Login

MET


Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
I Carabinieri Forestali nel Comune di Fucecchio (FI) denunciano un pensionato che per smaltire, tramite abbruciamento, i residui vegetali dell’orto, causava un incendio boschivo per una estensione complessiva di 17 ettari
A carico del pensionato, il verbale amministrativo di 240 euro per aver acceso un fuoco in periodo di divieto assoluto di abbruciamento
Carabinieri Forestali foto archivio Antonello Serino
Militari della Stazione Carabinieri forestale di Empoli (FI) intervenivano su una segnalazione di incendio boschivo in località Pinete, nel Comune di Fucecchio (FI). Il fuoco aveva già interessato una vasta area e i militari provvedevano ad assumere tutte le informazioni utili dai presenti, per individuare il punto di innesco dell’incendio.
Risultava dunque che l’incendio aveva avuto origine da un campo incolto dove i militari individuavano due punti di abbruciamento di residui vegetali: uno posizionato fuori dall’area interessata dall’incendio ed all’interno di un orto, l’altro sul perimetro dell’area bruciata a bordo di un campo incolto, di fronte allo stesso orto. Entrambi avevano brace ancora accesa con materiale vegetale non completamente combusto, cumuli composti per lo più da residui di ortaggi.
Nell’orto era presente una parte di terreno lavorato ed una motozappa con motore ancora caldo. Poco dopo sopraggiungeva sul posto il proprietario dell’orto, il quale ammetteva di aver lavorato il terreno dell’orto e aver dato fuoco ai due cumuli di materiale vegetale nella prima mattinata, allontanandosi poi per il pranzo.
Veniva dunque elevato a suo carico il verbale amministrativo di 240 euro per aver acceso un fuoco in periodo di divieto assoluto di abbruciamento.
La superficie interessata dall’incendio è risultata essere di diciassette ettari di cui quattromila metri quadrati boscati; l’altra parte dell’area incendiata ha interessato oliveti, vigneti e campi coltivati a cereali già mietuti, siepi e recinzioni.
Il responsabile è stato anche segnalato all’A.G. per incendio boschivo colposo.
I Carabinieri forestali rammentano che è tuttora vigente, per il rischio di incendi boschivi, il divieto assoluto di abbruciamento dei residui vegetali. Si concluderà il 19 settembre, salvo proroghe in base all’andamento stagionale.

16/09/2021 12.12
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze


 
 


Met -Vai al contenuto