Login

MET


Redazione di Met
BRAINWAVES – CREATIVITÀ PER CHI HA CERVELLO
Arriva a Firenze la prima edizione del Festival Internazionale per Giovani Artisti promosso da Florentia Consort e Officine Creative, con il patrocinio di Comune e Provincia di Firenze e della Regione Toscana. Alla Limonaia di Villa Strozzi, dall’11 al 14 giugno, una rassegna innovativa tra musica, arti performative e creatività con alcuni dei migliori talenti emergenti della scena internazionale
Una rassegna innovativa e originalissima di jazz, musica classica, opera e danza contemporanea, con alcuni dei migliori talenti emergenti della scena internazionale. Un festival underground in una delle più belle ribalte cittadine. Arriva a Firenze dall’11 al 14 giugno la prima edizione del Festival Internazionale “Brainwaves - Creatività per chi ha cervello”, che andrà in scena ogni sera dalle ore 21 nella suggestiva cornice della Limonaia di Villa Strozzi. Quattro serate, ad ingresso gratuito, in cui alcuni dei più promettenti giovani artisti internazionali si alterneranno sul palcoscenico, offrendo agli spettatori un programma variegato che andrà dalla musica e l’improvvisazione classica all’operistica, dal jazz alla danza contemporanea. Inoltre ogni esibizione sarà preceduta da una breve introduzione scientifica sull’argomento “cervello, mente, sensorialità e creatività musicale”, a cura di esperti, ricercatori, e persone di cultura.

Ecco dunque il ricco programma della rassegna. Si parte mercoledì 11 giugno con un concerto di musica e improvvisazione classica assieme agli allievi e docenti del seminario internazionale “Renaissance in the XXI Century”, accompagnati dai maestri Judith Glyde al violoncello, Nicolò Spera alla chitarra e Alberto Bologni al violino. Un serata che tra le note dei grandi compositori più amati, regalerà al pubblico un’esperienza unica tra tantissime sorprese.

Si continua poi giovedì 12 con una serata dedicata alla migliore musica jazz, con le travolgenti e sorprendenti sonorità dell’Art of Music Jazz Ensemble e del Filippo Cosentino Trio, che presenterà eccezionalmente il nuovo album “Human Being" prodotto da Emme Produzioni Musicali. (http://www.filippocosentino.com).

Venerdì 13 invece spazio all’Opera e alle arie e musiche immortali del bel canto italiano, da Verdi a Puccini da Rossini a Donizetti, eseguiti dai migliori talenti emergenti americani: i solisti del Conservatorio Oberlin in Ohio (la più antica scuola di alta formazione musicale degli Usa), che saranno accompagnati al pianoforte dalla maestra Danielle Orlando.

Infine sabato 14 sarà la volta di una serata molto particolare dedicata ad una vera e propria esperienza multisensoriale tra danza, musica, luci e profumi con l’accompagnamento musicale del maestro Antonio Artese al pianoforte, di Mirco Mariottini ai clarinetti e di Alessandro Marzi alle percussioni mentre le coreografie saranno curate dalla ballerina e coreografa Marcella Cappelletti.

Alla ricerca dell’origine dell’ispirazione artistica

La rassegna sarà inoltre un’occasione per affrontare il tema della creatività nelle arti performative e indagare quel misterioso nesso che unisce, in un percorso affascinante e ancora poco conosciuto, l’idea e l’ispirazione creativa all’opera d’arte compiuta. Scoprendo magari qualcosa in più sulla meccanica della nostra mente e sul processo di creazione artistica. Il tutto in un’atmosfera assolutamente amichevole e colloquiale che, restituirà al pubblico un rapporto diretto e confidenziale con l’arte e con l’artista. Ogni concerto sarà infatti introdotto da una breve presentazione di esperti scientifici e persone di cultura che, sul format delle conferenze TEDX, forniranno al pubblico qualche spunto di riflessione sui temi della mente e della creatività. Ad introdurre le serate saranno il professor. Enrico Granieri, direttore della Clinica Neurologica dell’ Università di Ferrara, l’architetto e scenografa Perla Gianni, e il noto mentalista e illusionista Darus. E per chi avesse ancora qualche dubbio, al termine di ogni performance, sarà possibile chiedere ulteriori informazioni e curiosità ad artisti ed esperti che, in una cornice informale, potranno condividere la loro esperienza artistica e scientifica.

