Login

MET


Comune di Vaglia
Baratta L’Arte. Non metterla da parte.
Quattro spettacoli di artisti locali, a cui si potrà assistere in cambio di un dono materiale
Per due settimane consecutive, nella fresca cornice dell’anfiteatro del giardino pubblico della frazione di Caselline, avrà luogo la prima rassegna “Baratta L’arte – non metterla da parte”.
Nei giorni 6 e 7, 13 e 14 agosto (sempre giovedì e venerdì), saranno presentati alle ore 19:30, quattro spettacoli di artisti locali, a cui si potrà assistere in cambio di un dono materiale, prezioso in quanto personale e sostenibile (si consigliano frutti del proprio orto, vino, olio o cibi conservati).

C’era una volta un Momento Difficile.
Per affrontarlo, gli umani dovettero fare molte cose diversamente da come l’avevano sempre fatte.
Molti furono i sacrifici e le rinunce, tante le complicazioni, poche le risorse.
Si temette che la Socialità sarebbe rimasta incarcerata a lungo dentro a degli schermi, mentre l’Arte sembrava destinata ad essere relegata in poche, piccole aree protette.
Ma successe quello che succede in tutte le buone storie: i protagonisti non si diedero per vinti, si fecero venire un’idea, partirono all’avventura, corsero qualche rischio, impararono delle cose, agirono. Si riinventarono. E sopravvissero. Divennero più grandi. Forse migliori.

E’ per far parte di questa storia, che nasce Baratta l’Arte.

Il Comune di Vaglia, con la direzione artistica di Drum Rum Teatro, ha in programma un evento all’Anfiteatro dei giardini pubblici di Caselline (frazione di Vaglia – FI), per quattro giorni ad agosto (6 e 7, 13 e 14), dove arte e socialità provano a reinventarsi, prendere atto della situazione e proporre una tra le possibili soluzioni alternative.
Lo scopo sarà creare un’occasione di incontro piacevole, rispettosa e reciprocamente generosa, fruendo di una proposta artistica di qualità.
Attingendo alla ricca e varia proposta locale, ogni sera verso le 19:30 sarà presentato uno spettacolo adatto a un pubblico misto, a cui si potrà assistere in cambio di una libera offerta: per fare in modo che la generosità possa essere sostenibile e piacevole, si consigliano doni preziosi quali frutti del proprio orto, vino, olio, miele, conserve, ma si potrà contribuire anche in denaro.
Nel parco si troveranno postazioni per un libero (ed autogestito) scambio di piante e semi, libri, opere d’arte autoprodotte, oggettistica.
Ogni sera, si potrà ammirare una mostra all’aria aperta di opere di artisti residenti in zona.
Per chi avesse un’urgenza comunicativa, una serenata da dedicare o una poesia da declamare, sarà a disposizione una piccola postazione-palco libera.
Per godere appieno delle fresche serata quasi-boschive, si potrà rimanere nei giardini per un pic-nic: : previa prenotazione, saranno acquistabili dei cestini da asporto presso la Bottega DI Caselline.

Si consiglia vivamente di portare (oltre a quel che si desidera donare): una coperta per sdraiarsi nel prato, stoviglie riutilizzabili per lasciare un’impronta leggera e un sorriso negli occhi da condividere.

30/07/2020 11.26
Comune di Vaglia


 
 


Vai al contenuto