Login

MET


Camera di Commercio di Firenze
Nasce la scuola di contrattualistica internazionale
Fidra (Florence international dispute resolution academy) avrà sede in Camera di commercio per aiutare a prevenire e gestire i contenziosi commerciali. Offerta formativa iniziale con due corsi
La Camera di commercio di Firenze, attraverso i propri organi operativi Florence international mediation chamber (Fimc) e PromoFirenze, ha istituito una academy in materia di contrattualistica, prevenzione e gestione del contenzioso commerciale internazionale. Il progetto si chiama Florence international dispute resolution academy (Fidra) ed è rivolto alle imprese che operano con l’estero e ai professionisti che le assistono, e rientra nella gamma di servizi camerali che vanno dall’internazionalizzazione all’arbitrato alla conciliazione, alla mediazione nazionale e internazionale.

La mission di Fidra è quella di preparare ad un approccio consapevole nelle relazioni commerciali internazionali, valorizzando le tecniche di negoziazione e redazione dei contratti, in un’ottica di tutela e conservazione di investimenti e partnership. L’obiettivo è anche quello di mettere le imprese in condizioni di affrontare in maniera adeguata partner e competitor esteri che, per preparazione e cultura giuridica, usano abitualmente strumenti quali la mediazione e l’arbitrato, i principali meccanismi di risoluzione delle controversie commerciali internazionali.



Per programmare le attività, che vanno dall’organizzazione di corsi a quella di convegni, workshop e seminari, Fidra si avvarrà di un comitato scientifico consultivo composto da Michael McIlwrath, vice presidente e responsabile del contenzioso di BakerHughes; da Attila Tanzi, ordinario di Diritto internazionale presso l’Università di Bologna e membro della Corte permanente di arbitrato dell’Aja; e da Mario Curia, imprenditore, membro della commissione Education di Confindustria Nazionale con delega all’Università, consigliere camerale e membro del consiglio di amministrazione di PromoFirenze. La faculty dei docenti è composta da 34 professionisti italiani e esteri di grande esperienza e prestigio, provenienti dal settore accademico, delle imprese e dalle professioni di dieci Paesi tra Europa, Stati Uniti e Asia.



Sono previsti due corsi, il cui inizio (necessariamente online in questa fase) è stato programmato per il 22 marzo 2021:

- corso su “Introduzione ai contratti commerciali internazionali” di 25 ore, per chi vuole affacciarsi ai mercati esteri. Ha lo scopo di presentare nozioni di base e indicazioni utili alla redazione e negoziazione del contratto internazionale, principalmente in relazione alla compravendita di beni e servizi. Verrà inoltre esaminata la clausola di risoluzione delle controversie, con introduzione a mediazione e arbitrato.

- corso avanzato su “The management of international commercial contracts: an instrument for corporate growth”. È composto di due moduli di 43 ore ciascuno, rispettivamente su negoziazione e contrattualistica il primo e su arbitrato e mediazione il secondo. Si rivolge a giuristi d’impresa, responsabili di aree commerciali e contrattualistica, import-export manager, avvocati e consulenti d’impresa. Il corso sarà tenuto in inglese.



“La ripresa economica e il futuro delle imprese, anche di quelle con dimensioni meno importanti, passa dai mercati esteri. Per questo è fondamentale avere la giusta preparazione giuridica in materia di contrattualistica internazionale, con il doppio obiettivo di prevenire contenziosi e risolvere eventuali controversie ricorrendo allo strumento della mediazione”, commenta Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di commercio di Firenze.



“I corsi di Fidra si aggiungono ai tanti strumenti che la Camera mette a disposizione delle imprese e dei professionisti per migliorare la proiezione internazionale del nostro sistema economico. Fidra offre una faculty di docenti di grande prestigio e rappresenta un'iniziativa nel solco della tradizione internazionale e mercantile della città”, dice Giuseppe Salvini, segretario generale della Camera di commercio di Firenze.



"L'adeguatezza alla concorrenza internazionale dipende anche dalla solidità di cultura e capacità giuridica di respiro internazionale di manager e professionisti. Si tratta di requisiti indispensabili per interagire con partner stranieri, tanto in Italia che all'estero, in diversi contesti normativi. Il progetto Fidra si mette al servizio di imprese e professionisti per potenziare tale patrimonio di cultura e capacità", sottolinea Attila Tanzi, ordinario di Diritto internazionale presso l’Università di Bologna, membro della Corte permanente di arbitrato dell’Aja e del Comitato scientifico di Fidra.

27/01/2021 13.05
Camera di Commercio di Firenze


 
 


Vai al contenuto