quali Pinocchio, Godzilla e altri. Ha all'attivo mostre a Firenze, Fiesole, Pistoia, Milano, Torino, Ancona e Pisa, nell'àmbito della rassegna internazionale itinerante 'L'arte risveglia l'anima', che raccoglie opere di artisti rientranti nello spettro autistico. Nel 2013/2014 ha collaborato al Progetto Piccoli del Teatro Comunale di Antella (Firenze). Assieme al padre Enrico ha firmato nel 2018 il libro 'Favole per Irene' e nel 2020 il seguito 'Lo Zampacchione Giallo e altre storie', entrambi pubblicati da Sarnus e disponibili in occasione della mostra.
“I giardini che ho in testa” è organizzata in collaborazione con “Reteculture”, sostenuta da Virginia Iorga Onlus e diffusa attraverso www.overthesky.it. Grazie anche al Club Idea Fotografica e al Circolo Arci Isolotto. Info: 339 8522715. (s.spa.)

25/06/2020 10.48
Comune di Firenze


 
 


Vai al contenuto