Login

MET


Comune di Pistoia
Caso Cooplat, il sindaco di Pistoia incontra la presidente della cooperativa
Alessandro Tomasi aveva chiesto l’incontro a seguito dei ritardi nei pagamenti degli stipendi denunciati da alcuni addetti alle pulizie dell’ospedale San Jacopo
Il sindaco Alessandro Tomasi ha incontrato la presidente di Cooplat, convocata a seguito dei ritardi nei pagamenti degli stipendi denunciati nei giorni scorsi da alcuni dipendenti che si occupano delle pulizie all’ospedale San Jacopo.

Alla presidente, Giada Molli, il sindaco ha voluto ribadire la propria vicinanza al personale chiedendo aggiornamenti sui tempi di pagamento degli arretrati, sul piano industriale e sulla situazione della cooperativa.

"Dall’ incontro – spiega Tomasi – è emersa la volontà del nuovo consiglio di amministrazione di compiere una ristrutturazione della cooperativa. Il piano industriale verrà presentato il 7 agosto e nelle settimane successive ci rivedremo per un nuovo incontro. Solo allora potremo avere chiari i contorni della situazione. Intanto ho voluto esprimere nuovamente la mia vicinanza al personale che si occupa delle pulizie all’ ospedale San Jacopo e ho manifestato la disponibilità del Comune ad interagire con Gesat e con Asl per eventuali confronti finalizzati a migliorare la situazione di queste lavoratrici che, lo ricordo ancora una volta, nel periodo di emergenza sanitaria sono state in prima linea insieme agli altri operatori dell’ospedale, sanitari e non, e che ogni giorno svolgono un’opera essenziale. Ho chiesto che siano sbloccati quanto prima i pagamenti della quattordicesima ma su questo la presidente non ha dato alcuna tempistica. La situazione che mi ha rappresentato è quella di una cooperativa impoverita negli anni su cui il nuovo cda vuole tentare una profonda ristrutturazione. Adesso aspettiamo il prossimo incontro per un nuovo confronto sulla situazione di Cooplat, che a Pistoia, oltre ai circa 60 addetti al San Jacopo, ha anche altre 40 persone impegnate in altri servizi. Stiamo parlando, dunque, di un centinaio di lavoratori complessivi sui quali – conclude il sindaco - nei limiti delle mie competenze, non abbasserò la guardia".

28/07/2020 16.53
Comune di Pistoia


 
 


Vai al contenuto