Login

MET


Redazione di Met
San Gimignano, patrimonio Unesco, è ResiliArt
Si riparte dal 7 luglio con un ricco programma di eventi culturali, dedicati alla musica classica, jazz, rock e non solo
L'Unesco, per contrastare la crisi di questo momento storico, lancia a livello mondiale il progetto ResiliArt e San Gimignano, nel trentesimo anno di inserimento nella lista mondiale del patrimonio Unesco, risponde con una progettualità nuova sulla cultura. In questa Estate complessa, nella quale i programmi sono saltati e i bilanci bloccati, abbiamo recuperato spazi e luoghi per la cultura, tanto che dal 7 luglio San Gimignano riparte e con l’aiuto della propria comunità”.
A dirlo il sindaco del Comune di San Gimignano, Andrea Marrucci, nell’annunciare il riavvio delle attività culturali a partire dal prossimo martedì 7 luglio con l’esibizione dei musicisti delle associazioni del mondo della musica classica: Accademia dei Leggieri, KOF e Pentagramma.
“La prima a ripartire sarà l’Accademia dei Leggieri, un’istituzione storica per la nostra città - spiega l’assessore alla cultura Carolina Taddei -. Il programma del mese di luglio prevede, nel cortile del palazzo storico Moronti Ciotta, 4 concerti tutti dedicati alla musica vocale italiana del XVII secolo, eseguiti con strumenti antichi. La programmazione proseguirà nel mese di agosto”.
Ripartirà anche la Rocca di Montestaffoli, che nelle ultime Estati sangimignanesi ha ospitato tante iniziative culturali, con la rassegna “Musica Resiliente in Rocca”, che si terrà dal 24 luglio al 1 agosto.
“Questo spazio sarà aperto dalla Filarmonica Giacomo Puccini, perché essa rappresenta l’istituzione simbolica della nostra città - aggiunge Taddei -. E’ stata fondata nel 1839 e da allora è fortemente impegnata nell’insegnamento della musica e nel far suonare insieme i sangimignanesi”.
Seguiranno ‘La Traviata’ in forma di concerto e tanta musica rock e jazz con ‘Spazio d’autore’, che nel 2020 arriva alla sua 38° edizione. Infine, sarà la volta di una sei giorni di musica Jazz e Rock a cura di Music Tribe”.
I primi a ripartire, dopo il lockdown dovuto al Covid, sono stati gli artisti e musicisti di strada. Dal 7 luglio saranno professionisti di grande talento a esibirsi, sempre nel rispetto delle norme anti Covid. Grazie a loro, ogni giorno, a San Gimignano, si potrà ascoltare musica, così come si potranno vedere pittori a lavoro. Questi i nomi degli artisti da non perdere: Nora Barranco, Andrea Cavallini, Peter Adolf Fuchs, Paolo Haisek, Sylvie Jammes, Angela Lucia Martin, Susan Patricia Monk, Antonella Natangelo, Italo Pecoretti, Herrero Manuel Pena, Virginia Puccianti, Anna Ragone, Reinhard Schulze-Zuggò, Viktorija Skafaru, Simone Solazzo, Robert Mark Tiso.
“L’Amministrazione comunale ha creato le condizioni necessarie per incoraggiare il dialogo, semplificando procedure e consentendo agli artisti di esprimersi nelle nostre strade e piazze all’insegna dell’arte e della cultura, di cui c’è un grande bisogno - conclude il sindaco -. Il progetto ResiliArt è stato reso possibile grazie alla generosità di tutti gli interpreti e i tecnici coinvolti. E’ un progetto che esprime al meglio il talento della nostra comunità”.

06/07/2020 13.10
Redazione di Met


 
 


Vai al contenuto