Login

MET


Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa
L’ASEV A BRUXELLES CON IL PROGETTO IMAGINE
L’Agenzia ha partecipato ad un workshop internazionale sulla certificazione ambientale EMAS
Un momento del workshop “Imagine a future for the cluster approach”
Lo scorso 26 aprile a Bruxelles l’ASEV ha partecipato al workshop “Imagine a future for the cluster approach” sull'approccio distrettuale alla certificazione EMAS, che ha coinvolto diversi attori operanti nei distretti industriali europei.
Il seminario ha illustrato lo sviluppo metodologico e strategico di questo approccio innovativo, quale nuova politica industriale in campo ambientale all’interno dell’Unione Europea. All’evento hanno partecipato 25 diverse organizzazioni europee che operano nel settore della Eco-Innovation e dello sviluppo sostenibile.
Il workshop ha individuato distretti europei interessati al progetto, al fine di aumentare la trasferibilità e la replicabilità della metodologia utilizzata e dei risultati.
Il seminario fa parte di una serie di attività legate al progetto Imagine (Innovazioni per un "Made Green in Europe"), co-finanziato dalla Commissione Europea, e all’interno dell’iniziativa CIP - Eco-innovazione, che vede ASEV capofila di un partenariato comprendente la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, il Consorzio Conciatori di Santa Croce sull’Arno, l’Associazione Industriali di Prato e Lucca.
L'obiettivo di Imagine è la promozione di metodologie di innovazione ambientale nelle PMI europee appartenenti ai distretti industriali.
In particolare, il progetto si propone di promuovere e diffondere il metodo dell'approccio distrettuale di certificazione ambientale EMAS al sistema “moda” toscano, attraverso il coinvolgimento d quattro rappresentanti della filiera moda toscana: il tessile di Prato, l’abbigliamento di Empoli, il conciario di Santa Croce sull’Arno e il calzaturiero di Capannori.
L'approccio metodologico del progetto IMAGINE è fondato sugli strumenti, i metodi e le politiche ambientali comunitarie più recenti e innovative, proponendo un approccio integrato e sinergico di alta qualità per l’introduzione di innovazioni ambientali nel settore moda.
Grazie a questo progetto, infatti, tutte le singole organizzazioni interessate a realizzare una registrazione EMAS individuale (o anche un marchio di qualità ecologica per i loro prodotti), potranno utilizzare le risorse collettive del distretto di appartenenza e un approccio cooperativo.
Gli strumenti e i modelli che saranno imitabili e trasferibili in altre filiere produttive e in altri distretti industriali europei.

29/04/2011 17.25
Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa


 
 

Google


Vai al contenuto