Login

MET


Non-profit in provincia di Firenze
La bontà è contagiosa. Un pasto caldo gratis per chi è in difficoltà
L’U.S. Affrico tende una mano ai bisognosi e da lunedì 22 novembre collaboratori, dirigenti e allenatori diventano volontari per preparare e distribuire pasti caldi gratuiti tutte le sere
Dal 13 novembre la Toscana è entrata in zona rossa. Negozi, ristoranti e bar hanno abbassato il bandone in attesa che la curva dei contagi torni a calare e che la regione esca dalla zona ad alto rischio. In questo momento di emergenza anche i centri sportivi hanno dovuto chiudere le loro porte e tra questi l’Affrico, la nostra polisportiva di Campo di Marte, da anni punto di riferimento del quartiere per famiglie, ragazzi e anziani.

Ma noi dell’Affrico non ci siamo persi d’animo e, a quasi un mese dal Natale, abbiamo deciso di provare a fare un regalo a chi ne ha davvero bisogno: chi vive per strada e non ha un riparo, chi non ha più uno stipendio e non può permettersi nemmeno un pasto al giorno.

E così noi collaboratori, dirigenti, allenatori e sportivi ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo dato vita a un’iniziativa volontaria per aiutare i più bisognosi del quartiere. Iniziativa che andrà avanti per tutta la permanenza della Toscana in zona rossa.

Da lunedì 22 novembre tutte le sere dal lunedì al sabato (dalle ore 19:00 alle ore 19:45) le porte del ristorante pizzeria della polisportiva saranno aperte per distribuire gratuitamente pasti caldi d’asporto a tutte le persone in difficoltà che ne faranno richiesta.

Luca Giotti, direttore generale della Polisportiva, a proposito dell’iniziativa: “Sono profondamente convinto del ruolo sociale che le società sportive ricoprono, ruolo che non sempre a mio parere ci viene riconosciuto come dovrebbe. Noi proveremo ancora una volta a dare un contributo cercando, in questo momento così difficile e delicato, di essere vicino a chi ne ha più bisogno.

Ci impegneremo per far sì che uomini e donne non perdano il valore di essere persone, consegnando loro un pasto caldo che speriamo sia di conforto e aiuto.”

22/11/2020 14.02
Non-profit in provincia di Firenze


 
 


Vai al contenuto