Login

MET


Redazione di Met
XX PREMIO LETTERARIO G. GIUSTI
Teatro Yves Montand – sabato 4 dicembre 2010 ore 17,00
Premio Letterario G. Giusti
Il Premio Letterario G. Giusti, organizzato dal Comune di Monsummano Terme e dall' AVIS sezione locale e con la partecipazione del Presidente della Repubblica è giunto alla XX edizione e rappresenta un'ottima occasione per tutti i giovani autori e non, che vogliono farsi conoscere nel mondo letterario.

Sabato 4 dicembre alle ore 17,00 al Teatro Yves Montand ci sarà la cerimonia di Premiazione dei vincitori del Premio Letterario Giuseppe Giusti per la sezione saggistica edita.
La Giuria del Premio, dopo un’attenta e accurata visione di tutte le opere pervenute, assegnerà il Premio per la sezione saggistica edita ad un grande intellettuale italiano, il filosofo Remo Bodei per l’opera “Paesaggi sublimi – Gli uomini davanti alla natura selvaggia”, edizione R.C.S. Libri mentre per la sezione saggistica edita, opera prima, il premio andrà all’opera “Alfredo Oriani romanzi e teatro” di Marco Debenedetti edizioni Il Ponte Vecchio.
Durante la cerimonia saranno rese note le motivazioni che hanno portato la Giuria a premiare le opere vincitrici ed il pubblico presente avrà modo di ascoltare direttamente dagli autori alcuni passi delle opere premiate.

La giuria del Premio ha inoltre ritenuto opportuno segnalare altre opere meritevoli di essere ricordate durante la cerimonia.
Per la sezione saggistica edita:
“Il Gentile dei fascisci – Gentiliani e antigentiliani nel regime fascista” di Alessandra Tarquini, Edizioni il Mulino.
“Vertigini della ragione Schelling e Nietzsche” di Emilio Carlo Corriero, edizioni Rosemberg & Sellier
“I Tarkovskij padre e figlio nello specchio del destino” di Paola Pedicone, Aleksandr Lavrin Edizioni Tracce
“Con il testo a fronte – Indagine sul tradurre e l’essere tradotti” di Franco Buffoni, Interlinea Edizioni
“Cocaina S.p.A.” di Vincenzo R. Spagnolo, Luigi Pellegrini Editore
“ Forme della leggerezza” di Paolo Lagazzi, Edizioni Archinto
“Piero di Cosimo – <ingegno astratto e difforme>” di Maurizia Tazartes, Mauro Pagliai Editore
“Responsabilizzazione e presa di coscienza nella pena” di Massimo Ballone, Edizioni Tracce
“Il quinto Abruzzo – La storia cambiata dal terremoto” di Paolo Mastri, Edizioni Tracce.

Per la sezione saggistica edita - opera prima:
“Il Novecento di Joyce Salvadori Lussu – Vita e opera di una donna antifascista” di Federica Trenti, edizioni Le Voci della Luna – circolo culturale.
“That submerged doughdoughty doubleface: Pomes Penyeach di James Joyce – Uno studio genetico del volto nascosto di Joyce” di Ilaria Natali, Edizioni ETS
“Shakespeare in medio-oriente: la percezione dell’alterità di Otello nel mondo arabo” di Simone Rovida, Fup (Florence University Press)

Il divertimento è assicurato dalla presenza di un grande personaggio satirico italiano.
Infatti, il premio per la satira va quest’anno a Paolo Villaggio, uno degli esponenti di spicco della comicità italiana, famoso soprattutto per i suoi personaggi legati ad una comicità paradossale e grottesca: il professot Kranz, il timidissimo Giandomenico Fracchia, ma soprattutto il servile e sottomesso ragionier Ugo Fantozzi, forse il personaggio più popolare dell'intera storia della comicità italiana. Paolo Villaggio si distingue anche per la sua notevole attività di scrittore, iniziata proprio con un libro su Fantozzi.

Info: Ufficio Attività Culturali tel. 0572.959236 - 959237

01/12/2010 19.53
Redazione di Met


 
 

Google


Vai al contenuto