Login

MET


Comune di Firenze
40° anniversario della strage di Bologna. Il presidente del Consiglio comunale Luca Milani col Gonfalone ha rappresentato il Comune di Firenze

Il presidente del Consiglio comunale Luca Milani, col Gonfalone, ha rappresentato Firenze alle cerimonie in ricordo delle vittime della strage di Bologna di cui ricorre il 40° anniversario.

“Una brutta pagina della storia terroristica del nostro Paese, nella quale finalmente oltre agli esecutori materiali, dei terroristi dei Nar, si cominciano a vedere dei frammenti di verità e ad individuare i mandanti.

E’ sempre più chiaro – aggiunge il presidente del Consiglio comunale Luca Milani – il coinvolgimento della loggia massonica P2, del suo intreccio con pezzi deviati dello Stato, dei Servizi segreti, della finanza, il ruolo attivo nel finanziamento della strage e nei depistaggi successivi.

Se oggi, dopo 40 anni esatti, sono ancora aperte le indagini della Procura Generale di Bologna e si segnano finalmente dei possibili nuovi sviluppi, questo lo dobbiamo, oltre naturalmente ai magistrati che onorano così il proprio compito, alle associazioni dei familiari e vittime delle stragi, che non si sono mai arrese e che hanno continuamente tenuta alta l’attenzione dell’opinione pubblica.

Adesso – conclude il presidente del Consiglio comunale Luca Milani – è necessario un ultimo atto di coraggio e di verità e cioè rendere effettivamente pubblici tutte le carte, i dossier conservati ed acquisiti dai nostri servizi segreti, così come chiesto da anni da Paolo Bolognesi, presidente dell’associazione tra i familiari delle vittime della strage di Bologna; solo con la piena verità i familiari, l’opinione pubblica ma anche le 85 vittime innocenti, potranno trovare finalmente la pace”. (s.spa.)

02/08/2020 12.59
Comune di Firenze


 
 


Vai al contenuto