Il Festival nasce da un’idea del maestro Antonio Artese, direttore artistico della rassegna, ed è realizzato dall’associazione Florentia Consort in collaborazione con Officine Creative, l’Associazione Amici del Festival Adriatico di Musica da Camera e Accademia Europea di Firenze e grazie contributo di Aquaflor e Project Italia srl e al patrocinio di Comune e Provincia di Firenze e Regione Toscana.

Antonio Artese, direttore artistico:

“Abbiamo voluto proporre un Festival fresco, giovane e sostenibile. Ripartendo dal concetto di ricerca, scientifica e artistica, abbiamo cercato un format che provi ad azzerare la distanza tra pubblico, ospiti ed artisti. L’idea è quella di poter sperimentare un laboratorio “in diretta,” dal sapore volutamente un po’ underground. Intendiamo perciò offrire al pubblico un’occasione di riflessione su concetti ed esperienze scientifiche importanti sulla galassia creativa che è il cervello umano. Allo stesso tempo intendiamo far partecipare il pubblico ad un momento creativo per mezzo di un’offerta musicale che abbracci diversi generi, tutti estremamente fruibili e immediati. In un momento di crisi economica diffusa e in un generale sovraffollamento di festival dall’oggetto talvolta forzato, questo esperimento offre un’alternativa originale per approccio e contenuti. Questa prima edizione è stata possibile grazie al contributo di tutti gli artisti, degli ospiti partecipanti e dei collaboratori che hanno con entusiasmo creduto nel progetto”.

Per info: http://www.officinecreative.fi.it/brainwaves/

Il programma completo

Mercoledì 11 giugno ore 21:00

Introduzione “Brainwaves: variazioni sul tema della creatività” introduzione di Antonio Artese, direttore artistico

“Nello specchio della Meraviglia di Luca Giordano - Itinerario esperienziale multisensoriale con valutazione di impatto” speaker: Arch. Perla Gianni

CONCERTO DI MUSICA E IMPROVVISAZIONE CLASSICA

con allievi e docenti del seminario internazionale "Renaissance in the XXI Century"

Judith Glyde, violoncello - Nicolò Spera, chitarra - Alberto Bologni, violino

Giovedì 12 giugno ore 21:00

"Jazz Mentalism: energia e pensiero” - speaker: Darus

CONCERTO JAZZ

con Art of Music Jazz Ensemble

e FILIPPO COSENTINO TRIO

Filippo Cosentino, chitarra - Carlo Chirio basso - Carlo Gaia, batteria

Presentazione del CD “Human Being" Emme Produzioni Musicali

Venerdì 13 giugno ore 21:00

“Cervello, musica ed emozioni” speaker: Prof. Enrico Granieri, direttore della Clinica Neurologica, Università di Ferrara

OPERA GALA - Musiche del Bel Canto Italiano

con i solisti del programma "Oberlin in Italy" - Conservatorio di Oberlin, Ohio, USA

Sabato 14 giugno ore 21:00

“Cervello e meditazione”

PERFORMANCE MULTISENSORIALE DI DANZA, MUSICA, LUCI E PROFUMI

con Antonio Artese, pianoforte - Mirco Mariottini, clarinetti – Alessandro Marzi, percussioni

Coreografie: Marcella Cappelletti

Musiche originali di Antonio Artese - Essenze di Sileno Cheloni, Aquaflor, Firenze.

Conservatorio Oberlin

10/06/2014 14.51
Redazione di Met


 
 

Google


Vai al contenuto