Login

MET


Prefettura di Prato
In Prefettura a Prato due Onorificenze “Ordine al Merito della Repubblica Italiana”

Oggi presso la Prefettura di Prato, si è tenuta una cerimonia, in forma ristretta nel rispetto delle misure di sicurezza anti COVID-19, nel corso della quale il Prefetto Lucia Volpe ha consegnato i Diplomi di Cavaliere dell’“Ordine al Merito della Repubblica Italiana” al Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Col. Marco Grandini, ed al Luogotenente Carica Speciale Carabinieri, Dott. Flaviano Civerchia. La cerimonia si è svolta alla presenza del Sindaco di Prato, del Vicario del Vescovo, dei Vertici delle Forze dell’Ordine, del Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco e degli Ufficiali dell’Arma dei Carabinieri della provincia di Prato. Di seguito si fornisce una breve biografia dei due insigniti:
il Col. Marco GRANDINI, laureato in Giurisprudenza e Scienze Politiche è, dal 10 ottobre 2016, Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Prato.
Nel corso della sua carriera, iniziata nel 1991, ha svolto molteplici e delicati incarichi di vertice in diverse regioni italiane. Ha partecipato a numerose missioni all’estero ed ha altresì prestato la sua opera nello svolgimento delle attività connesse al sisma in Abruzzo del 2009, ottenendo diversi riconoscimenti.
Le numerose e qualificate esperienze professionali maturate ne rivelano, oltre alle indubbie competenze e capacità, lo spirito di servizio e lo spessore istituzionale, che si aggiungono alle spiccate doti umane e morali.
Il Luogotenente Carica Speciale Carabinieri Dott. Flaviano CIVERCHIA, laureato in Scienze dell’Amministrazione presso l’Università di Siena, si è arruolato nell’Arma dei Carabinieri nel 1987 e presta attualmente servizio presso il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Prato.
Già Croce d’Argento per Anzianità di Servizio e Croce d’Oro con Torre per anzianità di servizio militare, nel corso della sua attività nell’Arma si è sempre distinto per l’impegno e per le sue competenze e capacità professionali.

25/06/2020 19.58
Prefettura di Prato


 
 


Vai al contenuto