Login

MET


Città Metropolitana di Firenze
Il Sindaco Nardella: "Avanti con Alta Velocità e Stazione Foster". Ed è in arrivo il 'Treno a idrogeno' tra Firenze e Ravenna per l'anniversario di Dante
"Stiamo recuperando il gap a favore della mobilità soft e del trasporto pubblico nella Metrocittà". Su proposta di Casini esteso fino a marzo 2021 'Unico Metropolitano'
Cantiere Tav a Firenze (foto fitcisl)
Durante l'approvazione, durante il Consiglio metropolitano, su proposta del consigliere delegato alla Mobilità Francesco Casini, della proroga dell'accordo tra Regione Toscana ed Enti locali per il proseguimento di un'ulteriore fase sperimentale, fino a marzo 2021, dell'utilizzo del titolo di viaggio denominato 'Unico metropolitano' (per il servizio di trasporto pubblico integrato urbano su gomma, treno e tramvia), il Sindaco Dario Nardella ha annunciato al Consiglio che Rfi ha ripreso i lavori per l'alta velocità nel territorio fiorentino. L'anno prossimo cominceranno anche i lavori di scavo e per portare a compimento la Stazione Foster. Saranno così liberati binari di superficie a favore di un trasporto regionale adeguato.
“Molti cantieri sono aperti – ha sottolineato Nardella - Tutta l'area metropolitana potrà recuperare il gap su alcuni aspetti della mobilità. Stiamo facendo grandi passi avanti sulle infrastrutture su gomma, come per la Srt 429, il cui quarto lotto è stato inaugurato sabato scorso, e le piste pedociclabili, per un mix tra mobilità soft e trasporto pubblico”.
In occasione dei settecento anni dalla morte di Dante, Nardella ha spiegato al Consiglio che è in corso un progetto tra Firenze e Ravenna a favore di un treno unico che colleghi le due città, utilizzando una linea non elettrificata e sperimentando sulla Faentina il primo treno a idrogeno in Italia. Sono progetti che il Sindaco sta portando avanti con il Sindaco di Ravenna e la Provincia della città e con il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.
Circa il treno a idrogeno saranno ipotizzate due soluzioni. La prima
basic, ovvero senza stazione di produzione idrogeno e quindi con trasporto e immagazzinamento. La seconda, Plus,
con stazione di produzione idrogeno senza trasporto. La stazione di produzione dovrà essere realizzata lungo il percorso. Non è ipotizzabile realizzarla nell'area della stazione di Campo di Marte.

Nel corso del Consiglio, su proposta del consigliere delegato alla Mobilità Francesco Casini, sono stati approvati all'unanimità l'accordo tra Regione Toscana e Metrocittà sulla realizzazione del sistema integrato 'Ciclopista dell’arno – sentiero della bonifica' e lo schema dell'accordo tra Regione, Metrocittà e Province di Pistoia e Prato e i Comuni di Campi Bisenzio, Montale, Montemurlo, Pistoia, Prato e Signa per la progettazione degli interventi relativi al tronco 2 della Ciclovia del Sole.

23/12/2020 10.28
Città Metropolitana di Firenze


 
 


Vai al contenuto